Condividi questa pagina su

argento Status argento (Livello 8/10)

dario_cima

dario_cima

Autori che si fidano di me: 155 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Mi piace leggere e viaggiare. Appunti di viaggio e foto su viadario.altervista.org

Opinioni scritte

dal 13/10/2000

1418

L'altro capo del filo (Andrea Camilleri) 21/06/2017

Un filo lungo ... anni.

L'altro capo del filo (Andrea Camilleri) L’autore Tutti conosco Andrea Camilleri (Porto Empedocle, 1925), divenuto scrittore in età non giovanissima ed ormai uno degli autori italiani più prolifici dell’ultimo ventennio. Caratteristica ed eccezionale la fusione linguista tra italiano e dialetto siciliano che rende i suoi libri originali ed avvincenti. Il protagonista I romanzi migliori sono sicuramente quelli con protagonista il commissario Salvo Montalbano, antieroico investigatore siciliano burbero ed acuto che somiglia al miglior Pepe Carvalho dello scrittore spagnolo Manuel Vázquez Montalbán (il cognome del commissario è volutamente un tributo all’autore morto nel 2000). E’ forse inutile dilungarsi sulla figura di questo poliziotto che bada più alla Giustizia che alla Legge, dell’uomo che non riesce a costruirsi una vita privata, del raffinato cultore della buona cucina, dell’individuo cosciente del proprio invecchiamento … ormai grazie anche alla trasposizione televisiva, lo conoscono tutti. Il libro L’altro capo del filo è il romanzo di Andrea Camilleri pubblicato nel 2016 con protagonista il commissario Montalbano contornato dal solito staff di collaboratori: l'incredibile Catarella, Fazio, Augello che, grazie alla televisione non dobbiamo neanche sforzarci ad immaginare. La politica e la cucina sono sullo sfondo, Livia (l’eterna fidanzata) è lontana ma presente ed il dramma umanitario dei migranti tocca ancora una volta Salvo Montalbano. Trama Si avvicinano le nozze d’argento di una coppia di amici di ...

7-7-2007 (Antonio Manzini) 15/06/2017

La genesi di Rocco Schiavone

7-7-2007 (Antonio Manzini) L’autore Antonio Manzini (Roma, 1964) è un attore (noto anche per la lettura di audiolibri) e sceneggiatore che ha scritto alcuni romanzi e racconti interessanti ed originali. Il protagonista principale dei suoi scritti è il vicequestore Rocco Schiavone, cinico e contraddittorio investigatore romano prossimo ai cinquanta anni, disposto a forzare le regole pur di risolvere un caso. Il protagonista Il prequel (7-7-2007) presenta Rocco Schiavone come un antieroe da noir che ama la sua città natale, Roma, contraddittoria e spesso insopportabile come lui (che non si fa scrupolo di scroccare continuamente sigarette ai suoi sottoposti, di alzare le mani sugli indagati, di trattare le donne senza un minimo di gentilezza). Da ragazzo trasteverino è cresciuto in ristrettezze frequentando soggetti poco raccomandabili, molti dei quali resteranno amici per sempre (tutti in qualche modo malviventi, perché a Trastevere negli anni ’70 o facevi la guardia o facevi il ladro). Rocco arrotonda lo stipendio da poliziotto sottraendo parte di marjuana sequestrata o “spennando” strozzini e ricettatori, è per questo che la moglie Marina per un periodo l’ha anche lasciato; lui con sofferenza l’ha riconquistata anche a costo di allontanarsi dagli amici di sempre. Quando Marina verrà uccisa (nei romanzi cronologicamente successivi comparirà ogni tanto in dialoghi immaginari scritti in carattere corsivo) Rocco inizierà a distrugge se stesso nel ricordo della moglie riprendendo qualche disdicevole ...

Commissario Livia (Silvestra Sorbera) 13/06/2017

Una donna poliziotto in Sicilia.

Commissario Livia (Silvestra Sorbera) L’autrice Silvestra Sorbera (Cuneo 1983) è una giornalista e scrittrice. Cresciuta in Sicilia dopo la laurea è tornata a vivere in Piemonte. Nel 2009 ha pubblicato “Commissario Livia” seguito da racconti e saggi. La protagonista e il libro Livia Solari è un commissario di polizia che in Sicilia è rispettata sia per il suo intuito sia per la sua disponibilità (ad esempio da tutti si fa chiamare per nome) seppure non sia affatto accomodante; fisicamente non ne viene data una descrizione dettagliata ma si sa che non è fidanzata o sposata. Finora due sono i libri in cui compare come protagonista, supportata dal collega ed amico Angelo Spagnoli, padre di famiglia e dall’atteggiamento più diplomatico. Il commissario Livia è un romanzo breve (meno di 50 pagine) con alcuni aspetti interessanti (risvolti sociali ed attualità), ma nel complesso appena convincente: parte descrittiva al minimo, indagini non particolarmente sofisticate, scrittura semplice semplice. La versione e-book è uscita nel 2013 (0,99 € , vedi immagine dal mio account Kobo). Trama Dopo l’intervento sul luogo dell’uccisione di un prostituta, Livia viene chiamata in una zona rurale dove una giovane coppia di fidanzati, Michele e Sara, è stata trovata crivellata di colpi in un’automobile. Dalle prime indagini nessuno sembrava avere interesse alla loro morte, le stesse famiglie, pur non apprezzando il fidanzamento, non avevano mai notato atteggiamenti che potessero esporre i due ad una fine simile. Interrogando ...

La targa (Andrea Camilleri) 09/06/2017

Un racconto ed un tributo. Buona lettura.

La targa (Andrea Camilleri) L’autore Tutti conosco Andrea Camilleri (Porto Empedocle, 1925), divenuto scrittore in età non giovanissima, ma ormai uno degli autori italiani più prolifici dell’ultimo trentennio. Caratteristica ed eccezionale è la fusione linguista tra italiano e dialetto siciliano che rende i suoi libri originali ed avvincenti. Noto soprattutto per i suoi romanzi polizieschi con protagonista il commissario Salvo Montalbano, ha scritto però anche numerosissimi romanzi storici e saggi. Il libro La Targa (2011) è un piccolo libro dal duplice contenuto: un ironico racconto di Andrea Camilleri ambientato all’inizio della II Guerra Mondiale ed un simpatico scritto di Giuseppina Torregrossa (ginecologa e scrittrice, nata a Palermo nel 1956). Trama del racconto "La Targa" Il giorno dopo l’entrata in guerra dell’Italia nel 1940 tutti incoscientemente festeggiano. Al circolo fascista di Vigata si presenta anche Michele Ragusano che ha scontato cinque anni di confino per motivi politici. Tutti lo evitano tranne il quasi centenario don Manuele Persico, fascista della prima ora, di cui nessuno ricorda più la giovinezza. Quando Michele viene invitato ad andarsene (pur essendo in regola con i versamenti da socio) l’anziano prende le sue parti, ma Michele dice di non volere l’aiuto di chi ha certamente qualcosa da nascondere, come ha scoperto durante gli anni di detenzione sull’isola di Lipari. Alla domanda “Il nome di Antonio Cannizzaro vi dice nenti?” don Manuele si accascia stroncato da un ...

L'ombra del collezionista (Jeffery Deaver) 06/06/2017

I comandamenti della Modificazione.

L'ombra del collezionista (Jeffery Deaver) L’autore Jeffery Deaver (Chicago, 1950) è uno scrittore statunitense che, un paio di anni dopo l’esordio nel 1988, ha lasciato la professione di giornalista per dedicarsi alla scrittura di thriller originali grazie ai quali ha ottenuto molti premi. Oltre ad aver avuto grande successo con la serie con protagonista Lincoln Rhyme (interpretato al cinema da Denzel Washington) e con il ciclo di Kathryn Dance, nel 2011 è stato scelto dalla casa editoriale che detiene i diritti di James Bond per pubblicare un nuovo romanzo sulla spia letteraria più famosa del mondo. Convincenti sono anche i romanzi ed i racconti non riconducibili a protagonisti ricorrenti. Il libro ed i protagonisti L’ombra del collezionista (The Skin Collector, 2014), è l’undicesimo romanzo con protagonisti Lincoln Rhyme e Amelia Sachs. Nonostante i progressi terapeutici Lincoln è sempre immobilizzato sulla sua sedia a rotelle supertecnologica dopo un drammatico incidente; criminologo di fama mondiale della polizia di New York ha iniziato una nuova vita da tetraplegico e con l’unica mano che può muovere continua ad occuparsi di criminalità come consulente delle forze dell’ordine. Al romanzo d’esordio (Il collezionista di ossa, 1997) Lincoln Rhyme sta pensando al suicidio, ma conoscere la bellissima agente Amelia Sachs (ex modella e spericolata pilota d’auto) che diventerà sua compagna durante le indagini e nella vita, darà una svolta decisiva alla sua volontà di vivere e lavorare. I due vivono in un ...

La stanza della morte (Jeffery Deaver) 04/06/2017

Un thriller spiazzante con un protagonista ormai leggendario.

La stanza della morte (Jeffery Deaver) L’autore Jeffery Deaver (Chicago, 1950) è uno scrittore statunitense che, un paio di anni dopo l’esordio nel 1988, ha lasciato la professione di giornalista per dedicarsi alla scrittura di thriller originali grazie ai quali ha ottenuto molti premi. Oltre ad aver avuto grande successo con la serie con protagonista Lincoln Rhyme (interpretato al cinema da Denzel Washington) e con il ciclo di Kathryn Dance, nel 2011 è stato scelto dalla casa editoriale che detiene i diritti di James Bond per pubblicare un nuovo romanzo sulla spia letteraria più famosa del mondo. Convincenti sono anche i romanzi ed i racconti non riconducibili a protagonisti ricorrenti. Il libro ed i protagonisti La stanza della morte (2013), è il decimo romanzo con protagonisti Lincoln Rhyme e Amelia Sachs. Nonostante i progressi terapeutici Lincoln è sempre immobilizzato sulla sua sedia a rotelle supertecnologica dopo un drammatico incidente; criminologo di fama mondiale della polizia di New York ha iniziato una nuova vita da tetraplegico e con l’unica mano che può parzialmente muovere continua ad occuparsi di criminalità come consulente delle forze dell’ordine. Al romanzo d’esordio (Il collezionista di ossa, 1997) sta meditando il suicidio, ma conoscere la bellissima agente Amelia Sachs (ex modella e spericolata pilota d’auto) che diventerà sua compagna durante le indagini e nella vita, darà una svolta decisiva alla sua volontà di vivere e lavorare. I due abitano in un appartamento con vista su Central ...

Spirali (Jeffery Deaver) 30/05/2017

Sedici racconti thriller di Jeffery Deaver

Spirali (Jeffery Deaver) L’autore Jeffery Deaver (Chicago, 1950) è uno scrittore statunitense che, un paio di anni dopo l’esordio nel 1988, ha lasciato la professione di giornalista per dedicarsi alla scrittura di thriller originali grazie ai quali ha ottenuto molti premi. Oltre ad aver avuto grande successo con la serie con protagonista Lincoln Rhyme (interpretato al cinema da Denzel Washington) e con il ciclo di Kathryn Dance, nel 2011 è stato scelto dalla casa editoriale che detiene i diritti di James Bond per pubblicare un nuovo romanzo sulla spia letteraria più famosa del mondo. Convincenti sono anche i romanzi ed i racconti non riconducibili a protagonisti ricorrenti. Il libro Spirali (2003, titolo originale "Twisted"), è un’antologia di 16 racconti di cui uno con protagonista Lincoln Rhyme; quasi tutti sono sufficientemente lunghi da appassionare il lettore con colpi di scena finali ben costruiti e spiazzanti. Racconti La vita senza Jonathan Marissa pensa al marito, Jonathan annegato nel mare del Maine, mentre sta andando al suo primo appuntamento con il suo primo uomo dopo Jonathan. Marissa e l’aitante Dale si sono conosciuti grazie ad un’inserzione sul giornale. Per i servizi resi Patsy è una bella e ricca cinquantenne ossessionata dall’idea che il giovane marito stia cercando di farla impazzire. Da un paio di mesi la donna è in terapia da uno psichiatra noto nel mondo dei VIP, ma gli episodi di apparizioni di fantasmi continuano a ripetersi. Può essere l’occasione per il dottor ...

La strategia di Bosch (Michael Connelly) 22/05/2017

Musica, cemento, politica e vocazione. Troppo anche per Bosch.

La strategia di Bosch (Michael Connelly) L’autore Lo scrittore Michael Connelly (1956), ex giornalista di cronaca nera, è noto soprattutto per i suoi thriller incentrati sulla controversa figura di Hieronymus (Harry) Bosch, agente della polizia di Los Angeles. Altri personaggi che nella finzione letteraria incontreranno Bosch, hanno dato vita a serie romanzesche meno consistenti ma suggestive (il giornalista Jack McEvoy e l’avvocato Mickey Haller). Il protagonista La genesi di Harry Bosch è legata alla figura del detective Philip Marlowe, il personaggio dei romanzi di Raymond Chandler che Michael Connelly apprezzava talmente tanto da riuscire a prendere in affitto l’appartamento dove Chandler e poi il regista Robert Altman avevano ambientato l’azione del detective Marlowe. Proprio in quell’appartamento, nel 1992, prende corpo la figura di Hieronymus (Harry) Bosch, il cui nome sarebbe stato scelto dalla madre in onore dell'omonimo pittore del XV secolo. Harry Bosch sarebbe nato nel 1950 e compare quarantenne nel primo romanzo; in oltre 20 anni di carriera sarà impiegato un po’ in tutti i reparti e le sezioni del grande e disorganizzato baraccone delle forze dell’ordine di Los Angeles. Figlio di una prostituta, orfano, cresciuto tra collegi e famiglie affidatarie, reduce dal Vietnam, poliziotto fino al pensionamento a 52 anni, rientrerà poi in servizio nell’unità “Casi irrisolti”. Ha un carattere difficile che non lo aiuterà nella carriera e nemmeno nella vita privata. Vive in una piccola casa di legno con veranda, ...

Un giorno perfetto (Melania G. Mazzucco) 16/05/2017

Un thriller di ambiente romano che merita.

Un giorno perfetto (Melania G. Mazzucco) L’autrice Melania Gaia Mazzucco (Roma, 1966) è una scrittrice e sceneggiatrice radiofonica; ha esordito nella narrativa nel 1992 con alcuni racconti mentre il primo romanzo, “il bacio della Medusa”, è stato pubblicato nel 1996. Il libro Un giorno perfetto (2005, Premio Hemingway e Premio Roma) è un romanzo corale ambientato a Roma in una sola giornata di inizio Maggio del 2001; dopo il prologo i capitoli si susseguono seguendo le ore della giornata. Nel 2009 il libro è stato trasposto in versione cinematografica da Ferzan Özpetek, interpretato da Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari e Stefania Sandrelli. Trama E’ la notte del 4 Maggio, insospettabilmente umida e nuvolosa, e la polizia interviene in un vecchio palazzo vicino Piazza Vittorio dopo la denuncia di una sparatoria. In flashback si parte dalla notte precedente nella Borgata Torrevecchia. Al buio, nella sua vecchia Fiat Tipo, Antonio Buonocore staziona sotto la squallida casa della suocera. E’ li che da due anni la moglie Emma è rifugiata dopo una furiosa lite coniugale. Il poliziotto quarantenne non ha preso bene la separazione e spera che Emma non chieda il divorzio per poter tornare a vivere con lei ed i figli. Valentina è ormai un’adolescente, non sopporta la madre ed ha idealizzato il padre Antonio; nella complicata accettazione del suo corpo che cambia e della situazione familiare, alterna momenti di maturità a scelte infantili. Kevin ha ancora sette anni, afflitto da qualche problema fisico è spesso ...

La Vucciria (Andrea Camilleri) 16/05/2017

Un capolavoro della pittura ispira Camilleri.

La Vucciria (Andrea Camilleri) L’autore Tutti conosco Andrea Camilleri (Porto Empedocle, 1925), divenuto scrittore in età non giovanissima, ma ormai uno degli autori italiani più prolifici dell’ultimo trentennio. Caratteristica ed eccezionale è la fusione linguista tra italiano e dialetto siciliano che rende i suoi libri originali ed avvincenti. Noto soprattutto per i suoi romanzi polizieschi con protagonista il commissario Salvo Montalbano, ha scritto però anche numerosissimi romanzi storici e saggi. Il libro La Vucciria (2008) è un breve libro che contiene un racconto (La ripetizione) di Andrea Camilleri ispirato al famoso quadro dipinto da Renato Guttuso nel 1974; la seconda parte, scritta da Fabio Carapezza Guttuso (figlio adottivo ed unico erede del grande pittore), è un saggio sul quadro stesso. Il libro presenta illustrazioni di particolari del quadro, dei bozzetti preparatori ed alcune foto fatte da Guttuso allo storico mercato della Vucciria nel centro di Palermo. Trama del racconto La ripetizione è un racconto ambientato in due periodi storici lontani tra loro 500 anni che però vedono praticamente gli stessi protagonisti vivere una simile storia. I due personaggi sono ispirati dal quadro di Guttuso: Anna è la giovane donna rappresentata di spalle, mentre Antonello è il giovane uomo dagli zigomi prominenti che sembra guardarla. La sensualità della contemporanea Anna dalle forme esuberanti è frustrata dal marito-padrone, proprio nel mercato che lei non ama ma che il marito la costringe a ...

Ristorante La Casarola, San Mauro Torinese 11/05/2017

Ottima cucina e prezzi bassi sotto Superga.

Ristorante La Casarola, San Mauro Torinese Nella zona storica di San Mauro torinese proprio sotto al campanile della chiesa principale (Santa Maria di Pulcherada) e a 50 metri dal Lungo Po (in questa zona parte della via Francigena) c’è il ristorante La Casarola (Piazza Vittorio Emanuele 9/A – telefono 011 8222435), specializzato in antipasti e primi piatti. Il locale dispone di una cinquantina di posti in ambiente informale ma curato da vecchia trattoria (il palazzetto in cui è ospitato è comunque un pezzo di storia), il nome deriva dalla caratteristica di servire i primi piatti nella pentola di cottura (in piemontese “casarola”). La selezione e la qualità degli antipasti è adeguata anche per un ristorante con prezzi molto superiori; i primi sono ottimi ed abbondanti e la varietà soddisfa chiunque (pasta secca, agnolotti, gnocchi, ravioli, riso …). La scelta di dolci e vini è buona ed il prezzo decisamente convincente. A pranzo la selezione di primi è ridotta ma si trovano anche dei secondi piatti. Io ho preso un antipasto (Tomino su prosciutto crudo), un primo (spaghetti gorgonzola e noci), amaro locale, calice di vino ed acqua spendendo 23,00 Euro. Chiuso la domenica (ma per quello che mi riguarda l’importante è che sia aperto il lunedì, giorno in cui quando sono in trasferta mi devo accontentare di quello che trovo). E’ ANDATA BENE !!! Accoglienza, cortesia e spontaneità del personale veramente molto gradita soprattutto se ci si trova a cena da soli. L'accessibilità per i disabili (soprattutto i servizi ...

La Pace, San Mauro Torinese 10/05/2017

Buon albergo praticamente a Torino.

La Pace, San Mauro Torinese Per lavoro mi sono trovato a dover scegliere un albergo in zona Torino nord. L'alternativa al solito hotel della solita impersonale catena (con tutti i suoi pregi e difetti) è uscita fuori un po' per caso ed ho scoperto un posto che merita. San Mauro Torinese si trova sulle sponde del Po appena a valle di Torino (8 Km dal centro). Il nucleo più antico è posto alla base della collina di Superga e la fondazione risale al periodo romano, la zona nuova si trova invece sull’altra sponda del più grande fiume d’Italia (oltrepo). Durante i periodi bui del medioevo e fino al regno Sabaudo la posizione, comodissima per i trasporti e le comunicazioni, era sfavorevole alla difesa e così più volte San Mauro subì invasioni e saccheggi da parte di barbari, saraceni, milizie di signori ed imperatori. Solamente l’importante abbazia benedettina rimase baluardo che garantiva il transito dei pellegrini sulla via Francigena (che ancora corre in bella posizione sul lungopo). Il panorama è incredibilmente suggestivo: il fiume scorre placido appena dopo il verdeggiante isolone di Bertolla (area naturale protetta) ed è ben visibile la Mole di Torino, la boscosa collina con la bella Basilica di Superga domina il nucleo vecchio. Nella zona nuova di San Mauro a 50 metri dal lungopo ciclabile e pedonale (parte della via Francigena) c’è l’hotel La Pace (Via Roma 36, 3 stelle) che dispone di 25 camere molto gradevoli e ben organizzate. L’edificio è stato da poco ristrutturato e nonostante il prezzo ...

Il tempo della Verità (Glenn Cooper) 03/05/2017

Breve, avvincente ... e gratuito.

Il tempo della Verità (Glenn Cooper) L’autore Glenn Cooper (stato di New York 1953) è un archeologo, medico, manager che nel 2009 ha esordito con grande successo nella narrativa “avventurosa-fanta-storica” con “La biblioteca dei morti”. Il libro ed i protagonisti Il tempo della verità (2012) è un racconto (disponibile gratuitamente in formato in ebook e pdf su moltissimi siti web) che rappresenta il terzo episodio della saga legata alla Biblioteca dei morti, una sterminata serie di antichi volumi che contengono le date di nascita e di morte di tutti gli abitanti della Terra fino al 2027 (il temuto Orizzonte della "Finis dierum", fine dei giorni). Rinvenuta al termine della II Guerra Mondiale, l’immensa ed inquietante biblioteca viene trasferita dall’isola inglese di Wight all’Area 51 nel deserto del Nevada. Dopo oltre 60 anni di mistero il detective FBI Will Piper e la giovane collega Nancy Lipinski saranno costretti a rendere pubblico il segreto della più chiacchierata installazione militare USA per salvarsi la vita. Tutto il mondo saprà di avere il destino scritto su antichi testi che però praticamente nessuno può consultare. A protezione dei 700.000 volumi i “ Sorveglianti” impediscono che le date di nascita o di morte di specifiche persone vengano svelate per amore o per denaro; l’unico uso consentito è analizzare i picchi di morti per individuare i luoghi di catastrofi ed eccidi e minimizzare l’impatto sui destinati a sopravvivere. Trama Il prepensionato Will Piper e la giovane moglie Nancy stanno ...

L'incanto delle sirene. Un'indagine dell'ispettore Ferraro (Gianni Biondillo) 02/05/2017

L'alta moda e il degrado. Un giallo convincente.

L'incanto delle sirene. Un'indagine dell'ispettore Ferraro (Gianni Biondillo) L’autore Gianni Biondillo (Milano, 1966) è uno scrittore ed architetto italiano. Autore di romanzi, saggi, testi per cinema e TV è anche docente universitario di architettura. I suoi romanzi più noti hanno per protagonista l’ispettore Michele Ferraro del commissariato di Quarto Oggiaro, periferia degradata di Milano. il protagonista ed il libro Dopo qualche racconto e cinque romanzi con protagonista Michele Ferraro, nel 2015 è stato pubblicato il romanzo L’incanto delle sirene che vede l’ispettore confrontarsi con tematiche sociali di grande attualità. La narrazione avviene perlopiù in terza persona, ma frequenti sono i dialoghi (talvolta un po’ ostici da seguire sia perché serrati, sia per l’uso di diversi dialetti) L’autore ha deciso di non dare di Ferraro una descrizione fisica perché il suo protagonista doveva avere un aspetto comune: un ragazzo di periferia (Quarto Oggiaro come lo scrittore) scampato alle lusinghe della piccola criminalità, suona il basso con gli amici e si trova sposato con la bella coetanea Francesca a fare il poliziotto non per vocazione ma per necessità; dalle prime indagini nelle valli alpine, alla la nascita della figlia Giulia, dal trasferimento sulle volanti a Milano fino al divorzio ed alle vicende romane. In L’incanto delle sirene l’ispettore, ormai cinquantenne, non solo è un po’ ingrassato, ma sembra essere maturato, aver ormai “digerito” i suoi fallimenti sentimentali ed accettato i suoi pregi e difetti che non ne fanno un genio ma ...

Che spettacolo, commissario Marè. Ritratto di gruppo con showgirl (Alessandra Vitali, Mario Quattrucci) 18/04/2017

La Roma dello show business.

Che spettacolo, commissario Marè. Ritratto di gruppo con showgirl (Alessandra Vitali, Mario Quattrucci) L’autore Mario Quattrucci (Velletri, 1936) è uno scrittore di romanzi, poesie e saggi (su pittura e teatro) ed ha sempre vissuto a Roma, ha collaborato con quotidiani e periodici militando sin da giovanissimo nel PCI. L’esordio nella narrativa gialla è del 1999 “A Roma, Novembre”, il primo libro con protagonista il commissario Marè. Il protagonista ed il libro Il commissario Luigi Marè, è già vicino alla pensione quando affronta dei casi in cui la tormentata storia d’Italia, il malaffare politico e la malavita comune si intrecciano; la sua attività investigativa ufficiosa proseguirà anche dopo il ritiro dal lavoro. Marè è un questurino disilluso che però ancora pensa che “legalità” e “giustizia” debbano coincidere nonostante le amarezze che la sua attività gli ha offerto a piene mani. Dallo Stato si sente abbandonato e tradito, pensa che non sempre le vittime siano agnellini, il suo sapere romanesco e popolare si accoppia ad una cultura sopra la media. I nove libri in cui compare (tra romanzi e raccolte di racconti) sono anche un viaggio nella storia recente ed una alternativa guida di in una Roma splendida seppure decadente. “Che spettacolo, commissario Marè. Ritratto di gruppo con showgirl (I luoghi del delitto)” (2008) è stato scritto in collaborazione con la giornalista Alessandra Vitali e vede l’ormai pensionato Marè al suo settimo caso, spinto ad agire dalla giovane nipote giornalista Livia. Trama La splendida showgirl della TV italiana Carola Sacchi, forse non tra ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra