Condividi questa pagina su

argento Status argento (Livello 8/10)

dario_cima

dario_cima

Autori che si fidano di me: 162 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Mi piace leggere e viaggiare. Appunti di viaggio e foto su viadario.altervista.org

Opinioni scritte

dal 13/10/2000

1462

La strada delle croci (Jeffery Deaver) 02/12/2017

Un thriller nel segno di Deaver

La strada delle croci (Jeffery Deaver) L’autore Jeffery Deaver (Chicago, 1950) è uno scrittore statunitense che, un paio di anni dopo l’esordio nel 1988, ha lasciato la professione di giornalista per dedicarsi alla scrittura di thriller originali grazie ai quali ha ottenuto molti premi. Oltre ad aver avuto grande successo con la serie con protagonista Lincoln Rhyme (interpretato al cinema da Denzel Washington) e con il ciclo di Kathryn Dance, nel 2011 è stato scelto dalla casa editoriale che detiene i diritti di James Bond per pubblicare un nuovo romanzo sulla spia letteraria più famosa del mondo. Convincenti sono anche i romanzi ed i racconti non riconducibili a protagonisti ricorrenti. Il libro ed i protagonisti La strada delle croci (Roadside Crosses, 2009), è il secondo libro della serie di Kathryne Dance, agente di polizia, esperta di cinesica (comprensione del linguaggio non verbale, cioè dei movimenti e delle posture che spesso sono più significativi delle parole durante un interrogatorio) già comparsa in un libro della serie di Lincoln Rhyme (La luna fredda) e protagonista di “La bambola che dorme”. Trentacinquenne, bella, già vedova e con due figli a carico. Il collega quarantenne si chiama Michael O'Neil, i due si piacciono ma lui è sposato e lei si lascia affascinare facilmente anche da altri uomini. Trama Una rozza croce di legno compare vicino alla strada costiera californiana Highway 1, la mattina dopo la giovane Tammy, viene rinvenuta miracolosamente viva nel bagagliaio di un’auto: chi l’aveva ...

Rebus di mezza estate (Gianni Farinetti) 26/11/2017

I delitti nelle Langhe.

Rebus di mezza estate (Gianni Farinetti) L’autore Gianni Farinetti (Bra, 1953) è uno scrittore piemontese noto per i suoi romanzi noir. Ha esordito con “Un delitto fatto in casa” nel 1996 ed oggi ha al suo attivo una quindicina di romanzi spesso ambientati nella zona delle Langhe. Il libro Rebus di mezza estate (2013) è ambientato ai giorni nostri nell’idilliaca cornice delle Alte Langhe dove a residenti di antica nobiltà, ospiti di passaggio ed immigrati di concreta integrazione si aggiunge un misterioso killer. Trama Nel paese di Monesiglio sono in pieno svolgimento i preparativi di due matrimoni: da un lato l’unione tra due trasgressivi rampolli di antiche casate, dall’altro quello di una coppia di giovani lavoratori rumeni. Tra gli ospiti del sontuoso matrimonio d'Arby–Clavesana c’è il “pataccaro” ultrasessantenne Carlo Nava che la sera della vigilia viene ucciso da una fucilata sulla terrazza della casa di una famiglia di conoscenti in cui si sarebbe dovuto trattenere per la notte. Gli altri commensali sono sconvolti più che dispiaciuti (anzi la moglie già pregusta la sua vita da vedova “allegrotta”) ed il maresciallo dei Carabinieri Beppe Buonanno inizierà con la sua tranquillità (da vero romano qual è) una complessa indagine. Al primo omicidio ne segue un secondo, quello del ricco banchiere Cambiano, ucciso dalla stessa arma nel suo castello acquisito dalla famiglia della moglie Barbara. La bellissima donna era al suo secondo matrimonio, dopo che il primo marito, Alfonso Salmour di antica e decaduta ...

Torna a casa (Lisa Scottoline) 16/11/2017

Lettura non proprio indimenticabile

Torna a casa (Lisa Scottoline) L’autrice Lisa Scottoline (Filadefia, 1956) è una avvocatessa statunitense la cui passione per la letteratura si è concretizzata in una ventina di thriller. Nei primi anni ’90, dopo la nascita della figlia, ha deciso di dedicarsi esclusivamente alla scrittura con discreto successo. La maggior parte dei suoi romanzi si può ascrivere ad una serie dedicata allo studio di avvocati “Rosato e associati”. Il libro Torna a casa (Come home, 2014) è uno dei libri con meno aspetti legali di Lisa Scottoline e non è legato alla serie romanzesca che ha reso famosa l’autrice. Trama Jill Farrow è una pediatra quarantenne che si avvicina al terzo matrimonio con un cauto ottimismo. Giovane vedova e poi reduce da un difficile divorzio dal secondo marito, ha trovato in Sam quello che sembra l’uomo giusto. Una sera di pioggia arriva a casa sua la diciannovenne Abby, figlia minore dello spregevole ex marito William, che sconvolta le comunica la morte del padre che lei ritiene sia stato assassinato. Il rapporto che c’è tra Jill e Abby è di profondo affetto, Jill ha sostituito in tutto la vera madre di Abby e della sorella maggiore Victoria; dopo il divorzio le due ragazze non hanno più potuto vedere Jill a causa delle assurde imposizioni di William, ma la donna è l’unica a poter confortare ed aiutare Abby. Il nuovo equilibrio auspicato per Jill, la figlia adolescente Megan e Sam è destinato ad incrinarsi quando Jill decide di iniziare un’indagine privata alla ricerca dell’assassinio di ...

Green Garden Restaurant, Mestre 16/11/2017

Vicino Venezia ristorante nel verde

Green Garden Restaurant, Mestre In una zona verde alla periferia di Mestre (12 Km da Venezia e 5 da Marghera) c’è il “Green Garden Sporting Club” che dal 1975 è uno dei più attrezzati centri sportivi del Veneto (campi da tennis in terra rossa tutti illuminati, di cui un paio con copertura invernale, piscine all’aperto e al chiuso, campi da calcetto, palestra e centro benessere). Quello che è interessante per chi si trovi a soggiornare brevemente in zona è la presenza di un piccolo resort e di un buon ristorante dotati di ampio parcheggio ospitati in un edificio moderno che riprende le forme di un casolare. Il Green Garden Restaurant (Via VIA ASSEGGIANO, 65, 30174 - MESTRE tel. 041 914990) è circondato da un bel giardino con grandi alberi e qualche passatempo per i bambini, godibile soprattutto l’estate. La cucina è varia ma ottimi sono i piatti della tradizione veneta. Non male nemmeno le pizze (con farina macinata a pietra e lievitata 48 ore). Ampia la selezione di birre artigianali e di vini. Sono andato qualche sera ed ho scelto quasi sempre piatti di pesce (ottimi gli spaghetti allo scoglio, l'anguilla con polenta, il baccalà al vapore). Mi hanno assicurato altri commensali che anche la carne è ben scelta e ben cotta. Il personale è cortese e disponibile, meglio prenotare ma non ho mai trovato folla e l'ambiente è ampio con tavoli ben distanziati. Il prezzo è medio (considerata la vicinanza della carissima Venezia...), trai 35 e 40 Euro un pasto completo con vino. ...

Pulvis et umbra (Antonio Manzini) 15/11/2017

Aosta sempre più nera per Rocco Schiavone.

Pulvis et umbra (Antonio Manzini) L’autore Antonio Manzini (Roma, 1964) è un attore (noto anche per la lettura di audiolibri) e sceneggiatore che ha scritto alcuni romanzi e racconti interessanti ed originali. Il protagonista principale dei suoi scritti è il vicequestore Rocco Schiavone, cinico e contraddittorio investigatore romano prossimo ai cinquanta anni, disposto a forzare le regole pur di risolvere un caso. Il protagonista Il prequel (7-7-2007) presenta il vicequestore Rocco Schiavone come un antieroe da noir che ama la sua città natale, Roma, contraddittoria e spesso insopportabile come lui (che non si fa scrupolo di scroccare continuamente sigarette ai suoi sottoposti, di alzare le mani sugli indagati, di trattare le donne senza un minimo di gentilezza). Da ragazzo trasteverino è cresciuto in ristrettezze frequentando soggetti poco raccomandabili, molti dei quali resteranno amici per sempre (tutti in qualche modo malviventi, perché a Trastevere negli anni ’70 o facevi la guardia o facevi il ladro). Rocco arrotonda lo stipendio da poliziotto sottraendo parte di marjuana sequestrata o “spennando” strozzini e ricettatori, è per questo che la moglie Marina per un periodo l’ha anche lasciato; lui con sofferenza l’ha riconquistata anche a costo di allontanarsi dagli amici di sempre. Quando Marina verrà uccisa (nei romanzi cronologicamente successivi comparirà ogni tanto in dialoghi immaginari scritti in carattere corsivo) Rocco inizierà a distrugge se stesso nel ricordo della moglie riprendendo qualche ...

Ombre sul lago (Amneris Magella, Giovanni Cocco) 14/11/2017

Un "cold case" sul lago di Como.

Ombre sul lago (Amneris Magella, Giovanni Cocco) Gli autori Giovanni Cocco (Como, 1976) dopo vari tentativi di far pubblicare i propri scritti (mantenendosi con lavori manuali mentre si laureava in Storia) si è fatto apprezzare con il romanzo apocalittico “La caduta” (inizialmente rifiutato da decine di editori) e poco dopo con un giallo, “Ombre su lago”, scritto insieme alla moglie Amneris Magella (Milano, 1958) medico legale. Il libro Ombre sul lago (2013) dà inizio alla saga noir del lago di Como che ha per protagonista il commissario Stefania Valenti, quarantacinquenne separata con una figlia undicenne, Camilla. L’intera vicenda è ambientata sulle sponde lago di Como (in particolare sul ramo ovest tra Como, Cernobbio, Ossuccio e Lenno), meta turistica ma anche snodo importante alla fine della II Guerra Mondiale. Trama In piena primavera, durante i lavori di costruzione dell’ennesima (ed inutile) galleria stradale viene rinvenuto, nella cantina di una cascina abbandonata, lo scheletro di un giovane ucciso decenni prima, forse durante la II Guerra Mondiale. L’identità della vittima è sconosciuta e solamente alcuni oggetti vicino al cadavere potrebbero far luce su questo “cold case”: in particolare un portasigarette d’argento con incise le iniziali KD. La proprietà della cascina abbandonata è dell’influente famiglia Cappelletti, arricchitasi in tempo di guerra ed ora ai vertici della politica grazie ad un senatore. Nessuno però sembra ricordare gli eventi che potrebbero aver portato alla morte del giovane e nella ...

Un po' di follia in primavera (Alessia Gazzola) 13/11/2017

L'omicidio è sempre un follia.

Un po' di follia in primavera (Alessia Gazzola) L’autrice Alessia Gazzola, nata a Messina nel 1982 è un giovane medico legale che nel 2011 ha esordito nella letteratura con il romanzo “L’Allieva” cui hanno fatto seguito altri cinque libri con la stessa protagonista. Il personaggio che in prima persona narra le sue avventure e disavventure si chiama Alice Allevi ed ha evidenti aspetti autobiografici: si tratta di una specializzanda in medicina che ha scelto la professione di anatomopatologa per motivi contrastanti ed umanissimi (l’incapacità di confrontarsi con pazienti sofferenti, una cottarella per il giovane astro nascente dell’Istituto Legale di Roma). Appassionata come una Kay Scarpetta nostrana, pasticciona come una Bridget Jones italiana, la giovane Alice è autoironica e timidamente sfrontata. I libri della Gazzola, indipendentemente dalle date di uscita, andrebbero letti nell’ordine: “Sindrome da cuore in sospeso”’, “L’allieva”, “Un segreto non è per sempre”, “Le ossa della principessa”, “Una lunga estate crudele”, “Un po’ di follia in primavera”. Dai primi libri è stata tratta anche una serie TV RAI (con protagonista Alessandra Mastronardi). Il libro Un po’ di follia in primavera (2016) è un “giallo-rosa” e come i precedenti romanzi della serie le pagine potevano essere meno numerose così da creare meno ripetitività… comunque è una lettura che mi è piaciuta nonostante l’evidente indirizzamento verso le lettrici. Trama Alice Allevi sta per terminare il suo periodo di specializzanda all’Istituto di Medicina ...

La luce dell'impero (Marco Buticchi) 27/10/2017

I diamanti di Massimiliano

La luce dell'impero (Marco Buticchi) L’autore Marco Buticchi (La Spezia, 1957) è uno degli autori italiani di romanzi d’avventura trai più letti. Nato in una famiglia di petrolieri, Buticchi iniziò ad occuparsi del settore dei carburanti e combustibili dedicandosi soprattutto a lunghi viaggi di lavoro. Le vicissitudini tragiche dei due tentativi di suicidio del padre (Albino, noto anche per essere stato presidente del Milan negli anni ’70) fecero ritardare probabilmente il suo debutto letterario, ma la passione per la scrittura fu premiata quando all’età di 40 anni fu pubblicato il suo primo romanzo “Le pietre della luna”. Uno scrittore italiano che ricorda i grandi romanzieri d’avventura storica, mistero e thriller più celebrati (Wilbur Smith , Clive Cussler, ma anche Philip K.Dick); una quindicina i libri pubblicati e quasi tutti avvincenti anche se l’originalità va cercata nell’intreccio di varie storie parallele (per il lettore ma non per i protagonisti) e lontane nel tempo piuttosto che nella trama. La maggior parte dei romanzi di Buticchi è caratterizzata dall'alternanza di capitoli ambientati in epoche diverse ed i libri più famosi vedono due personaggi ricorrenti: la bellissima restauratrice romana Sara Terracini ed il “lillipuziano” Oswald Breil ex agente del Mossad poi ai vertici del governo israeliano prima della movimentata pensione e dell’impensabile matrimonio con Sara. Il libro La luce dell’impero (2017) è l’undicesimo romanzo della serie con Sara Terracini e Oswald Breil. Dopo un ...

Malgrà Vinosteria, Rivarolo Canavese 27/10/2017

Cenare (ma anche pranzare) a Rivarolo Canavese.

Malgrà Vinosteria, Rivarolo Canavese Rivarolo Canavese (12.000 abitanti) si trova a circa 30 Km da Torino ed è uno dei principali centri tra Torino ed Aosta (il canavese appunto). Il grande sviluppo industriale (siderurgia) e dei servizi informatici (la scomparsa Olivetti di Ivrea) aveva arricchito negli anni ’70 la zona ora un po’ impoverita, ma che sta rivalutando il suo patrimonio boschivo ed agricolo. L’interesse turistico per Rivarolo si limita al “rude” Castello di Malgrà, alla porticata Via Ivrea, alla Piazza Litisetto con i portici del mercato; la vecchia zona industriale è semideserta e gli edifici sono occupati perlopiù dalla locale sede INPS e dalla Centrale a Biomasse (Teleriscaldamento e produzione di Energia Elettrica). Durante una trasferta di lavoro abbiamo scelto di cenare non lontano dall’albergo dove alloggiavamo (Hotel Rivarolo su cui ho scritto un'altra opinione) ed essendo lunedì sera alcuni locali consigliatici erano chiusi per riposo settimanale. Fortunatamente ci siamo fermati al buon ristorante Malgrà Vinosteria Ristorante in Rivarolo (Via Palestro 46, Telefono 348 056 4632) che si trova tra il centro della cittadina ed il castello Malgrà di cui riprende il nome. Il menù è vario e con qualche piatto inconsueto, ma la tradizione piemontese per piatti e vini è ottimamente rappresentata. Carni e pasta ripiena, ma anche originali flan e pesce, tutto servito con grande attenzione all’aspetto estetico. L’esterno del locale, pur essendo ad un angolo e con molte vetrine (6) non si fa ...

Energia da biomasse e rifiuti 26/10/2017

Approfondire un tema energetico ed ambientale

Energia da biomasse e rifiuti Energia da biomasse e rifiuti Affrontando un nuovo periodo della mia attività lavorativa mi sono trovato a sfogliare (sul kobo in pdf) un libro del 2008 (Euro 16,00) che affronta il tema della generazione di energia da rifiuti e biomasse , dando risalto anche all’impatto ambientale e sociale ed ipotizzando possibili soluzioni. Il libro tratta gli aspetti ingegneristici in maniera piuttosto generale, quindi la lettura è adatta a tutti. Argomenti trattati Senza entrare nei dettagli dei processi di combustione (griglia e letto fluido) o digestione anaerobica è interessante la parte relativa all’efficienza dei sistemi energetici (per la produzione di energia elettrica piuttosto che di vapore o acqua calda per il Teleriscaldamento). Il problema più serio resta la produzione di residui solidi (ceneri) che richiedono un processo di “vetrificazione” per evitarne la volatilità, ma anche l’aspetto odore ha grande rilevanza. I conflitti ambientali sono uno degli aspetti fondamentali soprattutto per le centrali alimentate dai rifiuti, molto meno (ma comunque consistenti) per le centrali alimentate con biomasse (residui di disboscamento, resti di segherie, scarti alimentari secchi); questo aspetto suggerisce un adeguato posizionamento degli impianti che, anche se di non dimensioni enormi hanno comunque bisogno di essere approvvigionati tramite camion (che vanno a creare problemi sulla viabilità locale). La prima parte evidenzia le differenze tra Biomassa/Rifiuti soprattutto ...

Hotel Rivarolo, Rivarolo Canavese 26/10/2017

Soggiorno a Rivarolo Canavese. Hotel OK

Hotel Rivarolo, Rivarolo Canavese Rivarolo Canavese (12.000 abitanti) si trova a circa 30 Km da Torino ed è uno dei principali centri tra Torino ed Aosta (il canavese appunto). Il grande sviluppo industriale (siderurgia) e dei servizi informatici (la scomparsa Olivetti di Ivrea) aveva arricchito negli anni ’70 la zona ora un po’ impoverita, ma che sta rivalutando il suo patrimonio boschivo ed agricolo. L’interesse turistico per Rivarolo si limita al “rude” Castello di Malgrà, alla porticata Via Ivrea, alla Piazza Litisetto con i portici del mercato; la vecchia zona industriale è semideserta e gli edifici sono occupati perlopiù dalla locale sede INPS e dalla Centrale a Biomasse (Teleriscaldamento e produzione di Energia Elettrica, all'interno un apparato della vecchia centrale a carbone -vedi foto-). All’interno di un moderno centro commerciale (Urban Center), a pochi passi dalla zona industriale e dal centro storico c’è l’ Hotel Rivarolo, un albergo 4 stelle dotato di ampie camere ed adeguati servizi alberghieri: • Ristorante, • servizio in camera, lavanderia, • connessione internet in camera wi-fi gratuita, • area fitness, • sale per meeting, • parcheggio privato. L’ambiente impeccabile, ma un po’ impersonale, degli interni ne fa un tipico albergo “da trasferta di lavoro”, però l’aspetto esterno e la collocazione gli danno un particolare appeal (-vedi foto-). La scelta alberghiera a questo livello non è amplissima in zona ed i 78,00 Euro di una doppia uso singola (buona colazione inclusa) sono ...

San Pellegrino Terme 23/10/2017

San Pellegrino Terme: apprezzabile ma senza acuti.

San Pellegrino Terme San Pellegrino Terme Ho soggiornato un paio di volte a San Pellegrino per brevi periodi. Già in Ottobre la folla dei turisti sparisce (comincia anche a fare freddino) e quel po' di vivacità nel rinomato (ma un po' decadente) paese si esaurisce. Il paese San Pellegrino si trova in Lombardia (provincia di Bergamo) e rappresenta il centro più conosciuto della Valle Brembana pur contando solamente 5.000 abitanti e non presentando grande interesse turistico se non per le terme. La cittadina è adagiata a meno di 400 metri d’altitudine nell’incassata, tormentata e spettacolare valle scavata dal fiume Brembo a pochi chilometri dallo sbocco nella piatta e sterminata Pianura Padana. San Pellegrino è nota in tutto il mondo per la sua acqua minerale (uno dei prodotti italiani più esportati anche se ormai di proprietà della Nestlè) ed è caratterizzata da alcuni edifici in stile Liberty sorti agli inizi del 1900. Destinata ad un turismo termale non si può certo definire “vivace”, anche alcune costruzioni caratteristiche sono in stato di parziale abbandono come l’enorme Grand Hotel (in attuale fase di restauro). Bello il lungofiume sul Brembo che qui scorre veloce, cristallino ed ampio fino alla piccola chiusa Enel dove una microscopica cascatella rumoreggia poco a valle del Ponte Vecchio (San Nicola). Gli edifici di interesse di fatto si limitano a: * Tempio della Vittoria, inaugurato nell'estate del 1925 dedicato ai caduti di guerra, austero e suggestivo in pietra grigia ai piedi ...

Kingsman - Secret Service (M. Vaughn - USA 2015) 20/10/2017

PULP…ISSIMO ed ironico. Buono anche per i non amanti del genere.

Kingsman - Secret Service (M. Vaughn - USA 2015) Il film Kingsman - Secret Service (2014) è un film angloamericano diretto da Matthew Vaughn (quarantacinquenne marito di Claudia Schiffer e noto per i suoi film d’azione:The Pusher, X-Men, Kick-Ass). Il cast è di tutto rispetto (Colin Firth, Samuel L.Jackson, Michael Caine, Mark Strrong ed al suo brillante debutto Taron Egerton) e la trama è liberamente tratta dal fumetto The Secret Service. La storia è quella di un ragazzo di strada addestrato a diventare un agente segreto letale e dai modi da gentleman inglese. I riferimenti ai classici film di spionaggio (in particolare quelli di James Bond) sono continui. Trama L’eccentrico miliardario-ecologista-filantropo Richmond Valentine ( Samuel L. Jackson ) sta contattando capi di stato, teste coronate e personaggi influenti per proporre un’incredibile soluzione al surriscaldamento del pianeta: chi è d’accordo con lui diviene membro di una selezionatissima elite di prescelti, gli altri vengono fatti sparire in un’oscura prigione all’interno di una montagna. Le strane sparizioni non sfuggono alla struttura di intelligence indipendente e segretissima denominata Kingsman, i cui membri, superselezionati e dotati di sofisticate armi, assumono i nomi dei cavalieri della Tavola Rotonda. Harry Hart ( Colin Firth ) sotto le vesti di uno snob inglese è in realtà una dei migliori agenti segreti della Kingsman; anni prima ha perso uno dei suoi uomini promettendo di aiutare il figlio della vittima. Ora il giovane Eggsy ( Taron Egerton ) è ...

Il conte di Carmagnola (Alessandro Manzoni) 20/10/2017

S'ode a destra uno squillo di tromba...

Il conte di Carmagnola (Alessandro Manzoni) L'autore Alessandro Manzoni (Milano 1785 – 1873) è uno dei più famosi scrittori italiani e non solo per "I promessi sposi" (primo romanzo moderno italiano e prototipo di unità linguistica nazionale) la cui notorietà mette in ombra le altre sue opere. Nipote di Cesare Beccaria nacque nella Milano allora parte dell'impero asburgico. Nato forse da una relazione della madre con un intellettuale milanese (Giovanni Verri), crebbe col padre legittimo e la madre solamente pochi anni ai quali succedettero lunghi periodi in vari collegi. Nonostante la solida formazione latinista e religiosa il giovane Alessandro divenne scapestrato e fino ai venti anni fu più vicino all'anziano padre legittimo che alla madre allontanatasi definitivamente dall'Italia. La vicinanza con la movimentata vita culturale del nord Italia e di Parigi lo portò ad esplorare vari generi letterari ed a confrontarsi con diversi aspetti di fede; nonostante la sua morte prossimo ai 90 anni tutte le opere possono essere racchiuse in 15 anni di creatività tra il 1810 al 1827. Attivamente partecipe alla politica italiana e addolorato da ripetuti lutti familiari morì in seguito ai postumi di un colpo alla testa preso scivolando sugli scalini di una chiesa. Il teatro Nonostante la limitata produzione teatrale (le opere famose sono di fatto solamente "Il Conte di Carmagnola" e "l'Adelch"i) Manzoni ruppe gli schemi aristotelici di unità di tempo e luogo, ma anche la logica del rispetto storico, dando spazio soprattutto ...

Fossano 18/10/2017

Passeggiando per Fossano.

Fossano La città A Settembre 2017 ho soggiornato per lavoro a Fossano (Cuneo); la cittadina non è piccolissima (25.000 abitanti) e le strutture industriali, agricole e commerciali della zona decisamente di rilevo. E’ una delle “Sette Sorelle”, cioè i principali centri abitati del cuneese (insieme a Cuneo, Alba, Bra, Mondovì, Savigliano e Saluzzo). L'aspetto turistico è però limitato, più interessanti le vicine Saluzzo e Cuneo che meritano decisamente una visita. Breve storia La struttura a scacchiera della cittadina, secondo il caratteristico schema dei “castrum” d’età romana, è in realtà d’epoca medievale quando il borgo fu edificato su un colle adiacente al fiume Stura ad opera di una lega di città guelfe per osteggiare l’imperialista Asti. La città era originariamente divisa in “terzieri” (la storica suddivisione in tre zone) ed è stata ampliata in pianura sia verso il Monviso che verso nord (dove oggi si trova lo stabilimento della dolciaria “Balocco”). Da vedere Il “cardo” (orientamento nord-sud) è Via Roma , fiancheggiata dai caratteristici portici presenti in tutte le città piemontesi, dove prospettano alcuni storici palazzetti nobiliari ed il Duomo (che contiene le reliquie del patrono San Giovenale; l’aspetto della chiesa è un po’ trascurato soprattutto l’antico campanile, poco interessante la facciata neoclassica). Ai due estremi di via Roma si trovano il Monumento ai Caduti (ottenuto dalla risistemazione recente di una collinetta fortificata) e la moderna Piazza ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra