Condividi questa pagina su

bianco Status bianco (Livello 1/10)

davmus

davmus

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 28/09/2007

13

White Moth - Xavier Rudd 27/01/2008

Sonorità dagli antipodi

White Moth - Xavier Rudd Ho iniziato a conoscere Xavier Rudd dopo il passaggio sulle radio italiane del suo singolo Let me Be, tratto dall'album Solace. Devo fare una premessa. Sono innamorato dell'Australia e lo si capisce dalla mia descrizione, e ci sono stato in viaggio di nozze nell'autunno del 2005, portandomi a casa un bel Didgeridoo. Il suono di questo strumento antico mi ha sempre affascinato e quando sentii nella canzone di Xavier il mitico suono australiano mi procurai l'album intero. Poi sono passato a Food in the belly e l'autunno scorso lo sono stato a sentire durante un suo "concerto" a Milano, in cui promuoveva appunto Whitte Moth. I suoni di questo album vanno dalle atmosfere raggae al ritmo tribale aborigeno. Come gli altri album sono intrisi di sonorità strane per chi non ne è avvezzo, ma risvegliano in me l'atmosfera sentita nel cuore dell'outback australiano e nel top end, da cui trae ispirazione anche la sua musica. E' anche impegnato socialmente nel mantenere viva la questione aborigena ed i diritti di questa gente, come testimonia un brano di quest'album. Provate ad ascoltarlo, magari piacerà anche a voi. ...

Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo (Mario Calabresi) 27/01/2008

Gli anni dimenticati

Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo (Mario Calabresi) Non voglio soffermarmi sulla storia narrata dal figlio del Commissario Calabresi, già ben descritta da chi mi ha preceduto nella stesura delle opinioni, ma sulla necessità per noi figli degli anni 70, che spesso non conosciamo nemmeno lontanamente cosa furono quei due decenni per chi viveva nelle istituzioni e si trovava a fronteggiare senza saperlo gli ideali confusi di una generazione che si riteneva arbitrariamente intellettuale. Io lo ammetto, sapevo del commissario Calabresi, del processo a Sofri, Bompressi e Pietrostefani, ma ignoravo il perchè del loro gesto e degli omicidi avvenuti nel corso di quegli anni. L'altra sera facendo zapping durante la publicità dello spettacolo di Aldo Giovanni e Giacomo, sono capitato su Ballarò. Era la puntata dedicata alla memoria degli omicidi di Calabresi e di altri tra cui il Giudice Alessandrini e il giornalista Walter Tobagi. In studio erano presenti i figli di queste persone, e un magnifico Zingaretti recitava con la'ausilio di altri tre attori, alcune parti del libro di Mario Calabresi. Sono rimasto attratto, tanto che non ho più cambiato canale fino alla fine. Appena ho potuto ho cercato quel libro e ieri sera nel giro di 3 ore e mezza me lo sono letto tutto. Non riuscivo a staccarmi, era più forte di me. Non credo di essere l'unico che ignorava ed ignora tuttora buona parte dei fatti che avvennero negli anni di piombo, ma è grazie a libri come questi, liberi delle faziosità tipiche di quelli pubblicati degli ex brigatisti ...

Mr. Malt Kit di Fermentazione Standard 24/01/2008

Mr Malt - Birra fatta in casa

Mr. Malt Kit di Fermentazione Standard Salve a tutti. Quando ho scoperto questa possibilità di farsi la birra in casa, devo essere sincero che ero scettico. Forse perchè la persona che mi avvicinò a questa "professione" non aveva indovinato la sua prima birra, che era uscita alquanto scarsa. Curioso di provare questa esperienza nel 2004 acquistai tramite il sito della casa produttrice del kit, www.mr-malt.it, il necessario. Trovai estrema cortesia anche nell'impiegata che mi chiamò a conferma dell'ordine inserito e che mi offrì la spedizione a mezzo corriere al prezzo delle poste, visto il peso delle confezioni aggiuntive di malto che avevo ordinato. Mi dedico a scrivere questa opinione adesso perchè dall'acquisto ho maturato un pò di esperienza, circa 6 produzioni fatte, che spaziano dalla Pilsner della Mr. Malt alla Highland Heavy Ale della Muntons. Fino ad ora non ho buttato nemmeno una bottiglia, e anzi ho ricevuto congratulazioni da chi l'ha assaggiata. Il procedimento per la produzione di birra in casa è tuttavia molto semplice e non richiede locali specifici come qualcuno dice. Io ho utilizzato un angolo della cucina in cui ho posizionato un piccolo mobiletto su cui ho posizionato il fermentatore. A dire il vero una volta l'ho anche fatta in bagno, mettendo una tavola di legno di traverso sulla vasca e posizionandoci sopra il fermentatore. Insomma basta industriarsi un pò e lo spazio si trova. La procedura prevede innanzi tutto una accurata pulizia di tutta l'attrezzatura che occorrerà durante ...

Moby Lines 14/10/2007

Moby Drea - così così

Moby Lines Ammetto che è stata la mia prima traghettata dal continente alla sardegna, e perciò non posso fare paragoni con altre linee ma m i limiterò a descrivere la mia esperienza. Giugno 2007, imbarco a Genova sulla Moby Drea avvenuto con ritardo di una mezz'ora abbondante, dovuto al ritardo della nave proveniente da Porto Torres. Imbarco l'auto con sorprendente facilità, ma farei meglio a dire fortuna, in quanto finisco al primo posto del ponte superiore. Scendo dall'auto e vado a recuperare mia moglie e la bambina che nel frattempo sono andate a fare il check-in per la cabina. Appena le raggiungo mi informa di quanto sono cafoni e scortesi gli addetti al banco check-in. 1 punto negativo. La cabina è abbastanza pulita e il bagno è pulitissimo e nuovissimo. Credo che la ristrutturazione della nave non risalga a molti anni fa. Si è una ristrutturazione, in quanto in controluce sulla fiancata si riesce ancora a leggere sotto la vernicie gialla, la scritta TOR BRITANNIA. La notte passa veloce e tranquilla, se non fosse per l'aria condizionata a manetta. Lo sbarco è veloce e scorrevole. Al ritorno invece ho riscontrato la scortesia degli addetti al ponte auto, cafoni ed arroganti anche con chi non è avvezzo alle manovre in spazi ridotti. Si sa, devono sbarcare e imbarcare in meno di due ore, e allora chi se ne frega se ti fanno ammaccare la tua auto. Anche ai ristoranti abbiamo trovato personale poco cortese, in quanto si rifiutava di cambiare un 50 euro per una consumazione di ...

Regional Express 14/10/2007

Regional Express - Voli per Kangaroo e oltre

Regional Express Compagnia a corto raggio che collega molte città del sud-est dell'Australia, negli stati del SA, VIC e NSW. Io ne ho utilizzato i servizi per il trasferimento da Adelaide a Kangaroo Island. Il volo è stato effettuato su un aereo bimotore a elica con capienza stimata di una quarantina di persone. Decollo e atterraggio un pò bruschi, ma in linea con la tipologia di aereo. Servizi a terra normali e senza troppa burocrazia, anzi a Kangaroo molto amichevoli, quasi familiari. Unico inconveniente è la possibilità di carico bagagli limitata, data la dimensione dell'aereo. Noi abbiamo utilizzato il deposito dell'hotel di Adelaide per i bagagli grossi, e abbiamo volato con un solo bagaglio a mano. Prezzo medio-basso, se si prenota con un pò di anticipo, ed agevolato dalla possibilità di effettuare le prenotazioni on-line tramite il loro sito internet. I voli della REX, sono una valida alternativa al traghetto per chi deve raggiungere Kangaroo Island, per comodità e tempo, in quanto l'aeroporto è molto più vicino alla città di quanto non sia Cape Jervis, da cui partono i traghetti per Penneshaw. Io lo consiglio. Ciao

Janè Trio Slalom Pro 10/10/2007

Valido per il fuoristrada

Janè Trio Slalom Pro Acquistato nel settembre 2007, in procinto dell'arrivo della piccola Emma, anzi a dire il vero ordinato a Luglio. Ebbene si, per averlo Rosso, ho dovuto prendermi per tempo visto che dalla Spagna arrivano a rate per l'elevate ordinazioni di quel colore. Solido e robusto, molto maneggevole, grazie alla ruota singola anteriore permette manovre in spazi ridotti anche utilizzando una sola mano. Se si va fuoristrada, o semplicemente su un terreno non propriamente liscio, le sue qualità si fanno notare. Molto valido. Lo sgangio rapido della navicella e della culla, si effettua con una sola mano, e ciò è una bella comodità. Il sistema frenante anteriore è di comodità nelle strade in discesa con forti pendenze, in quanto scarica dalle braccia molta forza necessaria a frenare il passeggino. Ogni tanto necessita di una controllatina, in quanto le vibrazioni fanno allentare il tampone frenante che agisce sul disco. Il freno posteriore ha il difetto di tendere ad allentarsi col tempo e scendere fino a sfiorare gli ingranaggi di blocco, causando un fastidioso gracchiare. Io l'ho risolto con un elestico da sarta, legato alla barra del freno e al telaio, permette quella piccola forza che non lo fa scendere con le vibrazioni, ma consente di utilizzarlo quando necessario. Le ruote sono con camera d'aria e purtroppo le ho già sostituite tutte e tre nel giro dei primi 9 mesi. Una volta per una spina di rosa e le altre per scarsa tenuta delle valvole. Dai ciclisti esistono già ricambi a ...

Ayers Rock 10/10/2007

Uluru che splendore

Ayers Rock Iniziamo a chiamarlo con il suo vero nome, e cioè ULURU (in lingua Anangu). Ci sono stato per un paio di giorni nell'autunno del 2005, in viaggio di nozze, ed è stata un'esperienza che rimarrà nella mia memoria per molto tempo ancora. Abbiamo dormito al Lost Camel Hotel, all'interno del Ayers Rock Resort a Yulara, unico punto di soggiorno nei dintorni. Appena arrivati in auto da Alice Springs, abbiamo scaricato le valigie e ci siamo subito diretti verso il monolite, per fare un primo giro in auto e aspettare il tramonto. La visibilità da svariati chilometri di distanza, di questa roccia che si erge dal nulla del contorno, è qualcosa che lascia senza fiato. Per chi come me ha preso il viaggio in Australia seriamente e si è documentato mesi prima di partire, non può che essere rimasto affascinato vedendo questo luogo sacro. La maestosità, i colori e l'ambientazione circostante, ne fanno un luogo mistico e memorabile. Il primo giorno lo abbiamo aggirato in auto e poi ci siamo dedicati all'attesa del tramonto, per le fotografie di rito. Il parcheggio dedicato alle foto per il tramonto si riempe di auto e persone ogni sera e per riuscire a fare qualche fotografia senza le teste degli altri davanti all'obbiettivo, ho dovuto sfruttare la gentilezza di un inglese dotato di jeep, che mi ha ospitato un pò più in alto. Il secondo giorno abbiamo fatto il giro alla base, a piedi. Caldo e mosche erano la cornice ambientale ricorrente. Il percorso è abbastanza lungo, ma merita. Una ...

Toyota Corolla Verso 2.2 10/10/2007

Ottimo acquisto

Toyota Corolla Verso 2.2 Acquistata nel giugno del 2006, mi accingo a superare i 30.000 km in questi giorni. Quindi posso permettermi di lasciare un'opinione abbastanza supportata da prove di guida. La macchina è pressochè perfetta, a mio parere, per confort di guida, prestazioni e sicurezza attiva e passiva. Il motore è molto solido e con una coppia così grande che mi permette di salire dallo scivolo di casa senza toccare l'accelleratore, solo al minimo.....chiaramente non a motore freddo!! I consumi sono nella norma, comunque io riesco a fare i 14/15 km/l nel ciclo urbano e mi avvicino ai 18 in autostrada. Basta non esagerare con l'accelleratore, perchè altrimenti i 136 cavalli non possono che non avere sete. Lo spazio interno è molto capiente e comodo per 5 adulti con i bagagli. La visibilità posteriore in manovra è un pò limitata dal piccolo lunotto, e per questo consiglio di montare i sensori di parcheggio.....mi hanno aiutato in parecchie occasioni. Il climatizzatore automatico si comporta bene e la strumentazione di bordo è completa e precisa. L'unico inconveniente accusato è stato il malfunzionamento della centralina che disinserisce l'airbag passeggero. Non me ne sono accorto io, ma è arrivata una lettera dalla Toyota e hanno fatto tutto loro gratuitamente, visto che il problema era stato riscontrato su un intero lotto di produzione. La stabilità di guida e la silenziosità sono molto soddisfacenti. Unici appunti: Specchietti elettrici che non si piegano elettricamente, bastava poco ...

Avis 09/10/2007

Tutto bene, o quasi.

Avis Tre esperienze in Australia nell'autunno del 2005. La prima tra Melbourne ed Adelaide, con consegna in città diverse e addebito di una somma aggiuntiva. Quì sono stato fortunato perchè mi hanno dato una macchina di categoria maggiore a parità di prezzo, perchè avevano interesse che la riportassi verso il West Australia. Buona macchina, seminuova e molta cortesia all'ufficio Avis di Melbourne e anche ad Adelaide. Secondo noleggio a Darwin. Anche quì macchina seminuova Nissan Pulsar Bianca, buona capacità di carico e nessun inconveniente. Terzo noleggio a Perth. Tutto bene fino a quando, tornato in italia scopro che nonostante abbia riconsegnato l'auto integra, mi si richiede e si effettua l'addebito sulla carta, una somma per riparazione della fiancata. Immediatamente chiamo CartaSi e faccio esposto per non riconoscere l'addebito aggiuntivo. Chiamo successivamente Avis Italia a Roma, visto che le comunicazioni mi arrivano tramite loro, e trovo cortesia e consulenza. Aprono anche loro una segnalazione per reclamo dall'Italia. Qualche settimana più tardi ricevo una lettera con allegata una fotografia sgranata che riprende il fantomatico bollo sulla portiera e in primo piano il mazzo di chiavi con indicata la targa. Scrivo immediatamente e contesto la foto, visto che pretendo che si veda la targa e non il portachiavi e che l'immagine appare come modificata al computer. Qualche settimana di silenzio e ricevo una lettera in cui accettano la mia lamentela e restituiscono la ...

The Menzies, Sydney 09/10/2007

Sei in centro a Sydney

The Menzies, Sydney The Menzies Hotel. Autunno 2005, prima tappa del mio viaggio di nozze in Australia e ottimo inizio in Sydney. L'ubicazione ottima all'interno della città e l'essere esattamente al di sopra della fermata della metro a Winyard, ne fanno un ottimo punto di partenza per girare il centro di Sydney. La camera che abbiamo avuto era essenziale per arredamento, ma dotata di un piccolo bagno in travertino.......bellissimo. Purtoppo la vista dal 12esimo piano non era il massimo in quanto ci affacciavamo sul retro dei palazzi vicini, forse con la vista opposta su Winyard park era decisamente meglio. All'interno c'erano bar e servizi, che però non abbiamo usato e quindi non posso commentare. Il prezzo pagato, con prenotazione in agenzia dall'Italia non era male, € 100 a testa, ma se avessimo prenotato tramite altre strade avremmo potuto risparmiare parecchio, ho scoperto dopo anche il 40%. Sarà per la prossima volta. Insomma un ottimo hotel in centro.

Qantas Airways (Qf) 09/10/2007

Buona compagnia

Qantas Airways (Qf) Ho utilizzato la Qantas nei miei spostamenti interni in Australia nell'autunno del 2005, quindi su voli a medio-corto raggio, e pertanto non conosco le caratteristiche dei voli a lunga percorrenza. Per quanto mi riguarda ho utilizzato la loro tratta Adelaide-Alice Springs, la Alice Springs-Darwin e la Darwin-Perth. Per le prime due trattasi di voli abbastanza brevi e nell'ordine delle due ore di volo o poco più, quindi con poco servizio, se non per quanto riguarda qualche stuzzichino. L'ultima tratta è stata un pò più lunga ma sempre senza possibilità di provare i pasti a bordo. Il servizio a terra e a bordo è stato all'altezza delle aspettative. Gli aerei mi sono sembrati adeguatamente puliti. Il prezzo pagato non è chiaramente da low-cost, ma visto che Jet Star e Virgin Blue non coprono interamente il continente, in certi casi bisogna affidarsi alla compagnia di bandiera. Buona valutazione complessiva, in attesa di poterla provare un giorno finalmente con volo diretto da Malpensa!!!

Emirates (Ek) 29/09/2007

Emirates niente male

Emirates (Ek) Ho volato con Emirates per 4 voli nel autunno del 2005 e nelle tratte da Malpensa a Dubai e il proseguimento per Sydney e al ritorno da Perth a Dubai e da li a Malpensa. Gli aerei erano in ottime condizioni, il servizio a bordo di altrettanto livello. Il cibo l'ho trovato molto buono in tutti i 4 voli. La dotazione tecnologica dei posti a sadere mi ha permesso di passare abbastanza decentemente le 13 ore di volo da Dubai a Sydney. Quando mi si bloccò il monitor, un assistente provvedette a sbloccarlo nel giro di massimo 5 minuti. L'unico inconveniente che abbiamo avuto è stata l'attesa di 10 ore tra il Malpensa Dubai e il collegamento per Sydney, in un aeroporto dove si trovano persone ammassate per terra dappertutto e trovare una poltroncina libera per cercare di dormire è quasi impossibile. In definitiva buon volo e buon prezzo.

Virgin Blue Airlines 29/09/2007

Buon rapporto qualità/prezzo

Virgin Blue Airlines Ho utilizzato la Virgin Blue nel settembre 2005 durante il mio viaggio di nozze, e per lo spostamento tra Sydney e Melbourne. Il prezzo è stato contenuto, l'acquisto del volo l'ho fatto tranquillamente dall'italia via web (con la consulenza telefonica, a causa di un disguido nella prenotazione, di una assistente australiana di infinita cortesia) stampando il biglietto inviatomi per email e consentendomi di accedere al check-in automatico in maniera veloce. Anche li ho sperimentato la gentilezza di un'assistente che mi vedeva titubante sulla procedura. Volo nella norma, senza servizi particolari, in linea con le tariffe low-cost ed anche perchè di poco superiore all'ora e mezza. Ottimo il rapporto qualità/prezzo, in raffronto alle tariffe offerte dalla Quantas. Sicuramente da consigliare per le movimentazioni interne australiane, anche se purtroppo non copre tutto il continente.
Torna sopra