Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

destin0

destin0

Autori che si fidano di me: 75 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 22/10/2016

19

Hitman: La Prima Stagione Completa (PS4) 15/04/2017

Il ritorno dell'Agente 47

Hitman: La Prima Stagione Completa (PS4) Nel 2013 l'ultimo videogame della serie, Hitman Absolution (che ho tutt'ora per PS3), aveva dimostrato di essere il migliore fino ad allora uscito, con un'ottima grafica, il doppiaggio in italiano e soprattutto un eccellente gameplay, secondo me ben proporzionato, in quanto garantiva tante ore di gioco in più. Di negativo c'era ben poco, forse appariva un po' troppo difficile per i neofiti, ma per chi aveva già dimestichezza era indubbiamente il massimo e da questo punto di vista è stato fatto in parte un piccolo passo indietro con il nuovo Hitman del 2016, almeno inizialmente. Prima ancora di entrare nel dettaglio del videogame, c'è da dire subito che la mia scelta di acquisto è stata fatta in funzione del tempo limitato a disposizione per i videogame, infatti per questo nuovo gioco, con protagonista il sicario chiamato Agente 47, c'è un'importante novità. Gli sviluppatori danesi di IO Interactive hanno optato per un cambiamento non di poco conto, pubblicare il videogioco ad episodi, scelta che a me - come a tanti - non è piaciuta affatto. Alcuni si sono ricreduti, io invece ho preferito non acquistare sullo store i singoli episodi e - con pazienza - attendere la pubblicazione di un'edizione completa, per poter avere l'occasione di giocarci in un arco di tempo più limitato e adatto alle mie esigenze. Per chi non la conoscesse, questa serie ha come protagonista 47, un infallibile killer professionista chiamato ...

Sniper Elite 4 (Xbox One) 02/04/2017

A caccia di nazisti tra i partigiani e la mafia

Sniper Elite 4 (Xbox One) Con parecchio ritardo rispetto all'anno di uscita del primo gioco (avvenuta nel 2005), anche io ho avuto modo di apprezzare la serie di Sniper Elite, uno dei tanti sparatutto di ambientazione storica che sta avendo un discreto successo negli ultimi anni. Senza addentrarsi - fin da subito - nei particolari, la caratteristica più "appariscente" di questi videogames prodotti da Rebellion è la cosiddetta killcam, una particolare sequenza animata in cui si vede il proiettile uscire dall'arma da fuoco, percorrere la sua traiettoria e colpire l'obiettivo con tanto di dettaglio della perforazione di ossa e organi o la distruzione di parti meccaniche ecc... quindi si tratta di una cosa spettacolare per alcuni, ma in parte disgustosa per altri. Non molto tempo fa sono riuscito a giocare con Sniper Elite 3 per PC, ambientato in Nordafrica nel 1942 e quindi durante la Seconda Guerra Mondiale, trascorrendo delle ore di divertimento grazie all'ottimo gameplay. Perciò, essendo rimasto soddisfatto dell'esperienza, ho deciso di acquistare e giocare anche al seguito, con il medesimo protagonista e ambientato in un contesto della stessa guerra per noi ancora più interessante, perché si tratta della storia del nostro paese; la copertina di Sniper Elite 4 rende già l'idea con la scritta ITALIA nel logo dell'aquila nazista sotto il titolo. A questo proposito è molto bello il video introduttivo che descrive quel periodo storico: dopo la ...

Mine (Blu-ray) 02/04/2017

Oltre i limiti estremi, fisici e psicologici

Mine (Blu-ray) Appena visto il trailer sono stato subito attratto dalla trama di questo film, semplice quanto geniale. Un soldato che ha messo il piede su una mina e non può più staccarlo da terra, rischierebbe infatti di farla esplodere; cosa farebbe? Il clima del deserto è ostile, sia di giorno che di notte, come si può sopravvivere? Mi sono posto queste domande all'uscita di Mine nelle sale cinematografiche italiane nell'ottobre 2016; in quel periodo non sono riuscito a vederlo ma, tenendo bene a mente quel trailer, ho atteso l'uscita per il mercato Home Video e l'ho acquistato in Blu-ray. Una volta visto, ne sono rimasto piacevolmente sorpreso, perché mi aspettavo un semplice film di guerra con un soldato costretto a resistere in condizioni estreme, ma è qualcosa di più. Questo è un film molto più profondo di quanto sembri, con delle storie alla base che fanno davvero pensare e un finale che lascia a bocca aperta. Ancora più sorprendente è sapere che è stato diretto da due registi italiani senza nemmeno grande esperienza; infatti, Fabio Guaglione e Fabio Resinaro (Fabio & Fabio) sono riusciti, in maniera impeccabile, a realizzare un film che dimostra ancora una volta la vitalità del cinema italiano e per di più in generi cinematografici dove gli americani la fanno da padrone, anche se bisogna precisare che la produzione è in parte spagnola e anche statunitense. In ogni caso, il cinema italiano con questo film esce da una situazione ...

Forza Horizon 3 (Xbox One) 02/04/2017

Benvenuti a Horizon Australia!

Forza Horizon 3 (Xbox One) La serie Forza Motorsport ne ha fatto di strada nel corso degli anni. Nata del 2005 come risposta Microsoft a Gran Turismo 4 di Sony, non solo ha iniziato ad assumere una propria identità, ma è riuscita a superare in termini di qualità generale il glorioso rivale giapponese. L'ultimo Forza Motorsport 6 ha riportato la serie ad altissimi livelli, dopo qualche incertezza nel precedente capitolo, raggiungendo un livello tecnico davvero impressionante, con tantissimi contenuti e un livello grafico davvero eccellente. Una base di partenza davvero solida per qualsiasi spin-off, come quello di cui sto per parlare. Dal successo della serie principale, infatti, nel 2012 è nata una serie parallela, uscita per Xbox 360 con il titolo di Forza Horizon; questa si caratterizzava principalmente per una sola cosa in paricolare, l'abbandono delle piste in favore della strada liberamente percorribile, sul modello dei due Test Drive Unlimited pubblicati negli anni precedenti. Il primo Forza Horizon è stato da subito un ottimo gioco, ma l'eccessiva ripetitività lo rendeva migliorabile, mentre - due anni dopo - Forza Horizon 2 risolveva questo problema, ma altri di sola natura tecnica ne avevano compromesso il risultato complessivo finale. Quindi, puntuale come un orologio svizzero, ecco l'arrivo nel 2016 di questo nuovo Forza Horizon 3 che si presenta bene fin dalle prime battute; ambientato in Australia e soprattutto in un'area molto ...

Among the Sleep (PS4) 02/04/2017

Buona notte tesoro. Sogni d'oro...

Among the Sleep (PS4) Circa due anni fa, tra i tantissimi trailer su film e videogame che ho visto e continuo a guardare tutt'ora, non era passato inosservato ai miei occhi quello di un videogioco molto particolare. Chi mi ha letto nelle precedenti opinioni sa perfettamente che adoro l'horror, e pensando ai videogames vengono subito in mente titoli come Resident Evil e Silent Hill tanto per citarne alcuni; ma Among the Sleep è qualcosa di diverso a metà strada tra incubo e realtà. Infatti, in questo caso, non si tratta di un semplice "survival horror", ma di un horror psicologico e più precisamente di un "indie horror", in quanto sviluppato dall'azienda informatica norvegese Krillbite Studio che aveva inizialmente pubblicato il videogame per PC. Solo in seguito ad un certo successo, lo scorso anno è arrivato anche su console ad un prezzo molto interessante; ho trovato la versione per Playstation 4 scontata e mi sono ricordato di quel trailer, quindi ho detto: "perché no?" ed eccomi qui, per scrivere questa nuova opinione. Una bambina di due anni, il punto di vista inedito per un videogame horror: Among the Sleep *Titolo: Among the Sleep *Genere: Horror Psicologico *Paese d'origine: Norvegia, Austria *Sviluppatore: Krillbite Studio *Distributore: Soedesco *Data di uscita: 10/12/2015 *Piattaforma: PlayStation 4 disponibile anche per: PC, Xbox One *Versione: Prima Edizione *Formato: Blu-ray Disc *Regione: Europa *Lingua dell'audio: Inglese *Lingua dei testi: ...

F1 2015 (Xbox One) 02/04/2017

Due stagioni di Formula 1 in un gioco solo, ma...

F1 2015 (Xbox One) Sono sempre stato un appassionato di Formula 1 e dei videogiochi legati a questo mondo. Ero ancora un ragazzino quando avevo provato, a casa di un mio amico, il primissimo gioco ufficiale per PlayStation dal semplice titolo Formula 1 e basato sulla stagione 1996. In realtà quel gioco era stato da lui comprato a prezzo ridotto nel 1998, ma lo avevo adorato così tanto che decisi di andare a comprare quello della stagione allora in corso, ovvero Formula 1 98. Il commesso del negozio specializzato però - devo ammettere con grande competenza - mi aveva detto immediatamente di non acquistarlo, perché rispetto ai giochi degli anni precedenti (incluso quello del mio amico) era davvero peggiorato, consigliandomi di comprare Formula 1 97. Devo ammettere tutt'ora che quel consiglio era stato saggio, infatti quando ho avuto modo di provarla, l'edizione del 1998 era veramente ingiocabile, mentre con quella dell'anno precedente mi sono divertito tantissimo giocandoci davvero molto. Alla fine degli anni '90 a sviluppare quei videogiochi era stato lo Studio 33, poi acquisito da Electronic Arts alla fine del 2003; proprio nei primi anni 2000 si è avuto l'exploit dei Gran Prix di Geoff Crammond, ma successivamente c'era stata una fase di declino che ha reso i tanti appassionati orfani di un videogioco di livello legato alla Formula 1. Alla fine, solo con Codemasters tra il 2010 e il 2011 si è avuta una rinascita, con dei titoli di assoluto livello che secondo me sono validi ancora oggi. ...

Pro Evolution Soccer PES 2017 (Xbox One) 07/03/2017

Se il calcio è la vostra vita, è difficile non giocarci

Pro Evolution Soccer PES 2017 (Xbox One) Il dilemma che si presenta ogni anno per gli appassionati di calcio e videogiochi, riguarda la scelta della migliore simulazione calcistica, o quanto meno di comprare e divertirsi con quella preferita. FIFA o PES? Evito di riassumere una storia che sarà nota ai più, ma in passato PES è stato il Re incontrastato, con FIFA che a metà degli anni duemila si è trovato molto in difficoltà, tanto che venne venduto alla metà del prezzo di vendita consigliato attualmente. Da diverso tempo i ruoli si sono invertiti, e oggi si può dire con certezza che FIFA 17 resta il gioco migliore e più completo, con un Pro Evolution Soccer da qualche anno in netto recupero; quale tra i due sia il migliore, è spesso determinato dai gusti personali di ciascuno di noi, ma spiegherò comunque il mio punto di vista generale, che riguarda anche le versioni 2017. Innanzitutto sono due videogiochi che da sempre hanno avuto una visione del calcio abbastanza differente, perché PES non ha mai completamente abbandonato quell'anima arcade che all'inizio ne aveva decretato il successo, ma a lungo andare - con il miglioramento spaventoso di FIFA - ne ha poi rappresentato un grosso limite. Per questa ragione, rispetto al titolo EA Sports, quello Konami è sempre stato più intuitivo, rapido e a portata di mano per la maggior parte dei videogiocatori, anche occasionali. Perciò, dopo le difficoltà degli anni passati, PES è rimasto nel cuore di tante persone; infatti, i progressi sono stati sempre più numerosi, con un ...

FIFA 17 (PS4) 26/01/2017

La simulazione calcistica ha raggiunto un nuovo livello

FIFA 17 (PS4) Grazie anche alla storica introduzione di giocatrici e nazionali femminili, lo scorso anno EA Sports con FIFA 16 aveva mantenuto il titolo di miglior videogame calcistico dell'anno, ma a parte mantenersi su livelli altissimi sembrava che qualcosa si fosse inceppato nel meccanismo di sviluppo e il rischio di finire in un vicolo cieco quest'anno poteva essere alto, anche sul piano del gameplay. Infatti, Pro Evolution Soccer 2017 ha dimostrato - ancora una volta - che Konami riesce ormai a migliorarsi di anno in anno, e quindi il momento di adagiarsi sugli allori per gli sviluppatori canadesi è davvero finito. Indubbiamente non si sono fatti cogliere impreparati, perché già da due anni era in fase di sviluppo una versione di FIFA basata sul nuovo motore grafico Frostbite; questa novità riguarda il solo videogioco calcistico di EA Sports, perchè altri titoli come Madden 17 (dedicato al football americano) mantiene anche quest'anno il precedente Ignite. La scelta è stata giustificata come necessaria per introdurre la più grande novità di questa edizione, ovvero la modalità storia, e quindi per inserire un numero nettamente maggiore di animazioni, nonché di effetti visivi. Come spiegherò meglio dopo, questo cambiamento è sicuramente riuscito con successo e non era una cosa scontata, infatti si tratta di un motore grafico pensato e sviluppato per videogames completamente diversi come Battlefield 4, Need for Speed, Star Wars Battlefront, Battlefield Hardline e Battlefield 1 tanto per ...

Holidays (Blu-ray) 24/01/2017

Il nuovo anno dell'horror deve ancora iniziare!

Holidays (Blu-ray) Con l'inizio del 2017 si apre l'ultima settimana del periodo natalizio, ma per non avere già nostalgia di queste giornate, voglio proporre un Blu-ray con degli episodi in chiave horror legati ad alcune delle festività che si vivranno anche in questo nuovo anno. Avevo già visto il film alcuni mesi fa in streaming e pur non potendo gridare al capolavoro (per quello che considero l'horror dell'anno 2016 spero di poter scrivere qualcosa nei prossimi mesi), alcune delle storie di Holidays mi erano rimaste particolarmente impresse nella mente, portandomi ad acquistarlo in formato fisico una volta avuta l'occasione di poterlo fare ad un prezzo accessibile, in proporzione alla qualità complessiva del film. Questo Blu-ray è stato prodotto dalla tedesca Koch Media che in Italia - con l'etichetta di Midnight Factory - sta vendendo diversi film horror, sulla base di un progetto editoriale ben preciso che dichiara sul suo sito internet, ovvero: "raccogliere il meglio della produzione mondiale del genere horror, spaziando tra i classici contemporanei del genere e le declinazioni thriller e fantasy". Il catalogo non è al momento molto ampio, ma spero che la presenza di alcuni titoli molto interessanti sia la base di partenza per quello che viene fatto ormai da tempo negli Stati Uniti, dove - oltre alla pubblicazione dei film più recenti - decine di film horror del passato vengono restaurati e riportati alla luce in Blu-ray e DVD, alcuni di questi girati e prodotti proprio in Italia; ci sono ...

NBA 2K17 (Xbox One) 16/01/2017

Tra videogame e realtà resta solo una linea molto sottile

NBA 2K17 (Xbox One) Sapendo che sono un grande appassionato dei videogiochi sportivi (non solo calcistici), mio fratello ha pensato bene di farmi questo graditissimo regalo di Natale che voglio proporre in questa opinione. Per noi due, le festività sono state anche l'occasione di tornare un po' indietro nel tempo e rivivere - con un po' di nostalgia - quelle sfide ai videogames che abbiamo fatto sin da bambini; durante quegli anni - ai tempi della scuola - quelle partite erano quasi quotidiane, ma ormai con il passare del tempo sono diventate sempre più rare e limitate alle giornate festive trascorse in famiglia. Tra i videogiochi utilizzati per quelle memorabili partite (simulazioni di guida a parte, spesso vinceva lui purtroppo...), ce n'erano stati pure alcuni dedicati alla pallacanestro, sia della serie NBA Live targata EA Sports (ricordo quello del 2000 ad esempio) che della sua diretta concorrente prodotta da 2K Sports e chiamata - appunto - NBA 2K, nata alla fine degli anni novanta e affermatasi nella prima metà del decennio successivo. Era infatti il 2004 quando avevamo tra le mani NBA 2K5, ed eravamo rimasti colpiti dalla cura realizzativa di quel videogame, non solo graficamente ma anche - e soprattutto - a livello di gameplay; già da allora ricordo che NBA 2K era considerato una sorta di Pro Evolution Soccer della pallacanestro (quando la serie calcistica Konami era all'apice della sua storia) e preferito anche in quel caso al concorrente di EA ...

Mario & Sonic Ai Giochi Olimpici Di Rio 2016 (Wii U) 06/01/2017

Le Olimpiadi continuano... soprattutto a Natale!

Mario & Sonic Ai Giochi Olimpici Di Rio 2016 (Wii U) Nella storia dei videogiochi, un aspetto non molto conosciuto è sicuramente quello riguardante i videogames ufficiali - e non - dedicati ai Giochi Olimpici; a partire dalle Olimpiadi di Barcellona del 1992 - con Olympic Gold - è stata pubblicata tutta una serie di titoli dedicati a questi eventi - incluse le Olimpiadi invernali - sia per PC che per le varie console. Si tratta di una cosa non affatto semplice, visto che vanno realizzati - ad ogni edizione - tutta una serie di mini-giochi simulativi per ciascuna disciplina e naturalmente alcuni sport non venivano nemmeno presi in considerazione. Infatti bisogna dire che non sono tanti i videogiochi sportivi di qualità, spesso limitati alle discipline più seguite come calcio, basket, football americano e tennis, oltretutto il loro sviluppo richiede anni e tante edizioni che si migliorano di volta in volta; l'esempio lampante di ciò sono le serie calcistiche FIFA e Pro Evolution Soccer. Per tutte queste ragioni, è difficilissimo realizzare un videogame longevo e memorabile sui Giochi Olimpici, nonostante più sviluppatori ci abbiano provato, incluse Konami e 2K Sports, con quest'ultima che aveva realizzato il videogioco Torino 2006. Le cose sono iniziate a cambiare due anni dopo, in occasione delle Olimpiadi di Pechino 2008, quando la licenza per la realizzazione dei videogiochi ufficiali dei Giochi Olimpici è passata nelle mani di SEGA, che in quegli anni aveva iniziato una collaborazione con Nintendo accordandosi - in ...

Lego Marvel’s Avengers (N3DS) 06/01/2017

I LEGOsupereroi sono tornati

Lego Marvel’s Avengers (N3DS) Di videogiochi basati sull'universo LEGO ne sono usciti davvero tanti, e molti di questi sono un vero e proprio adattamento di pellicole cinematografiche alle costruzioni più famose del mondo, con risultati che secondo me sono spesso piacevoli. Più di una volta ho storto il naso davanti a videogames basati sui film, pubblicati in contemporanea all'uscita cinematografica e davvero mal realizzati, più frutto della fretta di incassare soldi extra che della volontà di voler creare un videogame davvero apprezzabile. Ovviamente il fine principale dei videogiochi LEGO legati ai film più famosi è sempre più economico che creativo, ma essendo immersi in un mondo particolare e rivolgendosi ad un pubblico molto giovane, questi assumono - almeno per me - un diverso significato, arricchendosi di qualcosa di nuovo e contemporaneamente divertente. Sicuramente qualcuno di voi conoscerà i vari LEGO Harry Potter, LEGO Indiana Jones e LEGO Il Signore Degli Anelli, bene, il videogioco di cui parerò in questa opinione riprende i primi due film usciti di The Avengers, il famosissimo gruppo di supereroi Marvel Comics creati da Stan Lee, che hanno sbancato i botteghini. Gli Avengers in due e più film a mattoncini: Lego Marvel’s Avengers *Titolo e titolo in lingua originale: Lego Marvel's Avengers *Genere: Azione, Avventura *Paese d'origine: Stati Uniti D'America, Giappone *Sviluppatore: Traveller's Tales, TT Fusion *Distributore: Warner Bros. ...

Resident Evil Origins Collection (Xbox One) 06/01/2017

Dove e quando tutto ebbe inizio

Resident Evil Origins Collection (Xbox One) Tra le varie edizioni Remastered uscite per le console di ultima generazione (tra cui alcune molto discutibili) non potevano mancare quelle della famosissima serie di videogiochi Resident Evil. Dopo le riedizioni del primo e del quarto capitolo, ecco una nuova versione in alta definizione pubblicata con il titolo di Resident Evil Origins Collection, che contiene il già disponibile Resident Evil HD Remaster (una versione migliorata del remake sul primissimo Resident Evil del 1996 uscito per Nintendo GameCube nel 2002) e il suo prequel Resident Evil Zero HD Remaster. Infatti gli eventi di quest'ultimo videogioco citato, sono collocati prima di quelli di Resident Evil (anche in quest'ultimo caso, si tratta di un videogioco uscito sempre nel 2002 per GameCube e poi anche per Nintendo Wii nel 2010). All'epoca del GameCube ero riuscito a giocare a questi giochi - di cui allora Nintendo aveva l'esclusiva - e perciò non potevo farmi scappare l'occasione di rivivere quell'esperienza con i benefici dell'alta definizione, anche perché da quei tempi sono passati più di dieci anni, non proprio poco. L'occasione è arrivata con la pubblicazione di questa collection, uscita anche per Xbox One e acquistata ad un prezzo budget; quindi ne valeva davvero la pena e non ho saputo dire di no, a breve ne capirete bene il motivo. Due giochi, un solo incubo: Resident ...

Fire Emblem Fates: Retaggio (N3DS) 06/01/2017

Scegli il tuo destin0

Fire Emblem Fates: Retaggio (N3DS) Una delle più longeve serie uscite sulle console Nintendo è sicuramente FIRE EMBLEM. Il primo gioco per il NES risale al 1990, a cui ne sono seguiti diversi fino ad arrivare all'ultimo FIRE EMBLEM: FATES, fatto uscire quest'anno in due versioni CONQUISTA e RETAGGIO. Si tratta di un gioco di strategia e anche se non ho provato ancora Conquista, da ciò che conosco posso affermare che è sicuramente più difficile di Retaggio sia in termini di potenza dei nemici che di intelligenza artificiale. Per questo motivo, considerandomi quasi un neofita di questa serie di videogiochi, ho deciso di acquistare per primo Retaggio sicuramente più accessibile ai più, incluso me. Il videogioco che è in italiano, con le voci dei personaggi in inglese, si suddivide in capitoli, di cui i primi sei che servono proprio al giocatore ad abituarsi e adattarsi alla meccanica di Fire Emblem, ed è solo a partire dal settimo capitolo che inizierà a svilupparsi la storia vera e propria la cui ambientazione è quella del Giappone nel medioevo e per essere più chiari quello dei Samurai, ma naturalmente in chiave fantasy. Non è casuale il titolo del sesto capitolo TUO E'IL DESTINO, infatti il giocatore dovrà fare un'importante scelta, impersonando il protagonista dovrà decidere se difendere l'HOSHIDO dove è nato, oppure schierarsi con il NOHR, il regno in cui ha vissuto dopo essere stato rapito da piccolissimo e cresciuto dal sovrano come un figlio. Dal settimo capitolo si sviluppa quindi la storia vera e ...

Hyrule Warriors Legends (N3DS) 06/01/2017

Battaglie spettacolari con il mondo di Zelda

Hyrule Warriors Legends (N3DS) Questo videogioco è una versione portatile di HYRULE WARRIORS LEGENDS già uscito per Wii U e comprende tutta una serie di personaggi che fanno parte della fortunatissima serie di ZELDA. Il genere di cui fa parte lo trovo abbastanza insolito quanto divertente, si tratta del MOSOU, ed è molto amato in Giappone dove questi videogiochi sono vendutissimi. Per descrivere il videogioco e quindi il genere su cui si basa, mi basta dire semplicemente che si tratta sostanzialmente di prendere il controllo di un personaggio e affrontare ondate di nemici contemporaneamente in lunghissime battaglie, naturalmente ciascun avversario è facilmente battibile, mentre per concludere le battaglie ci vogliono decine di minuti. Durante gli scontri il giocatore avrà a disposizione una certa dose di energia che potrà aumentare o diminuire se si riportano ferite, numerose sono le mosse speciali e gli oggetti, sia presenti sul campo, oppure lasciati dai nemici sconfitti, che consentono d'incrementare energia e abilità. Tra una battaglia e l'altra ci sono dei brevi filmati narrativi legati sempre all'universo della serie di ZELDA, ma non mancano messaggi e indicazioni anche durante le stesse battaglie. Naturalmente la difficoltà aumenta man mano che si procede con i livelli, ma devo dire che tutto resta molto semplice e si tratta di un PURO DIVERTIMENTO FRENETICO, naturalmente le partite si possono salvare e riprendere tranquillamente nel momento in cui le si è interrotte. Essendo una trasposizione di ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra