Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

eleonorazocc

eleonorazocc

Autori che si fidano di me: 207 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Torno o non torno. Torno o non torno. Questo è il dilemma ...:O)

Opinioni scritte

dal 10/02/2003

396

Pantene Pro-V Rigenera & Protegge Shampoo 09/10/2012

La mia ancora di salvezza

Pantene Pro-V Rigenera & Protegge Shampoo Decisamente si. Uso i prodotti per i capelli Pantene da moltissimi anni, ma questo in particolare è la mia ancora di salvezza. Ho un lavoro molto impegnativo e stressante...e spesso ho un "diavolo per capello"!!! I miei capelli sono il mio punto di forza ma allo stesso tempo proprio da loro capisco quanto snervata sono. Pro-V Rigenera e Protegge lo uso proprio quando i capelli sono sfibrati, hanno bisogno di ricostituirsi, di ritrovare lucentezza, morbidezza e vigore. Questo prodotto è una vera mamma dal cielo, mi aiuta davvero tantissimo a sistemare la chioma. Logico che abbinato a questo ottimo shampoo, ci va una dieta sana, riposo e una forma mentale serena...altrimenti uno shampoo non può risolvere da solo un problema di stress! Lo uso proprio come shampoo -cura, in certi periodi dell'anno e lo alterno poi al classico o a quello per i ricci ben definiti. Consigliato assolutamente!

drink2shop.com 09/10/2012

Se vi piace il vino.

drink2shop.com Sento di consigliare questo sito. Per svariati motivi. Innanzitutto ci mettono la faccia. Se osservate bene ci sono dei video con un personaggio di nome Romeo Rematelli che è l'esperto in questione. Romeo consiglia, racconta, parla dei vini che vende, delle cantine che lui stesso visita e conosce di persona e da cui si fa dare il vino per il suo negozio. Cosa importantissima a mio parere: Romeo Rematelli sa suggerire il vino giusto per ogni tipo di evento e per ogni tipo di piatto. E un esperto di food and beverage, di conseguenza...sa quel che dice. Osservate poi i prodotti.. c'è una vasta scelta tra vini rossi, bianchi, rosati, dolci con le bollicine. Inoltre si possono scegliere vini pregiati e da investimento (tipo il Barolo Riserva Monfortino 1997 della Cantina Conterno o un Barbaresco Vigneto Gallina 2000 de La Spinetta). Che dire dei distillati? Un Bas- Armagnac 12 yeas old o un Whisky 18 Years Islay - Bowmore. Ce n'è davvero per tutti i gusti! Se non bastasse, su www.drink2shop.com si possono comprare prodotti gastronomici di alta qualità: pesto alle genovese, ciliege al fraise, cipolle in agrodolce, melanzane sott'olio, pesche al moscato.... Inoltre oli extravergine di oliva, pasta, storione, e molto altro. Come vi accennavo all'inizio di questa mia opinione, la differenza rispetto a molti altri siti online, è che drink2shop mette a disposizione il sig Rematelli. Innanzitutto i video dove l'esperto racconta e mette la sua faccia, , poi il suo blog dove si ...

Con la R 27/05/2011

Ritornare

Con la  R Ogni tanto torno qui dentro. A leggere qualche messaggio che mi viene lasciato, a controllare se qualcuno scrive ancora, se i più letti sono gli stessi di qualche anno fa, se gli argomenti sono attuali...o sempre quelli che legavano noi di ciao "era 2000-2009". Era davvero un continuare a scrivere e a leggere a raffica.Era come una droga. Il mio ciao. Ho incontrato innumerevoli persone qui dentro. Amicizie da allora che si sono rinforzate: crescendo abbiamo potuto persino incontrarsi davvero e ridere guardandoci negli occhi. Con altri ci si sente e ci si scrive ancora...non più qui, su Facebook. Ormai tutto gira intorno a Fb. Più immediato grazie alla condivisione e alla chat. E' come vedersi in "faccia" sebbene virtualmente, ma di continuo. E' difficile per me scrivere. Non solo con la frequenza di prima, ma scrivere proprio. Non mi manca l'ispirazione, anzi, ma non ho mai il tempo di sedermi e farlo a raffica. Il mio modo migliore per tirar fuori qualcosa d buono, a mio parere. O perlomeno qualcosa di sentito. Se mi metto c'è sempre qualcosa o qualcuno che interrompe il mio estro. Perciò i miei lavori...le mie righe rimangono sempre li ...a metà..incomplete. Non condivisibili. Non frequento più ciao più che altro per questo, non posso più dedicare tutte le ore che ci dedicavo prima...ed esserci sporadicamente mi pare di non esserci. C' anche un altro motivo, in realtà. Mancano due persone...che per me erano importanti. Mancano...perchè ...

vogue.it 14/04/2010

Ora online!

vogue.it Non avevo mai preso in considerazione la rivista Vogue. Tanto conosciuta, tanto in voga, ma mai nemmeno sfogliata. Gestendo un hotel di proprietà di uno stilista, ho pensato bene che fosse giusto avere un po’ di patina nel salottino della hall e quindi ho fatto shopping in edicola e ho persino, senza nemmeno conoscerlo, fatto l’abbonamento a Vogue. Mi ha stupito positivamente. Come tutte le riviste, ci sono tantissime pagine di pubblicità. Essendo però una rivista di moda, anche le pagine pubblicitarie rivestono appieno la loro funzione: pubblicizzare il trend del momento. Questo giornale mensile ora è online!! E’ un po’ faticoso tenerlo d’occhio, perché cambia di continuo, perché c’è confusione, perché c’è di tutto e di più li dentro. In pratica uno scrigno del tesoro riguardante il mondo fashion!!! Però mi piace Vogue. Sia esso carta sia esso web. Perchè c'è il filo diretto con chi scrive li dentro. Il direttore di Vogue Italia, Franca Sozzani, affronta nel suo blog argomenti più o meno importanti che riguardano la normalità, l'eccezionalità, la quotidianità, della vita di ogni donna, una gravidanza, i complessi, il piacersi, il far qualcosa per se stesse, parlando a cuore aperto come un'amica. Perchè si parla di moda. Ovvio, altrimenti prenderei tutt'altre riviste. I look migliori della stagione, le tendenze, le interviste agli stilisti, le fotografie, i gioielli, le scarpe e chi più ne ha più ne metta. Ma se si pensa che Vogue sia solo moda intesa come vestiti e ...

Maison Moschino, Milano 09/04/2010

Come in una favola

Maison Moschino, Milano E' la moda del momento?? Non lo so, ma mi accorgo giorno dopo giorno che molti brand importanti danno il loro nome ad un hotel. Prima andava in voga possedere un ristorante, dare la propria impronta all'arredamento, adattare al luogo anche uno stile originale della presentazione delle pietanze e fare in modo che tutto poi onducesse anche solo visibilmente ala firma prestigiosa in questione. Ora è l'accoglienza l'intrigo del momento. E forse andrà sempre di più in voga!! Io stessa gestisco un hotel boutique di proprietà di uno stilista di moda della Riviera del Brenta. L'Hotel Angi a Fossò, dello stilista Renato Angi. Ma torniamo all'argomento principale di questo mia opinione ! La Maison Moschino ha aperto il suo hotel a Milano, 65 camere e junior suites ispirate al tema delle fiabe! Soggiornare qui sicuramente fa sentire come in una favola! Guardando le foto delle stanze...non si sa minimamente quale scegliere. Io impazzirei, li dentro, dalla gioia; è come tornare bambini. Ma non per farsi leggere le fiabe, ma per viverle davvero. Potrei dormire nella stanza di Capuccetto Rosso , attenzione però, sotto le coperte il lupo trasvestito da nonna, ci aspetta!! La stanza dei dolci è ideale per i golosi (sempre IOOO!), cuscinoni e lampadari gustosissimi, almeno alla vista. Mi ricorda moltissimo il film American Beauty, la camera dei petali...morbidi petali di rosa rossa ovunque... Se spesso ci sentiamo dire che abbiamo le testa fra le nuvole...beh alla Maison Moschino c'è la ...

La solitudine dei numeri primi (Paolo Giordano) 22/01/2010

Primi gemelli

La solitudine dei numeri primi (Paolo Giordano) Essere vicini fino a sfiorarsi. Ma non riuscire a toccarsi. Sentire ciò che prova l’altro, senza capire davvero. Sentirsi gemelli, “primi gemelli” come la matematica definisce. Mattia e Alice. Due storie problematiche, una vita traumatizzata da piccoli. Un incidente per Alice, che la porterà a soffrire di anoressia. E la scomparsa della sorella gemella, che porterà Mattia a comportamenti autolesionistici. Due vite passate a farsi del male, a negarsi l’affetto delle persone accanto, negarsi le esperienze. Per paura di essere giudicati per l’aspetto, o per i propri comportamenti strani. Quando dei sensi di colpa offuscano il proprio mondo, si crede di non aver diritto ad una replica. Che sia anche solo un po’ di affetto. E ritrovarsi poi in una famiglia che non lotta con te, ma ti abbandona a te stesso, è ovviamente degenerativo. Non staccavo gli occhi di dosso dalle righe, anche se alla volte le mie palpebre voleva assolutamente chiudersi. Non riuscivo a togliere dall’anima il peso di quel malessere, così diverso per ognuno dei due, ma così uguale nel non voler vivere la vita nella sua pienezza. Li ho portati con me giorno dopo giorno, cercando di capire cosa possa succedere dentro di se quando qualcosa nella tua vita va storto. O reagisci, o ti lasci andare. Ho pensato. . Alle volte, piuttosto che lottare, è più facile farsi scivolare tutto addosso, senza provare emozioni. Ma le emozioni in Alice e Mattia, c’erano. C’erano eccome. Ma le sopprimevano. Credevano di ...

Novembre 2008 15/03/2009

Ritorno

Novembre 2008 Dopo due anni di latitanza da ciao rieccomi qua. Con un pezzo di vita cambiata. Eh si nuovamente. Credo che sia giusto seguire la propria strada, la propria natura. Soprattutto se si sente dentro che quello che si sta facendo non è la cosa giusta per se stessi. Vi ho lasciato due anni fa circa che stavo per aprire il mio bar, il Caffè Pisani 28, in società con mio fratello. Il bar è stato davvero un successo. Nel giro di pochissimo tempo è aumentata la clientela, da semplice baretto è diventato un punto di riferimento per tantissime persone. Di giorno per le colazioni e per i pranzi. La sera per i giovani di qualsiasi età. Con 45 mq di locale ….ospitavo una folla. Si trasformava in un piccolo pub. Con tanto di cocktail serviti imparati ad un corso o inventati grazie al mix di fantasia di noi baristi assieme ai clienti. Il nostro fiore all’occhiello sono stati i tramezzini. Un centinaio ogni giorno, di tantissimi gusti. Tante ragazze che si davano il cambio per darci una mano. Bella musica. Tante feste organizzate. L’estate in campo con un torneo di calcio e con tanto di squadra Caffè Pisani 28. Concerti. Sponsor a feste paesane. Gadget e t-shirt con il ns logo, il Kokopelli, regalati ai clienti. Tante soddisfazioni. Ma. Anche tanti problemi. Uno in particolar modo, la mia salute. Stavo sempre peggio. Fisicamente ero uno straccetto, dimagrivo in continuazione, non dormivo, mangiavo poco e male, problemi di tunnel carpale, di noduli alle corde vocali. Io volevo ...

Hotel Angi, Fossò 11/03/2009

L'opportunità

Hotel Angi, Fossò L’occasione che mi è stata proposta è quella di gestire un Hotel. Un piccolo hotel 3 stelle vicino a casa di proprietà di un noto stilista di moda Renato Angi. L’hotel lo conoscevo e lo ricordavo un bijou. Volevo accettare. Ma non bastava. Ho dovuto conquistare la fiducia del proprietario. L’hotel era in pessime condizioni. Non strutturalmente ma moralmente. L’ultima gestione l’ha trattato male. Ha perso molti clienti. Una sfida da non perdere. 10 giorni di pulizia a fondo. Uno per ogni stanza. 3 donne a dispozione per farlo. Usando davvero olio di gomito. Un piccolo rinfresco il 1 di marzo. Ed eccomi qua. Si, ho preso l’Hotel Angi in gestione. Ho un socio. Un amico. Forse il mio miglior amico. L’hotel è piccolo, coccolo, colorato, elegante, raffinato, di design. La sua struttura è un gioco di linee e curve. E’ moderno, ma caldo. Grazie ai colori. E’ la sua forza. E’ la mia forza. Un hotel un po’ fuori mano, con prezzi buoni, economici rispetto agli altri, ma che non ha nulla da invidiare a hotel in centro città, o con una stella in più. Sono stata a Milano la settimana scorsa. E ho dormito in un 4 stelle. Non era più bello del “mio”. E non offriva nulla in più di quello che “offro io”. Credo che mai avrei preso al balzo questa opportunità se non avessi pensato che questo piccolo hotel avesse le caratteristiche giuste per lavorare bene. Ha solo 10 stanze. Ma sono una diversa dall’altra, per struttura, e soprattutto per i colori. L’imbottitura del letto e il ...

Ai miei amici ciaoini 09/01/2008

Calendario sexy

Ai miei amici ciaoini Ciao a tutti. E' tanto che non scrivo un'opinione. Ma il tempo libero è davvero poco. Ogni tanto leggo, rispondo, ma davero di scrivere proprio non ci riesco più e mi manca un casino. Ma oggi devo per forza. Perchè ho bisogno di parlarvi di una cosa importane e spero davvero di trovare anime sensibili pronte ad ascoltarmi. Molti di voi sanno che da 7 mesi ho un bar che si trova a Fossò in provincia di Venezia. Chi mi conosce bene sa anche della mia passione per gli animali e soprattutto per i cani. Ho approfittato della visibilità che il mio locale mi da, per fare qualcosa concretamente per chi ne ha bisogno. E ho scelto il Rifugio del Cane di San Giuliano di Venezia. Grazie alla collaborazione di un caro amico appassionato di fotografia, di mio moroxo che si è occupato della grafica, delle ragazze che lavorano per me in bar e di alcune clienti che si sono offerte come modelle, ho realizzato un calendario "sexy" per l'anno 2008. Lo scopo è aiutare il canile in questione donandogli soldini ricavati dalla vendita del calendario, oppure comprando tutto ciò di cui hanno bisogno. Oltre che di cibo necessitano di coperte, di cucce nuove e di un container ad uso ufficio per creare delle stanze per quei cani che presentano difficoltà, che sono malati e stanno morendo, che sono stati appena operati o per i nuovi arrivati che devono ancora integrarsi. Il calendario costa 10 Euro. Ne ho fatte fare 500 copie, mi piacerebbe riuscire a venderli tutti. Il ...

Luglio 2007 11/07/2007

E va bene così....

Luglio 2007 Oh Dio...tornata con la stessa frequenza quotidiana di prima, proprio no, ma presente un pochino di più rispetto al mese scorso, si di certo. Vi ho trascurato lo so. Non ho letto tutte le vostre opinioni, lo so. E non credo riuscirò nemmeno a farlo. Non sono riuscita nemmeno a rispondere ai messaggi del box. Ma davvero è stato un mese da delirio. Da metà maggio ai primi di giugno ho lavorato nel bar che ho comprato, in affiancamento con i vecchi titolari. Il 3 giugno poi abbiamo fatto l'inaugurazione. Una festa grandiosa. Più di 500 persone inaspettate. Per fortuna che avevamo fatto da mangiare per un esercito. Abbiamo lavorato tanto perchè riuscisse alla grande ed è stato un successo. In paese ne hanno parlato per giorni interi. Poi il 5 di giugno il bar è finalmente aperto e tutto nostro. Il primo scontrino è incorniciato ovviamente. Diciamo che da quel giorno ....dormo poco, mangio ancora meno (infatti sono più magra:O)), lavoro da morire minimo e 15 ore al giorno. Quel poco tempo che non sono in bar, vado a fare le spese, giro per carte, commercialista, consulenti, comune, ecc...e cerco per modo di dire di riposarmi. Lunedi è finita la sagra paesana. E' durata ben 10 giorni e si è svolta proprio di fronte al bar. Abbiamo lavorato in 10 persone tutti vestiti uguali (solitamente siamo in due con una persona che viene a darci una mano in certi orari di certi giorni la settimana)per poter essere all'altezza, consegnato e regalato centinaia ...

Marzo 2007 21/05/2007

Cosine sfiziose.

Marzo 2007 Una ricettina inventata da mia cognata. Che ho provato a fare senza esitazioni. Le sfogliatine di mele. Dunque. Comperate della pasta sfoglia rettangolare, arrotolata sulla carta da forno. Stendetela su una placca da forno e tagliatela in 15 o 16 quadrati. Tutti uguali. Nel frattempo accendete il forno a 160°. Su ogni quadrato di pasta sfoglia appoggiateci un cucchiaino di marmellata. Poi sopra ogni quadrato con la marmellata, mettete in ordine tre fettine di mela. Infornate il tutto per circa 20-25 minuti. Quando la pasta si gonfia e diventa dorata, estrarre dal forno. Sopra ogni sfogliatina con le mele, mettere un altro cucchiaino di marmellata (io ho scelto quella all'albicocca, ma è a piacerei) e spolverare il tutto con lo zucchero a velo. Io non le avevo mai mangiate. Mi è piaciuta la ricetta e l'ho provata e ho portato queste sfogliatine di mele ad una cena la sera stessa. Mi credete se vi dicono che c'era l'effetto ciliegia? Una tirava l'altra. In un battibaleno sono sparite tutte. 16 sfogliatine in 4 persone. Sono davvero facili da preparare servono davvero pochi ingredienti: pasta sfoglia mele marmellata zucchero a velo Sono carine da vedere quindi invogliano all'assaggio e sono davvero buone. Provare per credere!!! ...

Maggio 2007 17/05/2007

AAA tramezzino cercasi!

Maggio 2007 Come ben ho pubblicizzato, fra poco, probabilmente i primi di giugno finalmente apro il mio bar. Questo periodo di pre-apertura è un momento delicato e molto impegnativo. Devo fare i corsi obbligatori per legge (quello per il libretto sanitario, il corso di pronto soccorso e quello inerente l'hccp e la sicurezza sul lavoro), devo prendere contatti con i fornitori e decidere le eventuali collaborazioni, devo fare dei lavoretti all'interno per personalizzarlo un pochino, l'assicurazione, le divise, la banca, il consulente contabile. Inoltre mi sono messa a girare rigirare bar, baretti, localini per guardare, imparare, prendere spunto per idee sull'arredamento, sulle divise del personale, e sui prodotti serviti, sul modo di servirli e di presentarli ecc. La mia idea è quella di aprire un bar specializzandomi per fasce orarie. Quindi la colazione: della buona pasticceria e caffetteria fatta come si deve. Il pranzo e l'aperitivo. Soprattutto per questi due ultimi momenti della giornata quotidiana del mio bar, vorrei specializzarmi nei tramezzini, panini e stuzzichini. Ho cominciato già a chiedere in giro consigli su quali sono i tramezzini più mangiati, quali meno, se ci sono gusti particolari che in giro non si trovano spesso, ma che sono fantastici. Insomma…mi sto rendendo conto che...ho bisogno di ricette. Ho bisogno di sperimentare. E una persona per me speciale, mi ha dato la bellissima idea di chiedere anche a voi una mano. Ho bisogno che mi ...

Masseria La Guardata, Guglionesi (CB) 10/05/2007

Lucciole nella quiete

Masseria La Guardata, Guglionesi (CB) Sono rimasta a bocca aperta. Erano così' tanti anni che non le vedevo. Le lucciole. Non parlo delle donnine sexy che si trovano lungo le strade di città e cha aspettano i clienti. Parlo di quegli insetti che di notte si illuminano. E che rendono speciali le serate d'estate. Cielo blu ma stellato. Silenzio totale. Quiete profonda. E tutto intorno lucine che si muovono e danzano. Ricordi che mi assalgono: con un vasetto in mano, io bimba con i miei fratelli e i vicini di casa che cercavamo di sorprenderle e catturarle per metterle nel vaso. Dove però la loro luce si affievoliva fino a spegnersi. Il week end scorso mi sono dedicata al relax. Sono stata via con il mio compagno e Lilly, la mia dolce cagnolina viaggiatrice in Molise. Una regione che non ho mai visitato, che ho visto solo di passaggio andando in Puglia, e che ho scoperto essere fantastica. Abbiamo dormito alla Masseria La Guardata. La scelta è caduta su questo agriturismo prima di tutto per la gentilezza e la cortesia e la velocità nella risposta alla mia mail. Seconda cosa il fatto che accettassero volentieri animali. E quindi la mia Lilly poteva venire con noi senza creare problemi. Abbiamo prenotato con una telefonata. La Signora Teresa, proprietaria della Masseria, ci ha dato delle buonissime indicazioni stradali e nel giro di 5 orette, alle 19.30 di sera eccoci arrivati in questa oasi di pace. Un vecchio casale ristrutturato, posizionato su di una collina. A fare ...

Williams, Arizona 06/05/2007

Arriva il Polar Express!

Williams, Arizona A chi mi chiede dove alloggiare prima o dopo aver visitato il Grand Canyon, io solitamente suggerisco piuttosto che a Flagstaff, dormite e mangiate a Williams. Questa volta arriviamo dalla Foresta Pietrificata, ma una sosta in questo gingillino, nessuno ce la toglie. Inoltre volendo proprio farla come sosta obbligata, già la sera prima avevamo prenotato via internet una camera al Travellodge. Negli States quasi tutti gli hotels nonché motels di buona categoria hanno la connessione internet wi-fi, gratuita con o senza password o a pagamento ma comunque a basso costo. Noi avevamo portato il laptop quindi ogni sera avevamo la possibilità di ricercare via internet eventuali informazioni della tappa successiva, di prenotare e di scrivere a casa….per rassicurarli mandondo nostre foto..divertenti per fare capire..quanto stavamo bene!! Dicevo....sosta obbligata a Williams. Questa cittadina prese il nome nel 1851 da Bill Williams, uomo di montagna e cacciatore di pelli che visse per un periodo insieme agli indiani Osage nel Missouri. Si sviluppò intorno alla ferrovia che vi arrivò negli anni Ottanta del1800 e quando fu costruito un raccordo per il South Rim del Grand Canyon nel 901, Williams diventò un centro turistico. Alla fine degli anni Venti era anche una popolare area di servizio sulla Route 66. La città conserva tutt'ora l'atmosfera della frontiera e la gente del luogo indossa il capello da cowboy. La maggior parte degli alberghi e dei ristoranti si ...

Memorie di una geisha (Rob Marshall, 2005) 01/05/2007

Non è permesso amare

Memorie di una geisha (Rob Marshall, 2005) Ho comprato il libro nel 1999. L'ho divorato e a quel tempo una passione sfrenata per quel mondo misterioso mi ha portato a informarmi,a raccogliere notizie, a capirne di più. Quando ho sentito che stava per uscire il film mi sono rattristata. Avete presente quando si crede di avere un tesoro per le mani, e si vuole che nessuno sappia della sua presenza? Ero come ingelosita del fatto che un libro così bello e appassionante diventasse famoso grazie ad un film. Diventasse poi di tutti. Io che credevo di averlo scoperto (presuntuosamente), io che continuavo a consigliarlo a chi mi chiedeva che libri leggere. Tant'è che non sono andata a vedere il film al cinema. Temevo oltretutto che non avrebbe reso le emozioni che le parole scritte mi avevano dato. Ieri sera su sky eccolo…e non ho resistito. 140 minuti incollata allo schermo, figure, danze, usi, costumi, ricordi dolci e intensi che si susseguivano. Mi è piaciuto molto. Non mi ha deluso. E…sono un po' meno gelosa…perché una storia così meritava di essere raccontata a tutti. Chiyo vive in un povero villaggio di pescatori. Ha appena 9 anni e assieme alla sua sorella viene venduta da suo padre ad una degli okiya più famosi di tutta Kyoto. Qui comincerà a lavorare come schiava e poco dopo verrà scelta per frequentare la scuole di geishe. I suoi occhi color della pioggia spaventano. Il suo carattere forte e che si adatta alle situazioni, la forza nel voler le cose mettono in guardia le geishe più ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra