Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

era67

era67

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 01/07/2001

249

Cavacon Comics & Games 2011, Cava de' Tirreni 20/06/2011

Cava parla giapponese con il Cavacon 2011

Cavacon Comics & Games 2011, Cava de' Tirreni Carissimi dopo un lunghissimo silenzio dovuto a tecnologia e vari problemi eccomi qui a parlarvi della seconda edizione del “Cavacon Comics & Games ”, tenutosi a Cava de’ Tirreni dal 3 al 4 giugno. Il Cavacon è una fiera o una mostra-mercato??? Beh è di tutto di più e quest’anno gli eventi sono stati ancor più variegati e con il fiore all’occhiello dell’esibizione dei “Versailles Philarmonic Quintet”. Si tratta di una band giapponese esponenti del visual kei. genere che unisce alla musica rock una cura meticolosa sia negli abiti di scena dallo stile barocco che alla performance in concerto. Si è trattato di un’anteprima Nazionale che ha attirato a Cava molti fan europei oltre che da tutta Italia. Gli organizzatori parlano di 600 persone, io in verità non essendo molto interessata non sono rimasta per il concerto, ma ho potuto vedere i fan sfegatati che hanno macinato chilometri per arrivare nella mia città e attendere i loro beniamini. Non solo … dato che il concerto si è svolto il sabato 100 minuti… beh il giorno dopo è stata prevista anche la sessione autografi. Per il calore dei fan il gruppo diciamo che si è un po’ spaventato e così la sessione si è svolta con lo spiegamento del servizio d’ordine e con l’ordine di non fare fotografie. Lo stesso divieto c’era anche durante il concerto ma su youtube troverete i filmati pirata oltre che quelli ufficiali. Per di più la domenica mattina qui c’è stata pioggia con il conseguente rallentamento del programma, ma per fortuna ...

Wii Party (Wii) 02/02/2011

Con la WII un party scatenato per tutta la famiglia

Wii Party (Wii) Il caro nipotino possessore della Nintendo Ds e della Wii questo Natale ha ricevuto tra i vari regali WII party. Party? È una festa?? Non proprio ma il divertimento è davvero assicurato, specie se avete la possibilità di usarlo al massimo della sua potenza, ossia con i 4 controller. Il gioco, come anche gli spot che avrete forse notato in TV, è il top se avete la fortuna di poter disporre di un nucleo familiare allargato oppure una bella cerchia di amici o “Zie” pronti a battersi fino allo stremo delle forze per vincere. Il gioco è di recente uscita (ottobre 2010) ed è stato preceduto da un grande battage pubblicitario. I giocatori sono i nostri MII ossia i personaggi che ogni nuovo utente in carne e ossa crea quando si trova a giocare ad alcuni giochi come wii sport o Carnival. Una volta registrati dalla consolle il Mii – alter ego attende di essere chiamato alla battaglia.. pardon al gioco. La stessa consolle poi crea dei MII fittizi quando deve sopperire alla carenza di giocatori e c’è un solo umano in gioco. In effetti il nipotino quando non ha compagnia si scatena contro la CPU, ma appena ha sotto tiro famiglia o altri esseri umani la gara si fa interessante.. vuoi mettere sfidare il proprio austero genitore e fargli mordere la polvere o farlo piangere perché ha clamorosamente perso?? Ebbene dopo pochi giorni di allenamento e la dimestichezza che le new generation hanno verso i dispositivi digitali il nipote di cui sopra esordisce ormai con la consueta ...

Caccia al Re - La Narcotici 28/01/2011

Grande Caccia all' Ottavo Re di Roma

Caccia al Re - La Narcotici Dura la vita per chi cerca di seguire le fiction. Ormai la RAI spara tante cartucce e poi le piazza a caso. “Caccia al re – La narcotici” quanto amo le serie poliziesche… per cui appena la RAI ha mandato lo spot io mi sono organizzata per vederla. Prima puntata il 16 gennaio poi il 17 e poi un bel salto e si è passati a lunedì 24. La prossima puntata se vi interessa è il 31 gennaio. Sembrerebbe dunque che le restanti 3 puntate siano posizionate il lunedì salvo cambi. Che dire … Buona caccia alla fiction!!! Ma passiamo al prodotto. La fiction è ambientata nella capitale ed è collocata nel 2010. Prima però dobbiamo fare un passo indietro e che salto… di ben 14 anni. È una mattina tranquilla per la famiglia Piazza. La giovane mogli dell’agente Daniele è in dolce at-tesa e già pregusta il momento del parto. Ma è tardi bisogna andare al lavoro. Il destino della donna si compie tragicamente, nell’attraversare la strada è travolta da un furgone in fuga. All’interno c’è una banda di rapinatori che ha appena svaligiato i depositi di sicurezza della Secur-mark, portando si via ben 35 miliardi di lire!!! Il colpo del secolo e nell’euforia del momento la donna è falciata. Il marito accorre ma per lei non c’è nulla da fare, solo un particolare s’imprime nella memoria del poliziotto un adesivo con la scritta in spagnolo: Temporada de azucar. Da allora Daniele Piazza è ossessionato dalla ricerca degli assassini. Nello stesso tempo deve cre-scere la figlia Sara da ...

positanonews.it 26/01/2011

Positano e molto altro con un clic

positanonews.it Eccomi qui a parlarvi di un sito. Si tratta di positanonews.it e a prima vista penserete che abbia come protagonista assoluto una delle città più belle del mondo, e già questo potrebbe indurvi a farci un giro, ma direi che sarebbe anche riduttivo fermarsi a questo. È un sito coloratissimo dove prevale il blu quasi a richiamare il mare su cui si affaccia questa cittadina posta sulla costiera Amalfitana, ma così vicina a quella Sorrentina. Il sito è nato da pochi anni ma è riuscito a ritagliarsi una bella fetta di mercato grazie agli aggiornamenti dei suoi molti corrispondenti. È possibile anche stampare la pagina che riterrete interessante ma andiamo con ordine. La home-page si presenta molto ricca sia di sponsor (senza soldi non si campa ovvio) sia di rubriche Home - Chi siamo - contatti e pubblicità e contattaci sono rubruche che ogni sito ha. Due banner rotanti ci danno le ultime news e gli ultimi eventi pubblicati In pole position le news le cui sezioni sono suddivise in: Positano, Costiera Amalfitana, Penisola Sorrentina, Ravello, Capri, Provincia di Salerno, Vico Equense, Campania, Italia e Mondo, Cultura, sport, motori, Tutte… Cliccando su tutte si aprono le altre pagine che comprendono luoghi come il Cilento e la sezione Vietri e Cava, i Monti Lattari ma anche lo sport come il Napoli e la Salernitane e le info politiche locali. Considerato il luogo incantevole e attrattore di turisti ci sono le rubriche più legate a Positano dunque le info turistiche o ...

Che bella giornata (G. Nunziante - Italia 2010) 19/01/2011

Ma che bella giornata ... da vedere cum grano salis se possibile

Che bella giornata (G. Nunziante - Italia 2010) In questa stagione cinematografica due film italiani hanno fatto il botto e io per caso ho potuto vederli tutti e due. In genere io arrivo preparata alla visione del film perché scelgo i titoli dopo aver letto recensioni o per passaparola. Stavolta sono stata invitata a vedere un “Che bella giornata” dopo una settimana di programmazione essendo uscito il 5 gennaio e che già veniva segnalato come il fenomeno del momento. Confesso però che ero un po’ prevenuta nei confronti di Checco Zalone perché la comicità di Zelig non mi intriga… beh de gustibus… per la mia età (sigh) ho visto ben altri comici ma posso capire che la società è cambiata per cui… Buio in sala. Voce narrante e il protagonista si presenta davanti a una commissione di carabinieri. È al suo terzo tentativo e subito si capisce perché… è un tontolone…. Chi infatti si farebbe scappare che ha uno zio carabiniere tanto buono da condividere i frutti dei propri sequestri giudiziari con i nipoti? Per cui… al protagonista non resta nient’altro da fare che comunicare la ferale notizia della bocciatura. Purtroppo fin dall’inizio e grazie alla sua cadenza pugliese il giovane si identifica come meridionale sebbene trapiantato nella Lombardia già da molti anni. Fatto sta che la madre che è stata perpetua di un sacerdote riesce ad arrivare al vescovo (Tullio Solenghi) e poiché c’è l’allerta per probabili attacchi di terroristi la Curia milanese è in cerca di un addetto alla sicurezza. Essere carabinieri ...

Eroi per caso 12/01/2011

Due "eroi" alle prese con la Grande Guerra

Eroi per caso Ci voleva una fiction per tirami fuori dalla crisi dello scrittore. O almeno una fiction che mi attirasse… Lunedì 10 e martedì 11 (ossia oggi) RAI uno ha sfornato una fiction in due puntate. Il prodotto si distingue perché ha come regista Alberto Sironi (noto per le fiction di Montalbano) e una strana coppia di attori brillanti come Flavio Insinna e Neri Marcorè. Insinna ormai è il golden boy della Tv tutto ciò che tocca diventa oro per l’Auditel, basti pensare ai Pacchi e alla recente Corrida, Marcorè alterna l’attività di conduttore a quello di attore. Questa è l’analisi superficiale ma… beh entrambi si sono cimentati con ruoli anche di un certo spessore: Insinna vestendo gli abiti talari di Don Bosco e Marcorè quelli di Papa Luciani. LA TRAMA Voce narrante (e dal profondo timbro romanesco) si presenta subito Magliozzi Cesare, ossia Insinna. Siamo nel 1917, sul fronte dell’Isonzo, il Piave ha mormorato e le truppe italiane stanche dopo le grandi battaglie di Caporetto e del Piave sostano nei paesini vicino al fronte. Magliozzi Cesare, fotografo, si diletta a fotografare la bella Lulù La Belle, ma viene portato via da un inflessibile ufficiale. I tempi sono duri e si nota subito che il fotografo ritiene di poter rimanere nelle retrovie sottolineando che lui è solo un fotografo, ma la guerra è guerra… e il colonnello lo redarguisce mettendolo in punizione come osa fotografare una sciantosa? E nello stesso tempo il caporale Vanin viene accusato di alto ...

Paura d'amare 22/12/2010

Paura d'amare... effettivamente se succede questo

Paura d'amare Cari amici di Ciao stavolta vi parlerò di una fiction dopo averla vista tutta. Chi mi segue da un po’ sa che in genere recensisco subito questo genere di prodotti ma tra impegni e riflessioni solo ora stendo queste righe. PREMESSA “Paura d’amare” è una fiction in 6 puntate trasmessa da Rai1 con una programmazione non molto coerente. Mi spiego, in genere domenica e lunedì sono i giorni in cui la rete ammiraglia della Rai sfodera i suoi colpi. Stavolta la programmazione ha subito variazioni tali che per poco mi perdevo una puntata. Presumo dipenda che la rete proponendo il prodotto non ci puntasse molto perché i protagonisti non erano di richiamo… se vi dico Giorgio Lupano e Erica Bianchi… vi dicono nulla??? No… Oppure Marco Falaguasta e Alberto Molinari o Barbara Livi? Idem… Nomi di richiamo pochini salvo rendersi conto che nei trailer i loro volti ci sono familiari… sempre che siate appassionati di fiction. Un esempio? Falaguasta e Livi sono stati nel cast dei vari Incantesimi. Tranquilli mai visto ma mi hanno riferito. Il primo poi ultimamente si è specializzato in ruoli di cattivo come ne “La terza verità” o “Il Bene e il Male”, la Livi invece la ricordo nei vari Casi di Coscienza e nel medico in famiglia. E che dire poi del bel Giorgio Lupano??? Presente in Orgoglio come giovanetto eccolo qui uomo d’affari con due figli… Insomma con un cast senza nomi di richiamo e una trama tutta da scoprire gli italiani si sono appassionati e … udite udite… l’ultima ...

Harry Potter e i doni della morte. Parte I (D. Yates - USA, Gran Bretagna 2010) 23/11/2010

Harry alle prese con la Morte, altro che Doni!!!

Harry Potter e i doni della morte. Parte I (D. Yates - USA, Gran Bretagna 2010) Premessa Sono una fan della saga di Potter. (HP x i fan) Ho letto tutti i libri, sviscerati analizzati mentre la storia del prescelto si dipanava e così anche i film sono stati da me visti. Domenica sera quindi con altri fan ci fiondiamo al cinema a vedere HP e i Doni della Morte - parte I. Certo c'è un pò la perplessità di vedere un film che è solo una prima partedel tomo settimo delle avventure di Harry. All'epoca della lettura in effetti rimanemmo stupiti perchè la scrittirce ha avuto l'abilità di ripercorrere i suoi precedenti libri e come un mosaico il settimo rimette in ordine i pezzi o usa ad esempio personaggi del primo libro... una opera immane... Allora il mio consiglio è ... fatevi un ripasso con chi è fan o alcuni passaggi non vi saranno chiari.. anche se devo dire che poi il regista ha l'abilità di spiegare ove possibile. Ecco se vogliamo la fatica dello sceneggiatore è stata quella di ridurre il libro ma l'ossatura gliela ha offerta su un piatto d'argento la stessa Rowling che i titoli d'inizio ci informano essere anche parte della produzione. Non ricordo se anche per i precedenti sia stato così... comunque questo indica che l'autrice ha davvero seguito la sua creatura con tanto amore.... E in effetti se vi andate a leggere la mia opi sul libro da cui è tratto il film la Rowling è comunque stata geniale... potrete considerare i 7 libri come una grande opera di marketing, ma milioni di lettori e vi assicuro non solo bambini hanno premiato una ...

Ritter Sport Espresso 16/11/2010

Un Espresso al cioccolato rende il gusto prelibato!!!!

Ritter Sport Espresso Sono una golosona e così quando si tratta di provare la cioccolaata sono sempre pronta. Ho avuto occasione di assaggiare il Ritter sport gusto caffè Espresso. Mamma mia che bontà!!!! Ma andiamo con ordine. Tutte le confezioni della Ritter si presentano come blocchi quadrati dal peso di 100 grammi. Il cioccolato è suddiviso in 15 quadrati che lo rende facilmente mangiabile e suddivisibile. Cosa che non sapevo e che ho scoperto solo ora è il sistema esclusivo di apertura: basta seguire la linea tratteggiata e spezzare la tavoletta e poi tirare la linguetta e il più è fatto!!! Comodissimo. Dopo aver proceduto alla apertura è il momento dell'assaggio. Stacco il primo quadratino. Duro ma non impossibiel da spezzare con le mani. In un solo boccone inserisco il ghiotto quadratino. Caffè!!! Caffè di quello ricco... espresso appunto... non mi aspettavo tutto l'aroma di caffè in bocca, ma è così buono... questione di gusto, ovvio, ma io lo trovo davvero buono leggermente amaro come impone il caffè. Un gust odavvero deciso, solo chi lo prova può davvero capire. Solo adesso mi faccio incuriosire dalla etichetta. La Ritter mi infoma che per il caffè sono state scelte le migliori mische di qualità arabica brasiliane. WOW!!!! Non basta... qui si parla di cioccolata al latte con ripieno di crema al caffè (45%) , una bella percentuale non c'è che dire e poi leggiamo più sotto scopriamo anche che c'è caffè espresso in polvere (4%). Insomma fatti i conti si ...

Il sorteggio 11/11/2010

Un sorteggioche ha fatto la storia dell'Italia Democratica

Il sorteggio Piano piano sto recuperando le opinioni sulle fiction che ho visto e di cui ora vi scrivo le mie impressioni. “Il sorteggio” è una fiction un po’ atipica, si tratta di una puntata unica andata in onda il 25 ottobre scorso su RAIUNO. A distanza di poco tempo Beppe Fiorello ancora una volta protagonista di una fiction, già con la precedente ho raccolto i dubbi di alcuni utenti di Ciao sulla massiccia presenza nelle fiction nostrane di Beppe Fiorello. Per parte mia è un attore che amo e che ammiro per la duttilità che dimostra nel calarsi in ruoli sia moderni che d’epoca. In questo caso si tratta di un personaggio moderno, ma che potremmo dire anche storico. PREMESSA La storia è ispirata alla realtà e cala lo spettatore nei terribili “Anni di piombo” che hanno insanguinato gli anni 70-80 del nostro Paese. Una fiction che è stata quindi l’occasione per le nuove generazioni per immergersi in uno spaccato doloroso della società dell’Italia e per chi ha vissuto quegli anni l’occasione per purtroppo ricordare. Gli anni 70 in Italia videro nascere e moltiplicare idee di rivoluzione sia in ambito di destra che di sinistra. Prima Linea e Brigate Rosse (meglio note come B.R.) raccoglievano il disagio delle persone che fortemente ideologizzate nelle rispettive aree “sognavano” di rovesciare lo Stato democratico e borghese non riconoscendogli nessuna autorità. La distruzione dello Stato per le BR era accompagnata da una proposizione costruttiva di tipo marxista ed ...

Caffè Perugia, Perugia 07/11/2010

Altro che Caffè Perugia questo è un signor ristorante

Caffè Perugia, Perugia Carissimi vi avevo promesso una opinione incentrata sul fantastico pranzo che abbiamo avuto a Pe-rugia durante l’eurochocolate. Speravo di poterla fare a caldo, ma per vari motivi è passato un po’ di tempo e alcuni particolari so-no meno vividi spero di potervi comunque trasmettere la soddisfazione del nostro palato. Come detto nella opinione apposita gli stand di eurocohocolate restano chiusi dalle 13 alle 15 occorreva perciò sostare in qualche ristorante per immettere nel corpo cibi rustici giusto per non far andare in corto le nostra abitudini alimentari. Dato che siamo in Umbria vorremmo anche provare qualcosa della cucina tipica del luogo e per fortuna e per fortuna ci viene consigliato dal nostro gancio del posto un locale che non avremmo mai scelto senza la preziosa segnalazione. Sul corso principale in una traversa anche’essa piena di stand nota come via Mazzini, al civico 10 c’è il Caffè di Perugia. Certo a sentire il nome ti viene in mente che sia un luogo adatto per un pasto veloce, ma non certo quello che poi abbiamo gustato. Siamo entrati un po’ titubanti perché l’ingresso era quello tipico di una cioccolatteria e di un caffè appunto. Con gentilezza ci fanno accomodare e quando vediamo i tavolini piccoli appunto da bar restiamo ancora più perplessi. Quando però chiediamo di poter pranzare ecco che iniziamo a scoprire questo gioiello discreto, saliamo al piano superiore e addirittura scopriamo che c’è la sala fumatori e per non fumatori. Sarà un ...

Sotto il cielo di Roma 05/11/2010

La storia di Roma e degli ebrei romani

Sotto il cielo di Roma Come poteva sfuggirmi una fiction basata su fatti storici? Non poteva e così domenica 31 ottobre e lunedì 1 novembre su RAIUNO ho seguito “Sotto il cielo di Roma”. La fiction tratta una argomento davvero scottante perché prendendo spunto dalla storia di una coppia di giovani ebrei viene raccontata la posizione che Pio XII assunse nei confronti delle persecuzioni che gli ebrei subirono. Roma, 19 luglio 1943 Il popoloso quartiere di S. Lorenzo viene bombardato dagli alleati, il Santo Padre non esita a uscire dal Vaticano con il suo segretario Montini (futuro Paolo VI). È un evento raro perché solo in tempi recenti i Papi hanno iniziato a uscire dalle Mura Vaticane. Fatto ancor più clamoroso il Papa esce senza scorta, si mescola al suo gregge ferito e dolorante. La regia qui ripropone le celebri immagini del Papa circondato dai romani. Il Santo Padre si rende conto della sofferenza del suo popolo, sofferenza che aumenta ancor do più quando l’Italia con l’armistizio con gli Alleati dell’8 settembre si ritrova spaccata e Roma è territorio occupato dalle truppe tedesche. E mentre in Vativano arrivano notizie poco confortanti su Hitler nel ghetto di Roma la vita prosegue, ma con trepidazione. Le leggi razziali volute da Mussolini fanno intravedere che la situazione sta peggiorando anche in Italia e qualcuno cerca di aiutare gli ebrei a fuggire da Roma. Si tratta di Armando, un tipografo e libraio che grazie a Davide riesce a procurarsi il necessario per fare ...

Girmi TP36 01/11/2010

GIRRRRMI... e mangi toast fantastici

Girmi TP36 Sono una fedelissima del latte Berna e così pazientemente ogni anno faccio la raccolta punti e mi conquisto un bell'oggetto. Per la raccolta 2009/2010 ho mandato a prendere un bel tostapane perchè amo cenare con i toast. In raltà la mia richiesta riguardava un comune toast a due pinze, ma la Berna si riserva il diritto di inviare un prodotto simile di pari valore. Richiesta inviata a marzo 2010, a luglio 2010 un mattino mia madre riceve un pacco gigantesco e così rientrando da lavoro trovo la sorpresa... è arrivato il regalo Berna... ops la mia memoria vacilla.. ma cosa avevo mandato a prendere? Ahhh il tostapane.... ma come mai così grande? Ragazzi che fortuna... è un bell'apparecchio a 4 pinze... evidentemente la Berna ha esaurito il prodotto e me ne ha mandato uno migliore! Ben imballato riesco a estrare l'apparecchio ... mamma mia speriamo non sia difficile da usare... Trovato posto nella mia cucina per prima cosa leggo le istruzioni per il primo uso.. Il manuale è ben fatto e ha i caratteri di dimensione normale con delle immagini di aiuto. Routine di apparecchi del genere è fare un paio di giri a vuoto perchè i residui di fabbrica evaporino e si possa mangiare un prodotto sano. Piccola pecca il cavo elettrico è pensato per cucine moderne con spine a livello del piano.. cosa che io non ho.. occorre una bella prolunga... risolto! Problema n.2 occorre un piano di marmo perchè l'apparechio possente si riscalda alla base e può rovinare tovaglie o ...

Eurochocolate 2010, Perugia 26/10/2010

Eurochocolate 2010 il paese dei balocchi è qui!

Eurochocolate 2010, Perugia Come qualcuno dei miei contatti sa, in maniera quasi improvvisa mio cugino con la sua famiglia mi ha invitato ad andare a Perugia per la manifestazione “Eurochocolate”. Si trattava di fare un blitz in una sola giornata, un vero proprio mordi e fuggi o meglio “mangia e fuggi”. La manifestazione era totalmente nelle mie corde o meglio stomaco essendo una super golosona... come dire di no? Partiti di notte per arrivare intorno alle 11 del mattino possiamo subito ammirare la perfetta organizzazione di questa bella città umbra. Parcheggiamo in un grande parcheggio a più piani e subito iniziamo ad utilizzare le varie scale mobili per poter arrivare agli stand. L’aperitivo Un primo assaggio lo possiamo già fare perché nella Rocca Paolina vari paesi produttori del Centro e Sud-America ci accolgono con la loro storia e il loro cioccolato. Chiaro che già adesso dovremmo fare una sosta lunga, ma non è possibile e voliamo tra gli stand del Chapas messicano e iniziamo ad assaggiare la cioccolata. Io ho anche l’ardire di accettare una bacca di cacao tostata e passata su un limone… ehm con molta disinvoltura mi allontano alla ricerca di un assaggio che scacci via il gusto… beh ogni paese ha le sue abitudini alimentari. Mi rifaccio con un cioccolato al gusto caffè che condivido con il nipotino. I costumi variopinti simboli di questi popoli dove è nato il cacao ci accolgono mentre cartelloni vari ci guidano nelle varie fasi della nascita dell’alimento che tutti i golosi del mondo ...

La leggenda del campione e del bandito 20/10/2010

Corri Sante corri... Vola Girardengo vola..

La leggenda del campione e del bandito Con un pò di ritardo vi parlo della fiction in due puntate andata in onda su RAI UNO il 4 e 5 ottobre scorso. “La leggenda del bandito e del campione” è una storia che è un mito o un mito che è diventato storia… In effetti ci sono state un po’ di polemiche perché lo spunto è tratto da una storia vera ma chiaramente la finzione della TV colora e plasma a proprio piacimento uno spunto davvero intrigante. Sto parlando del campione del ciclismo Costante Girardengo e di Sante Pollastri, suo compagno d’infanzia. Non so perché ma gli sceneggiatori si ostinano a utilizzare sbalzi temporali quando si tratta di parlare di storie relative a personaggi realmente esistiti, per fortuna a differenza di altri prodotti simili qui siamo costantemente avvisati del cambio di epoca e possiamo seguire la vicenda. Devo dire che ho visto il prodotto con un certo scetticismo e più che altro perché uno dei protagonisti è Beppe Fiorello che ormai riesce a calarsi facilmente in ogni tipo di personaggio nelle fiction da Giuseppe Moscati a Valentino Mazzola e ho detto tutto. In genere l’attore siciliano ha ruoli positivi e solari, stavolta ho letto che ha preferito cucirsi addosso il personaggio del bandito. Sorprendentemente ci è riuscito. La vita si sa non ha contorni decisi .. non tutto è bianco o nero.. ecco Fiorello –Pollastri è così… è grigio… ma non tutto dipende da lui… Siamo agli inizi del 900 e l’Italia è povera poverissima… siamo nelle campagne piemontesi per la precisione a ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra