Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

francesco.falcon

francesco.falcon

Autori che si fidano di me: 3 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 10/09/2013

65

Coach Carter 02/02/2015

Un film splendido, uno spaccato di vita davvero meraviglioso

Coach Carter Gli Stati Uniti d'America, la patria dei sogni realizzabili , fa da sfondo a questa brillante pellicola che vide Samuel L. Jackson vestire i panni di un uomo dotato di una moralità straordinaria e di un talento davvero raro: salvare il futuro dei giovani della sua città attraverso il gioco del basket, lo sport nazionale americano. Il classico sobborgo americano, Richmond, con un tasso di delinquenza altissimo e un liceo che non riesce a salvare i ragazzi dalla strada rappresentano i punti cardine del film. Coach Carter, chiamato per risollevare le sorti della squadra di basket del liceo di Richmond, sua città natale e soprattutto sua vecchia squadra della quale è ancora il detentore di alcuni record, decide di non adottare mezze misure sin da subito, assicurandosi in breve tempo il rispetto dei ragazzi. Allenamenti massacranti e obblighi contrattuali fatti firmare ai giovani giocatori sono le novità principali introdotte da Coach Carter: media voti sufficiente in tutte le materie, nessun assenteismo alle lezioni e giacca e cravatta nei giorni delle partite. Richmond è una realtà scomoda. I ragazzi vanno male ed i professori non li aiutano. Il Coach, dopo tante vittorie, chiude la palestra perdendo a tavolino le partite rinchiudendo la squadra in biblioteca, assistiti dagli stessi professori. E' una storia vera. E' la storia di come tanti ragazzi senza futuro abbiano avuto la fortuna di incontrare questo uomo straordinario che gli ha permesso di andare al college attraverso ...

Faccia di Picasso 02/02/2015

Un film noioso e scialbo per un Ceccherini presuntuoso

Faccia di Picasso Massimo Ceccherini, comico toscano dalle mille bizzarrie, cerca di stupire la platea attraverso il film "Faccia di Picasso" facendo però registrare, almeno per quanto concerne la mia personalissima opinione, un flop clamoroso. Ceccherini è un bravo comico, nulla da dire. Forse, può risultare eccessivamente bizzarro in alcuni atteggiamenti che però fanno ormai parte del personaggio. Molti, affermano come sia impossibile cercare di limitarlo dato il suo carattere altamente infiammabile. Il film, di per sè, non tratta nessun argomento in particolare se non una ricerca di una sorta di documentario su alcuni passi della vita del citato attore. Non risulta essere un capolavoro, anzi. L'unico attore che riesce a strappare qualche sorriso è quel Marco Giallini sempre più bravo. Ceccherini è il solito Ceccherini. Insomma, il film non lascia nulla e per il Massimo toscano non è stata sicuramente una pellicola felice da ricordare. Reputo il contenuto abbastanza noioso e per alcuni versi anche scialbo. Ceccherini ha commesso un errore di presunzione.

Hunger Games (DVD) 02/02/2015

Un meccanismo diabolico, uno scontro totale di anime

Hunger Games (DVD) Inizialmente ho sottovalutato molto questa pellicola per poi rivalutarla in un secondo momento, nel quale, ho apprezzato in maniera significativa la ricostruzione pressochè perfetta del mondo inesistente che ci racconta l'intera vicenda. Un mondo suddiviso in tanti distretti, tutti diversi morfologicamente e finanziariamente. La classe dirigente, ricca ed arrogante, mantiene da anni un avvenimento ludico a cui i partecipanti vengono sorteggiati in base all'età: più un giovane è in la con gli anni e più crescono le sue possibilità di venir sorteggiato per partecipare agli "Hunger Games". Ogni distretto partecipa con due individui, un uomo ed una donna. Il gioco, sadico e mortale, prevede una lotta senza esclusione di colpi in un'arena creata da zero dove ognuno dei tributi (cosi vengono chiamati i sorteggiati poichè rappresentano il tributo del proprio distretto) dovrà pensare esclusivamente a se stesso e cercare di rimanere vivo. Solo uno di loro vincerà. Solamente uno di loro rimarrà vivo. Non racconto la trama nei dettagli per non rovinarvi la visione. Il film è molto avvincente e la ragazza di fuoco saprà far valere le sue doti da arciera. Vince il cuore, il sentimento, l'amicizia... la crudeltà umana viene sconfitta. ...

Il curioso caso di Benjamin Button (D. Fincher - USA 2008) 02/02/2015

Interessante e particolare: da vedere!

Il curioso caso di Benjamin Button (D. Fincher - USA 2008) Uno straordinario Brad Pitt, eclettico trasformista della hollywood cinematografica, stupisce ancora con una prestazione a dir poco maestosa nei panni di Benjamin Button. La pellicola narra l'esistenza di tale Benjamin Button, ragazzo che nasce con un problema assai serio: non invecchierà mai, anzi, ringiovanirà sino a morire nella culla. Il film tratta temi come la famiglia, l'amore e l'amicizia, rese impossibili da questa sua malattia ma non per questo tralasciate dal povero Benjamin. Nel cast, inoltre, compaiono anche la bravissima Tilda Swinton e la superba Cate Blanchette. Non voglio entrare nei particolari, lo dovete seguire con il vostro sguardo, lo dovete apprezzare per quello che riesce a comunicare: a me ha commosso e Brad, che a me personalmente non piace come attore, mi ha lasciato basito. Buona visione ...

L'appartamento spagnolo 26/11/2013

L'erasmus nella città di Gaudì: una commedia ilare e briosa

L'appartamento spagnolo Barcellona, terra di Gaudì e delle Ramblas, è lo sfondo ideale per una commedia leggera e simpatica che ha come tema principale quello dell'Erasmus, il viaggio dedito ad allargare le proprie conoscenze che le varie Università organizzano per i loro studenti in svariati periodi dell'anno. Xavier, giovane studente parigino, coglie al volo l'occasione per conoscere meglio un paese a lui vicino geograficamente ma diametralmente opposto per usi e costumi: la Spagna. Xavier è un ragazzo socievole, timido ed appassionato dei propri studi che non ci mette troppo tempo ad integrarsi nella calda e briosa atmosfera di Barcellona. Dopo alcune peripezie, il giovane Xavier trova l'appartamento adatto alle sue esigenze, dividendo lo stesso con ragazzi e ragazze della stessa età ma di paesi di diverse nazionalità. La fidanzata, Martine, soffre molto il distacco e i due finiscono per allontanarsi mentre la vita a Barcellona si movimenta sempre di più e Xavier inizia ad instaurare ottimi legami con tutti i coinquilini finendo anche per conoscere una donna sposata, più grande di lui e della quale si invaghirà. Film divertente e pieno di sorprese

Il Treno Per Il Darjeeling (Dvd) 25/11/2013

Un treno per una comicità da intenditori

Il Treno Per Il Darjeeling (Dvd) Un film particolare, con una comicità ai limiti del paradossale: Il treno per il Darjeeling rappresenta una bellissima storia di affetto e passione dove gli attori prescelti non fanno altro che esaltare i concetti che il film si propone di evidenziare. I fratelli Wilson, dove Owen è una spanna superiore a Luk, ed il bravissimo Adam Brody rappresentano tre fratelli che si ritrovano dopo la morte del padre su un treno per la sua commemorazione. Straordinario viaggio interiore, grande impatto emotivo, Inizialmente, la pellicola può apparire lenta e noiosa rendendo interrogativa la presenza di un cast cosi altisonante di attori. Se ben si osserva, è un film d'autore e la comicità che ne deriva è figlia dei "Tenebaum", altra commedia particolare con Ben Stiller ed i fratelli Wilson mattatori. Personalmente, conoscevo bene Owen Wilson e non sono stato tradito cosi come per quanto riguarda il fratello. Grande sorpresa invece, ha destato l'apparizione di Adam Brody: stupefacente performance per un attore straordinario

Cristiano Ronaldo 25/11/2013

Cristiano Ronaldo: semplicemente devastante

Cristiano Ronaldo Quando il mondo del calcio la finirà di creare finti dualismi, allora si che si potrà fare un vero salto in avanti nell'analisi del dorato mondo calcistico. Messi o Ronaldo ? Ronaldo o Messi ? Un dualismo che non ha ragione di esistere per diversi motivi: Messi è un centravanti atipico in grado di saltare l'uomo con una facilità impressionante e di segnare raffiche di gol in una squadra che ha in lui il perfetto terminale offensivo. Ronaldo, attaccante esterno del Real Madrid e prima del Manchester United, è invece dotato di una progressione incredibile e di una struttura fisica che lo rende praticamente devastante. Come Messi, segna valanghe di gol. A differenza di Messi, le ha segnate in due squadre e due campionati drasticamente diversi. Ronaldo è imprendibile, Ronaldo è semplicemente un fenomeno. La sua media gol è imbarazzante, cosi come lo sono i suoi numeri e le sue giocate. Semplicemente immarcabile negli spazi aperti, CR7 è in grado di punirti anche s calcio piazzato e su colpo di testa. CR7, d'altronde, è in grado anche di giocare come centravanti puro (nazionale lusitana), segnando gol sporchi. CR7 non sarà simpatico a molti ma mai come adesso merita un riconoscimento: il pallone d'oro.

Transit (Dvd) 24/11/2013

Un thriller con poca fantasia, deludente e noioso

Transit (Dvd) La Louisiana, terra di paludi ed alligatori fa da sfondo a questo thriller scialbo e irreale che in fondo non lascia granchè agli spettatori. La trama non convince e gli attori non spiccano. Personalmente, lo definirei un thriller fallimentare, per lunghi tratti noioso e senza appeal. Una normale famigliola americana, con i suoi problemi, decide di lasciare il Texas per un weekend all'insegna della tranquillità e chissà, magari della ricerca di qualcosa che possa indirizzare nuovamente le loro vite nella stessa direzione. Dall'altra, quattro criminali che hanno appena rapinato un portavalori e sono ricercati dalla polizia: come sempre, le storie si incroceranno. Pur di passare il posto di blocco, i quattro malviventi mettono il borsone con i soldi tra i bagagli dei quattro sventurati per poi dar vita ad un inseguimento sfrenato. La trama non decolla e i colpi di scena non esistono. Purtroppo, come spesso capita, il film inizia a mostrare lacune davvero difficili da colmare e la trama assume connotati imbarazzanti. In poche parole, una delusione incredibile.

La Ricerca della felicità (Dvd) 22/11/2013

La felicità si guadagna con la voglia di non mollare mai

La Ricerca della felicità (Dvd) Una pellicola di un sentimentalismo straziante, forse sottovalutata. Will Smith, lo scanzonato Willy del Principe di Bel-Air è ormai uno degli attori di punta della Hollywood che conta. In "La ricerca della felicità", film tratto dalla vera storia di Chris Gardner, Will Smith risulta essere pressochè perfetto, regalando alla platea emozioni uniche e strappando un applauso liberatorio al termine del film, talmente negativo e difficoltoso all'inizio per poi spiccare il meritato volo al termine dello stesso. Chris Gardner, ambizioso giovane dal fiuto per gli affari acquista, con tutti i propri risparmi, un'ingente quantità di scanner per rivenderli successivamente a prezzo maggiorato: nulla va come deve e la sua vita prende una direzione insapettata. La moglie, spaventata dalla crisi, decide di accettare un lavoro e lascia Chris ed il figlio al loro destino. Chris sgobba come un matto per prendersi cura del figlio e qualche volta riesce a vendere qualche scanner. I soldi scarseggiano, tanto più quando il governo paga le sue tasse direttamente dal suo conto. Chris perde tutto. Non ha più una stanza, una casa, un'entrata economica. Trova uno stage in una grossa finanziaria, sempre grazie al suo coraggio e alla sua volontà. Non viene pagato, ma continua ad arrangiarsi. Con il figlio dorme al bagno della stazione prima e ad un ritrovo per senzatetto per i giorni seguenti. Chris passa l'esame, verrà assunto... diverrà uno degli uomini più ricchi d'America. Solo applausi ...

Hooligans (2005) (Dvd) 21/11/2013

Gli Hooligans: un fenomeno che sta rovinando il calcio

Hooligans (2005) (Dvd) Un viaggio drammatico all'interno di una delle tifoserie più violente d'Inghilterra, quella degli Hammers, meglio conosciuti come West Ham United. L'Inghilterra, patria natia del calcio attuale, ha avuto negli anni precedenti la triste nomea di "culla degli hooligans", da intendersi come frange violente di pseudo tifosi alla continua ricerca di risse contro avversari battenti bandiera diversa dalla loro. In particolare, gli hooligans divennero famosi con la tragedia dell'Heysel, stadio belga che divenne suo malgrado i cimitero di una delle tragedie calcistiche più grandi proprio a causa di una frangia di facinorosi della Kop, la parte più estrema e violenta della tifoseria Reds, il Liverpool. In Hooligans, si narra della battaglia di due tifoseria cosi vicine geograficamente (Londra) da divenire negli anni le più acerrime nemiche: West Ham United e Millwall. Il film è violento, pieno di tensione e di scene drammatiche. Il Frodo del Signore degli Anelli, Eliah Wood, appare un pò piccolo e mingherlino per passare da hooligan ma nonostante ciò si cala benissimo nel personaggio. Il calcio è uno spettacolo, questa gente sta cercando di farlo diventare uno sport violento che allontana la gente dagli stadi. In Italia, ad oggi, stiamo peggio di loro... e questo è un altro indizio sullo stato di degrado del nostro paese ...

L'Uomo perfetto (Dvd) 21/11/2013

L'uomo perfetto in un contesto scialbo e irreale

L'Uomo perfetto (Dvd) Personalmente ho trovato questa pellicola abbastanza anonima, scialba e con situazioni ed intrecci molto improbabili nella vita reale. Il film, remake di una pellicola del 1972, pone al centro della scena 4 personaggi, tra cui spiccano Francesca Inaudi, Gabriella Pession e Riccardo Scamarcio. La Inaudi e la Pession sono migliori amiche da tempo e la Pession sta per sposare un uomo da sempre amato dalla Inaudi Pur di far saltare il matrimonio, la Inaudi ingaggia un attore disoccupato (Scamarcio) con lo scopo di far innamorare la Pession di lui e lasciarle il campo libero con il futuro marito dell'amica. Scamarcio verrà istruito, insultato ed osannato, finendo come spesso accade a far innamorare la persona sbagliata (la Inaudi stessa). Non possiamo parlare di un film che esalti il valore dell'amicizia nè quello dell'amore, poichè entrambi i sentimenti vengono calpestati a più riprese. L'ho trovato un film triste, che non lascia nulla di indelebile se non qualche gag comica di un sufficiente Scamarcio. Troppo fredda e inespressiva l'Inaudi, troppo marcata la Pession.

The Others (DVD) 21/11/2013

The Others, tra misteri e tristi verità

The Others (DVD) Una pellicola originale, avvolta da un mistero che verrà svelato solamente alla fine dopo non pochi colpi di scena. Un'attrice meravigliosa, oserei definirla divina: la splendida Nicole Kidman, protagonista indiscussa di questo film in grado di regalare suspence ed emozioni per gran parte del tempo e soprattutto in grado di stupire. La trama non è semplice da raccontare poichè svelerebbe tutti i misteri insiti nel film, motivo per cui mi esento dal descriverla cercando di rimanere più vago possibile per tutti coloro che desiderano prima o poi vedere questo spettacolare thriller - horror. L'ambientazione, tipica di quegli anni, rende il tutto ancora più misterioso e denso di fascino, cosi come la servitù, a tratti spaventosa. Non è un film tipicamente horror, anche se alcune scene di tensione ci sono eccome (seduta spiritica, la confessione della servitù, le tende che spariscono) che lo rendono vibrante ed intenso sino alle battute conclusive. Mi sento di consigliarne la visione, poichè una Kidman cosi è uno spettacolo ...

Last minute marocco (Dvd) 20/11/2013

Last minute Marocco: una commedia leggera e briosa

Last minute marocco (Dvd) Una pellicola leggera, divertente e per alcuni versi anche romantica. Il Marocco, splendida terra a pochi passi dall'Europa, viene scelta come meta di viaggio da 3 studenti romani in cerca di svago e divertimento tra i quali spicca un giovane rampante di nome Nicolas Vaporidis. Ovviamente, i tre ragazzi partono all'insaputa dei loro genitori e si danno appuntamento con il loro pusher abituale, ragazzo anch'esso, che torna con lo zio per andare a passare qualche giorno a casa dai suoi. Il film viaggia su un buon ritmo, soprattutto quando in scena entra il padre di uno di loro, magistralmente interpretato da Valerio Mastrandrea. La pellicola racconta diverse storie: tre amici che viaggiano all'insaputa dei genitori e, forse per la prima volta, scoprono lati del carattere che non credevano di avere. Altro argomento trattato è l'amore verso due donne del luogo, belle e misteriose, che faranno passare parecchi guai a Mastrandrea e ai 3 ragazzi. Sono rimasto piacevolmente soddisfatto da questo film e credo possa essere annoverato tra le più belle apparizioni di Mastrandrea. Per quanto concerne la Cucinotta, non un apparizione indelebile.

L'Allenatore nel pallone (Dvd) 19/11/2013

Oronzo Canà, un nome entrato nel gergo calcistico

L'Allenatore nel pallone (Dvd) Un film goliardico, a tratti travolgente, dedicato a tutti coloro che amano il mondo del calcio. Lino Banfi, autentico mattatore della pellicola, si dimostra come sempre impeccabile nei panni dell'improbabile Oronzo Canà, allenatore dai sistemi di gioco leggermente all'avanguardia e dotato di una carica umana fuori dal comune. Una pellicola intelligente, mai banale e assai divertente che affronta tutte le diverse sfaccettature del mondo calcistico: si parte con il calciomercato, uno dei momenti più importanti di ogni appassionato. Canà, con il suo Presidente furbacchione, impazza all'interno dell'hotel dedito alla compravendita dei giocatori attraverso trattative ingegnose e grottesche che indeboliranno la squadra in un mare di risate e incomprensioni. Il ritiro estivo poi, culminerà nel caos più totale facendo letteralmente sbellicare dalle risate la platea grazie ai pirotecnici moduli inventati dal folcloristico Oronzo. Tutto il film, viaggio in Brasile compreso, sono diretti magnificamente. Banfi è eccezionale, cosi come uno strepitoso Andrea Roncato. Durante il film non mancano momenti tipici del movimento calcistico italiano come corruzione e combine: il lieto fine, anche grazie ad un incorruttibile Canà, sarà ancora più bello

Magdalene (Dvd) 18/11/2013

Un capolavoro sui dogmi della religione

Magdalene (Dvd) Il nome stesso, Case della Maddelena, ha un significato religioso poichè riferito a Maria Maddalena, la prima peccatrice riconosciuta ufficialmente dalla chiesa ai tempi di Gesù Cristo (anche se qui, con tutta sincerità, bisognerebbe aprire una parentesi che porterebbe il discorso su altri binari). Irlanda, anni 60, e una religione che come diceva Karl Marx è l'oppio dei popoli la fanno da padroni in una denuncia spietata e cruda della realtà della terra di smeraldo di quegli anni. Ragazze di ogni genere, sbandate o semplicemente violentate, drogate o solamente innamorate, venivano spedite in questi luoghi per redimere le loro anime dalle famiglie stesse, desiderose solamente di proteggere l'onore della propria genia. Qui, le ragazze, soffrono continue violenze psicofisiche ne minano la stabilità mentale. Molte, invecchieranno e moriranno nella casa, altre fuggiranno ed altre ancora attenderanno qualcuno che le venga a salvare. Il film è una denuncia vera e propria verso strutture che per tanto tempo hanno distrutto la vita di povere ragazze colpevoli solamente di aver cercato di vivere opponendosi a dogmi assurdi. ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra