Condividi questa pagina su

arancione Status arancione (Livello 6/10)

frasummer

frasummer

Autori che si fidano di me: 66 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Il mio blog http://ricettineanticrisi.blogspot.it/

Opinioni scritte

dal 03/04/2009

87

Sex Education Show 14/05/2012

Educazione sessuale si, sesso per intrattenere no

Sex Education Show Ancora una volta sono qui a scrivere un'opinione su un programma in onda su Sky. Non posso davvero fare a meno di lodare questo servizio a pagamento che offre una vastissima gamma di scelta, sia in fatto di canali che di programmazione. Di sicuro è una spesa non indifferente per chi ha l'abbonamento mensile con tutti i pacchetti disponibili, ma per come la vedo io è l'unico modo di guardare la tv che valga la pena di essere pagato. E con questo mi fermo perchè non voglio polemizzare troppo, voglio invece parlarvi di questo programma unico nel suo genere, che per fortuna la rete FOXLIFE (canale 114) trasmette già da qualche tempo. SEX EDUCATION SHOW Lo dice il titolo: programma di educazione sessuale. Si si, avete capito bene, è proprio così. Ogni lunedì sera infatti, alle 22.45 in punto (su Sky sono piuttosto precisi in fatto di orari) inizia una nuova puntata piena di argomenti interessanti che riguardano tutti la sfera sessuale. La prima puntata del programma è andata in onda l'anno scorso e infatti in queste settimane stanno dando la seconda stagione. Devo dire che io ho visto tutti gli episodi perchè mi hanno incuriosita fin da subito, quando la rete mandava in onda la pubblicità, per cui so bene di cosa sto parlando. Lo show è strutturato su interviste e rubriche gestite dalla conduttrice, nonché autrice del programma, Giovanna Palmieri detta Nina. In ogni puntata affronta uno o più argomenti e le varie tematiche vengono approfondite con l'aiuto di alcuni esperti, ...

The Aviator (Dvd) 24/04/2012

Occhi che guardano al futuro

The Aviator  (Dvd) Sull'onda dell'entusiasmo provocato dalla visione al cinema del film Titanic, e del suo protagonista, in questi giorni ho rispolverato alcune pellicole interpretate da Leonardo Di Caprio che ho in dvd. Devo ammettere che anche se non è il mio attore preferito ho visto molti film che mi sono piaciuti interpretati da lui, da “Poeti dall'inferno” a “La maschera di ferro”, ma uno dei miei preferiti rimane “The aviator”. IL FILM Ricordo bene di aver visto questa pellicola al cinema quando uscì. Sebbene non sia mai stata un'appassionata della regia di Martin Scorzese, in quanto spesso troppo particolare e pesante, se non cruda e brutale, ho avuto modo di apprezzare questo suo lavoro, che al contrario mi è piaciuto davvero molto. La storia che ci viene presentata è quella di Howard Hughes, uno degli uomini più famosi e ricchi d'America nel periodo degli anni 30 e 40. Lo vediamo al principio poco più che ragazzino (o almeno così sembra) mentre è intento a girare a sua volta un lungometraggio con un'ambientazione decisamente nuova: il cielo. Già, perchè il giovane Howard è affascinato dalla grande distesa blu che in quegli anni era ancora tutta da scoprire. Nel suo film “Hell's angels” (Gli angeli dell'inferno), decide di utilizzare per le scene di combattimento aereo dei veri aeroplani e non dei modellini, rendendo la produzione della pellicola unica ed estremamente costosa. Dopo aver girato una prima volta le immagini però, si rese conto che ciò che lassù in cielo accadeva con ...

Titanic 3D 17/04/2012

Quando un film vale il prezzo del biglietto

Titanic 3D Avevo intenzione di scrivere un'opinione su questo film anche prima di sapere che fosse il prodotto della settimana. Solitamente infatti mi astengo dal recensire prodotti in concorso, ma dato che sabato sera sono andata al cinema a vederlo, sento le mani che fremono e non riesco a trattenere la voglia di scrivere! IL TITANIC: LA TRAGEDIA Andiamo con ordine e partiamo da ciò che realmente accadde nell'aprile del 1912. In un'epoca in cui si viaggiava ancora per lo più in nave e nella quale la corsa ai primati di grandezza dei transatlantici era in fase di sviluppo, la White Star Line era una delle due società in gara. Pochi anni prima la sua concorrente, la Cunard Line aveva varato due piroscafi imponenti: il Lusitania e il Mauretania e per tutta risposta i dirigenti della White Star Line iniziarono i lavori di realizzazione su alcune grandi navi destinate ad avere due destini completamente diversi: la Olympic e il Titanic. Successivamente venne poi realizzato anche il Britannic. Non so per quale motivo ci fosse la moda della desinenza “ic” per cui tutte le navi della White Star Line terminavano così: Olympic, Britannic e Titanic. Inizialmente infatti il nome scelto era Titan (gigante) e solo in seguito venne trasformato in Titanic. La Olympic venne varata per prima e viaggiò più volte attraversando l'oceano per moltissimi anni, mentre come tutti sappiamo il Titanic non terminò mai il suo viaggio inaugurale. I dirigenti della White Star Line e gli ingegneri navali che ...

Il mio amico Michael (Frank Cascio) 14/03/2012

Verità e presunzione

Il mio amico Michael (Frank Cascio) E' passato un po' di tempo dall'ultima volta che ho scritto un'opinione su questo sito. La ragione principale è stato un periodo personale piuttosto difficile, ma devo anche riconoscere che trascorrere ore sul computer a scrivere i miei pensieri per poi ricevere una manciata di voti (ma proprio una manciata) e un riconoscimento economico sempre minore, non mi davano più così tanta soddisfazione. Più che la bravura a volte viene premiata la popolarità di un utente e per questo mi ero un po' stufata, soprattutto dopo alcuni cambiamenti attuati all'interno del sito. Ultimamente però mi è capitato di leggere un libro che mi ha colpito molto e che riguarda un argomento che mi sta molto a cuore e la prima cosa che ho pensato è stata quella di scrivere un'opinione su ciao per far conoscere il mio punto di vista. Perciò eccomi qua. Come avrete capito il libro in questione si chiama “ Il mio amico Michael” e il Michael in oggetto, altri non è che Michael Jackson. Immagino che alcuni penseranno che avrei potuto continuare il mio silenzio a questo punto, ma c'è troppo da dire su questo libro per lasciarmi sfuggire un'occasione così ghiotta! Avverto quindi i lettori che stanno per dedicare i prossimi 5 o 10 minuti alla lettura di questa opinione, che se non sono interessati al soggetto o addirittura ne sono ostili, conviene loro passare oltre. Si lo so, si è parlato tanto di Michael Jackson in passato e io sono la prima ad aver scritto fiumi di parole su questo sito recensendo molti ...

Groupie (Johnny Byrne, Jenny Fabian) 01/12/2011

C'erano una volta le groupie..

Groupie (Johnny Byrne, Jenny Fabian) Se qualcuno di voi ha già letto altre mie opinioni, sa già che il periodo storico che va dagli anni 60 agli anni 70 mi affascina parecchio e spesso le mie scelte musicali vertono proprio in quella direzione. Oltre al tipo di musica caratteristico degli anni della contestazione, dei figli dei fiori e del mondo psicadelico, mi sento molto incuriosita anche dal contesto storico, a mio parere così lontano e completamente diverso dai giorni nostri. Non so spiegare bene il motivo, per molti versi quando ci si riferisce a quegli anni ci sono molti aspetti negativi che dovrebbero risaltare tanto basta a farmi cambiare idea, ma non è così. Non sono una persona che ama le droghe o il sesso libero, anzi sono piuttosto rigorosa e quadrata ora che sono adulta e ho una famiglia tutta mia, eppure c'è sempre una parte di me che si identifica in una ragazza di 20 anni appassionata di musica, di poesia, vestita con pantaloni a zampa di elefante e con i capelli lunghissimi che vive di ideali e si ribella al conformismo. Nella maggior parte degli elementi più conosciuti degli anni 60/70, come la musica, i costumi o la storia americana ed europea mi sento abbastanza ferrata, ma c'è sempre stato un argomento che mi incuriosiva, di cui non sapevo abbastanza e che volevo approfondire: le groupie. Ogni volta che guardo un concerto dei Doors o che vedo filmati dell'epoca, magari dietro le quinte non posso che pensare a queste ragazze e chiedermi chi fossero e cosa facessero. Avevo avuto una vaga ...

The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte I (B. Condon - USA 2011) 20/11/2011

Finalmente sposi!

The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte I (B. Condon - USA 2011) Mercoledì 16 novembre è uscito al cinema il quarto film della saga di Twilight: Breaking Dawn parte 1. Era da un anno esatto che noi fan stavamo aspettando che la pellicola arrivasse nelle sale italiane e dopo tanta attesa finalmente siamo stati ripagati. Ovviamente per chi aveva già letto i libri come me, non c'è stata la sorpresa di scoprire la trama, ma devo dire che l'emozione di vedere sullo schermo quello che tanto ci era piaciuto nelle pagine del libro, è stata davvero grande. Parlo al plurale perchè credo che tutto sommato questo film sia piaciuto a tutti i fan della saga, o almeno a quelli con cui ho parlato io. Dall'altra parte invece ci sono fidanzati e mariti, genitori e amici che sono stati costretti ad accompagnare le rispettive fidanzate e mogli, figlie e amiche e che di conseguenza hanno dovuto subire la scelta di un film che probabilmente non avrebbero mai visto altrimenti. Lo so, solo chi si è appassionato alla storia di Edward e Bella può apprezzare questo film e capisco che per gli altri dev'essere stato poco piacevole andare al cinema, ma essendo io dalla parte dei fan, non posso che parlare bene di questa pellicola. TWILIGHT, NEW MOON ED ECLIPSE Dunque, come in tutte le saghe che si rispettino, per capire questo quarto film è necessario avere visto gli altri tre, o almeno sapere di che cosa parlano. Innanzitutto bisogna specificare che si tratta di un genere fantasy, anche se solo per certi aspetti. Non ci sono elfi o gnomi, non ci sono creature ...

Come ti prepari ad accogliere il Natale? 11/11/2011

I'm dreaming of a White Christmas..

Come ti prepari ad accogliere il Natale? IL SIGNIFICATO DEL NATALE Come ci si prepara al Natale? Innanzitutto bisognerebbe chiedersi che cosa significa il Natale per ognuno di noi. Credo che sia un argomento molto soggettivo e che in base alla storia personale di ciascuno, si riesca a vivere in maniera diversa. Ci sono persone che non hanno dentro il senso di questa festa, persone che si deprimono quando arriva il periodo natalizio, persone che invece si accendono, che improvvisamente vedono tutto sotto una luce diversa. Io ho sempre amato molto il Natale, l'ho sempre sentito nel cuore e ogni anno in questo periodo comincio il mio percorso per arrivare al 25 dicembre come desidero, come spero almeno: preparata. Ma cosa significa? Beh, come dicevo prima dipende molto dal proprio carattere credo, da come si è vissuto in passato questa festa e sicuramente anche dalla religione. Io sono cattolica e in quanto tale so che il primo vero significato del Natale è festeggiare la nascita di Gesù, almeno simbolicamente. Sappiamo tutti che la data 25 dicembre è una convenzione decisa dalla chiesa, che non era esattamente quello il giorno in cui Gesù venne al mondo, ma a chi importa? E' stata stabilita una giornata in cui celebrare la Sua nascita e da cristiana lo accetto di buon grado. Che poi il 25 dicembre abbia radici in altre religioni pagane, come si è più volte detto e che sia servita per unificare la chiesa cattolica in passato, beh a me non crea nessun problema. Il significato religioso di questa festa è molto ...

Canto d'amore all'Harvest Moon (K. C. Mckinnon) 01/11/2011

Tutti abbiamo diritto ad una seconda possibilità

Canto d'amore all'Harvest Moon (K. C. Mckinnon) Mai e sottolineo mai nella mia vita mi è capitato di prendere un libro in mano e seguire un innato istinto che mi spingesse a comprarlo a scatola chiusa. Leggere è un piacere e personalmente trovo che sia una passione molto soggettiva e delicata, molto personale. Non mi faccio mai neanche regalare libri a caso perchè secondo me un romanzo va sentito, va vissuto già dal momento in cui lo si prende in mano per la prima volta. Tuttavia l'altro giorno ero in uno di quei mercatini dell'usato che tanto adoro, dove si trovano libri in vecchie edizioni a poco prezzo, magari occasioni irripetibili, volumi a volte in ottime condizioni ad una cifra irrisoria. Stavo scorrendo i titoli quando un piccolo libro ha attirato la mia attenzione, un po' per la copertina e un po' per il titolo. Se ne stava li tutto solo, in uno stato quasi perfetto e qualcosa mi ha detto che dovevo prenderlo in mano e leggerne la trama. Canto d'amore all'Harvest Moon, edizione Frassinelli, vale a dire la stessa collana dei romanzi di Nicholas Sparks, che parlano d'amore. Esattamente quello che sembrava promettere questo libro. Quando ho girato il volume e ho letto il prezzo non ho potuto lasciarlo lì: 0,75 centesimi per un romanzo sono a dir poco ridicoli. CANTO D'AMORE ALL'HARVEST MOON Già dalla lettura del primo capitolo mi sono resa conto che il libro era esattamente quello che mi aspettavo: una storia d'amore dolce e romantica, scritta in modo semplice e accattivante. Inutile dire che nel giro di un ...

Festa di Halloween. Raccontaci le sue origini e come viene celebrata nel tuo Paese 21/10/2011

BUON HALLOWEEN A TUTTI!!

Festa di Halloween. Raccontaci le sue origini e come viene celebrata nel tuo Paese Da che ho memoria Halloween è sempre stata una festa che mi ha affascinato. Un po' perchè si celebra in autunno, la mia stagione preferita, un po' perchè è una festa originale e diversa dalle altre e un po' perchè risveglia in me la mia parte oscura e macabra. Con il passare degli anni anche in Italia sono molti i locali dove si organizzano feste a tema in maschera, con travestimenti dei più spaventosi per grandi e piccini. Nelle vetrine dei negozi ultimamente si vedono spesso scheletri o zucche intagliate, magari qualche ragnatela finta e un paio di pipistrelli a fare da contorno. Più passa il tempo e più mi rendo conto che questa festa sta prendendo piede anche nel nostro paese, pur avendo origini pagane ed essendo chiaramente contestata dalla chiesa cattolica . Forse è per questo che in Italia ci è voluto più tempo per accogliere questa usanza, soprattutto perchè viene spesso sovrapposta alla più sentita festa di Ognissanti che come tutti sappiamo cade il primo novembre. HALLOWEEN – LE ORIGINI Tanto per cominciare bisogna ricordare che una particolarità di questa festa è che la si celebra al calar del sole! La notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre infatti è la notte di Halloween, dove chi decide di celebrarla si maschera da fantasma o da scheletro o da qualunque cosa sia oscura e malvagia, spaventosa e macabra, ma perchè? Ve lo siete mai chiesti? Le sue origini sono molto antiche, risalgono al periodo in cui molti paesi d'Europa erano sotto il dominio dei ...

E.r. - medici in prima linea - Stagione 04 (Dvd) 20/10/2011

Una serie indimenticabile che ha fatto storia

E.r. - medici in prima linea - Stagione 04 (Dvd) Da qualche tempo a questa parte ho sviluppato una grande passione per un nuovo telefilm, che in realtà nuovo non è affatto. Ovviamente ne avevo sentito parlare ma avevo visto solo qualche puntata qua e là, senza seguire realmente le storie dei protagonisti e senza iniziare a provare un vero interesse per le loro vicende. Siccome su Sky in questi mesi stanno dando le prime stagioni di E.R Medici in prima linea, e dato che ne danno solo due puntate alla settimana, ho deciso di accelerare i tempi e mi sono comprata alcuni cofanetti delle stagioni successive. Al momento ho appena finito la numero 4 e visto che finora è quella che mi è piaciuta di più, ho pensato di scriverci su un'opinione. LA SERIE TELEVISIVA PIU' LONGEVA DELLA TV Non ne sono sicura al cento per cento ma credo davvero che sia la serie tv più lunga che sia mai stata realizzata. Con le sue 15 stagioni è riuscita ad appassionare milioni di telespettatori in tutto il mondo e ovviamente qui in Italia abbiamo dovuto aspettare un pò per vedere le puntate più recenti, ma Rai Due le ha sempre trasmesse, dalla prima all'ultima, che io sappia. Giusto per correttezza nei confronti di chi legge faccio una breve presentazione della serie, anche se sono sicura che tutti ne abbiano sentito parlare. Oltretutto guardando le prime puntate mi sono accorta che moltissimi attori diventati poi famosi, hanno fatto qualche parte, grande o piccola che sia, in questo telefilm. “E.R. Medici in prima linea” è un prodotto ...

L'azteco (Gary Jennings) 07/10/2011

Mixtli ci racconta la storia del suo popolo

L'azteco (Gary Jennings) Questo libro mi è stato consigliato da qualcuno che mi conosce bene, che sa quali sono i miei gusti e conosce il tipo di lettura che mi interessa. Ricordo vividamente che il volume era nella libreria a casa dei miei genitori quando ero piccola e quando lo vedevo in mano a mio padre mentre lo leggeva, mi chiedevo come potesse trovare affascinante un libro di quasi mille pagine che parlasse di un popolo che ora non esiste più. Ebbene, circa vent'anni dopo, anch'io ho deciso di affrontare questo romanzo, armata però della curiosità storica e dell'esperienza di anni e anni di letture per così dire “fuori dal comune”. Sebbene in vita mia abbia letto un po' di tutto, dai romanzi d'amore ai thriller, dai classici alle biografie, ritengo che il libro di cui voglio parlarvi oggi rimanga uno dei più singolari e dei più difficili che abbia mai scelto. Bello sicuramente, ma difficile. L'AZTECO Tanto per cominciare è raro da trovare, almeno l'edizione che cercavo io, quella con copertina rigida e sovracoperta. Dato che si tratta di un libro corposo ho preferito questa versione perchè i caratteri sono più grandi dell'edizione economica a copertina morbida e trovo anche che così sia più maneggevole. L'ho trovato online su ebay, ma nelle librerie o anche nei mercatini di libri usati, dove a volte si trovano vecchie edizioni, è quasi impossibile da scovare. Ovviamente questo comporta il fatto che si tratti di un volume datato, in questo caso del 1981, quindi con pagine ingiallite ...

Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd) 12/09/2011

Semplicemente un capolavoro

Il Discorso Del Re (LTD Oscar Edition) (Dvd) Tra i miei attori preferiti c'è sicuramente Colin Firth. Dopo averlo visto in gradevoli ma poco pretenziose pellicole come “Love actually” o “Il diario di Bridget Jones” o magari in ruoli minori come nel caso di “Shakespeare in love”, non vedevo l'ora di poterlo ammirare alle prese con un film degno delle sue qualità, qualcosa che ne mettesse in mostra il talento, che gli rendesse giustizia. Ricordo che vidi il trailer de “Il discorso del re” una sera al cinema per caso e subito pensai “Questo lo devo vedere assolutamente” e così feci. Qualche tempo dopo, una volta uscito il dvd, decisi di comprarlo, tanto mi era piaciuto. IL DISCORSO DEL RE Parto dal presupposto che a me piacciono i film storici, in costume e che permettono agli spettatori di imparare qualcosa di vero, che non li fuorviano con false sceneggiature lontane dalla realtà. Se poi si tratta di vicende abbastanza vicine ai nostri tempi, facilmente confrontabili con i fatti, allora credo siano ancora più validi. Ovviamente anche la storia di questo film è basata su vicende reali e, da quanto sembra, pare che la pellicola sia molto fedele a ciò che è effettivamente accaduto. Ci troviamo all'inizio del secolo scorso, più precisamente nel 1925, quando allo stadio Wembley di Londra il Duca di York deve pronunciare un discorso, una di quelle occasioni che lo turbano e lo imbarazzano profondamente. Il Principe Albert infatti soffre di un grave difetto linguistico che lo porta a balbettare soprattutto quando ...

Bat Out of Hell - Meat Loaf 31/08/2011

Un ciclone chiamato Meat Loaf

Bat Out of Hell - Meat Loaf Non so se è una cosa comune a tutti o se capita solo a me ma da quando ero ragazzina e ho iniziato ad ascoltare la musica giorno e notte, quasi diventandone dipendente, sono sempre stata vittima di periodi in cui ascolto solo un artista e periodi in cui ne ascolto solo un altro. Non so esattamente il perchè, mi capita e basta. Può durare solo qualche settimana o alcuni anni, il punto è che in quel lasso di tempo non riesco ad ascoltare altro, neppure la radio. Sarà che ho sempre identificato il mio stato d'animo in ciò che ascolto, che scelgo cosa mettere nel lettore cd in base al mio umore, a ciò di cui ho bisogno, fatto sta che per chi mi vive accanto a volte è difficile, lo ammetto. :) Beh insomma, tutto questo per spiegare come mai oggi ho deciso di parlare di questo cd che recentemente si è consumato nel mio stereo a forza di andare. Senza una particolare ragione, una sera stavo navigando sul sito di youtube e per caso mi è capitato di ascoltare una canzone di questo cantante e, neanche si trattasse di un cestino di ciliege, una ha tirato l'altra, così il periodo Meat Loaf è iniziato. C'è da dire che conoscevo già questo artista dai tempi della mia adolescenza, quindi non è stata una vera e propria scoperta, tuttavia avevo acquistato solo un paio di cd risalenti a parecchi anni prima e in ogni caso non avevo mai ascoltato nulla estratto dal suo secondo album. MEAT LOAF – DISCOGRAFIA E PERSONAGGIO Ma chi è esattamente questo cantante che per nome d'arte si è ...

Un cappello pieno di ciliege (Oriana Fallaci) 12/08/2011

Sottotitolo - Una saga -

Un cappello pieno di ciliege (Oriana Fallaci) Sotto l'ombrellone anche quest'anno mi sono portata la mia classica scorta di libri da scegliere. Amo scendere in spiaggia subito dopo mangiato e sdraiarmi sulla sdraio approfittando della quiete del dopo pranzo, sfogliando un buon libro e gustandomi il silenzio. In valigia ne avevo 4 o 5 e dopo averne già bevuti un paio, finalmente mi sono decisa e ho preso in mano “Un cappello pieno di ciliege” di Oriana Fallaci. Purtroppo è uno degli ultimi libri che mi restavano da leggere di questa incredibile autrice, che ho scoperto circa un anno fa e che ogni volta riesce a sorprendermi. Lo tenevo da parte quasi come se avesse un peso maggiore, una responsabilità più profonda e dato anche il suo spessore fisico (il volume è piuttosto corposo), ero forse un po' intimorita dalla sua mole. Mi è bastato leggere le prime righe non solo per ricredermi in quanto la scrittura è scorrevole e appassionante come ogni sua opera, ma per chiedermi come mai non mi fossi decisa prima. Nel giro di qualche pagina sono subito stata risucchiata dalla saga della famiglia della scrittrice, che proprio in questo contesto ci rivela gli inizi e le radici della sua famiglia. UN CAPPELLO PIENO DI CILIEGE – LE ORIGINI Si lo so, dal titolo non si capisce affatto di cosa tratta, ma il lettore incuriosito da tale volume non deve scoraggiarsi perchè durante la prima parte viene spiegato il mistero e tutta la storia si fa più comprensibile. Le origini della pubblicazione di questo libro sono purtroppo ...

When you're strange. A film about The Doors. DVD. Con libro (Tom DiCillo) 13/07/2011

Una perla rara tanto quanto i Doors

When you're strange. A film about The Doors. DVD. Con libro (Tom DiCillo) Qualche mese fa avevo letto su internet di questo film, uscito in Europa e negli Stati Uniti al cinema ma purtroppo mai arrivato nelle sale italiane. Essendo io una grandissima fan dei Doors, anzi in realtà di Jim Morrison, non mi sono lasciata sfuggire l'occasione e ho cercato in tutti i modi di vedere questa pellicola. Fino all'ultimo momento ho sperato che la data di uscita fosse posticipata, che anche solo per qualche settimana fosse possibile vederlo nel grande schermo ma purtroppo sono stata delusa. Evidentemente in Italia la distribuzione non è arrivata o forse i fan dei Doors non sono poi così numerosi da riempire le sale cinematografiche. Insomma, morale della favola ero riuscita a vederlo solo in bassa qualità e in lingua originale e purtroppo per me lo avevo amato fin da subito. Ero rassegnata a non potermelo gustare in alta qualità, a doverlo catalogare come pellicola “in stile bootleg”, in attesa che uscisse qualcosa di altrettanto affascinante anche sul mercato italiano. Poi domenica 3 luglio, in occasione del 40° anniversario della morte di Jim, MTV Classic (Canale 705 di Sky) ha dato una serie di speciali sulla band e tra uno spot pubblicitario e l'altro ho notato l'uscita del dvd del film di Oliver Stone “The Doors”, in versione completamente nuova. Mi è bastato fare una piccola ricerca su internet per rendermi conto che oltre a quella iniziativa, anche il film che tanto avevo amato, era uscito da qualche giorno in versione dvd. Il giorno dopo sono ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra