Condividi questa pagina su

oro Status oro (Livello 9/10)

gategate

gategate

Autori che si fidano di me: 1028 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Fake, molestatori e imbroglioni: non dobbiamo subire, ma segnalare.

Opinioni scritte

dal 20/07/2004

586

Asterix e la Corsa d'Italia (Jean-Yves Ferri, Didier Conrad) 17/11/2017

Cosa non si farebbe per dimostrare che le buche non esistono!

Asterix e la Corsa d'Italia (Jean-Yves Ferri, Didier Conrad) E’ un appuntamento, ormai. Ogni due anni torna il Gallo più famoso del mondo, Asterix! Il 28 ottobre 2017, nella mia fumetteria (no, non la possiedo, ma sono di casa, frequentandola almeno una volta a settimana) è apparsa la nuova avventura inedita, intitolata Asterix e la corsa d’Italia. Il giorno stesso, l’albo è diventato mio, per sempre, come suole affermare la pubblicità. L’ho comperato e non lo regalo di sicuro. Forse lo presterò, ma solo a persone particolarmente fidate. :-) Pronti a correre insieme ad Asterix? In verità, gli albi del Gallo vanno gustati, letti lentamente, visto che non ne esce uno nuovo ogni mese. Mettiamoci comodi, allora, per assaporare, con calma, ogni vignetta. :-) Da Modicia a Neapolis (passando da Roma) A Roma, in Senato, Lactus Bifidus riceve una grave accusa: quella di aver utilizzato i fondi pubblici per organizzare le sue orge, invece di riparare le strade di Roma. Che sono piene di buche e pericolose per i carri che le percorrono. Bifidus è il responsabile della viabilità e respinge, gridando sdegnato, l’accusa. Annuncia che sarà organizzata una corsa di carri che attraverserà la penisola, aperta a chiunque. In questo modo, si dimostrerà che le strade sono in ottime condizioni. Tornato a casa, rinviata l’orgia serale (!), Bifidus trova un inatteso visitatore: nientemeno che Giulio Cesare. Cesare si complimenta per l’idea della corsa, ma pone una condizione: il vincitore dovrà essere un romano. In caso contrario, Bifidus finirà ...

Hotel Capital, Rovigo 03/11/2017

Si torna a Rovigo... con Berry!

Hotel Capital, Rovigo Anche nel 2017, io e Berry, il mio (super) miciotto, ci siamo recati a Rovigo. Questa volta in un periodo migliore (non più novembre, ma fine settembre) e in un Hotel a quattro stelle: l’ Hotel Capital. Grandi cambiamenti, quindi. Com’è andata? Leggendo, lo scoprirete. :-) La scelta Cerco sempre di prenotare con largo anticipo. Questa volta ho fissato la camera cinque mesi prima. :-P Perché? Beh, preferisco non rischiare di non trovare posto. E poi c’è un sito comodissimo (book..g.com), che permette di cancellare la prenotazione, senza versare o perdere acconti e, spesso, senza alcuna penale, fino a pochi giorni prima dell’arrivo. Il sito è così comodo e completo che mi sono dimenticato di dare un’occhiata al sito dell’Hotel. :-D L’Hotel Capital, purtroppo, non si trova vicino al centro di Rovigo (dista 2 km circa). Per me era l’ideale, però, perché è in Viale Porta Adige 45, a pochi passi dall’Area Fieristica di Rovigo. Se non si possiede un’automobile o non si utilizzano mezzi pubblici e taxi, raggiungere il centro a piedi non è il massimo: Viale Porta Adige è una strada trafficata e diritta, con tratti privi di marciapiedi, percorrerla (soprattutto di notte) può essere pericoloso. Tanto che ho dovuto rinunciare alla visita a un ristorante del centro, nel quale l’anno scorso mi ero trovato molto bene. Sigh! Fatto insolito: l’Hotel non dispone di camere singole. Ho scelto, dunque, una Camera King Superior - Uso singolo. Questo fatto ha fatto decisamente lievitare il ...

I Puffi: Viaggio nella Foresta Segreta (Dvd) 17/10/2017

Tenetevi forte, arrivano le Puffe! E sono tante!

I Puffi: Viaggio nella Foresta Segreta (Dvd) Puffi, Puffi e ancora Puffi! Il successo degli ometti azzurri non accenna a diminuire, per la gioia di chi ha la possibilità di guadagnare grazie a loro (sì, sono leggermente invidioso :-P). Li abbiamo incontrati nei cartoni animati tradizionali e nei film con attori in carne ed ossa. Non è finita: nel 2017, sbarazzatisi dei colleghi umani, i Puffi si sono presentati con un film interamente realizzato con le tecniche dell’animazione digitale. Il titolo originale del film è “Smurfs: The lost village”. Per l’Italia è diventato I Puffi: Viaggio nella foresta segreta. Le parole “villaggio perduto” suonavano male? Chissà… Comunque sia, si parte per la foresta. Ma, per godersi il film, non sono necessari scarpe o abiti particolari. Pigiama, pantofole e poltrona: ho tutto ciò che mi serve. :-D Le imprese di Puffetta & Co. In un luogo segreto, nel folto della foresta, vivono i Puffi. Tutti maschi, tranne Puffetta, creata dalla magia nera del perfido Gargamella, e successivamente salvata e trasformata dalla magia del Grande Puffo, il capo del villaggio. Chi o cosa è, allora, Puffetta? Se lo chiede anche la diretta interessata. Gargamella, in compagnia del suo gatto Birba, ha creato delle blocca-sfere, che congelano chi viene colpito. Deve catturare i Puffi, l’ingrediente magico più potente del mondo! Avvistato un piccolo gruppo di ometti azzurri, Gargamella invia la sua “aquila” (in realtà un avvoltoio sciocco) Monty, per catturarli. I Puffi stanno giocando e Puffetta è ...

Museo del Vajont, Longarone (BL) 02/10/2017

"Non si può soltanto piangere, è tempo d'imparare qualcosa".

Museo del Vajont, Longarone (BL) Come forse ricorderete, a fine agosto 2017 io e Berry (il mio miciotto) siamo stati a Longarone, paese in provincia di Belluno. In una precedente opinione, ho parlato dell’Hotel, nel quale abbiamo soggiornato: in quella sede, ho fornito indicazioni per raggiungere il paese e non le riproporrò adesso. Ora intendo parlare del Museo di Longarone, dedicato alla tragedia del 1963, che si portò via quasi duemila anime. Il numero è impressionante. Errori umani hanno distrutto per sempre tutte quelle persone, alle quali si aggiungono i poveri bambini che sarebbero nati di lì a breve e che non hanno mai potuto emettere il primo vagito. Le mie giornate a Longarone sono state abbastanza impegnative. E il Museo ha orari ridotti. Arrivati nel primo pomeriggio, il primo giorno, ottenuta la stanza e fatto accomodare Berry, mi sono fiondato lì. Dove, quando, quanto Il Museo Longarone Vajont Attimi di storia si trova facilmente, il paese non è una metropoli. Si prenda, come riferimento, Via Roma. La via presenta un bivio, in prossimità di un panificio e di una banca. E’ in leggera discesa, se non ricordo male. Percorrendo pochi metri, si trova piazza Gonzaga, con alcune macchine parcheggiate. E laggiù, ben visibile, il “mostro”, la famigerata diga “responsabile” del disastro. Nella piazza è stato posto un monumento, che ricorda le vittime della Prima Guerra Mondiale, con la statua in bronzo della Vittoria. Non fu risparmiato dalla tragedia, ma lo rimisero in piedi. La ...

La Bella e la Bestia - Live Action (Dvd) 19/09/2017

Stai con me!

La Bella e la Bestia - Live Action (Dvd) La Walt Disney ha scoperto, da qualche tempo, un filone d’oro. Non era nemmeno difficile trovarlo… I “vecchi” film a cartoni animati offrono lo spunto per nuove versioni, con attori in carne ed ossa. Gli spettatori di tutto il mondo hanno sempre sognato di trasformarsi in alcuni dei protagonisti dei loro film preferiti. Il sogno è diventato realtà, anche grazie ai prodigi della Computer Grafica, che rende possibile l’impossibile. Il film d’animazione La Bella e la Bestia, nel 1991, incantò il pubblico in ogni dove. Nel 2017 è stato riproposto, nella versione con attori veri. Un tipo come il sottoscritto, ammaliato da “Maleficent” ed estimatore delle produzioni Disney, avrebbe potuto perdersi il dvd? La risposta è la presente opinione, che state leggendo... :-D La copertina promette benissimo: propone una delle scene clou del film, il romantico ballo nel salone. E non capisco se si tratti di un disegno o di una fotografia. Belle, nel castello incantato In una notte di tempesta, una mendicante ( Hattie Morahan ) chiese ospitalità a un Principe ( Dan Stevens ). In cambio, offrì soltanto una rosa. Il Principe, egoista e maleducato, “impegnato” con una festa, senza pensarci un attimo, la cacciò. Troppo tardi. La mendicante rivelò la sua vera identità: si trattava di una splendida e potentissima maga. A nulla valsero le suppliche di perdono. Il Principe fu trasformato in un’orribile Bestia e la maga punì anche tutti gli abitanti del castello, avvolto da un incantesimo. ...

Albergo De Marco, Longarone 06/09/2017

Io e Berry, in quel di Longarone

Albergo De Marco, Longarone Si parte: insieme a Berry, compagno di viaggio ideale. Lo porti ovunque, disturba poco, passa la maggior parte del tempo sonnecchiando… Sì, è il mio miciotto: ve lo presento, nel caso ancora qualcuno non lo conoscesse. :-P Dove siamo andati questa volta? E’ presto detto… Verso Longarone Longarone non vi dice nulla? E’ un paese della provincia di Belluno, che conta poco più di 5.000 abitanti. E’ la “città del gelato”, così si legge sul cartello posto alle porte di Longarone. Purtroppo, però, è famosa soprattutto per una tragedia: il disastro del Vajont, avvenuto nel 1963. Quasi 2.000 morti, dei quali circa 1.400 si trovavano a Longarone. Molti dei morti non sono mai stati ritrovati, smembrati, trascinati chissà dove; molti dei poveri corpi non hanno mai avuto nome, irriconoscibili. Era doveroso rivolgere un pensiero commosso a tante vittime innocenti di errori e negligenze umani. La diga è ancora là, inutilizzata e visibile da molti punti di Longarone. Una sorta di monumento che costringe a non dimenticare. Raggiungere Longarone non è semplice. Ho tentato di utilizzare il treno, ma avrei impiegato un sacco di tempo (oltre a dover cambiare almeno tre treni). Non restava che la macchina, dotata di navigatore satellitare. Il problema è che l’aggiornamento delle mappe risale al 2012 e qualcosa, nel frattempo, è cambiato. I cartelli stradali con la scritta “Longarone” iniziano ad apparire solo in prossimità del paese. Lo smartphone non riusciva a mantenere una ...

Sing (Dvd) 22/08/2017

L'ultimo show?

Sing (Dvd) Galeotto fu il… dvd! Lo spot di questo film, infatti, era inserito tra gli Extra del disco di un altro film (“Pets - Vita da animali”, se non vado errato). I miciotti Cody e Berry, è risaputo, hanno un debole per i film d’animazione nei quali recitano animali: ho ceduto, quindi, alle loro richieste, proposte con acuti che hanno fatto vibrare i vetri. :-D Scherzi a parte, “Sing” è stato realizzato dalla stessa casa di produzione, la Illumination Entertaiment, che aveva già prodotto, oltre a Pets, il celeberrimo “Cattivissimo me”. Credo che la sua firma sia una garanzia di qualità. Ho acquistato Sing a occhi chiusi (in senso metaforico: se chiudessi gli occhi, non vedrei ciò che sto acquistando, ovviamente :-D). Il film inizia. Spero lo “guarderete” in mia compagnia! :-) Un nuovo show… sarà l’ultimo? Il koala Buster Moon ama il mondo del teatro fin dall’età di sei anni, quando ammirò il primo spettacolo. Cresciuto, realizzò il suo sogno di entrare in quell’ambiente, diventando impresario teatrale. Gli affari, però, non vanno bene. Buster deve sfuggire ai creditori, uscendo dall’ufficio attraverso un buco praticato in una parete. In città, c’è chi ama la musica. Il gorilla Johnny canticchia una canzone, mentre fa il palo per una rapina (!). La maialina Rosita, madre di famiglia (venticinque marmocchi e un marito assente), rimpiange i tempi in cui era una cantante. L’istrice femmina Ash si esibisce in uno scatenato rock, con il fidanzato Lance in un locale… il ...

Forza D'Agrò 10/08/2017

Seguitemi... Forza!

Forza D'Agrò Come forse ricorderete, ogni anno cerco di fare uno “sforzo”: schiodarmi dalla spiaggia dove mi godo un po’ di relax (vicini chiassosi permettendo). In verità, non si tratta di una grande fatica: la Sicilia, che mi accoglie, nel periodo estivo, già da qualche anno, è un luogo unico al mondo, ricco di bellezze che meritano di essere viste. C’è solo l’imbarazzo della scelta… Questa volta, però, la mia decisione è stata “condizionata”. Perché sono “finito” a Forza d’Agrò? Negli anni passati, per le mie visite alle meraviglie sicule, mi sono affidato a un’agenzia specializzata. Pagando, ottenevo trasporto e guida, senza preoccupazioni. Gli svantaggi? Far parte di un gruppo (i ritardatari sono sempre inclusi nel pacchetto) ed essere condizionato da orari e mete decise da altri. Nel 2017 arriva la svolta epocale (o quasi :-D). Gategate (ossia il sottoscritto) si… arrangia. Organizza il viaggio e si trasforma in guida, pur sprovvisto di automobile. Per quale ragione? Una promessa. No, non mi sono recato a Forza d’Agrò per sposarmi (anche se il luogo è incantevole, come racconterò a breve). Alloggio a Taormina, città che adoro, ma che, ahimè, ha un unico difetto: a differenza di ciò che qualcuno pensa, non è collocata in riva al mare, ma di fronte allo stesso, a 200 metri di altitudine s.l.m. Il mare è a un tiro di schioppo, ma sconsiglio di fare un tuffo lanciandosi da Taormina. Si scende con vari mezzi: funivia e autobus, soprattutto. Io, da qualche anno, ho scelto ...

Home - A Casa (Dvd) 17/07/2017

... e se i Buv vi costringessero a trasferirvi in Australia?

Home - A Casa (Dvd) Ormai i film realizzati con la tecnica dell’animazione digitale sono così numerosi che è diventato impossibile vederli tutti! Beh, meglio troppo cibo che la carestia… Alcuni, però, rischiano di passare quasi inosservati. E’ il caso di Home - A casa, film del quale ho appreso l’esistenza grazie a un video musicale (con una Jennifer Lopez favolosa), inserito tra i Contenuti Speciali del dvd di “Kung Fu Panda 3”, pellicola ben più famosa. E’ il momento di vedere il film. Mi fate compagnia, vero? :-) L’invasione dei Buv! Alieni invadono la Terra! Si tratta dei Buv, popolo che fugge dai suoi acerrimi nemici, i Gorg. I Buv hanno deciso di nascondersi sul nostro pianeta: diverrà la loro nuova casa. I terrestri saranno annientati? No, non è necessario l’uso della violenza. I Buv trasportano tutti gli umani in un posto a loro destinato, chiamato Felice Umano Belpaese. Gli extraterrestri non occuperanno l’intero pianeta, c’è spazio per tutti (bontà loro :-D). Tra i Buv c’è Oh, un tipo speciale, socievole, ottimista. Diverso dai suoi simili, che l’hanno chiamato “Oh” proprio perché non lo sopportano. Oh decide di organizzare una festa, ma non si presenta nessuno… Invia, allora, gli inviti. Commette un grave errore, però: li spedisce a tutta la galassia! I Gorg individueranno presto i Buv. Oh ha messo in grave pericolo il suo popolo, deve essere arrestato. Fugge. I Buv hanno trovato la soluzione: cancellare l’invito. Per attuare il proposito, serve la password, per entrare ...

Animali Fantastici e Dove Trovarli (Dvd) 19/06/2017

Il mondo in una valigia!

Animali Fantastici e Dove Trovarli (Dvd) Un film legato al mondo di Harry Potter? Favolosa sorpresa per tutti i fan del personaggio che ha reso celebre (e straricca) la scrittrice J.K. Rowling. Infatti, la cover del dvd non manca di nominarla (insaziabile? :-D). Sua è la sceneggiatura del film: il suo tocco magico dovrebbe ancora aver fatto centro. La pellicola ha vinto l’Oscar 2016 per i migliori costumi. Con un tale biglietto da visita e avendo seguito tutta la saga potteriana, sia attraverso i libri che con i dvd, non mi restava che vedere il film. Si parte, allora. :-) Newt e le sue fantastiche creature E’ il 1926. A New York sbarca Newt Scamander ( Eddie Redmayne ). Arriva dall’Inghilterra ed è la prima volta che raggiunge gli Stati Uniti. Porta con sé una strana valigetta, alla quale parla: dal suo interno provengono strani rumori. Attivando un congegno antibabbani, il funzionario della dogana non nota nulla di strano nel bagaglio. La valigia contiene uno Snaso (per iniziare), creatura magica attirata da tutto ciò che luccica. Il caso vuole (purtroppo) che lo Snaso esca dal bagaglio davanti a una banca e vi entri. Newt deve ricorrere alla magia, per risolvere la situazione e deve usarla facendosi notare da un babbano, Jacob Kowalski ( Dan Floger ). Non riesce a cancellargli la memoria e Jacob se ne va, portando via la valigia di Newt, che è identica alla sua. In banca, Newt è stato notato anche da Tina Goldstein ( Katherine Waterson ), una maga, che lo teletrasporta in un luogo sicuro, per un ...

Villa Romana del Tellaro, Noto 05/06/2017

La masseria che celava un segreto...

Villa Romana del Tellaro, Noto La seconda tappa del mio viaggio 2016 in Sicilia prevedeva la visita di un luogo straordinario: la Villa Romana del Tellaro (prende il nome dal fiume omonimo). Già affascinato, in passato, dai mosaici della Villa Romana del Casale, di Piazza Armerina, non vedevo l'ora di ammirare questa nuova meraviglia. Come ci si arriva Risalito sul pullman a Noto, in una decina di minuti raggiungo la Villa. E’ vicinissima alla città, quindi. La nostra guida, Linda, comunica che alla visita sarà dedicata mezz'ora. Tra me e me mugugno:- Sempre di corsa! - Invece, no. Come leggerete, il tempo concesso è sufficiente. Scesi da pullman, si percorre, a piedi, un breve tratto di strada, fino ad arrivare alla masseria, una fattoria che era stata abbandonata. Linda consegna i biglietti d'ingresso… ma si entra gratuitamente (dalle 7 alle 21)! Non perché godiamo di particolari privilegi. Secondo Linda, si è deciso di non far pagare l'ingresso dopo che, in passato, gli incassi furono rubati. La zona, in effetti, è abbastanza isolata: non doveva essere difficile impadronirsi del denaro custodito in biglietteria. Ora che non ce n’è più, i ladri dovrebbero restare lontani. Vi passo la notizia così come mi è stata riferita: strano che enti pubblici rinuncino così facilmente a incassi sicuri. Le origini della Villa La Villa risale al IV secolo d.C. (vi sono state ritrovate ben 108 monete di bronzo di quell'epoca) e fu scoperta, casualmente, nel 1971. In che modo? Erano stati notati ...

Pets - Vita da Animali (Dvd) 25/05/2017

Pets & Sciacquonati!

Pets - Vita da Animali (Dvd) La cover di questo dvd propone una domanda, creata per attirare chiunque viva con un animale (inteso come un pelosetto, non come un “umano” maleducato :-D) Pets - Vita da animali. Vi siete mai chiesti cosa fanno quando uscite da casa? Credo sia superfluo ricordare che la parola “Pets” indica gli “animali domestici”, ma è meglio precisare. Qualcuno potrebbe pensare a una parola italiana simile, che significa flatulenza? Spero di no. :-D Torno alla domanda. Il film propone di mostrare cosa combinano gli animali domestici, quando i loro padroni li lasciano da soli, a casa. Ospitando due gatti, “nonna” Cody e il “nipotino” Berry, l’argomento m’interessa. Ho sempre creduto che, in mia assenza, passassero la maggior parte del loro tempo ronfando. Se si propongono teorie diverse, sono curioso di ascoltarle (e vederle). Non resta che iniziare la visione del film, allora, seguito distrattamente anche da Cody e Berry, poco preoccupati (mi è parso) del fatto che qualcuno stesse per rivelare il loro segreti. :-) Persi a New York! La vita del cagnolino Max scorre tranquilla, a New York. Quando la sua padroncina,Katie, lo lascia da solo, in casa, riceve la visita di alcuni amici (cani, gatti, pappagallini…). Quando la sua padroncina torna, Max l’accoglie con mille manifestazioni d’affetto. Un giorno, però, la situazione cambia. Katie adotta Duke, un gigantesco e pelosissimo collega (di Max, beninteso), ossia un nuovo cane. Max vuole mantenere le distanze, ma Duke si rivela un ...

Hotel Helvetia, Jesolo 12/05/2017

Berry... in riva al mar!

Hotel Helvetia, Jesolo Io e Berry, ormai, siamo diventati compagni di viaggio inseparabili: stiamo vicini vicini, senza essere appiccicosi, come i fake account che regolarmente visitano le opinioni. :-P Questa volta ci siamo mossi da soli… e in treno. Il nuovo mezzo di trasporto è piaciuto molto al miciotto, che (a differenza di altri passeggeri) ha mantenuto la calma, nonostante, al ritorno, un guasto abbia provocato due ore di ritardo sulla tabella di marcia. Ma questa è un’altra storia. Prima di cominciare, rivelo che Berry è un rubacuori. Molti, notandolo nel trasportino, non hanno esitato ad avvicinarsi, per osservarlo e conoscerlo. Ovviamente non l’ho fatto uscire, altrimenti il miciotto vagabondo si sarebbe dato alla macchia. Persino in riva al mare, che ho voluto far conoscere a Berry (senza immergerlo in acqua, naturalmente), in una giornata uggiosa, una simpatica ragazza non ha resistito al suo fascino e abbiamo parlato per un po’. Il nostro nuovo viaggio si è svolto nel week-end precedente il ponte del 25 aprile. Destinazione Lido di Jesolo. In quel di Jesolo Jesolo non possiede una stazione ferroviaria, ahinoi. Quindi siamo scesi a San Donà di Piave. Da lì Jesolo si raggiunge con i bus, ma ho preferito non allungare troppo il viaggio e ci siamo serviti di un trasporto privato (fornito dall’Hotel, dopo la mia richiesta): Royal Transfers n.c.c. Autista cordiale, giovane, entusiasta e molto gentile. Ha chiesto e ottenuto una fotografia del mitico Berry. :-) Jesolo è una cittadina ...

Kung Fu Panda 3 (Dvd) 01/05/2017

Un Po' di... Dragon Ball?

Kung Fu Panda 3 (Dvd) Dopo il secondo arriva il terzo, lapalissiano, :-) Dopo "Kung fu Panda 2", il seguito non poteva non essere "Kung fu Panda 3". Non si tratta soltanto di una questione di logica: alla conclusione del secondo film, si presentava il padre di Po. Per quale ragione inserire nella vicenda un nuovo personaggio, se non per utilizzarlo in futuro? Sarebbe stata pura cattiveria non far tornare Po & Co. La lunga attesa (dal 2011 al 2016) è stata premiata. Il terzo film di Po è qui… tra le mie opinioni! :-) Promette bene: quanto sono carini i piccoli panda intorno al titolo, sulla cover del dvd! :-) Il secondo papà Il Regno dello spirito è un luogo che dovrebbe essere tranquillo. La pace, invece, è finita. Maestro Oogway è attaccato da Kai, suo avversario cinquecento anni prima. Il nemico ha un piano: raccogliere il chi (l'energia che scorre negli esseri viventi, diciamo, semplificando al massimo) dei maestri di kung fu del Regno dello spirito, per tornare nel mondo dei mortali. Purtroppo riesce a ottenere anche il chi del maestro Oogway. Al Palazzo di giada, Maestro Shifu annuncia che sta per tenere la sua ultima lezione di kung fu: ha deciso, infatti, di passare il testimone al Guerriero Dragone. Ossia il panda più simpatico (e pasticcione) che si sia mai dedicato alle arti marziali: il nostro Po. :-) "Maestro" Po allena i suoi amici, i Cinque Cicloni, e combina un disastro. Sconsolato e umiliato, parla con Shifu. Il maestro sostiene che si tratta di una nuova prova, che ...

Il Magico Mondo di Oz (Dvd) 17/04/2017

Ritorno a Oz? Un azzardo...

Il Magico Mondo di Oz (Dvd) Il fantastico paese di Oz, creato da Lyman Frank Baum nel 1900, non sembra aver perso il suo fascino, se, nel 2015, riappare in questo film. Con una storia nuova, per incuriosire i fan di vecchia data (che non resisteranno al richiamo della parola Oz) e per non far sentire penalizzati i nuovi arrivati (che potranno godersi il film, anche conoscendo poco o nulla del passato di Oz). In verità, la nuova vicenda è tratta dal libro “Dorothy of Oz” (del 1989) di Roger Stanton Baum, pronipote di L.F. Baum. Resta tutto in famiglia. Reputandomi un “vecchio” fan, non ho resistito al richiamo e sono caduto nella “trappola”. :-D A voi, ora, decidere se gioire o disperare. Il viaggio inizia. :-) Il ritorno di Dorothy Tuoni e fulmini sulla Città di Smeraldo. Un grave pericolo incombe sul paese di Oz, un oggetto importante è stato rubato. Lo Spaventapasseri convoca i suoi più cari amici, il Leone e l’ Uomo di latta: è necessario chiedere aiuto a Dorothy. La ragazzina ha fatto ritorno a casa. Su Oz sono passati anni: in Kansas è il giorno successivo a quello in cui partì da Oz. E’ ancora in corso, quindi, la verifica dei danni causati dal tornado. La gente lascia quello che resta delle case: uno strano “perito” appone i sigilli e la obbliga a trasferirsi. Dorothy non vorrebbe arrendersi, ma cosa può fare una bambina? Poi, accade qualcosa di straordinario: un arcobaleno rapisce Dorothy e il suo cagnolino Toto, per condurli a Oz. Lo Spaventapasseri e i suoi amici riescono a ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra