Condividi questa pagina su

arancione Status arancione (Livello 6/10)

geekette1977

geekette1977

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 30/11/-0001

220

Fattoria degli Usignoli, Reggello 18/06/2006

Happy birthday to me ;)

Fattoria degli Usignoli, Reggello Premessa: chi mi segue dalle mie prime opinioni avrà già letto la mia opinione su questo agriturismo. L'avevo inserita sotto la F - perché ancora non avevo idea di come si facesse a richiedere l'inserimento dei prodotti che non era presenti sul sito. Non c'ero stata personalmente, era il racconto di come il personale di Fattoria degli Usignoli mi avesse aiutato a rendere speciale la sorpresa che avevo fatto ai miei genitori per il loro anniversario: un soggiorno pagato presso Fattoria degli Usignoli. Discreti, servizievoli, complici, si era mostrato un gran successo. L'opinione che segue racconta della mia esperienza diretta. Ho un po' di esperienza in più nello scrivere opinioni e sono davvero contenta di parlarvi di Fattoria degli Usignoli perché è davvero speciale. Venerdì scorso ho compiuto gli anni. Il regalo del geek è stato un romantico e speciale week-end lungo tutto per noi a Fattoria degli Usignoli. È stato bravo, nonostante tutte le mie pressioni ha resistito fino a giovedì sera e solo allora mi ha rivelato la destinazione segreta del nostro week-end. Ero davvero curiosa di vedere Fattoria degli Usignoli con i miei occhi, visto l'entusiasmo che i miei genitori avevano mostrato al loro rientro. La prenotazione è avvenuta tramite un sito - non so se si possono fare nomi, quindi chi fosse interessato può chiederlo nel box - ed il pacchetto prevedeva: - pernottamento e prima colazione per due notti per due persone - due cene romantiche per due persone a ...

Lush - Cantando sotto la pioggia 14/06/2006

Singing in the rain

Lush - Cantando sotto la pioggia Nome: Cantando Sotto la Pioggia Categoria: Balsamo corpo Definizione: "Panetti solidi per nutrire, esfoliare ma comunque per profumare e rendere morbido ogni angolino del tuo corpo" Come si usa: si massaggia il panetto sul corpo durante la doccia e si risciacqua Costo per panetto: 5.95 € (100 gr) Ingredienti: Burro di Cacao (Theobroma cacao), Burro di Mandorle (Prunus dulcis), Laureth 4, Polvere di Gusci di Mandorle (Prunus dulcis), Olio Essenziale di Sandalo (Santalum album), Essenza Assoluta di Rosa (Rosa centifolia), Profumo Prodotto per vegani: si Mi piace fare lo scrub. Mi fa sentire davvero bene. Mi sento più "bella". Certo, uno scrub non trasforma una ragazza normale in una modella da copertina… ma può aiutarla a sentirsi come una modella da copertina. Cantando Sotto la Pioggia è stato il primo "pezzo Lush" che ho consegnato nelle mani del commesso perché lo mettesse da parte per il conto finale. Cos'è Cantando Sotto la Pioggia? È un panetto burroso con gusci di mandole - a me ricorda molto il famosissimo burro di arachidi che sempre ho visto ma non ho mai assaggiato in cui sono cadute delle briciole di biscotti secchi. Che fantasia, eh? ;) E in giornate come queste: afose, piene di zanzarine, con montagne di cose da fare in ufficio ci vuole qualcosa che mi faccia sentire davvero super. Ho rimandato il momento della doccia fino a quando non ho avuto la certezza di avere il bagno tutto per me. Per me ed i miei prodotti Lush. Ho preso un pezzo di ...

Lush Milky 14/06/2006

Ho cambiato volentieri idea…

Lush Milky Nome: Milky Categoria: Sapone. Come si usa: si passa sulla pelle bagnata e si forma una morbida schiuma Costo per grammi: 3.75 € (100 gr) - 7.50 € (200 gr) Ingredienti: Acqua (Aqua), Sapone di Cuore di Palma (Sodium Palm Kernelate), Propylene Glycol, Sodium Stearate, Sodium Lauryl Sulfate, Latte di Soia (Glycine soja), Olio Essenziale di Arancia Dolce (Citrus dulcis), Olio Essenziale di Patchouli (Pogostemon cablin), Muschio Sintetico (Synthetic Musk), Sale (Sodium Chloride), Glicerina Vegetale (Glycerine), Profumo, Tetrasodium EDTA Prodotto per vegani: si Anche questo è stato un omaggio Lush. Non lo avevo nemmeno considerato perché non aveva superato la prova "annuso" né con me né con il geek. E devo dirvi che il suo profumo non mi piaceva granché, ma a caval donato non si guarda in bocca. Stavo già pensando di regalarlo a mia volta a mia madre ;) Invece l'ho lasciato "riposare" sulla mia scrivania in attesa della giusta ispirazione, e più di una volta l'ho annusato per cercare di definirne il profumo. La commessa me lo aveva "venduto" come un sapone al latte di soia e arancia… ma mancava almeno un altro elemento all'appello. Il Patchouli! Che a me non piace, ma ben si sposa con il latte di soia e l'arancia dolce - la mia preferita in assoluto. Test doccia: in estate uso spesso la lametta perché è più pratica e veloce. È necessario, onde evitare arrossamenti e tagli passare sulla pelle sapone, bagnoschiuma o schiuma da barba. Io solitamente uso bagnoschiuma ...

Lush-Non Si Mangia 13/06/2006

Mmm…

Lush-Non Si Mangia Nome: Nonsimangia Categoria: Sapone. Come si usa: si passa sulla pelle bagnata e si forma una morbida schiuma Costo per grammi: 4.50 € (100 gr) - 9.00 € (200 gr) Ingredienti: Acqua di Miele (Mel, Aqua), Propylene Glycol, Sapone di Cuore di Palma (Sodium Palm Kernelate), Sodium Stearate, Sodium Lauryl Sulfate, Profumo, Cera d'Api (Cera alba), Sale (Sodium Chloride), Glicerina Vegetale (Glycerine), Estratto di Gardenia (Gardenia jasminoides), Diossido di Titanio (Titanium Dioxide), Tetrasodium Editronate Prodotto per vegani: no È il sapone che usato questa mattina per la doccia. Non avevo ancora fatto colazione e la tentazione di addentarlo è stata forte ;) Non ho acquistato questo prodotto, ma mi è stato dato come omaggio. Il profumo mi ha catturato subito: dolcissimo come miele, ma con un contrasto aspro che rende il tutto davvero irresistibile. Sul sito parlano di profumo al caramello. Io direi piuttosto che ha il sapore ed il colore di una caramella al mou ;) Essendo uno dei BEST SELLER Lush - una piccola nota di colore per i non Lush fan: una signora di Venezia ha acquistato addirittura 6 chili di questo sapone ;) - il pezzetto in mio possesso non è grandissimo, ma sufficiente per due test doccia e la prova mani. Il pezzetto è di colore "mou" e con un lato ricoperto da uno strato che ricorda l'alveare delle api ed è color miele. Prova mani: ho tagliato un pezzetto di sapone e l'ho messo in bagno. È piaciuto a tutti, perfino a mio padre che preferisce i ...

Lush Jungle Balsamo solido 13/06/2006

Welcome to the jungle, I got shiny hair!

Lush Jungle Balsamo solido Nome: Jungle Categoria: Balsamo solido Definizione: Balsamo sotto forma di sapone, evita l'utilizzo della bottiglietta di platica. Come si usa: si strofina delicatamente il panetto sui capelli ancora insaponati dallo shampoo e si risciacqua una sola volta - così si risparmia anche l'acqua Costo per grammi: 4.95 € (100 gr) - 9.90 € (200 gr) Ingredienti: Burro di Cacao (Theobroma cacao), Cetearyl Alcohol (&) Sodium Lauryl Sulfate, Propylene Glycol, Estratto di Avocado Fresco (Persea gratissima), Glyceryl Stearate (&) PEG-100 Stearate, Cetearyl Alcohol, Stearic Acid, Profumo, Lecitina di Soia (Lecithin), Fichi Freschi (Ficus carica), Banane Fresche (Musa paradisiaca), Frutto della Passione Fresco (Passiflora edulis), Kumquat Fresco (Fortunella japonica), Cetrimonium Bromide, Olio Essenziale di Ylang Ylang (Cananga odorata) Olio Essenziale di Vetivert (Vetiveria zizanoides), Olio Essenziale di Cipresso (Cupressus sempervirens), Olio Essenziale di Sandalo (Santalum album), Clorofilla (Chlorophyll), *Limonene, *Linalool (* Presente naturalmente negli oli essenziali) Prodotto per vegani: si sabato prima di partire per il "my first Lush tour" ho dato un'ultima occhiata alle opinioni su ciao ed anche sul sito Lush per completare la lista degli acquisti. Ero alla ricerca di un balsamo da abbinare allo shampoo Atlantide ed il verde di Jungle mi ha subito conquistato. La descrizione che lo commenta sul sito Lush lo presenta in questo modo: "I vostri capelli sono una giungla? ...

Activo3 CR Viso 24H P Grasse50 12/06/2006

Mi sono dovuta ricredere…

Activo3 CR Viso 24H P Grasse50 Premessa: mi accingo a scrivere questa opinione pur non essendo preparata quanto vorrei. Ho provato questa crema grazie ad una buona quantità di bustine omaggio che la mia erborista mi aveva dato ed io non avevo ancora utilizzato. Per questo motivo non sono ancora passata dal negozio per farmi dare ulteriori informazioni sulla composizione di questa crema. In più, non riesco ad accedere al sito del produttore e le informazioni riportate sulle bustine omaggio non sono esaustive quanto vorrei. Detto questo, vi riporto di seguito la mia esperienza. Avevo già recensito tempo fa una crema per il viso acquistata in erboristeria per le pelli grasse. L'ho usata con grande soddisfazione, ma dopo mesi di utilizzo e con l'arrivo dei primi caldi ho sentito la necessità di usare una crema più fresca. Ricordavo di avere da parte un bel po' di bustine prova di questa crema che avevo tenuto da parte perché proprio la mia erborista mi aveva detto che con i primi caldi sarebbe stata perfetta. Infatti con il caldo, la vita e l'alimentazione sregolata, lo stress, la secrezione sebacea è salita alle stelle. Nemmeno lo scrub e il detergente ed il tonico astringente riuscivano a limitare i danni. Ho provato questa crema dopo avere fatto un buono scrub, sulla pelle non completamente asciutta e ho subito avvertito una piacevole sensazione. La pelle era morbida, levigata, ma ben idratata e per nulla unta. E questo effetto è durato per molte ore. L'effetto non dura 24 ore come riportato ...

Lush Atlantide 12/06/2006

Ho trovato la brillantezza perduta

Lush Atlantide Nome: Atlantide Categoria: Shampoo solido Definizione: Shampoo sotto forma di confetto, evitando così l'utilizzo della bottiglietta di platica. Dura oltre 80 lavaggi Come si usa: si strofina delicatamente il confetto sui capelli bagnati fino ad ottenere una morbida schiuma come fosse un sapone e si risciacqua accuratamente Costo confetto da 55 grammi: 6.45 € Ingredienti: Sodium Lauryl Sulfate, Gel di Alghe Irlandesi (Chondrus crispus), Profumo, Anghe Nori (Fucus vesiculosus), Sale Marino (Sodium Chloride), Olio Essenziale di Limone (Citrus limonum), Essenza Assoluta di Mimosa (Mimosa tenuiflora), Essenza Assoluta di Fiori d'Arancio (Citrus dulcis), Essenza Assoluta di Gelsomino (Jasminum officinale), Cocamide DEA, Colore 42045 Prodotto per vegani: si Cito me stessa. In data 29/05/06 dopo avere letto un'opinione di bludolphin su un sapone solido di Lush ho commentato come segue: "le proprietà sembrano ottime, rimango però scettica sul fatto di passare un sapone sui capelli... ma non si intrigano? nel caso lo trovi vedrò di fare la schiuma fra le mani... non voglio rischiare di diventare come bob marley ;)" Sabato però alla vista di tutti quei saponi solidi e su consiglio del commesso ho provato Atlantide. Cos'è e da cosa è composto l'ho scritto prima. Io l'ho scelto perché contiene alghe e sale marino, i quali dovrebbero aiutare a regolare la secrezione di sebo della mia cute, oltre alla profumazione data dai fiori d'arancio e il limone che io adoro. La mia ...

Lush 11/06/2006

Non aprite quella porta…

Lush Io l'ho fatto. E con un complice anche. Ma come potevo resistere a quel dolce profumo di sapone ed alle bolle che mi invitavano ad entrare? Ebbene l'ho fatto e ne sono rimasta estasiata. Ecco, direte, un'altra malata "Lush". Ebbene si, nemmeno io credevo mi sarei lasciata prendere da questi prodotti, ma alla fine ho ceduto, per tante, validissime ragioni. Ma partiamo da capo: ultimamente su questo sito si fa un gran parlare dei prodotti Lush. Tutti molto carini, profumati, dalle composizioni strane, naturali e dai nomi davvero divertenti e ricercati. Leggevo le opinioni, alcuni prodotti mi attiravano più di altri, ma non sono mai stata spinta ad andare sul sito Lush o a cercare un negozio, fino a quando… fino a quando le informazioni sui prodotti sono state più esaustive, si è cominciato a parlare di lotta contro i test sugli animali, prodotti vegani etc… Ed è stato allora che sono andata sul sito Lush e mi si è aperto un nuovo mondo: un mondo che non è fatto solo di bollicine, morbidezza, colori, ma è molto, molto altro. Vorrei riportarvi il credo - la mission aziendale - di Lush (copiata dal loro sito, un credo non si può parafrasare): "Crediamo che sia giusto realizzare prodotti efficaci utilizzando frutta e verdura fresca, oli essenziali pregiatissimi e sintetici sicuri, senza componenti di origine animale. Crediamo inoltre che sia giusto esporre con chiarezza la lista degli ingredienti contenuti in ogni prodotto. Crediamo che sia giusto rispettare gli ...

Erboristeria Magentina Pomata Idratante 05/06/2006

Prova infradito, SUPERATA!

Erboristeria Magentina Pomata Idratante Alla prova costume ho rinunciato da un bel po', troppe rinunce! Ma alla prova infradito voglio arrivare preparata e vincente. E quindi vai di unghie curate, laccate e sempre della lunghezza giusta. Ma la vera sfida della prova infradito è il tallone assassino. Bianco, ruvido, secco e pieno di tagli, diventa irrimediabilmente nero, ruvidissimo, secchissimo e pieno di dolorosissimi tagli dopo la prima uscita stagionale in infradito. Io questo problema l'ho risolto. L'anno scorso avevo provato una crema - che avrebbe dovuto risolvere il problema ma si è dimostrata un vero flop - di una nota casa francese. Ottima la pubblicità, pessimo il prodotto. Non sarà certo un caso il fatto che la pubblicità è sparita dai giornali… vabbeh, non divaghiamo. Mi sono recata nuovamente dalla mia erborista di fiducia e con la modica spesa di 15 € (per la sopra citata crema ne avevo spesi 3 di più) ho comprato: - Sali per pediluvio - Pietra pomice - Pomata idratante per piedi Il tutto della Linea BENESSERE e nello specifico Benessere per i piedi di Erboristeria Magentina. Apro una piccola parentesi parlando dei Sali e della pietra pomice, in quanto non scriverò un'opinione dedicata. La prima mossa per combattere i problemi del tallone (secchezza, ruvidezza, tagli, sporco) è ammorbidire la pelle dei piedi. Io ho comprato i "Sali attivi del Mar Morto con oli essenziali" della Linea BENESSERE di Erboristeria Magentina perché la mia erborista aveva fatto il pacchetto ...

Il diario di Anna Frank. Riduzione teatrale (Anne Frank) 02/06/2006

Buon compleanno, Anna!

Il diario di Anna Frank. Riduzione teatrale (Anne Frank) Avrebbe compiuto 77 anni il prossimo 12 giugno. Sarebbe stata, chissà, una dolce nonna dai capelli bianchi, caparbia, saggia, con tante cose da insegnare ai propri nipoti se solo…. - se solo non fosse morta di tifo nel marzo 1945 - se solo non fosse stata deportata nel campo di concentramento di Westerbock e successivamente a Bergen Belsen - se solo il loro alloggio segreto non fosse stato rivelato ai tedeschi - se solo non fosse stata ebrea in un periodo in cui le leggi razziali contro gli ebrei impedivano loro di fare qualsiasi cosa arrivando - come purtroppo si sa, a toglier loro la vita Questo è il racconto di Otto Frank del momento in cui le SS hanno fatto intrusione nel loro alloggio per catturarli: ""Erano circa le dieci e mezzo. Ero di sopra dai Van Pels, nella stanza di Peter e lo aiutavo con i compiti. Gli ho mostrato l'errore nel dettato quando improvvisamente qualcuno salì di corsa le scale. I gradini scricchiolavano, io mi alzai di scatto perché era ancora mattina e tutti dovevano essere silenziosi. In quel momento la porta si aprì e ci trovammo di fronte un uomo con la pistola in pugno, puntata contro di noi." (fonte sito annefrank.org) Quanti se… si perché se questi se fosse diversi forse Anna Frank ora potrebbe essere ancora viva! Un inizio strano per questa opinione, forse data dal fatto che questo libro che ho appena finito di libro mi ha lasciato un profondo vuoto ed amaro in bocca. Una sera, la settimana scorsa, sistemando alcuni ...

Tutto quello che le donne (non) dicono (Valter Lupo, Francesca Reggiani) 16/05/2006

Si legge durante taglio e colore dal parrucchiere

Tutto quello che le donne (non) dicono (Valter Lupo, Francesca Reggiani) Sabato scorso giornata dedicata a me. Mattinata di shopping e risistemata dal parrucchiere. Durante la missione shopping mi sono imbattuta in questo piccolo libricino, che mi ha subito incuriosito. E mi ha incuriosito soprattutto l'autrice. Francesca Reggiani. La simpaticissima Francesca Reggiani. Forse sottovalutata dai più, ma questa donna ha talento ed una grande preparazione alle spalle. Non per niente viene dalla scuola di Gigi Proietti. Reggiani a parte, il titolo ed il retro di copertina - ed anche il prezzo lo ammetto, sono parecchio accattivanti e lo compro. Dal parrucchiere, si sa, la scelta di riviste è parecchio limitata o comunque non varia, quindi ho deciso di portare questo mio ultimo acquisto con me. Tanto per ingannare l'attesa. Il risultato è stato il seguente: libro divorato, mi sono fermata solo un paio di volte per definire con il parrucchiere il colore da fare - ha capito cmq che se anche avesse proposto il rosa pallido avrei annuito cmq perché la mia attenzione era rivolta altrove, e ancora un'altra volta per notare la faccia divertita della signora di fianco a me con tanto di cartine per i colpi di luce in testa perché sorridevo e facevo commenti. La trama Non so se si possa parlare di trama. Oserei definire questo libro più un lungo monologo-racconto. E se avete la capacità - o forse l'estro, di riuscire a leggere nella vostra mente questa libro con la voce di Francesca Reggiani, il divertimento sarà maggiore. È un libro "oggettivo". Non ci ...

Il grande boh! (Jovanotti) 13/05/2006

Zaino in spalla e sete di scoprire il mondo

Il grande boh! (Jovanotti) Strano descrivere il mio stato d'animo di queste due settimane. Ho un certo senso di irrequietezza addosso. Mi chiedo veramente se e che senso ha stare qui ferma, chiusa fra quattro pareti grigie di un ufficio quando là fuori c'è così tanto mondo da scoprire. Strano e difficile spiegare questa sensazione senza essere presa per pazza o sentirmi dire "Di cosa ti lamenti!". Poi si apre il famoso cassettino della memoria e mi ricordo che da una qualche parte avevo letto di qualcuno come me che "soffriva" di questa irrequietezza, i ricordi sono diventati sempre più nitidi, foto e disegni di strade, retro di copertina arancio, IL GRANDE BOH! di Jovanotti. L'ho riscoperto in soffitta, leggermente impolverato, ma con ancora gli appunti e le sottolineature di quando lo avevo comprato e letto la prima volta nel 2000. In quel periodo ero combattuta e volevo mollare tutto ed andare a vivere a Londra… "[...] La mia è sempre di più la lingua dei viaggiatori e chi decide di ascoltarmi deve sapere che io sono uno che racconta mondi che ha visto e mondi che vuole vedere e non conosco a fondo la lingua del posto, la lingua degli stanziali, strimpello strumenti e parlo male diverse lingue e di volta in volta ho bisogno di musicisti e di interpreti per piantare le tende nel luogo e restarci finché non mi riprende il senso di irrequietezza che mi porta a fare di nuovo i bagagli e partire." [tratto dal prologo di IL GRANDE BOH!] Questa è la prima frase fra le tante sottolineate in ...

Amori, bugie e carte d'imbarco (Chris Dyer) 03/05/2006

Un romanzo epistolare in chiave moderna

Amori, bugie e carte d'imbarco (Chris Dyer) Ecco il secondo libro che ho letto in questa vacanza. Quando ho letto la trama sul retro di copertina me ne sono subito "innamorata" e l'ho letteralmente divorato. La protagonista è Kate Bogart, corrispondente di viaggio, il cui lavoro consiste nel viaggiare per il mondo e recensire luoghi, ristoranti, hotel per la rivista per cui lavora. Non male, eh? E durante i suoi viaggi Kate intrattiene una fitta corrispondenza con i personaggi che vedremo in seguito e da qui nasce la storia. E ogni e-mail si chiude con Vorrei che fossi qui, che è anche il titolo della rubrica di Kate. Kate si trova a Lisbona e scrive alla sua migliore amica, Violet Morgan, sposata con un cantante la cui carriera artistica non ha ancora spiccato il volo. Violet, durante l'assenza di Kate si occupa di Truman Capote, gatto isterico e misogino di Kate. Procedendo in ordine cronologico incontriamo la madre di Kate, la Regina di Fiori, una briosa insegnante universitaria con la passione per il Bingo e il gioco d'azzardo, passione che condivide con le amiche, amorevolmente chiamate "Sacre sorelle del Bingo". Un personaggio divertente, fuori dalle righe, sbarazzino, un'amica ed una confidente per Kate. Altro personaggio: Ted Concannon. Il capo di Kate. Ed anche "ruffiano" della storia. Si perché è Ted che influenza l'inizio della corrispondenza e degli incontri fra Miles Maxwell, in arte Intrepido, ex corrispondente di guerra ora lord inglese dal cuore spezzato, e Kate. Per ultimo Jack ...

Bravo Club Henry Morgan, Roatan 02/05/2006

Azul como el mar y el cielo, azul

Bravo Club Henry Morgan, Roatan Sembra ieri quando, di ritorno da Zanzibar, pensavamo già alla prossima vacanza. E ricordo bene quando abbiamo detto: "La prossima volta tocca a Roatan". Non sapevamo molto del luogo, semplicemente eravamo rimasti incantati dalle foto viste sul catalogo Bravo Club. E così è stato. Infatti, anche se mi sembra già un secolo, sono appena tornata da una settimana a Roatan. Come penso, questa opinione sarà lunga, e quindi come faccio sempre in questi casi la dividerò per capitoli, così potete saltare quelli che non sono di vostro interesse. DOVE SI TROVA? Roatan è la più grande e la più turistica delle Islas de la Bahía dell'Honduras (il secondo paese per estensione del centro America che confina ad Guatemala, El Salvador, Nicaragua e Mar dei Caraibi). Un paradiso naturale incontaminato circondato dal mar dei caraibi e protetto dalla seconda barriera corallina più lunga ed importante dopo quella australiana. Lunga circa 70 km, larga non più di 5, ha una superficie totale di circa 80 km2. Parte dell'isola è ancora inesplorata Il villaggio Henry Morgan Bravo Club si trova sulla bellissima spiaggia di West-Bay, una delle più belle di tutta l'isola. L'aeroporto ed i maggiori centri turistici sono compresi fra la parte est e la parte ovest dell'isola. QUANDO ANDARE? Anche se il fenomeno di El Niño ha modificato il naturale corso delle stagioni, teoricamente il periodo migliore per visitare questa isola va da marzo a settembre, poiché da ottobre a dicembre inizia la ...

Nemiche del cuore (Marian Keyes) 02/05/2006

NEMICHE del CUORE

Nemiche del cuore (Marian Keyes) Avevo comprato questo libro in previsione della vacanza che avrei fatto. Il nome dell'autrice non mi suonava nuovo, ma ispirata dalla copertina l'ho acquisto. Solo a casa ho scoperto che era la stessa autrice di SUSHI PER PRINCIPIANTI e solo allora mi sono convinta di non avere fatto un ottimo acquisto. Perché SUSHI PER PRINCIPIANTI proprio non mi è piaciuto e non sono riuscita ad andare oltre le 40 pagine. Poi però i soldi li avevo spesi, in vacanza sono una divoratrice di libri, non potevo cambiarlo e quindi l'ho portato ugualmente - appesantendo ulteriormente la valigia con questo tomo da 600 e oltre pagine. Ma vi posso anticipare che ne è valsa la pena. Cominciamo dalla trama: questo libro è diviso in diverse parti, le quali iniziano tutti con il nome della protagonista della storia. GEMMA HOGAN: irlandese, organizzatrice di eventi, single (dopo che il suo ultimo fidanzato l'ha lasciata e si è fidanzata con la sua amica del cuore). La vicenda si apre con il padre di Gemma che lascia la moglie. Le vite di queste due donne cambiano diametralmente. La madre sconvolta e Gemma che deve rinunciare alla propria indipendenza e libertà per stare accanto alla madre. Il sogno nel cassetto di Gemma è quello di scrivere un libro, in quanto il suo passatempo preferito è di inventare storie per amici e colleghi per falsare le verità non troppo piacevoli. JOJO HARVEY: è una bella, formosa ed avventente agente letteraria di Londra, di origini americane e con un passato da ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra