Condividi questa pagina su

argento Status argento (Livello 8/10)

geolele

geolele

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 21/10/2005

622

ACAB - All Cops Are Bastards (S. Sollima - Italia 2011) 11/02/2012

Quando chi deve assicurare ordine genera polemiche...

La scorsa settimana, approfittando di una serata libera dai figli, io e mia mogie abbiamo deciso di andare a vedere “Acab – All Cops are Bastards”, un film uscito quest’anno per la regia di Stefano Sollima, tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Bonini. Personalmente, ci interessava sia l’argomento visto che mia moglie è stata Commissario di P.S. sia per gli attori coinvolti, tutti italiani e tutti bravissimi a cominciare da Piefrancesco Favino. Andiamo con ordine e vediamo le caratteristiche di questo film… IL FILM Siamo a Roma, nei quartieri popolosi di Prati e Termini. Nel Commissariato di P.S. di questa zona vi lavorano tre agenti di Polizia da sempre grandi amici, che si chiamano tra loro per soprannomi e che sono Mazinga (interpretato dal bravissimo Marco Giallini), Cobra (interpretato dal grande Pierfrancesco Favino) e Negro (interpretato da Filippo Nigro). I tre sono i cosiddetti celerini, cioè quei membri della Squadra Mobile che si occupano della gestione dei grandi eventi e della sicurezza negli stadi. I tre amici sono legati da una profonda amicizia e da una militanza nella Polizia che li ha portati a condividere gli eventi più tumultuosi e difficili, a cominciare dal pestaggio nella Diaz durante il G8 di Genova. La loro vita prende una piega diversa grazie a due eventi; il primo è l’arrivo nel gruppo di una giovane recluta, chiamato Spina (interpretato dall’ottimo esordiente Domenico Diele), mentre il secondo è il ferimento e l’impossibilità di lavorare per ...

Giulia non esce la sera (Dvd) 04/02/2012

Due vite sospese tra i problemi della vita...

Giulia non esce la sera (Dvd) Alla ricerca di un buon film per passare la serata, la scorsa settimana ho affittato “Giulia non esce la sera”, un film del 2009 per la regia di Giuseppe Piccioni. Il fattore che mi ha spinto maggiormente a vedere questo film è la presenza tra i protagonisti di Valeria Golino, una delle attrici italiane che da sempre apprezzo maggiormente. Vediamo di cosa tratta il film e se vale la pena vederlo… IL FILM Guido (interpretato da Valerio Mastandrea) è uno scrittore alla continua ricerca di ispirazione per un libro che finalmente gli spiani la strada del successo, dopo alcune opere accettabili ma non proprio esaltanti. La vita privata non lo aiuta, visto che vive stancamente il proprio matrimonio con Benedetta (interpretata da Sonia Bergamasco) con cui ha avuto la figlia Costanza. La prova che Guido è stanco del suo matrimonio sta nel fatto che decide di rimanere nella loro casa da solo dopo che la moglie ha deciso di traslocare in una nuova. Guido si ritrova così entro una casa svuotata, alla ricerca dell’ispirazione giusta. Una svolta nella vita gli giunge quando, per sostituire la figlia nelle lezioni già pagate di nuoto, decide di imparare a nuotare e va in piscina al posto della figlia. Qui conosce l’istruttrice Giulia (interpretata da Valeria Golino) e subito tra i due scocca la scintilla dell’amore. Il problema di Giulia, però, sta nel fatto che non può uscire la sera, appena finito di lavorare, visto che è una detenuta che sta scontando la pena per un omicidio passando ...

Il Gioiellino (Dvd) 16/01/2012

Un gioiellino che ha rovinato migliaia di italiani...

Il Gioiellino (Dvd) Da amante del buon cinema italiano, sabato sera mi sono messo a vedere l’ultimo film del regista Andrea Molaioli, cioè “Il gioiellino”, uscito per la BIM distribuzione nel 2011. Il film è di netto stampo attuale ed economico, visto che, sotto un camuffamento di nomi e protagonisti, racconta la vicenda del crac della Parmalat, definita dal suo capo storico Callisto Tanzi proprio un gioiellino dell’economia italiana. Vediamo come è questa pellicola e se ne vale la pena vederla, non prima, però, di aver dato una ripassata alla vicenda vera e propria… LA VICENDA Il crac Parmalat è stato il più grande scandalo di bancarotta fraudolenta e aggiotaggio perpetrato da una società privata in Europa. Fu scoperto solo verso la fine del 2003, nonostante successivamente sia stato dimostrato che le difficoltà finanziarie dell'azienda fossero rilevabili già agli inizi degli anni novanta. Il buco lasciato dalla società di Collecchio (PR) si aggirava sui quattordici miliardi di euro; al momento della scoperta se ne stimavano la metà. Con l'accusa di bancarotta fraudolenta, è stato rinviato a giudizio e in seguito condannato a diciotto anni di reclusione il patron della Parmalat, Calisto Tanzi, nonché numerosi suoi collaboratori tra dirigenti, revisori dei conti e sindaci. Il fallimento della Parmalat è costato l'azzeramento del patrimonio azionario ai piccoli azionisti, mentre i risparmiatori che avevano investito in bond hanno ricevuto solo un parziale risarcimento. Grazie al cosiddetto ...

This Is England (S. Meadows - Gran Bretagna 2006) 10/01/2012

This WAS England...in a great film!!!

This Is England (S. Meadows - Gran Bretagna 2006) Sbirciando la scorsa settimana tra gli scaffali di Blockbuster, mi sono imbattuto in una copertina ed in un film del 2006 che mi era sfuggito in tutti questi anni, cioè “This is England” del regista Shane Meadows. Come potete capire facilmente dal titolo, il film è ambientato in Inghilterra, una patria cinematografica che molto spesso ha dato alla luce titoli impegnati per il sociale, visto che l’isola britannica è stata molto spesso teatro di grandi sconvolgimenti storici e sociali. Questo film non si discosta dalla tradizione impegnata del film britannico, ma anzi riesce a regalare una pellicola meravigliosa, che vado a raccontarvi… IL FILM Siamo nell’Inghilterra del 1983 e la nazione britannica è impegnata nella sanguinosa guerra delle Falkland-Malvinas contro l’Argentina. L’inghilterra, come tutto il mondo, è in un periodo di crisi ma anche di grandi cambiamenti economici e sociali, nel caso della nazione inglese capitanati e condotti dalla grandissima Margaret Thatcher. Uno dei tantissimi morti per la Patria in quelle lontane isole è il padre del piccolo protagonista di “This is England”, cioè Shaun (interpretato dal bravissimo Thomas Turgoose), un dodicenne isolato dagli amici perché considerato sfortunato e bruttino. Dopo l’ennesima litigata con i coetanei a scuola, Shaun incotra per caso un gruppo di Skinheads che subito lo inseriscono nel gruppo e lo proteggono. Il gruppo è capitanato da Woody (interpretato da Joseph Gilgun) ed è formato da Lol (Vicky Mc Clure), ...

The Next Three Days (P. Haggis - USA 2010) 05/01/2012

Film inutile per la vostra serata e la storia del cinema...

The Next Three Days (P. Haggis - USA 2010) E’ da un po’ che non vi allieto con le mie recensioni e voglio riprendere oggi a scrivere su Ciao con un fil che ho visto durante le vacanze, in una delle poche sere libere dalle giocate di carte con gli amici. Il film in questione è “The next three days”, un film del 2010 per la regia di Paul Haggis. E’ inevitabile che l’aspetto che più attira di questo film sia il protagonista, quel Russell Crowe che in circa 15 anni ci ha allietato con pellicole ed interpretazioni meravigliose. Questo film è il remake di un film francese del 2007, “Pour Elle” di Fred Cavaye. Vediamo di cosa si tratta e se merita di essere visto… IL FILM John Brennan (interpretato da Russell Crowe) è un noto professore universitario ed ha una stupenda famiglia, formata insieme a lui dalla meravigliosa moglie Lara (interpretata da Elizabeth Banks) e dalla figlioletta. Questa vita apparentemente perfetta viene sul più bello rovinata dall’accusa di omicidio in cui cade la moglie, un’accusa ingiustamente basata su una macchia di sangue trovata sul cappotto e lasciata lì per caso dal vero omicida appena dopo il delitto. Nonostante queste prove inattaccabili, John decide di iniziare a rimettere in dubbio la maledetta serata e soprattutto inizia ad architettare un modo per liberarla dal carcere… LATI POSITIVI DEL FILM 1) Ottimo il cast!!! Come detto nel preambolo, “The next three days” è ovviamente arricchito dal grande Russell Crowe che anche stavolta non delude e sfodera una interpretazione bellissima e ...

Playboy Hollywood Deodorante Spray 13/12/2011

La playboy fa molto meglio le riviste erotiche!!!

Grazie ad un client check che ho svolto in una profumeria della mia città, ho potuto testare ed acquistare gratuitamente un deodorante della linea Playboy, per la precisione Hollywood. Dal punto di vista dei deodoranti, io sono molto selettivo, visto che faccio sport e molte docce; dunque, ho bisogno di un deodorante efficace e che duri a lungo nella giornata e per questo quasi sempre mi affido alla Roc che si trova in farmacia. Per questa volta, però, ho voluto cambiare ma in realtà chi lascia la strada vecchia per la nuova… IL PRODOTTO Il deodorante Hollywood di Playboy è venduto nel flacone da 150 ml per la cifra di 6 euro (almeno nella profumeria dove mi sono servito io). La profumazione Hollywood riprende lo stesso aroma dell’Eau de Toilette corrispondente, cioè un sapore intenso e vagamente acre. La formula è “Long Lasting Everyday”, cioè di quelle che promettono che mantiene la profumazione rispettando la cura della pelle sotto le ascelle. Potete informarvi sui prodotti e le fragranze Playboy dal sito www.playboyfragrances.com. LATI POSITIVI DEL PRODOTTO 1) Un buon profumo!!! A differenza di molto altri deodoranti neutri o anonimi, questo di Playboy è decisamente buono come profumo. Devo dire che non è la caratteristica principale da ricercare in un deodorante, però non guasta perché con la sua buona ed intensa profumazione può svolgere anche il ruolo di profumo vero e proprio durante la giornata. 2) Costa relativamente poco!!! Al di là di qualche deodorante con ...

Mylo Xyloto - Coldplay 11/12/2011

Non è musichetta italiota,questi sono i Coldplay e la vera Musica

Mylo Xyloto - Coldplay Per chi mi legge e mi conosce da tempo, saprà certamente che detesto ed evito tutta la musica italiana, ma adoro molta musica anglosassone, soprattutto di genere pop e rock. Tra i gruppi migliori dell’ultimo decennio ci sono senza dubbio i Colplay, il gruppo britannico salito alla ribalta soprattutto grazie agli album “A Rush of blood to the head” e “X and Y”. Lo scorso Ottobre è finalmente uscita la loro 5° fatica, cioè quel “Mylo Xyloto” che prometteva bene sin dal titolo, come al solito originale come lo sono sempre stati Coldplay. Ecco la mia recensione e la mia opinione su questo album. L’ALBUM La band dei Coldplay è composta da Chris Martin (voce, tastiere, chitarra), Jonny Buckland (chitarra elettrica), Guy Berryman (basso elettrico) e Will Champion (batteria, cori). “Mylo Xyloto” è la loro quinta fatica, uscita nell’Ottobre 2011 e contenente 14 tracce. Già la copertina è una mezza opera d’arte, perché su un lato campeggia una sorta di quadro post-moderno ricavato da tantissime scritte murali e sull’altro è intarsiata una X ed una W sullo stesso sfondo. Possiamo quindi decidere di mettere la copertina davanti a seconda del nostro gusto. Come detto, le tracce sono 14, così articolate: 1) Mylo Xyloto – E’ una classica canzone di intro e di atmosfera come è avvenuto per la prima traccia di “Viva la vida”. Dura soltanto 50 secondi ma dà subito l’idea della qualità generale dell’album. Voto 7. 2) Hurts like Heaven – Di seguito alla prima traccia di intro e senza ...

L'uomo nero (S. Rubini - Italia 2009) 24/11/2011

Quando l'invidia non vede al di là della copia di un quadro...

L'uomo nero (S. Rubini - Italia 2009) La scorsa settimana ho avuto modo di vedere un film che mi attirava da molto tempo dagli scaffali di Blockbuster, cioè “L’uomo nero”, un film del 2009 per la regia di Sergio Rubini. E’ proprio l’ennesima opera di questo grande regista che mi ha spinto a scegliere la visione di questo film, oltre ovviamente ad un layout di trama che mi sembrava molto bello. La presenza di Riccardo Scamarcio era invece secondaria, visto che ormai l’attore italiano è presente in molte pellicole che escono tutti gli anni. Vediamo la sostanza di questo film… IL FILM La morte imminente di una padre amato, cioè Ernesto Rossetti (interpretato da Sergio Rubini) dà l’occasione al figlio Gabriele (interpretato da adulto da Fabrizio Gifuni) di tornare nelle terre natie e ricordare un evento che era sepolto nei ricordi, smosso dall’ultima frase del padre sul letto di morte. Ernesto Rossetti era infatti un capostazione di una sperduta località pugliese che aveva l’anima e la mano del pittore. Le sue opere erano molto interessanti però venivano sempre prontamente stroncate dalla critica locale, in particolare dai due studiosi della zona che sono il Professor Venusio e l’avvocato Pezzetti. Non lo aiuta nemmeno il genero, zio Pinuccio (interpretato da un comicissimo Riccardo Scamarcio), che invita lui e Gabriele a guardare meno l’arte e ad occuparsi più delle cose pratiche. In questa sua vita da artista poco riconosciuto, veniva giornalmente accompagnato dal figlio Gabriele (interpretato da bambino da Guido ...

Easy Girl (W. Gluck - USA 2010) 09/11/2011

La lettera scarlatta...ai nostri tempi!!!

Easy Girl (W. Gluck - USA 2010) La scorsa settimana mi è capitato per caso tra le mani il file di un film che sinceramente non avrei mai pensato di vedere in vita mia, cioè “Easy Girl”, un film del 2010 per la regia Will Gluck. Il genere è sul romantico andante ed è per questo motivo che non rientra tra i film che vedo di solito, però, siccome non avevo altro da vedere, mi sono arreso al volere di mia moglie e l’ho visto. Alla fin fine, quella che in realtà sembra a prima vista una pellicola insulsa nasconde nella trama un rimando ad un romanzo storico bellissimo, cioè “La lettera scarlatta” di Nathaniel Hawthorne. Vediamo cosa nasconde questo film e se vale la pena vederlo… IL ROMANZO DA CUI SCATURISCE IL FILM Per chi non ha mai letto “La lettera scarlatta” (spero siate in pochi perché è meraviglioso!!!), questo romanzo fu pubblicato in USA nel 1850 e racconta la storia di Hester Prynne che, dopo aver commesso adulterio, ha una figlia di cui si rifiuta di rivelare il padre, lottando per crearsi una nuova vita di pentimento e dignità. Il segnale che la donna deve essere invisa alla società è appunto una A rossa che deve portare per sempre cucita sui vestiti, come simbolo delle sue colpe. Nel romanzo, dunque, Hawthorne esplora i temi della grazia, della legalità e della colpa. La lettera scarlatta è incorniciata da un'introduzione (chiamata "La dogana") nella quale lo scrittore, un alter ego di Hawthorne, finge di aver trovato documenti e carte che raccontano la storia di Prynne e ne provano l'autenticità. ...

La tela dell'assassino (Dvd) 06/11/2011

Quando la tela si stringe e diventa difficile dipanarla...

La tela dell'assassino (Dvd) La scorsa settimana, essendo alla ricerca di un buon film per passare la serata, ho rovistato tra i miei dvd ed ho trovato un film del 2004, cioè “La tela dell’assassino” del regista Philip Kaufman. Capendo già dalla copertina che era un thriller di un genere visto e rivisto, mi ha incuriosito vedere all’opera i 3 protagonisti, cioè Andy Garcia, Samuel L. Jackson e Ashley Judd. Vediamo come è il film e se vale la pena ripescarlo dalla memoria… IL FILM Jessica Shepard (interpretata da Ashley Judd, è un bravissimo agente della omicidi che però ha una vita alquanto dissoluta, visto che beve molto ed è solita avere rapporti occasionali con colleghi e uomini che incontra nelle sue serate dissolute. La sua carriera e la sua vita vengono controllate dal mentore e amico John Mills (interpretato da Samuel L. Jackson) che l’ha presa sotto la sua ala protettiva quando, ancora ragazzina, rimase orfana per un duplice omicidio in cui caddero vittima entrambi i genitori,. Appena promossa a ispettore di polizia, Jessica, insieme al suo collega Mike Delmarco (interpretato da Andy Garcia), deve occuparsi di un serial killer che picchia a morte diversi uomini, abbandonando poi i cadaveri in acqua e lasciando come marchio una bruciatura di sigaretta sul dorso della mano di ciascuna vittima. La situazione è complicata dal fatto che gli omicidi sembrano direttamente collegati a Jessica, visto che scopre di essere stata a letto con tutti gli uomini uccisi; a rendere la situazione ancora più strana ...

Limitless (N. Burger - Usa 2011) 03/11/2011

Andare al massimo...mentalmente...

Limitless (N. Burger - Usa 2011) L’altra sera sono finalmente riuscito a vedere un film relativamente recente ma che non ero riuscito ad apprezzare al cinema causa mancata liberazione dei bimbi per una serata di relax. Il film in questione è “Limitless””, uscito agli inizi di quest’anno per la regia di Neil Burger. A parte la presenza di Robert De Niro, il film attrae per l’argomento che, per chi non lo sapesse, riguarda l possibilità di aumentare le proprie facoltà intellettive grazie ad una medicina sorprendente. Vediamo come è questo film e se vale la pena vederlo… IL FILM Eddie Morra (interpretato da Bradley Cooper) è praticamente un uomo fallito perché si considera uno scrittore ma non ha ancora mai scritto un libro nonostante abbia in tasca la possibilità di essere pubblicato da una grande casa editrice. La sua vita va dunque avanti tra stenti e miserie con ben pochi soldi e amori fallimentari, finché non lo avvicina il suo ex cognato e gli propone di provare una medicine in fase sperimentale che promette dei miglioramenti incredibili. Infatti questa medicina chiamata NZT48 permette di usare il proprio cervello alla massima disponibilità, mentre purtroppo sappiamo che noi tutti lo utilizziamo per circa il 20 % del suo potenziale ogni giorno. Appena ingerita la medicina, Eddie ed il mondo intorno gli cambia completamente perché diventa un uomo di successo, a cominciare dalla fluidità con cui riesce a tirare fuori le idee ed a scrivere il suo benedetto libro. Il problema è che l’effetto svanisce dopo 1 ...

The Island (Blu-ray) 02/11/2011

Ecco a cosa porterebbe la famosa pecora Dolly...

The Island (Blu-ray) Ieri sera ho notato che passavano in tv "The Island", del regista Michael Bay ,quindi una sicurezza, accompagnata dall'altra sicurezza dell'attore protagonista, quell'Ewan Mc Gregor che a me è sempre piaciuto tantissimo. Se ci aggiungete che a lui si affianca la stupenda Scarlett Johansson, il più per guardare questo film era fatto ed infatti mi sono messo di buon grado a vederlo. In verità questo film mi ha stupito positivamente per molti motivi, ma andiamo con ordine e vi voglio parlare della versione blu-ray che mi ha regalato mia moglie per l'ultimo Natale... IL FILM Siamo nel 2015 (allucinante e pazzesco quanto queste date un tempo presagio di un lontano e misterioso futuro siano ora così vicine a noi!!!) ed il mondo è praticamente ristretto ad una torre di vetro in cui vivono e crescono persone salvate dal mondo esterno ormai inquinato e invivibile e che aspettano di vincere una fantomatica lotteria per andare a colonizzare un mondo nuovo e paradisiaco, appunto "The Island". In questo mondo gli abitanti sono controllati in ogni secondo della propria esistenza tramite un bracciale che registra gli eventi fisici di ogni abitante, compresi gli incubi notturni!!! In questo micromondo, appendice del vecchio mondo ormai rovinato, vivono Lincoln Six Echo (interpretato da Ewan Mc Gregor) e Jordan Two Delta (interpretata dalla magnifica Scarlett Johansson). I due vivono una sorta di simpatia reciproca, bloccata però dalle ferree leggi della torre di vetro che impediscono ...

Moto Heroz (Wii) 31/10/2011

Quando una corsa di Buggy diventa avvincente!!!

Da buon esperto trentennale di videogiochi e curioso di provare ogni novità in uscita, 1 mese fa ho scaricato dal canale Nintendo Wii Ware il gioco “Moto Heroz”, della casa produttrice Red Linx. Come potrete facilmente capire dal titolo, è un gioco riguardante i motori e stavolta impostato sul classico 2D a scorrimento orizzontale. Per chi non è esperto, lo scorrimento orizzontale è il modo più classico per vivere i giochi, quello con cui da sempre abbiamo giocato a Mario Bros, per dire solo un titolo a caso. Vediamo come è questo nuovo gioco e se vale la pena scaricarlo… IL GIOCO In “Moto Heroz” vestiremo i panni di Gene McQuick, un giovane corridore di buggy, ancora un po’ insperto ma pronto ad imparare tutti i trucchi per diventare un pilota provetto e dare una sonora lezione al rivale Spider McRally. Il filo narrativo di “Moto Heroz” fa da semplice contorno ad una campagna single player composta da ben 75 livelli, in cui il nostro compito sarà uno solo: tagliare il traguardo per primi, provando nello stesso tempo a raccogliere più monete possibili sui vari cammini e a trovare i cosiddetti fantasmi degli antenati nascosti in diversi angoli del percorso. Non importa se dovremo battere dei semplici ghost data o avversari in carne ed ossa; dovremo gestire con abilità la pressione del pedale dell’acceleratore e la distribuzione del peso del veicolo per eseguire salti, scalate e loop perfetti, per evitare rovinose cadute e ribaltamenti. I comandi di “Motor Heroz” sono semplici ...

Kung Fu Panda 2 (J. Yuh - USA 2011) 26/10/2011

Un secondo che ripaga di un modesto primo episodio!!!

Kung Fu Panda 2 (J. Yuh - USA 2011) La scorsa settimana, complice una serata di libertà col mio figlio più grande, l’ho portato a vedere “Kung Fu Panda 2”, il cartone della Dreamworks uscito quest’anno per la regia di Jennifer Yuh. Per chi non avesse mai letto la mia recensione sul primo episodio, ricordo che rimasi abbastanza deluso, dando non più di 2 stelle ed invitando tutti a vedere i cartoni della Pixar, che secondo me restano comunque di un altro livello. Eravamo rimasti alla fine del primo episodio che il simpatico e impacciato panda Po era diventato un guerriero grandioso ed aveva formato la punta di diamante di un gruppo che difende il proprio paese e la teoria sacra del Kung Fu. Il gruppo di guerrieri è formato da Vipera, Gru, Scimmia, Mantide, e Tigre. Non resta di vedere cosa ci propone questo secondo episodio… IL FILM Nella Valle della Pace costellata da tanti piccoli villaggi, la fa da padrone Lord Shen, un pavone bianco che è arrivato al potere grazie all’eredità del padre ma che è impaurito da una vecchia predizione che lo vede sconfitto nel futuro da un nemico bianco e nero. Spaventato da questa predizione, Lord Shen inizia così a sterminare tutti i panda nei villaggi ben prima di arrivare al potere. Il potere lo rafforza poi con l’aiuto dei lupi, che fanno incetta di materiali ferrosi nei villaggi per costruire giganteschi cannoni dalla forza imbattibile. In uno dei tanti attacchi dei lupi nei villaggi, Po vede dopo tanto tempo un simbolo sulle corazze dei nemici ed comincia ad insinuarglisi ...

I ragazzi stanno bene (L. Cholodenko - USA, Francia 2009) 25/10/2011

I ragazzi stanno bene... ma le mamme saranno d'accordo?

I ragazzi stanno bene (L. Cholodenko - USA, Francia 2009) Su indicazione degli amici e di qualche recensione letta su internet, la scorsa settimana ho visto “I ragazzi stanno bene”, un film del 2010 della regista Lisa Cholodenko. Al di là, appunto, dei vari commenti letti, ciò che mi ha spinto a vederlo è stata sia la presenza di due attrici che adoro (Julianne Moore e Annette Bening), sia soprattutto l’argomento, molto delicato ed incentrato sulle conseguenze della inseminazione artificiale senza la conoscenza del donatore ad una coppia omosessuale. Vediamo come è questo film e se vale la pena vederlo… IL FILM Jules e Nic (interpretate rispettivamente da Julianne Moore e Annette Bening) sono una giovane coppia omosessuale che vive tra normali alti e bassi, insieme ai due figli Joni (interpretata da Mia Wasikowska) e Laser (interpretato da Josh Hutcherson). Le due donne hanno avuto i due figli grazie all’inseminazione artificiale da parte dello stesso donatore ed hanno partorito ciascuna un figlio. La loro vita va normalmente avanti finchè Joni, ormai 18enne, decide di esercitare il proprio diritto di conoscere il padre biologico, che è Paul (interpretato da Mark Ruffalo), un giovane e bellissimo “sciupafemmine” che aveva donato il seme 18 anni prima per mantenersi agli studi. La scelta di Joni e Laser lascia stupefatti tutti, sia le loro madri che Paul, perché nessuno dei 3 si aspettava che un giorno avrebbero fatto conoscenza reciproca. Ovviamente, la vita di questa famiglia e del donatore non sarà più la stessa, soprattutto nel ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra