Condividi questa pagina su

viola Status viola (Livello 4/10)

hansolo74

hansolo74

Autori che si fidano di me: 9 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 01/09/2015

34

E sono stato gentile (Claudio Gentile, Alberto Cerruti) 01/05/2017

Libro interessante per conoscere meglio un campione del mondo

E sono stato gentile (Claudio Gentile, Alberto Cerruti) "E sono stato Gentile" è un libro senza grandi pretese, vuole informare su un personaggio che ha fatto la storia del calcio italiano. Un calciatore che però ha effettivamente una storia da raccontare e che per ogni appassionato di calcio in generale, è interessante conoscere. Soprattutto la sua fase iniziale, il suo approccio al calcio, la sua infanzia in Libia, le prime esperienze calcistiche e poi l'approdo alla Juventus con i suoi rapporti con compagni e dirigenza. Un calciatore che però va oltre la maglia della Juventus, diventando icona nazionale grazie alla vittoria del campionato del mondo del 1982 con la nazionale italiana. le sue grandi marcature (da Maradona a Zico, una fama di "cattivo" che ama contestare. e i suoi esordi e successi come CT ancora una volta istituzionale con l'Under 21 e poi con la nazionale olimpica con la quale conquista una medaglia di bronzo storica. Insomma da leggere senza grandi aspettative ma con molta curiosità provando a superare preconcetti tipici del calcio italiano a provando a conoscere meglio l'uomo e l'ottimo calciatore. E sono stato gentile Claudio Gentile, Alberto Cerruti Editore: Rizzoli Anno edizione: 2016 Pagine: 205 p. , ill. , Rilegato EAN: 9788817087445 ...

Fuori dalla norma. Ms. Marvel (Vol. 1) (G. Willow Wilson, Adrian Alphona) 12/08/2016

Ottimo lavoro, una ventata di freschezza e novità

Fuori dalla norma. Ms. Marvel (Vol. 1) (G. Willow Wilson, Adrian Alphona) Una sfida vinta, un nuovo modo di intendere il mondo dei supereroi, una ventata di freschezza. di novità e di humor. Ms Marvel mostra il desiderio di includere e non di escludere. Un invito alla lettura di un fumetto che sembra non avere pretese, ma in realtà butta giù dei muri, pregiudizi e fa sorridere, diverte ed emoziona. La protagonista è una donna, una ragazzina, alle prese con la scoperta di nuovi poteri e fin qui nulla di nuovo. La novità è nel rapporto con i genitori, con gli amici, nelle difficoltà della vita di tutti i giorni, nella diversità che vuole provare a controllare e ad usare a fin di bene. Tanti i temi, anche delicati, affrontati , ma tutti con leggerezza senza appesantire la lettura, con una sceneggiatura lineare e disegni avvincenti ed efficaci, soprattutto non puntando affatto sulla bellezza o sulla perfezione ma sul fascino e sulla bellezza delle imperfezioni. Il primo volume è un insieme di scoperte che trasmette la voglia di andare avanti, di capire dove si vuol andare a finire...ma poi finisce e non resta che attendere l'uscita del volume 2 ...

La forma imperfetta (Armando Grassitelli) 24/07/2016

Esordio interessante con una trama intrigante

La forma imperfetta (Armando Grassitelli) Esordio interessante per Armando Grassitelli, avvocato con l'hobby della scrittura. Romanzo gradevole, fluido con alcuni spunti interessanti. Produzione indipendente, ma in alcune occasioni è divertente andare a scovare un lavoro che fa passare un po' di tempo e fa anche respirare un po' di aria di novità rispetto ad alcuni scritti alle volte troppo ingessati o legati a stereotipi che spesso possono annoiare. Qui invece ci si può divertire con leggerezza e un po' di riflessione. Ci sono peccati di gioventù nella scrittura ma comprensibile per un'opera prima. Trama: Cosa accade nella vita di un padre separato quando la sua unica figlia scompare nel nulla? E' la storia di Marco Strazzullo, pensionato controvoglia, un matrimonio alle spalle; e di Anna, una figlia di 19 anni brutta fuori e confusa dentro, in apparenza priva di obiettivi e aspettative sul futuro. Una storia ambientata tra qualche anno, in una Napoli ordinaria,silenziosa e spogliata daisuoi mille clichè... ...

Dodici leoni. Vinicio e il suo Napoli rivoluzionarono il calcio (Franco Esposito, Marcello Altamura) 29/03/2016

Gradevole, senza pretese

Dodici leoni. Vinicio e il suo Napoli rivoluzionarono il calcio (Franco Esposito, Marcello Altamura) Il libro DODICI LEONI è gradevole alla lettura, molto rapido, anche se forse troppo semplice e con qualche eccesso. E' uno strumento importante per conoscere il calcio a Napoli in un epoca lontana ma non lontanissima che appare aver rivoluzionato il calcio in generale grazie al precursore Luis Vinicio. Il libro è anche legato al territorio in particolare al quartiere Vomero con citazioni che mostrano anche i cambiamenti dovuti al tempo. La prefazione del compianto già direttore de Il Mattino, noto oltre che per i suoi accessi editoriali anche per un celebre 3,5 come voto dato a Maradona in una partita scadente, è una chicca gustosa. Gli autori Franco Esposito firma del Mattino e del Corriere dello Sport e Marcello Altamura creano un mix di nuovo e antico che non sempre, ma in alcune pagine raggiunge l'obiettivo prefissato, incuriosire e soddisfare il lettore. Fantastica la chiosa in quarta di copertina: "A Napoli si gioca con palloni speciali, hanno la forma di cuori" firmato Renato Carosone.

Samsung RL 4353LBA EF 29/11/2015

Ottimo rapporto qualità/prezzo e consumi bassi

Samsung RL 4353LBA EF Rieccomi qui con qualche notizia su questo frigorifero. L'ho acquistato ormai qualche anno fa ma è ancora un modello con un ottimo rapporto qualità prezzo. Cos ami ha spinto a sceglierlo? l'ottima classe energetica, i consumi infatti per un elettrodomestico sempre acceso sono fondamentali. La capienza sia della parte frigo che del freezer. Si tratta di un frigo ampioi con degli ottimi reparti separati soprattutto nella parte freezer. Ho avuto dei problemi per il persistere di odori sgradevoli che non dipendevano dal cibo. Inizalmente ho pensato ad un mal funzionamento. non volevo ascoltare chi mi diceva che un frigo deve essere vissuto prima di poter essere giudicato. Così dopo qualche tempo il problema è sparito. Bella anche la linea il mio è su una tonalità dibeige e presenta anche delle legenti maniiglie, ovviamnete per chi le preferisce. In cocnlusione si tratta di un ottimo prodotto veramente affidabil (uno scongiuro però è d'obbligo ;-) abbastanza comodo anche da spostare vista la presenza di due rotelle nell aparte posteriore. lo consiglio senza dubbi.

Subbuteo. Storia illustrata della nostalgia (Daniel Tatarsky) 04/11/2015

Un libro e un tesoro di nostalgia

Subbuteo. Storia illustrata della nostalgia (Daniel Tatarsky) "Non è elettronico, non è meccanico e si gioca a punta di dito" si leggeva nelle mitiche pubblicità su Topolino! Il Subbuteo (o calcio da tavolo) ha caratterizzato l'infanzia (ma per alcuni anche la gioventù e l'età adulta) per numerose generazioni prima di essere (quasi) detronizzato dai vari videogames (vedi la saga di Pro Evolution) ma resta un must. Un gioco che mischia biliardo e scacchi. Questo è il concetto di massima che mister Tatarsky esprime nella sua introduzione ad un libro che ha finito per costituire una vera bibbia per gli appassionati del genere. Prima una serie di racconti e la spiegazione del gioco per tutti. Poi un approfondimento destinato ai più esperti sul gioco e soprattutto sul collezionismo. Un susseguirsi di fantastiche immagini che dimostarno come il subbuteo fosse un gioco, ma fosse anche un gran divertimento modellistico. Si, proprio così, perchè non mancano le foto con spalti, spettatori, coppe, tabelloni e chi più ne ha più ne metta fino alle immagini di quello che può essere definito (a buona ragione, vista la rarità) il sacro Graal del subbuteo ovvero l'edizione Munich 1974. Un'edizione che viene osannata nel libro di tatarsky come l'oggetto del desiderio di tutti i collezionisti. Che sono ancora tanti e sparpagliati in tutto il mondo. Un libro ben strutturato, disponibile sia in versione rilegata che brossurata. Per nostalgici, ma anche per curiosi di ogni età. Mio nipote di 7 anni è già un campioncino ;-)

Calcio. 1898-2010. Storia dello sport che ha fatto l'Italia (John Foot) 04/11/2015

Vedere il calcio italiano con gli occhi di uno straniero

Calcio. 1898-2010. Storia dello sport che ha fatto l'Italia (John Foot) Un vero capolavoro, aggiornato nel tempo con dettagli degli ultimi anni. Da leggere quasi tutto di un fiato o semplicemente da consultare. Parliamo di una sorta di capolavoro per gli appassionati del genere. Scritto con grande maestria con dovizia di particolari da John Foot, con leggerezza e ironia, laddove necessaria, e con approfondimento e durezza se il tema lo richiede. Si parla di un libro monumentale a ragione. Uno spaccato delle nostre abitudini viste dall'esterno coinvolgendo la nostra storia calcistica in tutte le sue sfaccettature e in tutti i suoi interpreti. Dai manager ai fantasisti, dai tifosi ai bomber nessuno è escluso da questo libro scritto da chi è evidentemente innamorato e "malato" di calcio e allo stesso tempo innamorato del nostro paese e delle sue buone e cattive abitudini, da qui il sottotitolo, mai così giusto, "Storia di uno sport che ha fatto l'Italia". Lo consiglio vivamente, l'ho letto in pochissimi giorni nonostante la mole non sia ridotta, e lo tengo sempre a portata di mano per consultarlo se ho bisogno di qualche dato o qualche suggerimento. Splendido ovviamente per appassionati del genere

Halloween é dietro angolo, avete già deciso come passarlo? Mostrateci il vostro travestimento più riuscito e condividete con noi i vostri piani migliori! 16/10/2015

Come è cambiata la festa di Halloween negli utlimi 20 anni

Halloween  é dietro angolo, avete già deciso come passarlo? Mostrateci il vostro travestimento più riuscito e condividete con noi i vostri piani migliori! Come per molti over 40 la festa di Halloween per me è un ibrido. Ne conosco la genesi, ma è ovvio che il riferimento vada fatto al luogo dove ha attecchito ed è diventata una vera festa di culto: gli Stati Uniti. Beh dal dolcetto scherzetto, divertente e rilassato, ai film horror ce ne passa. Io però ho un ricordo di come si festeggiava in Italia 20 anni fa e come sono sicuro non lo festeggerò quest'anno. Usciamo in gruppo ed entriamo in un locale in città: il Joyce. Il nome credo dica già tutto. Così ancora poco avvezzi a questo tipo di festeggiamento ci facciamo coinvolgere da tutti coloro che invece avevano deciso di prenderlo sul serio....ma molto sul serio. Così nessuno poteva entrare se non truccato (si tratta di un pub, insomma si mangia e si beve in puro stile britannico). Ma, nonostante sia un'attività commerciale, il diktat della sera era: o sei mascherato o vai da un'altra parte. Come prevedibile erano attrezzati all'ingresso per farti travestire o meglio: TRUCCARE. Così mi ritrovo tra le mai di una ragazza che "armata" di pastelli a cera, rossetto, ombretto, matite e chi più ne ha più ne metta, mi dipinge un fulmine rosso che mi "taglia" la faccia attraversando bocca, naso (che non è molto piccolo) e occhi. Il tutto colorato di un rosso fuoco. Insomma un trucco "discreto". Poi però la serata fila liscia, mangiamo il nostro panino, beviamo quello che dobbiamo e ce ne andiamo. Ma non ancora a casa. Decidiamo di andare a prendere un cornetto alla crema o al ...

Hermès - Eau D'Orange Verte Eau de Cologne 10/10/2015

Ottimo fragranza agrumata, unisex

Hermès - Eau D'Orange Verte Eau de Cologne Spesso ho l'abitudine di acquistare profumi e farmi regalare dei tester perchè se è vero che ci si innamora di alcune fragranze è altrettanto vero che è necessario e forse obbligatorio, sperimentarne di nuove anche per vedere come funziona sul nostro corpo o sul corpo di una donna (in questo caso il profumo va bene per tutti e due visto che è considerato unisex) Consiglio di provare Hermès Eau d'orange verte perchè affascina per le sue note agrumate legnose e speziate che mantengono un livello veramente elevato. Confezione esterna con un colore arancione che riporta alla fragranza del profumo mentre la bottiglietta (disponbilile nella doppia veste da 100ml e da 200 ml) è in vetro verde scuro con forma arrotondata, larga nella parte superiore e si restringe in quella inferiore. Il tappo nero è di comoda apertura. Come accennato la profumazione è agrumata legnosa. Ingredienti: Arancio, basilico, ambra, cedro e patchouli. La profumazione è molto fresca e persistente comprende in una sola goccia essenze di mandarino, menta, lamponi, muschio di quercia. Di questa acqua di colonia esistono due versioni la prima creata da Francois Caron nel 1979, la seconda creata da Jean Guichard nel 2004. Ma la differenza riguarda solo il fatto che la prima versione è in versione normale, mentre la seconda concentrata. NOTA DI TESTA : Petit Grain, neroli, note verdi (volatili percepite dopo 10 minuti) NOTA DI CUORE : Arancio, Mandarino, Tiglio, Fiori di Tiglio (dopo 30 minuti) NOTA DI FONDO ...

Hermès - Terre d'Hermès Eau de Toilette Spray 10/10/2015

Interessante per chi lo annusa...meno per chi lo "indossa"

Hermès - Terre d'Hermès Eau de Toilette Spray Come spesso mi capita prima di comprare un profumo prendo il tester, ne raccolgo più possibile ogni volta che compro un profumo a mia moglie...diventa l'occasione per un suggerimento magari per il prossimo regalo. Stavolta prendo il tester di Terre d'Hermes Uomo. Beh sembra piaccia alle donne e meno a chi lo indossa quindi dipende un po' dalle finalità che si hanno quando si decide di utilizzare un profumo. E' un profumo speziato e legnoso. Si apprezza da subito l'arancio, seguito dall'amarezza di pompelmo, pepe e spezie fresche. Ma non ci sono solo vegetali infatti la fragranza si sviluppa con un intreccio con minerali di pietra focaia e vetiver. Il finale è dedicato soprattutto al cedro. Piramide Olfattiva Note di Testa: Pompelmo, arancio, silex Note di Cuore: Pepe, bacche rosa, foglie di geranio, patchouli Note di Fondo: Cedro, vetiver, benzoino Lo consiglio anche non lo amo particolarmente dopo averlo usato per un po' . ...

In salita controvento (Ivan Basso) 08/10/2015

Biografia di un campione semplice e scorrevole

In salita controvento (Ivan Basso) Il giorno in cui Ivan basso Annuncia il suo ritiro dall'attività agonostica ho deciso di recensire il libro edito dalla Rizzoli dedicato alla vita , sportiva e non, del grande ciclistadi Gallarate. Si tratta di una biografia scritta a quattro mani con Francesco Caielli. 250 pagine a un prezzo accettabile in edizione rilegata con sovra copertina. Nel libro, scritto senza grandi pretese in maniera semplice e scorrevole, il ciclista ripercorre i suoi successi dagli esordi, o meglio dal momento in cui ha deciso di intraprendere la professione di cliclista , ai grandi successi al Giro d'Italia e al Tour de France. La svolta a 7 anni. Era infatti il 1984 quando un Ivan ancora bambino vedeva a Verona Francesco Moser vincere all'Arena. Ma il libro narra anche della vita dell'uomo e dell'atleta . Dalle sue prime vittorie alla agognata maglia bianca al Tour de France all'investitura da parte di Lance Armostrong che lo individua come suo erede. Ma altari e polvere devono ancora arrivare così nel 2006 vince il Giro d'Italia, un trionfo ma sul più bello il crollo. La maledizione del ciclismo. L'ombra e la conferma arrivata proprio da lui, del doping... Ma l'errore non lo sconfigge. Due anni di squalifica trascorsi tra mille pensieri e un grande rientro che lo porterà a vincere per la seconda volta il Giro d'Italia. Oggi a 37 anni lascia le corse con tanti ammiratori che continueranno a ricordare le sue imprese e quell'ombra di doping che non riguarda solo lui, ma uno sport che ...

Diadora - Grün Energy Fragrance Eau de Toilette 01/10/2015

Senza pretese, ma gradevole

Diadora - Grün Energy Fragrance Eau de Toilette Diadora - Grün Energy Fragrance è Eau de Toilette senza pretese ed estremamente semplice. Dicamo per tutti giorni , per una rinfrescata e via. In effetti è proprio la freschezza la sua caratteristica in confezione (nera di cartone con bande verdi laterali) tipica della produzione di eau de toilette che provengono da grandi aziende di articolo sportivi, che escono dal loro abituale habitat e si dedicano alla profumazione semplcei da bagno maschile, in questo caso un'azienda italiana nota nel mondo. Boccetta in vetro (sembra verde ma in realtà è il colore del profumo, con tappo nero senza infamia e senza lode. La fragranza è caratterizzata daiseguenti ingredienti: alcohol denat , parfum , acqua, benzophenone-1, limonene, B.H.T., coumarin, linalool, alpha, isomethyl ionone,citral,geraniol, C,I42090. Un pensiero - regalo gradevole e carino, non certo per fare colpo sul proprio ragazzo ma sicuramente per regalargli qualcosa che gli farà piacere. ...

Samsung GALAXY S5 16GB 18/09/2015

L'assurdità delle notifiche di recapito degli SMS

Samsung GALAXY S5 16GB Ho da gennaio del 2015 il Samsung Galaxy S5. Mi sono trovato molto bene, ottima interfaccia, facile nell'utilizzo, soprattutto per chi è abituato ad usare il sistema Android e non Apple, e soprattutto per chi aveva un altro telefono o tablet Samsung (io avevo il Galaxy S3). Facile trasferire la rubrica e tutti i file, aumentando la velocità del sistema e le potenzialità del prodotto. C'è però un'assurdità. Conoscete il servizio di notifica di consegna degli sms? Bene nonostante il servizio venga pagato alla compagnia telefonica l'attivazione viene effettuata tramite il telefono (già questo potrebbe essere motivo di grande discussione anche a livello legale perchè non si firma nulla per avere un servizio a pagamento), ma quel che è più grave è che alcuni apparecchi, nonostante non venga flaggata l'opzione per la notifica, la attivano ugualmente per un malfunzionamento (così è capitato a me) creando un danno grave all'utente che non vuole il servizio. Sapete la cosa ancora più bella quale è? Se chiedete la disattivazione del servizio la mitica compagnia telefonica vi dice che non possono farlo (eppure pagate a loro) perchè è un comando del telefono. Allora ti rivolgi all'assistenza della Samsung dove ti dicono che il telefono funziona perfettamente. Che fare? Manca la ciliegina sulla torta: sul mio telefono non arriva nemmeno la notifica (una specie di breve testo che appare e poi scompare sullo schermo appena inviato l'sms ...ma io l'ho visto su altri cellulari non sul ...

Chanel - Bleu Eau de Toilette 13/09/2015

Sofisticato e moderno

Chanel - Bleu Eau de Toilette Bleu di Chanel è entrato nel mercato italiano a settembre del 2010 ha fatto la sua comparsa nelle profumerie italiane il 15 settembre 2010. La fragranza è stata creata da Jacques Polge. L'idea che vuole tramsettere è quella di una libertà seducente che si evince chiaramente anche dal suadente spot uscito in occasione del lancio del prodotto. Sembra creato per un uomo che voglia ostentare decisione, forza e indipendenza Un’essenza raffinata, classica e senza tempo della celebre casa parigina, che da oltre un secolo è affermata nel mondo della profumeria ma anche della cosmetica tutta. L'ho provato nei mini tester, ma la confezione originale è solida, massiccia e squadrata. Il colore è un blue molto scuro che si avvicina al nero. La fragranza appare come l'incontro tra forza ed eleganza che unisce la freschezza degli agrumi e la potenza di un accordo aromatico, al soffio legnoso delle note cedrate secche. Il legno di sandalo della Nuova Caledonia contribuisce a mantenere una persistenza soddisfacente e seducente. Si vaporizza direttamente sulla pelle o sui vestiti. ...

American Hustle - L'apparenza Inganna (Dvd) 09/09/2015

Ottimi attori con trama intrigante

American Hustle - L'apparenza Inganna (Dvd) Un film molto pubblicizzato che alterna momenti veramente interessanti, addirittura emozionanti ,ad altri scontati fino ad essere addirittura noiosi. Molto noto soprattutto per le tante candidature all'Oscar concluse un un buco nell'acqua, il film mantiene desta l'attenzione dello spettatore per tutta la sua durata (forse eccessiva, quasi due ore e mezza). Ottimo Batman Christian Bale nella veste del protagonista. Un figura ambigua pieno di pregi e difetti, ma di sicuro impatto caratteriale. il coprotagonista uomo, Bradley Cooper invece non regge il confronto nonostante una buona performance. Il film intriga per una serie di colpi di scena e di ribaltamenti in una vicenda tortuosa ma in alcuni momenti banale ma mantiene fascino fino al finale un po' mieloso. Una delle cose divertenti del film è che spinge a fare il tifo, a sostenere una posizione o un personaggio, a capire chi sta facendo bene e chi male. Sfida lo spettatore a prevedere gli eventi che si succederanno e questo lo rende comunque un film da vedere benissimo anche sul divano con un dvd di buona qualità.
Visualizza altre opinioni Torna sopra