Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

harleyd74

harleyd74

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 25/02/2008

307

I cinque tibetani. L'antico segreto della fonte della giovinezza (Peter Kelder) 12/01/2014

Funzionano veramente!!

I cinque tibetani. L'antico segreto della fonte della giovinezza (Peter Kelder) Oltre un mese fa avevo acquistato un libro su come viver meglio, più in forma e in maniera migliore. In questo libro estremamente interessante, oltre a citare altri autori di altri libri facendo riferimento, aveva anche citato Peter Kelder l’autore del libro “I cinque Tibetani” accennando che gli esercizi contenuti nel libro di Kelder fossero veramente efficaci per migliorare a stare in migliore forma e salute. Così non ci ho pensato due volte a scaricarmi questo piccolo, ma tanto prezioso libricino, a dire il vero il libro si trova in pdf, anche digitando una semplice ricerca su Google. Praticamente Kelder, questo autore anglosassone, narra che quando egli era giovane conobbe il colonnello Bradford, un’ufficiale inglese anziano in pensione. Quest’ultimo gli narra che durante le sue missioni in India, aveva sentito parlare di un monastero del Tibet, dove avevano il dono della eterna giovinezza. E lui voleva trovarla. Quando ripartì per la sua ricerca, chiese a Peter se voleva accompagnarlo nel suo viaggio alla ricerca di quel mitico monastero dove tutti erano giovani. Kelder non accettò di accompagnarlo nel viaggio, così passarono degli anni, e quasi non si ricordava più del colonnello. Sino quando un giorno, il colonnello lo chiamò dicendo che era tornato in Inghilterra, e chiese di incontrarlo. Così i due si re-incontrarono, e quando questo avvenne Kelder non riuscì a riconoscere il colonnello! Il colonnello Bradford mostrava le sembianze che doveva aver avuto quando ...

Cairns 10/04/2013

Immersione nella Grande Barriera Corallina: esperienza unica!

Cairns Nei cinque anni che avevo trascorso vivendo in Australia (dal 1996 sino al 2001) avevo vissuto prevalentemente a Perth, e a parte le due volte che ero andato a visitare un parente in Sydney, per il resto l'Australia non l'avevo molto girata anche se avevo sempre desiderato andare in Cairns. Ecco che a distanza di una dozzina di anni al mio ritorno in Australia decido di girarmela in lungo ed in largo: prima tappa volo da Perth a Sydney dove abita e vive la mia sorellina, che sono tantissimi anni che non ci vedevamo, e sopratutto la mia nipotina che non avevo avuto modo di incontrare da quando era nata tre anni fa. Poi da Sydney a Gold Coast a visitare il mio migliore amico che vive a Byron Bay dove mi soffermerò per una decina di giorni per aver tempo di visitare anche la Gold Coast/Surfers Paradise e Brisbane (solo di passaggio) e Noosa. Dalla Gold Coast poi me ne volerò sino al nord nella tropicale Cairns dove starò quasi una settimana per fare snorkeling a visitare e vedere la grande barriera corallina (la più grande del mondo). Da dove me volerò da Cairns a Sydney di nuovo da mia sorellina per una settimana, e da dove infine avrò il volo per Perth a concludere questo mio girovagare australiano dalla durata totale di 25 giorni. Tra tutte le tappe recentemente toccate, questa volta vorrei raccontarvi di Cairns questa città tropicale situata al nord dell'emisfero australe. Il mio volo da Gold Coast per Cairns era proprio mattiniero, così mi toccò una levataccia per ...

Perth 07/03/2013

Città ideale (per viverci)

Perth Parto dalla semplice premessa che in Perth, nella capitale della Australia Occidentale, avevo già vissuto in precedenza per cinque anni: esattamente dal 1996 sino al 2001 anno in cui ero ritornato in Italia. Tra l'altro in Australia ho tre sorelle, a differenza dove in Italia ne ho solamente una di sorella che vive e risiede là. Fatta questa premessa, qualche mese fa avevo deciso di lasciare il mio lavoro dando tanto di dimissioni, semplicemente per partire per tre mesi di nuovo in Australia dalle mie sorelle. Ogni tanto nella vita vanno prese delle decisioni coraggiose, e penso che questa lo sia, quello di lasciare un lavoro sicuro e stabile in Italia per partire per un'incognita. Male che vada me ne tornerò in Italia o mi trasferirò a vivere a Londra per un po' di tempo: vedremmo. Intanto rassegno le dimissioni dal lavoro, e prenoto il volo tramite l'agenzia viaggi per tre mesi con data di partenza il pomeriggio di martedì 29 Gennaio 2013, scalo a Doha in Qatar (con la Qatar airline), ed arrivo in Perth il giorno dopo sempre nel pomeriggio. Mentre il ritorno sarebbe previsto per il 26 Aprile 2013 e arrivo a Milano Malpensa il giorno successivo sempre con scalo a Doha. Per un totale di €950,00 oltre ad aggiungere €25,00 di commissioni per l'agenzia viaggi, la quale ti rilascia in automatico il visto Eta (Australian Eletronic Travel Authority) insieme al biglietto aereo. Il visto Eta ha una validità per tre mesi di soggiorno, da utilizzarsi entro un'anno dalla data ...

Miami 06/01/2013

Stupenda Miami Beach & Key West!!

Miami Quest'anno è stato differente rispetto agli anni precedenti, nel senso che di solito in autunno tra settembre ed ottobre parto sempre per una settimana in vacanza per una destinazione al mare. Invece vuoi perchè dovevo gestire alcune cose, così non prenotai nulla per lo scorso autunno. Così mi ritrovai che avevo una settimana libera per Dicembre, e inizialmente avevo pensato di partire per le Mauritius, il cui volo mi veniva a costare sulle seicento euro grosso modo tramite il sito di volagratis.com. E mentre ero lì che cercavo alcune potenziali destinazioni, mi venne in mente di verificare i voli per Miami, e guarda caso che trovo un bel volo la settimana prima di Natale per soli €469,00! Ovvio che con centocinquanta euro risparmiate sul volo non era malaccio, e poi inoltre Miami era uno di quelle destinazioni che mi ero prefissato di andare quando sarei stato negli States (United) oltre a New York e Los Angeles. La prima cosa che mi venne in mente fù il film cine-panettone che era uscito diversi anni fa “Vacanze di Natale a Miami”, tuttavia da quello che mi risultava anche a dicembre nel sud della Florida si poteva ancora andare al mare e che mare con palme e dal color azzurro cristallino. Insomma alla fine mi convinsi e prenotati il volo con la mia fedele carta di credito, ovvio che poi ero andato direttamente sul sito della Delta American Airlines a prenotarlo evitando così le comissioni del sito di intermediazione e relativi extra costi di comissioni. Ok il volo era ...

Istanbul 15/12/2012

Istanbul: tra Oriente ed Occidente

Istanbul Dopo un certo periodo di latitanza ritorno a scrivere un'altra opinione sul sito di Ciao, raccontandovi il mio ultimo viaggio in Turchia nella sua scintillante capitale Istanbul (quella che un tempo era chiamata Costantinopoli). Istanbul è una delle capitali più popolose al mondo, vera e propria megalopoli, con quasi i suoi tredici milioni di abitanti. Collocata sullo stretto del Bosforo che divide la città in due parti: a ovest nel lato europeo e a est su quello asiatico, tra l'altro l'unica città del mondo che si estende su due continenti differenti come l'Europa e l'Asia. Una città di forte richiamo, vero e proprio ponte tra Occidente ed Oriente, ricca di fascino e tradizione sin dai tempi più antichi. Avevo deciso di fare un viaggio in Istanbul anche prima che mi fosse arrivato la mia cittadinanza italiana (finalmente!!), e mi ero recato al consolato turco di Milano dove appunto mi dissero che ci voleva il visto e la domanda per farlo insieme al costo di sessanta euro qualche anno fa. Ora che mi è arrivato da poco la cittadinanza italiana e anche il passaporto italiano, e a questo punto non necessitavo di nessun visto per visitare la Turchia, prenotai il mio volo con un mese di anticipo con la compagnia turca Pegasus, e trovai un volo andata e ritorno con partenza da Milano Orio al Serio per Istanbul Sabiha Gokcen (aeroporto più lontano che dista 35km a sud est della città) per un'ottimo prezzo di cento euro tutto incluso. La permanenza era di cinque notti e sei ...

Stay Inn Lisbon, Lisbona 29/10/2012

Esperienza da cinque stelle

Stay Inn Lisbon, Lisbona Verso lo scorso giugno quando andai a Lisbona per un fine settimana lungo, da giovedì sino a lunedì, ebbi modo non solo di visitare Lisbona la capitale del Portogallo e la magnifica cittadina di Sintra che dista neanche un’oretta col treno. Come vi dicevo ultimamente avevo preso a viaggiare come ospite di persone del posto che mi ospitavano, appunto tramite il sito di CouchSurfing, tuttavia Lisbona è stata una di quelle città dove non trovai nessuno che volesse ospitarmi a casa sua. Così guardai a vari soluzioni per un’ottimale alloggio senza necessariamente dover spendere una capitale per quelle quattro notti portoghesi. Così dopo svariate ricerche su internet, e valutando diverse opzioni che spaziavano da appartamenti economici ad bed and breakfast ad ostelli infine ho optato per questo ultimo. Infatti decisi di alloggiare a questo nuovo e bellissimo ostello che si chiama Stay Inn Lisbona, tra l’altro era stato inaugurato da pochi giorni perché appunto non avevo ancora visto nessuna recensione di persone che vi avevano già alloggiato! Mi feci attrarre dalle foto che ritraevano una struttura molto design, elegante e moderna. Nuovissimo di zecca e con tutti i confort al pari di un albergo da cinque stelle, e velo dice uno che ha sempre lavorato come receptionist in hotel da cinque e quattro stelle tra Milano e Madonna di Campiglio. Scelta più che azzeccata: praticamente per una costo minimo di quindici euro la prima notte (giovedì) e di diciotto euro per le altre tre notti ...

Berlino 28/10/2012

Stupenda Berlino

Berlino Berlino è stata l'ultima meta dei miei vari viaggi, dopo Ibiza e Riga per l'autunno di quest'anno. Nonostante devo ammettere che in Germania ero già stato in precedenza nelle città come Dortmund, Dusseldorf o come Baden Baden negli anni precedenti quando ero un ragazzino, tuttavia nella capitale tedesca non vi avevo ancora messo piede. Motivo per cui avevo deciso di soggiornarvi cinque notti e sei giorni. Come molti di voi probabilmente se lo ricorderanno, sono oramai mesi che sono un'iscritto al sito di CouchSurfing, divenendone un membro attivo, sia per ospitare che farmi ospitare in giro per il mondo. Anche se finora ho sopratutto ospitato gli ospiti presso la mia casa di Milano, più che essermi fatto ospitare in giro per il mondo. Nella capitale tedesca a differenza del mio penultimo viaggio a Riga in Estonia dove tutto era stato fatto tramite CouchSurfing (alloggio + incontri coi locali per un drink), devo ammettere che invece a Berlino è stato alquanto difficile trovare qualcuno che mi ospitasse a casa propria. Infine ho trovato questa ragazza che mi ha ospitato a Berlino per tre notti (dalla secondo notte sino alla quarta), invece la prima ed ultima (quinta) notte l'ho trascorso in un ostello. Giovedì pomeriggio 13 ottobre 2011, partenza da Orio al Serio (Bergamo) con Ryanair e in un'ora e mezza atterro all'aeroporto di Berlino Schönefeld che dista circa 16 km a sud-ovest della città. Da qui ho preso lo shuttle Express SXF1 che mi ha portato sino alla stazione ...

Couchsurfing.com 25/10/2012

Entusiasmante idea!

Couchsurfing.com Il mese scorso avevo acquistato il numero di gennaio del mensile della rivista Turisti per Caso, poi successivamente ero andato sul suo sito e mentre leggevo una recensione del viaggio di una coppia di italiani in Vietnam. Praticamente raccontavano che arrivati a Ho Chi Minh City, tramite questa ragazza canadese che viveva lì, gli aveva portati all’inaugurazione di un locale dove hanno fatto incetta di drinks alcolici gratuiti. Appunto dicevano che questa ragazza canadese l'avevano contattata e conosciuta tramite il sito di Couch Surfing. Così per curiosità sono andato a vedere di che cosa si trattasse e fosse questo sito chiamato Couch Surfing: ecco come l’ho scoperto questo sito che ha cambiato il mio modo di concepire i viaggi. Couch Surfing, già dal nome stesso è un sito gratuito e libero dai banner pubblicitari, dove ci si può iscrivere in maniera del tutto gratuita per utilizzare i suoi servizi. Il sito si auto-finanza tramite le donazioni dei propri utenti; l’importo per la donazione è facoltativa. Una volta iscritti si ha un proprio profilo da gestire, come quasi per tutti i siti, dove si possono caricare le proprie foto. E anche le foto del proprio divano. Si avete capito bene, del proprio divano da offrire a disposizione degli altri utenti che volessero usufruirne. Infatti anche dal nome del sito, che Couch Surfing significa navigare sul divano, è un sito dove gli utenti possono offrire il proprio divano-letto agli altri utenti viaggiatori. In sostanza questo ...

CartaSI 03/10/2012

La mia carta di credito :)

CartaSI Penso che oramai saranno almeno una quindicina di anni se non quasi una ventina di anni che ho iniziato ad utilizzare le carte di credito, poi ci si fa talmente l’abitudine sino a tal punto da non poterne più fare a meno abituandosi alla sua comodità che ci permette veramente di fare tante cose. Tra le cose principali in primis ci permette ovviamente di fare degli acquisti, alcuno di questi acquisti specie modo quelli effettuati online, in ordine di poter procedere all’acquisto oramai è necessario possedere/avere almeno una carta di debito (ricaricabile) o una carta di debito (dalla quale scaleranno tutte le spese effettuate dal proprio conto corrente bancario/postale). In questo caso parliamo del circuito finanziario della Cartasi. Vi faccio un’esempio banale ma efficace: mettiamo che vogliate acquistare un biglietto aereo con una compagnia low cost o con una qualsiasi compagnia, e magari trovate l’offerta in promozione online comodamente a casa vostra dal sito del gestore aereo, per poterlo acquistare il biglietto è necessario avere una di queste carte dalla quale si effettueranno il pagamento elettronico in modo che poi la mail di conferma arrivi direttamente sulla vostra casella elettronica dalla quale potete poi comodamente stamparvi la vostra carta di imbarco o il vostro biglietto aereo. Queste carte di credito o di debito sono delle carte di plastica rigida, quasi sempre dotate di un microchip elettronico che le rende più sicure e contenendo più dati in ...

Dio in te. La divinità dimenticata. The white book (Ramtha) 12/09/2012

Un libro Illuminante

Dio in te. La divinità dimenticata. The white book (Ramtha) Oggi vorrei scrivere una recensione su questo libro scritto da Ramtha, questa signora americana di mezza età dove il suo corpo viene controllato da questa entità che si chiama appunto Ramtha, che ha vissuto ai tempi della civiltà di Atlantide. Ed è stato uno dei primi uomini su questa terra che è riuscito ad ascendere (o aver raggiunto l'illuminazione se preferite). Il libro che si intitola “Dio è in Te, la Divinità dimenticata” nella versione in italiano, mentre nella versione in inglese (che sarebbe poi quella originale si intitola “The White Book che significherebbe il libro bianco). Chiaramente questo libro tratta argomenti delicati, interessanti ma allo stesso tempo ognuno può avere la propria opinione, idee o fede religiosa a proposito; visto che per l'appunto tratta e parla sia di religione che di spiritualità. Inanzitutto vorrei fare chiarezza sul termine ascendere, che ultimamente forse qualcuno di voi potrebbe averlo sentito utilizzare più spesso, sopratutto dal trend cosidetto New Age che pare vada così tanto di moda ultimamente in questi anni sopratutto con l'avvicinarsi del dicembre 2012. Provo a spiegarlo con parole mie il suo signigicato: ascendere è quando un essere umano si distacca da tutte le illusioni terrene (che possono essere tutti i piaceri e dolori che possiamo provare e sperimentare in questa vita terrena; per cui dal cibo al possedere le cose materiali, dal godere del sesso e via discorrendo), e non ci identifichiamo più con nessuno dei nostri ...

Noni. La pianta magica dei guaritori polinesiani (Hendrik Hannes, Walter Lübeck) 06/09/2012

Noni la pianta "magica"

Noni. La pianta magica dei guaritori polinesiani (Hendrik Hannes, Walter Lübeck) Da qualche annetto a parte sono diventato molto più consapevole su come migliorare il mio stile di vita, e per avere uno stile di vita migliore vale il detto “siamo quello che mangiamo”, ovvero sia in altre parole se mangiamo del cibo sano ed una alimentazione corretta tutto il nostro corpo ne beneficia ovviamente. Detto in maniera assai cruda se mangiamo tanta carne, che equivale ai cadaveri degli animali morti, di certo non fa bene. La cosa migliore sarebbe mangiare tanta e tantissima frutta e verdura fresca, che sono vivi e freschi. Poi magari può capitare qualche volta di mangiare anche un po’ di carne ma sempre in maniera oculata. Partendo da questa piccola e veloce premessa, questo piccolo libricino di soli 128 pagine che mi era stato donato in omaggio, appunto con l’acquisto dei succhi di noni da bere. Come dicevo appunto il Noni, questa meravigliosa pianta, che anche io sino a pochi anni fa non ne avevo mai sentito ne nominare né tanto meno conoscevo la sue esistenza. Però se dobbiamo parlare di prodotti sani per il corpo umano, oltre alla sua più famosa e conosciuta collega quale è l’aloe vera, il Noni questo gran sconosciuto ai più in quanto ad effetti benefici non è da meno! Il Noni è un’ottimo rimedio per i seguenti problemi: abrasioni, arteriosclerosi, foruncoli, ustioni, sindrome di fatica cronica, herpes labiale, congestione, depressione, infiammazione agli occhi, fratture, gengivite, alta pressione arteriosa, indigestione, malattie renali, ...

Apple iPad 64GB Wi-Fi 27/08/2012

Acquisto vantaggioso su ebay

Apple iPad 64GB Wi-Fi Dopo un periodo di intenso lavoro, eccomi qui a scrivere un’altra opinione, tenete presente che io faccio un lavoro nel campo del turismo. Per cui quando la gente è in ferie io lavoro, e viceversa quando la gente lavora io sono in ferie; il lato positivo di questa cosa è che ho sempre le ferie in bassa stagione e tutto mi costa di meno! =) Oggi vorrei parlarvi del mio ultimo sfizio che mi sono tolto; un bel Ipad da 64gb wi-fi + 3G (di prima generazione) originale. Parto dalla premessa che oramai sono molti anni che ho ed utilizzo un’Iphone da 32Gb e mi sono sempre trovato bene, soprattutto nei miei viaggi all’estero dove vogliamo fare un paragone tra il portarsi appresso uno scomodo notebook/latop o il più pratico iphone da dove si possono controllare le proprie emails e navigare su internet?? Fatta questa piccola premessa, devo dire che all’inizio avevo considerato anche altri dispositivi come ad esempio i Kindle (che vengono venduti su Amazon.com) perché avevo conosciuto una ragazza inglese e lei lo aveva e mi diceva che i Kindle si agganciavano alla rete di telefonia locale (quando si è all’estero) avendo navigazione internet gratuita dovunque si fosse andati all’estero. Mica roba da poco no?? Di contro c’era il fatto che questi ebook sono in bianco e nero e non a colori, oltre poi al fatto che avevo provato ad acquistarlo sul sito stesso della Amazon, e diceva che non veniva spedito in alcuni paesi tra cui Italia incluso. Così mi sono deciso ad ...

Tubagua Plantation Eco Village, Puerto Plata 28/07/2012

***** Eco-sostenbile Tubagua villaggio *****

Tubagua Plantation Eco Village, Puerto Plata INTRODUZIONE Come passa veloce il tempo, se penso che solo sino a un paio di mesi fa ero ancora nella Repubblica Domenicana.. Oggi voglio parlarvi di questo posticino che quando l’ho trovato casualmente su internet, non ci ho messo neanche due secondi a decidere che vi volevo alloggiare, il posto in questione si chiama Tubagua Villaggio Ecologico (come dal nome avrete capito tutto) ed è immerso nella lussureggiante vegetazione della piovosa foresta tropicale nel nord della repubblica domenicana. Collocata nel mezzo di una rigogliosa piantagione di banane/platani sulle colline appena fuori da Puerto Plata. La particolarità di questo posto è che si dorme in delle capanne costruite interamente in legno e col tetto anche egli in legno e ricoperte di foglie di palme. Il tutto è costruito per essere in sintonia con l’ambiente circostante; pensate hanno anche una palestra all’aperto costituito da delle panche di legno e svariati pesi, oltre poi ad una piccola piscina all’aperto con tanto di panorama mozzafiato che guarda giù a valle. Per la precisione sono esattamente diciotto chilometri da Puerto Plata andando in direzione di Sosua o Cabarete (verso est), per cui diciamo come locazione non era proprio comodissima per chi come me non aveva noleggiato un’autovettura, infatti di taxi tra andare e tornare (a Puerto Plata dove ci sino le stazioni dei bus) avevo speso non dico un capitale ma parecchio nonostante avessi contrattato arduamente coi taxisti locali. LA MIA ...

Sintra 23/07/2012

FA-VO-LO-SO!

Sintra INTRODUZIONE Quando avevo prenotato per il mio fine settimana lungo a Lisbona di fine giugno 2012 (un mesetto fà), e lo avevo fatto con parecchi mesi di anticipo pagando così di meno il volo, non sapevo neanche dell’esistenza di Sintra. E per fine settimana lungo intendo da giovedì sino a lunedì. Quando la ragazza alla reception mi consigliò di visitare Sintra.. Questo meraviglioso paese di soli trentamila abitanti che dista circa una ventina di chilometri dalla capitale portoghese, e comodamente collegata col treno/metro regionale, partendo dalla stazione di ferroviaria di Rossio (che è anche una stazione delle metropolitana) in quarantacinque minuti porta al paese da favola quale è Sintra. Tra l’altro il costo del biglietto è irrisorio, come del resto in Portogallo tutto costa poco, mi pare tra le tre euro e qualcosa a tratta, per cui andata e ritorno si dovrebbe spendere tra le sei ed i sette euro. PATRIMONIO DELL'UNESCO Ritenuto e non a caso uno dei luoghi più belli di tutto il Portogallo, Sintra dal 1995 è patrimonio dell’Umanità iscritto dall’Unesco, essendo stato nel passato residenza dei sovrani portoghesi. Oltre ad essere un paese situato tra le colline di particolare fascino, Sintra offre molto palazzi coi suoi enormi parchi circostanti, che si potrebbe dedicare un giorno per ognuno di questi costruzioni. Ma vediamoli insieme; Il suggestivo Palazzo de Pena e il suo bel parco tutto intorno, tra l’altro molto grande e non ho avuto il tempo per visitarlo ...

Hotel Casa Robinson, Las Terrenas 18/07/2012

Best value!

Hotel Casa Robinson, Las Terrenas INTRODUZIONE Rieccoci qua, amici e compagni di Ciao.it, per parlarVi questa volta di una delle strutture che ho alloggiato nel mio bellissimo viaggio nella Repubblica Domenicana. Oggi per l’appunto voglio parlarvi di questo piccolo albergo/residence che è Casa Robinson (immagino derivi dal nome di Robinson Crosuè) che si trova sul favoloso lungomare di Las Terrenas, situato a soli dieci metri dalla spiaggia principale di questa fiorente cittadina nel nord del paese. La struttura che è gestita da una coppia di signori toscani trapiantati sul posto, tra l’altro molto simpatici e disponibili, è sostanzialmente piccola visto che è composto solo da tredici alloggi. I quali sono suddivisi tra appartamenti con solo la camera da letto e il bagno, e gli altri più grandi comprensivi anche di cucina in dotazione e frigorifero, quelli senza cucina sono adatti per due persone mentre quelle con cucina sono ideali anche per tre o quattro persone (family). LA POSIZIONE Per arrivare a Casa Robinson è molto semplice, dal lungomare si entra in questa strada che conduce al hotel El Rincon, si percorre dieci metri e sulla sinistra il primo cancello che si vede è Casa Robinson! Appena solcati il varco del cancello si trova la reception sulla sinistra, mentre se si prosegue per il viale ci porta dentro al bel giardino tropicale (tra l’altro molto ben curato e tenuto) dove sono situati gli appartamenti degli ospiti. Devo tra l’altro specificare che io inizialmente ero partito di andare ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra