Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

kikon

kikon

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 26/07/2000

12

STEINBERG - ReBirth RB-338 Versione 2.0 09/08/2000

La tua musica

STEINBERG - ReBirth RB-338 Versione 2.0 Piccolo programma prodotto da Steinberg, ma con lo zampino di Propellerhead software, dalle elevatissime potenzialità, ReBirth RB-338 è direttamente ispirato alle consolle della Roland, ne riproduce infatti fedelmente due sintetizzatori TB 303 e i due TR 808 e TR 909 per le basi ritmiche. Un vero e proprio gioiello per chi ha intenzione di avvicinarsi al mondo della musica fatta in casa necessitando solamente di un po’ di orecchio, senso del ritmo e creatività. Al primo impatto l’interfaccia colpisce immediatamente per la sua capillarità e vivacità, una miriade di tasti illuminati e non, leve, levette, interruttori e manopole potrebbero scoraggiare i più ma mai fermarsi alle apparenze; osservandola attentamente possiamo dividerla in sei sezioni: una superiore con i comandi legati direttamente alla riproduzione musicale (play, record, avanzamento, tempo, loop e varie); al centro le quattro piattaforme di cui sopra, con queste possiamo scegliere le varie note da sintetizzare e percussioni di ogni genere con la possibilità di modificarne le caratteristiche di base, mixarle tra loro, copiarne le tracce e scambiarle se compatibili, insomma massima libertà di scelta; affiancate a queste, per ognuna di loro, ben trentadue modelli (per un totale di CENTOTRENTOTTO), binari su cui imprimiamo le nostre scelte: alla destra abbiamo l’ultima sezione interamente dedicata agli effetti (distorsione, delay, master, compressione ecc…). Inoltre abbiamo la possibilità di cambiare le skin ...

Gillette - Blue II slalom 09/08/2000

Baciami baby

Gillette - Blue II slalom Utilizzo da un po’ di anni un rasoio a mano libera, uno di quelli che ancora possiamo ritrovare dai barbieri e quindi raramente mi trovo ad utilizzare prodotti usa e getta, ma in caso di emergenza può accadere e proprio in una situazione di questo genere mi sono ritrovato tra le mani un Gilette Blue II Slalom (bilama con testina mobile). Un rasoio estremamente leggero e di grande affidabilità. Impugnatura sicura; le lame, degnissime di questo nome, mi hanno garantito una rasatura senza tagli quasi perfetta al primo colpo e di evitare la seccatura del contropelo, la testina piccola e mobile mi ha stupito per la sua precisione. Mi sento di consigliare questo prodotto a chiunque, anche a chi vive come me il problema della pelle sensibile e irritabile, evitando inutili e dispendiose cernite tra fascette lubrificanti, trilama e puttanate del genere.

Singapore Airlines (Sq) 08/08/2000

E non me l'aspettavo!

Singapore Airlines (Sq) Luglio 1991, decido con alcuni amici di partire per Amsterdam, nel giro di una settimana organizziamo il viaggio e in due giorni troviamo un volo da Fiumicino per l'aereoporto della città olandese: classe turistica, prezzo 315.000 andata e ritorno, compagnia aerea Singapore Airlines, volo intercontinentale con un Boeng 747 Singapore-Amsterdam con scalo, tra gli altri, a Roma. Anche se relativamente breve, devo dire che il viaggio è stato molto ma molto confortevole, massima cortesia dal personale di bordo, essendo amante delle cose belle ho apprezzato moltissimo le hostess, di gradevolissima presenza ed elegantemente abbigliate, essendo amante delle cose buone ho gustato con piacere l'ottimo cognac che mi hanno servito. Sono daccordo con Flavia13 riguardo la puntualità, non abbiamo sforato di un minuto né all'andata e tanto meno al ritorno (il comandante teneva aggiornati con una sistematicità quasi scandalosa noi passeggeri sulle condizioni del volo e del tempo). Non sapevo che la Singapore Airlines fosse tra le prime compagnie del mondo ma non ci è voluto molto per capirlo sin dal primo momento. La migliore con cui ho volato.

Durex Settebello Classico 08/08/2000

HAbemus TUtorem

Durex Settebello Classico Sarà perché è stato il primo, sarà quel suo nome particolare e rassicurante, sarà per la affidabilità che mai mi ha abbandonato, ma se devo scegliere non ho dubbi: Settebello su tutti. Provato la prima volta mi sono stupito di quanto aiutasse la sensibilità nonostante il suo spessore non certo da primato, ma è una ottima via di mezzo, non ho mai avuto problemi né nell’indossarlo né tantomeno durante il rapporto, al contrario di altre marche e altri modelli che spesso mi hanno fatto PENARE, RICOMINCIARE e soprattutto PREOCCUPARE. Già il fatto di avere un rapporto coperto comporta momenti tecnici che ti fanno perdere qualcosina a livello di atmosfera, ma se poi devi combattere con lattici capricciosi allora no, scusatemi ma preferisco andare sul sicuro e Settebello mi da questa sicurezza. Costo un po' elevato ma il prezzo vale la CANDELA

Exit Planet Dust - Chemical Brothers (The) 08/08/2000

Una bomba

Exit Planet Dust - Chemical Brothers (The) Sin dalla prima traccia si capisce subito che tipo di intenzioni hanno i fratelli Chimico: fare vibrare ogni parte del tuo corpo con il loro ritmo inconfondibile, ormai vero e proprio marchio di fabbrica, con l’intensità delle battute e il dinamismo forsennato che concede solo pochi attimi attimi di respiro. Con questo lavoro si consacrano maestri del Big Beat, genere che forse gli va un po’ stretto se appunto consideriamo la grande originalità e capacità nel trattare campionatori con risultati strepitosi. La loro musica è coinvolgente e sicuramente interessante, anche per chi non è amante delle battute veloci , variamente ritmate e melodicamente povere. Quasi tutte le tracce sono sapientemente mixate, in titoli come LEAVE HOME e THREE LITTLE BIRDIES DOWN BEATS possiamo riconoscere la matrice del loro sound, mentre in CHICO’S GROOVE e ONE TOO MANY MORNINGS ascoltiamo ritmi decisamente meno sostenuti oserei dire quasi rilassanti, con ALIVE ALONE siamo ai confini del Trip Hop. Musica da ascoltare ovunque e in qualsiasi momento a patto che si gradisca il genere. ...

L.A. Confidential (Dvd) 07/08/2000

Appassionante

L.A. Confidential (Dvd) Ritmo, suspence, azione, un pizzico di romanticismo e grande professionalità sono solo alcuni degli ingredienti che fanno di L.A.Confidential un grande film, uno di quelli che ti dà davvero soddisfazione, ho avuto quella sensazione che solo i grandi capolavori ti lasciano, il dispiacere nel vedere sullo schermo la parola fine che ti porta via i protagonisti, così bene definiti che ti sembra di averli conosciuti realmente. Tutto questo è merito di una grande regia, di una grande sceneggiatura che non lascia niente al caso, costruendo dialoghi serratissimi e appassionanti, fotografia appropiatissima, interpreti di grande qualità che danno il colpo di grazia al mucchio di attoruncoli che da anni il cinema americano ci propina. Di grande effetto Kim Basinger, nella parte di una squillo, e neanche tanto una sorpesa se si considera che è una vera attrice; Russell Crowe, polizziotto duro e picchiatore ma dall'animo nobile, già visto in Skinheads ma che qui davvero stupisce, Kevin Spacey, nel ruolo di un altro polizziotto è la solita conferma, Danny de Vito praticamente da un po' di anni non sbaglia un colpo sia come attore che come produttore senza dimenticare tutti gli altri che sicuramente hanno dato il massimo e hanno contribuito a tenere incollati molti spettatori allo schermo. Magari si facessero più spesso film del genere. ...

C6 - Atlantide 07/08/2000

quando il sesso diventa volgare

C6 - Atlantide Sicuramente devo ringraziare C6 se ho avuto la possibilità di conoscere e fare amicizia con persone sparse in tutto il mondo, ma credo che questa sia una prerogativa delle chat e quindi avrei potuto avere lo stesso risultato con una qualunque; certo è una chat in italiano e per chi non mastica l'inglese non è una cosa da poco, ma anche questa è una caratteristica che non appartiene solo a C6; certo è la più utilizzata in Italia e anche questo non deve necessariamente significare garanzia totale,anzi proprio per il fatto che registra migliaia di utenti ogni giorno non sono rari i problemi di connessione, ricordo ore passate a sperare inutilmente in un collegamento mai arrivato, anche se ultimamente, devo dire la verità, c'è stato un netto miglioramento. Non dico che C6 sia da buttare, continua ad essere la mia chat di riferimento, forse quello che le sta facendo perdere colpi sono proprio gli utenti, o più precisamente quella parte di utenti che utilizza la possibilità di creare una stanza personale non certo per il piacere della discussione o del dialogo, ma per fini ben diversi e chi usa C6 sa di che cosa parlo. Non potrei dire certo di non avere mai frequentato stanze particolari dai nomi poco fantasiosi ma sicuramente espliciti, però dà un po fastidio scorrere la lista delle rooms personali e non trovarne neanche una che non tratti di argomenti tipo: sesso in cam o offese di genere razzista, e in effetti gli argomenti si esauriscono qui. Quindi se non sono in privato con ...

Architettura 07/08/2000

30 e lode a tutti gli iscritti

Architettura Sì sì lo so, non sono certo uno studente modello se è vero che dopo nove anni ancora non ho conseguito l'agognato pezzo di carta, ma questa è un'altra storia, o meglio una storia nella storia che invece interessa qualche migliaio di studenti iscritti alla facoltà di Architettura di Napoli. Appartengo al vecchio ordinamento, sono uno di quelli che in un certo modo potenzialmente dovrebbe rappresentare il vecchio sistema universitario, quello che garantiva il diritto allo studio senza dovere sostenere un esame di ammissione, in una parola sola un "privilegiato" e se si guarda bene, se si scava fino in fondo (e neanche tanto) si viene a scoprire che noi del vecchio ordinamento siamo un po' come la zavorra da scaricare, come il cugino scemo da tenere nascosto in casa, ma la mia non vuole essere una denuncia ideologica, anzi, quello che mi sconcerta è proprio il livello di arretratezza in cui siamo immersi noi tutti, "privilegiati" e non. Prima di tutto i dipartimenti che sebbene distribuiti nel raggio di di un chilometro circa (vi sembra poco?)sono pur sempre distanti e disagevoli considerando soprattutto i ritmi che spesso uno studente medio deve sostenere (lasciate perdere il sottoscritto). Vogliamo parlare della segreteria? Da quando sono iscritto ha cambiato sede già 3 volte e sembra che adesso abbia trovato una sistemazione definitiva (lo speriamo), anche questa distante dal fabbricato principale, palazzo Gravina, dove in compenso però abbiamo la presidenza, qualche altro ...

Mc Donald's 06/08/2000

Se questo è mangiare

Mc Donald's Sono sempre stato dell'opinione che vivere in Italia è per molti aspetti un grande vantaggio ed uno di questi è proprio legato alla tavola e al buon mangiare. Ho un McDonald sotto casa ormai da qualche anno e non credo di esserci entrato più di dieci volte e sono convinto che questo ha dato certo respiro al mio stomaco. Non sono poi tanti i motivi che mi fanno desistere dal mangiare un succoso e super imbottito Big Mac o dal "gustare" poco croccanti patatine servite in sacchetti di cartone maleodoranti o dal bere acqua dolcificata e colorata che chiamano Coca Cola o piuttosto leccarmi i baffi con un cremosissimo gelato stopposo e pesante che farebbe concorrenza al migliore prodotto alimentare a base di plutonio e ricoperto da deliziose scaglie di titanio. Un menù completo potrebbe seriamente compromettere la sinapsi cerebrale per non parlare della puzza indescrivibile che esce dalle loro cappe e che, fortunatamente per il signor Mc Donald, non arriva sotto il naso di chi entra nei coloratissimi e allegrissimi locali di questa magnifica catena di fast food. Potrei salvare solo la salsa barbeque che proprio per quella sua misteriosa composizione mi ricorda che ho un cuore impavido. per non parlare poi del servizio, certo quello è praticamente inesistente, ma ricordo che nelle capitali europee(e lo devo ammettere)ti venivano quasi ad aprire la porta. In definitiva preferisco la pizza ...

Napoli - Stadio San Paolo 06/08/2000

Italia 90 hai rovinato tutto

Napoli - Stadio San Paolo Lo stadio San Paolo di Napoli lega la sua storia, in un binomio inscindibile, a quella magnifica scenografia fatta di sciarpe, bandiere, striscioni, fuochi d’artificio che ha sostenuto in momenti gloriosi e non la squadra partenopea. Sono passati dieci anni da quell’ignobile operazione di maquillage che ha trasformato in tutto e per tutto quella che era considerata una delle migliori strutture soprattutto sotto il punto di vista tipologico, con quella architettura nuda ma essenziale ed imponente. Scandalosa la copertura, indipendente e priva di legami con la struttura, sarebbe potuta andare bene come grande pensilina per uno stazionamento degli autobus, ma con lo stadio San Paolo credo non abbia proprio niente a che vedere. Si è preferito quindi spendere i cospicui finanziamenti per operazioni di questo genere o per i sotterranei parcheggi, mai entrati effettivamente in funzione, ancora adesso totalmente abbandonati, oppure dello spazio antistante la curva A, quella parte di piazzale Tecchio che un noto professore della facoltà di architettura ha pensato bene di attrezzare e sistemare con elementi che ancora adesso non riesco a capire e decifrare; ma si può mai utilizzare il legno per pavimentare uno spazio che notoriamente è attraversato da migliaia di persone ogni mese e che dopo qualche mese sarebbe andato in malora? A proposito e il tabellone luminoso? Che fine ha fatto? Non si aveva diritto ad almeno uno di quei fantastici megaschermi che ancora oggi si vedono ...

Rai 3 05/08/2000

Energy, per stare al passo coi tempi

Rai 3 È stato davvero per caso, sì perché se avessi dovuto scegliere una trasmissione in quella fascia oraria forse avrei optato per qualcosa di diverso, invece questa volta Alan Freedman mi ha colpito non poco e sono stato contento che il caso mi abbia dato l’opportunità di fare questa scelta. Naturalmente l’appuntamento con Alan Freedman non poteva che trattare di economia e argomenti connessi; in effetti c’è una matrice nuova nella trasmissione che sembra pensata e costruita molto più per quella stragrande maggioranza di pubblico che solitamente risulta lontana e disinteressata all’argomento economia. La differenza con le altre trasmissioni dell’esperto economista americano sta proprio nel fatto di ravvivare, semplificare e massificare l’informazione economica in modo da soddisfare le esigenze delle nuove leve di investitori, oggi non più solo professionisti, che masticano da sempre di borsa, borsini e mibtel. Alan Freedman si fa paladino proprio dei piccoli investitori guidandoli, con quel suo caratteristico accento americano, attraverso utili e al quanto sembra sensati consigli . Ma la grossa novità è sicuramente l’informazione che riguarda la new economy legata al Web e in un certo qual modo anche all’e-commerce, argomenti che attirano in modo più massiccio i giovani, soprattutto quelli che si affacciano nel nuovo mondo del lavoro, quello fatto di byte e megabyte naturalmente. Aggiornamenti sulla borsa (sempre in un linguaggio consono e semplificato), minidossier su ...

Radio Deejay 27/07/2000

Carattere e professionalità

Radio Deejay Ascolto radio deejay da circa 6 anni e per dirla tutta prima non mi convinceva completamente, ma poi ho cominciato piano piano a seguirla con maggiore attenzione e apprezzarla per quelle caratteristiche che meritatamente la pongono alla testa della fitta (ma mica tanto)giungla di networks radiofonici italiani. Per me è difficile se non impossibile scegliere un'altra stazione, tant'è che non potrei esprime alcuna opinione su altre radio. Mi convincono tante cose: la professionalità di chi ci lavora, la varietà di argomenti trattati senza censure, un palinsesto ricco, appuntamenti allegri ideali per chi può ascoltare radio durante il lavoro o semplicemente in macchina, personaggi che ti strappano un sorriso anche nelle giornate più cupe. Una radio giovane, ma che, come vedo, piace praticamente a tutti, una radio che ha carattere e una maturità professionale mostruosa. Bravi tutti, buona la musica se si considera che si tratta pur sempre di una radio commerciale, ma che comunque non disdegna appuntamenti per così dire alternativi (vedi Alessio Bertalot ). Da non perdere appuntamenti quali “deejay chiama Italia” con Linus (direttore della stessa emittente) e l’UDS (sicuramente il migliore imitatore di “Bisteccone” Galeazzi sulla piazza); “deejay time” con Albertino (direttore artistico del network di via Massena) e l’irriverente Giuseppe; il “Ciao ciao belli” con DJ Angelo e Roberto Ferrari; le informazioni “alternative” di Guido Bagatta (molto più convincente che in TV) e così ...
Torna sopra