Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

maxxximo12

maxxximo12

Autori che si fidano di me: 37 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Una volta ero iscritto, poi ho abbandonato ed ora rieccomi qui. Perchè scrivo su una moltitudine di prodotti? Perchè grazie al mio lavoro ho la possibilità di provarli e sopratutto di sentire i commenti e le valutazioni dei clienti.

Opinioni scritte

dal 21/05/2013

52

Wiko U FEEL 10/11/2016

Un telefono di tutto rispetto

Wiko U FEEL Per un paio di settimane mi sono ritrovato senza telefono personale perché era in assistenza. Il titolare del negozio, essendo un mio carissimo amico di infanzia, per convincermi a cambiare finalmente telefono, visto che il mio inizia ad essere un po’ datato, come muletto mi ha prestato un Wiko Ufeel. Sinceramente il primo impatto è stato veramente positivo. L’effetto sabbiato della cover è veramente piacevole ed il profilo in metallo non fa che aumentare l’impressione di avere tra le mani un prodotto veramente resistente. Consigliandomi il telefono, il mio amico mi ha anche detto che questo modello si può avere anche il colori diversi dal bianco o nero classici, ma nelle combinazioni nero/blu, nero/grigio, grigio/giallo limone ed altri abbinamenti che sinceramente ora non ricordo. Veniamo però a descrivere un po’ più approfonditamente questo smartphone. La cosa che più mi ha colpito è il riconoscimento di impronte digitali per sbloccarlo, integrato nel tasto home. Si possono abbinare fino a 5 impronte diverse e la particolarità è che ad ogni impronta si possono applicare impostazioni diverse per le varie applicazioni, oppure abbinare una sequenza di azioni, così da rendere facili anche quelle operazioni che richiederebbero svariati passaggi. Inoltre, il riconoscimento è veramente veloce e preciso, ed in qualsiasi posizione è veramente raro che non la riconosca e quindi non bisogna stare un quarto d’ora con il dito pigiato sullo ...

Pattex 100% Colla 10/11/2016

Colla pattex... la giusta soluzione

Pattex 100% Colla Salve a tutti. Certo parlare di una colla, può risultare banale, ma quando se ne ha bisogno si cercano delle caratteristiche specifiche, sopratutto che non sia la solita banale colla che tanto promette e nulla mantiene. (incollato!!) Primo tra tutti il prezzo, che risulta essere abbanstanza giusto per le potenzialità di questo prodotto, infatti oscilla tra i 4.50 ed i 6 euro, dipende da dove la prendete, se nelle grandi distribuzioni oppure in piccole ferramenta. Oltre al prezzo, quello che di solito si cerca è una forte potenza di incollaggio, che duri nel tempo, e una veloce asciugatura, che permetta in pochi minuti di avere l'effetto desiderato, senza dover stare perfettamente immobili con il pezzo in mano per decine di minuti. Che dire, la colla pattex garantisce tutto ciò, e sopratutto, una volta incollato un pezzo, si ha la garanzia che rimanga tale nel tempo. Quindi, buon prodotto da usare, visto anche perchè è veramente versatile perchè si può usare su una moltitudine di materiale, quali plastica, legno, materiali sintetici, etc etc senza che vada a danneggiarli. Se poi avete bisogno di esigenze specifiche, la Henkel, la ditta produttrice, offre una variegata gamma di prodotti, sia per l'uso casalingo, hobbistico, oppure professionale. Provatela e non ve ne pentirete.

Zalando.it 27/10/2016

Il migliore in assoluto

Zalando.it Volevo acquistare un paio di scarpe adidas superstar e i negozi a me vicini avevano terminato le scorte. Cercando su internet naturalmente mi sono imbattuto sulla pubblicità di Zalando, il famoso sito di e-commerce per l'abbigliamento. Sinceramente già lo conoscevo, come penso la totalità di coloro che navigano in internet oppure che guardano la televisione, visto la massiccia campagna pubblicitaria che regolarmente ci propongono, però non avevo mai avuto bisogno di usarlo. Visto che le scarpe che desideravano erano disponibili e allo stesso prezzo dei negozi fisici della mia zona, ho deciso di acquistarle su Zalando. L'iscrizione è velocissima e semplice, e gli acquisti lo sono anche di più. Io già sapendo che cosa desideravo e avvalendomi del pagamento tramite paypal ho concluso l'iscrizione, l'acquisto ed il pagamento in meno di 5 minuti. Il sito infatti è molto semplice ed intuitivo ed ogni passaggio è ben chiaro. Le modalità di pagamento che offre sono molteplici, con paypal, carta di credito, e pagamento alla consegna senza nessun aggiunta di costi rispetto al prezzo del prodotto. Naturalmente la consegna ed il reso sono completamente gratuiti. La spedizione è stata velocissima, ed il corriere UPS di cui si avvale è stato molto preciso nel rispetto dei tempi di consegna. Il pacco poi è tracciato e quindi in ogni momento si può sapere in quale punto del tragitto si trova. Per farvi un esempio, se si fa un ordine la mattina presto, ed i magazzini riescono a ...

You Derm Linea Pelle Pura Crema 26/11/2015

Per i piccoli problemi di tutti i giorni

You Derm Linea Pelle Pura Crema Salve. Questo prodotto è una normale crema in gel detergente specifica per la pulizia profonda del viso creata per pelli impure e quindi tendenti all'acne, quindi non si tratta di un vero e proprio prodotto terapeutico per combattere l'acne, ma per prevenirla, grazie alla normale pulizia profonda del viso, che molti saponi commerciali non garantiscono. La differenza sostanziale rispetto ai normali saponi commerciali è che la sua formula è creata con elementi non aggressivi e che mantengono i delicati equilibri idrolipidici della pelle, quindi indicata per la pulizia del viso sopratutto nella fase pre-adolescenziale, dove iniziano le prime avvisaglie di acne e dove, nella maggior parte dei casi, basta una buona pulizia della pelle per riuscire a tenerla sotto controllo. Naturalmente è dermatologicamente testata, non contiene coloranti o allergeni. I suoi principali ingredienti, sono l'ossigeno attivo, efficace per controllare la proliferazione batterica, favoriresce il rinnovamento cutaneo e che fornisce anche una buona dose di protezione e oligoelementi marini che favoriscono il corretto livello di idratazione della pelle. Quindi come ben specificato nelle istruzioni esterne alla confezioni si tratta di un prodotto cosmetico e non di un prodotto terapeutico cioè di un buon sapone per il viso e non una crema per curare specificatamente l'acne. Se avete quindi seri problemi di acne, dovete ricorrere al consulto di un medico che provvederà a darvi prodotti medici specifici ...

Io che conosco il tuo cuore. Storia di un padre partigiano raccontata da un figlio (Giovanni Zucca, Adelmo Cervi) 30/08/2014

Toccante

Io che conosco il tuo cuore. Storia di un padre partigiano raccontata da un figlio (Giovanni Zucca, Adelmo Cervi) Questo libro è molto particolare e ve lo consiglio vivamente. E' un libro toccante e particolare un libro storico ma diverso, perchè la storia si intreccia con le impressioni e le sensazioni di Adelmo Cervi e sopratutto il vuoto lasciato dall'eroe partigiano Aldo Cervi in lui e nei familiari con tutti i retroscena di prima durante e dopo la seconda guerra mondiale, delle vicende e delle conseguenze causate alla sua famiglia dalle vicessitudini di suo padre e dai suoi sette fratelli. Lo stile narrativo è molto semplice, poco ricercato. Non lo stile di una scrittore, ma semplicemente lo stile di una normale persona che vuole raccontare una storia, e lo fa in modo scorrevole ma sopratutto con il cuore. Mano a mano che si procede nella lettura, si ha proprio la sensazione di vivere la storia, ma sopratutto i ricordi dell'autore e sinceramente, forse complice la semplicità dello stile narrativo, alla fine si viene veramente coinvolti emotivamente in prima persona. Le sensazioni e le impressioni che Adelmo racconta, sono anche intensificate dalle fotografie incluse nel libro, che ci riportano visivamente a quel periodo storico, e quindi proprio grazie ad esse, si ha proprio la sensazione di conoscere quei personaggi, la loro vita, le loro emozioni stampate nella sofferenza dei loro visi. Per Adelmo, quello che a livello nazionale è ricordato come eroe, un partigiano che, insieme ai suoi fratelli, (Agostino, Aldo, Antenore, Ettore, Ferdinando, Gelindo e Ovidio) ha combattutto ...

Conad Fufi Cibo Per Gatti 29/08/2014

Gradito ai gatti, economico ma......liquido

Conad Fufi Cibo Per Gatti Ho tre gatti che fortunatamente mangiano un po' di tutto, compresi gli avanzi della cucina e quindi nonho molto bisogno di acquistare prodotti specifici per la loro alimentazione. Mi capita però, sopratutto alla mattina presto, di non avere a disposizione del cibo per soddisfare le insistenti richieste e chi ha gatti sa perfettamente quanto possono diventare insistenti e dispettosi quando sono affamati. In questi casi faccio ricorso al cibo preconfezionato appositamente creato per la loro alimentazione. Cibo esclusivamente umido, come bocconcini o patè, visto che le crocchette, sopratutto ai gatti, creano problemi vescicali come infiammazioni o calcoli, perchè il gatto di abitudine non tende a bere molto e quindi usando crocchette si va ad intaccare il loro equilibrio interno di liquidi che sfociano in problemi all'apparato vescicale. Di solito, i miei gatti, non hanno marche preferite di cibo ed ho visto che apprezzano anche prodotti economici, con un prezzo che oscilla tra i 50 e gli 80 centper 400 grammi di prodotto. Quindi acquisto prodotti di tutte le marche, cercando di stare sempre su questa fascia di prezzo, sopratutto per non spendere eccessivamente. Uno dei prodotti che gradiscono di più sono i bocconcini del marchio CONAD Fufì. Ogni volta che mi vedono con un barattolo di questo prodotto, sembrano impazzire e vedo che spazzolano il tutto in pochi attimi, segno questo che gradiscono, e molto, questo tipo di cibo. A differenza di altre marche, il loro vorace ...

Hama Traveller Compact Pro - treppiedi 14/11/2013

Tutto fumo e niente arrosto.

Hama Traveller Compact Pro - treppiedi Quando si acquista un cavalletto per la macchina fotografica, il primo pensiero va alla sua robustezza e immediatamente dopo al prezzo. Infatti, appena si entra in un negozio di prodotti fotografici, si viene subito colpiti dalla robustezza che molti cavalletti sembrano offrire e successivamente si vanno a scremare quelli che sembrano fuori dalla nostra portata e si crea mentalmente una rosa di quelli che si presume ci possiamo permettere. Molte volte è amore a prima vista, ma poi, chiedendo il prezzo, si rimane decisamente scioccati, visto che a volte, il cavalletto che tanto piace, costa di più della macchina fotografica che vi dovrà essere montata. Un po' delusi ed amareggiati, quindi si cercherà di coniugare il senso di robustezza che si cerca, al senso di vuoto del portafoglio. Osservando quindi l'Hama traveller compact e poi sentendone il prezzo che oscilla tra i 50 ed i 60 euro, si è sicuri di aver trovato il giusto prodotto al giusto prezzo e si esce dal negozio soddisfatti e sicuri di aver fatto un ottimo acquisto. Scoprirete purtroppo di aver fatto un grosso errore di valutazione. In apparenza infatti, questo cavalletto sembra offrire ottime prestazioni. Anche se è costruito in alluminio, invece che in carbonio, non è eccessivamente pesante, visto che pesa circa un kilo e trecento grammi, raggiunge un'altezza massima di utilizzo di 162 cm, che, tutto sommato, inizia ad essere un valore decisamente sfruttabile nella maggior parte delle situazioni, il numero ...

Just Dance 2014 (Wii U) 31/10/2013

La festa della festa

Just Dance 2014 (Wii U) Immancabilmente, ogni volta o quasi che mi ritrovo per una cena in compagnia con una determinata cerchia di amici, , la padrona di casa se ne esce con la sua amata wii e propone una bella partita ad uno di quei simpaticissimi giochi da festa, che tanto odio. L'ultima volta se ne è uscita con l'ultima versione di just dance, edizione 2014. Ora per carità, non dico che non sia divertente, ma sinceramente non è il genere di giochi che prediligo. Certo, valutare un party game, è cosa assai ardua e difficile, visto che se da un lato le aspettative tecniche sono basse, al limite dello scarso, la vera chiave di successo di questo genere di giochi, va valutata in base alla loro capacità di riuscire ad aggregare e far divertire un gruppo di persone, che a volte sono sconociute tra di loro e hanno con interessi diversi. Tanto per non essere prolisso, questo genere di giochi per essere considerati tali, non devono avere nessun tipo di meccanica di gioco da dover ricordare o imparare e sopratutto deve riuscire a far divertire a lungo un gruppo di persone. Just dance, quindi, è il gioco perfetto per una festa. Infatti basta impugnare il controllo remoto della console, piazzarsi davanti allo schermo e tentare di emulare i movimenti che vengono indicati o visualizzati a schermo. Il gioco è ben sviluppato, infatti la mano che impugna il controllo remoto è ben evidenziata nel personaggio che compare nello schermo e di conseguenza è molto facile ed intuitivo capire i movimenti da dover ...

Manfrotto MKC3-H02 COMPACT PHOTO-MOVIE KIT - treppiedi 27/10/2013

economico ma carente di prestazioni

Manfrotto MKC3-H02 COMPACT PHOTO-MOVIE KIT - treppiedi Manfrotto è un grosso marchio nella produzione di ottimi cavalletti dedicati alla fotografia o alla ripresa video in generale. I professionisti e gli appassionati di fotografia, più esigenti a livello mondiale, quando hanno bisogno di un treppiedi affidabile e robusto, tendono principalmente ad appoggiarsi a questo marchio, oramai leader mondiale indiscusso su questo genere di prodotti. Con questo modello decisamente economico, la Manfrotto ha però disilluso le aspettative dei suoi clienti, dai professionisti agli amatoriali. Cerchiamo di capirne il perchè. Il compact Photo-Movie kit, può essere ripiegato fino a 46 cm ed è formato da gambe a cinque sezioni che risultano decisamente scomode da allentare e stringere, visto che in totale si hanno ben dodici clip da movimentare, per raggiungere l'altezza totale del cavalletto, che, compresa la sezione centrale, raggiunge solo i 154 centimetri di altezza. Oltre che essere una delle altezze minori offerte dagli altri modelli della Manfrotto, risulta essere veramente scarsa e molte volte ci si ritrova in seria difficoltà, anche nelle situazioni più semplici di utilizzo, come ad esempio per immortalare un panorama, dove, magari si ha bisogno di qualche centimetro in più, magari per superare un semplice parapetto. Questo modello inoltre, non offre la possibilità della regolazione multiangolo delle gambe, quindi ulteriore mancanza che molte volte risulta fondamentale quando si costruisce uno scatto. Con i suoi 1,100 kg circa di ...

Il signor Carota (Massimo Indrio) 13/08/2013

Una buona lettura per bambini

Il signor Carota (Massimo Indrio) Salve a tutti. Tipologia del libro Il Signor Carota è un libricino illustrato indicato per bambini per una fascia di età dai 6 anni agli 8 anni. E' un libro con simpatiche illustrazioni e brevi racconti che sicuramente aiuteranno il bambino ad avvicinarsi alla lettura, permettendogli di esercitarsi in modo simpatico e divertente nella tecnica della lettura e nella conoscenza lessicale dell'italiano, scoprendo altrsì il mondo della fantasia in modo leggero ed originale, sensa doversi imbarcare in fiabe o favole più complesse ed articolate come possono essere biancaneve, pollicino, cenerentola etc etc, che sicuramente in questa fascia di età risulterebbero eccessivamente pesanti e difficili da leggere. Descrizione della trama e del libro Nel libro vengono raccontate le disavventure di un simpatico signore dai baffi e ciuffo di capelli ribelle,marroni; vestito di verde e cravatta rossa, che tanto desidera un animale domestico, ma puntualmente sceglie una tipologia di animali, che oltre non essere proprio domestici, sono anche degli inguaribili pasticcioni che lo mettono ogni volta nei guai, combinandogliele di tutti i colori. Nelle 62 pagine del libro, tutte riccamente illustrate vengono raccolte 5 mini storie che seguono il filo conduttore del protagonista, cioè il desiderio di possedere un animale. In ogni pagina troveremo un bel disegno, con sotto la parte del racconto che fa capo all'illustrazione, permettendo al bambino quindi, di associare la storia all'immagine e ...

The host (Stephenie Meyer) 16/07/2013

Letto in 2 giorni e mezzo.

The host (Stephenie Meyer) Premessa Prima di iniziare vorrei fare alcune precisazioni. Questo libro era già edito in Italia da Rizzoli nel 2008 con il titolo ’l’ospite ad un prezzo decisamente superiore, 18 euro, contro i 13 euro della versione pubblicata sempre da Rizzoli con il titolo The Host, ma rispolverato nella collana Vintage della casa editrice. Fondamentalmente a parte il prezzo, nulla cambia, naturalmente stessa autrice, stessa casa editrice, e stesso traduttore, quindi nessuna interpretazione diversa delle varie forme di espressione oppure impostazioni nello stile di traslare la versione Inglese in quella italiana. Accade infatti che leggendo la stessa storia, ma tradotta da professionisti diversi, a volte ci possono essere differenze anche sostanziali, non tanto nel contenuto e nella storia, ma nella scorrevolezza del testo e quindi nella piacevolezza della lettura. Ho ritenuto fare questa precisazione, per evitare che qualcuno che segue la scrittrice in modo amatoriale, non rischi di acquistare lo stesso libro, forviato da un titolo diverso e da così tanta distanza di tempo tra una edizione e l’altra. Sinceramente non capisco la politica editoriale della casa editrice di riproporre lo stesso testo con titolo diverso. Potrei fare delle supposizioni, ma preferisco non addentrarmici. La seconda premessa che faccio è che, se pur amante del genere fantascientifico, quando si tratta di storie, baci abbracci e pucci pucci (non me ne voglia l’utente di ciao pucci), praticamente mi viene ...

Racconti 16/07/2013

senza titolo, verrà con il tempo se lo finirò.(pagina 6)

Racconti Attenzione le prime sei pagine sono già state pubblicate su internet nel lontano 2008, ma sono le mie. Capitolo uno Pagina 1 Odiava la pesca. L’aveva sempre odiata, ma fin da bambino era stato l’unico modo per passare qualche attimo in santa pace lontano dalla confusione cittadina e dai sempre più gravosi doveri che la sua carica gli imponeva. Guardò il lago, calmo, senza nemmeno un’increspatura. L’alba era a momenti e un brivido gli corse lungo la schiena. Assaporò il profumo acre della legna di pino che scoppiettava allegra, odorosa di resina. Si soffermò sul canto di un usignolo che salutava il giorno con gorgheggi armoniosi. Sospirò. Perché la sua vita non poteva essere come quella mattina di mezza estate? Semplice, lineare, senza pensieri. Guardò le stelle. Sua croce e sua delizia. Si grattò la base del collo, dove una zanzara l’aveva punto. Si strofinò il piccolo rigonfiamento della puntura, poi si grattò furiosamente per cercare di porre fine al fastidioso prurito. Si maledisse, primo perché si scordava sempre di portare un rimedio contro quelle fastidiosissime bestiole alate, secondo perché si ostinava ad andare a pescare. Con un corto bastone ravvivò il piccolo falò che gli aveva tenuto compagnia per buona parte della notte. Scostò i resti della frugale cena che aveva consumato, piccoli pezzi di manzo arrostiti sulla punta di un ramo di pino e gettò gli ultimi ramoscelli che aveva raccolto la sera prima. I primi raggi di luce illuminarono la piccola distesa di ...

Ghosts 'n Goblins (PC) 16/07/2013

bellissimo gioco

Ghosts 'n Goblins (PC) Salve a tutti. Correva l’anno 1984. Questo era il periodo dove i coin up, i mitici e fantastici videogiochi da bar o sale gioco, racchiusi nei loro tipici contenitori tutti colorati, iniziavano la loro escalation verso un decennio di successo. I primi titoli iniziarono ad uscire all’inizio degli anni 80 e dopo un paio di anni, dove la grafica ed il sonoro erano ancora minimali, a partire dal 1984, subironouna svolta. I giochi iniziarono ad essere più elaborati, la grafica iniziò ad essere veramente gradevole e le musiche non erano più le classiche musichine tutte beep beep, ma vere e proprie colonne sonore. Certo, ora rivedere i vecchi successi di 30 anni fa, in confronto ai titoli attuali, sembra di essere proiettati nella preistoria, ma vi garantisco e soprattutto, penso che più della metà di coloro che mi leggono sentiranno una stretta al cuore. Vuoi perché rappresentano la nostra adolescenza, di cui ne fanno irrimediabilmente parte, vuoi perché per l’epoca furono una novità assoluta e dimenticarli è praticamente impossibile. Come è impossibile dimenticare le vagonate di 50/100/200 lire, infilate come noccioline nelle fessure delle gettoniere, per riuscire a finire il gioco di turno, oppure per estenuanti battaglie e sfide con gli amici. Forse i diciassettenni di adesso, non possono capire quello che noi vecchietti vogliamo esprimere, ma i videogiochi da bar, sono stati per minimo un paio di generazione, soprattutto per i maschietti, un vero mezzo di aggregazione, di ...

Tomtom Custodia One Star 15/07/2013

una custodia così e così

Tomtom Custodia One Star Salve a tutti. Sinceramente questo è un prodotto che non ha una fetta di mercato molto importante, anche se a dir la verità è un prodotto che potrebbe risultare utile, per proteggere il nostro Navigatore TomTom, o qualsiasi altro modello di navigatore, visto che le dimensioni dei navigatori si assomigliano un pochino tutte. Naturalmente prima di acquistarlo per un altro tipo di navigatore fate attenzione che sia adatto. Come detto, non è un accessorio molto venduto, e poco reperibile, sopratutto dopo che molti modelli della tom tom stessa sono scesi sotto il prezzo di 100 euro e sopratutto perchè alla fine il navigatore rimane per quasi tutto il ciclo della sua vita all'interno dell'auto e sono molto più pratiche le classiche bustine di stoffa antigraffio, sia per riporlo nel portaoggetti dell'auto, sia per portalo in borsa o in valigia, anche se non proteggono da cadute accidentali. Questa custodia, infatti è rigida e di materiale plastico, protegge al meglio il navigatore, sopratutto da cadute o botte accidentali, ma può risultare scomoda, perchè risulta particolarmente ingombrante, sopratutto se dovete riporre il navigatore nel portaoggetti o nei cassetti sotto al sedile dell'auto. Personalmente il materiale con la quale è costruita non è di elevata qualità, non mi da una l'impressione di essere una custodia che duri nel tempo infatti per l'integrità generale può durare anni, ma il rivestimento esterno non è tanto resistente ai graffi, agli strappi e all'immancabile ...

Russell Hobbs Ebony 15076 11/07/2013

ottimo bollitore elettrico.

Russell Hobbs Ebony 15076 Salve a tutti. Sinceramente, come penso nella maggior parte delle case, anche nella mia c'è una infinità di piccoli elettrodomestici, che quotidianamente ci aiutano a svolgere le faccende domestiche. L'unico elettrodomestico che non uso in genere è il tostapane, per il resto tutti gli altri, dal piccolo forno, al frullatore elettrico, passando per l’affettatrice, vengono usati quotidianamente. Sinceramente l’acquisto di questo bollitore, più che per una esigenza casalinga fu acquistato per il luogo di lavoro. Non avendo a disposizione un distributore automatico, nelle fredde giornate di inverno, quando si ha bisogno di qualcosa di caldo, magari un the, oppure di una tisana, risulta essere un vero toccasana. Infatti portare un fornello per far bollire l’acqua è impossibile, quindi, optai per un bollitore elettrico. Dico subito che lo pagai ben 50 euro, ma che alla fine, dopo oltre 2 anni di utilizzo, ne sono valse la pena. Quello che mi colpì fu sicuramente la linea, che all’epoca consideravo avveniristica, al limite del futuristico, ed essendo (forse oramai l’avrete capito) un appassionato di fantascienza, avere anche sul posto di lavoro un oggetto che mi ricordasse Star trek, non aveva prezzo. Avrei infatti potuto acquistare un semplice bollitore da 20 euro, ma appunto la linea di questo bollitore, mi affascinò. Alla fine è un semplice aggeggio che fa bollire l’acqua, però la forma insolita, il nero opaco dell’involucro esterno che poggia su una base di acciaio lucido, con ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra