Condividi questa pagina su

bianco Status bianco (Livello 1/10)

messere

messere

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 23/08/2000

6

INNOCENTI - MINI 25/08/2000

MINI

INNOCENTI - MINI Ho avuto il piacere e l'onore di avere come prima auto, parlo del 1994, una Innocenti Mini MK3, colore verde, auto posseduta, tra parentesi stesso colore e stesso anno della mia, da mio padre nel 1971. La mia Mini era, anzi è, perchè è ancora in giro per le strade, il modello base, cioè la versione 850. Una cosa che mi ha colpito subito era la differente interpretazione di utilitaria, rispetto alle più recenti Fiat Uno oppure Panda, che sono le classiche "prime auto", la Mini aveva una grinta tutta sua, non voleva accettare il fatto di essere una 850; e i modi per dimostrarlo li trovava: scattante al semaforo, rombettino dallo scarico niente male, data la cilindrata e i cavalli, tenuta di strada da vero kart. La mia Mini era solo afflitta da un piccolo insignificante problema: la scena si presentava in questo modo, incrocio dove occorreva dare la precedenza sia a destra che a sinistra, il sistema frenante non rispondeva, cosi se non si era pronti a usare il freno a mano, la vettura passava indifferente, e per fortuna la volta che mi è capitato di non usare il freno a mano, passare senza il minimo problema incrociando due macchine incredule da tanta beffardaggine della Mini. Altro ricordo, e sono tutti ricordi piacevoli anche i negativi, sono i viaggi autostradali, a velocità folli di 90-100 Km/h. E' una vettura che, dopo averne avute altre in seguito, vorrei tornare a possedere, il fasciono della Mini.

Bmw E93 320Ci 24/08/2000

320 cabro e36

Bmw E93 320Ci Nell'estate del 1999 ho comprato una Bmw 320 cabrio, che come tutti la comprano nel periodo estivo per poi potersene sbarazzarsene nella stagione autunnale. Il giorno prima di partire per le ferie e per il mare, ti immagini lungo mare in passerella con la cabrio, tanto ho detto tanto ho fatto che il venerdi sera alle 19.30, la vettura si ferma inesorabimente per cause (che ho scoperto a settembre) elettroniche. (cavi delle candele da cambiare). Dopo l'acaduto la vettura ha sempre avuto un affidabilità notevole, e per chi la usata, una vettura cabrio ha un suo fascino nell'uso; unico incoveniente l'inverno, spifferi ovunque e se piove aimè acqua all'interno dell'abitacolo. Esteticamente, forse la vettura è più bella quando è chiusa di quando è aperta.

Commenti 24/08/2000

qualità

Commenti Vorrei esprimere la mia opinione riguardo al vostro sito. E' molto interessante la possibilità di esprimere le opinioni e sentirsi in piccolo un giornalista, tra parentesi remunerato. Mi viene però da pensare che si potrebbero mettere sullo stesso piano delle valanghe di parole senza arrivare a nulla, giusto per arrivare a 90 parole che servono per avere 1000 lire. Chissà se a qualcuno serve realmente le opinioni scritte, forse non tutte sono allo stesso livello qualitativo, sicuramente l'autore nello scrivere cerca di dare il massimo, spero, per poter evitare ad altri degli incovenienti occorsi a se stessi. grazie.

Porsche 928 24/08/2000

928S

Porsche 928 La Porsche 928S, di cui sono un felice proprietario, è una vettura che fa del gran turismo la sua arma vincente. A detta dei "porschisti" le uniche Porsche degne del nome sono le 911; sono stati fatti vari tentativi di introdurre nuove vetture diverse dalla 911, per esempio la 924, che venne subito bollata come una versione GT dell'Audi, poi nel 1978 la Porsche produsse il primo modello di 928 nella versione da 240 CV, qui la situazione divenne un po più spinosa in quanto la vettura era un 4400 8 cilindri, un rivale diretto di vetture come Ferrari, Lamborghini. La versione denominata 928S guadagna un motore di 4600cc. con 310Cv; la capacità della vettura di adeguarsi ad ogni situazione e ad ogni stile di guida è straordinaria; si vuole fare un giro turistico per i colli della Toscana? La vettura con il suo possente borbottio lo permette, si vuole una guida aggressiva? La vettura permetteanche di esagerare con controsterzi in tutta sicurezza e con il borbottio che diventa una melodia wagneriana. L'affidabilità è ad alti livelli, mai un lamento una perdita di di efficacia di qualche organo, interruttori comandi elettrici sdempre perfettamente efficienti, anche a distanza di anni. Unica nota dolente è la valutazione; il non essere stata capita in Italia ha fatto precipitare il valore commerciale della vettura, tantè che se uno tenta di venderla, viene accolto dal compratore come se lui stesse facendo un favore solenne a ritirarla, ovviamente per quattro lire, purtroppo molte ...

MASERATI - 224v 24/08/2000

224

MASERATI - 224v Riprendo il tema riguardante la Maserati 2.24v. E' incredibile come il signor De Tomaso patron della casa del Tridente fino a qualche anno fa, sia riuscito modellare cambiare gonfiare la vecchia biturbo del 1983 e trasportarla fino agli anni novanta, con la ghibli e la shamal. Dalla biturbo con un motore 6 cilindri a V e 12 valvole, poi arriva il 222, cambia l'aspetto interno della vettura, più lusso e confort, il motore guadagna altre 6 valvole; poi, nell'1989 arriva la 2.24v con appunto 24 valvole, esternamente si adottano 4 scarichi, paraurti di nuovo tipo che integrano nella parte anteriore i fendinebbia (nelle precedenti versioni erano un po posticci), gli interni, a parte il confort per i piloti alti, assumono i profili di una vettura di alta classe; proseguendo arriva la versione Racing con un motore che tira fuori cavalli da ogni suo organo (140 cv/litro!); poi si monta un portellone posteriore che sembra un pezzo appoggiato dietro, infine cambiando il motore ed inserendo un 8 cilindri, pur mantenendo la carrozzeria del biturbo esce la shamal con vistose modanature sulle fiancate.

MASERATI - 2.24v 23/08/2000

2.24v

MASERATI - 2.24v Leggendo l'articolo di un opinionista riguardo l'abitacolo scomodo della Maserati 3200GT, ho tratto lo spunto per esprimere la mia opinione. Ho posseduto fino ad un anno fa una Maserati 2.24, gran macchina, dal temperamento sportivo e a tratti beffardo. I tecnici Ferrari non hanno avuto pietà neanche con la nuova Maserati per i conducenti alti; nella mia auto avevo la testa a filo del tetto e dovevo guidare praticamente sdraito, non riuscendo ad avere un controllo perfetto sulla macchina. La situazione si è riproposta sulla 3200GT. La cattiveria che esprimeva la vettura riusciva però a far passare in secondo piano i difetti dell'abitacolo e aimè i grandi problemi elettrici che comparivano mediamente ogni 5000Km.
Torna sopra