Condividi questa pagina su

argento Status argento (Livello 8/10)

murales69

murales69

Autori che si fidano di me: 310 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 16/06/2008

385

La coccinella cambia colore. Le storie puzzle (Roberto Piumini) 25/10/2017

La coccinella cambia colore

La coccinella cambia colore. Le storie puzzle (Roberto Piumini) Con questa nuova opinione ho deciso di riproporre un testo pubblicato lo scorso anno sul mio profilo Amazon e su Opinioni.it, con le dovute modifiche per non fare il classico copia/incolla. La scelta di pubblicare questa recensione nasce dalla consapevolezza che manca poco a Natale e che, come ogni anno, mi tocca organizzare i regali per mia nipote e per i figli dei miei cugini. Avendo 9 marmocchi da accontentare è difficile fare compere diversificate e non troppo costose. La scelta più adatta è regalare qualcosa di divertente che al tempo stesso abbia anche un'utilità didattica e di apprendimento. La coccinella cambia colore è una storia delicata, ricca di sentimenti e di tenerezza, e per questo adatta ai più piccoli. Non credo di sbagliare affermando che un po' a tutti piacciono le coccinelle, vuoi per le piccole dimensioni che per il colore e un naturale senso di simpatia che viene in chi le guarda. Cinè è la piccola protagonista di questa storia. All'alba dei tempi è un animaletto dalla forma tondeggiante e dallo strano colore grigio, una tonalità noiosa a detta degli abitanti del bosco. Per questo motivo decide di rivolgersi al suo amico folletto che, dopo vari tentativi e altrettante peripezie, troverà il giusto abbinamento che si confà a una coccinella. I puzzle Ad arricchire ulteriormente La coccinella cambia colore ci sono cinque puzzle (illustrati sempre dalla Petrilli) da sedici pezzi ciascuno. Le dimensioni dei singoli pezzi e la buona qualità del materiale ...

Bialetti Brikka Elite 4 19/10/2017

Bialetti Brikka Elite 4

Bialetti Brikka Elite 4 Ho avuto modo di parlare della caffettiera Brikka un po' di tempo addietro in una vecchia opinione, esaltandone i pregi e l'aspetto ancor prima della qualità del caffè che è possibile ottenere. Caso vuole che circa un anno fa ne ho ricevuta in regalo una da mia mamma e trattandosi di un modello leggermente differente (una sorta di versione aggiornata della precedente), da quattro tazze, ho pensato di scrivere una nuova opinione. Il punto di forza è ancora una volta il sistema innovativo proposto da Bialetti . Mi riferisco alla valvola pressostatica che sviluppa un'elevata pressione (maggiore di quella prodotta dalle comuni macchinette espresse) in grado di far uscire, assieme al caffè, anche una cremina densa e gustosa. Grazie alla Brikka Elite donatami posso godere della piacevole sensazione di un espresso come quello del bar. Ecco perché non sento la necessità di comprare una macchina per il caffè grande e costosa (tra l'altro non ho nemmeno lo spazio adatto in cucina). Con questa versione Bialetti ha introdotto due interessanti novità. La prima è il coperchio con un'ampia apertura centrale per tenere sotto controllo l'uscita del caffè e allo stesso tempo agevolare la produzione della crema. La seconda la trovo ancora più utile. Sempre nella parte superiore della caffettiera è ben evidente una indicazione che ricorda vagamente le pietre miliari che si incrociano sulle strade. Serve per misurare la giusta quantità di acqua da utilizzare che andrà poi versata nella caldaia ...

Lexar JumpDrive S45 64 GB 04/10/2017

64 giga in poco spazio

Lexar JumpDrive S45 64 GB Sono un web designer e content editor freelance e gran parte del mio lavoro lo svolgo da casa. Per quanto possibile cerco di limitare il contatto con i clienti al minimo indispensabile, vedi discutere le linee guida sulle cose da fare, scegliere le grafiche o i testi da utilizzare, concordare la cifra da pagare per quanto mi compete. Quando devo far vedere il lavoro svolto o devo ricevere il materiale utile per il progetto che sto seguendo mi affido a internet, tramite Google Drive, Dropobox, WeTransfer e simili. Questi sistemi, purtroppo, non sempre risolvono il problema. Colpa di connessioni internet non all'altezza o di clienti con difficoltà nell'uso delle suddette tecnologie. Ecco perché mi tocca recarmi da loro per risolvere queste situazioni. In questo caso le pennette usb diventano il sistema più comodo per avere a portata di mano i file da far visionare o per trasferire quanto fornito dal cliente. Ho sempre preferito le unità flash agli hard disk esterni per una questione di comodità. Una pennetta occupa poco spazio e pesa nulla, la trovo la soluzione migliore anche quanto vado in vacanza e voglio portarmi dietro film, musica o ebook. Ecco perché i giga non bastano mai e ogni tot di anni mi tocca cambiare qualche unità flash a vantaggio di una più capiente. Lexar JumpDrive S45 64 GB A spingermi verso questo acquisto è stato uno dei tanti Prime Day. Croce e delizia per il sottoscritto visto che la quantità di offerte vantaggiose si scontra con la concreta ...

Tratto Marker 29/09/2017

Tratto Marker

Tratto Marker Ho sempre avuto una fissazione per i pennarelli e non mi riferisco a quando ero ragazzino e mi divertivo a scarabocchiare o colore fogli di carta, quadernoni e a volte anche le pareti di casa. No, questa vera passione è nata nel periodo delle scuole superiori perché mi piaceva personalizzare lo zaino con scritte di band musicali o con disegni e loghi di varia natura. Allo stesso modo mi divertivo a scrivere pensieri, inni per la mia squadra del cuore e quant'altro sul diario e sui quaderni (qualche volta anche sulle porte del bagno della scuola, ma non ditelo a nessuno). Ecco perché ho finito per provare e acquistare pennarelli di varie marche, colori e modelli (punte sottili, a scalpello o tonda e via dicendo). Quello che ho trovato immediatamente adatto alle mie esigenze è stato il Tratto Marker. Il motivo è molto semplice, scrive praticamente su tutto: carta/cartone, legno, metallo, plastica, vetro. L'ho provato su tutte queste superfici e i risultati sono sempre stati soddisfacenti. L'inchiostro, a base di alcool, asciuga in tempi brevi e questo evita che ci si possa sporcare, ma soprattutto che si vengano a creare sbavature e macchie. Ho avuto modo di usare sia quelli a punta tonda che quelli a scalpello e li ho trovati entrambi di ottima fattura, adatti alle varie esigenze che avevo sul momento. Ricordo che i Tratto Marker sono disponibili in cinque colori, più precisamente nero, blu, rosso, verde e marrone. Un aspetto che merita d'essere evidenziato è la durata di ...

Oviesse 18/02/2017

Ottimi capi a prezzi contenuti

Oviesse OVS è l'acronimo di "Organizzazione Vendite Speciali", una catena di negozi specializzata nell'abbigliamento per uomo, donna e bambino. Fondata a Padova nel 1972 riesce, nel giro di pochi anni, ad avere una forte crescita al punto da aprire punti vendita in altre regioni. Nel 2004 si contano ben 250 filiali che fanno di OVS un vero e proprio leader del settore, al punto da avviare una rete di francising per espandere ulteriormente il brand. Mi sono accorto della presenza di un punto vendita OVS nel mio quartiere quando passai per caso dalla sede della vecchia UPIM, chiusa da diversi mesi. Struttura completamente rimessa nuovo, con nuove insegne, nuove marche e tanta, tanta roba in vendita. Dovendo acquistare della biancheria intima ne ho approfittato per fare un giro e visionare questa nuova catena a me del tutto sconosciuta. Il punto vendita in questione, disposto su due livelli, è molto ampio e questo permette di esporre un'ampia varietà di prodotti capaci di soddisfare un po' tutte le esigenze. Non mi dilungo nella descrizione del negozio perché è l'unico che ho visitato e non posso fare alcuna comparazione per dire se anche gli altri sono così forniti o meno. Meglio tornare sugli acquisti veri e propri che poi è quello che più conta in una opinione di questo tipo. Come ho scritto avevo necessità di comprare boxer e calzini e visto che la prima impressione è stata positiva ho deciso di non cercarli altrove acquistando in OVS quanto necessario. I prezzi mi sono sembrati ...

Con la B 14/02/2017

La balena più solitaria del mondo

Con la  B Sono venuto a conoscenza per caso, e in maniera alquanto bizzarra, della storia che sto per raccontare. Parlerò di sentimenti e di animali, di come la vita questi ultimi possa avere delle similitudini con quella delle persone. A patto di accantonare temporaneamente la razionalità in favore di una visione romantica della vicenda. LA BALENA PIÙ SOLITARIA DEL MONDO Siamo nel Pacifico Settentrionale quando un gruppo di biologi marini si accorge dell'anomalo richiamo di una balena, composto da una gamma di suoni mai ascoltata prima in qualsiasi specie conosciuta. L'impronta sonora è quella di una balena, anche se a una frequenza unica, 52 Hz appena superiore alla nota più bassa ottenibile con una tuba. Gli schemi di canto di questa particolare balena non assomigliano né a quelli della balenottera comune, né a quelli della balenottera azzurra, entrambi più brevi e più costanti, oltre che basati su frequenze molto inferiori (fonte Wikipedia) Un esemplare che nessuno ha mai visto, fotografato o filmato, e solo l'orecchio umano, per mezzo di appositi strumenti, ha potuto ascoltare. Una peculiarità a renderlo unico, ma allo stesso tempo a condannarlo all'eterna solitudine perché i suoi richiami non potranno essere uditi da altre balene. Un canto d'amore destinato a trasformarsi in grido di dolore perso nelle sconfinate profondità oceaniche, perché la ricerca di un compagno/a non darà frutto alcuno. Da qui il nome e l'inevitabilmente ridda di ipotesi sulla sua ...

La casa di Zou. Libro puzzle 01/02/2017

La casa di Zou. Libro puzzle

La casa di Zou. Libro puzzle Periodo di Natale, periodo di regali. Per quanto mi piaccia farli, soprattutto ai nipoti, è un momento di stress per la cronica mancanza di idee. Il fatto è che ai bambini si finisce per regalare più o meno le stesse cose tra abbigliamento e giocattoli, per questo motivo, fin dallo scorso anno, mi sono orientato su prodotti specifici: puzzle, libricini o meglio ancora libri con puzzle annessi. Resta da individuare il personaggio adatto, quello che il destinatario del regalo conosce e apprezza maggiormente. Per fortuna in molti casi la televisione, con i suoi canali dedicati ai più piccini, diventa un valido aiuto. È così che sono venuto a conoscenza della zebra Bizou detta Zou (cartone animato della Disney trasmetto da RaiYoyo). Un simpatico animaletto di pochi anni che passa le giornate in compagnia dei suoi amici del cuore Elzee (vicino di casa della zebra e miglior amico), l'uccello Poc e la zebra ansiosa Zak . Come tutti i cuccioli sono alla perenne ricerca di nuovi giochi da fare per stare insieme in allegria. In ogni puntata fanno anche capolino i vari parenti dell'animale striato: genitori, zii, nonni e soprattutto la bisnonna sempre prodiga di consigli per la piccola nipote. Un cartone animato che anche io ho trovato simpatico e piacevole, utile per far conoscere ai piccini degli animali lontani da noi e che probabilmente non vedranno mai dal vivo (fatta eccezione per zoo e circhi che, personalmente, eviterei) La casa ...

Suspiria - Goblin 30/01/2017

Opening to the Sighs

Suspiria - Goblin A distanza di tempo torno a parlare di una delle mie più grandi passioni, la musica. Messa da parte su questo sito perché non più remunerata (grazie ai tanti cazzari che l'hanno saccheggiata scrivendo oscenità di ogni tipo, su dischi mai ascoltati) e perché l'andazzo generale (cloni, truffatori/inventori seriali, persone meschine, opinioni scritte con i piedi, etc. etc.) mi ha fatto passare la voglia di impegnarmi e dedicare tempo a una cosa che amo. Ma sono proprio passione e affetto, quello che provo per una persona conosciuta su questo sito, a darmi l'input per tornare a parlare di dischi, per quella che vuol essere una sorta di dedica. Indubbiamente sui generis visto cosa ho scelto di recensire, ma la destinataria della stessa capirà il perché. Bando alle ciance e passiamo a cose serie, oggi parlerò della splendida colonna sonora di uno dei migliori film horror di casa nostra. Suspiria A due anni di distanza dal fortunatissimo Profondo Rosso (un milione di copie vendute il primo anno e oltre quattro nei successivi 40) si rinnova la collaborazione tra Claudio Simonetti e Dario Argento . Questa volta le cose vanno diversamente, complici ovviamente i risultati ottenuti, e non c'è più la necessità di lavorare in fretta e furia. Ai Goblin è lasciato ampio spazio e soprattutto tempo (tre mesi se non vado errato) per pensare a sonorità diverse, cosa che puntualmente accade grazie all'uso di strumenti atipici e tecniche nuove per quel periodo. Lo dimostra la title track, e tema ...

cantinadellabirra.it 17/01/2017

Cantine della Birra, un ottimo beer store

cantinadellabirra.it Per ricordare quando è iniziata la passione per la birra devo tornare indietro nel tempo, a quando avevo 18 anni e con i primi viaggi all'estero mi recai nell'ex Cecoslovacchia e in Germania, due dei migliori produttori di birra in Europa. Da allora ho anche iniziato a collezionare le bottiglie che venivano rigorosamente svuotate dal sottoscritto, quasi ad aver un promemoria per ricordare le migliori e tener a mente quelle meno apprezzate così da non acquistarle di nuovo. Di anni ne sono passati un bel po', le birre in mio possesso sono oltre 300 (tutte rigorosamente d'importazione), ma la voglia di assaporare cose nuove è rimasta immutata. Forse ho acquisito maggiore consapevolezza su quanto comprare puntando sulla qualità, o la particolarità del prodotto, che sulla quantità (o sulla gradazione alcolica come facevo quando ero giovane). Fortunatamente l'era digitale mi sta aiutando, evitandomi giri improduttivi o troppo onerosi tra supermercati e birrerie. Oltre al classico Amazon, discretamente fornito, ma con poche cose sfiziose, ho voluto allargare le mie conoscenze puntando su siti specifici nella vendita di birra artigianale ed estera. Per non prendere la classica fregatura ho chiesto lumi a qualche conoscente con la mia stessa passione ed è così che mi è stato segnalato il sito che andrò a recensire. CantinedellaBirra.it La prima cosa che mi ha colpito è il ricco database, ben 1303 birre attualmente presenti, in continua crescita visto che dal primo ordine che ho ...

Il libro puzzle di Pingu. Con 4 puzzle (Silvia D'Achille) 09/01/2017

Il libro puzzle di Pingu

Il libro puzzle di Pingu. Con 4 puzzle (Silvia D'Achille) Un padre, una madre e dei simpatici cuccioli sono i componenti di una famiglia di pinguini che vive al Polo Sud. Ed è il più grande dei due ad essere il protagonista di questo cartone animato ambientato in questo scenario freddo e apparentemente ostile. In realtà Pingu, questo è il suo nome, vive una serie di avventure con l'amico del cuore, la foca Roby. Questa volta il simpatico animaletto farà da anfitrione invitandoci a visitare la sua casa per conoscere i familiari e l'allegra combriccola che gli sta accanto. Ho acquistato questo volumetto per fare un regalo di Natale e sono andato sul sicuro conoscendo il cartone animato (che detto tra noi mi piace pure, almeno per come è disegnato e per la tecnica usata nell'animarlo), ma soprattutto sapendo che la destinataria del dono (la mia nipotina) avrebbe certamente apprezzato. Il libro puzzle di Pingu fa parte della collana Pingu imbottiti, edita da Dami editore, mentre l'autrice è Silvia D'Achille, prolifica scrittrice di libri per l'infanzia (numerosi i suoi volumi su Peppa Pig, vero fenomeno degli ultimi anni). È composto da otto pagine, quattro delle quali contengono dei coloratissimi puzzle, la prima cosa che balza all'occhio sfogliandolo. I colori sgargianti danno una sensazione di allegria e gioia e il puzzle non è difficile da assemblare visto che è costituito da solo dodici elementi. Ogni pezzo è abbastanza grande e questo garantisce una certa sicurezza qualora si decidesse di lasciarlo nelle mani di un bimbo piccolo ...

Death Sentence (J. Wan - USA 2007) 02/01/2017

Una sentenza malriuscita

Death Sentence (J. Wan - USA 2007) Nick Hume (Kevin Bacon) è un professionista affermato, il classico “colletto bianco” con un ottimo lavoro e ben remunerato. Una bella casa nel quartiere elegante della città e soprattutto una splendida famiglia. Padre affettuoso e uomo tranquillo che gode della sua vita agiata con la moglie Helen (Kelly Preston) e i suoi due figli, Brendan e Lucas . Fino a quando, al ritorno da una partita hockey, faranno sosta in un distributore per far benzina. Nick e Brendan si troveranno coinvolti in una rapina nella quale quest'ultimo verrà brutalmente assassinato. Una famiglia distrutta e un uomo ossessionato dai sensi di colpa, ma con la speranza di poter avere giustizia. Nel corso delle indagini l'assalto al distributore si rivelerà essere il rito di iniziazione per un nuovo affiliato a una gang operante nei quartieri malfamati della città. Grazie al lavoro investigativo del detective Jessica Wallis (Aisha Tyler) e all'identikit fornito da Nick si giunge all'arresto di Joe Darley. Le prove purtroppo sono poche: non esistono riprese di telecamere di sorveglianza e l'unico testimone ad aver visto in faccia l'aggressore è allo stesso tempo una vittima. La difesa potrebbe smontare facilmente questa testimonianza o instillare nella giuria il ragionevole dubbio vanificando quanto fino a ora. Ecco perché l'accusa propone una dichiarazione iniziale, nella quale raccontare i fatti avvenuti quella maledetta notte, per poi proporre un patteggiamento. Da tre a sei anni di carcere per un ...

Bic Accendino 16/11/2016

Il mitico accendino Bic

Bic Accendino Tra le tante pessime abitudini che si prendono quando si è adolescenti, quella del fumo è ai primi posti. Senza voler analizzare il perché si sceglie di dedicare tempo, denaro e salute alle sigarette devo ammettere di essere stato uno dei tanti caduti in nella trappola ammaliatrice delle sigarette. Parlo al passato perché il vizio del fumo per fortuna mi ha accompagnato per pochi anni, ai primi aumenti del costo delle bionde mi sono chiesto che senso avesse intossicare il mio organismo pagando pure delle belle cifrette. In ogni caso c'è stato un periodo nel quale sigarette erano sempre con me e l'accendino era ovviamente uno solo: il mitico Bic. Non so quanti ne ho comprati, persi, trovati, dimenticati e mai più riavuti indietro, in quel breve periodo della mia vita. La marca è una certezza per tanti motivi, a partire dalla durata e dalla resistenza dei materiali. Già perché più di una volta, con altre marche più o meno note, è capitato che la parte dell'accensione finisse per saltare. Poteva essere la plastica che si ammorbidiva o scioglieva leggermente facendo saltare molla e rotella, rendendo di fatto l'accendino inutilizzabile. Una bella rogna, solo per risparmiare qualche centesimo. E va poi detto che Bic è sempre stata attenta alla sicurezza, anche per questo è una della aziende leader nel settore, seguendo alla lettera i dettami della ISO 9994 che stabilisce norme ben precise per questi prodotti. Specifiche di sicurezza che riguardano l'altezza massima della fiamma, ...

emp-online.it 07/11/2016

Catalogo di abbigliamento dark,metal, rock

emp-online.it All'età di 15 anni i miei gusti musicali hanno subito una brusca virata passando dal pop anni 80, i Pooh e Vasco Rossi agli Iron Maiden, ACDC e Ozzy Osbourne. Per poi proseguire tra le varie sfumature di metal, il punk e l'hardcore. Inutile dire che non era solo l'aspetto musicale a interessarmi, ma anche l'abbigliamento che curavo con una certa dedizione. In particolare due erano le mie grandi passioni: anfibi e magliette di band. Visto che all'epoca assistere ai concerti era praticamente impossibile (per l'età e perché si tenevano sempre a svariate centinaia di km di distanza), dovevo accontentarmi di quanto proposto nei cataloghi. Nel corso degli anni me ne sono capitati tra le mani di tutti i tipi, più o meno belli, più o meno forniti. Uno degli ultimi ad aver letto è stato EMP, nato nel 2007 come catalogo di abbigliamento, accessori e merchandise ufficiale , ovviamente orientato al mondo del Rock, Metal e Gothic. All'epoca avevo quasi smesso di acquistare abbigliamento di questo genere fatta eccezione delle magliette o dei poster presi ai concerti, tanto è vero che fino a due anni fa non avevo fatto alcun ordine. EMP ITALIA Con l'inarrestabile diffusione di internet e delle vendite online al cartaceo si affianca l' e-commerce, anche se i cataloghi continuano ad arrivare a casa (spreco di carta che eviterei volentieri), ed EMP si adegua con un sito pazzesco vista la quantità di materiale messa a disposizione. Non solo magliette, ma anche accessori con capi di ...

Ipersimply Sma 04/11/2016

Ipersimply Sma

Ipersimply Sma Ho deciso di parlare di questa catena di supermercati perché è la prima che ho frequentato quando, per lavoro, mi sono trasferito a Roma. Era il punto vendita più vicino a casa e non conoscendo ancora il quartiere finivo inevitabilmente per fare la spesa da loro. All'epoca si chiamava SMA e faceva parte del gruppo La Rinascente. Se la memoria non mi inganna nel 2005 è stata acquisita dalla holding francese Auchan, fusione ha dato vita a diverse realtà: Simply Market (supermercati da 600 fino a circa 2.500 m2.) Punto Simply e La Bottega (punti vendita da 300 a 600 m2 Ipersimply Market (le grandi superfici del gruppo con una superficie compresa tra i 2000 e i 5500 m2) Anche le insegne della SMA sono sparite non sembra esser cambiato molto con la nuova gestione. Nel supermercato che frequento, infatti, tutto pare invariato. Banconi e scaffali sono sempre uguali, la disposizione dei prodotti non è stata modificata di una virgola e anche i prezzi sono invariati. Era un supermercato caro prima, è un supermercato caro adesso. Perché ho scelto Iper Simply l'ho già scritto a inizio opinione, è il punto vendita più vicino a casa. Comodo per gli acquisti dell'ultima ora, quando mi servono poche cose e non mi va di andare nei punti vendita più distanti, per fare un carico di roba pesante (vedi acqua o vini) e non voglio spezzarmi la schiena camminando troppo. Nonostante ciò continuo ad acquistare da Simply per l'ampia scelta di pesce fresco (cosa che non trovo negli altri della zona) ...

Dell Optiplex 780 SFF 12/09/2016

Un ottimo secondo computer questo Dell

Dell Optiplex 780 SFF Qualche mese fa ho parlato dello zapper acquistato a seguito del passaggio al digitale terrestre, andato perso per colpa di uno sbalzo di tensione che lo ha "bruciato". Nel giro di qualche mese la stessa sorte è toccata al televisore. A quel punto ho dovuto scegliere se ricomprare tutto o lasciar perdere i servizi televisivi e ho optato per questa seconda ipotesi, anche per non pagare più il canone. Per un po' sono andato avanti sfruttando i servizi in streaming tramite il computer principale, quello che utilizzo per lavoro. Una situazione scomoda e via via sempre meno sostenibile, per vari motivi (impossibile lavorare e vedere qualcosa contemporaneamente, possibilità di scaricare virus, postazione scomoda rispetto al divano e altro). Ecco perché ho deciso di acquistare un nuovo computer. Non avendo esigenze particolari ho puntato subito sull'aspetto economico, cercando una macchina poco costosa e allo stesso tempo sufficientemente performante per soddisfare le mie necessità (ovvero navigare in internet e vedere DVD). I computer che ho a casa li sono sempre fatti da me assemblando i componenti hardware, questa volta però non avevo molto tempo e molta voglia da dedicare a questa operazione, ho preferito cercare su Amazon e altri e-commerce qualche soluzione interessante. Tra i tanti prodotti che sono venuti fuori mi ha colpito la possibilità di acquistare un PC ricondizionato. Computer ricondizionati, di cosa si tratta Sono computer solitamente dati in leasing a uffici e ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra