Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

paolins80

paolins80

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 05/06/2006

20

Samsung YH-J50 6 GB 05/10/2007

Un gioellino targato Samsung

Samsung YH-J50 6 GB Questo Samsung un po' datato è un Multimedia Mini Jukebox, ovvero non è un semplice lettore mp3! Infatti con questo gioiellino si possono vedere video (mpeg4), foto (jpg), leggere testi (txt) e naturalmente acoltare la musica (mp3, wma, asf, ogg). Il lettore è dotato di uno schermo lcd a colori. I tasti sono 4: indietro, avanti, accensione/spegnimento/play e un tasto centrale multifunzionale. Il menu è accessibile su un lato e comprende: Music (per ascoltare musica), Radio Fm con stazioni preferite memorizzabili, Testo, Foto/Video, Usb Host, Giochi inclusi (sono 4, tra cui Tetris). Inoltre tra le impostazioni si possono trovare diverse combinazioni di colori, data e ora, agenda e molto altro. Il lettore è dotato anche di un microfono per la registrazione vocale o della radio: le registrazioni sono memorizzate direttamente in formato mp3. La funzione più utile e completa del lettore, è sicuramente la Ricerca interna, che permette una navigazione facile tra gli mp3 ma anche attraverso gli altri contenuti multimediali. La memoria è di 8gb ed è possibile utilizzarlo anche come hard disk portatile se avete con voi il cavetto per collegarlo al pc. é dotato di batteria al litio ricaricabile con una durata molto buona. Software in dotazione per gestirlo al meglio, anche se non è necessario installarlo per farlo funzionare su pc. Un piccolo gioiello targato Samsung, molto bello anche esteticamente, facile da utilizzare! Non conosco il prezzo perchè l'ho vinto con il ...

Forte Bramafam, Bardonecchia 22/09/2007

Un tuffo nelle storia

Forte Bramafam, Bardonecchia Il Forte Bramafam è forse uno tra i meno conosciuti della Val di Susa, si trova a Bardonecchia immerso nel verde ed è raggiungibile in auto o a piedi dalla città. A piedi si raggiunge in circa un'oretta dal centro abitato di Bardonecchia, seguendo un facile sentiero che parte dalle sponde della Dora Riparia. In auto si raggiunge seguendo una strada sterrata sempre partendo da Bardonecchia, lasciando poi l'auto a circa 300 metri dal forte. Il forte è stato costruito tra il 1874 e il 1889 con lo scopo di difendere il traforo del Fréjus e la linea ferroviaria Torino-Modane. La grande struttura è ben visibile anche dall'esterno, ma non vi renderete conto dell'immensità della struttura finchè non lo visiterete all'interno: i locali del forte sono infatti per lo più interrati. La visita al forte costa 5euro, e dura circa un'ora lungo un percorso autoguidato. All'interno del forte sono stati ricostruiti momenti e scene di vita dei militari che vivevano all'interno del forte, ed è presente una vasta raccolta di uniformi, armi, diari e oggetti personali dei militari che hanno combattutto le due guerre mondiali sulle alpi. Il museo è curato da un gruppo di volantari che ha interamente ristrutturato il forte, lasciato in stato di abbandono dal ministero degli interni. Tutti gli oggetti che si trovano all'interno del forte-museo sono stati raccolti sulle alpi dai volontari stessi che oggi curano il forte. Questo forte merita una visita sia per la bellezza della costruzione e del ...

Cars - Motori ruggenti (John Lasseter, 2006) 19/09/2007

Cars e le cose semplici

Cars - Motori ruggenti (John Lasseter, 2006) Radiator Springs è una città sperduta lungo la Route 66, dove tutti i personaggi che la popolano sono delle automibili. Ma veramente tutti! Sono delle mini-automibili con le ali perfino le mosche!! Ed è veramente una cosa geniale a parere mio! La storia di Cars è quella del classico pilota famoso, viziato e straviziato, che si ritroverà proiettato in un mondo che non ha mai conosciuto prima, un mondo in cui tutti vivono una vita semplice, in cui non ci sono grandi folle, in cui sono le piccole cose di ogni giorno che contano, e non il successo, la fama e i ricchi premi. E Saetta McQueen imparerà tutto questo proprio nella piccola Radiator Springs! Lo aiuteranno nell'impresa anche il Dottor Hudson un ex-pilota, Carl Attrezzi il acrro attrezzi un po' pazzo protagonista anche di un cortometraggio contenuto nel dvd), Sally la piccola auto sportiva di cui Saetta si innamorerà, Luigi una 500 innamorata della Ferrari e che grazie a Saetta riuscirà finalmente a conoscere (il doppiatore della Ferrari è Michael Schumacher) e tanti altri personaggi. Saetta sarà molto cambiato alla fine del film dall'incontro di Radiator Spring, e la sua storia d'amore prenderà il volo! Una commedia e un astoria d'amore per tutti i palati, dai più piccoli ai più grandi! Fatevi conquistare dai motori ruggenti!

Terremoti 18/09/2007

Conoscere i terremoti per non temerli

Terremoti Che cos'è il terremoto? Il terremoto non è altro che la rottura di una roccia all'interno della Terra. La tettonica a placche causa continue frizioni e tensioni tra le placche litosferiche (le porzioni in cui è suddivisa la terra). Queste tensioni possono portare all'allontanamento o all'avvicinamento relativo delle placche. Quando due placche si avvicinanno, si potrà creare una zona di rottura delle rocce, che genererà una faglia inversa nella maggior parte dei casi: si ha quindi un raccorciamento della crosta. Il terremoto si ha in corrispondenza della rottura della roccia. Nel caso contrario, quando si ha estensione della crosta, si creeeranno delle faglie dirette, e anche in questo caso il terremoto si ha in corrispondenza della faglia. Va notato comunque che la rottura non è istantanea, ma può avvenire addirittura dopo milioni di anni che il meccanismo tensionale tra le placche si è messo in movimento. Inizialmento la roccia risponderà agli sforzi in maniera duttile, ovvero assecondando la deformazione. Essendo però le rocce della crosta terrestre fragili, queste ad un certo punto non riusciranno più a sopportare gli sforzi che agiscono su di essi e rrivano al punto di rottura, rilasciando in maniera elastica ed istantanea tutta l'energia accumulata nel corso degli anni. Ed è proprio questo rilascio improvviso di energia a causare le scosse sismiche. L'energia rilasciata si propaga poi attraverso le altre rocce sotto forma di onde che viaggiano in tutte le ...

Collector's Series, Vol. 1 [Epic] - Celine Dion 18/09/2007

Per i collezionisti

Collector's Series, Vol. 1 [Epic] - Celine Dion Non è un best of proprio come potrebbe sembrare. Infatti non è un cd da regalare a qualcuno a cui voler far conoscere quest'artista, perchè non contiene le sue migliori canzoni (come sarebbe se fosse un best of), ma contiene una raccolta di versioni particolari di canzoni note oppure canzoni che non hanno avuto un successo grandioso, ma tutt'altro! Non per niente è un cd per Collector! Quel vol. 1 è ancora in sospeso, in quanto l'uscita di un vol.2 non è ancora prevista dalla sony a 7 anni dall'uscita di questo primo volume! Per gli amanti di Céline, ecco finalmente su disco la famigerata "The power of the dream" (da non condondere con the power of love), canzone colonna sonora dei giochi olimpici di Atlanta 1996 e mai pubblicata, salvi come b-side del singolo introvabile It's all coming back to me now (tratto da Falling into you sempre del 1996): la storia vuole che non ci fu accordo sui diritti della canzone tra Sony/Epic e l'organizzazione della manifestazione. Where does my heart beat now è una canzone del 1990 inserita in Unison e poi riproposta nel cd Céline Dion del 1992 per l'inaspettato successo europeo che la canzone ebbe. Us fa parte dell'album Let's talk about love del 1997: a mio parere è una tra le migliori dell'album, ma che io sappia non è mai stata nè cantata live nè proposta come singolo, quindi non so cosa ci faccia in questo album, ma mi fa piacere! :) Tra le particolarità c'è Be the man cantata in giapponese!! e All by myself cantata in ...

New Day...Live in Las Vegas (Live Recording) - Celine Dion 18/09/2007

Il live peggiore di Céline

New Day...Live in Las Vegas (Live Recording) - Celine Dion Se volete acquistare un live recente di Céline Dion, vi sconsiglio vivamente di acquistare questo cd! Le aspettative su questo cd erano molto alte: finalmente usciva un prodotto ufficiale sulla quadriennale presenza di Céline a Las Vegas. Ma le aspettative sono state malamente distrutte. La qualità del disco non è infatti al livello di altri live più vecchi quali ad esempio, il live a paris del 1996. Nature Boy è una ballata molto bella, cantata molto degnamente dalla canadese. Da qui in poi si cade in un oblio che trova il suo apice in Because you loved me: una delle sue più belle canzoni è completamente ridotta a brandelli e cantata in malo modo. Non parliamo poi di I'm alive: la canzone di Céline è irriconoscibile, nonostante la coreografia carina del live, l'audio non è certo all'altezza! Si continua poi con una serie di cover più o meno famose, le più riuscite sono sicuramente Fever e I wish! La performance di I drove all night spicca tra le altre: travolgente e potente, molto bella! Nonostante sia venuta a noia a forsa di sentirla, la performance di My heart will go on è tra le più belle mai fatta da Céline! I due inediti aggiunti al live sono molto carini, anche se non hanno avuto il successo che meritavano! Insomma, Céline può fare decisamente di meglio!

1 Fille & 4 Types - Celine Dion 18/09/2007

I 4 tipi che hanno rivalutato Céline

1 Fille & 4 Types - Celine Dion Tra gli album in francese di Céline, questo è uno dei più riusciti! I quattro tipi del titolo, ovvero i quattro produttori del disco, che cantano anche assieme a lei in alcune canzoni, hanno creato sound mai sperimentati prima dalla canedese, e anche in questa occasione, Céline ha dimostrato di saper adattarsi a qualsiasi genere le venga proposto! La sua voce è talmente potente e malleabile che anche cantando l'elenco telefonico (come ha fatto scherzosamente in un programma televisivo), riesce ad essere perfetta. Un album pop/rock quasi perfetto, se non fosse per alcune ballad troppo troppo lente che sfigurano un po'. Il singolo Tous l'or des hommes è travolgente e piacerà sicuramente anche ai non fan dell'artista. Je t'aime encore è stata registrata anche l'anno seguente in lingua inglese: difficile dire quale delle due versioni sia la migliore! Je lui dirai è una canzone dedicata al figlio ed è molto ritmata e travolgente. Rien n'est vraiment fini e COntre Nature sono a mio parere le più belle dell'album! Una particolare attenzione va anche portata ai testi, molto intensi. Nell'album c'è posto anche per una traccia fantasma, alla fine dell'ultima canzone. Una particolarità: il testo della traccia fantasma è scritto all'interno del libretto, una frase per pagina :) Un ottimo lavoro per la Céline francese, purtroppo meno conosciuta!

Stories - John Mayall 18/09/2007

Un album stupendo

Stories - John Mayall Iniziamo subito col dire che questo non è un cd adatto alle persone che non amano quest'artista... Tuttavia va sottolineato che il Live à Paris è sicuramente il MIGLIOR live mai registrato da Céline Dion (farebbe eccezione La dernière de Céline/Millenium Concert, ma di fatto non è mai stato pubblicato come lp). In questo cd veramente la voce di Céline è eccezionale, potente, carica di energia. Mai più ho sentito cantare Céline in questo modo. Il Live a Paris è una selezione di canzoni registrate in alcune serate allo Zenith di Parigi, nonostante Céline avesse perso la voce sul palco proprio in una di quelle sere. Si inizia da J'attendais, una ballata soft che introduce un'atmosfera molto rarefatta, seguita da Destin una carica di energia pazzesca! A seguire il classico The power of love, in cui Céline ci dà un assaggio di quello che sarà poi capace verso mla fine del cd... L'album è un susseguirsi di brani melodici e up-tempo. Tra le chicche una Je sais pas da brivido, Céline che simula il suono degli strumenti musicali durante la presentazione della band in Le Ballet, e la miglior performance in assoluto di Pour que tu m'aimes encore! La potenza della sua voce si esprime poi in Quand on n'a que l'amour! L'inedito To love you more sembra fatto apposta per chiudere il concerto: su altri album o in versione live questa canzone viene spesso tagliata, ma la versione integrale di questo cd è semplicemente fantastica! Un ottimo album, da non perdere!

Alhambra, Granada 17/09/2007

Se c'è un paradiso lo voglio più o meno così!

Alhambra, Granada In 15 giorni ho girato 6 città diverse della Spagna ma la cosa che mi è rimasta più nel cuore è stata proprio l'Alhambra. 4 passi essenziali per la visita: 1.- scegliete la data con molto anticipo e comprate i biglietti on-line (www.alhambratickets.com) con la carta di credito, costo 11 euro, salterete una fila kilometrica sorridendo mentre tutti vi tirano maledizioni, arriverete davanti ad una sala tipo "Bancomat" inserite la vostra carta di credito e all'istante avrete i vostri biglietti in mano! 2.- Parcheggiate il più vicino possibile se siete in auto...all'inizio vi sembrerà breve il tratto ma vi assicuro che dopo il giro avrete il sorriso in faccia ma le gambe a pezzi! 3.- Se interessati alla storia ma troppo pigri per leggere la guida acquistate all'entrata la guida audio a soli 3 euro, ha la forma di una radiolina, si appende al collo, è leggera e ti racconta la fiaba dell'Alhambra nella lingua che vuoi con tanto di musichetta d'atmosfera di sottofondo! 4.- Se andate d'estate fate la visita la mattina, vestitevi comodissimi, soprattutto le scarpe devono essere stracomode, la mattina presto fa freschino ma se la giornata è soleggiata meglio stare leggeri perché il sole picchia! Arrivate con la macchina fotografica carica di batteria al 100% perchè vorrete fotografare ogni mq del posto! E' difficile dare un'idea di che posto è l'alhambra, un mix di edifici arabeggianti immersi nel verde più curato che io abbia mai visto...sembra di stare in "Alice ...

Nokia 2610 17/09/2007

Essenziale ma di bella presenza

Nokia 2610 Dopo il trentesimo tuffo carpiato del mio Nokia 2652 verso il pavimento e la conseguente cessata attività dello stesso ho deciso di comprare un nuovo cellulare. Cercavo qualcosa di semplice ed economico ma con un bel design e guarda che ti riguarda su internet ho visto il Nokia 2610 e il suo stile mi ha subito conquistata! I prezzi oscillavano tra i 69 euro e i 79 euro, a seconda dei posti...alla fine l'ho acquistato alla Ipercoop pagandolo 69 euro. I pregi di questo telefono sono come già detto il design, la leggerezza (non ti accorgi neanche di averlo in tasca), la batteria che a me dura 3/4 giorni e di messaggi ne mando davvero tanti; il vivavoce può diventare utile in auto se non hai l'auricolare a portata di mano, però bisogna alzare un pò la voce...diciamo tipo stadio! Altra funzione che mi è stata utile è il registratore...no non l'ho usato per mandare sms vocali, anche perchè non ero sicura di poterli mandare a chiunque...l'ho utilizzato per memorizzare una suoneria a mia scelta...ho messo il cellulare vicino allo stereo, limitando i rumori non viene fuori poi tanto male contando che ho scaricato una suoneria e si sente uguale alla mia registrazione...perché pagare dico io! Gli svantaggi del Nokia 2610 sono legati allo schermo e ai tasti! Lo schermo è bello grande ma in controluce diventa tutto nero e devi trovare il gioco luce/ombra per riottenere la visibilità!D'estate te lo raccomando! I tasti sono un pò stretti, inizialmente non riuscivo a scrivere, ...

Campo Smith Village Aparthotel, Bardonecchia 17/09/2007

Residence Campo Smith

Campo Smith Village Aparthotel, Bardonecchia Campo Smith Village è un complesso nuovo sorto proprio vicino alle piste di sci di Bardonecchia. Non vi posso parlare dell'hotel perchè non ci sono stata, mentre posso dirvi qualcosa sul residence. Campo Smith è infatti sia hotel che residence. Il residecence comprende diversi tipi di appartamento, in base al numero di persone ospitate. I bilocali a 4 posti hanno ingresso in comune con altri due appartamenti. Sono molto spaziosi e nuovi! Hanno bagno spazioso con sanitari nuovi, phon e cabina doccia. Gli asciugamani sono compresi, e sono in numero 3 per ciascun ospite. L'unico problema è che non vengono sostituiti a meno che non venga richiesto alla reception. I posti letto nel bilocale da 4 persone sono così disposti: un'ampia camera matrimoniale con comodini e scrivania, un armadio a muro e divano-letto a due posti. L'appartamento è inoltre dotato di cucinotto con tavolo, tv sat e balcone. La palestra è compresa nel prezzo e l'accesso alle piste è proprio fuori dall'hotel: seggiovia per Colomion e Pian del Sole. Le piste del Melezet sono solo a 10 minuti a piedi. In bassa stagione l'orario della reception è ridotto e può creare un po' di disagio: l'apertura è alle 9! Per chi deve spostarsi a piedi a Bardonecchia, il centro è a circa 1300 metri dal complesso (circa 20 minuti a piedi), così come la stazione fs. In centro c'è tutto quello che può servire: market, pub, ristoranti eccetera. Il prezzo dipende naturalmente dal periodo in cui avviene la prenotazione. ...

Sacra di San Michele 17/09/2007

Sacra di San Michele

Sacra di San Michele Per chi viaggia in auto o in treno in direzione del Frejus da Torino, non può non notare la costruzione dell'imponente abbazia in cima ad un immenso sperone formato da rocce metamorfiche. Raggiungere la Sacra è scomodo se non si possiede un'auto. La navetta dell'autobus funziona solo la domenica. Con l'auto si raggiunge Avigliana e si inizia a salire verso la Sacra: si deve poi parcheggiare a circa 10 minuti di cammino, che però vale veramente la pena fare! Il biglietto costa 4 euro, e il percorso di visita è a senso unico. Si inizia salendo lo scalone dei morti, chiamato così perchè passa vicino ad alcune antiche tombe. Per gli appassionati di petrografia e geologia, c'è da ammirare il muretto che costeggia la scala esterna, in cui sono visibili delle bellissime tessiture occhiadine. Sempre per gli appassionati, la sacra è un continuo susseguirsi di rocce metamorfiche di vario tipo e di strutture tipiche molto interessanti. Dalla scala si raggiunge poi la porta dello zodiaco e l'ingresso della chiesa. Da qui si entra anche in una terrazza panoramica da cui è possibile ammirare perfino Torino e la basilica di Superga nei giorni privi di foschia. Per chi soffre di vertigini è sconsigliato sporgersi troppo dalla terrazza: l'abbazia è costruita su uno strapiombo! Il viaggio all'interno della costruzione dei frati è molto affascinante e suggestivo, e la domanda del come siano riusciti a costruire un edificio del genere più di mille anni fa è d'obbligo! L'abbazia è ...

Forte di Exilles 17/09/2007

Forte di Exilles

Forte di Exilles Se avete intenzione di fare un viaggio in Val di Susa, non potete non visitare il forte di Exilles. Il forte di Exilles è facilmente raggiungibile in auto e con l'autobus (partenza da Susa o Oulx), mentre è stata soppressa la fermata del treno sulla linea Torino-Modane. Prima di visitarlo all'interno, vi consiglio di soffermarvi ad ammirarlo dall'esterno, cercando di vederlo in tutto il suo insieme. Il forte è costruito su uno sperone di roccia, e l'attuale costruzione non è purtroppo quella originaria, ma quella ricostruita nel 1800 dopo che il simpatico Napoleone ha ben pensato di farlo radere al suolo. Soffermatevi ad ammirare gli spigoli che compongono le mura, e a meravigliarvi di come essi siano stati costruiti senza l'aiuto di gru, computer per la creazione di modelli 3d, escavatori, cemento a pronta presa, cemento armato: un ingegnere di oggi forse non saprebbe fare altrettanto bene... L'ingresso è posto subito dopo un ponte costruito su una scarpata artificiale. Entrando si sale e si percorrono varie curve. Il primo stop obbligatorio è il pozzo di 60 metri interamente scavato nella roccia! Il forte ospita alcune mostre permanenti sulla storia del forte, armi e divise militari, e mostre temporanee: in questo periodo una mostra fotografica sugli alpini e iuna mostra di foto e dipinti contemporanei. Nel forte inoltre vengono ospitati concerti nel periodo estivo. Il biglietto di ingresso intero costa 5,00 euro, e comprende visite ai musei interni e le due visite ...

Motorola W220 17/09/2007

Motorola per chiamare!!

Motorola W220 Un cellulare che serve per telefonare. Dov'è la novità??! Proprio in questo! Questo cellulare lo utilizzerete esclusivamente per telefonare e per mandare i messaggi, perchè non ha nessun optional come fotocamere, suonerie mp3, sala giochi eccetera. Tra i modelli Motorola creati appositamente per chi non ama tutte le "diavolerie tecnologiche che ti impediscono di capire come accidenti si fa a chiamare con questo telefono", questo è quello con qualche funzione in più. Le linee richiamano quelle del Motorola V3, anche se il primo è più spesso e più largo. Apertura a conchiglia e display esterno che mostra in colori diversi messaggi ricevuti, chiamate in arrivo o perse, batteria scarica. La tastiera è molto schiacciata e un po' difficile da utilizzare le prime volte: premerete sempre due-tre tasti per volta! Sconsigliato quindi per le persone anziane o per chi ha problemi con la scrittura e alle mani. La batteria non dura molto, mentre la ricezione è soddisfacente. Il menu è semplice e la selezione avviene attraverso il tasto al centro delle 4 frecce, anche se non esplicitato sul display: questo può a volte trarre in inganno. 6 tasti personalizzabili con le funzioni più utilizzate. Per chi è abituato ad utilizzare il T9 sarà un po' complicato scrivere i messaggi sms attraverso l'itap: vengono di volta in volta suggerite le parole corrispondenti alla selezione e cancellare l'ultima lettera digitata nella maggior parte dei casi vi costringerà a riscrivere la parola ...

Eastpak Padded Pak 17/09/2007

Zaino Eastpak!

Eastpak Padded Pak Il classico zaino modello americano che sta andando molto di moda negli ultimi anni. Molto semplice nelle linee, è diviso in due soli comparti: uno grande e una tasca più piccola in basso. Disponibile in svariati modelli e colori, viene solitamente personalizzato dai ragazzi con ciondoli, scritte, spille e quanto altro. Per essere veramente alla moda deve essere portato sulla parte bassa della schiena. La tasca più grande è abbastanza spaziosa e resistente. Anche nella tasta più piccola riescono ad entrare molte cose. E' pratico e comodo sia come zaino scuola, sia come zaino da viaggio. Alcuni difetti. La tela di cui è fatto non è impermeabile, il che lo rende molto debole in caso di pioggia: bastano poche gocce perchè le cose all'interno si bagnino completamente. Le cerniere che chiudono le tasche sono facilmente apribili dai malintenzionati, soprattutto quella piccola, che ahimè, viene spesso utilizzata per contenere portamonete e cellulari. Non ha una tasca interna al vano più grande, che sarebbe invece molto comoda. In generale è uno zaino molto comodo per gli studenti e il materiale anche se non impermiabile è di buona fattura: uno zaino che dura per molti anni e che non si rompe dopo pochi mesi. Il prezzo è di circa 40-50 euro.
Visualizza altre opinioni Torna sopra