Condividi questa pagina su

argento Status argento (Livello 8/10)

petardo

petardo

Autori che si fidano di me: 123 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Mah...

Opinioni scritte

dal 06/04/2008

882

Wiko U FEEL 25/06/2017

Bello, e con un ottimo rapporto funzionalita'/prezzo

Wiko U FEEL Dopo 5 anni di servizio, anche il mio primo smartphone, il Samsung S6500 Mini2 e' andato in pensione. Ai tempi, ne avevo parlato qui: http://petardo.over-blog.it/article-samsung-galaxy-mini-2-gt-s6500-109904158.html Non perche' si e' guastato (anche se ultimamente era un pochino lento...). Il motivo principale e' dovuto il sistema operativo obsoleto che non permette il funzionamento sulle nuove applicazioni. Be', anche le caratteristiche di leggibilita' dello schermo e la fotocamera sono nettamente superate, per cui, approfittando di alcuni sconti praticati all'Unieuro, ho preso la decisione di comprarne uno nuovo, anzi, due: uno per me e uno per mia moglie. Il mio interesse, in particolare, e' caduto sul Wiko Ufeel, uno smartphone di marca francese (anche se e' assemblato in Cina) non molto nota ma che sta avendo un certo successo. E' proposto con il nuovo sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, che spero tanto duri ancora molti anni, prima di diventare anche lui "obsoleto"... Esteticamente si presenta molto bene, e dal prezzo di listino (199 euro) lo sconto era di circa 75 euro. Nella divertente confezione sono presenti, oltre al ridicolmente striminzito libretto di istruzioni, un piccolo caricabatterie con cavo USB staccabile e un paio di buone cuffie intraurali dotate di microfono. Wiko Ufeel e' una "piastrella" di medie dimensioni (143 x 70.7 x 8.55 mm) e 145 grammi di peso. ...

Sangue del Mio Sangue (M. Bellocchio - Italia, Francia, Svizzera 2015) 16/06/2017

Bobbio

Sangue del Mio Sangue (M. Bellocchio - Italia, Francia, Svizzera 2015) Diciassettesimo secolo. Fabrizio Mai e' un militare mandato dalla madre alla ricerca di chi ha costretto al suicidio il fratello gemello Federico, sacerdote officiante a Bobbio. La ragione dell' "insano gesto" sta nel rapporto amoroso tra Federico e Benedetta, bella suora del convento di Santa Chiara, sempre nella cittadina piacentina. Il principale cruccio della madre di Federico e' il luogo dove e' sepolto il figlio: a causa del suicidio, non gli e' consentito riposare in terra consacrata, per cui giace in un "cimitero dei cani", sconsacrato. L'escamotage che gli consentirebbe una adeguata sepoltura sarebbe quello di far confessare a Benedetta di avere stipulato un "patto con il diavolo". A questo scopo la cricca di sacerdoti che gravitano attorno al convento (di clausura) inquisiscono la povera (ma mica tanto) Benedetta sottoponendola alle agghiaccianti prove che effettivamente in quell'epoca erano inferte a chi era sospettato di stregoneria, tra le quali la "prova del fuoco", termine ancora oggi usato del quale forse molti (come me) non conoscevano l'origine. Ma alla bella Benedetta non sara' insensibile neanche Fabrizio, che pero', pavidamente, non impedira' all'inquisizione di fare il farsesco processo, che finira' con la povera Benedetta murata viva. Contrariamente a quanto ...

The Lobster (Dvd) 09/06/2017

Originale e spiazzante

The Lobster (Dvd) Il mondo raccontato in "The Lobster" e' un mondo parallelo visivamente simile al nostro ma nel quale vigono regole MOLTO particolari. La principale, che determina la vita di molte persone adulte, e' il divieto assoluto, oltre una certa eta', di non avere un compagno o una compagna. Se vengono scoperti ad essere in questo "stato" sono immediatamente portati in una specie di albergo che fa da "casa di cura e riabilitazione" dove uomini e donne hanno 45 giorni di tempo per trovare l'anima gemella, e se non ci riescono saranno trasformati in un animale... a loro scelta. Il protagonista del film, David, e' stato lasciato dalla moglie, e per questo sara' rinchiuso in una di quelle strutture, scegliendo di essere trasformato in una aragosta in caso di fallimento del tentativo di trovare una compagna. Oltre alla citta' dove le coppie hanno una vita apparentemente normale e alle case di riabilitazione per single, esiste una terza tipologia di persone: dei "ribelli" che vivono nei boschi da single. Anzi, in questo gruppo esiste una regola, anche questa ferrea che se, disattesa, porta a punizioni drammatiche: e' vietato formare coppie. Anche un semplice flirt puo' essere "pericolosissimo". Per aumentare i giorni che li separano dalla trasformazione in animale, le persone in riabilitazione sono portate periodicamente nel bosco a "caccia" di solitari ribelli con fucili che sparano siringhe narcotizzanti. Ogni solitario ...

Mistress America (N. Baumbach - USA 2015) 31/05/2017

Divertente e ottimamente girato

Mistress America (N. Baumbach - USA 2015) E' da poco a New York per frequentare il college, Tracy, ma l'inserimento in quel caotico e competitivo mondo non le risulta affatto semplice. Scrive racconti cercando di entrare in un prestigioso club letterario di nerd un po' "stronzi". Brooke, una ragazza trentenne, invece in quel mondo ci sguazza, anche se non si puo' davvero dire che sia una "ce l'ha fatta". Tra le due, possibili future sorelle a causa del probabile matrimonio tra i rispettivi genitori vedovi e conosciutisi tramite il web, nasce subito una notevole intesa. Brooke e' un vulcano di attivita' ed e' un tipo trascinante e Tracy si lascia trascinare, assecondando la "forse sorella" anche nelle iniziative piu' rischiose (dal punto di vista finanziario). Lei vorrebbe aprire un ristorante con caratteristiche piuttosto originali assieme al suo fidanzato greco, attualmente lontano. Ha gia' trovato anche finanziatori e la location, ma viene piantata via mail dal ragazzo perche' l'ha beccata in rete in una foto nella quale dava un quasi innocente bacio ad un altro ragazzo. Alla ricerca di ulteriori finanziamenti, Brooke sara' aiutata da Tracy presso un suo ex fidanzato ricco, oggi sposato con la sua ex migliore amica che aveva fatto una certa fortuna sfruttando una idea di Brooke... Mistress America e' ...

Philomena (Dvd) 26/05/2017

Non all'altezza delle aspettative

Philomena (Dvd) Regno Unito, 2002. Martin Sixsmith e' un giornalista che ha appena perso il lavoro che aveva presso il governo di Tony Blair. Philomena Lee e' una anziana signora che nel 1952, in Irlanda, da adolescente, era rimasta incinta. Per questo era stata affidata ad un istituto di suore che la faranno partorire e, tre anni dopo, cedettero (o vendettero?) il figlio in adozione. Della sconvolgente esperienza Philomena non ne aveva parlato con nessuno, tanto che confido' la vicenda alla figlia solo molti anni dopo, quando lei la vide guardare l'unica foto del figlio che aveva. In un casuale incontro, la figlia di Phiolmena riusci' a convincere Martin a scrivere un articolo sulla vicenda della madre. Martin e Philomena iniziarono con il tornare al convento per chiedere informazioni, determinati a rintrovare il figlio perduto. Dietro una facciata di gentilezza, le suore del convento in realta' cercheranno di nascondere le reali atrocita' commesse anni prima, ostacolando (inutilmente) le ricerche del figlio... Philomena e' un film tratto da una storia vera, che il vero Martin Sixsmith raccontera' in un libro intitolato "The Lost Child of Philomena Lee". L'argomento, recentemente tornato di attualita', riguarda l'attivita' di molti conventi in Irlanda, dove fino agli anni '50 del secolo scorso, furono ...

Gli Invisibili (O. Moverman - USA 2014) 19/05/2017

Un po' lento e noiosetto...

Gli Invisibili (O. Moverman - USA 2014) Nelle fredde nottate di New York si aggira George, un uomo "senza fissa dimora". Attorno a lui, suggestivi riflessi delle luci di automobili su vetrate umide di pioggia. Nottate fredde, ma talvolta non a sufficienza per consentirgli di scaldarsi all'interno di in un pronto soccorso, regola che infermieri applicano, talvolta, in modo intransigente. E' perennemente alla (misurata) ricerca di qualche parvenza di sostentamento: un letto per dormire, qualcosa di cui sfamarsi e, spesso, alcol. Si intuisce che l'alcol e' la causa principale del suo stato, anche se le notizie sulla sua vita passata trapelano a fatica. Si intuisce anche che la vita di George, anni prima, era diversa. Poi, la perdita della moglie per un tumore al seno e il rapporto difficile con la figlia. Lei lavora in una lavanderia. Lui la cerca per un aiuto che lei gli rifiuta. Gli concede solo qualche spicciolo che George si beve in alcolici. Tra sfinenti questionari da compilare propinati da burocratici addetti al dormitorio pubblico per ottenere un giaciglio decente e compagni di camerata petulanti, la vita di George scorre (molto) lentamente, e senza prospettive... Oren Moverman e' soggettista e regista di questo film indipendente che si ...

Il Condominio dei Cuori Infranti (S. Benchetrit - Francia, Gran Bretagna 2015) 12/05/2017

Un surreale, poetico, tenero e divertentissimo film

Il Condominio dei Cuori Infranti (S. Benchetrit - Francia, Gran Bretagna 2015) Il condomino di cui si parla nel (discutibile) titolo, e' situato in una periferia francese che piu' degradata di cosi' non si puo', almeno a livello estetico. All'interno, una varia umanita' che cerca di sopravvivere. All'immancabile riunione condominiale si delibera per il rifacimento dell'ascensore che e' sempre guasto. L'unico che non e' d'accordo e' Sternkowtiz, un buffo signore single che vive al primo piano e che rinuncia al suo utilizzo, pur di non contribuire economicamente. Ma dopo 100 km fatti sulla sua nuova e tecnologica cyclette un malore lo riduce su una sedia a rotelle. Costretto ad usare l'ascensore, lo fara' solo quando e' sicuro che gli altri condomini non lo vedono, prevalentemente di notte. Con i supermercati chiusi, l'unico posto dove andare ad acquistare qualcosa da mangiare sono le macchinette distributrici del vicino ospedale. Qui incontra l'infermiera che fa il turno di notte e, goffamente, se ne innamora. Sul tetto del condominio, sotto gli occhi opacamente sorpresi di due adolescenti nullafacenti semifatti, atterra una navicella spaziale fuori controllo dalla quale esce un aitante giovanotto della NASA. La NASA non vuol far sapere dell'insuccesso della missione, e gli chiede di rimanere nascosto un paio di giorni. Lui trovera' rifugio, amore materno e ...

I più grandi di tutti 07/05/2017

Non mi pare riuscitissimo, come film...

I più grandi di tutti Loris, Sabrina, "Mao" e Rino mai avrebbero pensato che, 15 anni dopo lo scioglimento, il loro gruppetto rock di provincia "Pluto" potesse ritrovarsi per una "reunion". Ne' immaginavano che le loro performance delle quali, complici certamente alcol e sostanze, ricordavano poco, potessero aver rappresentato qualcosa per qualcuno. Invece, il ricco (di famiglia) giornalista Ludovico Reviglio e' stato ed e' un fan dei Pluto, gruppo che lui considera tuttora "i piu' grandi di tutti". Per questo telefona a Loris invitandolo a riunire il gruppo per un'intervista che preludera' ad un concerto e ad articoli su riviste del settore. Ludovico, tra l'altro, ha nella stupenda casa dove vive (su una sedia a rotelle a causa di un incidente) con la madre, un'intera stanza dedicata alle memorabilia del gruppo. I quattro, dapprima un po' increduli ma poi convinti (anche dai premi in danaro che si prospettavano) accettano di abbandonare per poco le certamente non entusiasmanti vite che stavano conducendo per questa full immersion in una situazione che per loro, alla fine, e' contata molto meno che non al loro fan. Lorenzo si accorge ben presto che la (sua) mitizzazione dei 4 personaggi non corrisponde alla realta'. Anche solo il nome del gruppo, Pluto, non e' la citazione della figura della mitologia greca, figlio di Iasione e di Demetra ne' deriva dal pianeta nano del sistema solare, (come probabilmente ...

Carol (Dvd) 04/05/2017

Eccellenti Cate Blanchett e Rooney Mara

Carol (Dvd) Nella pur emancipata New York, negli anni '50, l'amore saffico era oggetto di scandalo e nota di immoralita' che poteva pesare drasticamente in contenziosi per l'affidamento dei figli. Carol ha scoperto questa sua inclinazione solo pochi anni prima, dopo il matrimonio con un uomo ricco ma rozzo, come piuttosto rozzi e caratterialmente malconci escono tutti i personaggi di genere maschile presenti in questo film. Ha una figlia che adora ed e' in procinto di separarsi. Therese e' una diciannovenne commessa (suo malgrado) in un grande magazzino appassionata di fotografia. Ha un ragazzo che vorrebbe portarla in Europa e sposarla, ma lei non e' affatto convinta. Si incontrano casualmente nel reparto giocattoli dove Therese convince (facilmente) Carol ad acquistare un trenino elettrico come regalo di natale per la figlia di 4 anni. Ma quando l'ammaliante sguardo gelido di Carol incontra i giovani ed espressivi occhi di Therese qualcosa cambia in entrambe, definitivamente. I guanti dimenticati da Carol al grande magazzino saranno la scusa per ulteriori incontri e per un viaggio "on the road verso ovest" di loro due. Viaggio che sara' una occasione imperdibile per il meschino marito di avere le prove della condotta "immorale" della moglie ed ottenere cosi' l'affidamento esclusivo della ...

Lo Chiamavano Jeeg Robot (G. Mainetti - Italia 2015) 30/04/2017

Scommessa vinta per un film di argomento un po' "azzardato"

Lo Chiamavano Jeeg Robot (G. Mainetti - Italia 2015) Nella degradata periferia di una Roma preda di continui attentati terroristici Enzo Ceccotti, un delinquentello marginale poco portato alla socializzazione, vive di piccoli furti. Inseguito da 2 poliziotti per il furto di un orologio d'oro, per salvarsi si gettera' nel Tevere, dove entrera' in contatto con misteriosi materiali radioattivi contenuti in fusti presenti sul fondo del fiume. Successivamente si accorgera' che la "contaminazione" gli ha prodotto mutamenti tali da renderlo invulnerabile (o quasi) e dotato di una forza sovrumana. Infatti, durante il recupero di stupefacenti ingeriti da 2 immigrati di colore, qualcosa va storto. Il collega del "lavoretto" rimane ucciso e lui, dopo essere caduto dal quinto piano, si rialza senza un graffio. Il collega deceduto abitava nell'appartamento sotto al suo assieme alla figlia ventenne Alessia, caruccia ma con problemi psichici, che non fa altro che guardare cartoni animati di Jeeg Robot. Suo malgrado, si prendera' cura di Alessia, peraltro entusiasta dei superopteri di Enzo che lo fanno assomigliare al suo beniamino. Dapprima Enzo usa la sua enorme forza in modo assai maldestro, sradicando bancomat o fermando tram, ma poi, anche grazie alle richieste di Alessia (per la quale comincia a nutrire un rustico affetto), sposta le sue attenzioni dal ...

Lehman Trilogy (Stefano Massini) 25/04/2017

Un libro straordinario

Lehman Trilogy (Stefano Massini) Lehman Trilogy Di Stefano Massini, dal 2015 consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano. Della famiglia Lehman e/o dei suoi discendenti non sapevo nulla fino al 2008, quando il devastante fallimento della “Lehman Brothers”, potentissima holding finanziaria statunitense, ha di fatto avviato la crisi finanziaria degli ultimi anni. Questo libro e` un’opera teatrale che ricostruisce la storia della dinastia partendo proprio dall’inizio, quando il giovane Henry Lehman, figlio di un allevatore di Rimpar, Baviera scende da un piroscafo al porto di New York, nel 1850. Verra` poi seguito dai fratelli Emanuel e Mayer. Come tutti gli immigrati dell’epoca ha solo una valigia e si guarda attorno non sapendo dove andare. Ma sono altri tempi, l’ America e` accogliente e piena di possibilita`, e lui rivela un’indiscutibile capacita` nel coglierle. Mostra anzitutto straordinarie doti di commerciante: si trasferisce a Montgomery, Alabama e apre un negozio, dove vende un po’ di tutto, a partire dalle stoffe e dagli abiti realizzati col cotone prodotto dalle grandi piantagioni dei dintorni. Poi con un crescendo inarrestabile e, a ogni passaggio, delle intuizioni geniali, passa a fare da mediatore di cotone, tra piantagioni che dopo un incendio hanno bisogno di materiale per ricominciare e lo pagano con cotone grezzo e industriali del Nord che quel cotone grezzo ...

Se Dio Vuole (E. Falcone - Italia 2015) 21/04/2017

Piacevole scoperta nel panorama della cinematografia italiana

Se Dio Vuole (E. Falcone - Italia 2015) In una bella casa romana con terrazzo su Castel Sant'Angelo e San Pietro, abita Tommaso, noto cardiochirurgo al quale probabilmente il successo ha reso arrogante, sprezzante e cinico verso tutti. Con lui abita la moglie (inconsciamente insoddisfatta della vita da mantenuta che si ritrova a vivere e per questo dedita segretamente all'alcol), la pragmatica domestica e il figlio Andrea, studente di medicina. Nell'appartamento accanto la figlia e il genero, agente immobiliare che Tommaso disprezza. Il comportamento di Andrea desta un po' di preoccupazione, in quanto ad un certo punto i genitori cominciano a pensare che fosse gay. A questo erano quindi preparati quando Andrea fa una "dichiarazione importante" alla famiglia riunita. In realta' Andrea annuncia di volersi fare sacerdote, un'eventualita' che il laicissimo Tommaso avrebbe digerito molto piu' a fatica. Comincia quindi ad indagare sulle frequentazioni del figlio e scopre che alla base della "vocazione" c'e' Pietro, un sacerdote assai brillante che attira molti giovani a riunioni durante le quali predica. Tommaso cerca quindi di trovare lati oscuri nella vita di Pietro e usarli come leva per convincere il figlio Andrea a desistere dalla sua voglia di sacerdozio, ma gli eventi cambieranno radicalmente il suo atteggiamento arogante e pieno di ...

Smeraldi a colazione. Le mie sette vite (Laura Laurenzi, Marta Marzotto) 15/04/2017

E` un'ottima lettura estiva.

Smeraldi a colazione. Le mie sette vite (Laura Laurenzi, Marta Marzotto) Smeraldi a colazione... Un titolo estroso per il libro di ricordi di Marta Marzotto, scritto con Laura Laurenzi, pubblicato poco prima della sua scomparsa e quindi diventato in pratica la sua autobiografia. E` un libro per certi versi discutibile, ma certamente in grado di stuzzicare la curiosita` (credo, soprattutto delle lettrici). Marta Marzotto, nata poverissima ma estremamente bella, grazie alla sua bellezza diventa prima mannequin poi moglie del Conte Marzotto, e con questo matrimonio ribalta oltre l’immaginabile la sua condizione sociale; ma se certamente la sua fortuna iniziale puo` essere attribuita a un regalo della natura, sono certamente il suo carattere e il suo modo di essere a farne una vera regina del jet-set internazionale per decenni. Dai racconti traspare fin dall’inizio una forte personalita`; quando la famiglia Marzotto, una delle piu` ricche d’Italia, chiede alla giovane futura sposa del figlio cosa desideri per il corredo del matrimonio, lei risponde sobriamente “un completo di lenzuola e una coperta”; quando, fresca sposa, per un viaggio con amici riceve dal marito una pellicciona di visone “sauvage”, accessorio immancabile per le giovani signore dell’high society dell’epoca, constatando che le sue compagne di viaggio ce l’hanno TUTTE anche loro, butta la sua dal finestrino ...

Il Piano di Maggie (R. Miller - USA 2015) 13/04/2017

Divertente commedia di stile tipicamente newyorkese

Il Piano di Maggie (R. Miller - USA 2015) Maggie e' una buffa trentenne, docente di corsi sulla connessione tra arte e business, e' convinta di non potere avere una relazione duratura con gli uomini. Per questo, quando decide di avere un figlio, tenta di farlo "autoinseminandosi" in modo un po' "fai da te" con il seme di un suo ex compagno di scuola, una volta genio i matematica, ma ora fondatore di una azienda di cetrioli in barattolo. Durante la goffa e perigliosa procedura di inseminazione artificiale, le fa visita John, un collega conosciuto da poco che le dice di essere innamorato di lei. Anche lei nutre simpatie per questo antropologo-scrittore piuttosto apprezzato. Decidono di stare insieme. Lui e' sposato con una donna in carriera piuttosto antipatica (Georgette) e ha 2 figli. Dopo 9 mesi nasce la figlia di Maggie (e a questo punto non e' chiaro chi sia il padre) che vive con John e "gestisce" anche i suoi 2 figli. Ma il rapporto con John non e' piu' quello di una volta, per questo si fa strada nella mente di Maggie il "piano" per rispedirlo tra le braccia di Georgette senza farlo soffrire... Il piano di Maggie (con il relativo inutile sottotitolo che non compare nella versione originale, inglese) e' una divertente commedia di stile tipicamente americano, anzi, newyorchese. Per ...

La Prima Luce (V. Marra - Italia 2015) 08/04/2017

Voglia di casa...

La Prima Luce (V. Marra - Italia 2015) Che la relazione tra Marco e Martina non vada molto bene e' evidente. Stranamente, anche se incontrano il figlio Mateo (con una "t" sola), di sette anni, in tempi separati, alla fine vivono ancora nella stessa abitazione. Lui e' un avvocato penalista, lei, cilena, lavora in una agenzia pubblicitaria. Altrettanto evidente il fatto che, tra i 2, chi sta psicologicamente peggio e' Martina. Una situazione che pesa anche sul suo lavoro, e per questo e' criticata duramente dal capo (il che non aiuta...). Quale e' il male oscuro che determina la depressione di Martina non e' chiarissimo ne' allo spettatore ne' a Marco, che infatti probabilmente non gli da' il peso adeguato. Martina si sente svuotata, sola, in un paese straniero e vorrebbe disperatamente tornare in Cile dalla sua mamma con il bambino. La sua determinazione e la sua cocciutaggine sono difficilmente gestibili, di sicuro Marco non riesce a farlo. Lei lo accusa di essere un violento, anche se in pratica non sembrerebbe affatto, inoltre si indispettisce esageratamente quando scopre che Marco ha consigliato Mateo di rispondere anche fisicamente ad un bulletto che a scuola lo infastidisce. Probabilmente la fragilita' psicologica di Martina ha portato Marco a nasconderle il passaporto. Lei infatti ha piu' volte manifestato la volonta' di tornare in Cile con il figlio, e lui non ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra