Condividi questa pagina su

argento Status argento (Livello 8/10)

petardo

petardo

Autori che si fidano di me: 119 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Mah...

Opinioni scritte

dal 06/04/2008

864

Le avventure acquatiche di Steve Zissou (Wes Anderson) 22/03/2017

Comico ma non troppo, demenziale ma non troppo...

Le avventure acquatiche di Steve Zissou (Wes Anderson) La vita di Steve Zissou non sara' piu' la sessa da quando, durante una immersione, vedra' il suo amico divorato da un fantomatico squalo-giaguaro. Lui e' un regista di film/documentari marini, e qualcuno pensa che l'amico divorato sia una trovata pubblicitaria, per incrementare gli scarsi incassi dei suoi film. Al "comando" della sua strana troupe, Steve Zissou ripartira' alla ricerca dello squalo giaguaro per vendicare il suo amico... Film alquanto strano, comico ma non troppo, demenziale ma non troppo, immaginario ma non troppo. Particolari i colori, molto carichi. Probabilmente non adatto a tutti (deve piacere il genere), cosi' come deve piacere la "maschera" spesso immobile di Bill Murray (Steve Zissou). Curiosa e' la partecipazione di un giovane Antonio Monda (per chi lo conosce). Altrettanto strana (e sprecata) la partecipazione di Jeff Goldblum. Molte parti del film sono girate in Italia. Buone le musiche, spesso reinterpretazioni di brani famosi.

Mangiare bene per sconfiggere il male (M. Rosa Di Fazio) 16/03/2017

Chi me lo ha consigliato e' magrissimo...

Mangiare bene per sconfiggere il male (M. Rosa Di Fazio) Un amico magrissimo mi ha portato da leggere questo libro, scritto da una nota oncologa, Maria Rosa Di Fazio, ex collaboratrice preso l’Istituto dei tumori di Milano e attualmente responsabile del servizio di Oncologia Medica (Day Hospital e Ambulatorio) del centro SH, Health Service di San Marino. Con una prosa amichevole e disinvolta, la dottoressa passa in rassegna i principali errori alimentari nei quali e` possibile, e anche molto comune, incappare, correlandoli ai possibili effetti patologici, alla luce della sua vasta esperienza lavorativa. La dieta consigliata che ne risulta e`, per certi versi, spiazzante, soprattutto rispetto a molti luoghi comuni della nostra tradizione alimentare: ad esempio il collocamento della frutta esclusivamente a colazione e non, come in quasi tutte le famiglie, a conclusione del pranzo e della cena; il ripudio del latte vaccino e dei suoi derivati; la sconfessione della tipica “cena ospedaliera” composta da pastina, prosciutto, formaggino. Il tutto giustificato con spiegazioni scientifiche dettagliate, ma abbordabili anche da chi non e` “del ramo”. Certamente e` un libro che puo` suscitare perplessita` ed e` sicuramente molto difficile adottare completamente la dieta consigliata dalla dottoressa, a meno che, ovviamente, non si sia obbligati da un serio problema di salute; ma si puo` anche scegliere di seguire solo una parte dei ...

Mustang (D. Gamze Ergüven - Francia 2015) 14/03/2017

Cose che succedono nella Turchia di oggi...

Mustang (D. Gamze Ergüven - Francia 2015) Il film e' ambientato nella Turchia di oggi, in un paese costiero a 1.000 km da Istanbul. E' finito l'anno scolastico. All'uscita dalla scuola cinque sorelle festeggiano assieme a compagni maschi giocando in spiaggia, vestiti con la divisa dell'istituto. La piu' piccola delle cinque e' triste: la sua insegnante preferita l'anno prossimo non ci sara' perche' si trasferisce nella capitale. Evidentemente in Turchia esiste una forte distonia tra la societa' che viene raccontata e insegnata a scuola e le usanze e i costumi della ipocrita societa' reale, o almeno parte di essa, perche' l'innocente "bravata" del bagno delle ragazze (vestite) assieme ai compagni, costera' loro molto caro. Vengono notate da una vicina di casa molto osservante, di religione musulmana come la maggior parte delle persone nella societa' turca. Evidentemente scandalizzata, la signora informa del "fattaccio" la nonna delle ragazze (rimaste orfane da 10 anni). A causa di cio', la nonna castiga violentemente le cinque sorelle. Lo "scandalo" fa ben presto il giro del paese, e per questo lo zio Erol, maschilista, violento, conservatore e, (si notera' piu' avanti) con il vizietto di abusare delle nipoti, rincarera' la dose. Le piu' grandicelle saranno costrette ad effettuare visite mediche che accerteranno, con tanto di certificato, la loro verginita'. Ma le ragazze non sono facilmente domabili, in ...

Perfetti Sconosciuti (P. Genovese - Italia 2016) 08/03/2017

Sulla base di un crudele giochino...

Perfetti Sconosciuti (P. Genovese - Italia 2016) L'idea che il cellulare sia diventato la "scatola nera" di tutti e' alla base di un "simpatico" giochino conviviale che Eva propone agli amici, invitati ad una cena a casa propria in occasione di una eclissi totale di luna. Oltre ad Eva e suo marito, professionisti piuttosto facoltosi in crisi di coppia anche a causa della figlia diciassettenne, troviamo un'altra coppia con figli piccoli, accuditi a casa dalla suocera di lei, e Cosimo e Bianca, sposati da poco. Al "debutto" tra i "crudeli" amici della serata, tutti si aspettavano Lucilla, la nuova fidanzata di Peppe, insegnante di ginnastica sovrappeso, divorziato e con un contratto di lavoro non rinnovato. Ma per una millantata influenza Lucilla non potra' intervenire, per cui Peppe sara' solo. Il giochino consisteva nel lasciare i propri cellulari sul tavolo, rispondendo a chiamate, sms o whatsapp in modo che tutti potessero conoscere chi e perche' chiamava. Nonostante alcune iniziali resistenze, il gioco sembra iniziare. Chiaramente, anche grazie al fatto che i "segreti" veri o presunti che ogni commensale custodiva non erano pochi, la situazione si e' fatta sempre piu' tesa man mano che le telefonate e i messaggi arrivavano, fino alla scena finale, che sembra chiarire tutto, ma forse anche no... Detto cosi', "Perfetti sconosciuti", a parte l'inedito, interessante nonche' ...

Due Giorni, una Notte (L. Dardenne - Belgio 2014) 03/03/2017

Divide et impera

Due Giorni, una Notte (L. Dardenne - Belgio 2014) In una piccola azienda belga di pannelli solari, in crisi a causa della concorrenza orientale, lavora Sandra, anzi, Sandra', alla francese. Emotivamente fragile, al rientro in azienda da un periodo di malattia (depressione) trova una situazione molto critica: avendo riorganizzato il lavoro senza di lei, la dirigenza aziendale (nonche' i "capetti") propongono un atroce referendum tra i lavoratori. La scelta e' tra avere un bonus di 1000 euro ciascuno "grazie" al licenziamento di Sandra', oppure la lei ritornera' regolarmente al lavoro, ma niente bonus. Un prima votazione era gia' stata fatta, con la vittoria di chi voleva il bonus (e di Sandra', chi se ne frega?). Grazie all'interessamento di una sua amica, Sandra' ottiene una nuova votazione, in quanto nella prima non erano state rispettate le caratteristiche di segretezza necessarie, e l'influenza del capo reparto, favorevole al licenziamento, poteva avere distorto il risultato. La nuova votazione si sarebbe tenuta il lunedi' successivo. Sandra' aveva a disposizione due giorni e una notte per cercare di convincere i colleghi di lavoro a votare diversamente... L'argomento del film dei fratelli Dardenne, da sempre sensibili alle problematiche del lavoro, era interessante, sebbene non so quanto legale, almeno in Italia. Anche se, con ...

Spider 26/02/2017

Un grande Cronenberg (Finnes e la Richardson non sono da meno)

Spider Regno unito, anni '50. Un uomo visibilmente disturbato scende da un treno per andare in un fatiscente albergo-ricovero per adulti disagiati. Sembra una succursale di un ospedale psichiatrico, ed e' gestito da una signora con piglio molto autoritario. Si capira' poi che effettivamente il protagonista, Dennis Spider Cleg, proveniva da un ospedale psichiatrico. La struttura dove ora alloggia, forse con vaghi scopi di reinserimento, e' situato in una zona degradata della citta' dove Spider ha trascorso l'infanzia. Dennis rivive negli stessi luoghi i fatti essenziali dello Spider ragazzino, timido e introverso, con una madre amorevole e un padre molto rigido, probabilmente frequentatore di volgari donne di malaffare che albergano nell'affollato pub della zona. La delicata mente di Spider e' scossa da questi eventi, veri o presunti, che lo portano ad uno stato di pericolosa schizofrenia... E' bene non dire altro sulla trama di questo intensissimo film, intensita' che cresce dall'inizio alla fine, dove si capira' il perche' di molti fatti inizialmente piuttosto oscuri. Questo certamente per non rovinarne la visione, anche se mi accorgo che rivederlo una seconda volta potrebbe essere interessante per cogliere sfumature che nella prima lettura possono essere sfuggite. Il film e' diretto da David Cronenberg noto regista canadese del quale cui ho visto due opere successive a questa ( ...

Riello Caldaie 23/02/2017

Caldaia Family Aqua Condens

Riello Caldaie Negli ultimi anni la mia caldaia Wiessmann ha cominciato a dare segni di vecchiaia. Dati i costi dei pezzi di ricambio e approfittando delle agevolazioni fiscali che riguardano il miglioramento energetico, mi sono deciso a cambiarla. Autarchicamente, ho pensato ad una caldaia di fabbricazione italiana, che, tra l'altro, costa generalmente meno delle pregiate tedesche, senza per questo, mi dicono, ridurre le prestazioni per quanto riguarda la qualita'. Alla fine, mi sono rivolto ad un rivenditore e installatore Riello, sia per la marca abbastanza nota sia perche' il negozio e' presente nella cittadina dove abito. La caldaia e', ovviamente, a condensazione. Questo significa che utilizza i fumi di scarico per scaldare l'acqua di ritorno del circuito idraulico. Costa un po'di piu' ma e' piu' efficiente, e quindi, alla fine, fa risparmiare gas. Inoltre, e questo lo ritengo importante, e' meno inquinante. Il modello che ho scelto e' il "Family Aqua Condens", con "aqua" scritto senza la "c". Contrariamente alla caldaia precedente, che aveva bisogno di un contenitore separato per l'acqua calda sanitaria, questo modello contiene nell'involucro un bollitore da 60 litri. E' vero che la produzione di acqua calda poteva essere di tipo "istantaneo", senza accumulo, ma pare che, ...

Io e Lei (M. Sole Tognazzi - Italia 2015) 18/02/2017

Gradevole

Io e Lei (M. Sole Tognazzi - Italia 2015) Scritto da Ivan Cotroneo e Francesca Marciano, il film diretto da Maria Sole Tognazzi, qui al suo sesto film, vuole, per sua stessa ammissione, richiamare alla mente il film interpretato quasi 40 anni prima da suo padre, Ugo Tognazzi, "Il vizietto". Racconta di due donne, Federica e Marina, che vivono assieme da 5 anni. Marina (interpretata da Sabrina Ferilli) e' consapevole e sicura della sua omosessualita'. Assai piu' dubbiosa e insicura Federica (interpretata, manco a dirlo, visto il carattere, da Margherita Buy). Federica era stata sposata con un uomo, dal quale ha avuto un figlio, oggi ventenne. Il marito (uno strabordante Fantastichini) si e' risposato e ha avuto a sua volta un figlio piccolo. L'atteggiamento di Federica nei confronti di Marina e' piuttosto nevrotico. Non vuole far sapere la sua condizione sentimentale, in particolare al lavoro, e tenta di osteggiare l'idea di Marina, (ex attrice, oggi nel campo della ristorazione Bio) di fare un film che casualmente le e' stato proposto. Ancora una volta, il problema per Federica era relativo alla sua privacy a rischio nel caso di un aumento di notorieta' della compagna. A complicare la vicenda interviene Marco, un oculista che Federica aveva conosciuto tempo addietro, e con il quale c'era stata una certa attrazione. Federica tradira' Marina con Marco, ma lei lo ...

Il Mio Amico Einstein (Dvd) 15/02/2017

Einstein come Mimi' Metallurgico?

Il Mio Amico Einstein (Dvd) Che Einstein fosse un tipo bizzarro, lo si sapeva, ma in questo film e' rappresentato come una macchietta a meta' strada tra il Giancarlo Giannini di Mimi' Metallurgico e il buzzurro di "Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto". Chiaramente parlo solo dell'aspetto e di alcuni atteggiamenti, perche' per il resto questo lungometraggio si narra del trionfo delle teorie che lo svizzero-tedesco Einstein porta avanti da tempo, e per questo viene ingaggiato addirittura dal famoso fisico Max Plank per continuare i suoi studi offrendogli una cattedra all'Universita' di Berlino. In questo contesto si innestano i tumulti della prima guerra mondiale, che vedono contrapposte la Germania e l'Inghilterra, contrasti che interessano anche la comunita' scientifica, e porta al divieto della circolazione di trattati universitari tedeschi in Gran Bretagna. La rivalita' tra le teorie di Newton e quelle di Einstein, inoltre, fanno si che queste ultime siano assai osteggiate, nonostante il favore del brillante astrofisico dell'Universita' di Cambridge Sir Arthur Stanley Eddington che, grazie ad un favore ad Einstein di Max Plank, riesce ad ottenere gli ultimi risultati degli studi di Einstein. Per cercare di verificarne le sorprendenti teorie, Eddington, assieme al collega Frank Dyson, intraprende una spedizione nell'isola di Principe, dove ci sarebbe stata una eclissi di ...

Zootropolis (Blu-ray) 08/02/2017

Un Disney ai massimi livelli...

Zootropolis (Blu-ray) La caparbia coniglietta Judy ha un solido obiettivo: diventare poliziotta per "migliorare il mondo". Lascia quindi i genitori, coltivatori di verdure e soprattutto di carote, per l'accademia. Non senza problemi data la sua ridicola prestanza fisica rispetto agli altri tipi di animali, anche molto grandi, che frequentano la scuola, Judy sara' la "migliore del suo corso". Prendera' servizio a Zootropolis, una citta' caratterizzata da zone con habitat differenti in funzione del tipo di animali che la abitano. L'altra caratteristica peculiare di Zootropolis e' la, almeno apparente, tolleranza e civilta' raggiunte in questa societa' di animali (antropomorfi) grazie alla quale, animali aventi naturalmente caratteristiche di predatori convivono pacificamente con i predati. La realta' e' pero' un po' diversa rispetto agli idilliaci fini, per cui anche a Zootropolis i pregiudizi rispetto alle varie caratteristiche peculiari delle differenti razze, a ragione o a torto, rimangono. Judy, ad esempio, non sara' presa sul serio dal capitano Bogo, un enorme bufalo che assegna i compiti ai vari poliziotti del distretto dove ha preso servizio. Anziche' prestigiosi incarichi polizieschi, lavorera' come ausiliaria del traffico, impiegata a mettere multe, compito che peraltro svolgera' con il massimo impegno. Ma il suo incarico le va stretto, e Judy non perde occasione di dimostrare il suo valore cercando di ...

Adaline - L'Eterna Giovinezza (Dvd) 01/02/2017

Assurdamente pseudo-scientifico

Adaline - L'Eterna Giovinezza (Dvd) A causa di una coincidenza multipla che comprende (tra le altre cose) la temperatura e le condizioni meteorologiche, Adaline, anziche' morire affogata nell'incidente automobilistico nella quale e' coinvolta, diventa immortale. Nel film sono spiegate quasi in dettaglio da una voce fuori campo le strampalate quanto assurde teorie per le quali ad Adaline le cellule non invecchieranno piu'. Siamo negli anni '20 del secolo scorso, e cosi' inizia la nuova vita della protagonista, gia' mamma e vedova del marito, un ingegnere che lavorava alla costruzione del famoso Golden Gate di San Francisco. A causa del suo stato di mancato invecchiamento, cambia periodicamente identita' e residenza, per evitare che qualcuno possa capire cosa le sta succedendo, rinunciando cosi' a legami duraturi, mentre nel frattempo la figlia invecchia... La clamorosa coincidenza iniziale non e' l'unica del film: ce ne saranno ancora almeno 2, una delle quali riguarda Ellis, un bel ragazzone innamorato di lei (che ha oramai circa 110 anni) e che lei contraccambia, pur tra vari contrattempi. Ebbene, si scoprira' che Ellis e' il figlio di William, con il quale Adaline ebbe una relazione decenni prima... Dico subito che "Adaline - L'eterna giovinezza" non mi e' piaciuto. Assurdo fino all'inverosimile ma con inutili velleita' pseudo scientifiche, sviluppa la questione dell'immortalita' in ...

Smoke (Dvd) 26/01/2017

Film piuttosto "teatrale"

Smoke (Dvd) La tabaccheria di Auggie Wren e' il punto di incontro della piccola umanita' che vive in quella strada di Brooklyn. L'altro protagonista e' Paul Benjamin, uno scrittore abbastanza noto in crisi di idee dopo la morte della moglie incinta ad opera di rapinatori. Rashid, un ragazzo di colore, gli salva la vita evitandogli di finire sotto ad un autobus. Dice di non avere attualmente un posto dove stare, e per questo Paul lo ospita, non senza frizioni, qualche giorno a casa sua. Scoprira' che Rashid in realta' non e' quello che dice di essere e nasconde un paio di "segreti". Anche Auggie ha un paio di piccoli segreti. Da anni, ogni giorno, alla stessa ora e nello stesso posto fotografa lo stesso incrocio antistante il suo negozio. Con quelle foto realizza numerosi album che spesso sfoglia. Incontrera' Vinnie. 18 anni prima era la sua ragazza. Dice di avere avuto una figlia da lui che attualmente vive a Brooklyn con un tossicodipendente. E' incinta e si fa di crack, e per questo gli chiede di aiutarla... Queste e altre piccole vicende ad esse legate compongono Smoke, un film molto teatrale che si basa soprattutto sui dialoghi e sui racconti che non su scene vere e proprie. E, nel frattempo, tutti i protagonisti fumano, fumano tantissimo. E' del 1995, e non so se adesso, con le leggi contro la ...

Padri e Figlie (Dvd) 22/01/2017

Buon film "americano" di un regista italiano...

Padri e Figlie (Dvd) Uno scrittore di una certa notorieta' (Jake Davis, interpretato da Russel Crowe probabilmente distratto da un diverbio con la moglie provoca un incidente automobilistico nel quale la moglie muore, mentre lui accusa un trauma cranico che dara' luogo a gravi episodi di crisi. Con loro, in auto, era presente la figlia Katie, rimasta illesa. Jake si prendera' cura dell'amata figlia, ma, a causa dei disturbi psichici, sara' ricoverato per sette mesi in un ospedale psichiatrico. Durante questo periodo Katie sara' ospitata dalla sorella della madre, che vive in una bella casa con il ricco marito (che ha "piu' soldi di Dio", cit.) e i due figli. Al ritorno di Jake, loro vorrebbero "adottare" Katie, ma lui, ovviamente, non ne vuole sapere. Questo "sgarbo" alla ricca famiglia non sara' senza conseguenze. Tra l'altro il libro che ha scritto durante la degenza nell'ospedale psichiatrico, "Tulipani amari", non ha avuto il successo sperato, e anche a causa di questo le sue finanze languiscono paurosamente. Da questo punto in poi il film si svolge su due binari paralleli, uno all'epoca dei fatti (1989), l'altro 25 anni dopo, quando Katie, rimasta sola, lavora come assistente sociale. Le e' stata affidata una bambina di colore che ha smesso completamente di parlare dalla morte della madre. katie ha una vita sentimentale a dir poco sconcertante. Dice di non riuscire ad amare nessuno, e spesso ...

A beautiful mind (Dvd) 14/01/2017

Parte lento, ma poi (se resistete) decolla...

A beautiful mind (Dvd) Film non recentissimo, del 2001, di Ron Howard, con Russell Crowe e Jennifer Connelly. E` la storia di John Nash, matematico statunitense vissuto nell’immediato dopoguerra (universitario a Princeton nel 1947), professore al MIT e insignito del Premio Nobel nel 1994. Soprattutto all’inizio il personaggio non appare affatto simpatico: e` di una franchezza eccessiva e sconcertante, solitario e parla solo di matematica (argomento che non per tutti e` interessante). Di questo risente perfino un po’ l’inizio del film che richiede, per cosi` dire, un certo spirito di adattamento prima di cominciare a coinvolgere veramente lo spettatore. Peraltro l’ambiente del college universitario di Princeton appare molto ben ricostruito, sia nelle situazioni che nel genere di personaggi che vi si possono incontrare (mi e` capitato di imbattermi in personaggi un po’ dello stesso tipo, in un rinomato collegio universitario “di merito” a Pavia): un ambiente di studenti quasi sempre molto intelligenti, dal carattere forte e competitivo, poco modesti e decisamente secchioni. Nash riesce a essere troppo “out” perfino per questo ambiente, ha pochissimi amici e viene anche un po’ sfottuto. Ma e` un genio, senza dubbio, pubblica un saggio rivoluzionario e accede quasi subito all’insegnamento; tra gli studenti c’e` una ragazza molto in gamba, Alicia, che superando un po’ di incomprensioni iniziali diventera` sua ...

Qualcosa di Buono (Dvd) 11/01/2017

Preparate i fazzoletti...

Qualcosa di Buono (Dvd) Un leggero tremore alla mano costringe Kate a terminare anzitempo il pezzo di Chopin per pianoforte che stava suonando per i suoi amici nella sua bella casa. Lei e Evan sono una coppia benestante, relativamente giovane e senza figli. Il tremore alla mano era il sintomo di una malattia degenerativa gravemente invalidante: la SLA (sclerosi laterale amiotrofica). Un duro colpo per la coppia, che non reggera' senza danni all'evento. Ben presto Kate non sara' in grado di gestirsi autonomamente. Anziche' una aiutante professionista, specializzata nella cura di persone con questo tipo di malattie, Kate assume Bec, una ragazza con scarsissima esperienza in questo come in altri campi (la cucina, ad esempio). Ma la sua vitalita' un po' arruffata fa stare bene Kate, e anche Bec, cantautrice dilettante con poche speranze e una vita piuttosto incasinata, si trova molto bene con Kate. Mentre i legami che Kate aveva precedentemente la malattia con il marito, le amiche e gli assenti genitori peggioravano, quello con Bec si faceva sempre piu' solido. Alla fine, quando non potra' piu' farlo, Kate chiedera' che sia Bec a prendere per lei le ultime, drammatiche decisioni... "Qualcosa di buono" e' sicuramente un bel film, emozionante (qualcuno forse ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra