Condividi questa pagina su

blu Status blu (Livello 3/10)

platone87

platone87

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 05/11/2005

35

Amen - Baustelle 29/08/2008

Amen, la profetizzazione

Amen - Baustelle Satana è all'inferno per te, ed è più moderno di te. Avremo divani, fondi come tombe stando a quanto dice Baudelaire... Beh se state pensando a qualche verso della Divina Commedia vi state sbagliando di brutto. Questo è solo l'inizio, il prologo di una canzone che trovo eccezionale, ovvero "Baudelaire". Ma procediamo per gradi. Il gruppo dei Baustelle nasce fra i banchi di scuola e l'università, fra "la new wave da liceale" e la volontà nascosta di dar vita a sound psichedelici e vintage. Ebbene nel 2000 pubblicano il loro primo album, "Sussidiario illustrato della giovinezza", che riesce perfettamente nell'intento di cui vi parlavo, specialmente quando ci si lascia coinvolgere dalle "vacanze dell'ottantatrè".. Ahhhh ragazzi...io ho sognato. "C'era una storia d'amore, c'era un reggiseno, mentre lo slacciava mi ricordo che il complesso suonava e poi...solo tenebre". Questa scena l'ho immaginata 1 milione di volte e come ogni volta mi sono emozionato: pensavo l'incertezza, i concerti, le notti d'amore, L''ADOLESCENZA.... Un'adolescenza che non è sempre rose e fiori. Ma è fatta anche di "cartoline-condoglianze " e di " volevo solamente... chiuderti di sopra su da me forever"". Tante, variegate, squisite forme di adolescenza, di vita trascorsa, di esperienze, di emozioni e di ricordi. Insomma, ci si lascia coinvolgere al punto tale da credere di aver passato la gioventù con un Francesco Bianconi, una Rachele Bastreghi e un Claudio ...

Sapphire Radeon X1550 ATI Radeon X1550 256 MB DDR2 PCI Express x16 31/12/2007

Non provo iNVIDIA per le concorrenti

Sapphire Radeon X1550 ATI Radeon X1550 256 MB DDR2 PCI Express x16 Prima di esprimere un'opinione vera e propria vorrei far passare un po di tempo, di modo che possa testare al meglio questa scheda. Dico subito però che io e le Nvidia non siamo andati mai d'accordo, mi ci trovo sempre male e questo è il motivo per cui ho scelto di acquistare, per l'ennesima volta, una bella ATI. Si presenta come una scheda dalle discrete potenzialità, i livelli di rumore sono sopportabili (ma questo si vedrà col tempo), adatta sicuramente per l'ufficio e un po meno, ma non di molto, per l'intrattenimento. Comunque, io non sono un "gamer", col pc non ci gioco, quindi soddisfa le mie esigenze. Reduce da Asus EN6200LE e da tante, forse troppe, nVidia penso di aver trovato un equilibrio. Come sempre, grazie ad ATI.

Arancia meccanica 03/10/2007

La meccanica dell'arancia

Arancia meccanica Parlare di questo film è davvero un piacere per me, in primis per gli argomenti trattati, in secundis perchè il regista è uno dei miei preferiti, anzi a pensarci bene è IL mio preferito. Snobbato da chi è abituato a film da panettone (Natale a Miami, Natale a New York per intenderci), osannato dalla critica, Stanley kubrick è insieme genio e artista, l'uomo dall'intelletto fino, il razionale e allo stesso tempo il pazzo per eccellenza, . Ho visto quasi tutti i suoi film. A partire da Lolita, seguendo con Full Metal Jacket e con il più recente Eyes Wide Shut con Tom Cruise e Nichole Kidman. Tutti lodevoli...ma non so: Arancia Meccanica mi trasmette quel qualcosa in più che gli altri non riescono a fare. Come dire "In principio fu Arancia Meccanica"... il resto è tutta una conseguenza. Il film è ambientato nel futuro. Però a guardarlo bene, nelle atmosfere, nei colori, nelle forme, c'è un retrogusto vintage che ricorda un po gli anni 70. Protagonisti in questo contesto sono un gruppo di ragazzi, chiamati DRUDI, che in una Londra quasi irriconoscibile si dilettano nel praticare le più strane nefandezze (violenze fisiche, sessuali e stupri nel senso proprio). Il leader di questa gang è Alex, un ragazzo che ama Beethoven in una maniera tale da averne quasi assuefazione. E' lui "la mente" di ogni cosa, è lui che pianifica i programmi, è in definitiva lui l'Arancia Meccanica. Per capire questo concetto devo brevemente accennarvi come si svolge la vicenda. Non si ...

Gimme More - Britney Spears 02/10/2007

It's Britney...bitch!

Gimme More - Britney Spears C'è Britney, porca put***a... No credetemi, non sono parole messe così a caso, ne tantomeno sottindendono un qualsivoglia insulto... E' semplicemente l'inizio del nuovo, attesissimo singolo della Spears. Premetto che io non sono un suo fan sfegatato, a dirla tutta è stato un mio amico Britneydipendente a farmi conoscere il suo stile. E devo dire che l'ho apprezzato. Lunge si dai miei standard, del calibro dei Queen o delle Vibrazioni, però riesce a catturare la mia attenzione. Sorpreso o quasi esterrefatto nell'ascolto di singoli come Toxic o Overprotected, ho imparato ad ascoltare la Spears, e devo dire che molte volte ho pensato "Questa ragazzina, farà strada... Sarà l'erede di Madonna". E... insomma, nell'ascoltare un singolo quale "Me against the Music", me ne ero quasi convinto. Poi, improvvisamente, succede qualcosa che squote tutto, un terremoto artistico che coinvolge la cantante. O meglio, più che un terremoto artistico è stato un uragano di notizie gossip che vuoi o non vuoi hanno modificato la percezione nei suoi confronti. Prima l'amicizia con la diabolica Paris Hilton, poi la crisi con il marito, a seguire l'accusa di essere una cattiva madre e indiscrezioni riguardo la sua ormai non perfetta forma fisica. Ma "Brit", malgrado tutto, ha voluto rimettersi in gioco. Ci ha voluto far capire che una faccia ce l'ha, che prima di una carriera ha un onore da difendere: il suo. E ritorna con Gimme More. La canzone ha un sound che rievoca molto ...

Nokia 5300 XpressMusic 21/08/2007

Cosa pensa un (futuro) ingegnere informatico...

Nokia 5300 XpressMusic Carissimi lettori di ciao, sono qui seduto in scrivania e i miei occhi non fanno che puntare al mio nuovo ultimo acquisto, il nokia 5300 ExpressMusic. ***LA SCELTA*** Vi dico subito che la mia scelta è stata difficile: avevo un budget di 200 euro ed ero indeciso fra questo, un altro modello di casa nokia (N70) e un modellino di casa SonyEricsson. Vi ripeto, è stato difficile perchè l'ultimo cellulare che ho avuto (Sony Ericsson k300i) non mi ha dato nessunissimo problema, salvo il joystick che col tempo ha smesso di funzionare. Problema, questo, non trascurabile in quanto mi ha praticamente costretto a comprare uno nuovo telefono. Comunque. Come diceva quella mezza alcolizzata, quella pazza furiosa e tremendamente ricca Paris Hilton, "Melio cambiare, no?". Vi dico che siamo di fronte a un telefono che NON ha il sistema operativo. O meglio: ha la classica versione Symbian Serie 40 ma, ahimè, non è possibile installare applicazioni se non che quelle java. Purtroppo i formati .sis non sono compatibili. Bisogna puntualizzare che ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro. Certo, uno Smartphone è sempre uno Smartphone, ma è anche vero che il sovraccaricamento di software rallenta l'efficienza del telefono stesso e questo, almeno per me, costituisce un problema. Io voglio che sia il telefono ad "ascoltarmi" e non il viceversa. Quindi per me la velocità di caricamento e delle operazioni è un dato importante e questo telefonino sembra soddisfare le mie richieste. Certo, se ...

Le Vibrazioni - Le Vibrazioni 25/07/2007

Le Vibrazioni, musica vibrante nell'aria

Le Vibrazioni - Le Vibrazioni Le Vibrazioni è un gruppo che certamente non ha bisogno di presentazione alcuna, la loro musica è già un più che valido biglietto da visita. Tutti certamente sappiamo che la "VibraFamily" è composta da 4 componenti: Francesco Sarcina (voice/guitar), Stefano Verderi (guitar/keyboard), Marco Castellani (bass) e, per finire, Alessandro Deidda (battery). Insisterei più che altro su quello che è il loro stile, molto spesso confuso e non capito. Già, perchè queste "misteriose vibrazioni" non possono essere certamente percepite se non si comprendono le loro motivazioni, le loro finalità, i loro intenti. »PRIMA FINALITA': FAR RIVIVERE IL MONDO ANNI '70 « Questo è un gruppo che si riallaccia alla tradizione degli anni '70, ai tempi in cui comunque i falsetti della voce, l'ambiguità che apparentemente traspare nel fare musica in un certo modo, il modo di vestirsi erano un punto cardine. Chi non ha nostalgia di quegli anni o comunque chi, come me, non ha vissuto quegli anni ma rimpiange il fatto di non essere nato prima, non può certamente gustarsi GOOD VIBRATIONS... L'abbigliamento, o in generale, il presentarsi al pubblico è palesemente anni '70: Le basette lunghe, colori delle camicie alquanto eccentriche, jeans a zampa di elefante, o anche un rigoroso kilt nel caso di Marco. Musicalmente vediamo un gruppo che elabora un sound che rievoca certamente quello dei Pink Floyd o dei Led Zeppelin, anch'essi rigorosamente anni '70. »SECONDA FINALITA': GIOCARE COI TESTI« Se ...

The Island (Michael Bay, 2005) 19/06/2007

L'isola ti aspetta!

The Island (Michael Bay, 2005) Carissimi ciaonauti, è tanto tempo che non scrivo un'opinione ma purtroppo i miei impegni sono stati tanti. Malgrado tutto devo dirvi che dopo aver visto un film di questo genere ho pensato che ne valeva la pena buttare giù due righe, anche perchè la pellicola è stato sottovalutata dalla critica. Vi dico subito che non è un film futuristico, non è un film che obbliga lo spettatore ad alienarsi dalla realtà e immaginare chissà cosa, non è nemmeno una nuova produzione targata "matrix" per la quale la fantasia è sovrana. No. Questo è un film che oserei definire "imminentemente - realistico", un film, che se lo si guarda bene non è che sia poi così paradossale. Siamo nel 2015. Giovani in divisa conducono una vita apparentemente comune: si alzano di buon'ora, si sistemano, si recano a mensa per la colazione (colazione peraltro controllata e apposita per ogni individuo) e vanno a lavoro. Fino a qui nulla di strano. Se non che su di un plasma gigante si digitalizza il volto di una ragazza che comunica chi è, per quella giornata, il fortunato vincitore della lotteria, che gli permetterà di recarsi in un posto bellissimo, l'Eden perduto, incontaminato...L'isola della perfezione e della nuova, futura, civiltà. Ma ahimè... nulla è come sembra. Dietro quelle promesse ni nasconde qualcosa di terribilmente misterioso che, se venisse svelato, potrebbe compromettere l'operato di tutti quegli esseri(e non dico persone apposta ;D). Tutto verrà ribaltato e finalmente si saprà ...

Saw III - L'enigma senza fine (D.L. Bousman - USA 2006) 26/03/2007

La follia di un genio

Saw III - L'enigma senza fine (D.L. Bousman - USA 2006) …dove eravamo rimasti? Ah già, dopo un meritato standing ovation per il film "Saw 2, la soluzione dell'enigma", ecco che arriva (finalmente) in Italia il sequel "Saw 3, L'enigma senza fine". Premetto che ho collezionato una serie di delusioni specificatamente riguardo i seguiti dei film: si sa, quando una cosa riesce bene difficilmente la si realizza nuovamente mantenendo almeno un briciolo di pathos. È come se, a rigor di termini, gli si chiedesse a Leonardo da Vinci di ridipingere "la Gioconda"… Una follia! Insomma, un'opera d'arte resta tale esclusivamente nella sua unicità. Malgrado tutto penso che il successo di questo film sta proprio nella novità del suo genere: non parliamo di horror ma più specificatamente di thriller psicologico. Già, la retorica domanda "Salve, voglio fare un gioco" indubbiamente trasmette inquietudine ma allo stesso tempo fascino. La mente del nostro protagonista, Jigsaw, è tra le più diaboliche ma allo stesso tempo tra le più astute che il grande schermo abbia potuto mettere in mostra. E lo spettatore si mette dalla sua parte: sì, perché il suo non è semplice gusto di far fuori la gente, non è frustrazione, non è nemmeno frutto di una mente malata. Lui ha un giusto fine: quello cioè di dare una nuova chance alla gente, di far apprezzare loro il senso della vita che spesso viene smarrito per la strada. Insomma, non è di certo un buon samaritano ma ha delle finalità non specificatamente proprie bensì nei riguardi degli altri. E ...

Babel (Alejandro Gonzalez Inarritu - USA 2006) 29/10/2006

Mamma, Papa... Ho bisogno di aiuto

Babel (Alejandro Gonzalez Inarritu - USA 2006) PREMESSA VELOCE Ieri sera ho deciso di andare al cinema: fra due possibilità ho scelto di vedere "Babel", pur sconoscendone e ignorandone la trama. (d'altro canto non potevo vedere un cartone animato...:)) Adesso vorrei rendere partècipi voi, lettori di Ciao, illustrandovi globalmente la pellicola in questione.... Cercherò di non essere prolisso, ma vi comunico già da ora che la trama è molto complessa, quindi dovrò puntualizzare aspetti che ritengo importanti. TRAMA Il film si apre così. Un uomo orientale è intento ad acquistare un fucile per salvaguardare il proprio gregge dagli sciacalli. Decide però di affidare il compito ai suoi due figli maschi, di circa 10 anni ciascuno. Il più grande, è un ragazzo "con la testa apposto", l'altro è un po più vivace, un ragazzo che sembra già avere desideri voyeristici nello spiare la sorella spogliarsi. D'un tratto, come si fa tra ragazzi, i due fratelli decidono di provare il fucile, vogliono vedere se la portata raggiunge davvero i tre chilometri. Il ragazzo più grande non ne è convinto (d'altronde è sempre un prodotto cinese, heheh), il più piccolo, da gran temerario, decide di provarlo personalmente. Punta verso la prima cosa che vede, un pullman bianco... ma niente. ....O forse si. Una donna americana, passeggera dell'autobus, viene colpita alla spalla da un colpo sordo. Subito il panico, alla ricerca disperata di un'ambulanza, di soccorso. Il marito fa fatica a credere, non capisce ragioni, è in preda al panico. ...

Siamo una squadra fortissimi - Checco Zalone 26/09/2006

Vietata ai minori di 14 anni

Siamo una squadra fortissimi - Checco Zalone Finalmente ho deciso di scrivere una nuova opinione. Stavolta voglio commentare questo singolo, dato che più passa il tempo più esso assume il volto di un tormentone. Ed è tormento in tutti i sensi. Fondamentalmente, infatti, mi trovo d'accordo nel denunciare comportamenti calcistici scorretti in quanto, facendo "satira", si può risalire in chiave più morbida e allo stesso tempo analitica, al problema posto in questione. Noi tutti, infatti, sappiamo dello scandalo Calciopoli (le intercettazioni di Moggi e tutto il resto) e noi tutti sappiamo che molti giocatori sanno fare SOLO il loro mestiere, mettendo in secondo piano la grammatica italiana (a volte dando vita a costruzioni artefatte).... Quante volte, poi, si è ironizzato sulla "mancata cultura" di Totti? Costanzo mi pare abbia scritto un libro al riguardo; non di stampo giornalistico, bensì puramente ironico (e divertente aggiungerei). Il punto è questo. Mi sta bene sentir cantare Zalone e ascoltare le sue "parodie musicali", mi sta bene la sua indiretta volontà di denunciare un problema serio, mi sta bene anche l' accento napoletano (che proprio non è il mio genere).... Ma quello che proprio non mi va giù è sentire costruzioni grammaticali inesistenti, paradossali direi. Ora, un bambino che non conosce il vero intento del nostro cantante cosa risponderà alla maestra durante le interrogazioni? Dirà forse "AVRESTI STATO o MI HO IMPARATO TANTO TEMPO FA"?? spero vivamente di no. Anche perchè ho letto ...

La Pupa e il Secchione 14/09/2006

Finalmente un reality intelligente...o no?

La Pupa e il Secchione Su italia uno prende il via un nuovo reality, chiamato "la Pupa e il secchione", in onda ogni giovedì sera alle 21.30 e ogni giorno sotto forma di fascia riassuntiva. I partecipanti (come dal titolo) sono da un lato delle ragazze molto carine (ma poco intelligenti) e dall'altro ragazzi eclettici e cervellotici (ma con poco fascino). il programma rompe i canoni tradizionali con i "cugini" reality in quanto pone a confronto due distinti prototipi umani, ridicolizzandone le caratteristiche. Ed è davvero così: non c'è nulla di preparato o di illusorio, queste persone sono come le vediamo. e non c'è da meravigliarsi prendendone le distanze: tutti noi a scuola abbiamo conosciuto sia ragazze bellissime (ma senza un briciolo di intelligenza e perspicacia) e secchioni da cui tutti attingevano informazioni per far bene il compito di matematica. ovviamente sentire ragazze che non sanno quanto faccia tre per zero o distinguere la differenza fra milioni e migliaia fa un po impressione...ma in fondo che male c'è? Vuol dire che queste ragazze hanno altri punti di forza che noi non abbiamo. Chi dei secchioni sa ballare? chi riesce a far sfoggio del proprio charme e fascino? Nessuno. Per cui non bisogna puntare il dito alle ragazze e per loro ridicolizzare un programma ben fatto perche da questo possiamo carpire sia le debolezze che le potenzialità di ognuno di noi. Chi ci dice che le ragazze, una volta uscite, imparino quantomeno come sia fatta geograficamente l'Italia e ...

Donnie Darko 28/07/2006

Il culmine della filosofia

Donnie Darko Con questo Film la filosofia ha il suo culmine. Ci troviamo dinnanzi ad un capolavoro di immenso spessore che riesce con le sue tematiche a dare sfogo ad uno dei concetti più importanti nell'ambito della storia della filosofia, ossia il paradosso. Cos'è il paradosso? Il paradosso è l'assurdo. E lo è la storia di Donnie. Ma non nel senso negativo del termine, bensì nella sua accezione più delicata, più filosofica direi. Donnie è un ragazzo che vive una realtà, la sua realtà, una realtà parallela oserei definirla. Pensa, agisce, si innamora e soffre. Ma di che tipo è la sua sofferenza? Come soffre veramente Donnie? a volte è completa, scaturita dall'imminente arrivo dell'apocalisse, altre volte è trattata con un filo di sarcasmo... In fondo l'uomo ha sempre sofferto, ma la sofferenza di Donnie è più grande in quanto è il depositario di un segreto universale, astorico, fondamentale. E intanto egli parla col suo coniglio, il raccapricciante "profeta" che, allo stesso tempo, rappresenta un amico per Donnie. Ma paradossalmente è un amico immaginario. Donnie Viaggia nel tempo. Ma il suo viaggio è paradossale. Non è un viaggio fisico, materiale... è un viaggio della mente. Ma di nuovo, è un viaggio assurdo in quanto Donnie non ne è consapevole. E' il paradosso nel paradosso. Donnie cerca di trovare una soluzione: la cerca nella scienza (la macchina del tempo), la cerca nell'eticità della religione e conclude che deve necessariamente porsi lungo la linea ...

Ciao Test 26/07/2006

IO, I, JE, ICH, EGO

Ciao Test PREMETTO CHE SE VOLETE SAPERE QUALCOSA SU DI ME, FARMI QUALCHE DOMANDA, POTRETE LASCIARMI UN COMMENTO CON LA DOMANDA IN QUESTIONE...VI RISPONDERO' IMMEDIATAMENTE!! CIAOOOOOOOO 1. Che ore sono? 15.48 2. Nome e cognome? CALOGERO P. 3. Il numero di candeline sulla tua ultima torta di compleanno? 19 4. Buchi nelle orecchie: NESSUNO! 5. Tatuaggi: NESSUNO 6. Sei mai stato in Africa? NO MA MI PIACEREBBE ANDARE A SHARM EL SHEIK 7. Ti sei mai ubriacato? RARAMENTE MA...SI 8. Hai mai amato tanto qualcuno da piangere? PREFERISCO NON COMMENTARE 9. Hai mai avuto un incidente in macchina? NO...E SPERO DI NON AVERNE MAI! 10. Preferisci hamburger o hot dog? HAMBURGER 11. Pesce o carne?ASSOLUTAMENTE IL PESCE 12. Sprite o Seven up? ENTRAMBE TROPPO DOLCI...MA CMQ SPRITE 13. birra o spumante? BIRRA! 14. Caffè o the? CAFFE' 15. Il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? E' COMUNQUE META'! 16. Le lenzuola del tuo letto sono in tinta unita o con disegni?CON DISEGNI 17. Colore dei calzini? IN GENERE BLU (ODIO I CALZINI BIANCHI: SONO TROPPO OBSOLETI!!!) 18. Il posto dove ti piace baciare?SUL COLLO 19. La tua festa preferita? IL MIO COMPLEANNO 20. La canzone che stai ascoltando in questo momento? IL COMPOSITORE DI NUVOLE - LE VIBRAZIONI 22. Fiore preferito? IRIS 23. Il tema di conversazione che odi di più? IL CALCIO 24. La coca-cola con o senza ghiaccio? SENZA...ALTRIMENTI NON E' PIU' COCA COLA! 25. Tom o Jerry? JERRY 26. Disney o Warner Bros? DISNEY 27. Fast food o ...

Mr. and Mrs. Smith (Doug Liman, 2005) 23/07/2006

Signori e signori, i coniugi Smith!!!

Mr. and Mrs. Smith (Doug Liman, 2005) Bene Bene Bene.... Premetto che la mia non vuole assolutamente essere una recensione sul film... vorrei esprimere le mie considerazioni affinchè possa convincervi a farvi sedere comodi sul divano e a gustarvi questo splendido film... Credetemi: ne vale la pena! Vorrei innanzitutto dirvi che ho sempre invidiato la coppia protagonista, ossia Brad Pitt-Anjelina Jolie.... oserei definirla "la coppia più bella del mondo": tanto charme e un pizzico di vanità. Questo non riguarda esclusivamente la palese bellezza esteriore dei personaggi in questione, bensì anche quella interiore.... Diciamocelo: sono delle belle persone. In tutti i sensi. Ce ne rendiamo conto già dall'inizio: loro, seduti in una poltrona, parlano dei propri problemi allo psicanalista.... Attenzione però: non sono problemi di due svitati sull'orlo di una crisi di nervi, sono delle problematiche sottili, tragicomiche, paradossali, filosofiche direi.... è questo uno dei tratti che rendono il film sensazionale! Già perchè il signor e la signora Smith non sono delle persone comuni: parallelamente conducono una vita diversa da come essa appare, una vita alquanto complicata ma allo stesso tempo affascinante.... è la commedia dell'essere e dell'apparire: nulla è veramente come sembra: per capire la realtà bisogna sempre andare oltre l'apparenza, bisogna (come diceva il filosofo Shopenauher) lacerare il velo di Maya che sta nel mondo. E questo film ne è una valida testimonianza... Cosa succederà? Il ...

Telecom KIT Alice ADSL USB 04/06/2006

Ki lascia la vecchia x la nuova,guai cerca e trova

Telecom KIT Alice ADSL USB Sento l'esigenza di raccontarvi la mia esperienza, in modo da chiarirvi le idee riguardo il rinomato prodotto telecom. Bene, circa un anno fa, ho deciso di passare alla linea ADSL (800kb per secondo in download 256kb in upload), perchè quella 56k era troppo lenta e quindi non soddisfava le esigenze di un internetdipendente quale sono io. Bene, telefonai subito al 187 e stipulai il contratto via etere, un contratto secondo il quale, se (e ribadisco SE) avessi avuto problemi col modem mi sarebbe stato sostituito senza spese aggiuntive. Fatta la richiesta, mi arriva a casa il famigerato Kit Autoinstallante (dopo aver aspettato la bellezza di 2 settimane). Il modem era uno di quei modelli di casa SIEMENS, una scatoletta bianca per capirci, che mi hanno mandato comprensivo di filtri e di cavetti. Passano almeno due mesi... la sorte ha voluto che toccasse proprio a me... il modem non funzionava più! Ho dovuto telefonare al 187, che dopo 24 ore mi ha fornito il numero da presentare al centro TELECOM per poi fare effettivamente la sostituzione. Altre due settimane. Altro modem Stavolta ricevo come un dischetto nero, con al centro il logo rosso di "Alice" ed il marchio "Pirelli". (relativo al design sportivo del modem stesso..) Ironia della sorte? A maggio di quest'anno il modem smette di funzionare...non si accende più. Di nuovo, telefono alla telecom, mi Ridanno il codice e dopo aver aspettato un'altra settimana me lo sostituiscono con un'altro dello stesso tipo. Sembrava ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra