Condividi questa pagina su

verde Status verde (Livello 2/10)

rossoferrari74

rossoferrari74

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 30/11/-0001

13

Vincimondo.it 05/06/2007

quando nella botte piccola c'è il vino buono

Vincimondo.it fin da ragazzina ho avuto la passione di raccolte punti e gagedts, omaggi, concorsi e affini. Una passione in effetti mai capita dai miei famigliari, perchè in effetti a conti fatti, non è che ricavassi niente per niente, così per anni non ho mai trovato nessuno con cui condividere una passione, se vogliamo creata dal consumismo. Quando mi sono decisa a cercare qualche sito con google, mi esce VINCIMONDO. "Bel nome!" penso, chissà se è per un buon augurio. Entro nel sito e la presentazione è ottimale, una buona grafica, colori poco aggressivi che non stancano la vista, e cosa che ho notato solo con un pò di osservazione: nessuna pubblicità aggressiva. Un solo banner, posto in alto, accanto al nome, dove a rotazione vengono pubblicizzati ora siti, ora concorsi. Una bella presentazione anche di raccolte e concorsi, presentati per tre diversi elenchi: tipo di premio, scadenza e alfabetico. Sempre molto aggiornato. Dopo questa navigazione preliminare, ancora non mi sento soddisfatta e decido di iscrivermi anche al forum del sito stesso. Devo dirvi, una delle cose migliori che io abbia fatto con internet, ho trovato tantissime persone con la mia passione, con cui scambiare punti (vedi sezione Scambio Punti), un mercatino dove vendere le cose che pur vinte, non mi servono; fare concorsi dove delle persone splendide mettono al servizio di tutti i consigli o laddove serva, addirittura la soluzione degli stessi. Con più rimango sul sito con più capisco la struttura, ...

Castelli del ducato di Parma e Piacenza 17/05/2007

un pò di turismo tra le colline...

Castelli del ducato di Parma e Piacenza "il ducato di Parma e Piacenza nasce per mano di Napoleone nel ..., i Farnese subentrano e prendono possesso delle terre per mano di ..." se fossimo a scuola è grosso modo così che dovrei iniziare a raccontarvi la storia della terra in cui sono nata. Purtroppo non li conosco tutti ma voglio comunque tentare di farvi apprezzare queste zone appartenenti a città richiamate dai media per fatti di cronaca poco mondana. Intanto un pò di numeri: i castelli del ducato sono ben 20 di cui 11 appartenenti alla città di Parma: fortezza di Bardi, Reggia di Colorno, Castello di Compiano, Castello di Felino, Rocca di Sanvitale di Fontanellato, Castello di Montecharugolo, Castello di Roccabianca, Rocca di Sala Baganza,Rocca dei Rossi di San Secondo, Rocca Meli Lupi di Soragna e Castello di Torrechiara. 9 appartengono alla città di Piacenza: Rocca e Castello di Agazzano, Rocca Viscontea di Castell'Arquato, Castello di Grazzano Visconti, Castello di Gropparello, Rocca d'Olgisio, Castello di Paderna, Castello di Rivalta, CAstello di San Pietro in Cerro, Mastio e Borgo di Vigoleno. Questi sono i castelli visitabili delle nostre colline, anche se il territorio in realtà sarebbe ben più ricco di strutture antiche che nel tempo sono state adibite ad altri usi, come sedi comunali, o abbandonate a se stesse. Tra i castelli della provincia di Piacenza la Rocca Viscontea di Castell'Arquato negli anni ha richiamato a se molte attenzioni. Per arrivare al paese si percorre una strada ...

Chateau d'Ax Divani 09/05/2007

la pazienza innanzi a tutto

Chateau d'Ax Divani Quando mi sono sposata, conscia del fatto che avrei dovuto fare un trasloco, non ho comprato il divano. Non volevo fare una spesa che non risultasse poi idonea al mio salotto definitivo e così mi sono data alla ricerca. Ho visionato diverse pubblicità, negozi specializzati e non. Nessuno mi ha proposto qualità e convenienza. Avevo notato con la mia dolce metà che periodicamente il negozio Chateaux d'Ax cambiava l'arredo interno e scontava i prodotti, così lui comincia a fare la ronda presso la sede del negozio. Un pomeriggio mi avvisa che hanno un modello che potrebbe fare al caso nostro. Esco prima dal lavoro e mi precipito al negozio. Esternamente è decisamente infimo, posizionato in uno dei peggiori angoli di Piacenza in cui non ci si passa voltentieri la notte, sull'angolo dell'arteria di uscita dalla stazione. Appena entrata noto un cambiamento deciso: luci soffuse e soffitto basso mi aiutano a vedere meglio gli articoli in vetrina principale, noto tantissimi cuscini disposti in modo da invitarti a sedere e provare una confortevole emozione di casa con quello che vorrebbe essere il tuo nuovo salotto. La zona espositiva centrale è un pò più scura per via della posizione del negozio, ma la luce sembra invitarti a provare i divani letto. Mentre aspetto il mio turno faccio un giro, leggendo tutti i cartelli descrittivi posti a fianco, notando come il prezzo indicato sia del modello esposto ma i disegni riportati indichino diverse possibili varianti, in primis ...

Ristoranti - italiani, Piacenza 07/05/2007

Olimpia: grande ma famigliare

Ristoranti - italiani, Piacenza Vi è mai capitato di pensare, durante un ricevimento di nozze o simili:"ma perchè il ristoratore ci ha messo così stretti?" Siete scomodi al tavolo, dietro vi zuccate con il vicino e i camerieri fanno fatica a passare. Dopo aver girato quasi tutta la provincia, entro miracolosamente in questo magnifico salone. Dall'ingresso si riceve subito un'ottima impressione: si entra in un'ampia stanza con il banco del bar e un salotto a dispozione per chiaccherare o vedere la tv durante i pranzi. Il salone dei miracoli è stato costruito appositamente in fondo a tutto, chiudendo un'enome terrazzo inutilizzato e adesso disponibile per circa 300 posti a sedere...molto comodi. La cucina è casalinga, potete assaggiare tutti i piatti tipici del posto e varie chicche: negli antipasti sempre presente un'ottimo salume stagionato decisamente gustoso. Non manca mai la coppa piacentina e la pancetta. Come primi piatti la vostra scelta può essere molto ampia. A seconda delle stagioni potete gustarvi gli anolini, preparati con stracotto di manzo e parmigiano. I "pisarei e fasò" il cosidetto piatto dei poveri, pasta preparata con pane grattugiato, farina, acqua e sale. Il tutto condito con un gustoso sugo di pomodoro arricchito da soffritto di cipolla e pancetta, e naturalmente i fagioli. Gnocchi di patate, cannelloni, crespelle e tortelli sia di zucca che di ricotta. Risotti in molteplici varianti, una fra tutte vi cito il risotto al basilico e quello al parmigiano. Secondi piatti ...

Brother MFC-8220 04/05/2007

veramente pratica

Brother MFC-8220 Un nuovo arrivo in ufficio, dovevo cambiare sia stampante che fax, arriva un multifunzione consigliato dal tecnico abituale. Un'installazione molto rapida, 5 minuti per collegarla alla corrente, altri 5 per settare il computer. Manuale alla mano comincio a studiare il nuovo gioiellino: una visione del pannello superiore di controllo mi fa subito capire che l'intenzione di fare una macchina pratica. In alto a tutto un display luminoso indica cosa la macchina sta facendo in quel momento, sia invio fax, copia, stampa, riscaldamento, carta inceppata. Cambia anche il colore in base alla funzione: verde sta lavorando normalmente, arancione fase di riscaldamento e rosso problemi. Appena sotto le tre funzioni della macchina fax, scan e copia. Ha una memoria di 32 numeri a chiamata rapida e la possibilità di memorizzarne altri nella rubrica situati a sinistra del pannello, centralmente la tastiera numerica per la composizione delle chiamate, a destra il menu per il settaggio, la gestione "copia" e le funzioni particolari per fax, oltre naturalmente allo stop e all'invio. SETTAGGIO FAX Per la gestione fax è molto semplice, si mettono tutti i fogli da inviare fino ad un massimo di 30 nel vassoio superiore dietro il display, si compone il numero e invio. La stampa del rapporto d'invio può essere fatta a seconda delle necessità, basta settare la macchina prima dell'utilizzo. Periodicamente esegue la stampa del giornale, l'elenco di tutti i fax eseguiti e numerati dalla ...

Hoover VMA 1530 Vapormate+ 03/05/2007

funziona veramente.

Hoover VMA 1530 Vapormate+ ho letto opinioni negative su questo prodotto e per la prima volta mi sento di smentirle. Ho preso la macchina VAPORMATE+ della Hoover, la scorsa estate, usufruendo anche di punti spesa. Da subito si è rivelata un'ottima scelta. Inizialmente bisogna fare un pò di pratica con tutti i pezzi inseriti nella confezione, capire l'uso consigliato delle singole spazzole, e leggere nelle istruzione le manutenzioni consigliate. Prime pulizie con la macchina, i risultati non sono subito brillanti e il tempo impiegato è superiore a quello di una normale pulizia con straccio e spazzolone. Al quarto/quinto tentativo si cominciano a vedere miglioramenti decisi, il vapore ha tolto la patina lasciata dai vari prodotti per la pulizia del pavimento e adesso i risultati sono veramente quelli promessi. Con una sola macchina aspiro e lavo il pavimento con vapore, si tolgono le macchie ostinate molto facilmente. Personalmente in un paio d'ore riesco a dare una buona pulita alla cucina, compresa disifenzione del piano di lavoro e pulizia piano cottura, e pulisco i pavimenti di cucina e salotto. Grosso modo circa 40 mq.. Per una pulizia profonda del bagno, doccia compresa circa 90 minuti con i pavimenti e la finestra; molto comodo visto che non devi cambiare accessori e prodotti nemmeno per il lavaggio delle colonne atrezzate. Un pregio notevole è che usando il vapore, passi e in cinque minuti subito è asciutto, così non ho paura di lasciare passare i bambini per casa e non mi metto più ...

The Terminal 27/04/2007

quando il destino ci mette lo zampino..

The Terminal un'ottimo cast per portare all'attenzione di tutti una storia relmente accaduta. Il protagonista di questa storia, Victor Navorski (Tom Hanks) parte da casa con l'idea fissa di realizzare il sogno del padre. L'ideale più nobile che forse ogniuno di noi seguirebbe: realizzare il desiderio di una persona cara. Non sa ancora che il suo destino si compirà durante il volo. All'arrivo al JFK, ad un passo dal realizzare il suo scopo, gli si chiudono le porte dell'America perchè nè per entrare "dallo zio Sam" nè per tornare. Senza capire la lingua in cui gli parlano gli consegnano un cerca persone e gli chiedono di aspettare. Contro ogni ragionevole logica, lui lo fa. Victor aspetta, ancora non sa cosa e non sa bene il perchè ma aspetta. Senza mai perdere la dignità e la compostezza che lo contraddistingue durante tutto il film, Victor-Tom cerca di costruirsi un domani con lavori da poco ma che gli consentono di guadagnarsi il cibo. Tenta in diversi modi di procursi un lavoro ed avere quindi una sua indipendenza. purtroppo non ci riesce ma conosce nuovi amici; persone che lavorano all'interno dell'areoporto che lo aiutano, lui a sua volta si darà da fare per migliorare la loro vita, conosce Amelia di cui si innamora perdutamente e che prova a conquistare in molti modi. Il tempo passa, l'inaccetabile Victor, come era stato definito da un cinico e calcolatore responsabile della sicurezza, diventa accettabile per tutte le persone che lavorano al terminal. E alla fine lo zio ...

Lavazza - XLong 19/04/2007

gusto d'importazione

Lavazza - XLong Con il matrimonio ho ricevuto fuori lista la macchinetta del caffè americano. Io patita di caffè mi sono subito data da fare per trovare la miscela adatta. devo dire che di tutte quelle provate la XLONG è forse la migliore ma rimane comunque un prodotto lontano da ogni aspettativa di bevitore di caffè italiano. Iniziando dalla vista del caffè: non c'è corpo, sembra sciaquatura di caffettiera. Manca totalmente il profumo inebriante della caffettiera classica a cui siamo abituati per non parlare della schiuma di quello del bar. Per riuscire a sentire gusto di caffè in bocca bisogna berne una quantità industriale, con poco giovamento anche dell'apporto di caffeina perchè la miscela non è dec. l'unica cosa forse pratica è il timer, per il resto è ingombrante anche la macchinetta per farlo, occupa dello spazio inutilmente, meglio decisamente la cara vecchia moka. ...

Apollo 13 (Dvd) 02/04/2007

La normalità della tragedia

Apollo 13 (Dvd) America! il sig. Amstrong è già stato sulla luna, ormai i giornali non considerano più i viaggi lunari qualcosa di affascinante da proporre. in questa sorta di oblio, il capitano Jim Lovell con due membri di equipaggio parte per una nuova missione a scopo scientifico. Missione iniziale caricare rocce lunari, missione finale salvarsi la vita. La preparazione alla partenza è alternata da momenti di sconforto di una moglie che non vuole lasciare andare il marito, che ha incubi sulla sua sorte ma non ne parla a nessuno e che infine perde la fede nuziale mentre fa una doccia. Tutti pronti, si parte! inizio da manuale ma dopo tre giorni appena il direttore di volo kranz deve dirigere un gruppo di spaventati controllori, scrivere una procedura mai tentata impedendo lo sfaldamento del gruppo e di perdere americani nello spazio. Risolvendo un problema dopo l'altro, il gruppo riesce nella sua missione: salvare la vita di tre astronauti.

Prenatal 30/03/2007

la migliore linea vestiario della città

Prenatal Mi è capitato di comprare poche cose durante le mie gravidanze. Di solito senza particolari problemi, del genere sportivo. Quando però mi servirva un capo elegante, non avendo io la 42 ho faticato parecchio e alla fine mi sono trovata bene con prenatal. I completi si richiamano sostanzialmente tutti, ma ho trovato qualcosa che non fosse il solito jeans con maglietta, per fare bella figura anche quando ti senti una balena. purtroppo l'abitudine di proporre sempre abiti lunghi e larghi è anche delle altre case di abbigliamento, decisamente trovo siano le cose più deformanti che si possano mettere in gravidanza. Tutto sommato comunque da prenatal ho trovato un bel completo pantalone con elastico in vita e top con bretellina regolabile. Buona la vestibilità e la portabilità nella vita di tutti i giorni. Peccato i prezzi, sempre da boutique, un completo base almeno € 110,00. Lo consiglierei.

Spider-man 2 (Dvd) 30/03/2007

ma non potevano farlo più breve?

Spider-man 2 (Dvd) finalmente mi sono decisa a comprare il dvd dell'episodio n. 2, e dopo un numero 1 altamente emozionante, mi aspettavo un'avventura che fosse in tutto e per tutto all'altezza. Al contrario di ciò che io speravo, all'inizio del nuovo episodio trovo uno spiderman-parker un pò troppo umanizzato, alle prese con problemi che sembrano proprio i miei di tutti i giorni; cominciando dalla perdita del lavoro alla rischiata bocciatura agli studi. Uno spiderman confuso, che vorrebbe un amore che non può avere, vorrebbe ma non può. Finalmente in nostro trova la sua strada e la segue. Ecco tornare un pò di azione, il nostro ci regala volteggi degni di un ginnasta olimpico con una calzamaglia che gli regala un fisico mozzafiato. Compie sempre gesti inespiegabili come quello di rivelare l'identità a un pò troppe persone, ma ritorna la lotta del bene contro il male e la lotta di spiderman per salvare la donna che ama e che dovrà lasciare andare. in un finale in cui ci si aspetta un matrimonio, atteso fin dal primo fotogramma ecco di nuovo mescolate le carte in tavola e il nostro eroe è pronto per la terza avventura. Forza spideraman! ...

Pampers Easy Up 12-18 Kg 01/02/2007

la qualità si conferma

Pampers Easy Up 12-18 Kg è il momento di cambiare i pannolini in corsa, via dietro al piccolo che non ha nessuna intenzione di fermarsi. Ho provato Easy up, per la qualità pampers,sempre confermata. Le mutandine mi hanno aiutato a farlo sentire grande come il fratello: stare in piedi invece che sul fasciatoio fa sentire grande anche la mia trottola che accetta di fermarsi per qualche minuto. Un aiuto molto positivo per il mestiere di mamma. Il bambino corre felice, sgambetta, piroetta e impara cose nuove senza nessun problema di pannolino che si apre e generalmente nemmeno di perdite strane. Purtroppo però il mio piccolo ha un pancino piuttosto tondo e easy up non ha molto spazio in questo senso: se non lo cambio spesso si ritrova sempre con l'antiestetico segno elastico sulla pancia, cosa che invece non avviene con UP & GO. Riassumendo, qualità ottima, prezzo esoso, ma non li consiglierei a bimbi un pò rotondetti. ...

Cars - Motori ruggenti (John Lasseter, 2006) 31/01/2007

eccellente disney pixar

Cars - Motori ruggenti (John Lasseter, 2006) i cartoni animati al posto delle favole e la disney pixar non tradisce. Come sempre le storie preparate hanno le basi di lealtà e fratellanza che tutti vorremmo insegnare ai bambini anche se a volte li dimentichiamo per primi. Il protagonista Saetta Mc queen, la macchina parlante all'inizio arrogante e prepotente con chi non riconosce le sue qualità, non ha amici perchè il mondo sono le corse. Lui si trova nella surreale situazione in cui le sue doti non sono apprezzate. Il camion che lo stava portando in California non ha rispettato il limite orario di guida, cosa che prevede la legge reale, e per il bullismo di quattro auto Saetta si trova nel mezzo dell'autostrada a rincorrere il suo camion. Per questo finirà a Radietor Springs, cittadina tranquilla, dove la pubblicità non arriva e nessuno conosce il nostro protagonista, che per riparare ad un danno causato è costretto a convivere con personaggi che mai si sarebbe sognato di frequentare:un vecchio carro attrezzi arruginito, un tifoso delle corse che conosce solo le ferrari, il camion dei pompieri timido, il muletto che sogna di fare un pit stop. Il pulmino hippy e la jeep militare che si beccano tutti i giorni, la bella porsche che piano piano lo convince a vivere oltre le corse. Quando Saetta lascia il paese per andare alla corsa che ha sempre sognato, si accorge che non è più il pensiero principale: finalmente ha trovato degli amici, che per non lasciarlo sono andati a fargli da team con sua enorme ...
Torna sopra