Condividi questa pagina su

arancione Status arancione (Livello 6/10)

songwriter75

songwriter75

Autori che si fidano di me: 53 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

non possiamo mai accontentarci delle briciole neanche da parte di chi amiamo.

Opinioni scritte

dal 19/06/2010

346

La leggenda di mago Merlino (Enrica Salvatori) 04/04/2016

Il fascino dei celti e antichi gallesi

La leggenda di mago Merlino (Enrica Salvatori) Sono sempre stato un amante del genere fantasy specialmente quello ambientato nell'antica Gran Bretagna quando ancora gli inglesi si chiamavano Sassoni e i primi abitanti dell'isola furono i Gallesi a Ovest e celti -scozzesi a Nord. Il libro che ho intenzione di recensire è stato fonte d'ispirazione per tanti altri libri ispirati alla sagra di Merlino. La mia edizione come potete vedere dalla foto è un'altra, ma in contenuto è pressoché identico. Il contenuto di oltre 400 pagine è davvero piacevole da leggere specialmente quando una persona ha voglia di rilassarsi, e per chi logicamente ama come tema dominante il ciclo arturiano. Questa antologia pubblicata nel 1997 è un secondo viaggio del mondo favoloso di Re Artù e dei sui cavalieri, tra i protagonisti il Mago Merlino, probabilmente la figura più enigmatica e misteriosa di tutti i personaggi della tavola rotonda, a lui i racconti attribuiscono la crescita e l'insegnamento di Artù, egli fu per tutta l'esistenza del sovrano il suo consigliare. All'interno del libro potremo trovare una serie di racconti ma tutti correlati e con un unico filo conduttore. Tra i pregi di questo libro: la capacità dello scrittore di riuscire a descrivere con abilità quasi in prima persona al magico mondo medievale di Re Artù. ...

¡Tré! - Green Day 08/03/2016

Il peggior album dei Green Day?

¡Tré! - Green Day Non amo parlare male delle band tanto meno di quelle che a metà degli anni 90' era una delle mie preferite, ma è anche giusto essere schietti recensendo un prodotto: Tre è probabilmente il peggior album dei Green Day o forse ha deluso le aspettative. Nato per essere una trilogia annunciata assieme a ¡Uno! e ¡Dos!, insieme nono sono mai riusciti a decollare forse anche per lo scarso interesse mediatico. Un disco assieme agli altri due abbastanza ruffiano, che poteva essere contenuto in massimo due cd, una mossa commerciale per far spendere soldi ai fans. Una mossa che reputo poco corretta nei confronti di un'epoca che il cd musicale sta praticamente raggiungendo il suo capolinea. Tra l'altro, rimanendo in tema di vendite, i dati alla mano hanno deluso le aspettative, si parla di circa mezzo milione di copie vendute, e per chi come in Green Day nella loro carriera ne hanno venduto 65 milioni è da considerarsi un signor flop! Tra l'altro quel momento è stato poco fortunato per la band, poiché ha visto il cantante Billy Joe dover ricorrere a una clinica per abuso di alcool. Cosa posso ancora dire, è pur vero che qualche canzone ha attirato la mia attenzione come: Brutal Love o Missing You e Drama queen, forse né sto dimenticando altre non saprei!. Concludendo mi verrebbe da dire conta fino a tre prima di acquistare 3! ...

Blasting the Blues - Nico Wayne Toussaint 18/11/2015

Ami il blues? Allora regalatelo a Natale

Blasting the Blues - Nico Wayne Toussaint Un'artista poco conosciuto al grande pubblico ma per chi ama le sonorità blues è doveroso prestare almeno un ascolto alla sua musica. Come in quasi tutti i suoi lavori Nico Wayne Toussaint ama dare un'impronta molto personalizzata al suo prodotto e unicità alle melodie. Un'artista di nicchia ma che potrebbe piacere a sempre crescente numero di persone. Immancabile nei suoi cd e spettacoli: il carisma, suo vero marchio di fabbrica. In Blasting the blues ho potuto ammirare sonorità anni 50' che appartengono a quel blues di Chicago dopo la seconda guerra mondiale. Oltre tutto, come non apprezzare la sua voce tagliente e graffiante che sembra più appartenere a un'artista di colore. Non posso che consigliare questo album per chi segue il blues e per coloro che sono alla ricerca nuove melodie da scoprire. ...

Tutto in una stanza (Alessandro Rostagno) 28/09/2015

Fa venire un po d'ansia

Tutto in una stanza (Alessandro Rostagno) Qualche mese fa ho trovato in edicola questo libro ‘ Tutto in una stanza’ di Alessandro Rostagno’ alla modica cifra di 1 euro. Tutta la storia come ci racconta il titolo è ambientata in una stanza che vede come protagonista una coppia Matteo e Sabry confrontarsi e recriminare per le mancanze di ognuno nei confronti dell’altro. Intanto al di fuori di quella stanza c’è una festa e gli amici chiedono alla coppia di poter far pace e tornare in salotto assieme agli altri. Devo dire che l’interminabile dialogo e ogni cosa che diceva Matteo: puntualmente non andava a genio alla fidanzata mi ha fatto venire una sorta d’ansia. Ad ogni modo un plauso o forse no per lo scrittore che non ha mai lasciato nessuna intermediazione narrativa. Purtroppo non c’è tanto da dire perché è un libro parecchio strano. Dovendo dare un voto non andrei oltre le 2 stellette. Per fortuna l’ho pagato solo 1 euro. ...

Tutti I Cicli Fantastici. I Cicli Celta e di Faccia di Teschio (Vol. 3) (Robert Ervin Howard) 19/06/2015

Una grande antologia fantasy dedicata a un grande scrittore

Tutti I Cicli Fantastici. I Cicli Celta e di Faccia di Teschio (Vol. 3) (Robert Ervin Howard) Dopo qualche tempo, torno a recensire un prodotto, in particolare un libro intitolato I cicli celta e di faccia di teschio. Comprato in edicola a solo 1€, il libro raccoglie alcune storie fantasy scritte Robert Ervin Howard, uno scrittore americano morto tragicamente all'età di 30 anni nel 1936. Howard è considerato da molti, come il padre dell'heroic fantasy - romanzo d'avventura. Un volume che mi ha da subito conquistato, perché oltre a esserci il racconto fantasy si trovano dei veri nomi di antichi guerrieri e Re Celti. Siamo di fronte a una storia nella storia, ad un libro che si lascia leggere facilmente, avvincente dalle prima battute. Lo scrittore ha avuto la grande capacità di descrivere ogni scena nel minimo particolare tanto che non è stato complicato riuscire ad immaginare i personaggi e luoghi e le stesse scene. Siamo all'interno prima della Scozia poi della magica Irlanda ancor prima che fosse popolata dai Celti, terra pagana luogo di cruente battaglie e potentissimi incantesimi. I personaggi cardine sono: i Bran Mak Morn, Cormach Mc Art e Turlogh il Nero. Volendo definire il libro è una sorta di Antologia un vero The best dell'autore che se pur morto molto giovane scrisse un centinaio di libri correlati da intere saghe e da una corposa serie di cicli, tra cui anche il ciclo Celtico. Una narrativa fuori dal tempo e un talento da parte dello scrittore fuori dal comune. ...

Il palazzo regio di Cagliari 28/04/2015

Fasti di una nobiltà passata

Il palazzo regio di Cagliari Finalmente dopo un po di tempo eccomi tornato a scrivere un opinione e raccontarvi la mia visita al Palazzo Reale di Cagliari avvenuta lo scorso sabato! Il Palazzo è visitabile tutti i giorni tranne la domenica La sua location non poteva che essere nella zona storica del capoluogo sardo chiamato Castello. La Regia fu impiantata all'epoca dei pisani nell'isola nel secolo XIII per volontà dell'Imperatore Pietro D'Aragona. Nel corso dei secoli si sono succeduti vari governatori, ma solo a metà del 1700 il Il Palazzo ViceRegio di Cagliari ha conosciuto il suo massimo splendore: con il passaggio della monarchia asburgica e quella sabauda. Nel 1730 fu creato dell'ingegnere francese capo De Guibert l'atrio e l'elegante scalone nobile di cui potete vedere una foto scattata da me. Poi all'interno nel piano nobile furono abbelliti i vari saloni: quello dell'Udienza (attuale sede della Provincia di Cagliari) ai saloni più interni di Rappresentanza e le cosiddette sale verdi e gialle. Opinione Personale Il Palazzo può essere visitato gratuitamente (questa è già una grande cosa), per chi come me ama i palazzi reali quando ho varcato la soglia d’ingresso è stato un po’ come tornare anch’io indietro di tre secoli fa fino al 1800 con l’entrata dei Savoia nella mia regione! Nel primo salone si possono ammirare nella parete una serie di quadri di personaggi che hanno governato l’isola nei secoli. Si può notare: il cambiamento del vestiario dei vari nobili: da quelli vestiti in stile Re ...

Fare blogging. Il mio metodo per scrivere contenuti vincenti (Riccardo Esposito) 25/03/2015

Professione blogger: l'arte di scrivere contenuti efficaci

Fare blogging. Il mio metodo per scrivere contenuti vincenti (Riccardo Esposito) Con l'avvento di Internet negli ultimi 10 anni il blog è diventato un elemento fondamentale del web. Una moda che anche in Italia sta prendendo sempre più piega. Il lavoro del blogger può considerarsi una vera professione a tutti gli effetti. Grazie ad alcuni blog possiamo trovare velocemente delle informazioni utili a risolvere un nostro problema. Perciò non di rado sentiamo parole come food blogger, fashion blogger e copywriter e webwriter. Proprio in queste due ultimi termini vorrei soffermarmi. Il libro che sto andando a recensire parla di come creare dei contenuti di valore all'interno del nostro blog, di come scrivere un post che possa portare visite e interesse da parte del popolo online. In poche parole di come creare di un numero affezionato di lettori una vera nicchia . Il blog nasce per aiutare gli altri a risolvere un problema. Scrivere per il web è stato scritto da un noto web writer italiano - uno dei più bravi. Un manuale pratico adatto per i neofiti e per chi gestisce un blog da qualche tempo. Scrivere e avere un blog può con il tempo e pratica diventare un vero lavoro a tutti gli effetti. Fare blogging significa condividere le tue passioni. Riccardo Esposito nel suo libro ha realizzato un manuale onesto senza paroloni strani, ma piuttosto un concentrato di ottimi consigli per cercare di uscire dall'anonimato, dalla giungla del web e far sentire agli internauti la nostra voce. Ovviamente se avete intenzione di aprire un blog vi consiglio caldamente ...

L'Erbolario Corteccia Crema Fluida Corpo 13/03/2015

Salice amico e principio attivo nutriente

L'Erbolario Corteccia Crema Fluida Corpo A Natale mi è stata regalata una crema per il corpo dell'Erbolario Lodi Corteccia. La confezione contiene 200 ml di crema: ottima non solo per il corpo ma anche per il viso. Il profumo rimane per ore lasciando un'ottima fragranza. La crema corteccia è freschissima assolutamente non untuosa; essa viene prontamente assimilata dall'epidermide. Ottima per tonificare, idratare e riparare da fatiche e aggressioni del corpo esterne. Composta da sostanze funzionali: vitageno F, vitamina E dai semi della soja,estratto di corteccia del pino marittimo, quello della quercia e salice nero. Praticamente il meglio che la natura può offrire. Come indicato dietro il tubo: una crema per il corpo che con la sua fresca e leggera fluidità è capace di soddisfare l'esigenza di ogni persona che la prova. Le epidermidi secche e fragili dopo il trattamento con la crema per il corpo Erbolario Corteccia saranno più morbide ,vellutate e idratate. Il pino marino e la sua corteccia danno beneficio per le attività tonificanti e purificanti della cute - senza dimenticare la freschissima profumazione. Che dire siamo di fronte al top per quanto riguarda la crema per il corpo. Molto bella anche la scatola e il tubo con un albero e la sua robusta corteccia figurata. Consigliato sicuramente. Sotto una bella scritta Stop ai test sugli animali. ...

My name is Joe (Dvd) 18/01/2015

Ricominciare per non affondare del tutto

My name is Joe (Dvd) Sono sempre stato affascinato dai lavori Ken Loach - regista inglese, padre di quei film che parlano di proletariato e disagio sociale. Anche my name's Joe non ha deluso le miei aspettative. ''Mi chiamo Joe e sono alcolista'' - così ha inizio il film che vede come protagonista uno scozzese che ha problemi di dipendenze dall'alcool. Una vita vissuta ai margini della società nella città di Glasgow in Scozia - dove la disoccupazione, problemi di alcool e droga ancor oggi sono uno delle piaghe maggiori. Joe Kavanack ha deciso di uscire fuori dal tunnel ed è proprio con My name is Joe" ( titolo anche del film) che Ken Loach ci parla sul dramma di una vita buttata al vento tra alcool, droga, correlata da una forte emarginazione, disoccupazione, guerra tra disperati di quartiere e lo spacciatore di turno. Joe Kavanack malgrado tutto con i suoi 38 anni c'è l'ha fatta, ma non ha un lavoro vive da un assegno sociale ed è deciso ad conquistare la sua dignità persa in fondo a un bicchiere. Anzi cerca di aiutare gli altri ragazzi del quartiere per uscirne fuori , ha messo su e allena una squadra di calcio, formata da ragazzi del quartiere, ex bevitori emarginati come lui. La sua missione è quella di essere il fratello maggiore salvarli dalla strada e dalla droga. Poi ecco che in episodio casuale Joe conosce una donna si innamorano, lei è un assistente sociale, ma non è un amore facile: la logica vuole che i due sono troppo diversi hanno vissuto una vita diametralmente opposta. Quel ...

Frédéric Mompou: Música Callada 10/01/2015

Ascoltare qualcosa di vecchio ma ancora moderno

Frédéric Mompou: Música Callada Musica Callada è perfetta da scoltare in una giornata uggiosa, poi stare in silenzio e ascoltare il tocco del suo compositore, il talentuoso pianista di nome Frédéric Mompou. Musicista spagnolo nato a fine1800 e scomparso all'inizio degli anni 80', precisamente nel 1983. Se conoscete Erik Satie (Gymnopédies), potreste capire meglio la sua musica, poichè Mompou era un suo estimatore. Devo dire che a primo ascolto certe composizioni non sono propriamente melodiche, ma questo è un classico non solo per questo cd ma anche per altri lavori. Il compositore predilige suonare note dissonanti perfette probabilmente con il suo stato d'animo. L'opera ha una durata di circa 1 ora e 8 minuti, ovviamente ci sono sprazzi di grandi melodie suggestive e melodiche. Quindi Musica Callada è un album consigliatissimo per gli estimatori del pianoforte suonato senza altri strumenti. Prima di morire Mompou disse che la sua musica aveva come obbiettivo quella di raggiungere i profondi abissi della nostra anima e i domini nascosti della forza vitale del nostro spirito. Un pianoforte quasi sussurrato ma udibile perfettamente arriva perfettamente all'ascoltatore - se si ha voglia di imparare musicalmente qualcosa che esce un po fuori dai canoni. Perciò non si può fare un paragone per esempio con la musica di Ludovico Einaudi - la è quasi certo di trovare un cd melodico ( ma non per questo bellissimo) Musica Callada è un cd più di nicchia, se vogliamo usare questo termine da blogger. Tra l'altro Mompou ...

Samsung Galaxy Ch@t GT-B5330 18/11/2014

Samsung Galaxy Chat B5330: per chi cerca la semplicià

Samsung Galaxy Ch@t GT-B5330 Dopo giorni di tentennamento ho deciso di acquistare il mio primo smartphone perché per lavoro uso frequentemente il PC e non volevo avere un altro device tra le mani e diventare dipendente. Ma dall’altra, come per tutti i clienti di un operatore telefonico anch'io ho i miei GB di Internet che stavo pagando senza usufruirne. Così ecco a raccontarvi il mio primo telefonino intelligente. Il mio smartphone è Samsung Galaxy Chat – B5330. Per quanto concerne le sue caratteristiche tecniche: dispone di una tastiera fisica retroilluminata, i tasti ad ogni modo sono un po’ piccoli, ma in poco tempo si riesce a digitare velocemente e programmabili. Siamo di fronte a uno smartphone minimalista adatto soprattutto chi ama inviare molti messaggi. Il sistema operativo è Android 4.0 Ice Cream Sandwich con 4 GB di memoria espandibile fino a 32 GB. Il suo peso è abbastanza leggero: 111 g. La nota negativa è il display da 240x320 abbastanza piccolo per visitare certi siti, ma sul web la sua connettività è discretamente buona, per ora non ho mai avuto problemi a caricare le pagine tranne Facebook che ho disinstallato e reinstallato. Fotocamera da 2 megapixel capace di scattare foto con una risoluzione di1600x1200 pixel e di registrare video alla risoluzione di 640x480 pixel. Le altre funzioni offerte da Samsung Galaxy Chat sono più o meno quelle presenti su tutti i dispositivi più avanzati, a cominciare dalla connettività Wi-fi e dal GPS. Nella scatola è contenuto 1 cavo USB per trasferire ...

Musica. Le canzoni che amiamo sono spesso legate a momenti importanti della nostra vita o ricordi speciali. Raccontateci alcuni di questi episodi indimenticabili legati alla musica. 17/10/2014

Le 11 canzoni che mi hanno toccato nell'anima

Musica. Le canzoni che amiamo sono spesso legate a momenti importanti della nostra vita o ricordi speciali. Raccontateci alcuni di questi episodi indimenticabili legati alla musica. Inizio a scrivere questa recensione se così la volete chiamare, ma forse meglio definirlo il mio diario che per una volta voglio condividere con gli altri. Dicevo scrivo oggi 17 ottobre, giorno in cui sei anni fa moriva Andrea Parodi, la voce storica dei Tazenda, la voce della Sardegna. Fatta questa doverosa premessa perché per me Parodi ha fatto parte di quel mondo chiamato musica vi elencherò: le 11 canzoni che mi hanno toccato nell'anima 1 - Smells like teen spirit - Senza questa canzone e i Nirvana, probabilmente non avrei iniziato a suonare la chitarra e provare a scrivere qualche canzone per fare finta di fuggire via dalla realtà che mi circondava, suonare nella mia camera e ascoltare contemporaneamente Smells like teen spirit, nella speranza di non vedere più un muro ma un prato. 2 - Una malato di cuore - All'inizio non amavo De André, poi per fortuna qualcosa o qualcuno mi ha dato l'input di iniziare ad ascoltarlo. Quel giorno sono stato fortunato : la musica di Faber è diventata cibo per la mia anima. Poi di tutte, c'è ne sempre una che ti colpisce ancora di più, ti fa pensare a un evento speciale della tua vita. Potrei elencarne tante di De Andre, ma ho scelto un malato di cuore mi piacque da subito. Un ragazzo che non era come gli altri ragazzi, non poteva correre era malato di cuore ,ma con la mente poteva abbracciare e baciare colei che gli faceva battere il suo cuore. Poesia non pensate? 3 - Fiore di maggio: Canzone immensa di Fabio Concato che mi emoziona ...

Argia - Diabulus in Musica 15/09/2014

Band spagnola che ama il symphonic metal

Argia - Diabulus in Musica Non lasciatevi ingannare dal titolo in quest'opera musicale non c'è nulla di satanico. I Diabulus in Musica è un gruppo spagnolo dal genere symphonic metal, che si ispirano dalle sonorità della musica d'elité ... quella classica, sino alla più rude ma non per esprime un dispregiativo, per volere catalogare quella più diretta come l'Heavy Metal. Argia è il terzo capitolo di questa band formatasi nel 2009. Per dirla tutta per ora non si sono ancora distinti tra le tante band che suonano lo stesso genere. Un loro difetto che ho trovato anche in questo album è stato quello di rimanere confinati ai cliché del metal, non dico che dovevano passare da una canzone pop a una rap, ma almeno non comporre quasi tutte le traccie alla stessa maniera, senza mostrare un tocco di personalità. Purtroppo così è davvero difficile uscire dal calderone, anzi si rischia di non riuscire più a realizzare nessun altro lavoro musicale. Dall'altra Argia ha qualcosa in più rispetto ai precedenti cd, forse grazie all'innesto di un nuovo chitarrista e seconda voce. Devo dire se qualcuno fosse interessato nell'ascolto di questa band, consiglierei proprio Argia e lasciare stare gli altri due. La hit è probabilmente From The Embers”, con un maestoso attacco sinfonico. Inner Force, la successiva ha stemperato il mio ritrovato entusiasmo, perché arricchita di troppa elettronica. Non mancano all'interno dell'album i momenti folk - celtic. Per la cronaca il cantante è una donna: abbastanza normale in tante band ...

Omen - Il Presagio (Blu-ray) 25/08/2014

Inquietudine: tipico horror anni 70' sulla scia dell'Esorcista

Omen - Il Presagio (Blu-ray) Il Presagio può essere considerato un horror con elementi a sfondo religioso. Film inquietante girato tra Roma e Londra all'inizio degli anni 70'. Proprio nella capitale italiana un ambasciatore americano e sua moglie perdono il figlio, al temine di un parto sfortunato. Il direttore dell'ospedale, un sacerdote conscio del dramma della coppia offre all'ambasciatore in adozione un neonato che perso la mamma nel parto. La moglie è all'oscuro di quell'adozione è convinta che quel neonato è nato dal suo ventre. Darmien è il nome del bambino che cambierà in pegio la vita dei due coniugi . Già da piccolo il bambino poi trasferito a Londra con i suoi nuovi genitori manifesta strani comportamenti ed eventi inspiegabili, tanto che con il suo sguardo malefico e forza della mente costringe la sua baby sitter a suicidarsi - mentre i bambini festeggiano il quinto compleanno di Darmien. Quasi sula scia del film l'esorcista quel bambino con il passare del tempo diverrà sempre più malefico - da essere considerato da un prete che esorta il babbo di ucciderlo in una chiesa consacrata: come '' il nuovo anticristo''. All'inizio Robert Thorn ( l'ambasciatore), crede che quel prete è un visionario - poi lui stesso capirà che quel bambino è una creatura nata direttamente da Satana. La predizione puntualmente si avvera tanto da esserci una nuova bambinai ( schiava di Lucifero) che aiuta il bambino a rafforzare i suoi poteri. La sua forza demoniaca continua a mietere vittime sino a cercare la morte ...

Tesori d'Oriente Hammam Crema Vellutante 31/07/2014

Il rituale del proprio corpo

Tesori d'Oriente Hammam Crema Vellutante Prima di iniziare a recensire il prodotto vorrei spiegare come ne sono venuto a conoscenza - La risposta è abbastanza semplice, dovevo fare un regalo a una persona speciale così mi sono recato in un negozio di bellezza '' sapone e profumi'', il mio sguardo si è posato subito su questo prodotto - anzi su una confezione che aveva: crema per il corpo, profumo, bagno crema, olio corpo e capelli, doccia crema olio, scrub corpo. La mia scelta è stata ponderata proprio dal nome Tesori d'oriente - quale migliore fragranza e profumo se non quella dell'Oriente da sempre sinonimo di sensualità e irresistibile? Nello specifico il prodotto da me è '' Tesori d'Oriente - Hamman''. La crema contiene 300 ML arricchita di di Olio di Argan e fiori di arancia - idratando la pelle, lasciando una sensazione di benessere e freschezza. Hamman è una parola turca - meglio un '' rituale tradizionale bagno turco''. Un rito, un percorso di viaggio alla ricerca del benessere del proprio corpo. La modalità d'uso è abbastanza semplice: usare dopo una doccia, utilizzando questa crema vellutante - anzi sarebbe ancora meglio che fosse una seconda persona a regalarvi questo beneficio. Confezione La confezione è un vasetto marrone dorato che contiene 300 ml di crema. Davvero gradevole la profumazione: dolce ( fiori d'arancio) speziata ( oriente). La crema è di colore bianco. Prezzo Il costo è sulla 5€ ma tutti i prodotti la linea l'avevo pagato intorno alle 22 euro. Consigliato per tutti anche per gli ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra