Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

spider21

spider21

Autori che si fidano di me: 66 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Opinioni scritte

dal 28/03/2009

357

Todis - Discount 26/05/2014

Economico e fornito

Todis - Discount Da pochi giorni, anche vicino casa, ha aperto un discount Todis. Ho colto con estremo piacere ed interesse questa apertura perché avevo sempre notato dalla pubblicità, dai volantini e dal “passaparola” l’estrema convenienza di questa catena della grande distribuzione. Il fatto che venda quasi esclusivamente prodotti non di marca né aumenta l’interesse, in quanto la pubblicità ha raggiunto ormai un livello insostenibile di bruttezza anche estetica e sinceramente non ho più voglia di mangiare, bere o indossare ciò che la televisione rigurgita giornalmente. il discount = Un locale grande, ben illuminato, tenuto in ordine e pulito. La merce è collocata tutta negli scaffali e non ci sono scatoloni in giro con i prodotti stipati dentro alla rinfusa. Curato anche l’ordine negli scaffali il che non guasta. Sempre pulito in terra e sugli scaffali, elemento decisivo visto il settore in cui operano. All’interno c’è il reparto ortofrutta. Vasta scelta di frutta e verdura, di stagione e non, il tutto mantenuto con cura e ordine e pulito. Visto i reparto è una caratteristica importante. Inoltre c’è il reparto dei prodotti da banco fresco con vasta gamma di scelta. Un ottimo reparto di surgelati e un discreto reparto di prodotti Bio. Un punto vendita molto fornito. I prezzi sono estremamente competitivi, ho già provato diverse prodotti e mi sono trovato bene, coniugando felicemente qualità e rsparmio. Il personale è competente, disponibile e simpatico. Altri punti a favore che si ...

Crik Crok Paprika plus 14/02/2014

Altro prodotto che mi ha deluso

Crik Crok Paprika plus premessa Qualche volta ho la pessima abitudine di mangiare mentre vedo le partire di calcio. Negli ultimi tempi ho provato le patatine Crik Crok Plus paprika, nelle confezioni a tubo. Premetto di già che in futuro proverò altro, non perché non siano valide, ma perché sprovviste di quel qualcosa in più da renderle davvero piacevoli al palato. il prodotto Tubo da 100 grammi che ricorda vagamente la confezione di prodotti simili di successo. Quasi seicento calorie per l’intera confezione, praticamente un pasto, assolutamente sconsigliate se si segue un regime alimentare controllato. Il gusto, per me, è troppo debole. Preferisco prodotti dal gusto marcato, viceversa queste patatine rimangono troppo leggere, troppo delicate e non le trovo nemmeno particolarmente piccanti, nonostante i due peperoncini in bella mostra sull'etichetta adagiati sulle patatine. Nella confezione multilingue è presente anche l’arabo, un segno dei tempi che cambiano. Dopo un accurato controllo della confezione, sento di poter dire che il prodotto è confezionato in Italia. Sulla provenienza delle patate, invece, non so dirvi nulla, ma non è un dettaglio minore. Credo che il mio giudizio su questo prodotto sia a questo punto chiaro. Un prodotto che etichetterei come industriale, come globalizzato in sintesi omologato. Per questo motivo e per quelli precedentemente scritti mi sento di sconsigliare il prodotto.

TrekStor eBook Reader 3.0 30/01/2014

Semplice e funzionale

TrekStor eBook Reader 3.0 premessa Questo prodotto mi è stato regalato a novembre per il mio compleanno. Certamente appartengo a una generazione abituata ai libri cartacei, infatti, amo toccare un libro, sfogliarlo, sentire l’odore della stampa e della carta. Annotare pensieri, prendere appunti. Sono abituato a considerare un libro come cartaceo a prescindere e forse questo è uno dei motivi per cui, pur apprezzando il prodotto e utilizzando, non potrà mai sostituire il libro tradizionale. Almeno per me. il prodotto Questo è un lettore di libri digitali abbastanza economico. Meno di 50 euro in base al canale di vendita che si sceglie. Molto leggero, dalle dimensioni contenute, pratico e rivestito con una gomma morbida che rende la presa salda. I comandi si trovano tutti sulla parte destra del lettore. Si può accedere al menù per le varie impostazioni del dispositivo, quali la luminosità, il contrasto, la grandezza delle lettere e l’orientamento della pagina (verticale/orizzontale). C’è la possibilità di scegliere lo sfondo, di mettere dei colori, di salvare il punto in cui si è arrivati a leggere. Volendo c’è la possibilità di voltare pagina in modo automatico mettendo un timer, cosa che non ho mai fatto perché il tempo di lettura di una singola pagina è sempre variabile. Inoltre è possibile anche ascoltare musica utilizzando gli auricolari in dotazione. Non è possibile, purtroppo, visualizzare video. Un lettore molto versatile riconosce diverse estensioni per i libri, dal formato word a ...

Pavesi Petit Pavesi 25/01/2014

Un buon compromesso

Pavesi Petit Pavesi premessa Dopo l’esperienza non proprio positiva avuta con gli ultimi frollini, ho deciso di riprovare. Questa volta la scelta è ricaduta su dei biscotti della “Pavesi” i “petit” , biscotti molto simili, nell’aspetto e nel gusto, agli Oro Saiwa. L’obbiettivo è sempre il medesimo, un biscotto che sappia dare un giusto equilibrio tra gusto e calorie e che non abbia un costo eccessivo. il prodotto Questi biscotti si presentano in confezione da 500 grammi. Suddivisi in tre mini confezioni salva freschezza, una soluzione che appezzo, come ho avuto modo di scrivere in precedenti opinioni. La confezione esterna e quella interna possono essere riciclate come plastica, mentre il cartone che racchiude i biscotti può essere riciclato come carta. Le calorie per biscotto sono 23, ciò li rende particolarmente adatti quando si vuole stare attenti a tavola. Sono prodotti in Italia nello stabilimento di Novara. Anche questo prodotto non è adatto ai vegani, nonostante non ci sia l’uovo c’è il latte in polvere. Attenzione anche agli intolleranti, in quanto avvertono che possono esserci tracce di arachidi e frutti in guscio. opinione Il biscotto non è adatto ad essere “inzuppato”. Soprattutto nei liquidi caldi. Sono abbastanza sottili, ed anche in questo caso uso “raddoppiarli” prima dell’immersione. Non mi sento di dire che siano spettacolari, però è un prezzo da pagare se non si vogliono ingerire moltissime calorie fin dal mattino. Non sono nemmeno da scartare, li considero una ...

Dolciando & Dolciando Frollini Buon Mattino 23/01/2014

Non mi sono piaciuti

Dolciando & Dolciando Frollini Buon Mattino Premessa Sono sempre alla ricerca di un biscotto da prima colazione che possa avere un buon equilibrio tra gusto e calorie. Senza tralasciare il prezzo che di questi tempi non è secondario. Eliminando a priori marche molto conosciute e tipologie di frollini stracarichi di calorie al solo guardarli, sono andato in un famoso discount a dare uno sguardo. Ho trovato e provato i “Buon Mattino” della ditta Dolciando Dolciando. il prodotto Confezione da 500 grammi a poco più di un euro, ma il prezzo è variabile in base alle offerte, suddivisi al’interno da quattro pacchetti rettangolari. Questo tipo di confezionamento lo prediligo per due aspetti: il primo perché consente di mantenere i biscotti fragranti per un lasso di tempo maggiore. Il secondo perché rimangono più integri rispetto a quelli in busta. Non sono adatti per i vegani in quanto contengono latte in polvere e uova e nemmeno per gli intolleranti alle nocciole, in quanto viene specificato che ci possono essere dei residui di produzione. Contiene anche zucchero e quindi bisogna limitarsi. Prodotto in Italia in uno stabilimento vicino Perugia. 100 grammi di prodotto equivalgono a 467 calorie. Circa trenta per frollino. opinione Il frollino appare molto sottile ed essendo molto “forato” la quantità di biscotto è davvero esigua. A volte li consumo due alla volta per aumentarne lo spessore, facendo attenzione a non immergerlo troppo nei liquidi caldi altrimenti bisogna raccoglierlo dal fondo con il cucchiaino. Anche ...

Senza Freni (DVD) 25/06/2013

discreto, da vedere

Senza Freni (DVD) Ho comprato questo film con un filo di scetticismo, ma alla fine posso dire di non essermene pentito, considerando che la trama è davvero originale che i ritmi sono sostenuti e quindi trattasi di un buon thriller che seppur avido di colpi di scena mantiene vivo l’interesse dello spettatore fino alla fine. Il merito è da attribuirsi alle riprese e al montaggio che non hanno lesinato quanto ad impatto visivo, un contesto quindi bene assemblato in cui gli attori hanno saputo calarsi alla perfezione interpretando i personaggi con il giusto spessore. Wilee è un pony express, uno dei tanti ragazzi che lavorano presso un ufficio di consegne rapide. La particolarità di queste consegne è che avvengono in bicicletta guidate da amanti del pericolo che non esistano a sfrecciare a tutta velocità nel traffico di New York all’ora di punta. In particolare Wilee è considerato una testa calda, per la sua abitudine di utilizzare una bicicletta senza freni. ( da qui il titolo in italiano del film, diverso, come troppo spesso accade da quello originale). Wilee si reca a ricevere il pacco da consegnare, ma da subito viene preso di mira da un poliziotto interessato a riavere il pacchetto, attraverso una serie di flashback si scopre che il poliziotto è immerso fino al collo di debiti contratti in bische cinesi clandestine e si scopre anche il contenuto del pacchetto, una ricevuta da cinquantamila dollari necessari per garantire l’ingresso clandestino negli Stati Uniti di un bambino cinese. Come ...

88 Minuti (Dvd) 19/06/2013

Un thriller onesto

88 Minuti (Dvd) Commentando il film con una mia amica ho detto più o meno testualmente, che ho avuto l’impressione di una pellicola tecnicamente ben fatta, ma dalla trama già vista troppe volte e quindi un po’ trita. Al Pacino è uno di quei mostri sacri che trasformerebbe in oro anche una recita delle scuole elementari, ed anche stavolta la sua interpretazione è impeccabile. Veste i panni di uno psicologo forense ricchissimo, ma dalla vita privata travagliata, sconvolto da un dramma del passato che lo tormenta e dilania costantemente, la morte della sorella per mano di un pazzoide assassino di cui si addossa la responsabilità per non essere riuscito a salvarla. Oltre che consulente in cause legali, insegna anche all’università a un gruppetto piuttosto esiguo di allievi, un ambiente per lui anche promiscuo visto che la sua assistente, molto più giovane, è segretamente attratta e innamorata. La trama è semplice. Jack riceve strane telefonate in cui preannunciano la sua morte, un conto alla rovescia che parte appunto da 88 minuti. A catena accadano cose strane e inquietanti, furti in ufficio, in macchina, violazione dei protocolli di sicurezza, intrusioni informatiche e mille altre cose. I personaggi che si muovono intorno a Jack cominciano a comportarsi in modo bizzarro tanto da assumere agli occhi del telespettatore i contorni di potenziali assassini. Sullo sfondo l’attesa dell’esecuzione della pena di morte per un serial killer pazzoide e maniaco, condanna ottenuta anche e soprattutto ...

Se questo è un uomo (Primo Levi) 18/06/2013

un documento unico

Se questo è un uomo (Primo Levi) Ho comprato questo libro spinto dall’interesse suscitato da una bellissima conversazione con una mia cara amica. Mi aveva parlato così bene di questo libro che non ho potuto fare a meno di prenderlo. Dopo averlo letto e soprattutto dopo aver letto le risposte scritte dello stesso Levi alle domande che più comunemente gli arrivavano da parte dei lettori, ho provato un senso di vergogna per la lacuna mostrata. Questo è un testo che viene fatto leggere nelle scuole e ora trovo assurdo essere arrivato a 38 anni prima di leggerlo. Probabilmente sapete benissimo la trama di questo libro. Una biografia in cui Levi ci racconta la sua deportazione in un campo di lavoro del complesso di Auschwitz. Si parte dalle prime leggi razziali del fascismo, al suo internamento in un campo italiano e al successivo trasferimento ad opera dei nazisti, un capitolo che da solo varrebbe un libro. Poi la non-vita nel campo, le privazioni, i soprusi, la fame, il freddo e tutto quella che è stata la sua permanenza nel campo. Un racconto lucido, metodico persino leggero e ironico a tratti. Non è stata una scelta causale, lo stesso Levi sottolinea questo punto, spiegando questa sua decisione con queste parole: “ .. nello scrivere questo libro ho assunto deliberatamente il linguaggio pacato e sobrio del testimone, non quello lamentevole della vittima né quello irato del vendicatore, pensavo che la mia parola sarebbe stata tanto più credibile ed utile quanto più apparisse obiettiva e quanto meno suonasse ...

Dolciando e dolciando Frollino integrale 04/06/2013

Integrali, ma non basta

Dolciando e dolciando Frollino integrale La ricerca di un punto d’equilibrio tra prodotto naturale e quello che definiamo solitamente “gusto” è una battaglia destinata alla sconfitta certa, in quanto il “gusto”, per palati “drogati” di zuccheri aggiunti e grassi saturi, rappresenta un parametro illogico e deformato. Ci vuole tempo, mesi, forse anni, per disintossicare il proprio palato, per riuscire ad assaporare il dolce che esiste in natura, per prediligere un frutto fresco stagionale ad un confettura industriale. Nel mezzo di questo cammino per persone come me, con una forza di volontà media bassa, possono aiutare prodotti come questo che vi presento oggi. Frollini Integrali della Dolciando Dolciando. il prodotto Frollini integrali, dicevamo. Venduti in confezioni da 700 grammi, quindi una bella confezione adatta anche a nuclei famigliari numerosi, ad un prezzo che spesso risente di offerte e promozioni ma che non supera mai i due euro. Diamo uno sguardo alla tabella nutrizionale. Il conteggio viene fatto a porzione, poco oltre i 31 grammi, stimati dal produttore in circa 5 biscotti. Calorie 146. Carboidrati 22,9g. Grassi 24.5g. Insomma proprio dietetici non sono, l’unica nota positiva è che sono integrali e quindi fanno meno male rispetto a quelli prodotti con farina raffinata. Un prodotto Eurospin Italia Spa. Ed infatti li ho visti solo nei loro supermercati. Ultima nota sul prodotto riguarda la raccomandazione alla raccolta differenziata. prova palato Al massimo mangio un paio di biscotti per ...

San Benedetto Thè Regular alla Pesca 29/10/2012

un prodotto valido

San Benedetto Thè Regular alla Pesca premessa Anche si il caldo è ormai un ricordo ho ancora un po’ di scorte di questo prodotto che sto quindi ancora consumando. L’occasione è stata il viaggio in treno di oggi per tornare a Roma. Avevo preso dal frigo di casa una bottiglia da mezzo litro di questo thè e messo nello zaino che ho poi consumato nel treno stesso. il prodotto La bottiglia è in plastica da mezzo litro. Alcune cose interessanti che ho letto nell’etichetta sono: l’assenza di glutine, informazione utile per tutti coloro che sono allergici. La presenza del fruttosio come dolcificante Le calorie, centoventi per bottiglia. L’assenza di coloranti Le altre informazioni sono quelle che ormai si conoscono, vale a dire consumare il prodotto in 3-4 giorni dopo la prima apertura. Il prezzo, in offerta, cinquanta centesimi. opinione Premettendo che si tratta di un prodotto industriale e che sarebbe meglio consumare il thè in bustine, non è male. Rispetto ad altri prodotti industriali questo mi sembra più valido. La presenza del fruttosio lo rende meno dolce e questo dal mio punto di vista è un punto a suo vantaggio. Dopo bevuto non si ha quella sgradevole sensazione in bocca tipica di altri prodotti zuccherati ed anche questo è punto a favore. Meno positiva è la confezione. Reputo brutta, ma soprattutto scomoda la bottiglia. Non molto ergonomica da tenere in mano e soprattutto troppo grande l’apertura che rende meno agevole bere soprattutto si è si è in movimento o in situazioni non molto comode. Lo ...

The Terminal (Dvd) 26/09/2012

troppo lungo da vedere

The Terminal   (Dvd) premessa Mi capita alcune volte di avere diffidenza verso una pellicola e per questo attendere anni prima di guardarla. Questo è il caso per il film di Steven Spielberg The Terminal del 2004. Nel fine settimana ho deciso vederlo. Sapevo già si trattava di una pellicola piuttosto lunga, ma non credevo fino a questo punto, oltre due ore di film su una persona costretta in un aeroporto. Non mi vergogno a dire che non è esattamente il genere di film che amo vedere per rilassarmi nel fine settimana e infatti premetto che la scelta non è stata felice. trama Victor è un turista di un piccolo paese dell’est in visita negli USA, durante il viaggio scoppia una guerra civile e questo crea un falla nel sistema d’ingressi e dei visti di soggiorno. Cosi si trova nella condizione di non poter essere accettato in America e di non poter tornare nel suo paese. Inizia un’odissea che lo vede bloccato nello scalo statunitense, privo di mezzi di sostegno economico e con difficoltà linguistiche notevoli. Il responsabile dell’aeroporto si mostra molto burocratico ed inizialmente tenta in ogni modo di scaricare il problema a qualcun altro, ma senza successo. Victor, intanto, riesce a trovare un lavoro e alcuni amici con cui inizia a trascorrere il tempo dal quale viene aiutato in diverse circostanze e ricambia l’aiuto per quello che è nelle sue disponibilità. Dopo una serie, lunga, di eventi Victor riuscirà ad entrare negli Stati Uniti. opinione Il film, per me, è troppo lungo. La scelta di ...

Basilica di Santa Maria Maggiore, Roma 21/09/2012

da visitare

Basilica di Santa Maria Maggiore, Roma premessa Roma è sconfinata e le cose da vedere sono cosi numerose che in quasi un anno che abito qui ancora non sono riuscito a vederle tutte. Certo la mancanza di un mezzo privato per spostarmi incide fortemente, anche perché i mezzi pubblici non brillano per puntualità e velocità di percorrenza. Questa basilica l’ho vista decine di volte dall’esterno, ma solo recentemente, prima di ferragosto per la precisione, sono riuscito anche ad osservarla internamente. la basilica Non sono particolarmente ferrato in questo genere di cose. Rimando a siti specializzati per l’approfondimento storico e architettonico della basilica. Posso solo brevemente accennare al fatto che si tratta di una delle quattro basiliche papali di Roma, edificata da Pio III intorno al 432 e dedicata al culto della Madonna. La basilica è enorme sia all’interno che all’esterno con ampie piazze e obelischi su entrambi i lati. L’ingresso è libero, ovviamente, salvo il decoro che solitamente si deve avere prima di entrare in una chiesa cattolica. Teoricamente non si dovrebbero scattare foto, anche perché in chiesa si celebra normalmente messa ed è anche una questione di rispetto per i fedeli, divieto che pare, purtroppo, carta morta e non solo qui. Discorso diverso se si decide di visitare il museo posto sotto la basilica. Il costo di entrata è di tre euro. Ci sono stato ed è davvero interessante. Ci sono moltissime reliquie appartenute a diversi Papi compresi moltissimi abiti. Dipinti, oggetti, candelabri e ...

Despar Pet Aranciata 20/09/2012

discreta alternativa per dissetarsi

Despar Pet Aranciata premessa Come avevo scritto in una vecchia opinione, vicino casa c’è un supermercato Despar, che purtroppo non brilla per convenienza dei prezzi. In ogni caso a volte è necessario andare per prendere prodotti che i discount in zona non hanno e per questo che ultimamente mi sono preso il “vizio” di prendere l’aranciata della Despar, in quanto abbastanza economica rispetto a quelle di altre marche più conosciute. l’aranciata Il prodotto si presenta nel classico formato in Pet da mezzo litro. Impugnatura comoda e antiscivolo che non guasta. È una bevanda analcolica al gusto arancia, la percentuale di quest’ultima è intorno al 12%. Nell’etichetta troviamo anche il suggerimento di consumare il prodotto freddo, cosa che consiglio vivamente anche io. Ultima nota: non ci sono coloranti aggiunti. prova palato Io la bevo fredda. Devo dire che è discretamente dissetante anche perché non la considero eccessivamente zuccherata e per questo si lascia bere molto bene. Ovviamente rimane il fatto che la percentuale di arancia è davvero scarsa, infatti anche chiamarla aranciata è un esagerazione, nulla a che vedere con una spremuta di arance fresche. In ogni caso è una discreta alternativa a bibite più glamour e costose letteralmente sature di zuccheri, che ricordo provoca assuefazione! Consigliata.

Tecnologia Skype 04/07/2012

il telefono del futuro

Tecnologia Skype premessa La spesa telefonica spesso può rappresentare un problema. Districarsi tra mille offerte con diecimila postille da leggere risulta fastidioso. Questo vale sia per telefonia fissa che per quella mobile. Scegliere un contratto, sottoscrivere una tariffa o attivare una promozione richiede ormai un paio di Master in ingegneria nel cassetto. Una parziale risposta di semplificazione può essere rappresentata da Skype. il prodotto Skype è un applicazione che si scarica e installa nel pc gratuitamente. Appena finita la fase di installazione si può cominciare ad utilizzarlo. Consiglio solamente delle cuffie comode con microfono incorporato. La schermata è divisa in due parti, a sinistra l’elenco dei nostri contatti con relativo “stato”, cosi come accade normalmente per la chat. A destra la chat. Possiamo usare questo programma come un prodotto di messaggistica e quindi chattare senza limiti con i nostri amici e parenti o avviare chat di gruppo e cosi via. Possiamo anche utilizzare il programma come telefono e quindi contattare in privato una persona o avviare chiamate di gruppo. In questo caso l’uso di cuffie e microfono rendono l’esperienza più confortevole, infatti senza questi dispostivi può capitare che la ricezione e la trasmissione siano sporcate. Infine possiamo usare il programma anche come video chat. Anche in questo caso sia in modo privato che di gruppo. Possiamo bloccar e segnalare utenti e cancellare messaggi inviati o ricevuti. Inoltre nelle impostazioni ...

Nivea Fluida Corpo Nutriente Rich Sensation 22/06/2012

una crema valida

Nivea Fluida Corpo Nutriente Rich Sensation premessa Ho comprato questa crema non più di un mese e mezzo fa. E’ stato uno di quei acquisti last minute in cui non c’era modo di poter scegliere o andare in più negozi. Ero stato molto al sole e mi ero scottato il braccio sinistro, per alleviare il rossore e la secchezza della pelle non avevo nulla in casa. Per farla breve sono dovuto andare in uno di quei negozietti che ci sono a Roma in cui c’è un po’ di tutto, e cosi ho trovato questa crema, l’ho acquistata con serenità perché è una marca di cui mi fido. la crema Confezione da 400ml, blu scura. Crema fluido corpo nutriente per pelle secche. La mia non lo è, ma per quella scottatura andava temporaneamente bene. Leggendo la confezione si nota l’aggiunta di olio di mandorla e la garanzia di una copertura di 24 ore. Nel retro si trova l’indicazione di riciclare la confezione. Inoltre c’è l’indicazione di non usare il prodotto oltre i 12 mesi dalla prima apertura. opinione Una crema molto vellutata e soffice. Al contatto con la pelle la sensazione è di freschezza e immediato benessere. Pur non essendo specifica per irritazioni solari ho trovato un immediato beneficio dal suo utilizzo già dal primo giorno. Ora la sto usando per le mani, infatti, dopo aver lavato i piatti ho sempre la pelle molto secca. Pur non essendo grassa come crema, mi da sempre quella sensazione di bagnato che non sopporto, ma essendo minima c’è la fortuna che svanisce in pochi minuti. La consiglio.
Visualizza altre opinioni Torna sopra