Condividi questa pagina su

oro Status oro (Livello 9/10)

stefy1970

stefy1970

Autori che si fidano di me: 328 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Il mio blog sui viaggi www.girovagandoconstefania.it

Opinioni scritte

dal 01/03/2006

2576

Matera e Basilicata (Francesca Filippi) 20/08/2017

La mia guida di Matera

Matera e Basilicata (Francesca Filippi) In previsione dei viaggi che avremo fatto questa estate il mio fidanzato mi ha regalato diverse guide di viaggi e tra queste Matera e Basilicata della Lonely Planet. Per le guide almeno per ora mi trovo bene con la versione cartacea da sfogliare che è utile anche durante il viaggio per vedere le mappe. LA GUIDA LONELY In casa ho diverse guide della Lonely Planet che in passato mi sono servite per cercare informazioni sulle cose da vedere nelle varie città e che mi hanno fatto sognare viaggi che però non ho ancora fatto!! Questa guida ha quasi 200 pagine ed è dedicata alla regione Basilicata anche se poi a me è servita solo la sezione dedicata alla città di Matera, città nella quale ho soggiornato due notti. Nelle prime pagine ci sono belle foto dei posti più interessanti da vedere e le indicazioni delle festività nei vari mesi dell'anno, cosa gradita se si volesse andare in una particolare occasione. Ad esempio noi siamo andati via proprio il giorno prima della festa della transumanza che ci sarebbe piaciuto vedere. La guida ha due macrosezioni dedicate alle due province lucane e quella di Potenza l'ho solo guardata un po' leggendo invece con attenzione la parte dedicata a Matera e dintorni. Qui viene proposto un itinerario di 4 giorni ma noi ne avevamo solo uno e mezzo perciò abbiamo ristretto i nostri interessi alla città ed al trekking. Le pagine dedicate alle cose da vedere ...

Ristorante La Nuova Spezia, La Spezia 18/08/2017

Per mangiare piatti a base di pesce

Ristorante La Nuova Spezia, La Spezia Sono stata diverse volte a mangiare al ristorante La Nuova Spezia che come dice il nome stesso si trova nella città ligure praticamente in centro. Si affaccia su una via molto trafficata ma avendo tavoli solo all'interno è tranquillo e non si sentono rumori provenire dal fuori. Nelle vicinanze la sera si trova parcheggio mentre di giorno è un po' difficile. IL LOCALE Il locale ha due ampie sale decorate con motivi marinareschi; dipinti, polene e stemmi. L'ambiente è molto carino nella sua semplicità e richiama all'offerta culinaria prevalentemente a base di pesce. Visto che è spesso pieno è bene prenotare almeno il giorno prima. IL MENU Il locale propone un'ampia scelta di piatti principalmente a base di pesce. L'antipasto di mare è molto abbondante ed una porzione va bene per due persone! I primi sono tutti a base di pesce e sono di ottima qualità. I secondi sono a base di pesce o di carne. leggendo il menù si può vedere quali siano fatti con ingredienti freschi e quali con ingredienti congelati come la frittura. Si può scegliere il pescato del giorno per avere pesce fresco cotto al momento. In questo caso è bene appena arrivati scegliere il pesce che così viene cotto mentre vengono serviti antipasti e primi. Alla fine c'è una selezione di dolci da scegliere anch'essi di buona qualità. IL MIO PARERE Il conto è nella media, intorno ai 25 euro a persona, e quindi non certo caro se confrontato a ...

Lago di Bauxite, Otranto 16/08/2017

Stupendi colori

Lago di Bauxite, Otranto Durante il mio viaggio in Puglia dello scorso giugno nei dintorni di Otranto sono andata a vedere il lago di bauxite. Per la verità il mio fidanzato non era molto propenso alla visita perché riteneva non ne valesse la pena ma trovandosi lungo la strada che stavamo percorrendo abbiamo fatto una breve sosta. Dalla strada provinciale 87 che da Otranto porta verso sud si fa una breve deviazione ed in pochi minuti si arriva ad uno sterrato dove si parcheggia l'auto. In un paio di minuti di cammino si arrivati allo spettacolare laghetto con colori bellissimi. Sino al 1976 qui c'era una cava di bauxite, un minerale di colore usato per fare l'alluminio, ed ora il posto è diventato meta di turisti che vogliono ammirare uno scenario particolare. Il lago ha acque verdastre mentre le pareti attorno assumono tante colorazioni rossastre che contrastano col verde della vegetazione. Ho fatto tante foto di questo posto e penso che i suoi colori siano meravigliosi e perciò merita una visita. Anche il mio fidanzato si è convinto, dopo averlo visto, che sia un posto da vedere. Durante la nostra visita di una ventina di minuti totali abbiamo visto parecchi turisti, tutti stranieri, segno che piace questo luogo! Certo il laghetto non si è formato in maniera naturale ma resta comunque uno spettacolo della natura vedere la terra rossastra offrire tante sfumature di colore. Mi ha ricordato un po' ...

Lost in Translation 14/08/2017

Sentirsi soli a Tokyo

Lost in Translation Lost in Traslation è un film che risale al 2003 ma sino ad ora non avevo mai visto seppure fossi attratta da questo titolo che mi faceva pensare ai viaggi, la mia grande passione. Il film ha vinto l'oscar per la miglior sceneggiatura originale di Sofia Coppola che è anche la regista. LA TRAMA Bob Harris (Bill Murray) è un attore che ormai in fase di declino fa spot pubblicitari e proprio per girarne uno sul whisky si ritrova a Tokyo. Non conoscendo la lingua c'è sempre un interprete che traduce per lui le indicazioni del regista ma ha l'impressione che non tutto venga riferito nel giusto modo. L'uomo ha nostalgia di casa e della moglie che nelle telefonate non sembra troppo affettuosa. Una sera nel bar dell'hotel conosce la giovane Charlotte (Scarlett Johansson) che è lì col marito sposato da poco. Lui fa il fotografo ed è molto impegnato dal lavoro tanto da trascurarla e lei si sente sola. Così Bob e Charlotte parlano molto, si confidano, escono assieme, frequentano locali ed altre persone. Tra i due sembra nata un'intimità come può nascere tra due persone che si comprendono a vicenda. LA MIA OPINIONE Pensavo che il film fosse molto diverso ma ho apprezzato l'interpretazione dei due attori che sono perfetti nella parte. Sembra impossibile che il marito trascuri la bella e sexy giovane moglie eppure è così! Sia lui sia la moglie di Bob sembrano non badare ai sentimenti altrui e pensare solo a se stessi! Vedere i due ...

Quattro Minuti (Chris Kraus - Germ 2006) 12/08/2017

Omaggio al talento musicale

Quattro Minuti (Chris Kraus - Germ 2006) Avendo l'abbonamento a Netflix ogni tanto guardo sul mio notebook qualche serie tv o qualche film e cercando titoli premiati mi sono imbattuta in Quattro minuti. Il film tedesco del 2006 ha per titolo appunto i 4 minuti con concessi a chi si presenta al concorso per pianisti debuttanti ed infatti possiamo dire che la musica sia la protagonista. LA TRAMA L'anziana Traude Krüger (Monica Bleibtreu) insegna musica nel carcere di Luckau. La donna è parecchio intransigente ma quando vede il talento della detenuta Jenny von Loeben (Hannah Herzsprung) cerca di raffinare le sue doti e di indirizzarla a suonare la musica classica per presentarsi al concorso per giovani debuttanti. Le due donne così diverse hanno un passato triste. La prima in gioventù, nel periodo nazista, ha dovuto nascondere un amore inconfessabile ma intuibile dai flashback. La seconda è in carcere per omicidio ma dietro i suoi atteggiamenti violenti si nasconde un passato di violenze subite. LA MIA OPINIONE Quando ho cliccato per la visione mi sono accorta che il film era in lingua originale perciò me lo sono gustato in lingua tedesca coi sottotitoli, perché altrimenti non avrei capito nulla, apprezzando maggiormente le interpretazioni delle due attrici protagoniste. In quel carcere che un tempo era una prigione delle SS si snoda la storia che racconta come una ragazza possa avere doti straordinarie nella musica. La Kruger non sembra molto simpatica ...

Il grido della mantide (Lynda La Plante) 11/08/2017

Una vittima celebre

Il grido della mantide (Lynda La Plante) Ho proseguito la lettura dei libri gialli di Lynda La Plante con Il grido della mantide che ha come titolo originale Silent Scream. LA TRAMA Il libro giallo è ambientato a Londra ed ha per protagonista l'ispettrice Anna Travis che questa volta deve indagare su un omicidio nel mondo del cinema. La giovane attrice Amanda Delany viene trovata morta accoltellata nella sua nuova casa. La ragazza è bellissima ma il suo corpo rivela segni di una vita sregolata e forse infelice. Era comparsa spesso sui giornali per i suoi amori con attori famosi che sono ora i principali sospettati. Amanda proviene da una famiglia facoltosa ma per anni ha vissuto con altri ragazzi in uno squallido appartamento finché il successo non l'ha portata ad avere contratti milionari. Proprio la sua amica Jennie Baie le invidiava il successo perché all'inizio della carriera le aveva soffiata propria la parte che la rese celebre. Anna si ritrova a lavorare nuovamente con Langton che era stato il suo compagno ma che ora è tornato con la ex moglie con la quale ha un figlio. IL MIO PARERE Questa volta l'autrice lascia gli ambienti più degradati nei quali aveva ambientato i romanzi precedenti per portarci nel mondo del cinema e delle star di successo. La vittima è una ragazza fragile che ha avuto un'infanzia non certo felice come si verrà a sapere ed infatti i suoi problemi con le droghe si possono ricondurre lì. La sua paura di addormentarsi è segno che qualcosa in lei non va e vedere come i genitori siano ...

Grotte di Castellana, Castellana Grotte 08/08/2017

Bellissime grotte

Grotte di Castellana, Castellana Grotte Durante il mio viaggio in Puglia ho visitato le grotte di Castellana facendo l'itinerario completo di due ore. Le grotte si trovano alla periferia del paese e c'è un grande parcheggio a pagamento nel quale a 3 euro si può lasciare l'auto tutto il giorno. Alla biglietteria si paga l'entrata, attualmente costa 16 euro, e poi ci si mette in coda per accedere alle grotte nell'orario prescelto. Consiglio di guardare sul sito ufficiale gli orari aggiornati delle visite prima di andare ma tranquilli che una volta fatto il biglietto si entra anche se c'è tanta gente. Infatti i visitatori vengono divisi in gruppi di 30 ed assegnati ad una guida che spiegherà l'origine delle grotte e darà molte informazioni su ciò che si vedrà. LA VISITA Si scende una lunga scalinata sino ad arrivare alla Sala delle Grave che è l'unica con accesso all'esterno infatti in alto si può vedere la luce! Questa sala è la più grande visto che misura circa 100 metri per 50 ed è alta 60 metri. Si notano grandi figure chiamate ciclopi che in realtà sono stalagmiti formati nel corso dei millenni. Qui si nota anche molto muschio dovuto alla luce mentre nelle altre sale si vede solo in prossimità delle luci artificiali. Questa è l'unica zona nella quale è consentito fare fotografie. Il percorso di visita è lungo 1 chilometro e mezzo ed arriva nella Grotta bianca che è chiamata così per la presenza di alabastro che rende candide le pareti e le stalattiti che sembrano quasi trasparenti. Poi si ritorna indietro ...

Alberobello 05/08/2017

Semplicemente bellissima

Alberobello Quando stavo organizzando l'itinerario del mio viaggio in Puglia una delle prime cose che ho messo in lista è stata la visita di Alberobello. I trulli hanno un fascino particolare e non vedevo l'ora di vederli da vicino e di ammirare la cittadina in tutta la sua bellezza. Sono arrivata ad Alberobello passando nelle bellissime campagne pugliesi dove crescono magnifici ulivi. E' un piacere percorrere quelle strade delle Valle d'Itria ammirando alberi secolari. Lasciata l'auto in un parcheggio gratuito mi sono diretta verso il centro del paese cercando di capire dove fossero i trulli. Dapprima ho visitato la zona alta vicino alla basilica di SS. Medici dove ci sono diverse viuzze coi trulli che arrivano al Trullo Sovrano divenuto monumento nazionale nel 1930. Questo trullo è un po' diverso dagli altri che poi vedrò perché realizzato usando anche la malta ed ha ben 12 stanze alcune al piano superiore. Qui ci sono diversi negozietti ricavati dentro ai trulli e golosa come sono non ho potuto fare a meno di comprare i taralli, poi nel Salento ho scoperto la versione dolce dei taralli che sono una delizia!!! Lasciata questa parte di Alberobello passando per una via pedonale mi sono ritrovata sulla terrazza panoramica che offre una visione d'insieme del Rione Monti con le tante strade che salgono verso la ...

Donne senza uomini (S. Neshat - Germania 2009) 01/08/2017

Noia totale

Donne senza uomini (S. Neshat - Germania 2009) Grazie a Netflix ho un ampio catalogo di film da vedere ma tolti quelli che ho già visto al cinema o in DVD e quelli che già dal titolo appaiono pessimi la cerchia si restringe. A me piacciono i film d'autore, indipendenti e che raccontano storie di altri Paesi e perciò senza aver letto nulla prima ho guardato Donne senza uomini. Il film franco-iraniano è ambientato nell'Iran degli anni '50 e precisamente nel '53 quando ci fu un colpo di stato, ben visto dai servizi segreti Anglo-Americani, scacciò l'uomo eletto dal popolo in favore dello Scià Mohammad Reza Pahlavi. Le protagoniste sono 4 donne molto diverse tra loro ma le cui storie s'intrecciano. LA STORIA Fakhri è una cinquantenne sposata con un generale ma molto insoddisfatta del matrimonio per cui decide di acquistare una casa con un grande giardino lontano dalla città. Lei sembra una donna emancipata e libera. Munis è praticamente segregata dal fratello, molto religioso, tra le mura di casa ed ascolta con avidità ciò che succede fuori grazie alla radio. la va a trovare solo l'amica Faezeh che è innamorata proprio del fratello che però si sta per sposare con un'altra donna. La quarta donna è la prostituta Zarin che scappa dalla casa di tolleranza per rifugiarsi proprio nella casa di Fakri dove si ritrovano tutte. Per la verità Munis si è suicidata gettandosi dal tetto di casa ma l'amica la sente bisbigliare e la disotterra! LA MIA OPINIONE Mi aspettavo una ...

La La Land (D. Chazelle - USA, 2016) 28/07/2017

E se...

La La Land (D. Chazelle - USA, 2016) Ieri sera all'arena estiva ho recuperato la visione del film La La Land che mi ero persa la scorsa stagione. Ero tanto curiosa di vedere questo film che è stato protagonista di una gaffe alla cerimonia degli Oscar. Il film aveva ricevuto 14 nominations ma ha vinto solo, si fa per dire, 6 statuette: miglior attrice protagonista, miglior regista, miglior scenografia, miglior fotografia, miglior colonna sonora, miglior canzona originale. LA TRAMA I protagonisti del film musicale sono l'aspirante attrice Mia (Emma Stone) che tra un provino e l'altro lavoro alla caffetteria della Warner vedendo passare da lì attori famosi e Sebastian (Ryan Gosling) un bravo pianista jazz che vorrebbe aprire un suo locale. I due s'incontrano casualmente varie volte finché capiscono di essere innamorati ed iniziano a convivere continuando a sognare di realizzarsi. Sebastian ad un certo punto decide di accettare la proposta della band guidata da Keith e di suonare jazz mescolato a musica elettronica per avere una certa stabilità economica. Questo però lo porta in tournee lontano da Mia. Mia è molto scoraggiata e dopo l'ennesimo provino fallito decide di rinunciare a diventare attrice ma quando questo accade sembra che si possano aprire nuove opportunità. LA MIA OPINIONE Non ho voluto svelare tanto della trama per non rovinare la visione del film che mi è piaciuto considerato che non amo i film musicali ma qui le ...

Gallipoli 26/07/2017

Bel centro storico

Gallipoli Durante il mio ultimo viaggio sono stata quasi un giorno intero a Gallipoli che ho trovato davvero bella. La mattina sono stata la mare a Baia verde che si trova a sud della cittadina. Qui il mare è cristallino ed è stato un piacere nuotare nelle sue acque che sono poco profonde e perciò adatte anche ai bimbi. La spiaggia è di sabbia molto fine che non è la mia preferita perché per qualche ragione mi ritrovo sempre cosparsa di sabbia! Solo io perché il mio fidanzato non ne aveva addosso!! Io sono andata ad inizio giugno e perciò ho trovato parcheggio gratuito mentre ho letto sui cartelli che sarebbe stato a pagamento dalla metà del mese ed anzi dove ho messo l'auto c'è proprio una zona ZTL riservata ai residenti e perciò inaccessibile! Nel primo pomeriggio sono andata verso il centro storico di Gallipoli ed anche qui ho trovato parcheggio gratuito poco distante. Il centro storico si sviluppa su un promontorio che si protende verso il mare ed è racchiuso da una cinta muraria che serviva da protezione dai pirati. Accanto al ponte di accesso c'è il bel castello aragonese (visibile nella foto in alto tratta dal mio blog). La prima cosa che ho notato girovagando per il centro è che ci sono tantissimi ristoranti a prezzi modici! Noi nei dintorni di Otranto avevamo trovato solo ristoranti abbastanza costosi. E' un piacere passeggiare per le ...

Taglio netto (Lynda La Plante) 19/07/2017

Clean Cut

Taglio netto (Lynda La Plante) La lettura della serie che vede protagonista la detective Anna Travis è proseguita con Taglio netto che risale al 2007. LA TRAMA Anna convive con l'ispettore capo Jimmy Langton e perciò non lavorano più assieme. Per la verità lui ha tenuto il suo vecchio appartamento e tra loro le cose non sono proprio idilliache perché lui è disordinato e non si preoccupa delle faccende casalinghe banali come buttare la spazzatura o fare il bucato. Capita anche che non l'avvisi se farà tardi e decida di andare a dormire nel suo appartamento. Lei è decisa a parlare di tutto questo quando riceve una telefonata che l'avvisa che Langton è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale. Non morirà ma la riabilitazione sarà lunga ed Anna lo sostiene in tutto. Langton soffre tantissimo ma la sua voglia di tornare al lavoro è tanta che non esista a prendere dosi massicce di antidolorifici e le cose con Anna cambiano. Intanto Anna si occupa dell'omicidio di una bibliotecaria ed il sospettato sembra legato al caso di Langton. Per gli investigatori sarà un lavoro difficile perché molte storie s'intrecciano e l'ambiente nel quale devono indagare porterà alla luce violenze anche su bambini. LA MIA RECENSIONE Rispetto ad altri romanzi polizieschi della La Plante questo mi è sembrato meno cruento anche se le violenze raccontate sono sempre tante ma le scene descritte sono meno esplicite. Come al solito l'autrice ambienta i suoi romanzi in ambienti difficili ma questa volta niente prostitute ma ...

saal-digital.it 05/07/2017

Per le stampe online

saal-digital.it Un paio di mesi fa ho ricevuto in omaggio da saal-digital.it un buono sconto da utilizzare per la realizzazione di un fotolibro ed al rientro dalle mie vacanze è venuto il momento di usufruirne. IL SITO Il sito tedesco è specializzato nella stampe online di tutta una serie di prodotti: fotografie, fotoquadri, fotolibri... di materiali e dimensioni diverse. Si può andare direttamente sul sito a curiosare tra i loro prodotti oppure scaricare il software che permette di realizzare il proprio progetto personale rapidamente. IL SOFTWARE Il software è molto leggero ed occupa solo 3,93 MB di memoria sul pc. Una volta aperto si vede il catalogo coi prodotti ed i relativi prezzi e si può iniziare a realizzare il proprio progetto che può essere salvato. Una volta salvato si può aprire ed apportare modifiche. Una volta terminata la composizione si procede al pagamento inserendo l'eventuale codice sconto. Le spese di consegna per il fotolibro sono di 5,95 euro e credo che sia uguali per la maggior parte dei prodotti. Una volta fatto il pagamento il progetto viene caricato sul sito, con un lasso di tempo che dipende dalla propria connessione Internet, e poi spedito a casa in pochi giorni. La consegna avviene tramite corriere DHL. IL FOTOLIBRO Io dovevo realizzare un fotolibro e perciò ho scelto il formato rettangolare da 28x19 e con 26 pagine. La copertina che ho scelto è rigida e lucida ma si può optare ...

Masseria Bosco Di Makyva, Borgagne 03/07/2017

In mezzo agli ulivi e vicino alle spiagge

Masseria Bosco Di Makyva, Borgagne Nella Masseria Bosco di Makyva ho soggiornato ben 3 notti durante la recente vacanza tra Puglia e Basilicata. Ho scelto questa struttura prenotata su hotels.com per il rapporto qualità/prezzo e per la vicinanza alla spiaggia di Torre dell'Orso e per la sua posizione strategica per visitare il Salento. LA POSIZIONE La Masseria si trova in mezzo alla campagna nel comune di Melendugno e viene indicato come indirizzo Borgagne ma il paese non è vicinissimo. A soli 6 chilometri ci sono le spiagge di Sant'Andrea e di Torre dell'Orso. A soli 15 chilometri si arriva ad Otranto che è una cittadina bellissima. Avevo letto che non era facile da trovare ma non è così perché sulla strada SP148 sono presenti cartelli, illuminati la sera, che indicano il bivio. Percorrendo una stretta stradina di campagna si arriva alla masseria che è dotata di un grande parcheggio. La sera dopo le 11 viene chiuso il cancello ma gli ospiti hanno la chiave per aprirlo! LA MASSERIA Una parte della struttura si vede come sia l'antica masseria mentre quella nuova e dall'architettura fin troppo moderna ospita le camere su due piani. Ogni camera ha il balcone oppure il giardino e tavolino e sedie per stare fuori la sera. Il personale alla reception è molto cortese ed a richiesta fornisce la password per l'accesso all'WI-FI per 8 ore di traffico che può essere prorogato sempre gratuitamente. Il segnale prende bene sia in camera sia nelle aree comuni e devo dire che la linea è abbastanza veloce anche a carica ...

Barion Hotel, Mola di Bari 01/07/2017

Un hotel di passaggio

Barion Hotel, Mola di Bari Durante il mio recente viaggio in Puglia ho soggiornato la prima notte all'hotel Barion di Mola di Bari che ho scelto perché abbastanza vicino all'aeroporto dove sono atterrata in tarda serata. Sono arrivata in hotel intorno alle 22.30 ma avevo mandato email per avvertirli senza ricevere risposta e perciò avevo pure telefonato! DOVE SI TROVA L'hotel si trova lungo la strada statale 16 per Brindisi a circa 15 chilometri da Bari ed a un paio di chilometri da Mola di Bari. Si trova facilmente perché da distante di vede l'insegna e lungo la strada c'è un distributore dal piazzale del quale si accede al parcheggio dell'hotel. In basso c'è il parcheggio dei bus mentre facendo una leggera salita si arriva a quello delle auto dove ci sono anche posti coperti. LA RECEPTION L'hotel ha davanti una veranda con tavolini e quindi si accede alla luminosa reception dove ci sono diversi divani. All'arrivo aabiamo trovato un receptionist non molto cordiale ma nulla da dire è stato professionale ed abbastanza cortese nell'indicarci come arrivare a Mola di Bari. Per la verità non abbiamo poi preso la strada giusta ed abbiamo dovuto andare avanti lungo la SS16 per alcuni chilometri e poi girare e tornare indietro, colpa anche del navigatore! L'operazione di check-in è stata veloce e pure quella di check-out la mattina successiva quando c'era una ragazza più cordiale. LA CAMERA Avevo prenotato una camera matrimoniale che ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra