Condividi questa pagina su

oro Status oro (Livello 9/10)

stefy1970

stefy1970

Autori che si fidano di me: 325 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

Il mio blog sui viaggi www.girovagandoconstefania.it

Opinioni scritte

dal 01/03/2006

2548

Puglia. Il Gargano e le isole Tremiti. Bari, Lecce e il Salento. Valle d'Itria, Murge e gravine. Con guida alle informazioni pratiche 25/04/2017

Guida per conoscere la Puglia

Puglia. Il Gargano e le isole Tremiti. Bari, Lecce e il Salento. Valle d'Itria, Murge e gravine. Con guida alle informazioni pratiche Visto che tra poco più di un mese andrò per la prima volta in Puglia il mio fidanzato mi ha regalato Puglia un delle guide verdi del Touring. La mia edizione è del 2015 ed è anche l'unica guida del Touring che abbia mai letto. In genere per organizzare i miei viaggi cerco informazioni online e poi scarico mappe e quanto ritengo possa servirmi durante il viaggio ma devo dire che leggere qualcosa in formato cartaceo per me è sempre un piacere. LA GUIDA PUGLIA DEL TOURING La guida ha quasi 200 pagine ed è correlata da una guida con informazioni pratiche di circa 90 pagine. Le guide versi sono nate negli anni '80 e sono di tipo culturale e propongono tante immagini che tornano utili per vedere i luoghi dei quali si parla. Entrando nel dettaglio la guida in mio possesso è divisa in sezioni che iniziano con Notizie utili ovvero tutte le informazioni da sapere prima di partire. Sono pagine utili ma abbastanza generiche. Molto interessanti sono le pagine dedicate al territorio, alla storia ed alla cultura in moda da avere in poche pagine informazioni su queste tematiche. Iniziano poi gli itinerari di visita così suddivisi: - Bari - La terra di Bari ovvero la costa a sud della città, l'entroterra, l'altopiano delle Murge-- Foggia, l'alto Tavoliere, i monti Dauri - Il Gargano, l'entroterra garganico - le isole tremiti - Taranto e la costa ionica - La Valle d'Itria che è compresa tra più ...

I Provenzali Bio Balsamo Labbra Vegetale all'Olio di Argan 22/04/2017

Per le labbra secche

I Provenzali Bio Balsamo Labbra Vegetale all'Olio di Argan All'inizio dell'anno mi erano venute le labbra molto secche ed ho trovato un rimedio nel balsamo labbra biologico vegetale all'olio di argan prodotto da I Provenzali. Da solo non fa certo miracoli perché in caso di clima particolarmente secco è necessario anche bere molta più acqua per dare idratazione alla pelle ed alle labbra. Ho scelto questo balsamo labbra perché contiene 100% di ingredienti naturali e di origine naturale e sono pure biologici. Anche il profumo è 1000% naturale e questa è una novità perché in genere non è specificato nulla al riguardo. Guardando l'inci non si capirebbe perché appare la solita denominazione Parfum. IL BALSAMO LABBRA Il balsamo labbra I Provenzali è contenuti nel classico stick da 5,7 ml che è risulta molto pratico da usare. Non ricordo il prezzo ma era mediamente più alto di altri prodotti simili ma non certamente naturali né tanto meno biologici. Il balsamo risulta molto piacevole da usare ed è morbido. Appena applicato si sentono le labbra leggermente untuose e col passare del tempo le si sente sempre idratate. LA MIA ESPERIENZA Mi è da subito piaciuto questo balsamo labbra perché lascia le labbra idratate a lungo o meglio in un lasso di tempo variabile a seconda del grado di secchezza. Nel periodo che avevo le labbra secchissime e pure attorno alla bocca avevo la pelle secche l'effetto durava poco e dovevo continuamente applicarlo mentre ora se lo uso ...

Ho sposato un deficiente. Dietro ogni uomo c'è sempre una donna che alza gli occhi al cielo (Carla Signoris) 15/04/2017

Molti luoghi comuni

Ho sposato un deficiente. Dietro ogni uomo c'è sempre una donna che alza gli occhi al cielo (Carla Signoris) Mi è capitato per le mani Ho sposato un deficiente e l'ho letto senza sapere nulla dell'autrice che ho scoperto essere un'attrice comica. Per la verità il nome di diceva qualcosa ed ho pure visto qualche suo film ma non l'ho mai vista dei programmi comici in tv, conosco invece sul marito Maurizio Crozza che è un comico che mi piace. Già dal titolo mi aspettavo di leggere una storia divertente ed è infatti riesce a strappare numerose risate ma alla lunga le vicende raccontate sembrano ripetitive ed i troppi luoghi comuni non ne fanno una lettura molto originale. La protagonista del libro è una donna sposata che ha due figli ed in ogni capitolo racconta la vita familiare e soprattutto il suo rapporto col marito nel quale molte donne penso possano riconoscere il proprio! Gli uomini si sa hanno più paura delle donne delle malattie e non sopportano il dolore perciò con qualche linea di febbre si vedono moribondi mentre le donne con la febbre a 38 spesso continuano ad occuparsi dei figli! Nei vari capitoli si susseguono le esilaranti gag familiari nelle quali lei sta ad ascoltare il marito che è una contraddizione unica. Mi piace l'idea che lui voglia che i figli abbiano un'infarinatura di tutto per poter scegliere ciò che preferiscono ma alla fine diventa troppo impegnativo per tutti fare sport, musica ecc... ho capito che mio marito non può elaborare più di un pensiero al giorno Questa è la frase ...

Doppia identità (Peter James) 14/04/2017

Omicidi e soldi

Doppia identità (Peter James) Tra i tanti romanzi thriller che mi sono stati regalati in formato e-book c'è Doppia identità (Dead Man’s Footsteps) che ho finito di leggere qualche settimana fa. Cercando online ho visto che attualmente è di difficile reperibilità ed è un peccato perché l'ho trovato molto bello e ricco di colpi di scena. Il romanzo è ambientato in due tempi diversi ovvero nel 2001 all'epoca della tragedia delle Torri Gemelli e nel 2007. Nella New York del settembre 2001 vediamo l'inglese Ronnie Wilson scampare alla strage ed approfittare della situazione per farsi credere morto visto che è in guai finanziari. Nel 2007 il sovraintendente della polizia di Brighton Roy Grace deve indagare sul ritrovamento di un corpo di una donna che si scoprirà essere la prima moglie di Wilson. Anche la seconda moglie si presume morta suicida su un traghetto ma il suo corpo non è mai stato ritrovato. Compare anche Abby Dawson una giovane molto spaventata da qualcuno che dall'Australia è tornata in patria. Grace indaga ma pensa sempre a sua moglie scomparsa da anni ed il collega Cassian Pewe sospetta che lui possa essere implicato. COSA NE PENSO Mi è piaciuta molto la storia perché i personaggi sono presentati molto bene ed ognuno di essi nasconde qualcosa tanto che sino alla fine non si capirà come siano legati tra loro. In alcuni punti è molto realistico come quando viene narrata la distruzione delle torri in tutto il suo ...

The Pokémon Company Pokémon GO (iOS/Android) 07/04/2017

Provato per curiosità

The Pokémon Company Pokémon GO (iOS/Android) Ho scaricato sul mio smartphone il gioco Pokemon GO per curiosità perché tutti ne parlavano e volevo vedere come fosse in realtà. Il gioco è gratuito ed occupa uno spazio di 296 MB in memoria. Per funzionare correttamente bisogna tenere acceso il GPS e perciò è un dispendio considerevole anche di batteria. COME SI GIOCA Una volta registrati si sceglie un nickname e si personalizza il nostro personaggio con abiti, occhiali, cappello, guanti ecc... In pratica lo si veste come vogliamo. A questo punto grazie al gps vediamo sul display il luogo dove ci troviamo e partiamo alla ricerca dei Pokemon. Quando ne vediamo uno possiamo catturalo lanciando le palline rosse chiamate Poké Ball. Quasi sempre ci sono riuscita ma in un caso lanciando oltre 20 palline mi è sempre scappato via!!! Finora, ma ho giocato veramente poco, ho catturato 11 Pokemon su 250 ed ho raccolto 1 uovo su 9. Il gioco è comunque strano perché ho provato poco fa a giocare e mi ha dato un Pokemon qui in casa!!! Non è la prima volta che mi succede. Guardando sulla mappa si vedono le Palestre che sono luoghi nei quali sfidare i Pokemon di altri giocatori. Bisogna però arrivare a livello 5 per poter partecipare ed io proprio ora sono al livello 4! Sulla mappa si vedono anche i Pokestop che sono posti dove raccogliere le Poké Ball ed altri strumenti. Cliccando sul lato destro della mappa si accede all'elenco dei pokestop nelle vicinanze. Lo scopo del gioco è catturare Pokemon ed andando nella schermata a loro ...

Forever Bright Aloe Vera Toothgel 30/03/2017

Naturale e con tanto aloe

Forever Bright Aloe Vera Toothgel Io uso diversi prodotti che contengono aloe e perciò sono stata ben felice di provare un campione di Forever Bright Aloe Vera Toothgel. Si tratta di un dentifricio in gel che contiene come principale componente l'aloe vera che sappiamo come abbia molte proprietà benefiche: Apparato gastro-intestinale grazie all'azione antibatterica Sistema immunitario Azione antibatterica Azione antivirale Azione antiossidante perché contiene sali minerali e vitamine Azione disintossicante Io a cicli sono solita bere la quantità di succo consigliata ogni mattina e come tutti i rimedi naturali ha controindicazioni, ad esempio non va utilizzato in gravidanza o può avere interazione coi farmaci assunti. IL DENTIFRICIO Il dentifricio è contenuto in un flacone da 130 ml e costa 9,50 euro che sembrano parecchi ma bisogna vedere quali sono i suoi componenti per capire se li valga. E' venduto dall'azienda Forever living sul sito oppure tramite le venditrici e proprio una di loro mi ha omaggiato del campioncino. Il dentifricio è un gel molto verde che ha un buon sapore. Mi aspettavo facesse poca schiuma ed invece ne fa molta. LA MIA ESPERIENZA Come consigliato l'ho utilizzato per spazzolarmi i denti come di abitudine e poi l'ho tenuto in bocca un po' per fare in modo che i suoi principi attivi agissero. Nel frattempo sono rimasta positivamente colpita dal fatto che avesse un sapore così buono perché altre volte ...

Phytorelax Fiori di Bach Bagno Doccia 20/03/2017

Per un bagno rilassante

Phytorelax Fiori di Bach Bagno Doccia Curiosando sugli scaffali di un negozio di una famosa catena di detergenti e cosmesi sono stata attratta dal bagnodoccia Phytorelax ai Fiori di Bach. Mi ha attratto il flacone rettangolare così diverso dagli altri sia nella forma che nel colore marrone. Non conoscevo questo marchio perciò per prima cosa ho guardato l'etichetta e vedendo l'assenza di parabeni, sles, petrolati e coloranti mi sono convinta ad acquistarlo. Il flacone da 500 ml costa se non ricordo male 5-6 euro che è un prezzo abbastanza alto ma volevo provarlo!!! IL BAGNODOCCIA Il bagnodoccia è trasparente ed ha un profumo molto forte dato dalla presenza degli estratti vegetali ma anche dal profumo aggiunto. L'ho utilizzato durante il bagno mettendolo a volte nell'acqua della vasca ed altre volte direttamente sulla spugna come consigliato e devo dire che ha un buon potere detergente e fa la giusta quantità di schiuma. Quando si sta dentro la vasca si viene avvolti dalla sua fragranza che dovrebbe rilassare come è specificato sull'etichetta. Nel complesso lo trovo gradevole ma per i miei gusti è troppo forte mentre io preferisco fragranze più dolci e femminili. Dopo il bagno la pelle è morbida e si sente come non sia stato aggressivo, anzi molto delicato. ANALISI DELL'INCI Visto che uno dei fattori che me lo ha fatto scegliere sono le informazioni riportate sul flacone devo analizzare l'inci per verificare come sia perché ad una prima ...

chili.tv 18/03/2017

Per me è cara

chili.tv A Natale un sito mi ha regalato un buono da 25 euro da utilizzare su chili.tv e perciò mi sono registrata a questo portale per usufruirne. Conoscevo solo di nome chili.tv mentre avevo esperienza di altre piattaforme per la visione di telefilm e film con abbonamento o a noleggio. Non avendo la tv ho utilizzato il mio vecchio netbook per visionare chili.tv, COME FUNZIONA Chili.tv fornisce contenuti video ondemand tramite il loro sito o l'app scaricabile da tutti i maggiori store e perciò si può vedere da smartphone, tablet ecc.. Non esiste un abbonamento mensile ma si paga solo ciò che si vede e per questo potrebbe essere interessante. Esistono due modalità di visione: noleggio ed acquisto che hanno naturalmente prezzi differenti. Oltre che in streaming si possono vedere i contenuti in download perciò quando si vuole dove si vuole senza connessione internet. Ci sono prezzi differenti anche sulla qualità video che va da SD, HD, HD+, UHD. IL CATALOGO Il sito si naviga molto bene e sulla sinistra si sfoglia il catalogo diviso tra prime visioni, film, serie tv, in offerta, consigliati, collezioni, adulti. Inoltre c'è la sezione promozioni dalla quale si può accedere all'elenco dei film che possiamo vedere usando un coupon che magari ci è stato regalato. Vedo ad esempio offerte da parte di Vodafone e Samsung. la mia offerta era sotto la categoria Promo per te così che potevo da questa pagina scegliere i film che potevo ...

La Grande Scommessa (A. McKay - USA 2015) 14/03/2017

Il dietro le quinte della crisi finanziaria del 2007

La Grande Scommessa (A. McKay - USA 2015) Grazie all'abbonamento a Netflix sto guardando tramite l'app del pc diversi telefilm e qualche film recente che mi ero persa al cinema. L'ultimo che ho visto è La grande scommessa che mi era stato largamente consigliato da molti per l'argomento che tratta, Il film racconta il dietro le quinte della crisi finanziaria del 2007-2008 che ha colpito gli States e di conseguenza anche le borse di tutto il mondo. Michael Burry (Christian Bale) fin dal 2005 sospetta che i mutui subprime fossero ad alto rischio e che da un momento all'altro potessero crollare. Così da buon speculatore si accorda con diverse banche per scommettere contro di essi in pratica avrebbe guadagnato se fossero crollati ed avrebbe perso se fossero rimasti a livello di mercato come erano certi le banche. In realtà nessuno si preoccupava di verificare cosa ci fosse realmente dentro quei mutui tanto erano complessi e pure i CDO erano sopravalutati dalle agenzie di rating. L'argomento non è semplice e chi non è addetto ai lavori fatica un po' a capire come è strutturato il mondo finanziario ma si comprende fin troppo bene come tutto sia basato sul niente!! Così passano i mesi ed il momento del crack si avvicina e milioni di famiglie americane perderanno tutto ma si arricchiranno quelli che avevano scommesso il fallimento. Il film è interessante per l'argomento che tratta ma devono piacere questi intrighi finanziari perché altrimenti risulterà noioso. Alla fine della visione ho pensato che fossero poco etiche le ...

Muscat 09/03/2017

La moderna capitale dell'Oman

Muscat L'ultimo giorno del mio viaggio in Oman ho visitato la capitale Muscat avendo l'opportunità di vedere le cose più importanti. Di prima mattina ho visitato la Grande Moschea del Sultano Qaboos che si trova in una zona periferica molto moderna che possiamo definire il quartiere affaristico della città. Sulla costa ci sono anche le spiagge ed alberghi di grande catene occidentali. Tornando alla moschea noi siamo arrivati in auto ed abbiamo parcheggiato nelle vicinanze. L'entrata è dalle 8.30 alle 11.00 perciò bisogna arrivare presto! C' un po' di coda all'ingresso perché le donne devono avere il capo coperto così come le braccia e le maglie devono arrivare sino al polso. Gli uomini indossare avere i pantaloni lunghi. Sono molto severi nel far rispettare questa regola. Appena entrati si vedono i giardini molto curati con tante piante e fiori. Dal cortile interno si accede a diverse sale ma prima è necessario togliersi le scarpe che si possono mettere in appositi scaffali ma tranquilli che qui non ruba nulla nessuno! Una della prima sale che ho visto è quella di preghiera riservata alle donne ma la più bella è la sala principale rivestita di marmi bianchi e grigi e che presenta molti pilastri con archi che sostengono la grandissima cupola. Sul soffitto ci sono anche rivestimenti in legno come nel classico stile omanita. Nella grande sala che può ospitare sino a 20 mila fedeli si trova un immenso tappetto persiano che incredibilmente è un unico pezzo! La sala è molto bella ma ...

Hama AM-100 USB Black 03/03/2017

Economico ed ergonomico

Hama AM-100 USB Black Il mio vecchio mouse dopo diversi anni di utilizzo non rispondeva più bene ai comandi e perciò ho comprato Hama AM 100 non però nella versione nera ma è un grigio/argento. Lo volevo azzurro per adattarsi al mio nuovo portatile ma non c'era! L'ho acquistato scontato a soli 4,99 euro che credo sia un prezzo adeguato alla sua semplicità. IL MOUSE HAMA AM 100 Il mouse come dicevo è di un bel colore grigio argento ed ha al centro la classica rotellina per scorrere ed i due tasti sinistro e destro leggermente incavati che consentono di appoggiare bene le dita per usarli al meglio. PREGI Il mouse ottico è molto ergonomico e già al primo utilizzo l'ho sentito perfetto per la mia mano a differenza del precedente che aveva richiesto diversi giorni di utilizzo per sentirlo bene. E' leggero perciò si muove ben. Ha il cavo molto lungo direi che è un metro e mezzo e perciò è ideale per ogni tipo di pc: dai portatili ai case che devono stare fissi. A me poi torna molto bene visto che il portatile ha solo prese usb sul lato sinistro e devo tenere il mouse a destra!. Va bene per destrimani e mancini come specificato sulla confezione. Costa poco. Appena collegato al pc viene riconosciuto e non occorre installare driver: è plug & play! Va bene per i sistemi operativi Windows Xp, Vista, 7, 8 ed anche il nuovo 10. DIFETTI Per ora non ne ho riscontrati ma ha 800 dpi ovvero la precisione non è molto ...

Il cappotto (Nikolaj Gogol') 01/03/2017

La sfortuna di avere un cappotto nuovo

Il cappotto (Nikolaj Gogol') Non avevo mai letto nulla di Gogol e visto che mi è stato regalato da un'amica un libricino con due suoi racconti ho avuto modo di leggere Il cappotto. Questo breve racconto fa parte dei Racconti di Pietroburgo scritti dall'autore di origini ucraine. Il cappotto risale al 1842 ma leggendolo avrei detto che potesse essere ambientato anche in un'epoca successiva. Il protagonista è Akakij Akakievic che lavora come copiatore presso un ufficio statale. L'uomo è molto ligio al lavoro e non ha altri interessi. In ufficio è spesso deriso dai colleghi ma a lui non importa. Egli è povero ed ormai la vecchia palandrana che indossa è lisa ed il sarto perciò cuce un bel cappotto nuovo. Purtroppo deve spendere tutti i suoi risparmi ma deve per forza combattere il gelo invernale! Col nuovo cappotto acquista rispetto dai colleghi ma questo sarà anche la sua rovina. Ho trovato il racconto molto attuale perché in ogni epoca ed ogni regione c'è chi si burla dei più deboli senza mostrare rispetto per gli altri. Non dobbiamo certo essere tutti uguali e l'apparenza poi non è tutto. Perché col nuovo cappotto Akakij dovrebbe essere più interessante? Lui stesso però cede alla voglia di essere rispettato quando accetta l'invito per una serata mondana quando non era interessato. Nel racconto si vede come le persone umili vengano trattate con poco rispetto persino dalla polizia! Non svelo come va a ...

È Solo la Fine del Mondo (X. Dolan - Francia 2016) 22/02/2017

Noioso

È Solo la Fine del Mondo (X. Dolan - Francia 2016) Pù di un mese fa ho visto al cinema E' solo la fine del mondo che avevo scelto un po' per caso. Infatti quella sera dovevo andare a cena fuori col mio fidanzato e prima abbiamo pensato di andare al cinema dove io vado di solito perché ho la tessera soci e davano questo film. Avevo letto recensioni negative ma non bado più di tanto ai giudizi della critica! Il film franco-canadese, tratto da un'opera teatrale, ha per protagonista il giovane Louis (Gaspard Ulliel) che torna a casa dalla sua famiglia dopo 12 anni con l'intenzione di dire loro che presto morirà. L'accoglienza non è delle più calorose e si avverte molta tensione tra i familiari che sembra quasi estranei. Il fratello Antoine (Vincent Cassel) è molto scontroso e manifesta molto apertamente di non gradire la visita di Louis. Molto più socievole è sua moglie Catherine che non lo aveva mai conosciuto. La sorella Suzanne praticamente non ha ricordi di lui e vuole recuperare i momenti persi e si capisce come le sia mancato e come la sua forma di ribellione sia il desiderio di essere un po' come lui. La madre Martine è una donna che bada molto all'apparenza ma dimostra poco amore per i figli. Il pranzo domenicale si rivela disastroso perché in un film troppo ricco di dialoghi questi sono vacui considerato che se non si vedevano da molti anni avrebbero avuto tante cose da raccontare. Il film vuole affrontare la mancanza di dialogo in famiglia ed infatti non basta parlarsi ma bisogna esprimere i propri sentimenti ed ...

La pelle che abito (P. Almodovar - Spagna 2011) 19/02/2017

Cosa è lecito?

La pelle che abito (P. Almodovar - Spagna 2011) Sempre usufruendo del credito su chili.tv ho guardato La pelle che abito di Almodovar scelto dopo una serie di film poco soddisfacenti, devo ancora scrivere le loro recensioni! Per la verità non ricordavo nulla di questo film ma ero quasi sicura che mi potesse piacere sebbene trovi un poco grottesche alcune sue rappresentazioni del genere femminile. Robert Ledgard (Antonio Banderas) è un chirurgo estetico che abita in una lussuosa villa dove c'è anche un laboratorio nel quale ha sperimentato la creazione di una speciale pelle umana transgenica. L'uomo ha perso la moglie anni ed ora sembra ossessionato da Vera (Elena Anaya) una ragazza che vive in una stanza della villa senza contatti con l'esterno se non con la governante Marillia (Marisa Paredes). All'inizio non si capisce chi sia questa misteriosa ragazza né perché indossi una specie di muta ma poi tutto si capisce in una sconvolgente rivelazione. Questa non è la solita commedia di Almodovar ma una sorta di thriller con tematiche molto forti e la sceneggiatura è liberamente tratta da un romanzo di Jonquet. Si parla di cosa sia etico fare nel campo medico ed il chirurgo estetico sembra un folle che a tutti i costi vuole portare avanti i suoi esperimenti. Lui è diventato ricco grazie alle operazioni fatte su ricchi pazienti ma non voglio svelare molto della trama e quindi dico solo che ci sono operazioni che toccano molto la propria identità. Sia quelle più complesse ma anche una rinoplastica può stravolgere l'immagine ...

Energizer Batteria 2032 lithium 3v 17/02/2017

Piccole e potenti

Energizer Batteria 2032 lithium 3v La mia bilancia pesapersone digitale l'altra settimana non si è più accesa ma mi ricordavo di avere nel cassetto una confezione di batterie... ed invece c'era solo l'involucro vuoto!! Lo avevo tenuto per fare la foto e poi postare la recensione ma mi ero scordata ed è rimasto nel cassetto ed anche dopo ogni pulizia l'ho tenuto! Così ho acquistato la batteria 2032 lithium 3V della marca Energizer con la quale mi ero trovata bene ed anche perché al supermercato era quella che costava meno! Nella confezione ci sono 2 batterie che scadono nel 2024 perciò avrò tempo di utilizzare l'altra! la confezione costa 2,99 euro. Non saprei dire la differenza tra le diverse marche di batterie e per quelle che utilizzo con maggior frequenza ho scelto da tempo di passare alle ricaricabili perché trovo che siano più ecologiche. Per questo tipo di batterie però non esiste ancora questa possibilità e perciò si devono comprare nuove e gettare quelle usate negli appositi contenitori del riciclo, cosa che non fatto tutti perché lavorando nel settore pulizie le vedo gettate con noncuranza nei cestini!! Le batterie Energizer 2032 sono al litio ed ho visto che durano parecchio tempo. Confrontando la confezione nuova con quella di qualche anno fa ho visto che hanno mantenuto i colori ma cambiato la grafica dei vari device nei quali utilizzarle e messo sul davanti l'indicazione di tenerle lontane dai bambini. Sul retro molto in piccolo ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra