Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

tatina84forever

tatina84forever

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 30/11/-0001

389

Marzo 2008 28/03/2008

TRIS MAMMA

Marzo 2008 aspettavo in silenzio il giorno giusto per scrivere questa opinione. l'attendevo con ansia, quell'ansia che difficilmente si può capire, dal di fuori. E ora, eccomi qui. Tento di mettere insieme due parole e fatico a farlo. Ho le mani che tremano, quasi. Sono felice,spaesata, confusa, emozionata. Sono sempre io, ma con qualcosa in più. Quel qualcosa che mi fa stare di un bene incredibile. Che mi fa pensare Che vale la pena vivere, in questo strano e scemo mondo. Eccomi, a parlarne ancora una volta con voi, anche se non so quanti di voi avranno la voglia di leggermi dopo tanti mesi. Ma io scrivo, perchè lo devo a me stessa. Anzi no, lo devo a qualcun altro. Si, senza girarci tanto intorno. ieri ho fatto il fatidico test. E DENTRO DI ME C'E' QUALCUNO CHE CRESCE. e ora non ho altre parole, perchè mi sento piena di un amore che ancora non è nato, ma già esiste.....che emozione,mamma mia!

Gennaio 2006 14/01/2008

ebbene si

Gennaio 2006 È stata un assenza giustificata, la mia. Giustificata dal fatto che non volevo chiudere ciao senza davvero averci pensato. Ma credo sia giunto il momento, di cambiamenti. Non me ne vado, ma quel tatina84forever è diventato troppo per me. Troppo lungo, troppo grande, troppo forte. E ora ho voglia di cambiare, di tornare all'inizio, di iniziare da zero. Un'altra volta. Non dico sia una cosa sensata, ma ho voglia di riscoprire ciao come le persone che si iscrivono la prima volta. Con quel misto di timidezza che mi appartiene, e quel fare forte che tento di avere. Si, sarò sempre io. Ma non sotto tatina84 forever. Non vi abbandono, se è questo di cui avevate paura. Ahah forse invece era proprio quello che volevate, eh? Mah, credo che col passare del tempo, un nick non è altro che un nick, se non nei casi in cui si creano davvero amicizie. Ho visto che un vecchio amico non cè più, e non so il perché del cancellarsi. Non doveva certo spiegarlo a me, non ci parlavamo da anni. Ma chi lo sa, forse anche in lui è scattato qualcosa. A presto, se mi riconoscete. Con un nuovo nick, con una nuova storia da raccontare. Simile a questa raccontata da anni, ma chi lo sa, forse anche migliore quest'anno. Con affetto reale, tatina84forever

Uno sguardo indietro all'anno 2007. Quali eventi vi sono rimasti impressi? 10/01/2008

ciao 2007...

Uno sguardo indietro all'anno 2007. Quali eventi vi sono rimasti impressi? E il 2007 se ne è andato, così come è venuto. Ogni anno vedo scorrere i giorni sul calendario, con questa mania di volerli fermare un po'. Il tempo sta davvero volando troppo in fretta, sta correndo troppo. L'orologio sembra sbagli secondi, e invece che fare un giorno di 24 ore lo fa di 10. E il 2007 è stato un anno speciale, per noi. Come ogni anno, ultimamente. Con il nuovo millennio si è creato attorno a noi tanto amore, tanta felicità. Felicità che forse non ci aspettavamo, ma che ora prendiamo e teniamo ben stretta. Il 2007 però è anche un anno di addii. A persone care, a persone che hanno sofferto prima di poter Finalmente raggiungere il paradiso. E questo è il punto peggiore. Perché non potrò non ricordare che nel 2007 due persone a cui volevo bene se ne sono andate… Chi per uno stupido male, chi per un incidente insensato. Ora non ci sono più. Ma hanno lasciato in noi quella forza di vivere. Quella voglia di amare, di giocare, di scherzare. E vivranno sempre dentro ai nostri cuori.. .. Il 2007 poi è stato l anno del mio secondo nipotino. Che ora ha poco più di un mese, ed è bello come il sole. E questa sensazione di vita nuova è divina, e ci accompagna pian piano in questa vita… .. L'odore di neonato è qualcosa di magico. Lo sarà sempre, ogni volta, sempre diverso, sempre più bello e più intenso.. .. Il 2007 è un anno luminoso. Perché abbiamo saputo affrontare le difficoltà abbracciandoci, coccolandoci, cullandoci nel nostro ...

Una casa sull'albero 05/10/2007

la mia casa sull'albero..

Una casa sull'albero La casa nel bosco.. L hai presente? Si, proprio quella.. La casa che hai costruito da bambina.. Sopra un albero, con qualche pezzo di legno E tanta voglia di fare La tua piccola casa, la tua libertà Li dentro si poteva fumare, potevi bere la birra che rubavi a papà La casa nel bosco.. La mia casa nel bosco.. Ne avevo due, a dire il vero. Entrambe magiche, ma diverse tra loro. Una per passare le giornate a giocare, a parlare del proprio cuore alla migliore amica.. l'altra, molto più stretta.. per avvicinarsi senza timidezza al ragazzo del momento, e lasciarsi coccolare perché di spazio non ce ne era più.. io lo ricordo, il gusto del mio primo bacio su quell'albero che ora mi guarda triste, perché nessuno ci gioca più, perché quei piccoli legni che creavano la scaletta sono inutilizzati da troppo tempo… io vivevo parte della mia vita su quell'albero.. lui sa tutto di me, delle mie paure.. anche ora, quando mi avvicino a lui, sento l amore che solo una madre può provare, sento quell'amore per qualcosa di perfetto.. facile parlare a qualcosa che non ti sa rispondere, facile sorridere e voler bene a qualcuno che non ti dice guarda che sbagli.. forse è perfetto proprio per questo, fantastico e silenzioso.. la compagnia ideale per un adolescente con i suoi mille pensieri.. avevo creato un piccolo buco, dove nascondevo il quaderno.. un quaderno dalle mille facce.. i miei pensieri, la mia voglia di vivere, la voglia di ...

Agosto 2007 18/09/2007

la mia vacanza...

Agosto 2007 VACANZA DA SOGNO? Giovedì 30 agosto… Sembrava tanto distante il 31 agosto invece eccoci qui. Non credo sia davvero il 31 agosto, l ho atteso ogni singolo giorno negli ultimi mesi, e l'idea che sia davvero arrivato mi fa sentire un po' così. Come? Spaventata, curiosa, emozionata. Stanca ancor prima di preparare la valigia. Partenza ore 24.00 di stanotte, e sarà già venerdì! Pronta? Si, adesso vado a preparare le valige, e poi posso ritenermi pronta.. Pronta per la grande avventura che ci sta attendendo.. non so bene a cosa andiamo incontro, già tutto è prenotato ma si sa, chi non vede non crede… Ore 23.00 Tutti dormono. Prima della grande partenza un attimo di pace per chi ha lavorato tutto il giorno e deve guidare durante il viaggio. Nel frattempo io sistemo le ultime cose, e dormo? Macchè, non ce la faccio. Sono felice, agitata, e so che non posso dormire. Devo svegliare Lele alle 24, ma sono troppo agitata e alle 23.30 già sono nel letto a coccolarlo. Deve iniziare quest'avventura, non si può più aspettare!!! Venerdì 31 agosto Non ci credo.. la grande avventura è davvero iniziata. Il viaggio prenotato a febbraio in agenzia è arrivato… ma siamo sicuri che sia bello? Ecco le mille domande che iniziano a farsi strada dentro di noi.. siamo sicuri di aver scelto giusto? Nel frattempo ci dedichiamo ad una delle più belle città d'Italia, Roma. Giusto per avere una pausa tra casa e il nostro villaggio al mare, perché sono più di mille ...

Enigmistica24 07/08/2007

la nuova enigmistica24....

Enigmistica24 Enigmistica 24 Il settimanale di giochi di logica, rompicapo, test d’intelligenza del sole 24 ore. Uscito per la prima volta settimana scorsa. E io ero li, in edicola alla ricerca di una rivista di enigmistica completa. Perché ero stufa di comprare solo sudoku, volevo qualcosa di più. E finito il focus giochi, che ora ha cambiato nome e tenterò di recensire un giorno o l’altro, davvero non sapevo più cosa comprare. Ed eccolo li che mi guarda dalla vetrina. Si eh, mi chiamava. Sono nuovo prendi me!!! Rischiamo? Ma si rischiamo, tanto se caso sono solo 1,50 euro buttati nel cesso. 1,50 euro oltre il quotidiano, che onestamente non leggo. Però io l ho comprato senza eheh. non so se in tutte le edicole sia così, ma qui ti chiedono lo vuoi il quotidiano? No, non me ne faccio niente. Ah ok allora te lo do senza. Oh yes :) 50 pagine. Sono 50 pagine di giochi, di passatempi, di piccoli giochini per rilassarsi. STIMOLA LA MEMORIA AGUZZA L’INGEGNO ALLENA LA MENTE Ecco cosa c’è scritto nella copertina. Copertina creata con uno sfondo arancione e un disegno di qualche tonalità più scura. Ed ecco il nostro giornale. Da usare sotto l’ombrellone mentre si prende il sole, o come faccio io in montagna mentre i bimbi dormono. O anche semplicemente a casa, quando si hanno 5 minuti liberi per stare un po’ con la propria testa. Le prime pagine sono interamente dedicate al sudoku. Eh si, sudoku di ogni genere, dal più semplice al più difficile. Ci sono ...

Il ragazzo della porta accanto (Meg Cabot) 06/08/2007

il ragazzo della porta acc@nto...

Il ragazzo della porta accanto (Meg Cabot) Il ragazzo della porta acca@nto… Un romanzo di Meg Cabot, curioso, semplice, di veloce lettura e intrigante. Meg Cabot, una scrittrice e il suo primo libro per adulti, il ragazzo della porta acc@nto. Il primo libro scritto per un pubblico adulto, perché la scrittrice è già famosa per aver creato dei bellissimi libri per bambini. Libri divenuti poi famosi in tutto il mondo, come the princess diaries, e una ragazza americana. Libri che io personalmente non ho letto, quindi non so come siano. Ma posso dire che come scrittrice per libri per adulti è davvero formidabile. La copertina è creata per incuriosirci, come anche semplicemente la scritta del titolo. Avete fatto caso alla @ di acc@nto nel titolo? Subito pensiamo come mai è scritto così.. sarà semplicemente un modo per risultare un titolo più simpatico o avrà un nesso con il libro stesso? Ovviamente la seconda ipotesi. Verde, la copertina ha un semplice sfondo verde. E un titolo piango con il contorno rosa, e quella @ di acc@nto. Oltre a questo, un semplice disegno. Una ragazza, che abbraccia il monitor di un computer, dove disegnato c’è un cuore. E qualche simbolo sparso qua e là, dei punti di domanda o le famose @. Il retro invece è una semplice mail. Resto per un attimo sorpresa perché di solito nella copertina dietro vengono scritte poche righe per farci capire con cosa abbiamo a che fare. Qui invece non sembra così, almeno non alla prima occhiata. A: tutti i ...

Jack Frusciante è uscito dal gruppo (Enrico Brizzi) 04/08/2007

siamo tutti un pò come alex...

Jack Frusciante è uscito dal gruppo (Enrico Brizzi) è uno dei libri migliori in assoluto. una letture interessa, che crea dentro di noi molti pensieri. da leggere sia da ragazzo, quando i pensieri sono forse simili al protagonista che da adulti, quando magari i nostri figli avranno l'età stessa di jack...... Un anno, 12 mesi. Ogni mese è quello giusto per perdersi nelle pagine di un buon libro, ma l’estate è il periodo in cui volentieri ritorno sui libri che in questi anni sono riusciti ad entrarmi dentro, a farmi crescere un po’. Al mare no, preferisco libri semplici e nuovi, senza grande fatica e simpatici. Libri che fanno sorridere, che non creano emozioni complicate o pensieri difficili da gestire, libri che servono semplicemente a sorridere una volta in più durante la giornata di completo relax. Ma qui in montagna la cosa è diversa, e volentieri mi incanto nelle pagine già lette, mentre resto in ascolto dei miei bimbi per sentire se si svegliano. E leggo volentieri libri per me importanti. Quei libri che davvero oltre a valere qualcosa ti mandano indietro nel tempo, alla prima lettura in quelle pagine e a quei piccoli e strani sentimenti che forse in un età diversa non riuscivo a capire, o forse capivo fin troppo bene.. … … Jack frusciante è uno di quei libri. Ed eccomi qui dopo averlo letto il mese scorso nel mio bel terrazzo in montagna con l arietta fresca e un cielo limpido e sereno. Lo scrittore, Enrico Brizzi, ha creato quest’opera a soli 19 anni. Un opera pubblicata per la prima volta ...

Non ti muovere (S.Castellitto) 04/08/2007

non ti nuovere...

Non ti muovere (S.Castellitto) I film italiani spesso non mi piacciono, non riescono a darmi quelle sensazioni che cerco durante la visione del film. Questa devo ammetterlo, è stata una piacevole visione. Strana, si, ma intensa, particolare, e seria. Un film che senza capire il perché ti pone delle domande, dei paletti, ti crea dei pensieri che forse nemmeno riesci a capire.. L’ho visto venerdì sera, su canale cinque. Da mesi ogni volta che andavo in videoteca lo guardavo, ma passavo oltre. Perché per esperienza sono pochi i film italiani che mi fanno pensare e tentare di capire. Realmente pochi. Ma ieri sera in tv non c’era altro. La lotta è stata tra questo e cis, ma avendo già visto la puntata su italia uno non potevo non sceglierlo. Mi son detta ma si, proviamo, se vediamo che non è bello cambiamo. Ma non ho più distolto lo sguardo dal mio piccolo teleschermo. Non ti muovere, non ti muovere. Non ti muovere. Una ragazza, la sua vita, la sua vita che per un istante rischia di non esistere più. E vicino a lei tutto quello che un padre può vedere del passato, in un momento devastante in cui devi aggrapparti a qualcosa per riuscire ad andare avanti. Eh si, tutto inizia così. Con una ragazza che fa un incidente in motorino, e si trova all’ospedale tra la vita e la morte. Una ragazza di 15 anni appena, solare e sensibile, innamorata della vita come solo a quell’età si riesce ad esserlo. Semplicemente il casco non allacciato, e ora il rischio di morire. Di non poter ...

Ottobre 2006 02/08/2007

il cuore parla...

Ottobre 2006 Io sono qui che aspetto te.. E sento che non tornerai Che la vita ti porterà lontano da me Lontano da quel che un tempo eravamo noi E fa male il cuore A saperti tanto distante Come se quei giorni non fossero mai esistiti Come se i nostri momenti fossero solo uno strano sogno Mi guardo intorno E certo in te quella sicurezza che solo tu sai darmi Che solo la tua vicinanza Sa donarmi Che strano mondo è Quello in cui viviamo Avere paura di camminare distante da te Quando tu e io ormai non siamo nulla Se non un ombra del passato Ma è quell’ombra che mi aiuta a non scottarmi al sole Che mi aiuta ad essere felice senza farmi male Senza soffrire più Tu che mi hai solo amato Sei li che mi guardi E vivi, vivi ogni giorno pensando a quel che poteva essere Sapendo che non poteva diventare ciò che tu volevi Convinto che è questa la nostra vita Ma forse non abbastanza da farti dire basta Perché ci sei, lontano, distante Ma il tuo respiro su di me c’è Costantemente E penso per un istante a come starò Il giorno in cui tu e il tuo respiro Ve ne andrete per sempre Come farò a vivere con la certezza di potercela fare Senza vederti distante a sorridere con gli occhi illuminati Ogni volta che mi vedi? Dove la posso trovare la certezza Che trovo solo guardando te Guardando quel corpo non più mio, quell’uomo non più mio.. Ma resterai mio per sempre In quella catena che non ci farà allontanare mai In quella catena chiusa ...

Weetabix 02/08/2007

buoni, semplici, e naturali...

Weetabix Wetabix. Un prodotto che fino a qualche mese fa non conoscevo. Sicuramente lo avrete notato nel vostro negozio alimentare, ma non gli si da mai molto peso, se non un occhiata veloce. Lo ammetto io per prima, fino a qualche mese fa non lo avevo nemmeno visto in negozio. E l'ho conosciuto non grazie a me, ma grazie ad una zia impossibilitata a fare la spesa. Eh si la mia zietta, operata al ginocchio per un protesi totale. Mi chiede sempre quando vado a fare la spesa, dai compra anche i wetabix per me. E così pure io, ignorante in materia, li ho conosciuti, studiati e assaggiati.. Sia chiaro che io resto fedele ai miei colussi biscotti secchi, perché li trovo fantastici ed economici J Ingredienti semplici, come il frumento integrale, estratto di malto, zucchero e sale, vitamina pp, b1 e b2, acido folico e solfato e ferro. 100 grammi di prodotto comportano 340 calorie. Ma pochissimi grassi e tante fibre; sempre nella stessa quantità di prima troviamo infatti solo 2,7 gr di grassi e 10,5 gr di fibre alimentari. E si sa, le fibre sono molto utili al nostro organismo. Sono l'ideale per una colazione leggera, o una sana merenda. Io le ho comprate per me solo una volta, ma posso assicurare che sono buonissime e hanno un gusto davvero ottimo. I prodotti con pochi grassi mi danno sempre l'impressione di non essere buoni per il gusto. Invece questi no, anche se sono leggeri e poco calorici hanno il loro buon gusto e sono davvero gradevoli da mangiare. ...

Che animale sei? Storia di una pennuta (Paola Mastrocola) 31/07/2007

ma chi sono???

Che animale sei? Storia di una pennuta (Paola Mastrocola) Un libro particolare, una favola moderna. Ma fantastica.. Quando un piccolo essere viene al mondo non sa chi è. Nemmeno i nostri bimbi sanno bene chi sono, ma basta che loro si guardano intorno, vedono la mamma e il papà e in qualche modo capiscono che sono esseri umani. Ma quando si nasce soli capire da dove si viene e chi si è realmente non è per nulla facile. Ecco di cosa si parla in queste 190 pagine. Una libro di soli 10 euro, che per una volta sono più che ben spesi. Un libro semplice, veloce, scorrevole ma mai noioso. E che ti blocca nelle sue pagine, ti prende e ti rapisce per ridarti al mondo con qualcosa in più. Un libro di Ugo Guanda Editore pubblicato per la prima volta nel 2005. Solo due anni fa ma già famoso, già letto da tante persone scettiche che lo guardavano sugli scaffali della biblioteca quasi preoccupati.. Ma chissà di che parla quel libro. Ha una copertina particolare e mi piacerebbe leggerlo, ma non ne ho mai sentito parlare, sarà un libro stupido e demente come tanti altre e non vale certo la pena leggerlo. Sbagliato. A parte che anche il libro più brutto dev'essere letto perché comunque è un motivo di arricchimento. E restare nel forse a me quel libro non piacerà a me non va. E allora eccomi negli scaffali dell'orio center a comprare questo particolare libro senza sapere davvero a cosa vado incontro.. L'autrice ha scritto altri libri, che però ancora non ho avuto modo di leggere ma sono già sul mio quaderno magico, ...

Luglio 2007 31/07/2007

AUGURI OMETTO....

Luglio 2007 Due anni fa a quest'ora il ginecologo mi ha semplicemente detto " se ci tiene a farlo naturale le do ancora gel, altrimenti stamattina facciamo un bel cesareo visto che la giornata di ieri con gel non è servita a nulla". Io ho detto semplicemente si, tirando anche un bel sospiro di sollievo. Non sapevo a cosa andavo incontro, ma sapevo cosa succedeva col parto naturale. E fare altri 3 giorni di contrazione per riuscire a dilatarmi non era nei miei pensieri più belli,onestamente. Sono uscita dalla sala visita quasi sorridendo. Mio marito sorrideva con me, perché conosceva bene il terrore del parto, di ripetere un parto lungo come quello di Ely. E sapevamo che da li a poco sarebbe nato paolo. Paolo. Nato alle 11.15 di una domenica mattina. Era caldo, ricordo venerdì quando mi hanno ricoverata morivo di caldo. Ma già l 1 agosto l'arietta era freddino e frizzante. Paolo, nato con un cesareo per quel cazzo di valore della trasnaminasi sballato. E ringrazio dio di averlo avuto sballato. Un cesareo perfetto, in mezz'ora paolo era nel suo lettino e tutti lo guardavano felice. Eli ne era innamorata, ma tutti lo guardavano pensando ma quant'è bello. Si, è ,mio figlio ed è ovvio che per me sia bello. Ma era davvero il più bello al nido, dove di bimbi quel giorno ce ne erano quasi 15. e lui era il più bello. Biondo. Occhi azzurri. 3 900. cosa volere di più? Sono passati 2 anni, e non mi sembra nemmeno vero. sono passati due anni e quello scricciolo che dipendeva ...

Gli Aristogatti 30/07/2007

vecchio ma sempre bello....

Gli Aristogatti GLI ARISTOGATTI.... Il cartone che amo di più al mondo. Il dvd che guardo più spesso insieme ai miei bimbi. Una storia affascinante, che mai scorderò. The aristocats il titolo originale, ma a noi conosciuto come gli aristogatti, un film del 1970 prodotto dalla famosissima walt disney company. Ha già 37 anni questa avvincente storia, ma ancora oggi è una delle migliori esistenti. È una delle più vere, senza magie strane, senza mostri assurdi, ma semplice. E talmente semplice che risulta fantastica. Duchessa.. .. ve la ricordate duchessa? La mamma dei micini si si!! È proprio lei. E i suoi cuccioli? Minou, matisse e bizet. Ora ridete ma vi giuro, io adoravo talmente tanto quel cartone che quando un bel gatto bianco è entrato in casa da bimba l'ho voluto chiamare matisse. Dopo poco un randagio ha deciso di mangiare sempre da noi, ed era bizet. E minou? C'era anche quello.. ma chissà come è sparito dopo 2 settimane.. .. La storia, brevemente. Anche se brevemente è una parola a me sconosciuta lo so eheh.. Siamo a Parigi, inizio 1900. Come sfondo iniziale una casa perfetta, senza un filo di polvere. E una signora, anziana e benestante. È la padrona di casa, e la padrona di quei bellissimi cuccioli di gatto. Madame, questo il nome della dolce signora, ha un età non molto giovane. E sente il bisogno di fare presto testamento. Per questo chiama il notaio di fiducia, per dire a lui a chi vuole lasciare tutto quello che ha il possesso. Che ...

Super Snoopy (Charles M. Schulz) 28/07/2007

snoopy amico mio...

Super Snoopy (Charles M. Schulz) Sono mamma.. .. fantasticamente mamma. E ogni volta che trovo un libro divertente lo prendo. Se è per bimbi è un bel regalo per i miei due piccoli, se sono libri divertenti ma più da grandi ho sempre la scusa pronta " ma amore, quando diventeranno grande lo leggeranno e diranno grazie mamma, di averlo comprato PER NOI". .. In realtà spesso li compro perché piacciono a me eheh, ed è un ottima scusa fingere che sia solo per loro.. ( approfitto del mio ruolo di mamma, lo ammetto ..). E ovviamente a questo fantastico libro non ho resistito. Come potevo? Con la scusa che almeno quando crescono conosceranno bene snoopy e il mitico Charlie Brown me lo sono portata a casa esaltata. E non credete eh, subito ho iniziato a farlo conoscere a ely.. quando paolo dorme ancora, perché per il momento l'unica cosa che fa con i libri lui è colorarli e leggerli al contrario ( potere dei bimbi di due anni eheh.. ). Super snoopy. Un libro che parla interamente di lui, con delle pagine fantastiche. Pagine colme dei famosi fumetti americani. Piccole strisce che raccontano in poche immagini scene esilaranti e attimi davvero stupendi, tutto questo ancora più bello essendo fatti a colori e non in bianco e nero. Onestamente però credo che qualche piccola pagina in bianco e nero sarebbe stata ancora più bella e particolare. Trasmettere anche la differenza tra il fumetto colorato e un fumetto in bianco e nero ai miei bimbi sarebbe stato qualcosa di impagabile. .. Una raccolta ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra