Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

tizyana

tizyana

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 30/11/-0001

143

The Strangers (B. Bertino - USA 2008) 02/03/2009

*-* Strangers Nella Notte *-*

The Strangers (B. Bertino - USA 2008) - Introduzione Film di produzione statunitense del 2008, è arrivato nei cinema italiani il 2 gennaio scorso. Regia e sceneggiatura sono opera di Bryan Bertino, giovane cineasta americano, che debutta alla grande con questo titolo. Genere: Thriller - Horror * - * Trama * - * Una casa isolata, al limitare del bosco. Il posto perfetto per passare una romantica notte d'amore. Questo pensava James, aveva preparato tutto nei minimi dettagli. Petali di rose rosse disseminati ovunque, sul tappeto, sui mobili, sul letto, per dare un tocco sensuale a ogni angolo, a ogni gesto, a ogni sguardo. Lo scenario giusto per lui e Kristen, insieme, innamorati, felici più che mai. Quanto si era sbagliato! Lo capisce adesso, prova un senso di fastidio, di disagio, per quei particolari che mettono ancora più a nudo i suoi sentimenti feriti, vorrebbe spazzare via tutto, petali, bicchieri, champagne e soprattutto quello stupido regalo! Un anello, che idea infelice! La tensione tra loro si taglia con il coltello, la notte è ancora giovane ma ormai tutto sembra essere compromesso. Kristen e James erano stati a una festa e quest'ultimo aveva pensato che sarebbe stato carino concludere la serata nella casa di vacanza dei suoi genitori, specie dopo averle chiesto di sposarlo. Invece lei a questa sua ultima esternazione, non aveva avuto la reazione che si aspettava. Titubanze? Dubbi? Quasi sciabolate per il suo amor proprio e per i suoi sentimenti. Un po' di musica, un bagno caldo, l'atmosfera ...

Ultimatum alla Terra (S. Derrickson - USA 2008) 26/01/2009

--- O --- IL VISITATORE ALIENO --- O ---

Ultimatum alla Terra (S. Derrickson - USA 2008) O --- o --- Introduzione --- o --- O Film di produzione statunitense, è arrivato nei cinema italiani il 12 dicembre scorso. La regia è di Scott Derrickson, conosciuto anche per aver diretto la famosa pellicola horror "The Exorcism Of Emily Rose". Tra gli attori troviamo nomi di rilievo come quelli di Keanu Reeves, Jennifer Connelly e Kathy Bates. Genere: Fantascienza O --- o --- Trama --- o --- O * Newyork - Central Park Un gigantesco globo luminoso atterrato in una zona di Central Park, mette in allerta, prima le alte sfere direttive e militari degli Stati Uniti, poi l'intera opinione pubblica. In gran fretta sono stati chiamati ingegneri, scienziati e altre importanti personalità, per cercare di studiare e dare un'interpretazione a quei fatti senza precedenti. Tra questi c'è anche Helen Benson, spetta a lei l'onore e l'emozione di un primo incontro ravvicinato. In quel grande spazio inondato all'improvviso di silenzio e d'attesa, percepisce appena la presenza delle tante persone appostate qua e là dietro di lei. Militari, armi, telecamere, tutto sembra fermo in statica attesa. Ancora qualche passo, una densa cortina chiara e indefinibile le appare sempre più vicina. Paura sì, ma che momento indimenticabile! Per una studiosa e appassionata ricercatrice di possibili forme di vita nell'universo, non può esserci emozione e desiderio più grande di questo! Ecco, vede qualcosa muoversi aldilà del suo campo visivo, dietro quella specie di nebbia densa. ...

X-Files Voglio Crederci (C. Carter - USA 2008) 18/10/2008

°°°° Neve - Sensitività - Misteri °°°°

X-Files Voglio Crederci (C. Carter - USA 2008) °°°° Introduzione °°°° Sono stata una fan della serie televisiva X-Files. Dell'investigatore Fox Mulder e della dottoressa Dana Scully avevo imparato a conoscere la determinazione, l'audacia e gli inevitabili scontri d'idee. Quasi sempre insieme, a dipanare gli intricati casi assegnati loro dall'FBI. Due personalità diverse che si compensano a vicenda. L'uno più portato a propendere per tesi che esulano dalla normale realtà, l'altra, sempre fortemente decisa a farsi guidare dalla razionalità, da tutto quello che si può spiegare con la ragione. I telefilm ormai non ci sono più, non li trasmettono da parecchio tempo, ma agli affezionati del genere non è sfuggito l'arrivo nei cinema del recente film "X-Files Voglio Crederci". Quale occasione migliore per rituffarsi ancora in quelle particolari atmosfere dense d'intricato mistero? "X-Files Voglio Crederci" è un film di produzione canadese del 2008. E' arrivato nei cinema italiani il 5 settembre scorso. La Regia è di Chris Carter, che qui si occupa anche della sceneggiatura. E' lui il produttore del film. Tra gli attori principali troviamo David Duchovny e Gillian Leigh Anderson, gli stessi della famosa serie televisiva X-Files. °°°° Trama °°°° ° West Virginia, Somerset Il paesaggio è interamente coperto di neve. Unica nota di colore, alti alberi che si stagliano come una cortina buia e minacciosa verso il cielo plumbeo e più in là, macchie scure che si muovono lentamente, rivelando sempre più sagome ...

Ombre dal passato (M. Ochiai - USA 2008) 11/10/2008

Replica Con Qualche Brivido

Ombre dal passato (M. Ochiai - USA 2008) Il film di nazionalità statunitense, è uscito nei cinema italiani l'otto agosto scorso. La regia è del cineasta giapponese Masayuki Ochiai che qui si è cimentato nell'impresa di riportare sul grande schermo una nota pellicola del 2004, Shutter, in quel caso firmata da Banjong Pisanthanakun e Parkpoom Wongpoom (regia e sceneggiatura). Trama I fari dell'auto fendono l'oscurità, Jane è alla guida e guarda nervosamente quel tratto di strada fuori città che assume sempre più contorni misteriosi. Ormai ne è più che sicura, hanno sbagliato strada! Suo marito Ben le siede accanto, meno male che c'è lui, non osa nemmeno pensare a come sarebbe inquietante trovarsi da sola in questo posto sconosciuto. Jane e Ben sono arrivati da poco in Giappone, dopo il loro recente matrimonio, hanno preso al volo l'occasione di coniugare viaggio di nozze e nuovi, importanti progetti lavorativi. Ben è un bravo fotografo di moda e in questa città ha gli agganci giusti per portare avanti al meglio la sua professione. Per entrambi in questo momento, è importante capire esattamente dove cavolo si trovano, forse hanno imboccato un incrocio sbagliato e ora non c'è altra soluzione che rimediare ragionando sulla cosa, magari visionando una cartina stradale. Jane si distrae solo un attimo, il tempo di girarsi verso Ben. Sì, solo un attimo, ma quel che vede appena punta di nuovo gli occhi sulla strada è agghiacciante e inaspettato. Una ragazza, a pochi metri, non riesce a evitarla! Quel che succede ...

Funny Games (M. Haneke - Gran Bretagna, Francia, USA 2007) 03/09/2008

Gioco Spietato

Funny Games (M. Haneke - Gran Bretagna, Francia, USA 2007) INTRODUZIONE Film di produzione statunitense, è arrivato nei cinema italiani l'undici luglio scorso. REGIA, Soggetto e Sceneggiatura sono opera di Michael Haneke. Non può non colpire l'immagine su fondo bianco della LOCANDINA, due ragazzi, uno biondo e l'altro moro, le teste chine, in una posa enigmatica, quasi remissiva, le mani coperte da guanti chiari, dello stesso colore degli abiti. A guardarli, possono anche sembrare angeli o bravi ragazzi, ma chissà che luce sinistra può nascondersi nel loro sguardo celato dietro apparente normalità? La prima sensazione di sgomento, possono darla senza dubbio loro e i minuti che seguono, non possono che confermare l'iniziale, flebile presagio d'assurdi e angoscianti accadimenti. TRAMA George, Anne e il piccolo Georgie, sono da poco arrivati nella loro seconda casa in riva al Lago, per trascorrere come ogni anno le vacanza estive. La loro felicità è tangibile. E' ogni volta una grande emozione ritrovare lo stesso panorama stupendo, gli amici, i vicini di sempre (la vicinanza è relativa poiché le villette sono abbastanza isolate). Mentre stavano arrivando in auto e poi più tardi poco lontano dalla loro abitazione, hanno già avuto modo di salutarne qualcuno e di mettersi d'accordo per passare qualche momento insieme, per giocare a golf, andare in barca e tanto altro ancora. E' indaffarata in cucina Anne, quando poco dopo sente qualcuno alla porta. Non aprirebbe mai a uno sconosciuto, tantomeno farlo entrare, ma ...

John Rambo (S. Stallone - USA, Germania 2008) 15/03/2008

RAMBO - Il Ritorno

John Rambo (S. Stallone - USA, Germania 2008) INTRODUZIONE Film di produzione Stati Uniti D'America e Germania, dal titolo originale "Rambo IV: Pearl of the Cobra". Dalle nostre parti è arrivato come "John Rambo", ed è in visione dal 22 Febbraio scorso. Regia e Sceneggiatura sono di Sylvester Stallone che naturalmente ha anche la parte di attore principale. L'uscita di questa pellicola ha destato molta curiosità, anche perché è il seguito di una "saga cult", iniziata nei primi anni 80 e riproposta in varie versioni fino al 1988: * 1982 "Rambo" Qui Rambo è di ritorno dal Vietnam, portandosi dietro i tanti problemi che l'essere stato per tanto tempo una macchina da guerra gli provoca. Rientrare nel suo Paese, dove è palpabile la cocente delusione per una guerra appena persa e che tradisce la sotterranea insofferenza per i reduci, scatena ancor più in Rambo l'aggressività e la ribellione. Regia: Ted Kotcheff * 1985 "Rambo 2 - La Vendetta" Rambo viene rimandato in Vietnam per una delicata missione, ritrovare alcuni soldati americani dispersi. In mezzo a una giungla intricata e ostile, armato solo di arco, frecce e coltello, si accorgerà ben presto di esser stato tradito e che deve combattere per sopravvivere. Regia: George Pan Cosmatos * 1988 "Rambo III" Qui ritroviamo Rambo inizialmente in un convento buddista, poi in Afghanistan, dove aiutato da alcuni ribelli, cercherà di liberare un importante prigioniero americano dalle grinfie delle truppe sovietiche. Regia: Peter MacDonald Le ...

30 giorni di buio (D. Slade - Nuova Zelanda, USA 2007) 01/03/2008

LA LUNGA NOTTE DI BARROW

30 giorni di buio (D. Slade - Nuova Zelanda, USA 2007) INTRODUZIONE Di produzione Stati Uniti D'America e Nuova Zelanda. Il titolo originale è "30 Days of Night". Dalle nostre parti è approdato come "30 Giorni Di Buio", ed è in visione nelle sale dall'otto febbraio scorso. La Regia è del britannico David Slade, ma il film, tra le altre cose, ha creato curiosità perché tra i produttori figura Sam Raimi, già conosciuto per pellicole famose come "La Casa", "L'Armata Delle Tenebre", "The Grudge" (oltre ai vari Spiderman e altri film). - Genere: Horror TRAMA - Alaska - Barrow Neve, neve e neve. Una coltre bianca ricopre ogni cosa, risplende nel riverbero della luce sempre più fioca del tramonto. Questo è un giorno speciale, se in bene o in male dipende dai punti di vista. Sicuramente è l'anticamera di un periodo difficile, ma qui in quest'angolo sperduto del globo, ci sono abituati. Il sole a certe latitudini si comporta in modo diverso, un'alba è l'inizio di tante ore di luce, "il giorno" dura di più che dalle altre parti del pianeta, ma poi è seguita da una lunga notte e tutto ripiomba nel buio per molto tempo. Lo sceriffo Eben Oleson (Hartnett Josh), è solo una macchia di colore nella candida immobilità del paesaggio innevato. I suoi piedi affondano nella cedevole superficie, il freddo è pungente, ma non se ne cura, il tempo stringe e gliene rimane poco per sbrigare gli ultimi controlli. Purtroppo queste ultime ore di luce sembrano essere il presagio di difficoltà lavorative senza precedenti. Un ...

Io Sono Leggenda (F. Lawrence - 2007) 22/01/2008

...- Robert Neville: Uomo Leggendario -...

Io Sono Leggenda (F. Lawrence - 2007) ...-... INTRODUZIONE ...-... "Io Sono Leggenda", film di produzione Stati Uniti D'America, è arrivato nei cinema italiani l'undici gennaio scorso. La regia è di Francis Lawrence. Tra i protagonisti figura il famoso attore americano Will Smith, noto per aver interpretato molti film di successo, tra cui, "Hitch - Lui Sì Che Capisce Le Donne", "Bad Boys II", "Ali" e "La Ricerca Della Felicità". Genere: Fantascienza - Horror, Drammatico ...-... TRAMA ...-... Le prime scene riempiono lo schermo di desolazione e immobile caos. Invasione aliena? Distruzione causata dall'uomo? Catastrofe naturale? (Non sarò io a dirvelo). - New York City, anno 2012 Una moltitudine di auto sulla strada. Ce ne sono a perdita d'occhio, muti testimoni d'istanti drammatici che si perdono nel passato, prova tangibile di un'assenza dolorosa: miriadi d'esistenze che non ci sono più. La natura ha cominciato a riconquistare questo habitat. Sarebbe stato impensabile un pò di anni fa, vedere qui, branchi di animali selvatici affamati, scorazzare liberi e indisturbati, eppure, adesso si aggirano agili e guardinghi tra i rottami, cervi, ma anche leoni, a ripetere innati gesti dettati dall'istinto di conservazione. Robert Neville (Will Smith), lui sa cos'è successo. Chiuso all'interno della sua auto, osserva per l'ennesima volta la scena macabra che gli si presenta davanti agli occhi. Solo, in compagnia del suo cane, si appresta a vivere un altro giorno da sopravvissuto. Non è ...

Balocco Pandoro 21/12/2007

.:**:. MORBIDA DOLCEZZA .:**:.

Balocco Pandoro :* Non vorrei sembrare masochista per aver deciso di rilanciarmi nell'arena del prodotto della settimana, ma quando ho visto quella foto sui toni del rosso, campeggiare in bella vista sull'apposita pagina di ciao, confesso, non ho saputo resistere! Il fatto è che il "Pandoro Balocco" classico, è l'unico che sto acquistando. L'ho trovato in offerta strepitosa in un supermercato vicino casa, pensate a soli 1,99 euro (1 Kg)! Potevo esimermi dal portarmene a casa una confezione? Non so voi, ma io mi lascio spesso attrarre dai prodotti in promozione e in questo caso è stata anche l'occasione per riscoprire le sue eventuali qualità o difetti. :* Com'è giusto che sia, le festività natalizie vengono una volta l'anno e il pandoro che fa la sua comparsa prettamente in questo periodo, deve competere con svariate "sorelle", simili nel nome ma diverse nella sostanza. Nel panorama di molteplici marche che invadono il mercato, è difficile scegliere. Uno vale l'altro? Non penso sia così. Non sono tutti uguali e non sempre a prezzo maggiore corrisponde qualità più elevata (naturalmente sto parlando sempre di quello industriale). Ci si può ritrovare con un pandoro pagato fior di euro, che poi risulta deludente, perché troppo asciutto, inconsistente o insapore. La Balocco, sicuramente consapevole della bontà della sua dolce creazione, ha deciso di metterla in vendita a un prezzo molto competitivo, così da portarla facilmente all'attenzione dei consumatori. La prova assaggio in questo ...

Replay Paper Mate - La Penna Cancellabile 10/12/2007

REPLAY - Pregi E Difetti

Replay Paper Mate - La Penna Cancellabile E' sorprendente come certi oggetti possano risvegliare ricordi sopiti, riportare in superficie immagini e sensazioni ammantate dal tempo che passa. E' stato così per la Replay. Trovarla inserita nel prodotto della settimana, mi ha riempito la mente di momenti dolci e ovattati, di "quadernoni" a righe e a quadretti, di lettere panciute e frasi ancora incerte, di pagine da riempire, di storie nuove e mille cose da imparare. Il tempo della scuola elementare dei miei due figli! Protagonista era lei, la mitica Replay. Alcuni anni sono passati, ma questo strumento didattico dal "magico" inchiostro cancellabile, resta ancora il preferito dagli scolari. E' molto più comoda del comune "sbianchino", che necessita di un pò di tempo per l'asciugatura, decisamente più rapida da usare perchè con un sol gesto permette di riparare gli errori commessi. Pur nella sua semplicità, questa penna ha rivoluzionato un pò il concetto dello scrivere, portando una ventata d'innovazione. Non una classica biro e neanche una matita. Una specie di ibrido che ha in se le caratteristiche di entrambi, ma allo stesso tempo se ne discosta. Un qualcosa che fino a venticinque anni fa non esisteva! La Replay "ha visto la luce" negli Stati Uniti. Dalle nostre parti è arrivata solo due anni più tardi. Il 2007 è stato un periodo importante per la Paper Mate, che ha voluto festeggiare la ricorrenza dei 25 anni dalla nascita della sua "pupilla", con un concorso letterario. Partecipare ormai non è ...

DPE 0270 Alice 10/12/2007

♥ Pane ALICE e Fantasia ♥

DPE 0270 Alice Lunedì. - Sono appena tornata dal supermercato, ho preso tutto ma non il pane! Accidenti, eppure l'avevo anche segnato sulla lista della spesa e uffa…quello che ho comprato ieri basterà sì e no per pranzo...e per stasera? E' un problema perché adesso chi ha voglia di uscire un'altra volta e poi non ne avrei neanche il tempo. Ho trovato, ma sì, perché non ci ho pensato prima, chiamo in soccorso ALICE! Mercoledì. - Oggi avrei voglia di qualcosa di diverso, di profumo fragrante che aleggia nell'aria, che evoca ricordi di croccante pane appena sfornato, di creativi abbinamenti di colori e sapori, con varie farine e teneri semini, con noci o saporite olive, della magia di morbidi impasti che lievitano piano, di pane fresco ancora caldo preparato qui, nella mia cucina, di morbide frittelle o colorata e fumante pizza. Sì, ma ci vorrà un sacco di tempo e mi ritroverò farina da tutte le parti…o forse no! Meno male che posso sempre contare su di lei, semplice, c'è ALICE! Venerdì - Il mio vicino mi ha regalato delle pesche già molto mature, mangiarle tutte in una volta si preannuncia già impresa impossibile, però farle rovinare e buttarle mi dispiace. Una buona idea potrebbe essere quella di usarle per fare una bella e profumata marmellata, ma di stare a rimestare per ore, in questi giorni non ne avrei proprio il tempo. La soluzione naturalmente c'è, sempre lei ALICE! Domenica. - Viene a pranzo una mia amica. La sorprenderò preparandole anche del pane fresco. Lei è ...

Omen - Il Presagio (John Moore - USA 2006) 10/12/2007

.·´¯`·. OSCURI PRESAGI .·´¯`·.

Omen - Il Presagio (John Moore - USA 2006) Questo film è l'ultimo in ordine cronologico, di una serie di pellicole che hanno come filo conduttore le vicende di DAMIEN. - La saga è cominciata nel 1976 con "OMEN - IL PRESAGIO" (The Omen), che ha tra gli attori il grande Gregory Peck e Lee Remick, con la regia firmata da RICHARD DONNER. La trama racconta la nascita e i primi anni dell'inquietante bambino, impersonato in questo caso da Harvey Stephens. - Due anni dopo, nel 1978, c'è l'uscita de "LA MALEDIZIONE DI DAMIEN" per la regia di DON TAYLOR. Tra i protagonisti principali qui ci sono, William Holde e Lee Grant, ma per esigenze di copione, non nella parte di genitori, ma di zii. Perchè qui la sceneggiatura ha previsto un seguito temporale della vicenda del precedente film. - "CONFLITTO FINALE", nel 1981, porta ancora più avanti il racconto della vita di DAMIEN, che qui, ormai cresciuto, è diventato un importante uomo politico, un ambasciatore degli Stati Uniti. La regia è opera di GRAHAM BAKER. - Nel 1991 con "IL PRESAGIO 4", regia di Jorge Montesi e Dominique Othenin-Girard, nella trama si è azzardato addirittura l'inserimento di una protagonista bambina al posto del solito Damien, ma qui già il tutto esce un pò dai soliti schemi dei precedenti film. Giorni nostri. OMEN IL PRESAGIO (remake del film del 1976) è stato messo in programmazione, con una mossa studiata il 6 giugno scorso, perchè la serie di numeri che formava la data di questo giorno, ha dato la combinazione: 6/06/2006! ...

Il regista di matrimoni (Marco Bellocchio - 2006) 10/12/2007

RIVOLUZIONI INTERIORI tra realtà e sogno

Il regista di matrimoni (Marco Bellocchio - 2006) Il suono di tante voci che intonano un canto religioso risuona forte e ritmato nell'affollata sala della Chiesa, seduto tra i presenti c'è un uomo FRANCO ELICA (Sergio Castellitto), l'espressione stranamente seria e assorta, guarda avanti dove un parroco con "un gioioso" sorriso, sta per unire in matrimonio la coppia vicino all'altare. I canti ormai tacciono, nell'aria c'è atmosfera d'attesa per il fatidico sì. Attimi importanti immortalati dai flash dei fotografi al lavoro vicino ai due sposi. Pure Elica si ritrova una telecamera tra le mani, vorrebbe farne a meno, ma è quasi obbligato a prenderla dalla signora seduta davanti a lui, che con insistenza lo incita ad alzarsi, facendogli capire che ci tiene che sia anche lui che è un bravo REGISTA a riprendere qualche scena. Ma è anche il padre della sposa e si sente frastornato da questa cerimonia religiosa "catecumenica", eccessiva secondo il suo punto di vista, una scelta che sua figlia ha voluto fare, ma che lui non condivide affatto, così come si sente di non approvare in pieno la sua idea di sposarsi. Questa sensazione di disagio aumenta ancora di più poco dopo, mentre si trova proprio vicino alla sposa, con la telecamera quasi incollata al suo viso, una mossa voluta, tanto da poter avere la possibilità di dirle qualcosa… Ma è troppo tardi, per l'orda di parenti in arrivo si ritrova travolto, scansato in malo modo, mentre i suoi occhi continuano a vedere il peggio di quello che avrebbe voluto per lei, tra persone ...

La tigre e la neve (Roberto Benigni,, 2005) 10/12/2007

TIGRE PER AMORE - tra poesia e guerra

La tigre e la neve (Roberto Benigni,, 2005) La prima volta che ho sentito il titolo di questo film, ho subito pensato che quelle due parole LA TIGRE e LA NEVE, messe insieme suonavano un pò eccentriche; che attinenza poteva avere una tigre con la neve? Un cielo scuro in cui una luminosa luna dipinge magicamente quello scorcio di visione notturna, visibile dall'interno di una suggestiva costruzione. Qui, sedute, delle persone osservano la scena che si svolge in quel momento. Il posto è particolare, mura antiche e come pavimento un prato. Una musica spande le sue note nella notte, unita alla voce dolce di una donna che pronuncia parole d'amore. E' vestita con un bianco abito da sposa. Vicino a lei c'è...un uomo in mutande (boxer) e maglietta intima (ATTILIO, Roberto Benigni)! Non sembra essere imbarazzato di trovarsi in questo stato, sembra solo rapito dallo sguardo di lei e dalle sue parole... Queste immagini oniriche vengono sostituite da quelle ben più reali della sua camera da letto appena apre gli occhi. Si ritrova nella sua vita, uomo separato dalla moglie, con le due figlie da accompagnare a scuola, lui sempre perennemente in ritardo e con la testa tra le nuvole, ma è un poeta e i suoi pensieri viaggiano lievi, con poesia, sui problemi di ogni giorno, riuscendo ad incantare con le sue frasi, la sua allegria e la sua semplice filosofia di vita, i suoi studenti. Insegna letteratura ed ha anche scritto un libro di poesie intitolato "La tigre e la neve". La donna dei suoi sogni ricorrenti, quella ...

Brugmansia 10/12/2007

♥ QUEL PROFUMO AL CALAR DELLA SERA ♥

Brugmansia ♥ Non so se qualcuno di voi conosce già questo nome : BRUGMANSIA . Si tratta di un arbusto ornamentale noto per la bellezza dei suoi grandi fiori dalla forma particolarmente suggestiva , chiamati anche Tromboni d'angelo . Nome un tantino eccentrico al primo impatto, ma chi lo ha scelto non lo ha fatto a caso, forse ispirato dalla forma tubolare dei fiori , che va via via allargandosi alla base , fino a ricordare la forma di una tromba. D'angelo , sicuramente ispirato anche alla purezza dei colori che nell'insieme danno un qualcosa di etereo , di pura bellezza che incanta lo sguardo. Ci sono fiori che ci accompagnano fin dai primi anni della nostra vita , dei quali conosciamo da sempre il nome, il colore , il profumo ...le rose, le viole, i gigli... La scoperta dell'esistenza della BRUGMANSIA invece, è arrivata per me molto tardi, solo un paio di anni fa e quasi per caso. Una sera, con la scia del suo profumo portato dal vento . Mentre le ombre della sera spegnevano piano piano la luce del giorno, sbiadendo i colori brillanti del giardino con toni più scuri, un profumo dall'essenza dolce arrivava col lieve venticello di tarda primavera, aspirato col mio respiro , captato subito dalle mie narici. Rubato dall'aria da chissà dove... Il giorno dopo, guardando meglio nel giardino della vicina notai un paio di arbusti ricoperti di grosse campanule , rimasti fino a quel momento invisibili ai miei occhi perchè altre piante ne coprivano la vista. In autunno ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra