Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

tortoramez

tortoramez

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 11/07/2000

121

Sicurezza stradale 11/08/2009

Quelli che ... la seconda corsia

Sicurezza stradale Parlando di sicurezza stradale, vorrei porre l'attenzione su di un comportamento che spesso si rivela essere molto pericoloso anche se chi lo mette in pratica è convinto che sia per la propria sicurezza: l'occupazione della corsia centrale in autostrada. E' da un pò di tempo che volevo scrivere sull'argomento in quanto ogni anno percorro una valanga di km di autostrada e spesso mi ritrovo nel traffico rallentato perchè si forma una colonna dietro a qualcuno che non rispetta il codice della strada. Approposito, riportiamolo questo codice: l'art. 143 comma 5 riporta "Salvo diversa segnalazione, quando la carreggiata è a 2 o più corsie per senso di marcia, si deve percorrere la corsia più libera a destra; la corsia o le corsie più di sinistra sono riservate al sorpasso". Il bello è che lo riportano anche sui tabelloni luminosi, ma purtroppo ancora troppa gente li ignora. A mio avviso il non rispettare questa norma risulta essere pericoloso e fastidioso e causa rallentamenti che potrebbero essere facilmente evitati; per portare qualche esempio, non vi è mai capitato di viaggiare su di una autostrada sgombra e di trovare un veicolo più lento in seconda corsia? Beh, a quel punto, visto che a destra non si può superare, diventa necessario attraversare 2 corsie (dalla prima alla terza) e dopo il sorpasso ripetere la manovra al contrario: lunga e pericolosa! Oppure vi è mai capitato di trovarvi in una colonna rallentata in seconda corsia, impossibilitati a sorpassare perchè la terza ...

LG GSA H12N Super-Multi 16/09/2007

Lo monti e non ci pensi più

LG GSA H12N Super-Multi Prima di iniziare a scrivere mi sono fatto una domanda: "Ha ancora senso scrivere una opinione su masterizzatori e lettori CD?". Beh, il primo che ho acquistato scriveva a 2x e mi è costato 850.000 lire più il controller SCSI (e i CD vergini a 50.000 lire al pezzo!), ora si tratta di materiale di puro consumo che trovi a meno di 30 euro... Poi l'ho installato e una volta riavviato il sistema si è scaricato gli aggiornamenti del firmware da solo da internet con gli ultimi aggiornamenti sulla compatibilità di Windows Vista (anche se stavo usando XP) e ho pensato che forse questo aveva ancora qualcosa di cui parlare. Ma torniamo alla descrizione! Qualche tempo fa mi si è presentata la necessità di sostituire il masterizzatore DVD su di un PC che viene utilizzato molto poco, quindi la mia scelta una volta giunto in negozio è stata quella di richiedere il prodotto più economico possibile. Con mia grande sorpresa mi è stata presentata la scatola di questo LG (quindi in versione RETAIL con software e cavetti). Un pò scettico, visto che considero LG una marca di livello abbastanza elevato e vista la confezione "deluxe", ho chiesto se ci fosse qualcosa di più economico magari in confezione OEM (senza scatola colorata e cavetti)... e con mia sorpresa mi è stato risposto che quello che mi avevano proposto costava solo 29,90 euro! Ho guardato la scatola, ho visto che superava abbondantemente le mie richieste e l'ho acquistato. Le caratteristiche globali si possono trovare sul ...

Crypto (Dan Brown) 03/01/2007

Una cavolata pazzesca e ve ne spiego il perchè

Crypto (Dan Brown) Finalmente mi sono deciso ad affrontare l'ultimo "capolavoro" di Dan Brown... ci ho messo un pò visto tutti i pregiudizi che mi ero formato dopo la lettura de "Il codice Da Vinci" (leggete la mia opi in merito per farvene un'idea), ma una persona fidata me lo ha consigliato dicendomi che mi sarebbe piaciuto visto che parla di codici, informatica e tecnologia. Sono quindi partito all'assalto! Dopo le prime dieci pagine mi sono fatto alcune domande: perchè i protagonisti sono sempre belli, buoni, affascinanti, intelligentissimi e di successo? Perchè si incontrano solo tra di loro?? Com'è possibile che uno di essi, brillante docente universitario, non abbia mai sfogliato "La settimana enigmistica" e non sappia cos'è un codice cifrato??? Io l'ho imparato leggendo Topolino ad un'età tra i 6 e i 10 anni ed ero in grado di comunicare correttamente per gioco con i miei amici usando codici e cifrature anche se molto semplici... mah... Ok, continuo ancora per qualche pagina e scopro che la NSA è uno degli organismi più segreti del mondo e che solo il 3% degli americani ne è a conoscenza... ma come?? Se la conosco anche io!! Ne parlano in qualsiasi film di spionaggio, 10 anni fa Will Smith ci ha spiegato per filo e per segno qual'è lo scopo di tale agenzia nel film "Nemico Pubblico" e se visitate la pagina www.nsa.gov, potete lasciare il curriculum e trovare le pagine apposite per spiegare ai bambini il loro lavoro... A questo punto una riflessione mi sorge spontanea: se si ...

Toshiba Tecra S2 20/07/2006

Un vero PC portatile professionale

Toshiba Tecra S2 Prima di giungere alla scelta di questo PC ho faticato non poco, in quanto esigenze lavorative mi costringevano a richiedere caratteristiche molto particolari. Partiamo dall'inizio... lavoravo per uno studio di ingegneria elettronica e spesso mi dovevo interfacciare con schede elettroniche e microprocessori da programmare. In campo industriale la stragrande maggioranza delle trasmissioni di dati viaggiano ancora su cavo seriale... di conseguenza mi serviva un portatile dotato di porta seriale!! Adesso gli esperti inizieranno a dirmi che bastava un convertitore USB-RS232 o un adattatore PCMCIA... SBAGLIATO!!! Non funzionano con tutte le schede programmabili perchè hanno tensioni lievemente diverse dallo standard, quindi l'unica è avere la seriale nel PC. Al giorno d'oggi, nell'utilizzo domestico la porta seriale è praticamente scomparsa, quindi questo prezioso accessorio è disponibile solo su PC di fascia professionale e quindi dotati tutto quello che si può desiderare... vi lascio immaginare come questo incida sul prezzo!! Alla fine la cerchia era ristretta ad un modello della HP e al TOSHIBA che sto recensendo. La scelta è caduta sul secondo principalmente per i seguenti motivi: tastiera con il miglior tocco, monitor più luminoso e preciso, a parità di caratteristiche un prezzo di circa 200 euro inferiore, precedenti brutte esperienze con portatili HP. Vi sembrano motivazioni sufficienti? Vado a descrivervi brevemente le caratteristiche tecniche: Voto Hardware: ...

Konica-Minolta Pagepro 1300W 15/07/2006

Una stampante laser domestica

Konica-Minolta Pagepro 1300W Da circa un anno sono il soddisfatto proprietario di questa piccola stampante laser monocromatica. Prima di tutto vi spiego perchè l'ho scelta: mi capita spesso di dover stampare delle piccole documentazioni o comunque blocchi di 10-20 fogli e in generale nulla che necessiti di essere prodotto a colori, così qualche anno fa ho deciso di munirmi di una piccola stampante laser in modo da ridurre i costi di stampa. Le stampanti a getto di inchiostro infatti hanno un costo maggiore per pagina prodotta, inoltre se non vengono usate regolarmete le testine tendono ad incrostarsi o a seccarsi con buona pace dell'utente che sperava nella stampa. Così ho trovato una Minolta 6L usata che mi ha risolto i problemi. Da buon ingengere un bel giorno mi sono dimenticato una puntina su un foglio e ho mandato tutto in stampa... rovinando definitivamente il tamburo (pezzo che dovrebbe durare oltre 20.000 stampe). Visto il costo elevato del ricambio ho deciso di cambiare tutto! Cercavo comunque qualcosa di economico, quindi le concorrenti erano una Samsung che però non permetteva la stampa su fogli lucidi, le HP della serie 1200 e questa Minolta. Dopo vari sopraluoghi tutti i negozianti volevano rifilarmi HP, ma ad un prezzo superiore e prestazioni analoghe a questa, così vista la buona esperienza maturata con la precedente ho fatto l'acquisto. Una caratteristica importante era la velocità di stampa della prima pagina dopo il riscaldamento all'accensione... ebbene questa stampante è ...

Agip Blu Diesel 10/03/2006

Dovrebbero usarlo tutti!

Agip Blu Diesel Perchè ho deciso di scrivere questa opinione? Prima di tutto per esprimere quello che penso (ovvio), poi per sfatare alcuni luoghi comuni con un pò di informazione: primo fra tutti quello che recita che il "blu diesel" costa di più. Più di un anno fa ho acquistato una Punto con il motore 1.3 Multijet e da allora mi sono divertito a stilare statistiche sui consumi, prestazioni e quanto mi sarebbe costato in più un motore a benzina. Ebbene all'inizio l'obiettivo principale era semplicemente quello di risparmiare, quindi la caccia era rivolta al benzinaio più economico del circondario. Per un pò sono andato avanti esclusivamente con gasolio normale, disdegnando le varie offerte di carburanti speciali come l' "Agip Blu Diesel", il "Q8 Hi-Q" e lo "Shell V-Power GTL", finchè un giorno in cui avevo appena preso lo stipendio preso da un raptus di follia ho fatto il pieno di gasolio speciale. Ebbene da allora non ho più cambiato, perchè ho scoperto che la mia auto ha una spiccata sensibilità verso i prodotti buoni e così spendo meno! Ne ho provati un pò di tutte le marche, tranne lo Shell perchè qui è introvabile, e vorrei parlarvi dei pro e dei contro che ho potuto constatare. Per prima cosa tutti questi carburanti hanno in comune il fatto di avere ridotto al minimo la presenza di zolfo (li pubblicizzano come "senza zolfo", ma in realtà anche il Blu Diesel ne ha meno di 10mg/kg) e quindi non produrre anidride solforosa, aumentato il numero di cetano e aggiunto additivi vari, ...

Casanova (Lasse Hallstrom, 2005) 09/03/2006

Un casanova molto goldoniano!

Casanova (Lasse Hallstrom, 2005) Chi non ha mai sentito parlare di Giacomo Casanova? I maschi generalmente lo invidiano e le donne lo rimpiangono... così l'altra sera sono andato a vedere questa pellicola senza aver visto nemmeno i prologhi. La prima cosa che mi ha stupito è stato vedere il logo della "Buena Vista International", cioè della casa che distribuisce i film della Disney... Infatti poi il film si è rivelato adatto ad un pubblico di tutte le età, divertente e anche con un buon ritmo. La storia raccontata è "liberamente ispirata" alla vita di Giacomo Casanova, ne ritrae alcuni aspetti della vita veneziana, i problemi legati alla politica e alla religione a causa del suo comportamento "libertino". La trama dopo i primi cinque minuti diviene abbastanza scontata e prevedibile, anche se si rivela comunque gustoso seguire le battute ed il susseguirsi dei fortunosi eventi che alla fine portano alla giusta conclusione della storia. L'ambientazione è semplicemente perfetta, come può essere l'atmosfera creata da una città unica come Venezia; le musiche che accompagnano e scandiscono il ritmo della visione sono tutte in stile dei rondò veneziani... i dialoghi sono garbati e a tratti pungenti, le battute sono sempre pronte e spesso si ride divertiti: sembra proprio una commedia del Goldoni con l'unico neo di essere recitata in italiano invece che nel dialetto veneziano. Se mi permettete un paio di appunti, all'inizio Casanova scappa da un convento veneziano (dove aveva appena soddisfatto una ...

The New World - Il nuovo mondo (Terrence Malick - Usa 2005) 15/01/2006

Pocahontas alla giapponese

The New World - Il nuovo mondo (Terrence Malick - Usa 2005) Sono appena tornato dalla visione di questa pellicola... l'ora è tarda, cala la palpebra e il film in questione non aiuta. Comunque i prologhi non sembravano male, la storia accennata era abbastanza nota e avrebbe dovuto parlare dell'incontro tra un capitano inglese arrivato in terra americana con intenti di colonizzazione e la principessa indigena Pocahontas... Orbene... inizio raccontandovi cosa è successo in sala durante la proiezione: il film inizia, si sa che durerà quasi due ore e mezza, ma dopo una mezzoretta si inizia ad intravvedere la gente delle file più avanti che si stiracchia e sbadiglia. Verso la metà del primo tempo la persona che ho davanti collassa definitivamente in avanti e dorme per il resto del primo tempo... Verso la fine del primo tempo gli sbadigli diventano rumorosi, un paio di persone in sala invocano Fantozzi e la proiezione de "La corazzata Potemkin" e si leva un brusio di sottofondo di gente che chiacchiera completamente disinteressata al film. La sala è quasi piena e l'augurio è che la prima parte sia stata una introduzione per un proseguo più ritmato ... ed in effetti il secondo tempo inizia a suon di cannonate, battaglie ed ammutinamenti ... si, inizia, perchè dopo poco si riprende con la calma piatta. Si ode qualche sonora ronfata dalle retrovie e più di qualcuno se ne và ben prima della fine della proiezione... E' desolante, davvero un bel pò di tempo che non assistevo a scene simili... Ma questi sono i fatti e non sono in ...

Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l’armadio (A.Adamson, 2005) 09/01/2006

Una buona favola di Natale

Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l’armadio (A.Adamson, 2005) Lo scorso week-end sono andato a vedere il film proposto da Disney per il Natale 2005: Si tratta appunto di "Il leone, la strega e l'armadio", tratto dalla saga de "le cronache di Narnia". Prima di tutto, che cos'è Narnia? Io pensavo fosse un personaggio, mentre in realtà è il nome di un regno fatato messo in difficoltà da una affascinante quanto spietata strega bianca, signora del gelo, autoproclamatasi regina di Narnia. Altra precisazione: cosa c'entra l'armadio? Mi suona un pò stonato all'interno del titolo... ma procediamo con ordine: la storia si apre in inghilterra nel bel mezzo del secondo conflitto mondiale; è in atto una campagna per la salvaguardia dei bambini e in tale ambito quattro fratelli vengono mandati temporaneamente come ospiti da un professore che abita nella tranquilla campagna. Per puro caso giocando a nascondino la più piccola scopre che un armadio può fungere da porta di passaggio verso un mondo parallelo: Narnia, per l'appunto. Da qui inizia una serie di traversie che porterà alla risoluzione del conflitto tra bene e male come nella migliore tradizione Disney per il periodo natalizio, attraverso effetti speciali, ambientazioni fantastiche e anche momenti altamente drammatici... tanto che un mio amico quasi cinquant'enne (molto sensibile) è uscito dalla sala visibilmente scosso, dicendo che non si tratta di un film per bambini... In effetti il Leone Aslan (e così sveliamo tutti i componenti del titolo) rappresenta il personaggio intorno al quale si ...

Con la M 13/12/2005

Maleducazione e mancanza di rispetto

Con la  M Maleducazione e mancanza di rispetto, secondo me due cose che vivono a braccetto, nel senso che se sei maleducato con qualcuno, come immediata conseguenza significa che non lo rispetti. Perche' questa mia opinione? Perche' semplicemente mi sto rompendo le scatole di vedere questi continui comportamenti tutti i giorni e ovunque. Basterebbe cosi' poco per rendersi conto della propria posizione tra la gente, una frazione di secondo impiegata per decidere se cosi' va bene... Ci si trova a due metri da un cestino delle immondizie, si finisce la sigaretta e il filtro immancabilmente viene gettato per terra. Perche'? Semplicemente qualcuno che reputo inferiore e' pagato per pulire dove io sporco, quindi e' giusto che lavori! Questa frase non me la sono inventata, ma me la sono sentita rispodere da una signorina molto chic quando le ho fatto notare la posizione del cestino... Maleducata e irrispettosa!! Potremo anche indignarci, ma quanti di noi l'hanno fatto o visto fare e non hanno detto nulla (spesso me compreso...), allora saremmo degli ipocriti. Come se non bastasse in autostrada, più volte ho assistito allo svuotamento del posacenere dal finestrino. Tristezza. Non abbiamo ancora capito che oltre le mura di casa nostra, è ancora casa nostra! Il marciapiede, la strada, le aiuole ... il tram, il treno, sono nostri!! Se ci fa schifo vedere la sporcizia dei mezzi pubblici, certo qualcuno addetto alle pulizie non ha svolto il suo lavoro, ma chi ha sporcato? I sacchetti ...

JVC KD-G 151 12/09/2005

Una autoradio che fa l'autoradio!

JVC KD-G 151 Oggi vorrei parlarvi di una valida autoradio con lettore CD, con caratteristiche di tutto rispetto visto il suo costo abbastanza contenuto. ANTEFATTO: Il motivo che mi ha portato a cercare un'autoradio nuova è stato il compleanno di mia sorella. Una volta scelta la tipologia del regalo sono stato offerto volontario per la ricerca, la scelta e il montaggio (simpatici vero??). Mia sorella vede l'auto come quattro ruote, un motore ed un volante, non è amante della tecnologia e quindi una radio deve suonare e basta. Dopo aver fatto qualche sopraluogo tra centri autoradio e negozi di elettrodomestici, ho ristretto la cerchia ad alcuni modelli tra JVC, Sony, Panasonic e Kenwood, cioè a quelli che mi garantivano una certa qualità sonora senza farmi spendere per inutili accessori che non sarebbero stati utilizzati. LA SCELTA: Tra le contendenti ho scelto la JVC prima di tutto per la semplicità di utilizzo. Infatti il frontalino ha una estetica molto sobria, simmetrica e con i pulsanti principali molto ampi e facili da azionare. Il colore argentato poi permette un buon contrasto e una facile visibilità. Il Sony e il Panasonic avevano una disposizione dei tasti molto più sofisticata, ma i pulsanti piccoli e neri su fondo nero erano difficilmente utilizzabili, mentre il Kenwood l'ho era quasi a pari merito. ESTETICA: Come detto si tratta di un SintolettoreCD con una interfaccia simmetrica e pulsanti ben spaziati tra loro; il colore è argentato con un display ...

Milano 08/09/2005

La trappola...

Milano Orbene, dopo l'aperitivo degustato iersera accompagnato dalla brillante compagnia di una ventina di amici Ciao-ini, vorrei deliziarvi con alcune riflessioni riguardo il Capoluogo lombardo, maturate mentre trascorrevo le ore alla guida del mio automezzo... Milano ha l'innegabile qualità di racchiudere un intero mondo al suo interno, una città grande, piena di persone, di attività commerciali e di potenzialità. A questo bisogna aggiungere l'enorme ricchezza di patrimonio culturale! Si tratta di una città enorme dove puoi trovare tutto quello che cerchi, se non è a portata di mano prendi un mezzo pubblico e ci arrivi in un batter d'occhio. Anche qui c'è l'imbarazzo della scelta: metropolitana, ferrovia, passanti, tram, autobus... scendendo da uno e salendo sull'altro arrivi ovunque al modico prezzo di 1 euro per 75 minuti di viaggio... Ecco appunto, cari milanesi, usateli questi benedetti mezzi pubblici!! Evitate di intasare le strade in questo modo indicibile!! Per vari motivi, tra ieri ed oggi ho dovuto girare con l'auto per Milano, ma vi giuro che se posso non lo farò mai più, neanche dopo tortura! Quel dedalo di viuzze con i nomi parzialmente cancellati o con i cartelli stradali sovrapposti... sbagli un ingresso e non ti ritrovi più... pianifichi un percorso e poi scopri che è un senso unico al contrario che ti porta a girare come una trottola fino a che ti fermi a chiedere informazioni ed il primo passante che fermi è uno straniero che è fermo lì solo perchè non sa ...

Toyota Aygo 1.0 23/08/2005

Un benzina che va meno di un diesel!

Toyota Aygo 1.0 Circa due settimane fa ho avuto l'occasione di provare in anteprima la nuova city car proposta da Toyota. L'auto in oggetto si chiama AYGO e dovrebbe essere commercializzata nei prossimi mesi. Vista la tendenza di Toyota nel proporre motori innovativi come l'ibrido benzina-elettrico e la massiccia campagna pubblicitaria effettuata per questo modello tramite internet, l'idea di questa nuova fantomatica auto dotata di un motore 998cc completamente in alluminio, 3 cilindri, 12 valvole, capace di erogare la bellezza di 68 cavalli, mi incuriosiva non poco! Il fatto poi che i consumi dichiarati fossero addirittura inferiori al diesel multijet di Fiat e fosse pronta per la normativa Euro4, era una ulteriore garanzia. In e-mail sono stato bombardato di informazioni e sono stato invitato a compilare dei questionari; gli slogan proposti recitavano cose meravigliore riguardo questo prodotto, come ad esempio "Libertà di movimento per una nuova generazione", "La seduzione è sempre pronta a scattare", "Il dinamismo raggiunge nuove dimensioni", "lo spazio è una rivelazione"... insomma c'era da aspettarsi qualcosa di mai visto prima e la mia curiosità montava... Mi telefona direttamente la sede milanese della Toyota e poi quella di Vicenza per fissare un appuntamento, mi presento e cosa mi trovo davanti? Una sorta di Smart con le linee leggermente allungate... non è esattamente quello che mi aspettavo, ma comunque iniziamo il tour. ESTETICA ED INTERNI: La linea è piuttosto ...

Nokia 6101 22/08/2005

Nessuno è perfetto, anche se ...

Nokia 6101 Il motto coniato dalla Nokia per questo suo gioiellino è "Semplicemente perfetto"; dal mio punto di vista in effetti si tratta di un prodotto ottimo sotto molti punti di vista soprattutto nel rapporto qualità prezzo, anche se alcune lacune non mancano. Il telefono in oggetto è il primo articolo "serio" con un prezzo abbordabile con la conformazione a conchiglia (cioè che si chiude in due come un'ostrica) presentato nei listini della casa finlandese... effettivamente prima era stato presentato il 2650, ma lo considero più che altro una presa in giro o uno scherzo. Il 6101 è un telefono che non si distingue subito, dotato di un'estetica ben precisa e molto raffinata che ricorda alcuni concorrenti di Motorola e Samsung, ma dotato di molti optional che lo pongono sicuramente al vertice della categoria. La caratteristica più immediata da notare è la presenza del doppio display a colori. CONNETTIVITA': Si tratta innanzitutto di un telefono Triband, quindi adatto ad essere utilizzato su reti GSM praticamente in tutto il mondo; è dotato di porta ad infrarossi per il collegamento e sincronizzazione con il PC e lo scambio di dati con altri telefoni dotati di tale porta; inoltre ha la possibilità di essere collegato anche tramite un cavetto USB (non in dotazione). Per gli interessati, questo telefono supporta anche GPRS, EDGE, connessioni TCP/IP ed è dotato di un browser xHTML per le pagine web. Una chicca interessante è l'implementazione della funzione PUSH TO TALK che ...

Fia Punto Speed Diesel 1.3 Multijet 16 V 70 Cv 27/06/2005

Una Fiat che piace e si fa piacere!

Fia Punto Speed  Diesel 1.3 Multijet 16 V 70 Cv Prima di scrivere questa opinione, ho aspettato un pò per poter provare effettivamente l'oggetto che intendo recensire. Ebbene si, ho cambiato auto ... mi è arrivata ai primi di gennaio e ora che sono trascorsi 12000km posso azzardare un'opinione. PERCHE': Non è stato facile, ho perso qualche mese a valutare le alternative, principalmente la Seat Ibiza, la Polo e la Yaris... ma devo dire che nessuna mi attirava particolarmente, vuoi per l'estetica, vuoi per i prezzi, vuoi per l'indecisione tra scegliere se a gasolio o benzina. Neanche la Punto mi attirava particolarmente... l'allestimento "Sporting" mi piaceva parecchio, ma era disponibile solo con cilindrate superiori alle mie necessità. La mia idea era di puntare sul nuovo Multijet, viste la caratteristiche dei bassi consumi e delle buone prestazioni, ma era disponibile solo in veste classica. Poi ad un concessionario è venuto in mente l'allestimento "Speed", esteticamente uguale allo "Sporting", ma con qualche accessorio in meno. La proposta è stata "se la ordini entro domani c'è l'ultimo giorno di offerta e risparmi 2000 euro..." così ci ho dormito sopra la notte e il giorno seguente ho concluso l'affare. A PRIMA VISTA: L'ho scelta Blu Speed (il colore nella foto) ed esteticamente è molto aggressiva con i paraurti maggiorati e i cerchi in lega da 15", inoltre ho optato per l'aggiunta dei fendinebbia e del tettuccio elettricamente. Per ora ho tralasciato lo spoiler. Non ho avuto modo di provarla prima ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra