Condividi questa pagina su

bronzo Status bronzo (Livello 7/10)

tweety69

tweety69

Autori che si fidano di me: 158 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

۞ º°"˜¨¨˜"°º•۝ VISITATE WWW.CINGHIAL8.NET ۝•º°"˜¨¨˜"°º ۞

Opinioni scritte

dal 11/04/2003

283

Fiat 500 04/07/2007

Finalmente torna la mitica 500!!!

Fiat 500 >>> Aggiornamento del 04 Luglio 2007 <<< Ma guarda un po'...a distanza di 3 anni dalla mia opinione il sogno si è avverato! Da domani in molte piazze italiane sarà possibile ammirare la Nuova 500!!! Guardando le foto direi che hanno modificato ben poco del progetto iniziale e il risultato è sorprendente! Assomiglia tantissimo alla vecchia cara 500 ma ha un aspetto più moderno! Da parte mia solo una parola per descriverla: STUPENDA!!! A differenza del prototipo Trepiùno che prevedeva solo 3 posti + 1 la nuova 500 potrà ospitare 4 passeggeri anche se quelli che staranno seduti dietro saranno un po' scomodi se più alti di 170 cm. Le motorizzazioni saranno: - 1.2 benzina da 70 cavalli - 1.3 Multijet da 75 cavalli - 1.4 16 valvole da 100 cavalli in previsione anche due versioni Abarth 1.4 turbo da 120 e 150 cavalli. >>> Fine aggiornamento <<< Penso che la maggior parte degli italiani cresciuti negli anni 50-60-70 abbiano amato e posseduto una Fiat 500! Ricordo che in famiglia ne avevamo due: una blu di mia mamma e una gialla, poi riverniciata in marrone, di mia sorella. Era l'utilitaria per eccellenza, piccolissima, maneggevole (anche se per cambiare si doveva fare la "doppietta") e fedele soprattutto in città dove, già allora, c'erano grossi problemi di parcheggio. Il suo tettuccio apribile le dava quel tocco di avventura e sportività in più e la annoverava tra le auto adatte a tutte le età. La possedevano dottori e casalinghe, studenti e ...

2003 Aprile 05/04/2007

Vorrei avere più tempo da spendere con te per...

2003 Aprile L'ultimo giorno di asilo ci è stato consegnato un foglio con su scritto: "Il tempo è la cosa più preziosa che l'uomo possa spendere" (Teofrasto). e sotto: Caro/a...........vorrei avere più tempo da spendere con te per... Le maestre hanno chiesto a noi genitori di fare questo "compitino per le vacanze" e cioè di scrivere una ipotetica lettera ai nostri figli dicendo loro cosa vorremmo fare insieme. Questa idea mi è piaciuta subito molto e, una volta a casa, mi sono messa d'impegno e ho lasciato scorrere tutti i pensieri e le parole che sentivo di dover dire a mia figlia. Questo è quello che è uscito spontaneamente dalla mia penna e, chissà, un giorno forse, quando Alessia sarà un pochino più grande, glielo farò leggere. Al ritorno dalle vacanze pasquali dovremo consegnarlo alla maestra e forse ne verrà fatto un libro che comprende le letterine di tutti i genitori ai loro figli... Cara Alessia vorrei avere più tempo da spendere con te per prenderti la manina e accompagnarti a conoscere il mondo, per aiutarti (se lo vorrai) a fare le scelte importanti che la tua vita ti riserverà, per farti capire che io ci sarò sempre quando avrai bisogno di un consiglio, di conforto, di un incoraggiamento o solo per ascoltare quello che avrai da dire, quello che mi vorrai raccontare, per congratularmi e gioire con te dei tuoi successi, per consolarti quando sarai triste, per donarti la mia spalla di mamma quando avrai voglia di piangere. Vorrei avere più tempo da spendere con ...

Miele Fioriture di campo 01/04/2007

Il nettare delle api! Lo adoro...

Miele Fioriture di campo Veniva usato fin dai tempi più antichi per purificare il corpo e l'anima ed è sempre stato apprezzato per le sue molteplici qualità. Gli Egiziani lo offrivano in sacrificio agli Dei e se ne servivano per imbalsamare i morti. I Romani lo consideravano l'ingrediente principale di una serie di ricette per migliorare la salute e, secondo la tradizione greca, il grande filosofo Pitagora si nutriva solo di questo prodotto della natura. Sto parlando del miele! Sul fatto che faccia bene e sia insostituibile in dispensa non ci sono dubbi, ricco com'è di fruttosio, vitamine, polifenoli e sali minerali. Tant'è che la scienza ha confermato l'efficacia di quasi tutti i rimedi casalinghi, cari alle nostre nonne. Si sa per esempio che il miele è un blando antibiotico, che calma la tosse e fa passare il mal di gola e anche che è utile per curare piaghe e ustioni. Non tutti sanno, invece, che disintossica e protegge il fegato, che è antianemico e diuretico, fa aumentare la potenza e la resistenza dei muscoli (quando giocavo a squash ne facevo largo uso), fissa il calcio ed il magnesio sulle ossa, stimola e regola l'apparato digerente ma non fa ingrassare (ovviamente a meno che non ne mangiate un vasetto al giorno!!!). Il suo potere dolcificante, infatti, è praticamente doppio rispetto a quello dello zucchero, mentre l'apporto calorico è leggermente inferiore. Per questo chi mette nel the o nel latte un cucchiaino di miele al posto dello zucchero dimezza senza dubbio le calorie senza ...

Marzo 2006 19/03/2007

17 Marzo: Prima Ciao-Pizza genovese

Marzo 2006 Sabato sera un gruppetto di ciaoine genovesi si è incontrato per mangiare una pizza insieme e approfondire la conoscenza fino a quel momento per molte solo virtuale. Stranamente abbiamo constatato che a Genova e dintorni ci sono quasi esclusivamente utenti donne, chissà per quale motivo! La serata per me è iniziata poco prima delle 20 quando ho "recuperato" Foxies con la macchina. Poi ci siamo dirette all'appuntamento davanti alla pizzeria con comodo anticipo. Poco dopo ecco arrivare marzialuna, poi sabbiaevento e delfinabizantina e per ultima letiziax che arrivava dall'entroterra e ha trovato traffico. Subito ci siamo trovate a nostro agio e Foxies ha preso immediatamente in mano la situazione ed ha iniziato a parlare senza freno. La serata è trascorsa velocissima con Foxies che ci raccontava gli aneddoti sul suo viaggio in Scozia e delfinabizantina che le faceva da spalla con battute simpatiche. Ad un certo punto vediamo avvicinarsi al tavolo una figura femminile con un foglio davanti al viso. Subito io ho pensato a quelle ragazze sordomute che ogni tanto passano tra i tavoli delle pizzerie lasciando piccoli gadget ed un foglio su cui è scritto quello che a parole non riescono a dire. Invece era quella simpaticona di carachiara che ha pensato bene di unirsi al gruppo in maniera simpaticissima. Infatti sul foglio c'era scritto: "Siamo spiacenti ma la foto dell'utente non è disponibile" proprio come leggerete se andrete a visitare la sua pagina su Ciao! Con ...

Torte farcite 24/02/2007

Torta cocco e nutella

Torte farcite Devo assolutamente rendervi partecipi di questa ricetta perchè vi assicuro che la torta cocco nutella è squisita e, se la preparate quando avete ospiti, farete un figurone! Mi ha dato la ricetta un ragazzo che l'ha preparata alla sua ragazza per farsi perdonare dopo una litigata... Qui sotto gli ingredienti necessari per la preparazione: Usate come dosatore il vasetto dello yogurt... 3 tuorli d'uovo (l'albume tenetelo a parte) 1 vasetto di yogurt al cocco (io ho usato il Muller) 3 vasetti di farina di cocco 2 vasetti di farina 00 2 vasetti di zucchero 1 bustina di lievito per dolci un pizzico di sale olio nutella Preparazione: Amalgamate i tuorli con lo zucchero e lo yogurt al cocco, aggiungete la farina di cocco e mescolate. Quando la farina di cocco sarà completamente incorporata, aggiungete anche la farina 00 e la bustina di lievito. Per ultimo aggiungete un po' di olio, circa un cucchiaio. A parte montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e uniteli al composto. Girate ben bene l'impasto cercando di non far sgonfiare gli albumi che saranno quelli che renderanno soffice la torta. Imburrate ed infarinate una teglia oppure uno stampo in silicone (io ho usato quello a forma di orsetto - vedi foto), versate il composto nella teglia ed infornate a forno già caldo a 150 gradi per 40-50 minuti. Appena sarà pronta tiratela fuori dal forno e spalmateci sopra un abbondante strato di nutella. Spolverate con cocco grattuggiato ...

Emmi Aloe Vera Sensitive 04/02/2007

Yogurt all'Aloe Vera

Emmi Aloe Vera Sensitive L'altro giorno, curiosando nel banco frigo del supermercato dove abitualmente faccio la spesa, è comparso uno yogurt che ha attratto la mia attenzione. Si tratta dello yogurt all'Aloe Vera della Emmi, una ditta svizzera, e denominato "Sensitive Yogurt". Ho trovato 3 diversi tipi di questo yogurt: - il classico contenente solo Aloe Vera; - quello con aggiunta di Melograno; - quello con aggiunta di Mango. Inutile dire che li ho presi tutti e tre! Il primo assaggio è stato per quello semplice, contenente solo l'Aloe Vera: La prova palato è stata positiva. La prima cucchiaiata ha portato alle mie narici un piacevolissimo profumo di fiori mentre il palato ha assaporato una dolcezza fiorata per niente fastidiosa. Insieme alla cremosità dello yogurt ho trovato gradevoli cubetti di aloe, croccanti sotto ai denti ma leggermente viscidi, di una dolcezza molto gradita. L'impressione che ho avuto sgranocchiando questi cubettini è stata quella di mangiare una pianta grassa. In effetti l'aloe vera ad occhio sembra proprio una pianta grassa (probabilmente lo è) con foglie a ciuffo molto carnose e spine lungo tutto il bordo. Appartiene alla famiglia delle Aloeacee. Il secondo assaggio è stato per la versione con aggiunta di Melograno: Sinceramente non ho trovato molta differenza con il primo vasetto, forse solo una colorazione leggermente più rosata. Il gusto mi è parso identico al precedente e non ho trovato traccia di melograno al suo interno... La terza prova la ...

Terkel in trouble (Stefan Fjeldmark - 2004) 12/01/2007

Bulli animati

Terkel in trouble (Stefan Fjeldmark - 2004) Questa è una tipologia di film di animazione che adoro! Mi piacciono da impazzire quei pupazzotti chiaramente fatti con programmi di grafica 3D, volutamente "fumettosi" ma molto molto realistici. Più adatto agli adulti che ai bambini in quanto più cinico dei Simpson, più "politicamente scorretto" di South Park e con un linguaggio più volgare di Beavis and Butthead ma divertente quanto questi tre messi insieme! Arriva dalla Danimarca dove pare che abbia stregato sia pubblico che critica! Eccovi la trama: Terkel è un ragazzino di prima media, goffo, con l'apparecchio ai denti, che cerca di sopravvivere nel mondo crudele degli adolescenti. Quello che l'aspetta è un'avventura horror condita da umorismo nero, sangue rosso fosforescente e gag esilaranti dal gusto malvagio. Il suo mondo è popolato da compagni di scuola violenti e da una famiglia strampalata: la madre ansiosa e fumatrice incallita, doppiata da Lella Costa, il padre nascosto dietro al giornale e capace di dire solo "no" (con la voce di Claudio Bisio), una sorella dall'innata predisposizione alla catastrofe e uno zio ubriacone ed incline alla rissa. Vittima di Sten e Saki, i bulli della scuola, Terkel capisce che mettendosi dalla loro parte il tormento potrebbe finire e così, rinnegato il miglior amico Jason (che gira sempre con una spranga per difendersi), decide di passare dalla loro parte: da vittima a carnefice. A rimetterci maggiormente è Doris, la cicciona della classe innamorata di lui. Ma il ...

Zathura (Jon Favreau - 2005) 12/01/2007

Quando il gioco diventa realtà

Zathura (Jon Favreau - 2005) Questo film secondo me ha molte affinità con Jumanji il film che ha come protagonista il sempre ottimo Robin Williams… Ma eccovi la trama: Un giorno come un altro nella case dei fratellini Walter e Danny. Il loro padre, un po' distratto, parte per un viaggio di lavoro e li affida alla sorella maggiore Lisa. Appena l'uomo chiude la porta alle proprie spalle i bambini cominciano a litigare: il piccolino vorrebbe l'attenzione e la stima del grande il quale, invece, dopo un po' col fratellino minore si annoia. Danny allora approfitta dello scherzo che Walter gli ha teso e per il quale finisce in cantina per distrarsi da solo con un vecchio gioco in scatola: "Zathura". Qualcosa di veramente incredibile, a questo punto, prende forma davanti agli occhi del bambino e un normale pomeriggio di giochi si trasforma in un'avventura spaziale. Man mano che il gioco procede, infatti, la casa viene scaraventata nello spazio. I fratelli capiscono di dover vincere la partita iniziata se vogliono tornare sulla Terra. Con loro c'è sempre Lisa e si aggiunge un astronauta alla deriva, un aiuto valido per superare gli ostacoli che lo spazio siderale riserva sulla lunga strada del ritorno. Primi fra tutti i terribili Zorgon, creature carnivore simili a grossi lucertoloni, per non parlare di robot molto aggressivi. Oltre che un'avventura fantasiosa il film rappresenta il viaggio di una famiglia, soprattutto dei due fratelli, verso la reciproca comprensione. Fanno parte del cast ...

L'era Glaciale 2 - Il Disgelo (Carlos Saldanha - 2006) 08/01/2007

Si salvi chi può!

L'era Glaciale 2 - Il Disgelo (Carlos Saldanha - 2006) Oggi vi parlo di un film di animazione che ho visto già da un po' ma che mia figlia periodicamente vuole rivedere perché è innamorata dei personaggi ed in particolare di Sid e di Scrat. Sicuramente se fosse stato un personaggio in carne e ossa avrebbe conquistato un Oscar come miglior attore non protagonista! Sto parlando di Scrat, il piccolo topo preistorico simile ad uno scoiattolo, tormentone vincente dell'Era Glaciale. E' così amato dal pubblico da meritarsi un cortometraggio interamente dedicato a lui (per non parlare di tutti gli arti cortometraggi che girano su internet!). E' proprio grazie a lui, alla sua inesauribile simpatia e alle sue "fantozziane" avventure con la sua preziosa ghianda che si deve il successo planetario del primo episodio. Alla fine de "L'Era Glaciale" avevamo lasciato Scrat congelato in un blocco di ghiaccio, separato per un soffio dalla sua amata ghianda e con il destino beffardo che si prendeva ancora una volta gioco di lui. Oggi il piccolino non è più soltanto un comprimario, ora ha un ruolo di eroe nella storia accanto all'improbabile trio animato formato dal solitario e musone mammuth Manny, il logorroico bradipo Sid e l'astuta tigre dai denti a sciabola Diego. A tenerli insieme non è più un bambino eschimese da riaccompagnare a casa ma un'amicizia consolidata che li ha legati per tutta l'era della glaciazione e li ha portati fino al disgelo. Il mondo ghiacciato, in via di scioglimento, è diventato una sorta di enorme parco di ...

Uno zoo in fuga (S. Williams - USA 2006) 07/01/2007

Quattro pazzi in libertà

Uno zoo in fuga (S. Williams - USA 2006) La prima reazione che si prova vedendo i fotogrammi del film sarà probabilmente uguale per tutti… Sembra la stessa identica storia raccontata in Madagascar e per di più con gli stessi personaggi! In realtà la Disney ha iniziato la lavorazione di questa animazione molto prima rispetto a Madagascar, quindi se qualcuno ha copiato di certo non è stata la Disney! In ogni caso le differenze si scoprono man mano che il film prosegue. A partire dalla trama: un leone fugge dallo zoo accompagnato dai suoi amici, una giraffa, un koala ed un serpente, per cercare il figlio imbarcatosi accidentalmente per l'Africa. Molto meno macchiettistico del film della Dreamworks ma non per questo meno divertente, "Uno zoo in fuga" è un film molto accurato nella realizzazione dell'animazione e nel disegno, che evidentemente ha richiesto un lungo periodo di realizzazione e che sembra avere ben assimilato l'esperienza fatta dalla Pixar in questi anni con i film realizzati in animazione digitale tridimensionale come "Alla ricerca di Nemo" e "Monster's & Co." soprattutto. I caratteri dei personaggi sono fatti apposta per catturare l'interesse dei più piccoli ma di certo attraggono anche gli accompagnatori adulti: il leone dalla impressionante e tremendamente realistica criniera, il koala sarcastico e dalle buffissime espressioni, la giraffa allampanata ed il serpente (forse la creatura più impressionante) che ricorda Kaa de "Il libro della giungla" e Sir Biss di "Robin Hood". Alla consueta ...

Pizzeria Bagni Italia, Genova 27/12/2006

Una buona pizza guardando il mare

Pizzeria Bagni Italia, Genova Quando voglio andare a mangiare una buona pizza senza fare tanti chilometri prenoto ai Bagni Italia! Come noterete dal nome questo è principalmente uno stabilimento balneare e si trova in Corso Italia, la passeggiata più frequentata dai genovesi. Qui si può fare di tutto, dal bagno a giocare a ping-pong, all'acquagym, alla beach volley. Ma cosa c'entra uno stabilimento balneare con la pizza? C'entra eccome perchè i Bagni Italia sono anche un ottimo ristorante-pizzeria! La pizzeria ha ben due forni a legna dove cuoce pizze dall'elevata qualità degli ingredienti (per i golosoni aggiungo che la pizza è molto grande). Bagni Italia fa anche da ristorante con primi piatti fatti a mano tra cui raviolini, gnocchi, tagliatelle ed un pesto fatto all'antica maniera nel mortaio. Le pietanze sono di tradizione marinara. Gestito dalla famiglia Saccone, Bagni Italia ha tre ampi saloni per 250 posti totali più il dehor estivo proprio sopra il mare con altri 50 posti. Indicato anche per cerimonie, banchetti e meeting. Fra le specialità della pizzeria consiglio la pizza alla mozzarella di bufala, la focaccia al formaggio di Recco e la farinata. Per quanto riguarda il ristorante, da provare i ravioli di pesce e il filetto ai mirtilli mentre per i dolci consiglio la zuppa inglese. Volendo, su prenotazione, viene cucinato pesce freschissimo. Per la pizzeria la spesa media si aggira intorno ai 15-20 euro mentre per il ristorante spenderemo circa 30-35 euro. Accettano tutte ...

buratta.com 24/12/2006

Che fortuna averli per amici!

buratta.com Ho chiesto l'inserimento di una categoria dedicata a questo sito perché ci tengo particolarmente visto che Buratta è un amico di mio marito dai tempi del militare e ogni anno lo andiamo a trovare nel suo agriturismo/gastronomia. Ho richiesto anche l'inserimento dell'agriturismo a cui questo sito fa riferimento e presto ne farò un'opinione. Quindi non starò adesso a dirvi quanto si mangi bene e quanto sia un bel posto l'agriturismo Buratta ma vi accompagnerò tra le pagine del loro sito per farvelo conoscere meglio… VELOCITA' E TEMPI DI CARICAMENTO: Le pagine si caricano rapidissimamente anche se contengono molte foto. INTERFACCIA E DESIGN: Il sito è ottimizzato per la navigazione con il browser Internet Explorer v. 5.0 e superiori. La pagina principale si presenta come un foglio di giornale e ai lati ha due bordi rosso scuro che contrastano. Nella homepage troviamo sulla sinistra il menù, al centro la storia dell'agriturismo Buratta e a destra alcune foto dell'agriturismo che, cliccandoci sopra, possiamo ingrandire. Nel Menù troviamo: - Le stanze: cliccando qui potrete vedere le stanze che compongono l'agriturismo. Inoltre è presente un link utilissimo per controllare la disponibilità delle stanze. Vi basterà cliccare su questo link e potrete vedere quali stanze sono libere per il periodo che vi interessa. - I prezzi: in questa sezione ovviamente troverete i prezzi delle varie stanze in base al periodo dell'anno considerato alta o bassa stagione. Inoltre ...

Tecnologia Umts 15/12/2006

Con l'UMTS il telefonino diventa tuttofare

Tecnologia Umts A poco più di tre anni dal lancio dei primi servizi UMTS, ancora molti consumatori associano questa tecnologia ad un servizio, la videotelefonata, che non ha certo conquistato grandi estimatori. La possibilità di scambiare i dati ad una velocità massima di 384 Kbit al secondo, però, rende in realtà possibile fruire di molti servizi che i terminali di ultima generazione iniziano a supportare al meglio, anche se spesso è necessario leggere con attenzione i manuali d'uso. Tanto per fare alcuni esempi, i sistemi di instant messaging, i principali motori di ricerca e molti dei servizi multimediali tipici di internet, ovvero la condivisione di immagini e video, oltre al download di brani musicali, sono ormai possibili anche tramite i telefonini di ultima generazione. E proprio il passaggio su piattaforma mobile di alcuni dei servizi più utilizzati oggi su un pc offre nuove opportunità di utilizzo dei cellulari UMTS, a patto naturalmente di scegliere un piano tariffario coerente con un consistente traffico dati. In caso contrario, le tariffe al consumo praticate dagli operatori, che si attestano intorno ai 4-6 euro per megabyte di dati, scoraggiano persino premere il tasto "connetti" del terminale! *** OLTRE GLI SMS *** Per i grandi consumatori di messaggini, facilitati da sistemi di predizione del testo sempre più efficaci e da molti modelli che sfoggiano vere e proprie tastiere, il passaggio dagli sms ai software di messaggistica istantanea può essere un vantaggio anche ...

BlackBerry 8700v 14/12/2006

BlackBerry passa all'UMTS

BlackBerry 8700v Grazie all'UMTS anche uno dei desideri più sentiti dagli utenti di BlackBerry, ovvero la possibilità di effettuare conversazioni telefoniche mentre si legge la posta elettronica, è ora possibile. Il modello 8707v, proposto in Italia da Vodafone, aggiunge infatti la tecnologia di terza generazione all'ormai classico modulo telefonico Gsm/Gprs, per motivi però diversi dalla velocità di collegamento in sé o, tanto meno, da un maggior supporto al multimedia. Come i precedenti modelli, infatti, telecamere e lettori multimediali sono completamente assenti per evitare problemi di privacy in ambienti, come quelli finanziari, in cui le fotocamere sono bandite da ogni riunione. Uniche concessioni all'ormai inarrestabile diffusione del multimedia in movimento un programma per la visualizzazione delle immagini spedite per posta elettronica o trasferite tramite pc e un videogioco. Decisamente più utile il software per la gestione sicura delle password che permette di memorizzare in forma cifrata, e quindi non leggibile a terzi, i vari codici di accesso a siti internet o altre informazioni riservate. Fastidiosa è, invece, l'impossibilità di utilizzare un modulo bluetooth per sincronizzare i dati con il pc obbligando ad utilizzare il cavetto Usb: un prezzo forse eccessivo, da pagare in termini di sicurezza, dal momento che Rim ha permesso l'uso del bluetooth solo per utilizzare un auricolare o per collegare un modulo Gps per la navigazione satellitare. Il vero punto di forza del ...

Yamaha YZF-R1 13/12/2006

Nata per correre!

Yamaha YZF-R1 Come molti di voi sapranno ho una passione per i motori ed in particolare per le due ruote. Ho avuto modo di provare questa moto in quanto posseduta da un mio amico. Appena l'ho vista non ho saputo resistere e gli ho chiesto di farmela provare! Ecco le impressioni e qualche dato tecnico di questo gioiellino che è una bomba anche se il mio cuore batte sempre per le Honda… ;o) La Yamaha R1 è campione delle vendite tra le ipersportive di 1000 cc in Italia, forse per la linea filante e snella o forse per la pastosità del motore, che sino agli alti regimi non mette in imbarazzo i meno esperti. In realtà il modello 2006 si presenta con alcune migliorie che hanno elevato la potenza massima fino all'incredibile limite di 175 CV a 12500 giri e ne hanno migliorato le prestazioni dinamiche, unicamente con l'obiettivo della pista. Chi si porta a casa una fiammante R1 si trova a disposizione, soprattutto nella versione SP, uno strumento pronto alla gara che concede pochi compromessi all'uso stradale e che, in condizioni di traffico aperto, risulta utilizzabile solo in minima parte rispetto al suo potenziale. Come tutti i purosangue, anche la R1 soffre nella normalità del traffico cittadino, risulta faticosa per la posizione di guida molto sdraiata e per un motore che, pur essendo potentissimo agli alti regimi, risulta pigro ai bassi e costringe ad utilizzare con frequenza il cambio. La nervosità dei primi modelli è completamente scomparsa, complice anche l'allungamento di 20 ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra