Condividi questa pagina su

arancione Status arancione (Livello 6/10)

viaggiaconcarlotta

viaggiaconcarlotta

Autori che si fidano di me: 163 iscritti
Visualizza le statistiche dell´utente

poco presente....saluto tutti i miei vecchi amici....

Opinioni scritte

dal 02/08/2008

107

Bocconi stuzzicanti 06/02/2013

FRIVOLEZZE per CARNEVALE

Bocconi stuzzicanti Cari amici ciaoini, è Carnevale, volete passare una serata con gli amici? cercherò di proporre qualche ricettina sfiziosa, ma economica, visti i tempi di ristrettezze….le ho volute chiamare “” frivolezze”” saranno insolite e spero gradite….. • ARANCINI di POLENTA CON SORPRESA >>Prima di tutto preparare una polenta precotta, immersa in latte e acqua da lasciar intiepidire >>prendete con un mestolo una quantità di polenta utile per confezionare degli arancini (non molto grandi) >> preparate vari formaggi diversi tagliati a dadini (scamorza, gorgonzola semplice od al mascarpone, taleggio ecc.) >>>ora si dovranno introdurre al centro di ogni arancino i dadini (in ogni arancino un tipo diverso di formaggio >>chiudere l’arancino e continuare nello stesso modo con gli altri >> spennellare gli arancini con del burro fuso ( fatto fondere con due foglie di salvia) ed, a piacere, spolverizzare con pepe >> ora chiudere, a caramella, ogni arancino con carta stagnola °°°°°°°° Avendo già preparato il tutto, si potranno mettere in forno a 180/200° per 10’’ prima di essere portati in tavola ed ogni commensale aprirà la propria “” grossa caramella fasciata” avendo la sua sorpresa……. Questa ricetta è utile ed anche indicata per la famiglia quando in casa ci sono avanzi di formaggio. • CROCCHETTE di PATATE allo Speck >>Bollire le patate (meglio con la buccia) calcolandone una grande o due piccole per ogni commensale >>passarle con lo schiacciapatate > unire un uovo + 1 tuorlo, formaggio ...

Tikal 13/01/2013

I MISTERI dei MAYA

Tikal Sequel di Guatemala: tutti i colori dell'arcobaleno La storia dei Maya inizia verso il 1500 a.C….. essi abitavano nello Yucatan, che ora si trova in territorio messicano, e nelle regioni montuose del Guatemala; come altre civiltà precolombiane erano una popolazione sedentaria che praticava l’agricoltura ed aveva una organizzazione sociale gerarchica. Nel centro delle città si trovavano monumenti civici e religiosi, cioè i templi, la residenza di corte ed i luoghi di incontro mentre alla periferia sorgevano i villaggi dei contadini. * In questa parte del viaggio andremo alla scoperta dei siti Maya…noi ci troviamo ancora a Chichicastenengo …..la sveglia è alle 5.30 ed impieghiamo 6 ore per percorrere 106 kilometri di strada sterrata attraversando le montagne del Guatemala… non ci sono bar o posti di ristoro…. con piacere facciamo una sosta a Coban dove visitiamo un vivaio di felci giganti favolose alte anche 3-4 metri ..la proprietaria del vivaio è una signora di origine tedesca…vive in una bella casa al limite della sua tenuta….. le chiediamo dove potremmo bere un caffè e lei ci fa entrare in casa…ci accomodiamo in una veranda con vista sulle grandiose felci e lei ci offe il suo caffè come a vecchi amici….è stato un break molto carino dopo tutta quella polvere e scossoni !!!! ****** La moneta del Guatemala è il quetzales e sulla banconota è raffigurato un bellissimo uccello colorato che si chiama proprio quetzal…le sue lunghe e bellissime piume adornavano il capo dei ...

Guatemala 03/01/2013

GUATEMALA :TUTTI I COLORI DELL'ARCOBALENO

Guatemala GUATEMALA :”Tutti i colori dell’Arcobaleno” Il Guatemala, terra di vulcani per eccellenza, fu conquistato nel 1523 dagli Spagnoli per mano di Pedro de Alvarado, luogotenente di Cortès, proveniente dal Messico, che inizia la conquista, con molti saccheggi del territorio maya; la prima capitale fu fondata su un versante del Volcan de agua altro 3.766 metri, così chiamato perché il suo cratere era colmo d’acqua…..quando forti terremoti la fecero traboccare la città fu travolta da un torrente di fango e la capitale fu spostata nel 1543 dalla Ciutad Viejia ad Antigua che rimase capitale per oltre 200 anni di un vasto territorio. Il dominio spagnolo ha cercato, senza riuscirci, di porre fine alla civiltà e cultura Maya, gli indigeni sono stati sfruttai al limite delle loro forze e furono decimati e si arrivò quasi vicino alla scomparsa totale. L’indipendenza dagli Spagnoli avverrà solo nel luglio 1823!!! ******** Condivido,ora con voi, il mio diario scritto nei ritagli di tempo, raccontando le mie emozioni e le impressioni frettolose su questo bellissimo Paese Martedì dì 29 gennaio: Atterriamo all’aeroporto di Guatemala City dove ci attende il nostro pulmino con autista, già prenotato dall’Italia, che ci accompagnerà durante tutto il viaggio…arriviamo di sera ad “Antigua” prendiamo possesso delle nostre camere in un bell’ Albergo e inizieremo la sua visita domattina. Mercoledì 30 gennaio:siamo ad Antigua Patrimonio dell’Umanità questa dolce, silenziosa e tranquilla cittadina ...

Praga 08/11/2012

PRAGA.....quasi dalla A alla Z

Praga Cenni Storici La nascita di Praga, dice la leggenda, viene attribuita ad una donna: verso l’anno 900 Libuse..una giovane principessa-veggente di una tribù slava della dinastia dei Premyslidi, che profetizzo la futura gloria di Praga.. capì che i sudditi erano scontenti, ed alla morte del padre, scelse un umile contadino come sposo e divenne la prima Regina di una dinastia che durò circa 400 anni. >>Praga ha,poi, attraversato la storia…. nell’Alto Medioevo quando raggiunse il suo massimo splendore…. nel 1355 Carlo IV della dinastia dei Lussemburgo divenne Imperatore del Sacro Romano Impero e la elesse Capitale …. Praga divenne residenza imperiale e una stupenda Città più estesa di Parigi e di Londra; il Sovrano saggio e colto…la trasformò anche in capitale culturale e vi fondò, tra l’alto, la prima Università dell’Europa Centrale . >>Con la dominazione Asburgica nella prima metà del 1500 perde il suo potere, che viene spostato a Vienna…ma quando Rodolfo II viene incoronato Re di Boemia, nel 1583 sposta la sua Corte a Praga che diventa centro del’alchimia e della Scienza, sarà questo il periodo della Praga magica, vive il suo Rinascimento: nell’Arte e nell’Architettura vengono chiamati e dominano gli artisti italiani ,il Castello viene ricostruito in stile Rinascimentale. >>Nel XIX secolo , con la caduta degli Asburgo, inizia la Rinascita Nazionale con il ritorno della lingua ufficiale ceca a lungo bandita in favore del tedesco, e la costruzione di grandi edifici , come ...

Key Afer 09/10/2012

KEY AFER : il suo mercato ed i suoi dintorni

Key Afer Ogni sera dopo la cena al nostro tavolo viene Hermiass ,il nostro capo spedizione etiope, che in inglese ci parla degli itinerari che affronteremo il giorno successivo..la spiegazione viene poi ripetuta in italiano dal nostro capo-gruppo Giancarlo . Siamo nel territorio dei Banna : questa mattina andiamo a piedi a visitare un villaggio di capanne qui vicino al nostro albergo… appena arrivata nella radura, prima una bimba e poi un’altra mi prendono per mano e facendomi un cenno con la mano mi dicono sister in un primo tempo penso siano sorelle, ma poi capisco che mi vogliono dire che noi tre siamo sorelle … tranquille, non mi chiedono nulla sono solo contente di darmi la mano… Mi sento bene, in pace ….Il paesaggio è bellissimo in terra rossa…. non avevo mai attraversato a piedi un posto simile, sia per la vegetazione sia per la morfologia del terreno… piccoli avvallamenti… tante piante grasse..un’agave particolare è fiorita… un ramo centrale alto 60-70 cm. si innalza dal fusto e si apre poi con tanti rametti coperti da piccole inflorescenze rosse, non avevo mai visto questo fiore (e non lo vedrete nemmeno voi perché non ho fatto la foto.. ero così presa che ho filmato i miei compagni che camminano proprio attraverso questo fiore in primo piano e mi sono dimenticata di fotografare) … a 300 metri da me un vecchio pastore con il suo bastone trattenuto in orizzontale con le due mani dietro la testa, va per la sua strada ed un gruppetto di donne in fila indiana camminano verso la ...

Olimpiadi 2012 a Londra. Qual è la vostra disciplina favorita? 02/08/2012

C'E' FORSE una GARA più AFFASCINANTE della MARATONA ?

Olimpiadi 2012 a Londra. Qual è la vostra disciplina favorita? correva l’anno 1960 Il boom economico aveva raggiunto anche casa mia e, come la maggior parte delle famiglie italiane, avendo apposto le firme su un bel pacchetto di cambiali, la televisione si era conquistata il posto d’onore nella mia sala . Quell’anno le Olimpiadi si svolgevano a Roma e per la prima volta si potevano vedere in televisione !! Mi " tuffai" in quella meravigliosa favola moderna dei Giochi Olimpici che volevano ripercorrere quella delle Olimpiadi che si svolgevano in Grecia nell’antichità. Come ormai era consuetudine l’ultima gara che avrebbe concluso le Olimpiadi Moderne sarebbe stata la maratona … ero seduta sul divano della mia sala quel 10 settembre 1960 quando un atleta di colore, minuto di corporatura, alto appena 1 metro e 59, sconosciuto al grande pubblico ed ai giornalisti sportivi, dopo aver corso sul selciato dell’Appia Antica… a piedi scalzi entrò nello Stadio Olimpico e tagliò per primo il traguardo…. Si chiamava Abebe Bikila veniva dall’Etiopia… primo africano a vincere un’Olimpiade divenne il simbolo dell’Africa che si scrollava di dosso il colonialismo… quell’immagine, limpida nella mia memoria, è tuttora presente in me …era partito senza scarpe per una scelta tecnica del suo allenatore norvegese che lo aveva assecondato a non indossare le scarpe perché lui, in Etiopia, quando correva già da bambino, non le indossava…. Vincerà un altro oro olimpico nel 1964 a Tokyo, questa volta con le scarpe… La maratona tra storia e leggenda Come ...

Mago National Park 04/06/2012

Mago National Park

Mago National Park L’INCONTRO con i MURSI Le nostre valigie erano dinuovo ammucchiate sul marciapiede, avevamo molta strada da fare.. ma non importava .. la strada è la vita Jack Kerrouac Abbiamo appena lasciato i villaggi che rappresentano ancora un tranquillo avanposto dal quale inoltrarsi verso la selvaggia e primitiva regione del Basso Omo…..non ci sono cartelli stradali… prima di imboccare una pista, dal finestrino alla mia destra vedo una grande pietra adagiata per terra con incisi i kilometri ed il nome della prossima località , ma di sfuggita perché la macchina cammina, è la sola indicazione utile…sull’auto del capo spedizione e del nostro capo gruppo sono saliti due uomini: uno è il cuoco che ci preparerà da mangiare e l’altro è un guardiano armato del suo fucile che ci proteggerà nella notte quando monteremo le tende in un piccolo accampamento. Il Mago si trova a est del fiume Omo, ha un’ampiezza di 2.162 chilometri quadrati e comprende quelle terre dalla natura selvaggia e senza confini costituite principalmente dalla savana aperta con ampie zone di foresta intorno ai corsi d’acqua.Ora siamo nella stagione secca ed attraversiamo larghi wady (che sono il letto di fiumi in secca) terreno sabbioso…. dove ora stanno pascolando greggi di bovini … la vegetazione è bassa…. grandi cespugli con fiori gialli … mi sembrano ginestre, altri bellissimi cespugli fioriti di rose del deserto (adenium obesum) che qui non raggiungono le dimensioni che ho visto nello Yemen dove diventano enormi ...

Konso 10/05/2012

ESPERIENZE SPECIALI di VIAGGIO nel TERRITORIO dei KONSO

Konso Nei lunghi secoli di isolamento dal resto della civiltà i Konso che sono un gruppo etnico ancora abbastanza numeroso: circa 25.000 persone di lingua omotica , vivono su di un terreno ricco di pietre di basalto,hanno sviluppato una buona tecnica nella costruzione a secco dei muretti in pietra che costruiscono per la realizzazione di terrazzamenti del territorio collinoso e montuoso … sono dediti all’agricoltura usando un sistema di lavoro collettivo, producendo cereali,patate dolci, sorgo, cotone, sfruttando ogni metro di terra. Però il cereale autoctono più importante in Etiopia è il teff (mai sentito nominare prima!)… fornisce la metà del fabbisogno di nutrimento alla popolazione: cresce bene fino a 3.000 metri…i suoi chicchi sono 125 volte più piccoli del grano, cadono così facilmente dalla spiga che la mietitura deve essere fatta prima della maturazione…2.500 chicchi pesano solo un grammo !!! Il teff si conserva per anni ma non è panificabile.. il valore nutrizionale è quasi uguale a quello del grano ed ha un elevato contenuto di vitamina B….con i piccoli semi si prepara la ‘njera una specie di grande piadina spugnosa di colore grigio chiaro che si strappa con le mani, sulla quale vengono appoggiati quando è fredda, intingoli piccanti, verdure e mucchietti di carne di montone o di bue …è il classico piatto nazionale. • Siamo sempre sull’altopiano… e dalla nostra pista abbastanza dissestata i bellissimi panorami si alternano…. le scoscese colline appuntite in lontananza ...

El Sod ed i Pozzi Cantanti, El Sod 02/04/2012

USANZE d'ALTRI TEMPI

El Sod ed i Pozzi Cantanti, El Sod USANZE d’ALTRI TEMPI Sveglia alle 5.30…colazione alle 6 e subito dopo partiamo per cercare di non arrivare troppo tardi,quando il sole sarà a picco, nella località di El Sod …. ma lungo la strada ci sono troppe cose interessanti da vedere …. ad esempio incontriamo un folto gruppo di giovani donne con le loro accette in spalla …stanno camminando sul bordo della strada dirette…forse, penso, a spaccare legna… Intanto il paesaggio è stupendo … siamo nella Kolla zona bassa dell’altipiano compresa tra i 600 e 1.800 metri … terra rossa, tra la vegetazione che vanta vari tipi di acacie, baobab e varietà di euforbie che arrivano anche fino a 10 metri spuntano qua e là alti termitai …. sono uno degli organismi più minuscoli del Pianeta…. mi affascinano molto, favoriscono lo sviluppo di piante ed animali, il drenaggio dell’acqua e l’arricchimento del suolo..sono alti dai 2 ai 6 metri e rappresentano l’opera silenziosa ed organizzata delle termiti. La parte abitata dagli insetti si trova vicino al suolo e contiene oltre alla camera della Regina e del Re , la camera della prole e la camera contenente i funghi ed il materiale organico in decomposizione che le operaie trasportano nel nido tramite lunghe gallerie. Potete ammirare un termitaio in lontananza nella foto n° 2 Facciamo sosta in un Villaggio composto da i famosi Tukul Sidamo …queste capanne vengono riconosciute in tutto il mondo come la vera casa etiopica dopo che una riproduzione della capanna venne esposta all’Expo del Canada ...

Addis Abeba 17/03/2012

NEL CUORE dell' AFRICA NERA

Addis Abeba Mi chiederete perchè un viaggio in Etiopia? Intanto dopo aver già viaggiato in molti Paesi del Mondo, affascinata specialmente dall’Oriente dovevo assolutamente cambiare Continente, e dopo il mancato viaggio in Madagascar nell’ottobre scorso perché non si raggiunse il numero necessario di partecipanti, incuriosita ed affascinata da una puntata di Passaggio a Nord Ovest condotto da Alberto Angela ho pensato di poter visitare la Dancalia, una regione dell’Etiopia inospitale per l’uomo ma travolgente per la sua Natura particolare…ma era troppo dura per me ed inoltre lo spiacevole episodio verificatosi di omicidi e rapimenti di turisti me ne ha sconsigliato la partenza. L’Etiopia, però era rimasta nel mio cuore ….. la stagione era quella giusta… sarei partita per il Grande Sud e l’Omo Rivier con una formula Soft (si fa per dire!!) Ed eccomi scendere dall’aereo ad Addis Abeba, ( qui si pronuncia Addis Ababa) siamo sull’altopiano a 2.600 metri… è la terza Capitale più alta del mondo,dopo La Paz in Bolivia e Quito in Ecuador, .una città di circa 4 milioni di abitanti, Capitale dell’Unione Africana…80 nazionalità e lingue diverse vi convivono . La lingua più parlata è l’amarico, ma alla TV ed alla Radio ad orari diversi vengono trasmessi notiziari oltre in amarico anche in Tigrino e Oromo, la moneta Ufficiale è il birr , il tasso di cambio è 1 Euro = 23 birr. La vita media è di 49 anni e questo dato fa pensare sul tenore di vita degli etìopi. Avremmo dovuto andare in albergo ...

OliOliva - Festa dell'olio nuovo, Imperia 23/01/2012

OLIOLIVA :Festa dell'Olio Nuovo

OliOliva - Festa dell'olio nuovo, Imperia Una GRANDE FESTA all' 'INSEGNA del GUSTO L’olio nuovo protagonista per tre giorni ad Imperia, città che aderisce all’Associazione Naz. Città dell’Olio. L’Associazione, che riunisce 250 Comuni d’Italia, ha l’intento di promuovere l’olio extra vergine di oliva, i territori di produzione, riconoscendone il fondamentale ruolo della tradizione agricola, alimentare e culturale; si prefigge inoltre di divulgare la cultura dell’olivo e dell’olio di qualità, tutelare e promuovere l’ambiente, il paesaggio olivicolo, diffondere la storia dell’olivicoltura, garantire il consumatore attraverso la valorizzazione delle denominazioni di origine ed organizzare momenti di incontro e di studio sui processi di ricerca e sperimentazione in campo olivicolo. Il prologo si è tenuto il primo giorno all’auditorium della Camera di Commercio con la Rassegna della Dieta Mediterranea, dichiarata nel 2010 dall’Unesco Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità …un Forum Internazionale con delegazioni di 15 Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo …. Si sono trattati non solo i temi della dieta in cui l’olio extra vergine d’oliva è elemento fondamentale ma la dieta mediterranea come strumento di marketing, l’alimentazione mediterranea come valore salutistico …. OliOliva deve diventare sempre più testimonial turistico di una filosofia ampia, di una scelta che privilegi il mangiar sano e genuino, il benessere, la qualità della vita, il relax in ambiente gradevole e rilassante ed Imperia con il suo ...

Mercatino di Natale, Trento 04/01/2012

Mercatini di Natale in Trentino

Mercatino di Natale, Trento A dicembre per il Ponte dell’Immacolata sono stata invitata da cari amici sulla sponda nord del Lago di Idro,che si trova ancora in provincia di Brescia, ma confina con il Trentino e per me che abito al mare andare d’inverno sulle montagne e vedere belle distese di neve è un’occasione ghiotta ed invitante … mi sarebbe addirittura piaciuto che nevicasse proprio mentre mi trovavo là. Mia figlia con il suo compagno hanno voluto accompagnarmi con la macchina perché io da sola non sarei stata in grado di affrontare quel viaggio con la prospettiva di trovare nebbia e neve. Quest’inverno, invece, la neve si è fatta attendere, facendo anche temere per la buona riuscita della stagione sciistica ed è arrivata troppo tardi per noi che non abbiamo avuto il piacere di vederla da vicino. Dopo la bellissima accoglienza dei nostri amici sul lago,mentre essi erano impegnati nel loro lavoro, noi una giornata l’abbiamo dedicata a visitare i mercatini di Natale: da Ponte Caffaro , che si affaccia sul lago di Idro a 379 mt. sul livello del mare abbiamo imboccato la strada per Madonna di Campiglio, passando da Pinzolo … il paesaggio era meno affascinante del solito. Lungo la strada che percorrevamo, le Dolomiti del Brenta facevano da splendido scenario, ma erano solamente spruzzate di neve. Arriviamo a Madonna di Campiglio…la Perla delle Dolomiti del Brenta animata ed elegante … qui siamo a 1550 metri …. non fa freddo, non metto nemmeno i guanti,cerchiamo il parcheggio ma è dura, ...

La mia ricetta preferita di Natale 01/01/2012

SFORMATO di VERDURE NATALIZIO

La mia ricetta preferita di Natale Un anello rosso fuoco Sarà che sono un ' appassionata di cucina e perciò ho trovato molto intrigante questa occasione di preparare un pranzo di Natale suggerito da amici ciaoini diversi …ci sarà chi suggerisce un antipasto….. chi suggerisce un primo, chi un secondo e chi un dolce e così al menù che ognuno preparerà per Natale si potrà aggiungere od inserire una ricetta proposta da questa iniziativa che al momento della degustazione unirà idealmente alla propria famiglia il ricordo di altri amcici della famiglia allargata che è ciao ..troppo romantica? La mia ricetta è facile ma un po’ impegnativa, non tradizionale, insolita, d’effetto, molto raffinata, delicata e gradita ai vegetariani di cui ho notato un discreto numero su Ciao. * Vi è piaciuta la suspance? Vi ho incuriosito abbastanza ?allora diamo inizio alle danze….. E’ necessario avere una teglia ad anello con foro centrale Passiamo agli ingredienti: -3 peperoni rossi (se li trovate, di medie dimensioni) –1 bella melanzana --2 carciofi-- 2 zucchine—2 carote –2 pugnetti di piselli surgelati—un bel pugnetto di funghi porcini secchi ; Preparazione Innanzi tutto, con largo anticipo mettere i peperoni al forno a 180-200° finchè si sente il profumo e sono pronti per essere privati della buccia, dei semi e dei filamenti interni> tagliateli lungo le falde naturali e messi in un contenitore per alcune ore, anche una notte affinchè perdano l’acqua insita nel prodotto; >ora si procederà alla cottura delle diverse verdure ...

Atlanta 03/11/2011

In memoria di Martin Luther King

Atlanta Esprienza personale ad Atlanta La recente scomparsa di Stewe Jobs ha colpito tutti, non solo per la crudeltà della malattia che lo accompagnava dal 2004 e nonostante le cure l’ha portato a lasciare questa terra a soli 56 anni. Nel discorso di commemorazione che Obama ha pronunciato per quest’uomo che ha cambiato il mondo della comunicazione , ha parlato di visionari … uomini che hanno cambiato la storia e lo ha paragonato a Martin Luther King, l’uomo che pronunciò la famosa frase I have a dream. Effettivamente il sogno del Reverendo Martin in quel momento della Storia americana non era altro che un sogno …ci sono voluti molti anni,ma l’elezione di un uomo di colore a Presidente degli Stati Uniti avrebbe coronato quel sogno ma lui non l’ha potuto vedere. °°°°°° Io sono nata con la propensione ad essere tollerante ,ottimista e idealista e nella vita ho imparato che situazioni spiacevoli e negative, inconvenienti e contrattempi fastidiosi ed anche dolorosi si sono trasformati, più avanti in situazioni positive. Ad esempio, quando ero impiegata in una piccola Ditta e rimasi incinta, subii il licenziamento che allora era un comportamento normale ….. non c’era ancora la legge che , successivamente sanzionò il divieto di licenziamento per le donne in attesa di figli. Allora era consuetudine citare un proverbio che recitava si chiude una porta e si apre un portone … il proverbio non è più attuale … i portoni di questi tempi , purtroppo, rimangono chiusi. Per me quel proverbio si ...

Tagliatelle alla crema di zucca e pecorino 28/10/2011

TAGLIATELLE alla Crema di Zucca e Pecorino

Tagliatelle alla crema di zucca e pecorino La zucca è la regina dell’autunno e questa ricetta che voglio proporvi sarebbe l’ideale per la Festa di Halloween, che vogliate festeggiarla o no…. * Ci occorrerà la zucca gialla , uno o due porri, formaggio pecorino ..non metto le dosi poiché dovete decidere voi a seconda se siete solo in due , in quattro o in sei persone, ormai chi cucina ha l’’occhio e spero si regoli benissimo. Prepariamo prima la crema >tagliate a fette la zucca eliminando i semi ed i filamenti e disponetela in una teglia da forno caldo a 180° per circa 40 minuti; >togliete la buccia ed affettate la polpa a dadini piuttosto piccoli; >Mondate i porri ed affettate sottilmente la parte bianca > metteteli in una padella con olio extra vergine di oliva, facendoli appassire lentamente >>>> aggiungete la dadolata di zucca al soffritto >>> profumate con rosmarino mescolando per insaporire per alcuni minuti; >Bagnate, quindi, con del brodo caldo proseguendo la cottura a fuoco medio, coperto per 10 minuti, finchè il brodo risulti consumato; assaggiate e controllate se occorre ulteriormente salare, una spruzzatina di pepe , quando il composto è tiepido, frullatene 2/3 , che rimetterete, in attesa nella padella. A questo punto entrano in scena le tagliatelle che andranno calate in acqua salata bollente , cotte a puntino e scolate direttamente nella padella contenente la crema di zucca. * Sarà molto carino e coreografico distribuire la pasta nei singoli piatti con al centro la dadolata di zucca tenuta da ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra