Condividi questa pagina su

rosso Status rosso (Livello 5/10)

wmilandenis

wmilandenis

Profilo utente non disponibile. La persona che stai cercando non è più un utente di Ciao.

Opinioni scritte

dal 30/11/-0001

26

Logitech Cordless Desktop MX3200 Laser 11/09/2008

Black power

Logitech Cordless Desktop MX3200 Laser Partendo dal presupposto che non capisco il motivo per cui non possa esistere una categoria chiamata "kit mouse e tastiera" mi accingo dopo lungo tempo a scrivere un'opinione, sperando di esserne ancora sufficientemente capace. PERCHE': In principio fu il monitor a cambiare "colore", poi furono le casse… deve trattarsi di una trasposizione umorale in linea con il mio carattere perché da completamente ricoperta di strumenti informatici bianchi la mia scrivania è diventata nera. Mancavano solo gli ultimi tasselli rappresentati da mouse e tastiera dello stesso colore: ci avevo già provato tempo fa con il kit della Trust di cui all'opinione più in basso su Monclick (a cui rimando per la spiegazione del fallimento dell'operazione), poi avevo moderatamente deciso di lasciare perdere. Il tutto finché gironzolando per il sito della Logitech per altri motivi non mi sono imbattuto in questo kit (MX 3200 Laser) che mi ha colpito sia dal punto di vista estetico sia da quello delle funzionalità (che comunque ho letto e riletto prima di procedere all'acquisto). Tra le altre cose era anche l'occasione di liberarsi di un po' di fili da quella piccola centrale elettrica che si nasconde dietro alla scrivania, quindi ho deciso di ritentare l'avventura e siccome nei negozi non sono riuscito a trovarla mi sono tuffato sulla Baia nella speranza che andasse tutto bene. E pare che sia andata more or less così. IN GENERALE: Una volta aperta l'elegante confezione si ha subito l'impressione di ...

Con la S 22/05/2008

Sulle strade...

Con la  S ("Sulle strade", perché chiamare l'opinione "Sulla Strada" avrebbe violato il copyright di Kerouac) Trattato semiserio sulle abitudini dei nostri connazionali al volante dopo lunga osservazione non a scopo scientifico. I risultati sono consultabili ogni giorno sui migliaia di km delle strade italiane. Al momento non ho l'ispirazione per scrivere un'opinione commerciale, e mo' vi beccate i miei deliri! :-D Opinione soggetta ad aggiornamenti su vostro gentile suggerimento, mi piacerebbe leggere le vostre esperienze tra i commenti. CAPITOLO I: Gli italiani e le strade di città C'erano una volta tranquille e ridenti stradine di città/periferia su cui passavamo ore ed ore a giocare a pallone, ad ammaccare le pochissime auto parcheggiate vicino ai marciapiedi, a sfasciare gomiti e ginocchia sul ruvido asfalto. Appunto, c'erano. Oggi anche la più insulsa stradina è diventata come il circuito di Indianapolis, e non mi riferisco certamente alla forma del tracciato: le macchine sfrecciano talmente veloci ed il traffico è così intenso che i genitori iniziano a fare uscire i figli da soli in bicicletta solo il primo giorno di università. Ma parliamo delle rotatorie, strumenti principi di regolazione degli incroci che stanno fiorendo come cervi a primavera : passo io? Passi tu? Ma sì dai, passiamo assieme e boooom, il botto è servito. E'incredibile come l'invenzione più utile a livello urbano sia anche la meno capita in assoluto, ma forse stavolta la colpa non sta solo da una ...

Digicom Michelangelo USB CX 21/04/2008

Non era quello che volevo, ma...

Digicom Michelangelo USB CX AH, L'ADSL Nell'anno di grazia 2008 mamma Telecom ha deciso che non sarei più stato un digital diviso e che avrei potuto finalmente sfruttare anch'io internet veloce. Così appena ho visto che il semaforo di verifica della copertura adsl è diventato verde ho nell'ordine: a) telefonato al 187 per richiederne l'attivazione; b) acquistato un modem (di cui non farò il nome perché non è quello oggetto dell'opinione) Se per quanto riguarda il primo punto è andato tutto ok, non posso dire altrettanto del secondo: nonostante mi fosse stato assicurato che la linea era attiva non riuscivo ad entrare in rete, sebbene fossi sicuro che i collegamenti erano stati fatti perfettamente. E ARRIVO' MICHELANGELO: Or dunque preso dall'esasperazione e dalla sfrenata voglia di poter finalmente utilizzare la mia nuova fiammante Alice (calma, non ho cambiato morosa, parlo dell'Alice di Telecom) ho preso il primo modem con interfaccia USB che ho trovato in negozio, senza prima informarmi su di esso come invece sono solito fare prima di un acquisto: e così ho portato a casa questo Michelangelo USB CX della Digicom. Dopo aver collegato il cavo telefonico(non quello della confezione perché troppo corto rispetto al punto in cui ho la presa telefonica) e il cavo usb, e dopo una rapida installazione dei driver (seguendo le due paginette di istruzione del manuale) ho attivato l'abbonamento Alice e finalmente sono riuscito ad entrare nel nuovo (per me) mondo della banda larga. Il tutto in pochi minuti ...

Con la I 05/04/2008

Meno male che Isola(23) c'è!

Con la  I Questa opinione, che opinione in fondo poi non è, ha come destinataria una ciaoina che si dà tantissimo da fare per rendere la community un posto gioioso e divertente, che ci perde ore e salute mentale pur di accontentare tutti e che ha sempre belle parole per ogni persona. E visto che la sua ultima divertentissima iniziativa ha a riguardo le imminenti elezioni politiche, scrivendo il commento all'opinione mi è venuto in mente questo riadattamento ad personam. Avessi tempo farei anche il sito, per ora accontentati della song. :-) Grazie Isoletta23 :-) DISCLAIMER: Prima che i proprietari della canzone me la facciano togliere, desidero chiarire che non c'è alcun intento provocatorio né di presa in giro, è un riadattamento giocoso per fare un omaggio ad una persona. E se vi siete offesi ricordate, "FATEVI UNA RISATA OGNI TANTO!" MENO MALE CHE ISOLA C'E' (testo: di altri, musica: di altri, riadattamento: wmilandenis) C'è una ciaoina Qui tra di noi Una forza della natura Isoletta siamo con te Meno male che Isola c'è! Con i sondaggi Su amicidiciao Si tratti di un sito Oppure di un forum Isoletta siamo con te Meno male che Isola c'è! La coppia perfetta O le elezioni Tutto si basa sull'ilarità Isoletta siamo con te Meno male che Isola c'è! Si va dal formaggio All'insalata Parliam del risotto O del ciobaaar Isoletta siamo con te Meno male che Isola c'è! Le iniziative Non mancano mai Ci dedichi tempo E non ti pesa maaaaii Isoletta ...

Studentessi - Elio e le Storie Tese 25/02/2008

Piantala con sti bonghi!!!

Studentessi - Elio e le Storie Tese PREMESSA: Nelle opinioni musicali dei membri di Ciao che ho finora commentato ho sempre scritto di intendermi poco di musica, ed in effetti è proprio così. Per quale motivo cimentarsi dunque nell'opinionare non una canzone ma bensì addirittura un intero cd musicale? Semplice, intanto perché pur non essendo un esperto di tecnicalità e stili musicali ho pur sempre un gusto personale e so riconoscere quello che mi piace o no (insomma, un po' di discernimento ce l'ho anch'io :-P). Dall'altro lato perché l'album oggetto di valutazione è la nuova fatica (e che fatica!) di quegli svalvolati che mi accompagnano quotidianamente in macchina facendomi sobbalzare sul sedile dalle risate: oggi come 10 anni fa quando li ho sentiti per la prima volta. Sto parlando d(egl)i Elio e le Storie Tese. Tutto ciò che dirò sarà molto opinabile, in fondo su tutto ciò che riguarda il gusto personale bisogna tenere conto delle sensibilità di ognuno, per cui una canzone che io ho interpretato in un modo può essere stata capita diversamente da altri; e allo stesso modo una che a me non è piaciuta può essere definita un capolavoro da chi ne capisce di più. Vediamo cosa ne esce... :) UN ALBUM... INDIPENDENTE: Gli EELST sono tra i primi (e ancora molto pochi) che hanno deciso di chiudere con le case discografiche e di produrre in proprio (attraverso la società Hukapan srl) le loro opere dell'ingegno. Non so se sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso o l'ultima prima di chiudere il ...

Trenitalia 05/02/2008

Trenitalia, il mio disagio quotidiano (UPDATE!)

Trenitalia C'era una volta, e c'è ancora, la pubblicità di una famosa marca di biscotti che recita "Oro S***a, il mio biscotto quotidiano". Il biscotto quotidiano che mando giù io grazie alle Ferrovie dello Stato, FS, Trenitalia (scegliete il nome che più vi piace) ha raggiunto uno schifo tale da indurmi in assuefazione gustativa... Che senso ha fare l'opinione numero 100+n su Trenitalia, che senso ha dare l'ennesima stellina, cosa porta in più alla discussione sulla compagnia? Forse niente, ma sono stressato e mi va di sfogarmi. Sono uno dei tanti pendolari che per i più svariati motivi (il mio è l'università) si reca a Padova quattro giorni alla settimana... uno come tanti, che si alza presto, sveglia e caffè, barba e bidet, presto che perdo il tren (personal remix da Fantozzi, ndD). Ma... calma, ho forse detto "perdo"? "Perdo"? Per carità, non c'è pericolo che si riesca a perdere un treno, la puntualità è un lusso che un paese come il nostro non può permettersi. Ma facciamo chiarezza descrivendo un paio di giornate tipo: LUNEDI' MATTINA, TRENO DELLE 7.18: Ho la fortuna di trovare sempre posto in quanto la stazione è quella di partenza, almeno su questo non posso lamentarmi. L'altoparlante sbraita "Trenitalia avvisa che la sanzione per chi sale senza biglietto è blablabla": come dire, "nel caso non foste abbastanza svegli, beccatevi la reprimenda mattutina". Il treno è un TAF (Treno ad Alta Frequentazione, e quanto alta!). Ferma in tutte le stazioni, nessuna esclusa. ...

Pirelli Winter 190 Snowcontrol 17/01/2008

OK la sicurezza, ma...

Pirelli Winter 190 Snowcontrol PREMESSA: All'inizio dell'inverno, dopo aver testato sulla mia pelle gli effetti del sovrasterzo in circonvallazione, ho deciso di equipaggiare la mia macchinina con le gomme invernali. Non ne sapevo molto sull'argomento per cui sono ricorso ad internet ed al mio fedele AlVolante per provare a capirne qualcosa di più. Per questo motivo l'opinione conterrà in larga parte la mia esperienza con queste gomme, anche se ancora relativamente breve, ma anche qualche semplice informazione tecnica e di funzionamento che penso sia utile conoscere. Per approfondimenti e consigli esperti basta rivolgersi alla grande rete, o in alternativa ad un buon gommista (cosa che ho comunque fatto anch'io). DAL GOMMISTA: Sulla base del sopraccitate premesse mi sono recato dal mio gommista di fiducia per avere le informazioni di cui necessitavo e le necessarie delucidazioni sugli argomenti che non avevo ben capito a causa dell'eccessivo tecnicismo. In più, ovviamente, avevo bisogno di un preventivo. In realtà sono andato con l'idea di chiedere qualcosa di seconda mano, ma me lo ha sconsigliato subito perché mi ha detto che a suo avviso non ne vale la pena. Così mi ha consigliato un treno di pneumatici Pirelli W 190 con codice di velocità T (vale a dire massima velocità 190 km/h... seee non li faccio neanche con le gomme normali, figuriamoci sulla neve!), i migliori a suo modo di vedere. Per quanto riguarda la spesa, devo dire che pensavo molto peggio: alla fine me la sono cavata con 340 euro per ...

Systane Collirio Lubrificante 28/12/2007

Per fortuna che ci sei!

Systane Collirio Lubrificante No, questa volta non c'entra la mia cucciola nell'opinione. Anzi sì, c'entra ma indirettamente. ;) PREMESSA: Sono miope da circa sette anni e astigmatico da due, non gravemente ma quel tanto che basta a costringermi a dover correggere i difetti visivi e ad avere il codice 01 sulla patente (obbligo di lenti). Io odio gli occhiali, li odio, li odio e li straodio, anche se la mia Ele, probabilmente perché mi vede con gli occhi dell'amore, dice che sto bene, io li detesto con tutto me stesso e quando avrò i soldi e ce ne saranno le condizioni cliniche (non degenerazione della miopia) farò l'operazione col laser, su questo non ci piove. Fino ad un paio di anni fa vivevo praticamente con le lenti a contatto addosso dal momento in cui mi alzavo al momento in cui tornavo a letto. Non che la manutenzione delle LAC fosse meno noiosa, ma almeno mi sentivo più libero, e soprattutto potevo portare gli occhiali da sole, andare in campo e vederci bene... sentirmi anche esteticamente migliore dai, niente giri di parole. Finché non ho cominciato a soffrire di secchezza oculare e di cheratocongiuntivite da stress corneale (che in parole povere significa "TOGLITI QUELLE CACCHIO DI LENTI OGNI TANTO!!!") ed ho dovuto cambiare giocoforza le mie abitudini. LA MIA SALVEZZA: Nonostante abbia dovuto ridurre di molto l'uso delle lenti a contatto, un prodotto consigliato dal mio nuovo oculista (130 euro a botta, era il minimo che potesse fare consigliarmi un prodotto buono!!) mi è venuto in ...

Con la E 26/12/2007

Perché sei tu... Elena!

Con la  E Avevo preannunciato che l'opinione numero 18 non sarebbe stata commerciale, e dato che per me mantenere la parola data, specialmente se ad una persona speciale, è una questione d'onore, eccomi qua. La persona in questione è proprio colei che mi è giustappunto apparsa sul display del cellulare, lei che ha già scritto qualcosa su di me e che mi ha chiesto "perché non lo fai anche tu?". Già, perché... perché all'inizio mica lo volevo fare sinceramente... io sono fatto così, me ne sto buono buonino in un piccolo mondo tutto mio vissuto internamente e faccio fatica a tirare fuori i miei stati d'animo, belli o brutti che siano. Ma quando gliel'ho detto, vedere il suo musetto triste e sentire le parole sussurrate "ok, se non ti va..." mi ha stretto il cuore e mi sono detto che non potevo non farlo, che in fondo non c'è niente di strano e che ogni tanto scavare in questa corazza può solo farmi bene. Non so da dove cominciare, forse dovrei partire dal 5 agosto di due anni fa, da quel bacio dopo che ci eravamo visti solo una volta e conosciuti per pura casualità un mese e mezzo prima... io lontano da casa mia e con pochi progetti in testa ma tanta voglia di ripartire per l'ennesima volta da zero, e non solo a livello affettivo. Sono fatalista, lo so, ma credo che niente avvenga per caso... o forse le cose avvengono veramente per caso ma il nostro bisogno di sperare in qualcosa di buono e positivo ce le fa apparire così... magari rifletterò su questo punto in un'altra opinione. Sono ...

Rex-Electrolux R 1200 ITS 13/12/2007

Tutto con un dito

Rex-Electrolux R 1200 ITS Calma calma, non c'è niente di erotico in questa opinione, non fatevi ingannare dal titolo! Questa volta vi parlo della nostra lavatrice, la Rex Electrolux Input Timetech (che qui su Ciao è indicata solo con il codice R 1200 ITS, quello impresso anche sul frontale della lavatrice). Abbiamo acquistato questa lavatrice 3 anni fa in sostituzione di una vecchia Zoppas che ormai si rompeva continuamente e ci faceva spendere dei capitali in riparazioni, così, nonostante l'immenso affetto per il suo vecchio catorcio, mia madre si è decisa che era il momento di cambiare (la lavatrice fa parte di quel "set" di acquisti di cui avevo già accennato nell'opinione sulla radiosveglia). As usual, vi risparmio la scheda tecnica e mi addentro subito nell'opinione. DESING: La lavatrice è di colore bianco, con i tasti di programmazione grigi. Sia i led associati alle funzioni sia le scritte del display sono di colore giallo fluorescente, arancioni invece gli indicatori di chiusura oblò e di accensione. L'oblò è di medie dimensioni e si apre quasi a 180 gradi, ma ha un'evidente sporgenza verso l'interno che crea un problema di cui parlerò dopo. Nel suo complesso risulta essere generoso nelle dimensioni, sicuramente non è fatto per stanze strette. IMPOSTAZIONE E LAVAGGIO: L'impostazione dei programmi di lavaggio avviene da sinistra verso destra: dapprima si sceglie il tipo di tessuto da lavare (selezionabili sono cotoni, sintetici, delicati, lana e lingerie) , poi le temperature ...

Al Volante 21/11/2007

Il mio quarto d'ora di relax

Al Volante Dopo una lunga giornata passata tra treni (perennemente in ritardo), università, libri e corse di ogni genere, la sera mi ritaglio un piccolo spazio per tenermi informato sulle novità dal mondo delle automobili e perché no?, per sognare anche un pochino. Per fare questo oltre ad una buona dose di fantasia serve uno strumento cartaceo, che da qualche anno ho identificato in AlVolante. Inutile negarlo, il primo approccio col giornale è stato ampiamente facilitato dal basso costo dello stesso, ovvero un misero euro circa tre anni fa: rispetto ai quattro euro e rotti di un suo diretto concorrente, direi che non ci sono paragoni. Ma, de gustibus, ognuno ha preferenze diverse sui contenuti delle riviste che compra. LA RIVISTA: Sebbene circa metà della rivista (circa 400 pagine) sia occupata dall'enorme listino del nuovo e delle quotazioni dell'usato, sono parecchie le sezioni in cui la stessa si divide. Seguirò l'ordine generalmente seguito dal giornale. Dopo l'ovvio sommario ogni mese viene presentata una pagina in cui viene intervistato un dirigente (generale, marketing o vendite) di una casa automobilistica: le domande hanno sempre carattere consuntivo e prospettico quindi risulta interessante sapere come si muoveranno nel prossimo futuro le diverse case, specie nel caso in cui debbano reagire dopo un progetto parzialmente fallito o un periodo di magra nelle vendite. Nella sezione "Forum" viene chiesta (il mese precedente) un'opinione ai lettori su un particolare ...

Peugeot 206 1.6 07/11/2007

Sopra di lei, il cielo

Peugeot 206 1.6 Faccio un paio di premesse prima di addentrarmi nell'opinione: l'allestimento della mia macchina non c'è, ho richiesto allo staff l'inserimento ma evidentemente mi sono spiegato male... non intendevo la coupè cabriolet, ma la CIEL... cioè lo stesso identico modello di questa solo con il tetto panoramico (e non apribile). Non importa, ma era giusto chiarirlo. Seconda cosa, l'opinione risulterà lunga e a tratti noiosa, a volte condita con episodi di vita vissuta con la mia macchina... potrà annoiare e non piacere, ma a me andava di scriverla così, perché è stata la mia prima macchina ed anche se non è perfetta io ci sono molto affezionato. Anche questo mi pareva giusto chiarirlo, per una questione di correttezza. Chissà, forse invece vi hanno annoiato di più le premesse. FORTISSIMAMENTE "LEI": Abbiamo acquistato questa auto nell'Aprile del 2002, quando ancora ero in quinta superiore. Il suo scopo, oltre che regalo di compleanno, doveva essere quello di incentivarmi a fare bene proprio l'ultimo anno, visto che negli ultimi due il rendimento era calato vistosamente. Alla fine si può dire che è andata bene, stimolato nell'orgoglio e per un certo senso di riconoscenza sono riuscito a diplomarmi in maniera dignitosa... da allora l'ho sentita mia al 100%. Ovviamente abbiamo approfittato del fatto che la vecchia fiammante Y10 stava per chiedere pietà, così abbiamo fatto un giro per un paio di concessionarie; io volevo una Punto, mi imbarazzava troppo chiedere di più... ma mia ...

Samsung DVD-HR 737 02/11/2007

Chiamatelo... "Tartaorso"!

Samsung DVD-HR 737 Lo so, lo so... con un dipietriano "ma che c'azzecca?" vi starete chiedendo cosa significa questo titolo riferito ad un'opinione su un dvd recorder. Questo è diventato l'appellativo con cui chiamo questo registratore DVD della Samsung (HR737) quando devo farvi riferimento. Il perché lo scoprirete solo vivendo, o in alternativa leggendo l'opinione. QUASI PER CASO: Tempi stretti, ritmi frenetici, bei film, programmi o serie tv che si perdono: avevo decisamente bisogno di un dvd recorder, ormai il caro vecchio videoregistratore (beh, mica vecchio l'ultimo a dire il vero) almeno su in casa aveva fatto il suo tempo (ora il VRC è giù in taverna). L'occasione buona per prendere un dvd recorder è arrivata quando abbiamo dovuto scegliere un "premio" della raccolta punti Alìper dello scorso anno: e che palle ancora i piatti, e che palle ancora le tovaglie... e... e... e perché non aggiungiamo una novantina di euro e non ci prendiamo questo dvd recorder? Mia madre era scettica, lei si trovava bene con il suo lettore dvd Irradio che le ho regalato qualche anno fa per il suo compleanno, ma poi ha capito l'importanza (si fa per dire, eh) di avere uno strumento in grado di registrare oltre che di riprodurre. Così lo abbiamo preso, ma non chiedetemi il numero di bollini perché non me lo ricordo proprio ed il catalogo è stato buttato da un bel pezzo (he he). URCA CHE BELLO: Estratto dalla scatola, non ho potuto esclamare nulla di diverso. A mio modo di vedere è davvero elegante; di ...

Monclick 01/11/2007

Non mi posso lamentare

Monclick Da qualche anno a questa parte sono diventato un habitué degli acquisti su internet in quanto nella maggior parte dei casi (dire la totalità sarebbe onestamente esagerato) si riesce a spuntare prezzi inferiori a quelli praticati in negozio. Sebbene da un lato per taluni possa risultare inaccettabile senza prima aver toccato con mano, il vantaggio dell'e-commerce è quello di ridurre notevolmente i cosiddetti "search costs", ovvero i costi di ricerca di noi consumatori. Con un click siamo in grado di girare contemporaneamente più negozi! (si vede che sto seguendo il corso di Economia Politica 3 all'uni? ;)) Ma lasciando da parte le divagazioni, passiamo alla mia esperienza con questo negozio on-line conosciuto lo scorso anno mentre cercavo phon e piastra per i capelli che la mia ragazza aveva espressamente chiesto in regalo. Ci sono già molte opinioni che raccontano di come è fatto il sito e di come funzionano acquisti e pagamenti, per cui preferisco non ripetere tutte queste cose e concentrarmi sulla mia esperienza, in quanto la ritengo significativa di come un negozio possa essere... beh, vi lascio un po' di suspance. Luglio 2006, il primo acquisto è andato perfettamente: prezzi più bassi rispetto a siti concorrenti, sconto di qualche euro per il primo acquisto, aggiornamento costante sulla situazione dell'ordine, evasione e consegna rapidissima. I prodotti sono arrivati dopo un paio di giorni in un imballo perfetto, e altrettanto perfetto è stato il loro funzionamento. ...

Philips AJ 3230 28/10/2007

Sveglia dormiglioni!

Philips AJ 3230 L'invidia, oltre ad essere uno dei sette peccati capitali, è la sensazione che mi prende ogni volta che vedo questa radiosveglia della Philips sul comò in camera di mia madre. A seguito di una massiccia sostituzione di elettrodomestici per quasi 1.800 euro ci è stata regalata dal negoziante presso cui abbiamo effettuato l'acquisto, ma nonostante i numerosi e ripetuti tentativi di sottrarla alle grinfie di mia madre, per ora non c'è stato verso. ESTETICA: Parlo subito del fattore che mi ha stregato fin dalla prima accensione avvenuta in negozio come dimostrazione, l'estetica. La radiosveglia è completamente di colore silver mentre la parte frontale del display si presenta a specchio...se non avete paura di specchiarvi di prima mattina potete tranquillamente metterla sul comodino ;) Su questa superficie specchiata viene visualizzata l'ora in formato digitale con un bellissimo colore ambrato: a mio avviso è il colore migliore possibile, un colore riposante per gli occhi a differenza del rosso e del verde e che non procura "traumi" quando ci si sveglia per controllare l'ora rimbambiti dal sonno. Lo dico con cognizione di causa sia perché ho sempre mal sopportato le sveglie con i succitati due colori, sia perché anche l'illuminazione del cruscotto della mia macchina è di colore ambra e, regolato alla giusta intensità, non mi ha mai affaticato né durante i lunghi viaggi né nelle levatacce mattutine. I tasti sono posizionati sulle parti laterali: attivazione sveglie, ...
Visualizza altre opinioni Torna sopra