Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)

Immagini della community

Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)

La resistenza popolare a Kobane ha mostrato l'esistenza di una terza via tra il fascismo islamico dell'Isis e l'imperialismo occidentale che si nutre ...

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)"

pubblicata 31/01/2016 | Rosyma
Iscritto da : 01/03/2006
Opinioni : 108
Fiducie ricevute : 104
Su di me :
Continua il mio periodo estremamente pieno di impegni. Prima o poi riuscirò a recuperare, Intanto vi ringrazio delle letture e dei commenti.
Ottimo
Vantaggi Conoscere la storia attuale
Svantaggi La realtà
Eccellente
Contenuti
Reperibilità
Qualià Materiale
Prezzo

"L'oltretorrente non si arrende"

Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)

Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)

Zerocalcare, al secolo Michele Rech, è un fumettista italiano che vive a Rebibbia.

In casa abbiamo tutti i suoi fumetti, almeno credo. Dovesse mancarne qualcuno arriverà sicuramente entro breve: i miei ragazzi non se lo lasceranno sfuggire.

Ovviamente seguiamo anche il suo blog e ci divertiamo a leggere le sue vignette che dovrebbero uscire Ogni maledetto lunedì su due. Peccato non sia poi così puntuale.

Siamo riusciti ad incontrarlo a Lucca Comics and Games mentre faceva disegnetti con accanto un pacco di plum cake ( me li ha portati un ragazzo disse) e credo sia davvero una persona fantastica.
Solo una volta siamo riusciti a parlargli e a farci fare dei disegnetti da lui: le ultime volte che siamo stati a Lucca la coda per avere un suo autografo era...chilometrica.

A Lucca mi è sembrato timidissimo, imbarazzato dall'interesse suscitato nelle persone.
A dicembre fa abbiamo accompagnato i ragazzi, su loro richiesta, ad un centro sociale dove Zerocalcare e altri parlavano di Kobane.
Il Teatrofficina è piccolo ed era strapieno, per cui io e mio marito siamo rimasti vicinissimi all'entrata (era freddo ma era l'unico posto dove si respirava): non siamo riusciti a vederlo ma la sua voce ci giungeva chiara e... sicura.

Kobane Calling

Nel corso del 2014 Zerocalcare si è recato, con un gruppo di volontari, nei pressi di Kobane, sul confine turco-siriano, tra i difensori curdi del Rojava che si oppongono allo stato islamico.
(Rojava è una regione abitata per la maggior parte da curdi.)

Il fumetto è un reportage di 42 pagine della permanenza del fumettista nella piccola cità di Mesher, uscito in allegato ad un numero di Internazionale nel gennaio 2015.
Attualmente è acquistabile in librerie ben fornite e on line.

Il racconto inizia dal momento in cui Zerocalcare comunica ai suoi la sua intenzione di partire.
Lo fa in modo divertente e in lui, trentenne, ho visto mio figlio sedicenne che cerca di comunicarci una sua decisione temendo la nostra reazione e magari la nostra opposizione. E il suo stupore quando reagiamo... in modo contrario a quello che si aspetta.

L'arrivo e la permanenza a Mesher sono disegnati con l'umorismo e le digressioni tipiche dello stile di Zerocalcare, anche se è presente un fortissimo coinvolgimento emotivo sia verso le persone del luogo sia verso i volontari compagni di viaggio.
Il tutto è pervaso da una critica verso gli interventi bellici condotti, in modo contradditorio, dalle forze internazionali.


Si tratta, come dice l'autore, di Un racconto il più possibile onesto di quello che ho vissuto durante il viaggio e nei giorni immediatamente precedenti, sia dal punto di vista emotivo che da quello della cronaca, comprese le contraddizioni e i dubbi del caso senza Il sensazionalismo, i morti, i cadaveri

Come si presenta la mia copia

La copertina è flessibile e nera.
Sulla prima pagina la scritta bianca Kobane Calling è una finestra sul contenuto del libro. nelle lettere di CALLING è possibile intravedere uno scorcio di Kobane.
Segue la scritta Zerocalcare e, subito sotto, 4 riquardi con altrettanti ritratti di personaggi del fumetto, tra cui l'autore.
Quindi il sottotitolo facce, parole e scarabocchi da Rebibbia al confine siriano
Infine il logo Rojava calling.

Sulla quarta di copertina un estratto della Carta di Rojava.
Il Rojava è noto anche come Kurdistan siriano o Kurdistan Occidentale, è una regione di fatto autonoma situata nel nord/nord-est della Siria.
La sua autonomia non è riconosciuta ufficialmente dal governo della Repubblica Araba Siriana.
Il governo della regione si basa sulla filosofia del confederalismo democratico che implica l' autosufficienza, il localismo e il pluralismo politico.
La carta di Rojava è Il Contratto Sociale dei Cantoni della Rojava nel Kurdistan occidentale
Kobane

Kobane è una città situata nel nord della Siria, nei pressi del confine turco, nel territorio del Rojava.
Nel 2012, a causa della guerra civile siriana, è passata sotto il controllo del movimento indipendista curdo.

Nel corso del 2014 lo Stato Islamico ha tentato più volte di assumerne il controllo con le armi e la città è stata soprannominata la Stalingrado del Vicino Oriente, per sottolineare la strenua resistenza opposta loro dai curdi (uomini e donne).

Nel gennaio del 2015, dopo oltre quattro mesi di combattimenti e circa 2.000 morti, le forze curde, grazie anche all'aiuto dei raid aerei della coalizione internazionale, riconquistano la città.

il fumetto si chiude citanto L'oltretorrente degli Atarassia Grop, che vi consiglio di mettere in sottofondo mentre leggete il fumetto.
_Se anche stanotte durasse cent'anni
staremo svegli abbracciandoci al buio
Il nemico è alle porte della nostra città
Se anche stanotte durasse cent'anni
staremo in piedi abbracciati ad un sogno
Che ha una scritta sul volto:
Da qui non si passerà!_
Per concludere

So perfettamente di non aver parlato molto del fumetto in sé ma è stata una scelta voluta: è un fumetto che va letto e assaporato, sorridendo quando l'autore descrive alcune situazioni con una simpatica presa in giro, stupendosi quando mostra un mondo che non avremmo mai immaginato o quando ci cala, con garbo e senza sensazionalismi, in una dura e terrificante realtà.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 675 volte e valutata
94% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • HANARELLE pubblicata 06/03/2017
    Ne ho sentito parlare ma non ho mai letto niente di suo. Lo prenderò in considerazione. Ripassata per l'Eccellente !! :))
  • HANARELLE pubblicata 05/03/2017
    Ripassooooo!! :))
  • lucetta7 pubblicata 10/01/2017
    Veramente eccellente!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Kobane, diario di una resistenza. Racconti di una staffetta di solidarietà (Rojava Calling)

Descrizione del fabbricante del prodotto

La resistenza popolare a Kobane ha mostrato l'esistenza di una terza via tra il fascismo islamico dell'Isis e l'imperialismo occidentale che si nutre di islamofobia. E sempre in Rojava, regione a maggioranza curda del nord della Siria, è nato l'esperimento del "confederalismo democratico", sistema di autogoverno che rimette in discussione gli Stati-nazione e che persegue un'economia solidale, riaffermando il principio di autodeterminazione dei popoli. Eppure questa esperienza fondamentale di lotta all'Isis, che potrebbe rappresentare anche un punto di svolta nella questione curda aperta da quasi un secolo, viene boicottata dal Governo turco e ignorata dai media occidentali. Non solo, tuttora il Pkk di Abdullah Öcalan è annoverato tra le organizzazioni terroristiche, al pari proprio dell'Isis che combatte. Collettivi e singoli - tra cui Zerocalcare che cura la prefazione a fumetti di questo volume - hanno sentito la necessità di recarsi a Kobane e a Suruc, in territorio turco a pochi metri dal confine, dando vita alla staffetta italiana "Rojava calling" per portare solidarietà concreta e dare visibilità a chi non si è mai arreso e continua a lottare per la propria autonomia. Questo libro è il loro diario di viaggio collettivo, raccontato in prima persona plurale dalle decine di attivisti che si sono succeduti nelle staffette. Un racconto corale dei veri protagonisti di questa drammatica e straordinaria esperienza, che come tutte le resistenze parla non soltanto al popolo curdo...

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788898841172

Tipologia del prodotto: Libro in brossura

Autore: Rojava Calling

Illustratore: Zerocalcare

Numero totale di pagine: 191

Tipo di illustrazioni o altri contenuti: sono presenti illustrazioni

Alice Classification: Scienza Politica

Editore: Edizioni Alegre

Data di pubblicazione: 2015

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 13/07/2015