Kranji Reservoir Park, Singapore

Immagini della community

Kranji Reservoir Park, Singapore

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

1 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Kranji Reservoir Park, Singapore"

pubblicata 27/07/2015 | sobs
Iscritto da : 05/12/2014
Opinioni : 123
Fiducie ricevute : 28
Su di me :
Ottimo
Vantaggi tutti
Svantaggi nessuno
molto utile
Qualità
Rapporto qualità prezzo
Collocazione
Orari di apertura
Interesse

"Singapore ... l'altra (2)"

Kranji Reservoir Park, Singapore

Kranji Reservoir Park, Singapore

Un’altra zona che ci ricorda la “vecchia” Singapore è Kranji, l’ultimo bastione agricolo di questa città-isola-stato. Siamo nell’angolo nord-occidentale dell’isola dove si trova anche il bacino idrico conosciuto come Kranji Reservoir, e in questa area è possibile visitare aziende agricole, aziende ittiche, siti storici e soprattutto si può sperimentare un modo di vivere in campagna quasi dimenticato.

Agli inizi degli anni ’60 (chiaramente del secolo scorso) il rapido sviluppo urbano di Singapore ha fatto sì che i nuovi quartieri residenziali hanno sostituito gran parte del terreno coltivabile dell’isola. Il risultato di questa espansione urbana è dato dal fatto che oggi più del 90% dei prodotti alimentari è importato, e che dei oltre 700 chilometri quadrati dell’isola-stato solo 100 ettari sono dediti all’agricoltura, e gli agricoltori rappresentano meno dell’1% dell’intera popolazione di Singapore.

Per conservare e aumentare la consapevolezza di questo piccolo ma prezioso aspetto del patrimonio di Singapore, un gruppo di agricoltori ha creato una associazione (KCA) per promuovere l’agricoltura locale e la sostenibilità ambientale. I loro sforzi hanno trasformato Kranji in un luogo educativo e per il tempo libero dove il visitatore può conoscere le pratiche agricole locali, confrontarsi con i contadini, gustare buon cibo e acquistare i prodotti dei contadini.

Se volete visitare Kranji dovere mettere a disposizione almeno una mezza giornata in quanto c’è molto da vedere, fare, mangiare e comprare.

A Kranji ci sono circa 40 fra aziende agricole e aziende ittiche. In esse si allevano rane, coccodrilli, lucciole e koi (carpa giapponese); inoltre si producono uova, si coltivano orchidee e soprattutto verdure biologiche. Attualmente 10 di questa aziende sono aperte al pubblico. Percorrendo l’Heritage Trail ci si può fermare in queste aziende agricole per conoscere le tecniche di coltivazione e di allevamento. A pranzo ci si può fermare in uno dei piccoli ristoranti delle varie aziende agricole e degustare i piatti offerti che sono cucinati con i prodotti provenienti dalle loro coltivazioni e allevamenti, come per esempio il pane di banana o una omelette preparata con uova e pasta piccante di pesce cotta sulla brace dopo essere stata avvolta in una foglia di banano.

Nell’area di Kranji si trova anche la Sungei Buloh Wetland Reserve, una zona di protezione della flora e della fauna costituita da 130 ettari di mangrovie, distese fangose e foresta pluviale che ospita una varietà infinita di flora e di fauna e molte specie di rari uccelli migratori. Proprio per poter osservare questi ultimi all’alba, mi sono fermato a dormire al D’Kranji Farm Resort (38 Euro a notte in una piccola e graziosa villa con balcone). Il giorno dopo sono andato, all’alba, ad osservare gli uccelli migratori e successivamente mi sono messo a pescare gamberi nel “fishing village” che si trova all’interno del resort dove alloggiavo (10 Euro all’ora). Nel pomeriggio ho visitato il Swiflet Garden Museum dove ho imparato il tutto (??? forse) circa i nidi di rondine che gli asiatici considerano una vera prelibatezza a tavola (infatti è uno dei piatti più cari insieme alla zuppa di pinne di pescecane).

Dopo aver trascorso un’altra notte al D’Kranji Farm Resort, ho voluto fare un giro nei luoghi che ricordano la Seconda Guerra Mondiale. Il Kranji War Memorial è sede di un cimitero con più di quattromila tombe le cui lapidi in pietra portano incisi i nomi di soldati provenienti da ogni parte del mondo che hanno combattuto il nemico giapponese.
Infine ho visitato Thow Kwang, uno dei forni superstiti in Singapore dove dal 1940 si “cuociono” manufatti in ceramica.

In definitiva Kranji è un luogo di Singapore che consiglio di visitare a coloro che vogliono uscire dal solito giro turistico.

0 = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = 0

Per raggiungere Kranji utilizzate la MRT (la metropolitana di Singapore) scendendo alla stazione di Kranji, dove con l’autobus Kranji Express potete giungere alle aziende agricole che desiderate visitare.
Ogni azienda agricola ha un proprio orario di apertura. Tutte sono aperte il sabato e la domenica; alcune anche in alcuni giorni della settimana. L’entrata è sempre libera.

La Sungei Buloh Wetlands Reserve apre ogni giorno dalle 7 e 30 alle 19.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 1163 volte e valutata
80% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • IlaLub pubblicata 28/07/2015
    Grazie!
  • Groudy.Blue pubblicata 28/07/2015
    un'altra chicca, si impara sempre qualcosa dai tuoi viaggi non convenzionali, grazie ;)
  • brest pubblicata 27/07/2015
    Certamente una soluzione di viaggio da più che esperti, consiglio diamantifero... s
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Kranji Reservoir Park, Singapore

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 24/07/2015