Opinione su

L'albero di Idhunn. La ragazza drago (Vol. 2) (Licia Troisi)

Valutazione complessiva (2): Valutazione complessiva L'albero di Idhunn. La ragazza drago (Vol. 2) (Licia Troisi)

4 offerte a partire da EUR 10,20 a EUR 17,00  

Tutte le opinioni su L'albero di Idhunn. La ragazza drago (Vol. 2) (Licia Troisi)

 Scrivi la tua opinione


 


l'albero di Idhunn migliora la Troisi nel secondo libro della sa

4  18.09.2009

Vantaggi:
migliore del primo, da leggere

Svantaggi:
stando così le cose ci si devono aspettare 5 libri per completare la saga

Consiglio il prodotto: Sì 

Dettagli:

Contenuti

Reperibilità

Layout:

Qualità Materiale

continua


nolunlro

Su di me:

Iscritto da:04.12.2008

Opinioni:35

Fiducie ricevute:5

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 9 utenti Ciao

AUTORE- Editore- Copertina
Licia Troisi, Italiana, questo è il secondo libro della serie “La ragazza drago” il cui primo libro titola “l’eredità di Thuban”, il secondo titola “L’albero di Idhunn”. Edito sempre da Mondadori, prezzo di copertina 17 euro. Ancora molto bella l’immagine della sovra copertina, diversa dalla copertina, con il drago, Sofia e la scritta in rilievo.

PERSONAGGI
Sofia: la protagonista, colei che porta in se lo spirito di Thuban. E’ molto cresciuta. Non è esente dalle sue paure, ma ora riesce a controllarle ed a combatterle.
Lidja: ancora la coprotagonista, anche lei cresciuta, più umana, una compagna di squadra formidabile.
Il professor Georg Schlafen: un protagonista per qualche tempo in sordina. Un punto di riferimento sicuro, col suo affetto, per Sofia e non solo.
Nidafjoll – brevemente Nida – è praticamente scomparsa, anche se ci viene detto che non è morta ma a caccia del terzo frutto, è invece Ratatoskr il cattivo coprotagonista in questo libro, e devo dire che fa una figura piuttosto misera.
Fabio: il terzo Draconiano. In lui vive l’anima di Eltanin, un giovane drago dorato Custode dell’albero. Il drago era giovane ed irruento, dominato da forti passioni, tanto da renderlo un traditore. Anche il giovane Fabio, orfano e quindicenne, è preda di forti passioni. Soprattutto di rabbia, cresciuta e coltivata nell’infanzia. Unico essere umano dotato dell’impianto di Nidhoggr cui sia stato concesso, proprio in virtù del tradimento di Eltanin e della sua rabbia, di mantenere la propria volontà. Sarà ancora una volta l’amore la chiave del suo riscatto.
La gente del circo: il volto più umano, simpatico o severo, del racconto.

TRAMA E AMBIENTAZIONE
Il libro inizia ancora con un pezzo di storia arcaica. Narra del tradimento del drago dorato Eltanin che passa dalla parte delle viverne e per loro combatte. Di più: consente col suo sapere a Nidhoggr di distruggere l’Albero del Mondo.
Poi lo spazio di una pagina bianca e la storia riprende ai nostri giorni.
Ritroviamo Sofia e Lidja al circo che era stata precedentemente la casa di Lidja. Il tutore di Sofia è in Ungheria alla ricerca del III draconiano, Sofia ha quindi dovuto seguire Lidja nel suo ultimo viaggio col circo. Poi anche lei dovrà vivere nella casa sul Lago Albano. Il circo ha cominciato a Benevento il suo viaggio itinerante e Sofia viene affiancata a due clown, Carlo e Martina, ma non è una buona idea. Subito alla prima uscita in pista fuoriesce la solita goffaggine di Sofia e questa cade e inciampa. Per il pubblico un gag speciale ma per la ragazza una grossa, insostenibile umiliazione. Verrà allora spostata a lavori minori e questo le lascerà il tempo per le ricerche via internet o in biblioteca. Le due ragazze hanno infatti il compito di proseguire la ricerca dei frutti, ma Lidja deve allenarsi come trapezista. Uno dei luoghi preferiti da Sofia è un giardino accanto alla chiesa di Santa Sofia e lì avvengono sin da subito strani accadimenti. Primo fra tutti gli incontri continui con una vecchina singolare. Arriva sempre quando lei è da sola, sembra sapere di lei, sembra sparire nel nulla. E’ inquietante e vestita di nero, ma non sembra essere il nemico. Sempre in quel giardino l’avvenimento chiave: l’incontro di Sofia con il terzo draconiano che ahimè milita tra le file del nemico. Andiamo per gradi. Dopo essersi attardata in biblioteca sin oltre l’ora di chiusura Sofia, che è riuscita a farsi prestare un libro, resterà nel giardino per studiare le interessanti storie in esso contenuto. Arrivato il buio Ecco che Sofia vedrò arrivare un ragazzo moro e piuttosto bello che, visto qualche giorno prima al botteghino del circo, le aveva fatto battere il cuore. Impossibile non cedere alla curiosità, e Sofia lo segue,lo vede intrufolarsi nel chiostro, chiuso al pubblico, della chiesa e, ahimè lo vede trasformarsi per superare il cancello, gli vede uscire ali dorate circondate da una gabbia metallica nera. Nessun dubbio che sia il nemico e Sofia decide di affrontarlo nonostante la paura ed il fatto di essere sola. Il ragazzo preleva qualcosa da un pozzo e Sofia, pur combattendo valorosamente, non riesce a fermarlo, anzi viene duramente ferita, tanto da non riuscire a far altro che a giungere in strada e perdere i sensi. Si risveglierà nella roulotte con accanto il professore e Lidja, la cui reazione è quella tipica di chi ha visto qualcuno che si ama correre un grosso pericolo: una bella e sonora sgridata. Appena Sofia si rimette un poco è tempo di fare il punto della situazione. Il ragazzo, a nome Fabio è un draconiano ed in lui alberga l’anima del drago Eltanin, il giovane drago traditore. I due, drago e ragazzo, condividono una storia di emozioni negative. Desideroso di potere il drago e pieno di rabbia il ragazzo. Una rabbia nata da un’ infanzia piena di umiliazioni e di dolore, anch’egli orfano privato della dignità prima che della madre. Una rabbia ed un carattere ribelle che passo passo lo conducono da Nidhoggr. Individuato da Ratatoskr viene innestato ma gli viene lasciata la volontà in virtù della sua rabbia distruttiva e dell’anima di Eltanin già passato a combattere con le viverne. Gli viene insegnato a sviluppare i suoi poteri dallo stesso Ratatoskr ed è per questo che è già molto ma molto più potente di Sofia. Il lettore sa anche, poiché lo ha sentito dire da Ratatoskr, che nell’ampolla che il giovane ha rubato è contenuto il sangue di Nidhoggr che versato su un certo albero di noce permetterà alla viverna di passare in questo mondo. Né le ragazze né il professore sanno però di questo particolare, pur conoscendo la storia del noce e nonostante un sogno premonitore, una visione che le due ragazze continuano ad avere. Il noce è un albero magico, nato ai tempi antichi dall’essenza dell’Albero del Mondo ed accudito da fanciulle biancovestite, le sue sacerdotesse. E’ un albero con poteri benevoli, trasformato tuttavia dalle leggende popolari degli uomini in un albero malefico, luogo di sabba di streghe e per questo abbattuto e scomparso in una dimensione parallela. Ne’ i buoni né i cattivi sanno dove esso sia così come non sanno dove sia nascosto il frutto di Eltanin. Sarà la ricerca delle ragazze a condurre tutti al luogo dello scontro finale, esse infatti trovano il luogo, meglio la dimensione, dove il noce è confinato conducendovi anche Fabio e Ratatoskr. Lì Sofia ricorda improvvisamente che Eltanin alla fine si è pentito, che è morto combattendo coi compagni draghi dopo aver nascosto il suo frutto dorato. Parlando con Fabio riesce quasi a convincerlo di questo, ma la mente del ragazzo, in un ultimo tentativo di difendersi dalla verità, gli fa compiere un brusco movimento e gli fa versare il liquido dell’ampolla. E i peggiori incubi delle ragazze si avverano. L’albero riprende vita, ma è una vita nera, malsana e cattiva, torna nel mondo reale portando seco una foresta nera da incubo che invade l’intera Benevento, squarciando palazzi, strade e tetti, costringendo la gente ad un sonno innaturale. Le ragazze vengono scaraventate lontano e l’albero si apre lasciando vedere fuoriuscire una bianca fanciulla che porta tra le mani il frutto. Si tratta di Idhunn, la sorella di Eltanin che da lui ha ricevuto il frutto intinto nel sangue al momento del pentimento, così che nessun altro possa toccarlo. Fabio risente pienamente dell’affetto che legava i due fratelli. Ratatoskr e Nidhoggr, ormai presenza consistente anche se non ancora effettiva, accortisi che Fabio ha ritrovato la via del pentimento come il drago a suo tempo, gli impiantano il meccanismo classico, quello che toglie la volontà ed il frutto passa nelle mani dei cattivi. Sarò ancora una volta l’amore la potente arma che risolverà la situazione, l’amore di Eltanin per la sorella e l’amore della vecchina, madre di una delle reincarnazioni di Idhunn ai tempi dell’abbattimento dell’albero, giunta sin qui sulle ali del ricordo e del tempo.

IL MODUS SCRIVENDI E LA MIA OPINIONE
Il libro ha decisamente una marcia in più rispetto al primo della saga. La crescita psicologica di Sofia fa sì che il libro passi dall’essere quasi la storia di una ragazzina un po’ sciocca ad un vero fantasy, umano e profondo, veloce, pieno di azioni, con un bel background psicologico ad accompagnarlo. La scrittura diviene più uniforme e tutta la storia comincia ad assumere il giusto peso e la giusta connotazione. Una lettura intrigante ed avvincente. Tutte le battaglie, ma soprattutto il finale, sono mozzafiato. L’incubo è un incubo anche per il lettore e la soluzione un sospiro di sollievo. L’autrice ama trattare gli aspetti psicologici della vita dei personaggi ed è, forse, un po’ ingenuo il potere dell’amore che risolve sempre ogni cosa, ma in fondo questa saga è una bella fiaba fantasy e quindi ci sta benissimo.
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
doc101

doc101

16.01.2011 12:32

grazie delle info

mariafiorenza

mariafiorenza

06.11.2009 16:36

Ottima opinione....un libro molto interessante..da leggere..ciao

Katta

Katta

20.09.2009 14:09

Spero che esca in versione Best Sellers al più presto... e che anche il terzo capitolo arrivi celermente!! Oramai la Troisi è diventata un'autrice fissa tra le mie preferite ;-)

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento
Compara i prezzi ordinate per Prezzo
Mondadori La ragazza drago. 2.L'albero di Idhunn Licia Troisi

Mondadori La ragazza drago.​ 2.​L'alber​o di Idhunn Licia Troisi

La ragazza drago. 2.L'albero di Idhunn, il Libreria dei ragazzi di Licia Troisi ...

continua

€ 10,20 Inmondadori.it 31 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,30

Disponibilità: vedere sito

     Al negozio  

Inmondadori.​it

L'albero di Idhunn. La ragazza drago: 2 (Licia Troisi)

L'albero di Idhunn.​ La ragazza drago: 2 ​(Licia Troisi)

Pagine: 245, Copertina rigida, Mondadori

€ 14,31 amazon.it libri 449 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: Generalmente spedito in 24 ore.​.​.

     Al negozio  

amazon.​it libri

Mondadori L' albero di Idhunn. La ragazza drago. Vol. 2

Mondadori L' albero di Idhunn.​ La ragazza drago.​ Vol.​ 2

Troisi Licia 245 p., rilegato Fantasy e realismo magico

€ 14,45 Ibs.it 238 Valutazioni

Costi di sped.: EUR 2,80

Disponibilità: vedere sito

     Al negozio  

Ibs.​it



Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su L'albero di Idhunn. La ragazza drago (Vol. 2) (Licia Troisi) è stata letta 970 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (8%):
  1. Cambivita

"molto utile" per (92%):
  1. stella128
  2. doc101
  3. roevola
e ancora altri 8 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Risultati simili a L'albero di Idhunn. La ragazza drago (Vol. 2) (Licia Troisi)