L'occhio del lupo (Daniel Pennac)

Immagini della community

L'occhio del lupo (Daniel Pennac)

Un lupo che ha vissuto una vita da lupo, braccato, fuggitivo nella gelida Alaska. Un ragazzo che viene dall'Africa Gialla, ha conosciuto l'Africa Grig...

> Vedi le caratteristiche

93% positiva

3 opinioni degli utenti

Opinione su "L'occhio del lupo (Daniel Pennac)"

pubblicata 26/12/2005 | Frunc
Iscritto da : 25/02/2003
Opinioni : 65
Fiducie ricevute : 5
Su di me :
Ottimo
Vantaggi Una parabola sulla diversità.
Svantaggi breve :-D
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"Uno sguardo che costringe… a guardare"

Quest'anno ho fatto un pò da Babbo Natale..
E ho regalato a mio padre e mia sorella (da parte del mio cane...) due libri di Pennac: abbaiare stanca e l'occhio del lupo.
Sono due libri di edizioni per ragazzi, nelle sezioni ragazzi di biblioteche e librerie.
Ma io li ho letti entrambi e li ho trovati molto molto belli.
L'occhio del lupo è un romanzino breve.
Me lo sono letta in una serata, il 24 notte.
I personaggi di questo libro sono Lupo Azzurro, un lupo proveniente dalla gelida Alaska e Africa, un ragazzino proveniente dall'Africa gialla, che ha girato africa grigia e africa verde.
I due si ritrovano in uno zoo.
E il ragazzino comincia a fissare il lupo.
Il lupo ha un solo occhio aperto, e cammina su e giù per la gabbia, senza mai fermarsi. Solo per dormire.
Il ragazzino non si muove, lo guarda.
Gli altri visitatori fanno i pagliacci, saltano, urlano, scappano... Africa non si muove, lo fissa.
Lupo Azzurro è infastidito dal ragazzo, non riesce a capire cosa ci faccia li, davanti alla sua gabbia, a fissarlo, solo lui, per giorni.
Dopo tempo lupo azzurro si rassegna, si siede, ed inizia a fissare anche lui il ragazzo.
Ma ha un solo occhio, diventa matto a decidere quale occhio del ragazzo guardare, così Africa, chiude un occhio e mette a suo agio il suo "interlocutore".
Fissandosi inizia il loro dialogo.
Nell'occhio di Lupo Azzurro Africa riesce a leggere la sua storia.
E' un lupo proveniente appunto dalla gelida alaska, dove ha vissuto in modo difficile, braccato dall'uomo che voleva Paillette, la sorella dal manto lucente.
Lupo Azzurro è il fratello più lupo di sei fratelli, 4 rossini giocherelloni, Pailette e lui, che assomiglia al grande lupo suo padre, catturato dall'uomo.
Fiamma nera, la madre, cerca di istruire i cuccioli, e di insegnar loro ad aver paura dell'uomo. Ma Paillette, che i cacciatori stanno cercando per il suo mantello, una notte si avvicina all'accampamento per curiosità, e viene catturata.
Lupo azzurro la segue e la libera, ma viene catturato a sua volta dall'uomo, e nello scontro si ferisce ad un occhio.
Africa legge tutto questo racconto nell'occhio sano di Lupo Azzurro... che è stato quindi portato dall'uomo in questo zoo.
Inizia ora ad Africa raccontare la sua storia.
Bimbo orfano nato nell'Africa gialla, vive con un mercante che non lo vuole per niente, e un Dromedario.
Il dromedario diventa suo amico.
E il bimbo sviluppa una grande capacità di raccontare storie e far sognare la gente.
Il mercante cerca più volte di abbandonarlo ma il dromedario si rifiuta di partire senza Africa.
Una volta però il mercante vende tutta la mercanzia, dromedario e Africa ad un mercato.
Africa diventa così pastore, un pastore bravissimo e famosissimo, sempre per la sua capacità di raccontare storie.
Diventa amico del ghepardo e della iena, che lo aiutano a difendere le pecore, anche le più rare.
E parlando con il leone si accorda perchè non gli mangi le prede.
Ma una sera non trova più la pecora più improtante del gregge e neanche il ghepardo e la iena.
Il ragazzo viene cacciato.
Decide così di partire per l'africa verde.
A seguito di un incidente si ritrova in una casa, con un gorilla.
E viene adottato.
Purtroppo però l'Uomo sta disboscando e rovinando natura e fauna.
Partono così tutti per il nuovo mondo.
Il padre adottivo di Africa viene assunto allo zoo per curare le piante tropicali.
E Africa allo zoo ritrova il Ghepardo, la Iena, il Dromedario.
Gli mancava solo Lupo Azzurro.
L'unico che non conoscesse.
Per questo lo fissava così.
I due quindi fanno amicizia, e Africa inizia a far sognare tutto lo zoo raccontando storie.....

Vi ho raccontato brevemente la trama di un romanzo breve.
Ma non essendo un thriller non ho avuto paura di rovinarvi un nonsochè, ovviamente leggerlo ha tuttaltro gusto e significato.
Come dicevo questo libro è una parabola, e credo possa avere molti significati profondi.
io l'ho letto in un paio d'ore, lo rileggerò sicuramente. In caso aggiornerò l'opinione con ulteriori riflessioni...

E' scritto in un modo fluido ma con molto stile secondo me. Molto piacevole la lettura, lo consiglio sia ad un pubblico adulto che a ragazzi.

-----------------------------------------------------------

"Vuoi guardarmi? D'accordo! Anch'io ti guardo! Si starà a vedere…". Ma c'è qualcosa che disturba il lupo; un particolare stupido: lui non ha che un occhio, mentre il ragazzo ne ha due.
A un tratto il lupo non sa in che occhio del ragazzo fissare lo sguardo. Esita. Il suo unico occhio salta da destra a sinistra e da sinistra a destra. Il ragazzo non batte ciglio. IL lupo è maledettamente a disagio; per niente al mondo stornerebbe lo sguardo, di riprendere la marcia non se ne parla.
Così il suo unico occhio impazzisce sempre più e ben presto, attraverso la cicatrice dell'occhio morto, spunta una lacrima. Non è dolore, è impotenza, è collera. Allora il ragazzo fa una cosa curiosa, che calma il lupo, lo mette a suo agio. Il ragazzo chiude un occhio. Ed eccoli là che si fissano, occhio nell'occhio, nel giardino zoologico deserto e silenzioso, con un tempo infinito davanti a loro.


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 7162 volte e valutata
88% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • 62038 pubblicata 10/02/2006
    Non conosco, ma devo ammettere che è interessante... sia per adulti che per bambini
  • lucolino pubblicata 15/01/2006
    Me lo rileggo oggi stesso!... è secondo me il + bello di Pennac, nonostante sia forse il + breve ;)
  • stefylu70 pubblicata 27/12/2005
    Bellissima descrizione: complimenti, mi è venuta voglia di andarlo a comprare!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : L'occhio del lupo (Daniel Pennac)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Un lupo che ha vissuto una vita da lupo, braccato, fuggitivo nella gelida Alaska. Un ragazzo che viene dall'Africa Gialla, ha conosciuto l'Africa Grigia e l'Africa Verde, diventando un famoso narratore di storie. I due si ritrovano davanti alla gabbia di uno zoo, si fissano in silenzio. Il lupo, chiuso nella sua disperazione, guarda il mondo con un occhio solo. Allora anche il ragazzo, con estrema delicatezza, tiene chiuso uno dei suoi: attraverso queste due solitudini fluiscono le immagini e finalmente viene raggiunta la rasserenante pace dell'amicizia e della confidenza. Quando a Daniel Pennac, notissimo autore per adulti, è stato chiesto in un'intervista quale preferisse tra i suoi libri, ha risposto: "Un libro per ragazzi, L'occhio del lupo, la storia di un piccolo africano che incontra un vecchio lupo guercio venuto dall'Alaska". Età di lettura: da 8 anni.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788869182174, 9788877824622

Tipologia del prodotto: BB, BA

Autore: Daniel Pennac

Illustratore: P. Cardoni

Traduttore: D. Ziliotto

Numero totale di pagine: 109, 112

Tipo di illustrazioni o altri contenuti: sono presenti illustrazioni

Alice Classification: Letteratura per Ragazzi

Letture specifche per: Età: a partire dai 8 anni

Editore: Salani

Data di pubblicazione: 2015, 1995

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 02/09/2000