L'ultima lacrima (Stefano Benni)

Immagini della community

L'ultima lacrima (Stefano Benni)

Venti racconti tragicomici sull'Italia di oggi: i mostri degli anni passati, i mostri contemporanei, e soprattutto i mostri che potrebbero invaderci d...

> Vedi le caratteristiche

90% positiva

4 opinioni degli utenti

Opinione su "L'ultima lacrima (Stefano Benni)"

pubblicata 31/08/2017 | countryheart59
Iscritto da : 21/12/2015
Opinioni : 658
Fiducie ricevute : 147
Su di me :
si riparte con i nostri usi e consumi....speriamo di renderci utili...
Buono
Vantaggi LEGGERE!!!!
Svantaggi LEGGERE!!!!
Eccellente
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"STEFANO BENNI e la sua "L'ULTIMA LACRIMA""

L'ultima lacrima (Stefano Benni)

L'ultima lacrima (Stefano Benni)

Un saluto a tutti, anche oggi proseguo con la mia esperienza di lettura, l'autore scelto in questa giornata da condividere con voi è made in Italy , scrittore, giornalista, poeta, umorista, sceneggiatore e drammaturgo bolognese, tutto questo in un solo nome STEFANO BENNI con il suo libro dal titolo "L'ULTIMA LACRIMA" che contiene ventisette storie sulle stranezze, i vizi e le virtù della società di oggi in generale e di quella italiana in particolare….. una piccola antologia di racconti estrosi e fantasiosi, che vanno dal drammatico atto di denuncia al più cosmicomico dei contesti, i racconti più "seri" sono intervallati da storie brevi e più rilassate, quasi ad alleggerire l'atmosfera surreale del libro….

"L'ULTIMA LACRIMA" viene proposto in versione tascabile, con copertina flessibile, 171 pagine tutte da leggere, ben suddivise in aneddoti scritti con ironia e tante verità da mettere al confronto……come dire mettiamola sul ridere, altrimenti che ci resta!!!!!
Molto carino il secondo racconto una pagina e mezza dal titolo "FRATELLO BANCOMAT" dove lo sportello automatico ci parla come un amico e ci spiattella anche i fatti altrui, finale a sorpresa!!!!
********
SCHEDA LIBRO

L'ultima lacrima
Autore Stefano Benni
1ª ed. originale 1994
Genere racconti
Lingua originale italiano


********
CONOSCIAMO L'AUTORE
Nato a Bologna nel 1947 Stefano Benni è tra i più affermati e venduti autori italiani.
Nella sua produzione ha sempre alternato romanzi alle raccolte di racconti.

Tra i primi ricordiamo il fantascientifico Terra ! (1983),
 Comici spaventati guerrieri (1986), 
La compagnia dei Celestini (1992), 
Spiriti (2000).
**
Tra le antologie: Stranalandia (1984), 
Il bar sotto il mare (1987)
 L'ultima lacrima (1994).

*********
"L'ULTIMA LACRIMA"
Apriamo il libretto e leggiamo l'INDICE: Papà va in TV
Fratello Bancomat
Un cattivo scolaro
Coincidenze
Il nuovo libraio
Lombritticoetica - (Storie morali)
Il ladro
La casa bella - (primo racconto del viaggiatore)
L'ospite d'onore
L'uomo puntuale - (secondo libro del viaggiatore)
Orfeo mescalero
L'inferno - terzo libro del viaggiatore
Un uomo tranquillo
Il Re Moro
Re Capriccio
Rex e Tyra
Il Palazzo delle Nuove meraviglie
Che tempo fa?
Erasmo, il venditore del cosmo
Il bagno
Incredibile ma vero
Lara
La Vergine del Moscato
Il Sondar
Caccia al fagiano
Il ritorno di Garibain
Sniper
*******
MIO PENSIERO DI LETTURA
Con un linguaggio semplice ma poetico, sferzante, pungente e preciso, Stefano Benni ci regala una lettura ricca di ironia pura, presentando semplicemente i suoi personaggi in ambienti e situazioni decisamente paradossali ma che rispecchiano allo stesso tempo i “mostri” moderni, i giorni nostri….
Le storie sono decisamente diverse tra loro e risultano scorrevoli, la penna di Benni si porta dietro quella freschezza che caratterizza ogni racconto e che ci lascia sempre qualcosa dentro anche se la storia è portata al paradossale, durante la lettura ci sono stati anche momenti di stupore, soprattutto in alcuni racconti che nella conclusione finale della storia tutto si ribalta e prende una piega inaspettata, anche triste possiamo dire, comunque sempre con una punta di verità….come nel racconto "L’INFERNO (Terzo racconto del viaggiatore) " ….
********

RIASSUMENDO!!!
"PAPÀ VA IN TV " è il titolo del primo racconto che ci narra Stefano Benni, ci viene presentata una famiglia spaparanzata davanti al televisore, vestita di tutto punto, aspettando chissà cosa guardano pietrificati lo schermo televisivo, i personaggi ci vengono descritti sovraeccitati e poco dopo si capisce il perché!!!! L’uomo di casa, marito e padre, apparirà di colpo sul piccolo schermo, davanti a miliardi di telespettatori! Il motivo!!! Perché !!! Leggendo la storia la prima cosa che ti viene in mente è un invito ad un quiz televisivo o come partecipante ad un talk show , invece NOOOOO!!! Non vi svelo il cosa e il perché, sappiate solo che il racconto raggiunge note inverosimili, quasi grottesche, possiamo dire che il primo racconto è una bomba di sgomento per il lettore…..
****
"FRATELLO BANCOMAT" dopo la prima storia decisamente scioccante Benni in tre facciate di pagina ci racconta una storiella carina di un Bancomat parlante, cioè, di un Bancomat che interagisce come una persona, gli unici personaggi di questa "GAG" di questo brevissimo racconto sono appunto il Bancomat (futuristico!!!) e la persona che cerca di prelevare, ampie discussioni e pettegolezzi fra i due, finale a sorpresa….

****
"UN CATTIVO SCOLARO" è la storia di un ragazzino diverso dagli altri perché preferisce la lettura alla televisione, ritenuta il canale fondamentale per farsi una cultura fino al punto che i programmi televisivi divengono il tema principale delle interrogazioni scolastiche e non solo.
****
"COINCIDENZE" il quarto racconto è la storia di due signori che, per una serie spropositata di coincidenze assurde, si trovano da qualche tempo ad incrociarsi sempre in un punto preciso, le coincidenze proseguono anche con le scelte letterarie, infatti oltre ad incrociarsi sempre nello stesso punto portano sotto braccio lo stesso libro … finale prevedibile , che coincidenza!
****
"IL NUOVO LIBRAIO" Benni ci accompagna in questa narrazione tra vecchi scaffali ammuffiti pieni di polvere, si parla di librerie ricolme di libri….libri su libri, il potere supremo della carta stampata e rilegata, il tutto accompagnato da un libraio un po' TONTO!!!.
****
"LOMBRITTICOETICA" (Storie morali) piccola antologia ristrettissima in poche righe dove ci vengono rappresentate alcune delle scelte più difficili che dobbiamo fare pressoché ogni giorno …
****
" IL LADRO" la narrazione di questa storia non mi è piaciuto molto, tantissimi personaggi caratterizzati unicamente dal lavoro che svolgono, e poi conosceremo il ladro, storia molto stirata , forse non l'ho capita , andiamo avanti…
****
"LA CASA BELLA " (Primo racconto del viaggiatore) parla di quando un pezzo di te ti viene portato via, senza il tuo permesso, di quando qualcuno che non sei tu si intrufola nella tua vita e te la stravolge, la snaturalizza e non gliene importa assolutamente nulla e allora tu puoi solo fuggire, nomade, per cercare negli altri e nel mondo la tua identità.
****
"L’OSPITE D’ONORE" in questa storia conoscere il mondo ipocrita, il mondo di oggi raccontato grottescamente , un mondo pieno di doppiogiochisti, che è tutto tranne che in democrazia, sorrisini di benevolenza e gente sfruttata per arrivare dove!!! Siamo alla Festa della Nuova Destra, tanti fiori, luci che incorniciano gentiluomini in smoking e sottosegretari imbellettati e pronti a fare festa. Ad un certo punto viene tirato in ballo un anziano signore che, per un fortuito caso, si chiama Adolf Hitler e che produce miele all’estero. L’apoteosi si raggiunge quando il vecchietto scappa a gambe levate definendoli “Branco di fascisti!”.
****
" L’UOMO PUNTUALE" (Secondo racconto del viaggiatore) riprende la storia da dove si era interrotta in "LA CASA BELLA" e vede il protagonista, un ragazzino, arrivare ad una stazione ferroviaria nella quale incontra un uomo puntuale dalla nascita e tristemente stressatissimo…. Per sapere come finisce dobbiamo aspettare la terza parte… nel terzo racconto del viaggiatore..
****
"ORFEO MESCALERO" salto questa storia non l'ho capita!!!
****
"L’INFERNO" (Terzo racconto del viaggiatore) finalmente arriviamo alla fine del precorso del viaggiatore , con l'inferno è sicuramente una delle storie più belle del libro….Il nostro viaggiatore finalmente decide di salire sul treno ignaro del fatto che non si tratta di semplici vagoni qualsiasi bensì di un treno "Dantesco" ecco dove ci porta il titolo, infatti ogni vagone rappresenta un girone… partiamo con la parte grottesca dove troviamo il vagone dei condannati al multitasking, quello dei ghiaccioli umani, quello dei sudati (quanto è vera!!!) dei valigiati, dei prenotati, degli incontinenti senza toilette, dei tifosi incazzati e quello degli stranieri/ladri, ecc…ecc.. Tutto viene descritto in modo bizzarro è in modo ironico, ma con tante verità, sotto, sotto….
****
"UN UOMO TRANQUILLO " Benni ci descrive quanto può essere noiosa una persona troppo tranquilla, dove non c'è immaginazione, creatività, tutto è piatto e monotono, fino a stufare le persone che lo circondano.
****
"IL RE MORO" non comment!!!
"RE CAPRICCIO" non comment!!!
****
REX E TYRA è una storia d’amore dolcissima tra tirannosauri.
Perché l’amore è amore, non ci sono confini e quello vero sopravvive sempre.
****
"IL PALAZZO DELLE NOVE MERAVIGLIE" in questa storia ci viene descritto un palazzo che sembra un bordello, incontriamo le meraviglie della mente umana dell'eros, operatori erotici pronti a soddisfare ogni tipo di fantasia sessuale, dove dei personaggi cattivi utilizzano il palazzo per incastrare e poi minacciare i propri “clienti”, facendo leva sulla parte più nascosta di ognuno di loro…
****
" CHE TEMPO FA?" non comment!!! Non l’ho proprio capito
****
"CACCIA AL FAGIANO" è una storia di un gruppo di amici, ricchi, annoiati, stupidi che non sanno proprio più che fare per divertirsi, tutto per loro è piatto, che fare!!!!
****
" IL RITORNO DI GARIBAIN"… Cosa succede quando il tuo scrittore preferito ritorna in vita accusandoti di averlo sfruttato per anni? Carino e molto divertente..
****
"SNIPER" Baby Boom , o Boom Baby!!!
****
PENSIERO FINALE
La raccolta di racconti la CONSIGLIO!!!! Anche se alcuni sono troppo paradossali ma comunque ironici, ammetto che non tutti graditi ma comunque leggibili, consigliabile soprattutto a chi piacciono i racconti e le storie fantasiose, dove il reale si mischia con il fantastico e il grottesco…
****
La mia recensione finisce cui vi aggiungo sotto un piccolo elenco di qualche edizione che Stefano Benni ha pubblicato con la casa editrice FELTRINELLI, ma ce ne sono tanti altri….
Prima o poi l’amore arriva (poesie, 1981),
Terra! (romanzo, 1983),
I meravigliosi animali di Stranalandia,
con disegni di Pirro Cuniberti (1984),
Comici spaventati guerrieri (romanzo, 1986),
Il bar sotto il mare (racconti, 1987),
Baol (romanzo, 1990),
Ballate (poesie, 1991),
La Compagnia dei Celestini (romanzo, 1992),
L’ultima lacrima (racconti, 1994),

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 44 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Julita78 pubblicata 01/09/2017
    Bravissima, ottima descrizione!
  • HALLIWELLLOVE pubblicata 31/08/2017
    Eccellente recensione :))) sicuramente da prendere in considerazione per la lettura nonostante il libro sia come dici di racconti e storie :)) grazie mille delle informazioni :))
  • angie9 pubblicata 31/08/2017
    Eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "L'ultima lacrima (Stefano Benni)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : L'ultima lacrima (Stefano Benni)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Venti racconti tragicomici sull'Italia di oggi: i mostri degli anni passati, i mostri contemporanei, e soprattutto i mostri che potrebbero invaderci domani, e che forse possiamo ancora combattere.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788807813948, 9788807882241

Tipologia del prodotto: BA, BC

Categoria commerciale: tascabile

Autore: Stefano Benni

Numero totale di pagine: 176

Alice Classification: Letteratura Italiana: Testi

Editore: Feltrinelli

Data di pubblicazione: 2003, 2013

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 20/11/2010