La comunicazione linguistica. Per le Scuole superiori (Giuseppe Pittano)

Immagini della community

La comunicazione linguistica. Per le Scuole superiori (Giuseppe Pittano)

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "La comunicazione linguistica. Per le Scuole superiori (Giuseppe Pittano)"

pubblicata 29/03/2012 | hotwitzer
Iscritto da : 20/10/2011
Opinioni : 55
Fiducie ricevute : 41
Su di me :
****
Buono
Vantaggi Istruzione
Svantaggi Nessuno.
molto utile
Contenuti
Reperibilità
Qualià Materiale

"Il nome Geova non è usato solo dai testimoni di Geova"

La comunicazione linguistica. Per le Scuole superiori (Giuseppe Pittano)

La comunicazione linguistica. Per le Scuole superiori (Giuseppe Pittano)

Il linguista Pittano Giuseppe nel suo libro La comunicazione linguistica, un testo di lingua italiana per le scuole superiori (Mondadori Bruno Scolastica - 1988) utilizza più volte il nome di Dio nella forma Geova.
Alle pagine 115 e 116 c'è il sottotitolo I figli di Geova.
Pittano Giuseppe non è un testimone di Geova eppure spiega nel suo libro per le scuole superiori che i nomi ebraici sono assai diffusi da noi, per l'influenza della tradizione biblica in tutta l'onomastica cristiana.
Pittano Giuseppe cita vari esempi per dimostrarlo, scrive del profeta Elia (IlyÄs) il cui nome significa il mio Dio è Geova; il nome "Elia (da El + Yahvè = Dio è Yahvè, Dio è Geova
Elia non era il solo a conoscere questo grande nome.
Tutti i profeti che in passato Dio aveva ispirato a scrivere le Sacre Scritture conoscevano questo nome e lo usavano.
Fa anche parte di molti nomi propri, alcuni dei quali si trovano nel Corano. Il nome del profeta Giovanni (YaḥyÄ) significa “Geova è stato benigno”; il nome Zaccaria significa “Geova ha ricordato” e come già detto, quello del profeta Elia (IlyÄs) significa “il mio Dio è Geova”.

Perchè il linguista Pittano Giuseppe utilizza più volte il nome di Dio nella forma Geova?


Forse vi chiedete perché in questo testo per le scuole superiori, stampato dalla Mondadori Bruno Scolastica nel 1988, Dio sia chiamato “Geova”?
Perchè in questo testo si ha modo d'incontrare varie volte questo nome: “Geova”?
Semplicemente perchè è il nome che Dio si è dato. (Vedi il Salmo 83 al verso 18).
La Bibbia ci dice proprio all’inizio che “Geova Dio formava l’uomo dalla polvere della terra”. (Genesi 2:7)
In seguito disse a Mosè: “Devi dire questo ai figli d’Israele: ‘Geova l’Iddio dei vostri antenati, l’Iddio di Abraamo, l’Iddio d’Isacco e l’Iddio di Giacobbe, mi ha mandato a voi’. Questo è il mio nome a tempo indefinito, e questo è il memoriale di me di generazione in generazione”. (Esodo 3:15)
Ancora più avanti disse a Isaia: “Io sono Geova. Questo è il mio nome; e non darò a nessun altro la mia propria gloria, né la mia lode alle immagini scolpite”. Isaia 42:8.
Conformemente, Gesù disse in preghiera a Dio: “Io ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere”. (Giovanni 17:26)
E apprendiamo che, dopo la morte di Gesù, “Dio rivolse la prima volta l’attenzione alle nazioni per trarne un popolo per il suo nome”. (Atti 15:14)
Quindi è più che giusto conoscere il nome di Dio e usarlo quando gli rendiamo adorazione.

E' giusto dire "Yahweh” oppure la pronuncia “Geova”?


Alcuni studiosi hanno avanzato l’ipotesi che il nome di Dio si pronunciasse “Yahweh”, ma non possono essere sicuri, la pronuncia “Geova” è usata da secoli ed è attestata nella letteratura italiana, come dimostra Pittano Giuseppe nel suo libro La comunicazione linguistica, un testo di lingua italiana per le scuole superiori.
-----------------------------------
Caratteristiche tecniche
Tipologia del prodotto: Libro
Autore: Giuseppe Pittano
Numero totale di pagine: 768
Tipo di illustrazioni o altri contenuti: sono presenti illustrazioni
Alice Classification: Lingua Italiana, Lingue Ladine
Editore: Mondadori Bruno Scolastica
Data di pubblicazione: 1988
Prezzo: € 23,91

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 559 volte e valutata
75% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • grandragone pubblicata 25/10/2012
    MI STO INFORMANDO !!!! ho chiesto al mio prete qul'è il nome di Dio, mi ha citato Esodo 20:7: “Non pronuncerai invano il nome di Jahvè, tuo Dio", ma la chiesa cattolica non lo usa mai! Allora??? avete ragione voi che usate spesso (NON invano) il nome più comune al mondo!
  • TrueReport pubblicata 27/04/2012
    Sono felice che un testo di lingua italiana per le scuole superiori utilizza più volte il nome di Dio nella forma "Geova", la cultura italiana nè aveva proprio bisogno!
  • CHEZIAOTTO pubblicata 22/04/2012
    Perchè il linguista Pittano Giuseppe utilizza più volte il nome di Dio nella forma Geova? Perchè è una persona colta , intelligente e logica... in altre parole non è un bigotto che ragiona con la testa dei suoi "capi" religiosi!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : La comunicazione linguistica. Per le Scuole superiori (Giuseppe Pittano)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788842440161

Tipologia del prodotto: Libro

Autore: Giuseppe Pittano

Numero totale di pagine: 768

Tipo di illustrazioni o altri contenuti: sono presenti illustrazioni

Alice Classification: Lingua Italiana, Lingue Ladine

Editore: Scolastiche Bruno Mondadori, Mondadori Bruno Scolastica

Data di pubblicazione: 1988

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 21/05/2010