La cura dell'acqua pura (John Irving)

Immagini della community

La cura dell'acqua pura (John Irving)

Collana: I grandi tascabili

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "La cura dell'acqua pura (John Irving)"

pubblicata 28/11/2016 | Rosyma
Iscritto da : 01/03/2006
Opinioni : 108
Fiducie ricevute : 103
Su di me :
Continua il mio periodo estremamente pieno di impegni. Prima o poi riuscirò a recuperare, Intanto vi ringrazio delle letture e dei commenti.
Buono
Vantaggi donne forti e un po' bizzarre, bambini da amare, ballate finniche…
Svantaggi La prima parte un po' dispersiva, anche a causa dei continui flashback
Eccellente
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

""Non c'è neppure una trama""

La cura dell'acqua pura (John Irving)

La cura dell'acqua pura (John Irving)

####################################################################

Il 16 novembre scrivevo:

Una decina di giorni fa, mentre scrivevo questa opinione direttamente su ciao (sì, lo so, le opinioni andrebbero scritte off-line ma cercavo di ottimizzare i miei tempi), l’ho pubblicata per errore.


Ho chiesto allo staff di rimuoverla ma, non avendola ancora tolta, provo a ri-pubblicarla corretta, sperando di non scoprire, domani, che è stata rimossa.


Chiedo scusa a tutti per la confusione e vi ringrazio per la pazienza.


Oggi 28 novembre lo staff di ciao mi ha comunicato la cancellazione dell'opinione come da richiesta

Di solito non conservo copia delle opinioni che scrivo ma stavolta, con tutta la confusione che avevo fatto, ne ho conservata una bozza e quindi...torno ad inserirla. Vi chiedo nuovamente scusa per tutto il caos che ho causato.

###################################################################

Fred Thumper è un ventottenne che ha un piccolo problema... idraulico una piccola malformazione che gli causa infezioni e infiammazioni ricorrenti alla vescica.

Figlio di un urologo che non è mai riuscito a capire quale fosse il suo problema, si reca da un urologo francese, il prof. Vigneron, che gli prospetta 4 soluzioni per il suo problema:
  • scegliere la castità
  • limitarsi alla masturbazione
  • bere molta acqua prima e dopo ogni rapporto, bere acqua a priori, evitare gli alcolici
  • sottoporsi ad un piccolo intervento in anestesia totale, sopportare due giorni di dolore e risolvere definitivamente il suo problema.

Sceglie
LA CURA DELL'ACQUA PURA

Fred è soprannominato Bogus dai suoi amici, fasullo quindi perché è un uomo senza qualità e senza nerbo.

Ha osato sposarsi e diventare padre prima di laurearsi in letteratura comparata e per questo il padre lo ha diseredato, costringendolo a far fronte da sé al proprio mantenimento e a quello della sua famiglia.

"Da quando il padre lo aveva diseredato, si era dato ad accumulare ingiustizie nella speranza che, unendosi fra loro, gli procurassero una grave ferita, per cui potesse atteggiarsi tranquillamente a martire per il resto dei suoi giorni"

Per laurearsi deve terminare la sua tesi: traduzione e commento di Akthekt e Gunnel, ballata in basso scandinavo antico, mai tradotta in precedenza.

Il basso scandinavo antico è una lingua non molto nota, che non è confluita in alcuna lingua moderna e in cui è stata scritta una sola opera, quella che Bogus deve tradurre per laurearsi. Scelta strana e complicata.

Traduce le prime 51 stanze letteralmente, poi, fino alla 120, si attiene alla vicenda ma ci ricama un po' su, poi, per altre 60 stanze inventa...Alla 280-esima decide di tornare alla traduzione letteraria, tanto per vedere se aveva perso il filo e...

"Gunnel amava contemplare Akthelt.
Il suo pugnale era molto lungo.

Però essa sapeva in cuor suo
Che il mondo è troppo forte."

E su quell'ultima frase, su quel mondo troppo forte, Bogus si blocca.
Perché? Forse perché non vuole sapere come va a finire la storia, forse perché il lavoro è troppo noioso, forse…

Ha un caro amico, Couth, che lavora come custode in una villa con 17 bagni. Lavoro solitario ma non troppo faticoso, se non per 3 mesi l’anno, quando i proprietari sono presenti. A lui scrive lettere da cui traspare molto del suo essere.

Ha sposato Susan, una promessa dello sci che ha dovuto rinunciare alla sua carriera sportiva per il bambino e che considera colpevole di tutte le loro difficoltà il padre di Bogus, che si rifiuta di finanziarli.

Non è un tipo fedele, tutt'altro. Nonostante una moglie e un figlio continua a guardarsi intorno e a tentare di approfittare di ogni occasione, mettendosi nei guai.

Il suo comportamento lo porterà a perdere tutto ciò che ha (non che sia molto), a toccare in qualche modo il fondo. E a risalirlo, faticosamente, e a diventare uomo. Grazie anche a Tulpen, la sua nuova compagna, una donna pragmatica e determinata.

"Non hai un programma. La tua vita è senza indirizzo. Non c'è neppure una trama.

Bogus è un uomo infantile. Si è ritrovato marito e padre prima del tempo, con suo padre che glielo rinfaccia continuamente.
Si dà da fare con lavoretti vari, guadagna qualcosa ma non è sufficiente per mantenere la sua famiglia. La moglie lavora in un ospizio ma neppure col suo stipendio sono tranquilli.
Ricorre a prestiti dai suoi amici che non è in grado di ripagare.
Gira che un'automobile che … cammina ancora per puro caso
E’ completamente imbranato, non sa fare lavori manuali, è un bugiardo anche nelle piccole cose.
Un uomo...orribile.
Eppure il libro si legge volentieri, si sorride spesso per le situazioni assurde in cui si ritrova, per come riesce a cavarsi d’impiccio. O almeno a provarci.


Nel libro sono riportate alcune sue lettere ai creditori, in cui manda un assegno che copre una minima parte del debito e cerca di ottenere un'ulteriore dilazione del credito. Sono piacevolissime da leggere, Un piccolissimo esempio:

Egregio signor Kubik,
_le sue carni sono deliziose! Il suo negozio è l’unico...dove si trovino rognoni degni di venir trifolati, lingua degna di essere salmistrata, fegatelli e salsicce fidate e un buon cuore. E quante leccornie esotiche, in quei vasetti! Quante buone traduzioni di manicaretti stranieri! Mia moglie e io, signor Kubik, siamo particolarmente ghiotti del Suo prelibato ragù di cinghiale in salsa Médoc. Non parliamo poi dei Suoi antipasti, che possono costituire un vero e proprio pasto già essi stessi._
Spero ci vorrà perdonare se ci siamo lasciati tentare un po' troppo dalle Sue delicatezze, questo mese. Le invio qui accluso un assegno da 10 dollari, e per i restanti 23,90 La prego di farci ancora credito per un po' di tempo...

E' pericoloso rimuginare sulle piccole cose e sulle emozioni secondarie

Amo molto John Irving, adoro alcuni suoi libri. Questo mi piace, è davvero un bel libro, molto divertente ma non è tra i miei preferiti.

Inizialmente risulta un po’ discontinuo e faticoso da seguire nei continui flashback. Poi il tutto diventa più fluido.
La storia appare strampalata come la vita di Bogus ma è piena di ironia.
Ci si preoccupa per la strana malformazione delle vie urinarie del protagonista, si sorride leggendo dello strano argomento della sua tesi, si ride per le situazioni assurde in cui riesce a cacciarsi, ci si preoccupa per lui quando scappa... , si vorrebbe urlargli di crescere quando ne fa una delle sue.

E’ un perdente, un pessimo perdente, un uomo davvero odioso, eppure ci si diverte leggendo la sua storia.

Alcuni brani, come quello della caccia alle anatre o quello in cui conclude finalmente la sua tesi (e di cui non scriverò neanche una parola in più) sono davvero memorabili.
Altri invitano, tra le righe, a ragionare su cosa significhi essere padre, su chi è padre, e ci si ritrova a stringersi un ginocchio.

L’ho letto più di vent'anni fa e, in questi giorni, l’ho ripreso dalla libreria perché il minore dei miei figli stava studiando la Ballata dei Nibelunghi. Mi è venuta nostalgia di Akthekt e Gunnel e l’ho riletto con lo stesso piacere di un tempo. Forse anche un pizzico in più.
Non è sicuramente il miglior romanzo di Irving ma vale la pena leggerlo.
BREVI NOTE SULL’AUTORE

John Winslow Irving è lo pseudonimo di John Wallace Blunt Jr., scrittore e sceneggiatore statunitense.
E’ diventato famoso con Il mondo secondo Garp, uno dei miei preferiti insieme a Le regole della casa del sidro, Preghiera per un amico e Hotel New Hampshire.
La cura dell’acqua pura è il suo secondo romanzo.
Nei suoi romanzi ha affrontato molti temi tra cui la guerra del Vietnam, la religiosità e l’aborto.

Da Il mondo secondo Garp e Le regole della casa del sidro sono stati tratti due film che sono stati pluricandidati agli oscar. Per il secondo Irving ha ottenuto il premio per la miglior sceneggiatura.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 404 volte e valutata
97% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • nataliakuzmina pubblicata 20/09/2017
    eccl
  • Rictornato pubblicata 14/08/2017
    ottima recensione
  • cavaradossi pubblicata 09/04/2017
    xl la tua recensione di un libro che non leggerò, non mi attrae
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : La cura dell'acqua pura (John Irving)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Collana: I grandi tascabili

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788845216787

Tipologia del prodotto: Libro

Categoria commerciale: tascabile

Autore: John Irving

Alice Classification: LETTERATURE STRANIERE: TESTI

Editore: Bompiani

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 18/12/2009