Le App stanno cambiando la vita degli individui?

Immagini della community

Le App stanno cambiando la vita degli individui?

> Vedi le caratteristiche

79% positiva

28 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Le App stanno cambiando la vita degli individui?"

pubblicata 02/04/2017 | IlaLub
Iscritto da : 03/04/2014
Opinioni : 371
Fiducie ricevute : 151
Su di me :
NO CLICKCIRCLE - NON MANDATEMI MESSAGGI. Dopo l'ennesimo spam, ho deciso di non leggerli più
Soddisfacente
Vantaggi Alcune sono comode, alcune utili, alcune piacevoli
Svantaggi Spesso sono comunque completamente superflue
Eccellente

"Le app non cambiano la vita di nessuno"

App scaricate pt. 1

App scaricate pt. 1

INTRODUZIONE


Credo che questa mia opinione possa essere collegata all'ultimo argomento di attualità di cui ho scritto, cioè quello riguardanti i "millennials". Sono nata nel '93 ed ho menzionato credo in numerose opinioni di avere un iPhone 5C come cellulare. Ciò che la gente si aspetta, quindi, è che io sia completamente assuefatta dalla tecnologia e che divida le 24 ore della mia giornata così: 8 ore di sonno, 10 di cellulare, 6 di computer. Con il pc posso cocordare perché un'altra cosa che ho detto frequentemente è che lo uso per cercare di guadagnare qualcosina nel mentre che cerco un lavoro vero. Il cellulare, invece?
Come foto di questa opinione ho deciso di postare degli screenshot del mio telefono per mostrare quali e quante sono le app che ho scaricato. Ci si aspetta sempre che i cellulari delle persone della mia età siano stracolmi di applicazioni e invece per quanto mi riguarda non è così. Perchè? Perché un'app non cambia la vita. Può semplificarla o rendere un'operazione più rapida? Certo, capita. Ma come vivevamo prima delle app, possiamo vivere bene senza anche ora. Voglio percorrere con voi un'analisi delle app che ho scaricato sul mio telefono. Ho creato due cartelle, una con ciò che ho scaricato ed una con le app pre-esistenti nel telefono.

LE MIE APP SCARICATE


La prima è facebook. Frequento questo social soprattutto da computer, ce l'ho sul cellulare per la stessa ragione per cui ce l'hanno tutti: controllare quando sono fuori casa le notifiche e gli aggiornamenti in feed. Questo mi ha cambiato la vita? Assolutamente no. Se non avessi l'app potrei sopravvivere benissimo aspettando fino a sera e controllando tutto da computer una volta a casa. L'ho scaricata praticamente per curiosità, per controllare la notifica appena arriva. Lo stesso vale per messanger che non è altro che il servizio di messaggistica di facebook. Non cambia assolutamente la vita. Ci sono altri modi per essere contattati. E' vero che non tutti gli amici di facebook hanno il mio numero e quindi non possono contattarmi in altri modi, ma è vero anche che se non hanno il mio numero c'è una ragione: magari non siamo amici tanto stretti, magari ci sono ex compagni di scuola con cui praticamente non si hanno neanche più contatti, o nel mio caso possono essere "amici di fiera cosplay", che ho aggiunto o mi hanno aggiunto solo per uno scambio di foto e poi sono rimasti lì, ma con cui alla fine non c'è neanche una vera amicizia. Le persone che hanno una ragione vera per contattarmi se è necessario con urgenza, hanno il mio numero e possono chiamarmi o mandarmi un messaggio.
La terza app in vista è whatsapp. Utile per i gruppi di chat e per non consumare, eventualmente, tutti gli sms a disposizione nell'offerta mensile, ma è un'app che mi cambia la vita? No. Consumare messaggi o consumare giga? Questo è il dilemma. La mia offerta prevede 200 messaggi al mese, e io non li mando. Non arrivo neanche lontanamente a 200, quindi potrei tranquillamente affidarmi agli sms senza rischiare di esaurirli, quindi perché usare whatsapp? Perché, usandola tutti gli altri, deve essere presente. Nessuno usa più gli sms, sembra che la gente si sia dimenticata che paga per avere anche quelli, e si finisce con l'aver bisogno di whatsapp per parlare con tutte le persone che lo trovano l'unico mezzo di comunicazione scritta. E' utile, quindi, ma cambia la vita? No.
Quarta app: twitter. Un semplice social che francamente trovo immensamente sopravvalutato. Non ci vado praticamente mai se non la notte degli Oscar perché sicuramente trovo qualcuno con cui commentarli, e poi soltanto per condividere gli obiettivi di un gioco e guadagnare una gemma. E' un'app che mi ha cambiato la vita? No. Come facebook, la sua presenza sul mio telefono è data dalla curiosità, così controllo subito quando mi arrivano le notifiche.
Prossima app: aliexpres. Ho scritto molto di recente su questo shop online ed è chiaro che mi piaccia molto. Ho fatto di recente un altro ordine. Perché ho l'app? Perché, come detto in apposita opinione, aliexpress ha numerosi prodotti con offerte specifiche per l'app. Praticamente si paga meno concludendo l'ordine da cellulare. Esempio: l'ultimo ordine, fatto dopo la stesura di quell'opinione, quindi non descritto, da computer era di circa €20. Da app ho pagato sui €17. Quindi, l'app di aliexpress mi è utile? Sì, molto, ma mi ha cambiato la vita? Assolutamente no.
L'app successiva è il motore di ricerca google. L'iPhone ha safari, con cui non mi trovo bene. Sono abituata a google e mi ci trovo molto meglio. Ciò non mi rende un'impedita che non sa usare safari, ma semplicemente una persona che si trova meglio con google. Inoltre, gran parte delle ricerche potrebbero essere fatte da pc una volta sotto mano e acceso, ma si fanno da cell per una questione d'immediatezza. E' un'app molto comoda, ma non cambia la vita.
La successiva è l'app di wind, attualmente mio operatore. L'unica ragione per cui ho l'app è controllare quando, con cadenza mensile, mi scade l'offerta così da poter fare la ricarica prima di trovarmi con un telefono inutile. Lo uso anche per controllare quanto abbia consumato dei miei giga. Sono cose comode, ma che potrei fare anche da pc andando sul sito e facendo log in. Quindi, quest'app mi ha cambiato la vita? No.
L'app successiva è Dragonvale. E' un gioco che scaricai oltre un'anno fa, se non erro per partecipare alla prima ABC Challenge di Ciao. Non mi garantì la vittoria, ma il gioco di allevamento draghi mi piacque e l'ho tenuto. Ci gioco ancora, sono arrivata oltre il livello 80, quindi lo apro e gioco attivamente ogni giorno. Mi piace molto e non ho intenzione di cancellarlo. Ma mi cambia la vita? Assolutamente no. Mi piace giocarci e mi dispiacerebbe se per una ragione o l'altra non potessi farlo più, ma di certo la mia vita non andrebbe a rotoli.
Altra app: youtube. Per quanto mi piaccia il sito, l'app è relativamente inutile. Parlai di youtube ere fa ed è un sito che adoro, ma lo frequento molto più volentieri da pc per via della grandezza dello schermo. Ho l'app perché ogni tanto mi servono dei tutorial da seguire sul pc ed è leggermente scomodo fare salti continui da una finestra all'altra, quindi sfrutto l'app e seguo ed eseguo il tutorial contemporaneamente, ma se fossi meno pigra potrei fare tutto on pc, quindi per quanto l'app mi sia occasionalmente utile, non mi cambia la vita.
Seconda finestra di app. La prima che figura è ringtones. L'iPhone a il difetto di poter mettere come suoneria solo quelle di default del telefono. Con quest'app è possibile tramite non semplici manovre impostare una suonera a scelta selezionando il brano di una canzone. Cambia la vita? No. Qualche tempo fa ho dovuto resettare il telefono per problemi tecnici, e anche se ho riscaricato l'app, non mi sono ancora preoccupata di cambiare suoneria. Si vive anche con le suonerie di default.
La successiva è Instagram. Ho l'app perché seppur si possa seguire profilo e home da pc, non si possono caricare foto. Si può fare solo dall'app, e quindi l'ho scaricata. Seguo instagram da pochissimo tempo, e anche se dispone di bellissimi filtri e si possono sfogliare veri e propri album fotografici degli amici, l'app senza dubbio non cambia la vita. Lo stesso vale per Layout che vedete poco dopo. E' un'app per creare dei "mosaici" con le proprie foto da postare su Instagram. E' comoda per fare dei post carini, ma sicuramente non un'app indispensabile alla sopravvivenza.
The Sherlock Holmes Collection: è praticamente un e-book ma che si trova sull'apple store. Contiene tutto ciò che Doyle ha scritto su Sherlock Holmes in lingua originale, quindi in inglese. Io ho il libro cartaceo in italiano, quindi niente di quello che leggo lì mi è nuovo, ma è solo piacevole leggerlo nella lingua in cui è stato scritto. Mi cambia la vita? No.
DV Guide non è altro che una guida al sopracitato gioco Dragonvale. Una guida all'ibridazione per ottenere i draghi che non si hanno. Mi semplifica il gioco perché non perdo tempo ibridando combinazioni sbagliate, ma se non è il gioco a cambiarmi la vita, sicuramente non lo farà neanche la sua guida.
Pokémon Go : ormai sanno tutti che app sia e siamo rimasti in pochi a giocarci. Magari non corrispondo all'idea di millennial che tutti si sono fatti, ma sono comunque cresciuta con i Pokémon e appena ho avuto possibilità di diventare allenatrice, ho scaricato il gioco. Pokémon Go si è rilevato una mezza delusione a lungo andare, anche se nei primi mesi mi ha spinta a uscire di casa tutti i giorni e camminare per due ore (cosa utile per la salute) per fare il chilometraggio delle uova in incubatrice. Ora non esco più appositamente per giocare proprio perché il gioco non è accattivante come sembrava che sarebbe stato, ma l'ho conservato e ogni tanto lo apro per vedere che mostriciattoli ci sono vicino a casa mia. Ogni tanto il GPS si impalla e mi fa conta dei chilometri anche se non mi muovo da casa, quindi ben venga. Ciò non toglie che non mi cambi la vita, anche se può essere un piacevole tuffo nell'infanzia.

Queste sono tutte le app che ho scaricato. Occasionalmente ho scaricato altri giochi, ma che per una ragione o l'altra ho cancellato. Avevo altri social che ho rimosso perché non li frequento più. Altre app di shopping online, ma ho ritenuto inutili da tenere su telefono. Senza queste app potrei vivere? Sicuramente sì, e la mia vita non cambierebbe minimamente. Alcune sono piacevoli, altre comode, ma nessuna cambia la vita.

APP PRE-INSTALLATE NEL TELEFONO CHE TROVO UTILI


L'iPhone è ben noto per avere app del tutto inutili pre installate. Le ho messe in una cartella separata perché difficilmente e utilizzo, o alcune sono addirittura in stato di abbandono.
Lasciando a parte quelle che il telefono mostra come app pur essendo funzioni di base (contatti, messaggi, impostazioni, apple store) molte delle altre sono completamente superflue ed altre usate pochissimo. Le superflue che non uso mai sono: bussola, memo vocali, trova iphone, facetime, video, itunes store. Cose come "memo vocali" possono essere utili a qualcuno, ma non a me, e "video" non so perché esista visto che la fotocamera ha la funzione di registrazione.
Le app preinstallate che uso sono: calcolatrice ma praticamente solo perché è di accesso immediato e te la porti sempre dietro, ma una calcolatrice non cambia la vita a nessuno che non sia un matematico di professione.
Wallet mi è stato utile a gennaio perché c'erano le carte d'imbarco per il mio viaggio a Barcellona, ma avendole io anche in cartaceo per sicurezza, non è un'app che mi cambia la vita. Note e promemoria hanno praticamente la stessa funzione, solo che una si appoggia a date precise. Praticamente le uso solo quando non ho post it a portata di mano.
Il meteo è un'app inutile perché quello dell'iPhone difficilmente è accurato; è capace di sbagliare anche in tempo reale.
Salute può essere un'app salvavita. Non le avevo mai dato peso, ma qualche tempo fa l'ho aperta per curiosità e vi si può inserire dati medici importanti, come gruppo sanguigno e numeri di emergenza da chiamare in caso di ricovero. Se si è soli, può effettivamente essere un'utilissima app.
Le mappe possono essere utili all'estero, se si è in una città sconosciuta e non si vogliono spendere i soldi di una cartina, oppure in caso non si abbia il GPS in auto, cosa alquanto difficile.
Foto e fotocamera per quanto riguarda esclusivamente me sono utili come no. Preferisco usare la macchina fotografica compatta, che ovviamente non brucia batteria al telefono ed è un apparecchio fatto apposta per le foto, ma mentirei se dicessi che la fotocamera del telefono non ha una risoluzione migliore della mia vecchia Fuji. La trovo comoda in caso abbia voglia di fare una foto e non abbia la compatta con me, ma solitamente il mio rullino è vuoto.

CONCLUSIONE


In tutto questo, non voglio nel modo più assoluto negare la comodità di alcune app. Magari rendono una ricerca più veloce, farla tramite google immediatamente anziché dover aspettare di essere al pc. Alcune sono fondamentalmente inutili, come le app dei social, ma piacevoli. I giochi possono non aumentare la qualità della vita, ma essere comunque piacevoli da avere per distrarsi ogni tanto. L'app "salute" può essere molto più che utile se non si hanno queste informazioni importanti scritte altrove, come su un pezzo di carta nel portafogli (anche se magari un tempo queste informazioni le avremmo salvate nelle bozze dei messaggi, senza bisogno di app).
Tuttavia, se qualcuno dicesse con serietà "un'app mi ha cambiato la vita" valuterei svariate opzioni, di cui nessuna particolarmente positiva:
1. Le priorità di questa persona: perché un'app, per quanto piacevole, cambi la vita di qualcuno, questa deve avere priorità davvero basse.
2. Il quoziente intellettivo: non voglio suonare offensiva verso nessuno, ma per ritenere che un'app cambi la vita perché si può aggiornare facebook fuori casa si deve essere un particolare tipo di idiota.
3. La qualità della vita di questa persona: perché un'app cambi l'esistenza di qualcuno, vuol dire che la vita di quel qualcuno fa davvero schifo se un comunissimo download ha quest'impatto.
Con questo ripeto: le app che ho mi piacciono moltissimo, e se tutte le altre che ho scaricato nel tempo sono state cancellate e queste no, vuol dire che, quale più quale meno, per me sono importanti. Sono il risultato di una cernita molto accurata e non intendo cancellare nessuna di esse. Ciò non toglie che non siano indispensabili né cambino la vita. Sono cose inutili, superflue, praticamente niente più di uno sfizio, una distrazione, o se vogliamo un hobby, ma senza dubbio la mia vita non sarebbe minimamente differente se non vi avessi accesso. Dovrei aspettare di essere al pc per controllare facebook e twitter o fare una ricerca, e non avrei un parco pieno di draghi fittizi. Come se non avessi passato così almeno la metà della mia vita. Se mi fosse stato chiesto se il pc ha cambiato la mia vita, allora la mia risposta sarebbe stata sì per un lungo elenco di ragioni tra cui il fatto che la mia piccola ma sicura fonte di guadagno viene da qui, ma un'app? No, non cambiano la vita di nessuno, e compatisco chi crede che caricare foto su instagram gli cambi la vita.
E' come comprare il DVD di un film che ci piace ma abbiamo già visto. Il DVD non ha assolutamente nessun impatto sulla qualità della vita di chi lo acquista, ma è un piccolo e superficiale dono per sé stessi. Così sono le app. Piacevoli, ma assolutamente non indispensabili.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 86 volte e valutata
93% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Dan91 pubblicata 12/04/2017
    eccellente ed articolata, comunque
  • camy91 pubblicata 09/04/2017
    Rieccomiiii :))) Scusa il ritardo e buona domenica!!!
  • angie9 pubblicata 04/04/2017
    Eccellente
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Le App stanno cambiando la vita degli individui?

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 30/03/2017