Opinione su "Le fate ignoranti (F. Ozpetek - Italia, Francia 2001)"

pubblicata 19/08/2017 | duccio1978
Iscritto da : 06/11/2011
Opinioni : 493
Fiducie ricevute : 520
Su di me :
NON VALUTO su RICHIESTA e non ricambio per forza e non la stessa valutazione.... Valuto secondo l'opinione letta e valuto sempre le ultime opinioni scritte nel momento in cui mi collego.
Ottimo
Vantaggi Molto bello con un tema importante
Svantaggi Nessuno
molto utile
Regia
Sceneggiatura
Colonna Sonora
Qualità Video (DVD):
Qualità Audio (DVD):

"Bellissimo film che fa riflettere"

Non il primo film di Ozpetek, è il terzo, risale al 2001, ed è forse il suo film più famoso e che lo ha lanciato alla ribalta del grande pubblico. Tratta una tematica a lui molto cara e lo fa con quel misto di incisività e poesia che come pochi sa rendere attraverso la regia cinematografica.
I film di Ozpetek sono molto visivi, prendono persone "della strada", non attori celebri ma generalmente persone che fanno gli attori ma che non hanno raggiunto ancora fama e celebrità.. Questo perchè ognuno deve leggere i personaggi e la storia senza farsi condizionare troppo dall'attore famoso di turno ma concentrandosi sulla storia e sul measaggio..
Se penso ai film di Ozpetek penso alla convivialità, penso a quelle tavolate che sono simbolo di ritrovo dove amici, parenti, familiari, persone che si vogliono bene e che si ritrovano condividendo un pasto che è solo l'occasione per ritrovarsi e per raccontarsi.. Penso alla quotidianità e penso a storie che potrebbero riguardare un nostro amico, un nostro familiare, una persona che vive al portone accanto al nostro.. La normalità delle storie di Ozpetek è forse la caratteristica maggiore dei suoi film.. che li rende molto vicini alla realtà.

Questo film contiene tutte queste , racconta una storia, una storia come potrebbero essercene tante nella vita reale, un matrimonio come tanti che probabilmente sta stretto ad uno dei due .... che incapace di chiudere trova rifugio in un'altra persona, in questo caso un uomo che lo fa stare bene come lo fa stare bene il fatto di riunirsi in quella casa di "fate ignoranti" tanto lontana dagli ambienti borghesi e classici di una vita di coppia di due affermati professionisti.

Antonia, il nome della donna, non sa niente del marito Massimo e vive una vita serena, senza intoppi e con un legame apparentemente fortissimo con il Marito, il quale improvvisamente muore investito da una macchina..
Questa morte getta Antonia nella disperazione più totale e in un lutto che fatica a superare... Un giorno Antonia trova un regalo con una dedica particolar che fa sorgere in lei dei dubbi sulla possibile ma insospettabile infedeltà del marito..

Antonia inizia a fare delle ricerche e scopre che in realtà il suo defunto marito non aveva una relazione con una donna ma con un uomo e scopre un mondo che a lei era sempre apparso lontano dai suoi schemi e dalla sua gabbia dorata di matrimonio, lavoro, famiglia che si era costruita. Massimo viveva una vita parallela in cui alternava la sua perfetta vita coniugale, conforme ai canoni della società e la vita con il suo compagno Michele che frequentava in un appartamento condiviso con altri ragazzi e persone omosessuali in un quartiere periferico di Roma.

Antonia scopre questo aspetto e inizia a scoprire cose che non conosceva del marito, aspetti della sua socialità e della sua personalità, inizia piano piano ad entrare in questa famiglia allargata in un forte processo di maturazione del suo personaggio che contemplerà una visione sempre conforme ai canoni ma piano piano più allargata e aperta... senza pregiudizi ma con una consapevolezza sempre maggiore..

Un film che vuole raccontare uno spaccato di vita reale, come ce ne sono molti, e che vuole raccontare una storia dove l'apparenza spesso inganna e dove al di là dei nostri steccati mentali ci sono mondi paralleli che a volte ci appaiono strani e inconcepibili ma non per questo di minor valore..

Un film davvero bello e toccante e che tenta di aprire delle menti spesso offuscate dalla società e da ruoli socialmente costruiti.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 110 volte e valutata
97% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Ifsogirl pubblicata 26/08/2017
    Bel film
  • Rictornato pubblicata 26/08/2017
    ottima
  • mammacris1987 pubblicata 23/08/2017
    Bella opi. Anche io adoro quetso film
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Le fate ignoranti (F. Ozpetek - Italia, Francia 2001)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 16/03/2001