Lisbona

Immagini della community

Lisbona

> Vedi le caratteristiche

91% positiva

89 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Lisbona"

pubblicata 13/09/2009 | dsantachiara
Iscritto da : 11/06/2007
Opinioni : 41
Fiducie ricevute : 15
Su di me :
Ho preso un anno sabbatico... ma spero di tanto in tanto a riprendere a scrivere qualche recensione
Ottimo
Vantaggi Una città di grande fascino
Svantaggi Nessuno
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Alla scoperta di Lisbona e dintorni"

Panorama dal Miradoure de Alcantara Bairro Alto

Panorama dal Miradoure de Alcantara Bairro Alto

Le emozioni di un viaggio sono qualcosa di unico, soprattutto quando ci si accinge a visitare un posto mai visto. Appena arrivati ci si sente spaesati, poi inizia l'ambientamento, quindi iniziano a crescere nuove sensazioni per ogni piccolo tassello che va a comporre il mosaico. Lisbona certamente è uno di quei posti che permette di vivere queste bellissime sensazioni. Ci siamo arrivati come spesso capita per caso: una superofferta Lufthansa alcuni mesi fa’ con il volo Malpensa-Lisbona 99€ a/r per due persone. Un prezzo da super low-cost ma con servizi di ottimo livello. Abbiamo così prenotato i voli per due capitali europee che non avevamo mai visto: Madrid e Lisbona.

Qualche dettaglio meteo-geografico


Lisbona si trova sul grande estuario del fiume Tago ad una ventina di chilometri dall’atlantico. La vicinanza al mare ne rende il clima gradevole in tutte le stagioni dell’anno. I mesi consigliati sono la primavera e la fine estate / inizio autunno quando le probabilità di precipitazioni sono basse e le temperature sono miti. In realtà il fresco vento dell’atlantico porta ad avere una certa variabilità di temperatura pertanto è sempre prudente avere il classico approccio a cipolla nell’abbigliamento.

Qualche dettaglio socio-economico


Lisbona è sicuramente una città per tutte le tasche benché si avvicini sempre più a standard europei. Con 10 euro a testa si può mangiare più che degnamente in moltissimi ristoranti o trattorie. Il costo degli hotel è variabile ma cercando su internet potete anche arrivare a pagare un 5 stelle meno di 100 euro al giorno per due persone colazione inclusa. La maggior parte dei musei e parchi permette l’accesso gratuito la domenica mattina, negli altri giorni i prezzi sono comunque popolari e difficilmente ogni ingresso costa più di 5 euro anche per i musei più belli. Il Portogallo è un paese che fino alla fine degli anni ’60 ha vissuto una dittatura (Salazar), per questo in alcuni dettagli si può evincere una certa arretratezza: molte case a Lisbona sono in condizioni molto trascurate, vi sono ancora molte barriere architettoniche e la pulizia è purtroppo più simile a quella delle città italiane piuttosto che la Germania.

Metro, card e passeggini


I trasporti pubblici sono piuttosto efficienti disponendo la città di varie linee di tram, bus e 4 linee della metro. Il costo di un biglietto che vale 24 ore è 3,5€, esistono naturalmente varianti per periodi più lunghi. La Lisboa card viene venduta nei chioschi Ask me Lisboa che si trovano all’aeroporto ed in altre zone strategiche della città. Partendo da 16€ per 24h ad arrivando 33€ per 72h permette di avere accesso gratuito a tutti i mezzi pubblici e treni (Sintra, Cascais), alcuni musei, o permette di avere sconti in altri musei o luoghi di interesse. Può essere un’interessante soluzione soprattutto se in quei giorni pensate di concentrare la visita ai musei e ai luoghi per cui la carta permette le agevolazioni ma ricordate che la domenica mattina è tutto gratis. Per chi ha passeggini o carrozzine tenete presente che solo le maggiori stazioni della metro hanno ascensori quindi muoversi non è semplicissimo tenendo anche presente i dislivelli tra le varie zone della città, i caratteristici marciapiedi acciottolati e la presenza di numerose barriere architettoniche.

La zone centrale della città


Una delle caratteristiche di Lisbona è quella di essere stata costruita su diverse colline, questo la rende sicuramente ancora più affascinante da scoprire. Dai vari Miradouro (i belvedere) si possono ammirare bellissimi paesaggi della città o del Tago. La zona centrale in cui sorgono i caratteristici quartieri dell’Alfama, Baixa e Barillo Alto si possono visitare quasi esclusivamente a piedi per chi ha una buona gamba.

L’Alfama è un vero e proprio labirinto, un groviglio di strade strette e scalinate che acquista un fascino intenso soprattutto di sera. Qui si trovano molti ristoranti in cui viene suonato il fado: secondo le guide la maggior parte sono ad uso e consumo dei turisti quindi il rischio è di pagare tanto e stringere poco. In cima all’Alfama si trova il Castelo de Sao Jorge, dalle cui rovine (ristrutturate) e dai bastioni si possono ammirare impareggiabili viste della città e dell’estuario.

La Baixa è la zone centrale sede di banche uffici e negozi ed è sempre affollata. La zona non ha in realtà particolari attrazioni o musei da visitare se non alcuni palazzi, l’elevador de Gloria (funicolare che porta la bel Miradouro de Alcantara) e l’ Elevador de Santa Justa che non è altro che un ascensore costruito da un allievo di Eiffel che porta dalla Baixa al Bairro Alto. Certo la fila che a volte occorre fare per provare l’ebbrezza dell’elevador può legittimamente far perdere la curiosità di provare questo strano mezzo pubblico (si paga come tram, funicolari e metro, se avete un abbonamento giornaliero o settimanale è compreso nel prezzo).

Il Bairro alto è la zona più animata soprattutto alla sera grazie ai numerosi ristorantini e locali di artigianato. E’ molto gradevole girovagare per le stradine del quartiere alla sera. E’ estremamente suggestive l’Igreja do Carmo (che si raggiunge anche dall’Elevador de Santa Justa) in quanto la chiesa a seguito del devastante terremoto del 1755 ha conservato solo le strutture portanti salvo un’ala in cui è stato allestito un museo. Per chi ha tempo occorre provare l’Elevador de Bica, una funicolare che parte… dentro una casa e raggiunge il Bairro Alto passando in mezzo a case, negozietti e trattorie.

Un modo “alternativo” di vedere alcuni parti della città è quello di salire sull’affollatissimo e rinomato tram 28 che da Estrela passa nel Bairro Alto, Baixa ed Alfama tra salite e curve mozzafiato. Le vetture del tram 28 sono ancora quelle di inizio secolo, ovviamente con qualche aggiornamento, e per questo sono diventati uno dei simboli di Lisbona.

I Miradouro


Vi sono alcuni Miradouro assolutamente da non perdere: bellissimi quello di Alcantara, nel Bairro Alto, che si può raggiungere dalla caratteristica funicolare “Elevador de Gloria” dalla piazza di Restauradores. Altrettanto bello è quello di Igreja de Graca, nelle vicinanze del castello di Sao Jorge (raggiungibile col tram 28). Nel quartiere dell’Alfama sempre il tram 28 vi porterà al Largo das Poartas do Sol nelle cui vicinanze si trova il bel Miradouro di Santa Luzia, proprio a fianco dell’omonima chiesa.

Dintorni: Belem


Belem si raggiunge con il tram 15 da Piazza del Commercio (attualmente in ristrutturazione) in una ventina di minuti ed è un luogo da non perdere. Era la zona da cui salpavano le caravelle e lì sono stati costruiti con i soldi dei dazi dei commerci alcuni bellissimi monumenti: il Monastero dei Gerolamiti, capolavoro in stile manuelino, e la torre di Belem (entrambi visitabili gratuitamente con la Lisboa Card). Nelle vicinanze consiglio un passaggio al museo delle carrozze per far un salto nel passato sui metodi di trasporto.

Dintorni: Il parco delle nazioni


Questa è la zona in cui è stato realizzato l’Expo del 1998 ed ora è un avveniristico quartiere in cui è stata realizzata una stazione dei treni ben collegata al resto dei trasporti cittadini. La stazione di Oriente è stata progettata dall’Architetto Santiago Calatrava. La zona merita sicuramente una visita e tra vari musei ed attrazioni (inclusa perfino una cabinovia che costeggia il Tago!) si trova il bel Oceanario, uno degli acquari più grandi d’europa.

Musei e cultura


Lisbona offre diverse possibilità che potrete trovare sulle guide, in particolare penso non sia da perdere il museo Calouste Gulbenkian. Gulbenkian, un mediatore turco, guadagnò una fortuna intermediando pozzi di estrazione di petrolio nel medio oriente con le più grandi compagnie petrolifere occidentali. Era un collezionista d’arte e alla sua morte donò tutte le opere allo stato Portoghese ed il suo patrimonio ad una fondazione che ha un budget probabilmente superiore a qualsiasi ministero della cultura: infatti oltre al museo (a fianco si trova anche quello di Arte moderna che però era chiuso) la fondazione finanzia un’orchestra, un corpo di ballo e molte altre iniziative. I mecenati odierni sbattono via soldi (mia personale opinione) con le squadre di calcio, questo era sicuramente un po’ più intelligente e lungimirante. Comunque il museo è interessantissimo. Altri musei rinomati sono il Museo Nacional do Azulejo (delle piastrelle) ed il Museo di Arte antica che per motivi di tempo non abbiamo potuto visitare.

Escursioni: Sintra


Chi va a Lisbona deve assolutamente dedicare una giornata a Sintra ed ai suoi due castelli più noti: il Palacio Nacional de Sintra e il Palacio de Pena, una sorta di castello delle favole che si trova circa tre chilometri dal paese. Poco distanto dal Palacio de Pena si trova il Castello dei Mori che domina la sierra da Sintra e dai cui bastioni si possono ammirare splendidi panorami. Sintra si trova ad alcune centinaia di metri sul livello del mare in mezzo ad una bella zona boscosa, è raggiungibile da Lisbona circa in un’ora con dei treni molto frequenti. Noi sfruttando tariffe week-end molto convenienti abbiamo preso per tre giorni una macchina a noleggio e così abbiamo potuto girare la bella Sierra de Sintra e vedere alcune zone della costa che non sarebbe possibile raggiungere con i mezzi pubblici. Nella zona della Serra de Sintra si trova in particolare il Capo de Roca che è il punto più a occidente del continente europeo. A parte questo dettaglio folkloristico la zona ha un bel fascino grazie alle scogliere ripidissime ed alla forza dell’atlantico. Poco più a nord la lunghissima Praja Grande è una delle tante spiagge paradiso dei surfisti.

Escursioni: la costa a nord di Lisbona


Ad una trentina di Km a nord di Cabo de Roca si trova il grazioso paese di pescatori (oggi convertito anche al turismo) di Ericeira e poco distante l’imponente Palazzo de Mafra. Ericeria è un posto molto gradevole per gozzovigliare un paio d’ore a piedi o mangiare un piatto di pesce. Nei dintorni si trovano alcune spiagge più o meno riparate. Più vicino a Lisbona si trova invece Cascais, un luogo di villeggiatura con un bel centro storico in cui vale la pena passare una serata (Cascas è raggiungibile anche in treno).

Escursioni: la costa a sud di Lisbona


A sud di Lisbona si trovano alcuni centri turistici (Caparica, Setubal) in cui si riversano i Libsonetani nei week-end. Da un punto di vista naturalistico è molto interessante seguire la strada N379-1 che attraversa la Serra de Arrabida e costeggia per un lungo tratto una zona di costa sull’atlantico molto bella. In questa zona si trovano anche alcune spiagge interessanti al Portinho de Arrabida, Galapos, Figuerinha. Belle spiagge, ma Sardegna e Grecia sono un’altra cosa. Oltretutto l’Atlantico anche ad inizio Settembre come potete immaginare ha temperature che per noi sono quasi insopportabili se non con una muta! Nella stessa zona si trova: Cabo Espichel. Le bellissime falesie ed una chiesa in abbandono rende questo luogo di grande fascino.

Strade e sicurezza


Gran parte delle guide consigliano di fare attenzione ai buchi sulle strade. Forse il consiglio era rivolto ai turisti di altri paesi, non mi è parsa la manutenzione sia peggiore di quella media delle strade italiane (purtroppo). Per quanto riguarda la sicurezza a Lisbona non abbiamo mai avvertito particolari problemi: valgono le stesse identiche cautele che vanno seguite in qualsiasi grande città.

Internet e guide


Il sito ufficiale della città: http://www.visitlisboa.com
Il sito dei trasporti pubblici: http://www.carris.pt/ (non esistono mappe dei trasporti pubblici!)
Lisboa card http://www.askmelisboa.com/

Sebbene la Lonely Planet sia un buon riferimento ho trovato alla fine molto più utile per pianificare gli itinerari a Lisbona e dintorni la Guida Mondadori. Una mappa dettagliata della città trovata in una sconosciuta guida Baedeker della De Agostini è stata molto utile per muoversi nei vicoli dell’Alfama e del Bairro Alto.

Conclusioni


La visita a Lisbona rientra tra quelle in cui al ritorno non solo rimangono ricordi molto belli ma, come il buon vino, più passa il tempo e più si apprezzano certi particolari. E’ una città di indiscutibile fascino e decisamente unica. Da non perdere.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 4275 volte e valutata
75% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • senza-nome pubblicata 14/10/2012
    mi piacerebbe andarci.... speriamo presto!
  • sonjetta79 pubblicata 22/10/2009
    WoW! Ci andiamo a novembre e credo proprio che prenderò spunto dalla tua opi per l'organizzazione dell'itinerario.
  • Conoscere pubblicata 03/10/2009
    Grazie per la segnalazione di un itinerario da sogno! Oltre ad essere una buona stesura, hai fatto un' eccellente opinione, Complimenti da Enzo!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Lisbona

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 26/06/2000