Lisbona

Immagini della community

Lisbona

> Vedi le caratteristiche

91% positiva

89 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Lisbona"

pubblicata 14/01/2010 | rubberandrea
Iscritto da : 24/01/2006
Opinioni : 17
Fiducie ricevute : 3
Su di me :
Ottimo
Vantaggi la bellezza della città, l'atmosfera, i colori, le luci..
Svantaggi chi vuol andare ai musei il 31/12 e il 1/1 sono chiusi
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Capodanno a Lisbona"

Elevador da Gloria

Elevador da Gloria

Ciao a tutti!
Finalmente eccomi a scrivere dopo aver letto moltissime recensioni e raccolto tanto materiale in rete per prepararmi al meglio a vivere ogni istante della mia vacanza a Lisbona.

La scelta

Lisbona era una delle tante mete che ci interessava visitare, la scelta è avvenuta verso la metà di ottobre, quando ho colto al volo un'offerta Lufthansa, 76€ andata e ritorno da Milano Malpensa!
Io ed un mio amico, siamo partiti il 31dicembre alle 10:30 e ritornati in Italia il 4 gennaio, per un totale di 3 notti a Lisbona e 1notte a Porto.
L'arrivo in aeroporto

L'aeroporto non è molto grande, nonostante sia internazionale, ce ne siamo accorti soprattutto nella fase di imbarco del ritorno, con moltissima gente ammassata in fila. A parte tutto, al piano terra, prima di uscire, c'è un centro informazioni dove a uno degli addetti, che parlava italiano, abbiamo chiesto informazioni sulla Lisboa card. Volevamo sapere nello specifico quali musei erano gratuiti, perchè sui siti internet e nelle recensioni non era specificato...ci ha detto però che il 31/12 e il 1/1 i musei sono chiusi, mentre la domenica mattina si entra gratis...quindi nessun dubbio..dovevamo fare la carta viagem.

Per andare in albergo

Abbiamo avuto la fortuna di prenotare una stanza al Miraparque Hotel, consigliato qui su Ciao, del quale vi parlerò in un'altra recensione. Per l'arrivo in albergo sapevamo già che bastava prendere l'aerobus 91 della Carris ( la compagnia di trasporti lisbonese di autobus, tram, ascensori..), che parte direttamente all'uscita dall'aeroporto. Il biglietto l'abbiamo fatto a bordo e, al costo di 3.50 €, si potevano sfruttare tutti i mezzi della Carris per l'intera giornata (la metro non vi fa parte!).
Il primo giorno

Nel programma che avevamo preparato prima di partire, avevamo messo di tutto di più, ma alla fine, salvo qualche rinuncia forzata, siamo in un certo senso riusciti a rispettarlo! Dopo il check in, abbiamo iniziato la nostra passeggiata per Lisbona, per farvi capire, l'albergo si trova in posizione centrale, in una parallela del parco Edoardo VII, è da lì che ha il via il nostro primo approccio a Lisbona!
Si procede da Praça Marques de Pombal per l'Avenida de Libertade, si fa una tappa al Jardim Botanico, che si trova vicino a Rua do Salitre, e fa parte del complesso dell'Università di Lisbona. Al Jardim (ingresso 1.5€, ridotto studenti a 0.75€) non siamo stati molto tempo; non sono molto ferrato in materia, ho visto però che il degrado è abbastanza diffuso: cartellini con il nome delle varie piante in parte rotti o mancanti, strutture devastate..
All'uscita dal giardino, riscendiamo verso l'Avenida de Libertade per giungere a Praça de Restauradores, lì siamo scesi alla metropolitana per fare i biglietti per i due giorni successivi, abbiamo optato per la carta viagem, che, al costo di 3.70€ al giorno più 0.50€ di emissione della carta, permette di prendere metro, tram, autobus e ascensori. Dopo, risaliti in superficie, siamo arrivati fino alla stazione ferroviaria del Rossio (ci siamo affacciati dentro e abbiamo visto che da lì parte il treno per Sintra!), vicino alla Praça Dom Pedro IV, fino a giungere a Praça da Figueira. Tutte le strade e le piazze sono molto belle, c'era molta gente in giro e la "veste" illuminata della città ha un grande fascino. Da Praça da Figueira abbiamo preso il primo tram in salita, il 15E, direzione quartiere Alfama. In questo quartiere sono presenti diverse attrazioni tra cui: il Castelo de Sao Jorge, la Cattedrale di Sé e il miradouro de S. Luzia. L'autista del tram ci ha indicato la fermata più vicina per il Castello al Largo Poartas do Sol, dove si può vedere un bellissimo panorama tra cui l'Igreja de Graça, Sao Vincente de Fora, fino a spingere lo sguardo verso il Tago. Ci incamminiamo per una salita verso il Castello, ma arrivati al cancello erano le 18:10 ed era chiuso (chiude alle 18!). Riscendiamo giù con obiettivo Miradouro de S. Luzia, un chiostro con un bel giardino e una stupenda vista sulla città, proseguiamo verso la Cattedrale di Sé e, sempre a piedi, scendiamo fino a Praça do Comercio. Di solito la festa di S. Silvestro si svolge in questa piazza, ma quest'anno, causa lavori di ristrutturazione, è stata spostata nel quartiere di Belem. Dalla Praça do Comercio iniziamo a fare alcune "vasche" nelle varie vie che portano a Praça da Figueira, sono tutte parallele e sono le famose vie dei ristoranti o negozietti di souvenir ( Rua Aurea, Rua dos Correiros, Rua da Prata, Rua da Madalena...) .Qui siamo nella Baixa, dove abbiamo trovato moltissimi ristoratori che ci invitavano a cenare presso i loro locali, ma non ci siamo fermati in nessuno di loro. Ci siamo invece incamminati a prendere l'Elevador da Gloria (é un tram) da Praça de Restauradores attraverso un percorso in salita conduce al Miradouro de Sao Pedro de Alcantara nel Bairro Alto. Lì sono presenti diverse viuzze piene di locali quali pub, ristoranti.. durante la passeggiata ci siamo imbattuti in moltissimi ragazzi che ci chiedevano o volevano il fumo..abbiamo poi proseguito per l'Igreja do Carmo, per poi prendere finalmente l'Elevador de Santa Justa che riporta in una delle vie della Baixa. Da lì finalmente a cena, al Restaurante Grill House, in via Rua dos Condes, vicino a Praça Dom Pedro IV. Dopo abbiamo preso il tram 12E da Praça da Figueira per Belem. Siamo arrivati proprio a mezzanotte giusto in tempo per vedere i fuochi...non abbiamo fatto altro, siamo ritornati indietro con il tram a Praça da Figueira (ci vogliono circa 30 minuti!), poi da lì, tutto a piedi fino all'albergo (erano le 2). Come primo giorno non male...la stanchezza si iniziava a sentire...

Il secondo giorno

Abbiamo deciso di andare a Sintra, quindi usciti dall'albergo, appena girato l'angolo, abbiamo preso la nostra prima metro, linea Azul (azzurra) da Parque fino a Restauradores, dove lì vicino c'è la stazione ferroviaria del Rossio. Abbiamo fatto il biglietto andata e ritorno per Sintra al costo di 3.90€ (1.70€ a viaggio più 0.50€ emissione carta, è una carta viagem identica a quella valida per gli altri mezzi di trasporto, ma ha la sigla CP, che indica la validità esclusiva per i treni. Entrambe queste carte valgono un anno e sono ricaricabili!).
Di Sintra non eravamo molto preparati, ma ci sono diversi cartelli turistici che conducono facilmente al borgo. Il primo dell'anno era tutto chiuso, abbiamo visto da fuori il Palacio National da Sintra, le viuzze caratteristiche, i negozietti, le case decorate e i bellissimi panorami che danno sia sulla vallata, sia sul monte con vista al Castelo dos Mouros e al Palacio National da Pena. Ci sono degli autobus che conducono a queste strutture, ma forse non circolavano quel giorno...abbiamo provato a piedi, ma dopo 30 minuti in salita e non eravamo neanche a metà percorso, abbiamo desistito! Altra meta della giornata era raggiungere Cabo da Roca; per arrivarci siamo tornati alla stazione ferroviaria dove c'è una fermata del bus (linea 403), con il quale si raggiunge il punto più occidentale dell'Europa continentale, in una mezz'ora ( costo biglietto a bordo 3.55€, 7.10€ in totale!). All'arrivo si ha un panorama fantastico: siamo sull' Oceano, su una ripida scogliera, circondati dal Parco Nazionale e quindi da un verde fantastico! Dopo le foto di rito, abbiamo aspettato il bus per il rientro, purtroppo ha fatto un pò di ritardo più del dovuto e non siamo riusciti a rispettare il nostro programma che prevedeva la tappa al Castelo de Sao Jorge prima della chiusura.. siamo comunque andati nell'Alfama, con visita alla Igreja de Graca e da fuori a Sao Vincente de Fora (chiude alle 17), abbiamo percorso le vie della Feira da Ladra (mercatino delle pulci presente il martedì e il sabato) fino ad arrivare alla stazione di Santa Apolonia. Da lì, con la metro (cambio della linea Azul con la linea Amarela, ovvero la gialla, a Marques de Pombal), siamo andati a Campo Pequeno, bellissima arena, alla Cidade Universitaria (non c'era nessuno!!), e infine fermata Campo Grande (linea verde), dove c'è lo stadio Alvalade...bellissimo da fuori! Di nuovo metro destinazione Rossio, cena e obiettivo tram 28E da Rua da Conceição... purtroppo perso per un soffio..l'ultima corsa è alle 22.35! Di nuovo metro per l'altro stadio, il da Luz, questa volta visto da più lontano, comunque un'altra bellissima struttura! Abbiamo terminato la serata scendendo alla fermata Marques de Pombal, percorrendo a piedi l'intero parco Edoardo VII, fino a giungere ai piedi del maestoso albero di Natale, dai diversi colori che si susseguivano accompagnati dalla musica...bellissimo.
il terzo giorno

La mattina l'abbiamo dedicata al museo Calouste Gulbenkian, vicino alla fermata metro Praça de Espanha. E' molto bello e ricco di opere che vanno dall'arte egizia, islamica, ai dipinti degli impressionisti, ci sono enormi tappeti, argenterie, azulejos, libri sacri... il costo del biglietto è di 4€, se avete 2/3 ore ve lo consiglio!
Usciti dal museo ci siamo diretti nel quartiere di Belem, questa volta di giorno, con l'intento di visitare le principali attrazioni del posto: Monastero dos Jeronimos, il Monumento alle Scoperte (Monumento a los Descrubrimientos), la Torre di Belem e.. l'antica pasticceria!
Siamo partiti con il tram da Cais do Sodré sempre con il 12E, siamo scesi alla fermata del monastero, che ci è stato impossibile visitare per la lunghissima fila.. ci siamo limitati alla visita della chiesa. Siamo entrati e saliti fino al 6° piano (se non mi sbaglio) del Monumento alle Scoperte, pagando un biglietto di 3€ ( per gli studenti 1.50€) da cui si ha una vista bellissima sulla città, sul fiume, sul ponte 25 Aprile...con lo stesso biglietto al piano -1 c'è una piccola mostra della storia della costruzione del monumento. Ci siamo poi incamminati verso la Torre di Belem, anche qui biglietto di ingresso di 4€, edificio molto caratteristico, che attraverso una stretta scalinata permette l'accesso ai 4 livelli, una volta adibiti a diverse funzioni, c'era la stanza del re, nell'ultimo piano la cappella... anche da lì vista panoramica sul fiume e sulla città! Usciti dalla torre, tappa forzata alla Antiga Casa dos Pasteis de Nata, in Rua de Belem, 84..è impossibile non notarla, ce ne siamo accorti passandoci davanti con il tram...
La pasticceria è grandissima, al costo di 0.90€ si prende una pasteis de Nata, canestrello di pasta sfoglia con crema bianca al forno...una vera delizia, peccato che due sono volate in un attimo! C'è la possibilità di sedersi, il posto è grandissimo, ci sono varie stanzette, fino a giungere ad una stanza enorme..c'era un visibilio di gente..
Si riprende il nostro cammino verso il jardim de Estrela e l'omonima basilica, e da lì volevamo prendere il benedetto tram 28E, perso la sera prima, ma, causa guasto della linea non ci siamo riusciti! Allora con un bus siamo andati a Rato dove abbiamo preso la metro e con cambio di linea (la Vermelha, ovvero rossa) a Saldanha, siamo andati ad Oriente. In questa zona sono da vedere: la stazione ferroviaria, il centro commerciale Vasco da Gama, l'Oceanario, la teleferica fino alla Torre Vasco da Gama, il ponte Vasco da Gama, il casinò..
All'ora dell'arrivo la teleferica era chiusa..per nostro rammarico..abbiamo potuto vedere a parte la stazione (bellissima struttura..ma quando piove...ti bagni!!), il centro comerciale su vari piani, all'interno del quale abbiamo cenato (non benissimo..), da lontano l'Oceanario, che si trova all'interno del parco das Nacoes e altre strutture modernissime utilizzate per le Fiere.. per l'Expo...
Abbiamo passato la serata lì, ritorno in albergo e il giorno dopo ci aspettava la trasferta a Porto ( vi racconto in un'altra opinione..)!

Il giorno della partenza

Il quarto giorno l'abbiamo trascorso a Porto, mentre il quinto mattina all'alba siamo ripartiti da Porto destinazione Lisbona, stazione Oriente ( il treno termina la corsa a Santa Apolonia, ma per prendere l'aereo è più vicina Oriente..). Siamo arrivati intorno alle 10, usciti nel piazzale dei bus, abbiamo cercato quello più indicato per l'aeroporto, il 44, che parte ogni 15 minuti sotto il ponte, a sinistra del piazzale. Arrivati all'aeroporto, sfiniti dalla maratona fatta, abbiamo fatto la fila per il check in e poi imbarco...era finita la nostra vacanza portoghese!!

Altre attrazioni da non perdere

Di tutto quel che vi ho scritto, sarebbe stato bello approfondire l'escursione a Sintra, magari dedicandoci un'intera giornata per vedere il Palacio Nacional de la Pena, il Palacio Nacional de la Villa de Sintra, il Palacio Nacional de Queluz e la Quinta da Regaleira, tutti visitabili con un pò di sconto con la Lisboa card (l'ho letto nel deplian preso all'aeroporto, "Follow me Lisboa"), il Palacio de Monserrate e il convento dos Capuchos...
Per rimanere a Lisbona, invece, sarebbe stato bello vedere da dentro il Castelo de Sao Jorge, Sao Vincente de Fora (chiude alle 17), all'interno del Panteao Nacional.. o i tanti piccoli musei caratteristici, quali: quello delle carrozze (mi sarebbe piaciuto), quello della marina, quello de la farmacia (interessava al mio amico..), de la Musica, del azulejo (mattonella)....
Per i bimbi interessante dovrebbe essere il giardino zoologico e lOceanario (uno dei più grandi d'Europa), per i grandi e gli sportivi, una tappa all'Estoril, dove c'è l'omonimo circuito di F1 e il casinò..per i credenti una tappa a Fatima è imprescindibile...

Conclusioni finali

Dal mio lunghissimo racconto, dalla consistenza dei dettagli, vi sarete certamente accorti quanto mi abbia conquistato questa Capitale, saranno state forse le luci colorate del Natale, sarà stata l'aria che si respirava nel Belem, saranno stati forse i bellissimi miradouri che offrono viste mozzafiato o forse gli Elevatori, la gente che ti ringrazia sempre (obrigado!)...fatto sta che mi sento veramente legato a questa città e spero prima o poi di ritornarci..

Grazie della lettura!!

Ciao a tutti!!

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 3080 volte e valutata
68% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Fedix.2015 pubblicata 04/12/2015
    bellissima città, mi piacerebbe vederla a capodanno!
  • isabellaborgia pubblicata 24/04/2010
    a me è piaciuta ma non cosi tanto...ma era un mese che viaggiavo ,lisbona era l ultima tappa e la stanchezza iniziava a farsi sentire.
  • britney86 pubblicata 27/03/2010
    bella opinione, ciao
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Lisbona

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 26/06/2000