Lisbona

Immagini della community

Lisbona

> Vedi le caratteristiche

91% positiva

89 opinioni degli utenti

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Lisbona"

pubblicata 12/07/2006 | Foxies
Iscritto da : 11/05/2004
Opinioni : 169
Fiducie ricevute : 177
Su di me :
✿◠‿◠ ❤ Un baciottone??? Ma no ..... tanti baciottoni a tutti ❤ ◠‿◠ ✿
Buono
Vantaggi Conoscere
Svantaggi Nessuno
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Lisbona Medioevale e Moderna"

Tranvai Carrozza

Tranvai Carrozza

Lisbona è l' Avana europea!

Appena fuori dall'aeroporto cerco un taxi. Vedo il cartello ed una fila non molto regolare. Un tassista sembra scegliere i clienti........domanda e fa cenno di diniego col capo, mentre a me fa cenno di salire. Perché questo trattamento???
Salendo mi accorgo che non ha tassametro......bene, mi dico, ecco un abusivo!
Arrivo all'albergo e sento la richiesta del tassista, pago non ho voglia di contrattare, ma so già che mi ha preso molto per la corsa e lo leggo nei suoi occhi. Come benvenuto ecco la prima fregatura. Dovrò stare con gli occhi bene aperti e speriamo in bene per il prosieguo.
L'albergo è bello, mi piace ed il morale risale. (York House Hotel vedi opi)

Muoviamoci per Lisbona.

Prima cosa che faccio quando non so bene cosa vedere, è osservare in toto la città in cui mi trovo. La cosa migliore sono i tour turistici che la piazza offre, e proprio in piazza del Commercio (Praça do Comércio), una bella e vasta piazza con sui tre lati portici per passeggio al coperto, partono ben quattro giri turisti della città: Discoveries Tour 17 euro - Hills Tramcar 17 euro - questi due su tranvai - Olisipo Tour 14 euro e Tagus Tour 14 euro - questi ultimi su bus a due piani (double deck):

Il primo tour che provo viene fatto su di un bel tranvai rosso ed antico, perfettamente conservato e molto caratteristico. Qui viene chiamato Eletrico das Colinas. Fa un bel percorso non molto lungo. Raggiunge il quartiere dell'Alfama, Estrela, Lapa; scorgo il Castello, la chiesa di Santa Lucia, ecc.
Sferragliando si inerpica per stradine, che sembrano mulattiere. Passa esclusivamente questo piccolo tranvai e par di toccar i muri delle case....pare??No no, si toccano proprio, infatti un assistente mi fa segno di non mettere il gomito fuori dal finestrino.

Comincio a vedere Lisbona.

Le zone attraversate sono il cuore medioevale della città.
Alcune parti ben restaurate, altre veramente in rovina, abbandonate a se stesse in uno squallore decadente.
Vedo le facciate dei palazzi con le famose azulejos (tipica piastrella che funge da intonaco). In alcune facciate ne mancano molte!

La prima impressione è di povertà.

Non contenta salgo immediatamente su un SightSeeing Tour.
Sapete cosa sono i SightSeeing??? Brevemente, sono dei bus stile Londra, i cosiddetti double deck (o double decker), sui quali potrete fare un giro turistico della città. Ottimi tour!
Naturalmente mi posizione al piano superiore per godermi la giornata e la vista della città.

Questo giro è più ampio; parte sempre da piazza del Commercio e ritornerà lì, ma avrò, la possibilità di scendere curiosare per poi risalire sul bus successivo, che passa circa 30' minuti dopo, sempre alle fermate prestabilite.
Cosa vedono i miei occhi, vedono molte parti della città decadenti, girando un angolo ampie strade e palazzi moderni e molti cantieri. Un accozzaglia di super moderno e super decadente. Vecchio e nuovo, bello e brutto, Lisbona è così!
Sulla riva opposta del Tago scorgo una sagoma che si staglia nel cielo terso. Sbatto le palpebre..... ma sì, sembra proprio il Cristo Redentore di Rio de Janeiro e quei due ponti??? Il Ponete Vasco de Gama molto simile al ponte di Brooklyn e il Ponte 25 Aprile che ricorda quello di San Francisco, due opere imponenti che non mi aspettavo di vedere a Lisbona.
La Torre del Belém e il Pedrão dos Descobrimentos (monumento alle scoperte) che tutti quanti conosciamo. Il Monastero dos Jeronimos, fatto costruire da Manuel I, mirabile opera d'arte manuelina.
Alcantara, Lapa ed ecco una vasta piazza con al centro un monumento al Marchese di Pombal (Praça Marqês de Pombal) detta dai portoghesi semplicemente la Rotunda. Di fronte la Avenida da Liberdade che nulla ha da invidiare all' Avenida de Mayo di Buenos Aires. Questa parte di Lisbona è ariosa, spaziosa e vasta; l'occhio vaga e sembra non trovare ostacoli.
Piazza Restauradores ed io resto incanta a guardare un bel giardino pensile incastonato nella bella facciata art nouveau del teatro Eden.
Il Rossio una tra le più belle piazze, con fontane ed obelisco centrale con la statua di re Pedro IV.
La bella piazza si unisce tramite un corto passaggio ad un'altra piazza Praça Figueroa. Qui è un'altro mondo. La piazza potrebbe esser bella, ma è trasandata e sui alcuni portoni le donnine allegre svolgono l'antico mestiere.
Rua da Prata disseminata di negozi e sono ritornata in piazza del Commercio.

Nei giorni che seguono, gambe in spalla e come una capretta mi avventuro a curiosar qua e là:
l' Assemblea Nazionale, bel palazzo imponete, maestoso nel suo bianco marmo. Ospita L' Assemblea Repubblicana.
Il Castello di Sao Jorge costruito dai visigoti, residenza dei Mori e quindi modificato da Alfonso I. Bella posizione di dominio sulla città. Si può salire sin sulle mura e fare una bella passeggiata panoramica. L'aria è fresca ed è piacevole trascorrervi un po' di tempo.
Un giro nelle stradine del centro in pavé dai marciapiedi lavorati.
Poi mi ritrovo in una zona poco turistica e vedo la vera vita del portoghese. Caratteristico il negozio del Bacalhao. La chiesa di San Giacomo o forse San Giovanni, ora non ricordo mi attira. Questa chiesa è spoglia, triste e un po' lugubre, ma i portoghesi non hanno voluto dismetterla anche se la volevano chiudere per via di un incendio che l'aveva ridotto quasi com'è oggi.
Qui sento la religiosità del popolo credente. Molti i ceri accessi ed un sussurrar di preghiere.

Esco ed il sole mi abbaglia, infiltrandosi tra le case. Gironzolo sino a rua Garret dove incontro seduto a tavolino Fernando Pessoa ( considerato il più importante poeta portoghese), naturalmente è una statua in bronzo vicina al rinomato Cafè A Brasileira, un punto di ritrovo negli anni Venti di intellettuali ed artisti.
Mi imbatto in un'altra caratteristica l'escaldor che sferraglia lentamente su per la salita portando con se quattro persone sulle alture.
Ruzzolo giù verso il Chiado. Ruzzolo poiché Lisbona ha questa caratteristica sali e scendi e mi ritrovo di fronte all'elevador per eccellenza: l'Elevador de Santa Justa, un ascensore costruito nel 1902 da Raúl Mesnier de Ponsard, un ingegnere di origine francese seguace di Gustave Eiffel e si vede.
E' un ascensore metallico, con due belle cabine in legno ancora originali, alto 45 m, permette un vista panoramica della città a 360°. Chi sale lassù ha due piattaforme dove poter sostare, l'ultima in vetta è adibita a piccolo bar e da quella sottostante si accede all'uscita.

E' l'imbrunire, ma io sfrutterò anche la sera per muovermi.

Salgo su di un tranvai e scendo nei pressi del Castello e di Santa Lucia.
Avevo adocchiato un tranquillo ristorantino in una piazza impopolare o poco turistica.
Il locale è carino e romantico. Mangio pesce e spendo poco. Il proprietario è brasiliano, ma mi confida che il padre è torinese. Siamo sempre in ogni dove noi italiani!

Passeggiata notturna. E' caldo. Lasciata la poca confusione del centro sento i miei passi ed ogni tanto il fado esce sinuoso e lamentoso da certe porticine.

L' indomani magnifica colazione (lo sapete già se avete letto la mia opinione York House Hotel) e via verso il Miradouro di Santa Luzia. Godo del panorama sui tetti dell'Alfama e mi par d'essere sulla costiera amalfitana......la nostra costiera è meglio!
Un piazzetta assai carina con alcuni tavoli all'aperto mi invita a pranzare lì. Il posto è tranquillo, il sole caldo e l'aria fresca ..... e la fame non tarda a farsi sentire.

Nel pomeriggio mi dedico alla visita del Monasterio de Sao Vincente. La chiesa è una delle più antiche, eretta da un architetto italiano, Filippo Terzi.
La visita al convento è tranquilla è piacevole. Vi sono custodite tombe di tutti i Braganza. Ammiriamo stupendi azulejos del settecento, rappresentanti avvenimenti storici e le fiabe di La Fontaine.
Il giro sulle terrazze esterne è stupendo. Aria, sole ed un panorama accecante!

E qui mi fermo per lasciar girare voi se mai andrete a Lisbona.


P.S. Avrei inserito quest'opinione in "Lisbona Luoghi di Interessse e Attrazione", ma lo staff non l'ha ritenuta idonea, pertanto la pubblico in "Lisbona Impressioni" anche se a me non sembra la collocazione giusta!

Altre informazioni su Lisbona:

http://viaggi.ciao.it/Lisbona_Mediovale_e_Moderna__Opinione_725456

http://viaggi.ciao.it/York_House_Hotel_Lisbona__Opinione_716699


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 10328 volte e valutata
68% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • betser79 pubblicata 30/03/2014
    Ci sono stato lo scorso anno, bella città, rilassata e rilassante.
  • melusina pubblicata 20/10/2012
    Una delle capitali europee che un giorno visiterò!
  • marzialuna pubblicata 14/10/2012
    Eccelllente.
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Lisbona

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 26/06/2000