Lontano dal paradiso (Dvd)

Immagini della community

Lontano dal paradiso (Dvd)

Cathy e Frank sono la tipica famiglia perfetta americana degli anni 50: una bella casa, bei bambini, prospettive di successo. Tutto cambia quando Cath...

> Vedi le caratteristiche

84% positiva

5 opinioni degli utenti

Opinione su "Lontano dal paradiso (Dvd)"

pubblicata 26/02/2010 | forrestgump75
Iscritto da : 30/11/-0001
Opinioni : 325
Fiducie ricevute : 0
Su di me :
Accettabile
Vantaggi l'interpretazione di Juliane Moore, le atmosfere
Svantaggi piatto e a tratti noioso esercizio di stile fine a se stesso
molto utile
Qualità Video (DVD):
Qualità Audio (DVD):
NUMERO SOTTOTITOLI
ETA' MINIMA
Trama

"lontano dall'essere un buon film"

Nel Connecticut degli anni cinquanta dove il razzismo è ancora un imperativo e l'integrazione viene considerata una delirante utopia; i Whitaker sono la tipica famiglia modello americana. Il capo famiglia Frank (Dennis Quaid), è un impegnatissimo dirigente industriale, con un lavoro gratificante che lo porta a far tardi a casa tutte le sere; Cathy (Julianne Moore) è il prototipo della mogliettina e madre (di due figli, un maschio ed una femmina) ideale, perfettamente inserita nell'ipocrita vita sociale della sua comunità, fatta di protocolli e rigide convenzioni grazie alla quale si consola delle lunghe e frequenti assenze del marito.Ma la serenità e l'armonia familiare sono solo una facciata (sebbene Cathy ne acquisirà la consapevolezza solo in lenta progressione) pronta a crollare e venir giù in qualsiasi momento.Sarà un duro colpo infatti per Cathy scoprire l'omosessualità (ormai non più)latente di Frank, che mette in pericolo e minaccia il loro matrimonio. E sarà ancor più difficile decidere di non confidarsi con le pseudo amiche ipocritamente perbeniste, nel timore di diventare oggetto dei loro pettegolezzi. Troverà l'unico amico sincero con cui potersi confidare in Raymond (Dennis Heysbert) il suo giardiniere, di colore. Ma questa amicizia interraziale risulterà sgradita all'intera comunità, incluso lo stesso Frank che rimprovererà aspramente la moglie (come a dire, chi è senza peccato scagli la prima pietra...); così Cathy si troverà travolta da pettegolezzi ben più grandi di quelli che voleva evitare, dicerie che malignano di una presunta relazione tra lei e il giardiniere nero, delle quali a pagarne ingiustamente le spese saranno tutte le parti in causa, inclusa l'incolpevole figlioletta di Raymond..
Lontano dal Paradiso è uno di quei film che ho inseguito per tantissimo tempo, ed ora che sono riuscito finalmente a recuperarne la visione devo dire che è difficile da metabolizzare e inquadrare. Ci proverò, ma premettendo sin d'ora che l'ho trovato abbastanza piatto e deludente.
Il tema attualissimo del doppio razzismo, sessuale e legato al colore della pelle, avrebbe potuto essere uno spunto interessante su cui lavorare e sviluppare un ottimo lavoro gfcinematografico. Ma il regista Todd Hayes, preferisce affrontarlo marginalmente; adottandolo solo come pretesto per realizzare un melodramma volto a celebrare il cinema degli anni cinquanta.
Il risultato finale è quello di una pellicola raffinata ed elegante, in cui tutti i dettagli sono curati alla perfezione: le luci, il trucco e gli abiti di Chaty, il giardino e la fotografia che ne riproduce le splendide tonalità autunnali, le musiche che alimentano perfettamente un'atmosfera perennemente malinconica. Eppure malgrado tutto ciò la storia appare piatta, priva di mordente, senz'anima e senza pathos. Semplicemente scorre.
Non a caso forse questo film,dopo aver trionfato alla Mostra del cinema di Venezia del 2002 con la Moore premiata con la Coppa Volpi, è scivolato progressivamente nel dimenticatoio.
La Moore effettivamente costituisce il valore aggiunto ad un film mediocre che altrimenti, senza di lei, sarebbe stato assolutamente da dimenticare.Bravissima a tratteggiare i contorni di una donna con velleità "liberal" , schiava delle stesse ipocrite convenzioni sociali che le rovineranno la vita. Prigioniera di un perbenismo immobile che la induce a rinunciare a rincorrere la felicità pur di non dar vita a scandali; a restarsene lontano da Paradiso appunto, nella sua vuota quotidianità da cartolina.

In conclusione Lontano dal Paradiso è un inutile esercizio di stile fine a se stesso cui, sebbene supportato da un'interprete superlativa, non riesco a conferire più di due stelle.
Consigliato solo a coloro che sono alla ricerca di un film piatto, inconcludente e noioso.

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 601 volte e valutata
88% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Miki317 pubblicata 29/08/2015
    grz
  • silvano.silvano pubblicata 03/05/2010
    Grazie per la segnalazione.
  • melusina pubblicata 11/03/2010
    Mi fido del tuo giudizio.... :-)
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Lontano dal paradiso (Dvd)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Cathy e Frank sono la tipica famiglia perfetta americana degli anni 50: una bella casa, bei bambini, prospettive di successo. Tutto cambia quando Cathy scopre che il marito ha una relazione con un uomo. L'unica persona con cui si la donna riesce a confidarsi e il giardiniere afro-americano. Ma questa amicizia va contro le regole morali della societa.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 8031179920709

Produttore: Eagle Pictures

Genere: Drammatico

Anno di Uscita: 2007

Regia: Todd Haynes

Cast: Dennis Haysbert, Dennis Quaid, Elmer Bernstein, Julianne Moore, Patricia Clarkson

Colori: Colori

Anno di Produzione: 2002

Area DVD: Area 2 (Europa/Giappone)

Durata: 102'

Origine: ITA

Sottotitoli: Italiano per i non udenti

Sistema: Pal

Stato: USA

Formato Audio: Dolby Digital 5.1

Titolo Originale: Far From Heaven

Lingue: Inglese, Italiano

Consigliato: per tutti

Formato: Dvd

Formato Video: Wide Screen

Ciao

Su Ciao da: 10/03/2008