Opinione su "Mare dentro (Alejandro Amenábar)"

pubblicata 11/10/2004 | Kissy
Iscritto da : 29/10/2001
Opinioni : 413
Fiducie ricevute : 143
Su di me :
"Comincia adesso, da dove sei. Usa quello che hai. Fai al meglio quello che puoi. Che altra filosofia di vita ti serve?" (Detto zen)
Ottimo
Vantaggi un film per riflettere sulla Vita e la Morte. Toccante e commovente
Svantaggi ----------------
molto utile
Regia
Sceneggiatura
Colonna Sonora
Genere
Età minima

" Le profondità del Mare"

Ramon è un uomo speciale, scrive meravigliose poesie ed è molto sensibile. Da 26 anni è costretto a letto, è tetraplegico. Tuffandosi in mare, incontrò la risacca, lo schianto fu terribile e si ruppe il collo. Il mare lo tradì o lui non aveva fatto bene i calcoli… Ad occuparsi di lui da allora, con dedizione e amore, ci sono la cognata e la famiglia di lei.
Ramon vuole morire, ha deciso, perché la sua non è vita. In questo percorso verso la morte, incontra delle donne che lo emozioneranno profondamente, che gli faranno sentire la vita, ma lui è irremovibile sulla sua scelta e vuole andare fino in fondo. Le istituzioni si oppongono fortemente alla sua richiesta, ma a lui non interessa. Toccante e commovente, questo film fa riflettere su un tema così delicato come quello dell’eutanasia. La Vita… la Morte… com’è complesso schierarsi da una parte o dall’altra quando vedi storie così profonde come quella di Ramon, quando parteggiare per la Vita significa andare contro la lucida volontà di un uomo che soffre.
La libertà di scelta è un valore fondamentale, ma questo può valere anche nel caso della scelta di morire? O la Vita è un bene supremo di cui l’uomo non può disporre a suo piacimento?
La Vita e la Morte si incontrano, si sfiorano, si parlano nel film. Ramon ascolta la voce della vita attraverso la sua sensibilità e grazie agli incontri con altre persone, ma per lui non ha più senso pensare alla Vita, così ha deciso, fermamente. Anche l’amore diventa una tappa verso la sua scelta ultima ed estrema: essere amato significa per lui essere aiutato a morire.
Ramon sogna di volare e di raggiungere il mare al quale è legato profondamente perché gli ha dato la vita e poi gliel’ ha tolta. Il Mare è dentro di lui. Auguriamoci che il suo Viaggio finale lo abbia portato a ricongiungersi col Mare.. io credo profondamente di sì.

Film da non perdere.
Buona visione


Di seguito, potete leggere la bellissima poesia di Ramon dedicata al mare, “Mar adentro”

Mare dentro, in alto mare – dentro, senza peso
nel fondo, dove si avvera il sogno: due volontà
che fanno vero un desiderio nell’incontro.

Un bacio accende la vita con il fragore luminoso di una
saetta, il mio corpo cambiato non è
più il mio corpo, è come penetrare al centro
dell’universo:

L’abbraccio più infantile, e il più puro dei
baci fino a vederci trasformati in
un unico desiderio

Il tuo sguardo il mio sguardo, come un’eco
che va ripetendo, senza parole: più dentro,
più dentro, fino al di là del tutto, attraverso
il sangue e il midollo.

Però sempre mi sveglio, mentre sempre io voglio
essere morto, perché io con la mia bocca
resti sempre dentro la rete dei tuoi capelli.


Ramón Sampedro


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 2394 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • schizzo98 pubblicata 29/04/2008
    bella opi..complimenti.....
  • mommaral pubblicata 04/03/2008
    Molto ben reciso ,,, splendida poesia,,, ciao
  • akeley pubblicata 13/01/2008
    bellissima opinione e bellissima poesia....
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Mare dentro (Alejandro Amenábar)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 13/09/2004