Marie Galante

Immagini della community

Marie Galante

> Vedi le caratteristiche

100% positiva

2 opinioni degli utenti

Le migliori offerte

Opinione su "Marie Galante"

pubblicata 29/08/2017 | er_meio
Iscritto da : 15/06/2006
Opinioni : 94
Fiducie ricevute : 127
Su di me :
Di recente ho avuto l’occasione di vedere le cascate del Niagara come non le avevo mai viste prima: vicine tanto da bagnarmi. Posso confessarvi che ho avuto un’esperienza fuori del comune! ultima mia opinione
Ottimo
Vantaggi Tantissime bellezze naturali
Svantaggi Nessuno
Eccellente
Bellezze naturali
Ospitalitá
Attrazioni
Gastronomia
Efficienza trasporti pubblici

"Marie Galante, isola dalle acque splendide!"

Marie Galante

Marie Galante


Siamo stati in viaggio (per lavoro) nell'isola di Marie Galante che è un'isoletta che fa parte delle isole della Guadalupa.
Guadalupa in realtà è un gruppo di isole che si trova nella parte centrale delle Piccole Antille. Viene chiamata l’“Isola dalle acque splendide”, per la bellezza del mare.
Cosa si trova in quest'isola chiamata Marie Galante e nei suoi d'intorni?
Venite a fare un viaggio virtuale con la mia opinione, e lo saprete.
Marie Galante è bellissima, come tutte le isole dei Caraibi, è veramente un isola da sogno, Spiagge stupende con mare dalle acque splendide, tanto sole, tanta calma e tanto relax.
Nelle vicinanze dell'isola di Marie Galante c’è la montuosa Basse-Terre con le sue montagne vulcaniche;
Sulla cartina le due isole principali messe insieme assomigliano quasi a una farfalla con le ali spiegate. Noi siamo stati alcune volte anche a Basse-Terre, capitale amministrativa della Guadalupa.
Mentre dovevamo andare spesso a Pointe-à-Pitre e percorrevamo in auto i 60 chilometri da Pointe-à-Pitre a Basse-Terre per lavoro, nel frattempo abbiamo visitato le bellissime Gourbeyre, Baillif e Saint-Claude.
Karukera (isola dalle belle acque), come la chiamavano i caribi, era il nome della Guadalupa molto prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo nel 1493. Senza dubbio gli indigeni avevano in mente la frescura delle numerose cascate della Guadalupa e la bellezza del mare circostante.

Tante bellezze da ammirare


Nella montuosa Basse-Terre è interessante visitare La Soufrière, un vulcano inattivo, e ad est della Basse-Terre si trova la pianeggiante Grande-Terre, un tavolato costellato di collinette. La loro bellezza è accresciuta dalle spiagge lambite dal mare turchese, dalla campagna verdeggiante e dalle foreste tropicali ricche di cascate..
Bellissime da visitare le due isole che sono divise da uno strettissimo canale, la Rivière Salée. Questo Dipartimento d’Oltremare francese è formato inoltre da altre cinque isole più piccole e da alcune isolette.
La Guadalupa si compone in realtà di due isole e di alcune dipendenze minori:
Marie-Galante, Les Saintes, La Désirade, Îles de la Petite-Terre, Saint-Barthélemy e parte di Saint-Martin.
Pointe-à-Pitre è la città più grande della Guadalupa.
Vi consiglio pure di andare a Grand-Bourg, una bella cittadina composta da migliaia di abitanti simpatici e abbronzati, e sull’isola di Marie-Galante ci sono vari natanti che trasportano i turisti con i loro bagagli. Qualcosa che non avevo mai visto prima: una lunga fila di persone in marcia dal molo attraverso la città fino ai luoghi di soggiorno.
A Basse-Terre, capitale amministrativa della Guadalupa, per lavoro percorrevamo ogni giorno in auto i 60 chilometri da Pointe-à-Pitre a Basse-Terre per affari importanti.
Nel frattempo abbiamo visitato Gourbeyre, Baillif e Saint-Claude.
Bellissimo posto da vedere si trova anche a Le Moule, sulla costa orientale della Grande-Terre,
Bellissima l'isola di La Désirade, un’altra delle dipendenze della Guadalupa. Isola lunga 11 chilometri e larga 2 e mezzo, è in gran parte costellata da ottime spiagge, ci vivono migliaia di persone, anche La Désirade fu devastata anni prima dall’uragano Hugo.

Luoghi ad alto rischio di uragani


Nelle isole paradisiache si abbattono spesso inesorabili uragani, ne cito solo un paio:
  • l’uragano Hugo che si abbatté inesorabile sulla Guadalupa. Non era la prima volta che l’isola veniva investita da un uragano. L'uragno fu terribile. Per ore l’isola fu investita da raffiche di vento, alcune delle quali raggiunsero la velocità di 260 chilometri orari. Sembrava che la notte non sarebbe finita mai. Quando finalmente sorse l’alba, la vista era terrificante. Le strade piene di detriti sembravano un campo di battaglia. Circa 30.000 persone erano rimaste senza tetto.
  • l’uragano Ines aveva strappato il tetto a quasi tutte le case di legno, e per un mese mancò la corrente elettrica.
    Vorrei aggiungere che l'uragano "Hugo". portò la pressione atmosferica a 923 millibar, confermando la sua appartenenza alla quarta classe di pericolosità, se non addirittura alla quinta. DA BRIVIDO!

La nostra esperienza da turisti nei stupendi luoghi del posto


Abbiamo trovato che le isole di Les Saintes e Saint-Barthélemy, due delle sei dipendenze, sono abitate in prevalenza da blancs-pays (bianchi locali), i cui antenati bretoni e normanni furono fra i primi colonizzatori. Ci siamo incontrati anche con alcune famiglie libanesi e siriane che gestiscono aziende commerciali, a cui noi ci siamo interessati per lavoro.
Abbiamo visto che la maggioranza della popolazione è considerata cattolica. Tuttavia gli indiani, pur essendo integrati nella comunità cattolica, conservano usanze indù. Qua e là nella campagna si vedono i loro pali sacri con bandiere dai colori sgargianti. Le credenze di molti sono ancora piene di antiche superstizioni tenute vive dai quimboiseurs (stregoni).
Comunque la gente di solito ha rispetto per la nostra Bibbia. Crede che è la Parola di Dio. Per pregare molti recitano brani dei Salmi. Infatti la Bibbia, a volte accanto a una candela accesa, viene spesso lasciata aperta a un salmo che si pensa rechi protezione e benedizione alla casa.
Il miscuglio di varie culture — africana, europea e asiatica — ha dato origine a un modo di vivere caratterizzato da gentilezza e cordialità. Queste buone qualità rendono piacevole vivere in questi luoghi in cui molti degli abitanti accolgono volentieri i turisti.

Un pò di storia


Prima che Cristoforo Colombo la scoprisse nel 1493, dandogli l’attuale nome di Guadalupa, gli indigeni la chiamavano Karukera, vale a dire Isola dalle acque splendide. Pensavano senza dubbio ai tanti fiumi, torrenti e cascate delle isole.
Gente di diverse razze è sbarcata in Guadalupa. I primi abitanti erano gli arawak; poi arrivarono i caribi e in un secondo tempo i colonizzatori europei. Solo più di 140 anni dopo il viaggio di Colombo, finanziato dalla Spagna, degli europei si stabilirono in Guadalupa; questi colonizzatori erano francesi, non spagnoli. Essi un po’ alla volta eliminarono i caribi, costruirono zuccherifici e importarono schiavi come manodopera.
Politicamente la Guadalupa è un Dipartimento d’Oltremare della Repubblica Francese, e molti francesi sono venuti ad abitare qui in decenni recenti. Ma le isole principali sono in gran parte abitate da neri i cui antenati furono strappati dalle coste africane dai mercanti di schiavi. Circa il 10 per cento della popolazione, però, discende da lavoratori fatti venire in Guadalupa dall’India dopo l’abolizione della schiavitù avvenuta nel 1848.

Conclusione


Per concludere, la nostra "gita", fra un colloquio e l'altro, mi ha dimostrato che l’“isola dalle belle acque” è più bella che mai, i caribi avevano ragione, infatti, Karukera (isola dalle belle acque) — come la chiamavano i caribi — era il nome della Guadalupa molto prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo nel 1493. Senza dubbio gli indigeni avevano in mente la frescura delle numerose cascate della Guadalupa e la bellezza del mare circostante. Sono d'accordo con loro!
BUONA VACANZA!

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 209 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • iceblu_78 pubblicata 21/09/2017
    eccellente recensione grazie mille per tutte le info fornite
  • ondulino pubblicata 11/09/2017
    Eccellente Esposizione , Grazie :)
  • lNFORMO pubblicata 09/09/2017
    descrizione splendida
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Marie Galante"

Informazioni sul prodotto : Marie Galante

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 01/08/2000