Opinione su "Mercedes SLK 200 Kompressor"

pubblicata 25/10/2012 | Zarin
Iscritto da : 22/04/2011
Opinioni : 87
Fiducie ricevute : 374
Su di me :
""Mio padre mi disse: "Anto, per farla innamorare devi farla sorridere"...ma appena ho visto il tuo sorriso mi sono innamorato di te Azzurra""
Ottimo
Vantaggi Realizzare un sogno
Svantaggi Peccato non averla
Eccellente
Qualità del veicolo
Affidabilità su strada
Comfort
Spaziosità dell'abitacolo
Qualità di guida

"UN CUORE....2 ANIME...."

Mercedes SLK 200 Kompressor

Mercedes SLK 200 Kompressor

MERCEDES SLK 200 KOMPRESSOR

PREMESSA

Finalmente mi ero deciso, dovevo prenderla.

Nel 2010 ho acquistato la mia nuova macchina, per dire il vero, l’auto era usata, ma al momento dell’acquisto fu un vero affare perchè in ottime condizioni.

Quando, e come acquistai l’auto…

Un giorno gironzolando in rete, ho trovato in un sito internet, addetto alla vendita di auto. Il sito in questione è “Autoscout” dove vengono messe in vendita molte tipologie di auto e motoveicoli.
Osservando il catalogo, tra le tante offerte c’era in vendita una “Mercedes SLK 200” del 2006, mi interesso subito, e dopo aver letto e osservato le foto e le caratteristiche della macchina decisi di mettermi in contatto con il venditore, quindi presi appuntamento per visionare l’auto.
Il giorno dopo mi recai all’autosalone, dove avevo preso appuntamento. Entrando le prime cose che notai furono la perfetta organizzazione del luogo, e la buona disposizione delle macchine.
Ed ecco che mi raggiunse il venditore che mi accompagnò a visionare l’auto da me richiesta.
L’auto era ben tenuta in apposito spazio in bella vista, ma diciamo che se la mettevano in un angolo l’avrei notata lo stesso…Una Spider/cabrio dal design spaziale, di color argento splendente.
Il venditore mi mostrò l’auto, cominciando dall’interno, al motore, infine controllai se la struttura era apposto. Effettivamente la sua carrozzeria era perfetta, come nuova!
Questo modello nasce in conformità di accurata ricerca di mercato, che in seguito ad un’attenta analisi, dei precedenti modelli ha portato al miglioramento e alla modifica dell’auto.
LA PROGETTAZIONE

Questa tipologia di automobili nasce da un lavoro di gruppo e dal momento dell’idea al lancio commerciale passano mediamente da tre a quattro anni.
Ogni nuovo modello nasce sulla base di dettagliate analisi di mercato che tendono ad individuare gusti ed esigenze di un pubblico in ogni fascia di modelli.
Successivamente entra in gioco l’ Ufficio Progettazione, dove designer e ingegneri lavorano a stretto contatto.
I designer hanno a disposizione computer e software sofisticato per il calcolo e lo studio della carrozzeria e dell’abitacolo; la vettura viene dapprima disegnata a mano, come un tempo; poi prende forma su grandi schermi a colori e, tramite tastiera e mouse, vengono apportate tutte le modifiche strutturali ed aerodinamiche necessarie.
A questo punto è possibile creare una condizione virtuale in cui la vettura può essere vista, a video o su immagini stampate, esternamente nei minimi particolari, senza che ancora esista.
Addirittura è possibile ambientarla in diverse condizioni di utilizzo. Questa fase anticipa la realizzazione della moquette (ossia un modello in gesso o in legno) già perfezionata anche nei minimi particolari.
I primi modelli vengono realizzati in scala, poi passa alla dimensione reale ed iniziano le prove nella galleria del vento: un tunnel ove si creano artificialmente i flussi d’aria che colpiscono la vettura in velocità.
Il loro studio eseguito al computer con appositi programmi, permette di ottimizzare l’aerodinamica della carrozzeria e il corretto raffreddamento dei radiatori motori e dell’impianto frenante.
Lo studio dell’aerodinamica si svolge parallelamente a quello relativo alla meccanica (motore, sospensione, tipo di trazione).

Determinati i migliori risultati, si passa alla realizzazione dei primi prototipi che sono avviati verso collaudi su strada.
Le “pagelle” finali dei prototipi stilate dai collaudatori sono consegnate all’Ufficio Progettazione che provvede ad intervenire nel modo opportuno.

……ed è così che la Mercedes 200 SLK è entrata in produzione.

LA PRODUZIONE

La produzione automobilistica avviene oggi all’interno di stabilimenti strutturali per garantire elevatissimi livelli di produttività e anche di flessibilità: vale a dire la capacità di adeguare rapidamente le lavorazioni da un modello all’altro: il tutto con particolare attenzione all’ergonomia dei posti di lavoro: nessuna posizione faticosa o innaturale e nessun compito ripetitivo tipico delle vecchie catene di montaggio:
la maggior parte delle operazioni di montaggio ripetitive (saldatura, verniciatura, assemblaggio di grossi componenti) è eseguita da appositi robots che agiscono con altissima precisione sulla base degli ordini a loro impartiti attraverso la programmazione.
Sempre i calcolatori controllano il percorso della vettura da montare all’interno dello stabilimento.
Naturalmente i robot vanno gestiti dall’uomo e sempre l’uomo si occupa direttamente di alcune operazioni che non potrebbero essere affidate esclusivamente ai calcolatori.
Abbandonata ormai del tutto le vecchie configurazioni a catena di montaggio in linea inventata ad inizio del ‘900 da Henry Ford, il montaggio avviene oggi secondo un’organizzazione ad isola.
In ognuno di queste isole si eseguono un certo numero di operazioni e di tutti i relativi controlli. In pratica ogni addetto è responsabile del proprio operato e questo sta dando buoni frutti sul piano della qualità.
Naturalmente una certa ripetitività esiste, ma la varietà dei lavori eseguiti la rende molto meno pesante che un tempo.
La configurazione ad isole fa parte di un nuovo concetto globale di produzione automobili.
Fino qualche anno addietro, infatti l’automobile veniva costruita in ogni suo singolo componente all’interno dello stabilimento di produzione. Da qualche tempo a questa parte, al fine di contenere i costi e assicurare la massima qualità di ridurre i tempi, quasi tutta la componentistica (cerchi, volanti , cruscotti, armonizzatori, impianto elettrico, ecc) viene costruita da ditte specializzate esterne, che spesso dispongono di unità produttive presso quello di assemblaggio dalla Casa automobilistica, ed inviata allo stabilimento principale.
Qui viene smistata e, talvolta, il montaggio sulla vettura è curato da personale inviato sull’isola dalla ditta produttrice del componente.
Anche i motori arrivano ormai dall’esterno: le principali Case automobilistiche, in questo caso la “Mercedes” hanno impiantato moderni stabilimenti ove vengono progettati e prodotti esclusivamente i motori che poi sono inviati nelle unità di montaggio finale.
A vettura ultimata l’uomo torna protagonista: è il momento dei controlli finali di qualità che sono estesi praticamente ad ogni componente della vettura.

A questo punto l’auto è pronta:

VENITE CON ME VI PRESENTO LA MIA MERCEDES SLK 200

Ci sono auto senz’anima…..la mia Mercedes ne ha due….

La vettura è una spider/cabrio Mercedes SLK 200 del 2006, dalle prestazioni ottimali. Il motore è a benzina e le sue prestazioni sono ottimali.

Inizio descrivendo la carrozzeria e le caratteristiche esterne:

L’aspetto esteriore dell’auto è il fiore all’occhiello, di colore argento metallizzato. Dalla forma bombata e compatta a due sportelli.
L’auto è di lunghezza 4,09 m, larga 1,78 e alta 1,30 m con passo da 2,43 m, sembra piccola nelle misure, ma essenziale e confortevole. Infatti, osservando il cofano motore, ci accorgiamo che è molto lungo, rispetto alla parte posteriore, una caratteristica che la distingue dagli altri modelli e rende il suo aspetto sportivo e grintoso.
La griglia anteriore sembra che disegni un sorriso, il frontale ha due grandi gruppi ottici con lenti trasparenti, allungati a goccia, questi sono fendinebbia collocati nel paraurti anteriore e retronebbia.
Infine i gruppi ottici posteriori sono Led, Hard top a ripiegamento elettroidraulico illuminazione.
La parte posteriore è meno ampia, quindi il bagaglio non è capiente ma sufficiente per contenere lo stretto necessario, in fondo, amici stiamo parlando di una spider!
Il modello dell’auto ha il tetto rigido retrattile, che piegandosi si colloca nel bagagliaio, una caratteristica che valorizza questi modelli, rispetto altre vetture con tetto richiudibile, che esteticamente non sono belli da vedere, e nello stesso tempo i materiali sono poco resistenti e di breve durata.

Analizziamo l’interno auto:

Se fuori sorprende, dentro impressiona per i suoi interni ben definiti, eleganti e nello stesso tempo confortevoli.
I sedili sono due sportivi in magnesio regolabili in altezza, con sensore riconoscimento passeggero anteriore con classificazione peso. Il volante in radica di pelle. Gli accessori presenti sono molteplici e valorizzano l’interno.

Elenco gli accessori:
  • ABS
  • Accessione automatica delle luci
  • Airbag full size, lato guida, e lato passeggero in due, entrambi con attivazione in due stadi
  • Alzacristalli elettrici anteriori
  • Chiusura confort , barre di rinforzo nelle portiere bracciolo
  • Climatizzatore automatico Thermatic
  • Cristalli laterali completamente abbassabili con il tetto chiuso
  • Doppio terminale di scarico cromato
  • Dotazione spie di controllo
  • Radiatore cromato
  • Vano bagagli
  • Leva cambio in pelle con inserti cromati
  • Luce strumenti a intensità regolabile
  • Maniglie in tinta con la carrozzeria
  • Orologio analogica
  • Pedaliera
  • Strumentazione e comandi sulla plancia in argento, telecomandi elettronici.
  • Tergicristalli con touch control.
  • Vano porta oggetti con serratura, illuminato
  • Vano porta oggetti dietro i sedili.
  • Il volante multifunzione in pelle, regolabile in profondità e altezza
  • Il cambio meccanico a 6 rapporti+retromarcia

Il motoreIl motore a 4 cilindri in linea, e la velocità massima raggiungibile è di 230 km/h in 9,7 secondi. Il consumo medio è di 8,7/100 km.
SCHEDA TECNICA

  • Alimentazione: benzina
  • Cilindrata: 1796 cc
  • Potenza: 120 KW (163 CV)
  • Velocità Max : 230 km/h
  • Omologazione: Euro 4
  • Portiere: 2
  • Posti a sedere 2
  • Carrozzeria: Cabrio e Spider
  • Lunghezza: 409 cm
  • Larghezza: 178 cm
  • Altezza: 130 cm
  • Passo: 243 cm
  • Volume bagagliaio: 300-0 dc min/mas
  • Capacità serbatoio: 70 litri
  • Motore: 4 cilindri in linea
  • Cambio: meccanico a 6 rapporti
  • Coppia: Nm
  • Accelerazione: 0/100 km/h in 7,9 secondi
  • Trazione: posteriore
  • Massa: 1315 kg
  • Consumi: Ciclo urbano 100 km: 12,6 litri, Ciclo Extraurbano 100 km: 6,5
  • Percorso misto 100 km: 8,7 litri
L’AUTO E L’AMBIENTE E LA SICUREZZA
L’ambiente

La principale causa dell’inquinamento, viene attribuita alle auto. Il problema sollevato è soprattutto il sovraffollamento delle strade e delle autostrade, e l’aumento dell’inquinamento atmosferico e acustico.
Durante gli anni il problema è stato affrontato, e grazie al grande sviluppo dell’elettronica è stato fruttato in questa direzione e oggi la situazione è migliorata; i motori benzina, e a gasolio sono molto più puliti e contenuti nei consumi rispetto a quelli di ieri.
In parte è dovuto a soluzioni strutturali vere e proprie, come l’adozione dell’iniezione per i motori a benzina, i catalizzatori, cioè quei particolari filtri applicati all’impianto di scarico che consentono di abbattere le emissione di monossido di carbonio, ossido di azoto e idrocarburi incombustibili.
Nei casi dei motori a benzina, come la mia auto con omologazione “Euro 4”, i catalizzatori implicano l’utilizzo della benzina verde, che differisce dalla tradizionale Super per l’assenza di piombo.

La sicurezza

L’ambiente non è l’unico elemento di traino nello sviluppo delle nuove automobili. Questo veicolo, infatti, deve essere in primo luogo sicuro e oggi i costruttori rivolgono molte attenzioni in questa direzione.
Nel campo della sicurezza passiva sono così nate soluzioni come scocche in grado di assorbire le sollecitazioni di un urto e barre antintrusione integrate nelle portiere; plance rivestite in materiale morbido; cinture pretensionate che nel momento dell’urto tirano il passeggero verso il sedile; e poi gli air-bag, veri e propri “cuscini” posizionati nel volante, nella plancia e, su certe vetture, anche lateralmente nei sedili e nel padiglione, che in caso di urto fuoriescono e si gonfiano creando così una soffice barriera tra i passeggeri e le strutture dell’abitacolo.
Parallelamente, è la sicurezza attiva ha visto l’ingresso di soluzione come l’allestimento ABS, sospensioni “intelligenti” a controllo elettronico, impianto di illuminazione sempre più efficienti.
Anche il confort si accompagna alla sicurezza, in quanto limita la stanchezza: ecco, quindi, abitacoli insonorizzati, sedili ergonomici, volanti regolabili, climatizzatori, sospensioni sempre più efficienti, motori meno rumorosi, qualità e confort che la mia Mercedes possiede!

CONCLUSIONE

L’acquisto dell’auto è il frutto di un mio desiderio, che ho voluto esaudire! Sono appassionato del tipo, e del genere, ma come vi ho già detto in precedenza l’ho acquistata di seconda mano, a un prezzo conveniente, anche perché nuova non me la potrei permettere.
La macchina fin d’ora non mi ha dato nessun problema, di tipo meccanico. Semplicemente necessità di controlli e manutenzione ordinaria, come tutti i veicoli. Infatti, è mia premura, portarla dal meccanico di fiducia, per la manutenzione, questo è molto importante per la sicurezza, e il buon funzionamento della vettura.
Per me è molto importante effettuare questi piccoli accorgimenti, perché una macchina, o una moto trattata in modo adeguato durerà più a lungo, quindi ricordate sempre di cambiare l’olio, controllare le parti meccaniche, anche se le spie segnalano, bisogna fidarsi e armarsi di buon senso e stare attenti.

Il mio parere dell’auto è molto positiva, considerò la mia Mercedes una spider/cabrio eccellente, con tutti i requisiti al posto giusto. Le sue forme riescono ad esaltare al tempo stesso potenza ed eleganza. Al design innovativo si combina l’efficienza del motore, che ha il vantaggio di ridurre i consumi, quindi due lati positivi, uno il risparmio, due meno inquinamento, e rispetto per l’ambiente.

Consiglio l’auto e gli assegno 5 stelline….sto arrivando Amore mio….prepara lo zaino che per il week end si parte!!!!

Ciao a tutti. Anto


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 7903 volte e valutata
94% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • Iside280 pubblicata 07/02/2016
    Bella macchina. Hai stile. Ciao :)
  • Lila0084 pubblicata 05/01/2016
    Wow
  • MarcyMM pubblicata 29/06/2015
    Wow!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Mercedes SLK 200 Kompressor

Descrizione del fabbricante del prodotto

Cabrio

Caratteristiche Tecniche

Genere: Cabrio

Porte: 2 porte

Cilindrata: 1796

Alimentazione: Benzina

Cavalli: 163, 181

Cambio: Meccanico a 6 rapporti, Manuale

Modello: SLK

Numero posti: 2 posti, 2

Motore: 4 cilindri in linea

Trazione: Posteriore

Dimensioni/Lunghezza: 409 cm

Dimensioni/Larghezza: 178 cm

Dimensioni/Altezza: 130 cm

Capacità serbatoio: 70 litri

Velocità massima: 230 km/h, 236 km/h

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 7,9 secondi

Emissioni CO2: 209, 188

Omologazione antinquinamento: Euro 4

Potenza in Kw: 120 kW, 135

Marca: Mercedes

Ciao

Su Ciao da: 23/03/2006