Metz Mecablitz 48 AF-1N digital Flash ad innesto su contatto caldo

Immagini della community

Metz Mecablitz 48 AF-1N digital Flash ad innesto su contatto caldo

Nessuna descrizione di marketing è disponibile.

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "Metz Mecablitz 48 AF-1N digital Flash ad innesto su contatto caldo"

pubblicata 29/09/2010 | luci.o
Iscritto da : 15/02/2006
Opinioni : 63
Fiducie ricevute : 12
Su di me :
Disponibile come articolista sugli argomenti più disparati... se ti piacciono le miei opinioni e ti interessa una collaborazione, contattami in privato!
Buono
Vantaggi piccolo, leggero e potente
Svantaggi design spartano
Eccellente
Qualità del prodotto
Design:
Manuale d'uso
Rapporto qualità/prezzo

"Illumina i tuoi scatti... senza spendere un patrimonio :)"

Esempio di flash riflesso su una porta (il flash è il Canon Speedlite 580es II, li ho tutti e due, ma il principio è lo stesso)

Esempio di flash riflesso su una porta (il flash è il Canon Speedlite 580es II, li ho tutti e due, ma il principio è lo stesso)

Avete presente chi dice: "no no, io fotografo senza flash, preferisco la luce naturale"...
Be', lasciate che di dica una cosa: chi dice questo, NON sa usare il flash :)
E posso dirlo a ragion veduta... visto che anch'io lo dicevo! :)

Sono appassionata di fotografia da tanto ma tanto tempo (avevo 7 anni quando mi hanno regalato la prima compatta), ma la pellicola è sempre stata troppo costosa per sperimentare: da questo punto di vista, se non fosse per il digitale non avrei mai avuto la pazienza e i soldi per sperimentare l'illuminazione artificiale... e non starei qui a scrivere questa recensione.

Bando alle ciance.
Questo giocattolino è stato il mio primo flash esterno: gentile omaggio della mia dolce metà (lui, sì, fotografo professionista) che una bella sera d'autunno è tornato a casa con una bustona bianca e mi ha detto semplicemente "questo è per le tue foto".
Niente motivazioni, niente ricorrenze: è uscito e mi ha fatto un "regaletto" :)

Come ho scoperto poi, i Metz sono tra i migliori flash in commercio, o per lo meno quelli con miglior rapporto qualità prezzo.
Esteticamente sono spartani e anche gli snodi a volte sono un po' duri, ma la funzionalità è ottima e costano molto meno dei "colleghi" Speedlite Canon.
Oltre a questo, c'è da dire che sono indistruttibili... e non chiedetemi come lo so: lo so e basta :)
Dati generali

Vi risparmio i dettagli tecnici che potete trovare su un qualunque sito di compravendita, quello che è essenziale sapere sul Mecablitz 48 sono queste caratteristiche:
  • Numero guida: 48 / 100 iso (indica una buona potenza, adatta a tutte le situazioni)
  • Potenza regolabile fino a 1/128 (importante se volete usarlo come flash di schiarita)
  • Testa ruotabile verticalmente a 90° ed orizzontalmente a 270° (importante poter orientare il flash quando si usa la tecnica di flash riflesso)
  • Peso e dimensioni: 7 x 10 x 14 cm x 340 gr circa (vuol dire ingombro minimo e la possibilità di portarlo sempre con voi)
  • Modalità manuale e TTL (ovvero regolazione della potenza in base alla luce letta attraverso la lente montata sulla macchina)
  • Funzioni wireless, in modalità slave (vuol dire che può essere comandato a distanza da un altro flash compatibile, con modalità wireless master, come il Mecablitz 58 o il Canon Speedlite 580ex II)
  • Lampo sulla seconda tendina, per le lunghe esposizioni

E' il flash che spesso consiglio a chi vuole cominciare a "lampeggiare" senza spendere un patrimonio, perché con un costo relativamente contenuto vi portate a casa un flash di tutto rispetto con una buona potenza e tutte le funzioni necessarie per controllare in maniera ottimale l'illuminazione.
Quando e se si decide di prendere qualcosa di più impegnativo, rimane un ottimo secondo flash.

Penso di aver sparato abbastanza numeri e dettagli tecnici, quello che mi interessa passarvi è una serie di sensazioni e consigli assortiti.
Fotografia = scrivere con la luce

Quindi, se puoi controllare la luce, stai facendo davvero molto per migliorare i tuoi scatti! All'epoca in cui mi è stato regalato il Metz, il mio corredo fotografico era composto da una Canon 350D (l'ho amata, ma quanto a rumore, la situazione è disastrosa già dagli 800 iso) e un zoom all-in-one Sigma 18-200 f3.5-5.6... ovvero... IL BUIO :)
Quindi nessuna difficoltà all'aperto e con molta luce, cosiddetti sorci verdi al chiuso e con poca luce.
Quello che posso dirvi è che la qualità delle mie foto è migliorata esponenzialmente nel momento in cui ho cominciato a destreggiarmi con il flash.
In molte circostanze, aver portato con me il Metz mi ha, come si suol dire, "salvato la foto".
Flash diretto o flash riflesso

Perché chi non usa il flash dice che le foto scattate con il flash fanno schifo? Perché di solito associamo a "flash" la sparaflashata diretta del flashettino integrato della macchina, che crea tra le altre cose l'effetto "faccia nella candeggina" e l'orrida ombra nera dietro alla testa.
Al di là del fatto che la qualità del lampo di un flash esterno è infinitamente migliore del lampo del flash integrato (questione di superficie illuminante, I suppose), un flash esterno con la testa rotabile, come il Metz, offre "una marcia in più".

Quindi, in tutte le situazioni in cui ci sia una superficie più o meno bianca da sfruttare come pannello riflettente (di solito il soffitto o la parete di una stanza), è possibile usare la tecnica di flash riflesso: orientando la parabola del flash verso il soffitto o una parete, non avrete più la luce dura che fa venire un miliardo di ombre sulla faccia della vostra fidanzata, ma una meravigliosa e avvolgente luce morbida che spianerà anche le rughe della zia :)
A parte gli scherzi, per immaginare l'effetto, fate finta che una parete sia in realtà un'enorme pannello luminoso: la luce del flash, rimbalzando sulla parete, si comporterà proprio così.

Quando invece siete al buio all'aperto, o comunque in situazioni in cui il soffitto è troppo alto per essere utilizzato come pannello, usate pure il flash sparato direttamente sul soggetto: in questo caso un'accortezza che può migliorare la foto è quella di usare un tempo lento o iso più alti: in questo modo la flashata "congelerà" il vostro soggetto, ma lo sfondo verrà esposto correttamente, e non uscirà tutto nero.
Manuale o TTL

Ok, ma a che intensità devo usare il flash?
Si può utilizzare la modalità manuale quando si usa il flash diretto (cioè puntato in avanti): ci viene in aiuto il display presente sul Metz, che ci indica, in base ai settaggi (tempi e diaframma) della macchina, a quale distanza il soggetto sarà correttamente illuminato. Questo valore cambia al variare della potenza impostata (che, vi ricordo, va da 1 a 1/128). Es. se sul display appare 2mt, la fidanzata deve essere a 2mt dal flash. Più vicina: troppa luce. Più lontana: troppo poca.
Per esperienza personale però vi dico che la modalità manuale è particolarmente utile quando si usa il flash "off camera", cioè scollegato dalla macchina (spiego più avanti), mentre quando si scatta con il flash "on camera" (cioè con il flash montato sulla macchina) è molto più pratico utilizzare la modalità TTL.
In questo modo l'intensità del flash è impostata in automatico, in base alla luce presente e ai settaggi della macchina.
La modalità TTL è praticamente indispensabile se si usa la tecnica del flash riflesso, perché se vi spostate per una stanza cambiate continuamente la distanza e l'angolo di incidenza tra il flash e la parete riflettente, e in questo modo cambia continuamente anche la potenza necessaria per illuminare a dovere la scena: impossibile calcolare la potenza esatta, meglio affidarsi al TTL!
La misurazione TTL del Metz è molto accurata, anche se quando le pile sono quasi scariche ho notato che tende a "sottoesporre" leggermente.
Attenzione però agli specchi: se il flash si "specchia" (cioè se nell'inquadratura è visibile il riflesso del flash)... la foto verrà scura :)
In questo caso può tornare utile spostare l'inquadratura per escludere il flash e premere il tasto di blocco esposizione sulla macchina: così anche tornando all'inquadratura originale, l'esposizione sarà corretta.
On-camera o off-camera

L'uso più diffuso del flash (e quello più comodo) è quello on-camera: ovvero con il flash montato sulla slitta della macchina. Ed è quello più pratico per prendere dimestichezza con l'illuminazione artificiale. Soprattutto, non richiede l'uso di altri accessori oltre alla macchina e al flash.
A lungo andare, però, soprattutto se siete degli appassionati... il flash on-camera comincerà a starvi stretto.
Vi garantisco che fotografare con il flash staccato dalla macchina è uno spasso: è come avere una lampada super potente che potete posizionare ovunque.
Naturalmente, avrete bisogno di un trasmettitore wireless. E' un oggetto che funziona come un telecomando a distanza: il trasmettitore si posiziona sulla slitta della macchina, al posto del flash. Il ricevitore si collega al flash. A questo punto, quando scattate la foto, scatterà anche il flash.
(Se non volete spendere molto, ho trovato ad Hong Kong gli Yongnuo RF-602 che costano poco e funzionano benissimo)
Oppure, potreste avere un secondo flash con funzioni wireless master: in questo modo il flash sulla macchina potrà comandare il vostro Metz staccato dalla macchina.
Ma mi sto addentrando in un argomento davvero troppo vasto: quello che volevo farvi capire è che con un piccolo pratico flash come il Mecablitz 48 si può fotografare in maniera automatica e molto intuitiva, ma si possono creare set fotografici tutt'altro che banali... se vi interessa l'argomento vi consiglio comunque un bel giro sul sito Strobist.com ;)
In conclusione

Consigliatissimo per tutti gli appassionati di fotografia, ottimo rapporto qualità prezzo e... graditissimo come idea regalo!! :)

Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 5523 volte e valutata
67% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • coladome pubblicata 22/12/2011
    opinione fatta benissimo
  • Meet pubblicata 01/10/2010
    eccomi
  • Meet pubblicata 30/09/2010
    Davvero molto interessante anche questa tua opinione. Conoscevo il segreto (che tanto segreto non è) del flash puntato sulla parete e di quello diretto con i tempi lenti. Ho usato proprio questo tipo di tecnica a Natale per riprendere Via Roma illuminata. Avevo però il cavalletto ovviamente.. In effetti, pensandoci ora, non è che usi molto il flash forse anche perchè non faccio molte foto negli interni ma dovrei sperimentare.. (ripasso)
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Metz Mecablitz 48 AF-1N digital Flash ad innesto su contatto caldo

Descrizione del fabbricante del prodotto

Nessuna descrizione di marketing è disponibile.

Caratteristiche Tecniche

Descrizione Prodotto: Metz Mecablitz 48 AF-1N digital - flash ad innesto su contatto caldo, Metz Mecablitz 48 AF-1O digital - flash ad innesto su contatto caldo, Metz Mecablitz 48 AF-1P digital - flash ad innesto su contatto caldo, Metz Mecablitz 48 AF-1S digital - flash ad innesto su contatto caldo, Metz Mecablitz 48 AF-1C digital - flash ad innesto su contatto caldo

Flash fotocamera: Flash ad innesto su contatto caldo

Dimensioni (LxPxH): 7.1 cm x 9.9 cm x 13.7 cm

Peso: 340 g

Numero Guida (m/ISO 100): 48

Campo visivo: 24mm - 105mm, 18mm - 105mm

Comando esposizioni supportate: I-TTL, D-TTL, TTL

Zoom: Automatico, manuale

Riduzione effetto occhi rossi: Sì

Caratteristiche: Illuminatore AF, display LCD illuminato, compensazione flash +/-, capacità flash modellatura, flash exposure bracketing (FEB ), funzione unità aggiuntiva, sincronizzazione ad alta velocità (HSS), aggiornamento firmware via USB

Batteria richiesta: 4 x batteria - Tipo AA

Temperatura colore: 5600K

Flash fotocamera

Tipo: Flash ad innesto su contatto caldo

Tipo hor shoe: Nikon, Olympus, Pentax, Sony, Canon

Numero Guida (m/ISO 100): 48

Campo visivo: 24mm - 105mm, 18mm - 105mm

Comando esposizioni supportate: I-TTL, D-TTL, TTL

Angolo di rotazione verticale: +90 / -7

Angolo di rotazione orizzontale: +180 / -90, +180 / -120

Zoom: Automatico, manuale

Livelli di controllo manuale dell’alimentazione: 1/1, 1/128

Spegnimento automatico: Sì

Riduzione effetto occhi rossi: Sì

Caratteristiche: Illuminatore AF, display LCD illuminato, compensazione flash +/-, capacità flash modellatura, flash exposure bracketing (FEB ), funzione unità aggiuntiva, sincronizzazione ad alta velocità (HSS), aggiornamento firmware via USB

Temperatura colore: 5600K

Ciao

Su Ciao da: 08/06/2009