Micosi

Immagini della community

La tua offerte non ha dato alcun risultato

Opinione su "Micosi"

pubblicata 13/03/2012 | vany.dany
Iscritto da : 14/07/2011
Opinioni : 287
Fiducie ricevute : 18
Su di me :
giovane mamma/moglie casalinga a cui piace scrivere... scrivere e scrivere.. e perchè non farlo per guadagnare?
Non fa per me
Vantaggi ...
Svantaggi nessuno
molto utile
Profumo
Rapporto qualita`/prezzo
Formulazione

"odiose ma sempre più diffuse"

Le micosi sono infezioni prodotte da funghi microscopici detti "miceti".

Le micosi possono manifestarsi in forma superficiale (dermatite) creando delle lesioni sulla cute o sulle mucose, oppure esistono forme di micosi sottocutanee e altre anche profonde viscerali.
Il rischio di contrarre questi funghi è maggiore per chi soffre ad esempio di diabete, infatti chi è affetto da questa patologia presenta diverse screpolature sul corpo. Piccole lesioni che creano alterazioni locali del mantello cutaneo, rendendolo più sensibile all'attacco dei miceti.

I miceti infatti tendono a sfruttare a loro favore le debolezze immunitarie.
Con il nome di funghi si indicano almeno tre gruppi di organismi diversi:
le muffe, i lieviti e i funghi propriamente detti.
Anche le malattie provocate dai funghi possono esser raggruppate in grandi classi:
- superficiali: cioè confinate alla cute, ai capelli o alle unghie;
- sottocutanee: infezioni più invasive ma comunque estese soltanto alla pelle e alle strutture immediatamente sotto la cute;
- sistemiche: infezioni che coinvolgono organi interni come i polmoni;
- opportunistiche: infezioni che si presentano solo in pazienti con difese immunitarie insufficienti.

Come si acquisisce una micosi

Anche nel caso delle infezioni superficiali, entrano in gioco le caratteristiche dell'ospite, vale a dire che perché si abbia l'infestazione è necessario che la pelle abbia determinate caratteristiche di acidità e umidità; inoltre, è una condizione favorente la presenza di piccole rotture. Questa è la ragione, per esempio, della diffusione del piede d'atleta: soprattutto se si indossano scarpe di materiale sintetico non traspirante si crea un microclima umido favorevole alla proliferazione dei funghi e, inoltre, la macerazione della pelle, con la formazione di microtagli, favorisce l'insediamento del fungo. Calore e umidità, quindi, sono le condizioni favorenti di tutte le micosi. La trasmissione può essere orizzontale e verticale, in altre parole è possibile il contagio da persona a persona, e anche da animali più o meno domestici, così come attraverso ambienti contaminati (un piatto doccia, per esempio). Quando si parla di contagio da persona a persona si tenga presente che non è necessario il contatto fisico diretto, ma è sufficiente lo scambio di indumenti (dai calzini agli asciugamani).
I sintomi
In tutte le forme di tinea, ma anche nelle altre micosi cutanee, il tratto principale è il prurito, oltre ovviamente a modificazioni della cute che può arrossarsi, presentare gonfiori e piccole ulcere. In alcuni casi, per esempio la tinea pedis interdigitale, la pelle tende a fessurarsi. Sempre in linea generale, sui tratti più ampi di cute priva di peli, le lesioni tendono ad assumere un aspetto anulare, con al centro una zona non colpita (tinea circinata). È possibile altresì, soprattutto nella testa, che si presentino desquamazioni simili alla forfora oppure ancora che aumenti la produzione sebacea. Soprattutto il fungo tende a infestare anche capelli e peli, persino quelli sottilissimi che rivestono più o meno tutta la cute (vellus) nei cui follicoli si annida. In alcuni casi la tinea può anche provocare ascessi sottocutanei, nel qual caso si parla di Tinea profonda, il più delle volte dovuta a un fungo chiamato T. mentagrophytes. Le manifestazioni delle infezioni sottocutanee comprendono come già accennato la formazione di ascessi e, in linea generale, comportano lesioni più rilevanti.
Nelle unghie la micosi può interessare sia il tessuto circostante la base dell'unghia (le cosiddette pellicine) sia il tessuto sottostante l'unghia, sia l'intero spessore dell'unghia, ed è il caso più grave.
Diagnosi e trattamento
L'esame obiettivo della zona colpita da parte di un medico, specialista o meno, è sufficiente a determinare se si è di fronte a una micosi, diverso è invece il discorso di determinare quale famiglia o singolo fungo sia coinvolto (o siano coinvolti). In questo caso si può ricorrere all'esame al microscopio, anche con opportune colorazioni, di una porzione di tessuto prelevata dalla lesione. Difficile però che debba servire di più. Il trattamento viene effettuato con farmaci chiamati antimicotici e può essere condotto sia con preparazioni locali (creme, polveri) sia per via sistemica, cioè per via orale. La scelta tra le due vie non è di poco conto: sovente gli antimicotici assunti per via sistemica danno effetti collaterali (gastrointestinali e altri), quindi è il caso di riservarli ai casi in cui è più alto il rischio di recidive o della cronicizzazione, per esempio quando sono interessati i capelli o le unghie, o quando si tratta di infezioni sottocutanee.
la sua caratteristica di assorbire il sudore è sicuramente adatta al trattamento dei piedi (piede d'atleta), anche come terapia di completamento alla crema e come preventivo all'interno di calze e scarpe.


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 432 volte e valutata
100% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
molto utile

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • 6668l pubblicata 17/03/2012
    grazie
  • cinziac1 pubblicata 16/03/2012
    grazie delle info
  • Kronos77 pubblicata 16/03/2012
    ok!!!
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Informazioni sul prodotto : Micosi

Descrizione del fabbricante del prodotto

Ciao

Su Ciao da: 18/09/2010