Opinione su

Mio MIO 168 GPS

Valutazione complessiva (34): Valutazione complessiva Mio MIO 168 GPS

 

Tutte le opinioni su Mio MIO 168 GPS

 Scrivi la tua opinione


 


Ora ha raggiunto la sua meta

5  15.03.2006 (17.03.2006)

Vantaggi:
precisione della guida

Svantaggi:
inerzia iniziale nell'agganciare i satelliti

Consiglio il prodotto: Sì 

littleghost

Su di me:

Iscritto da:03.07.2002

Opinioni:113

Fiducie ricevute:36

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 13 utenti Ciao

Nel mio continuo viaggiare non faccio altro che consultare cartine stradali di ogni genere, nella mia auto ne trovate di quasi tutti gli stati europei, fino ad un paio di anni fa sulla macchina che uso di solito c'era il navigatore satellitare, ma da quando due anni fa l'ho cambiata ho omesso (causa costo spropositato) di farvelo installare tornando all'antico.
Poi per Natale i miei genitori mi hanno regalato un palmare con il GPS.

Il prodotto in questione è il MIO 168 "Digiwalker", con sistema operativo Windows Mobile 2003 per pocketpc, l'antenna GPS è integrata e ripiegata nel retro.

La confezione era ricca di accessori contenendo:
- il palmare (ovviamente);
- un CD per il software di sistema;
- un DVD contenente le mappe europee di 27 paesi;
- una scheda di memoria SD da 512 MB con preinstallata la mappa dell'Italia e le principali strade europee;
- il cavo di alimentazione per la rete elettrica (da cui parte una derivazione per la porta USB del PC);
- il cavo di alimentazione per l'auto;
- il supporto per l'auto (attacco a ventosa sul parabrezza);
- auricolari;
- custodia in pelle;
- antenna esterna da collegare su quella integrata.

Il tutto per una cifra leggermente inferiore ai 400 euro.
In questo periodo credo sia anche calato leggermente, ma bisogna fare molta attenzione agli accessori inclusi, visto che nella maggior parte dei casi la scheda di memoria è da 256 MB e non vi è il DVD delle mappe o in alcuni casi il software di navigazione non c'è proprio.

Il cuore del palmare è un processore Intel PXA255a 300 MHz, con 64 Mb di Ram per le applicazioni e 32 flash per il sistema operativo, mentre il GPS è a 12 canali.
Sicuramente in commercio ci sono palmari in grado di offrire prestazioni superiori in quanto a qualità del processore, ma quelle offerte dal Mio168 sono più che dignitose.

L'alimentazione è assicurata da una batteria agli ioni di litio che le garantisce fino a 12 ore di autonomia che scendono rapidamente a 3 o 4 usando il GPS (alcune prescrizioni nell'utilizzo del sistema riescono ad ottimizzare il consumo aumentandone l'autonomia), pertanto è consigliabile appena vi è la possibilità di collegarlo ad una presa elettrica di ricaricare la batteria e, comunque, in macchina usarlo collegato alla presa dell'accendisigari, anche se il cavo a spirale è ingombrante e può interferire con la leva del cambio (per chi usa quello meccanico).

Non intendo dilungarmi sulle possibilità offerte dal palmare (che non è dotato di telefono) perché comuni a tutti gli apparecchi simili ma curare principalmente la parte del GPS che ne costituisce la particolarità), dato che le possibilità offerte variano con i programmi che si decide di installare, comunque a fattor comune ci sono le versioni pocket di excel, word, outlook e reader, mentre per il collegamento al PC o altro apparecchio può avvenire facilmente e rapidamente tramite porta USB, tramite activesync o infrarossi.

Usando il DVD si può ricaricare il software di navigazione (a proposito è il MIO MAPS 2 - Navigon mobile 5) e le mappe sulla scheda di memoria. Le mappe sono molto dettagliate e pertanto occupano molto spazio (mediamente 370 MB per nazione o gruppi di esse) rendendo necessaria quasi subito l'espansione della SD o in alternativa una MMC ad almeno 1 GB.
Un consiglio non scaricate il sw con la scheda inserita nel palmare perché rischiate di fare notte, meglio usare un lettore di schede esterno.

Il sw di navigazione è molto intuitivo da usare, preciso fino all'ossessione, dovendo inserire lo stato, la città, la via fino al numero civico se non si vuole essere rimproverati da un messaggio di avviso di "navigazione nelle vicinanze" se invece siete talmente precisi da disporre le coordinate geografiche (per intenderci latitudine e longitudine) della destinazione potete inserirle direttamente oppure ultima alternativa scegliere direttamente il posto sulla mappa, dopo dovrete scegliere le autorizzazioni per il viaggio (tipo consentire l'uso delle strade a pedaggio, del traghetto ecc) quindi se almeno 3 satelliti sono stati agganciati il sistema calcolerà l'itinerario secondo le impostazioni iniziali (auto, moto, bicicletta o a piedi).
Piccola chicca scegliendo le opzioni bicicletta e a piedi viene ignorata la segnaletica stradale e le eventuali ZTL.

Capitolo navigazione:
La sola voce guida disponibile è femminile, metallica e dal leggero accento sardo. C'è la possibilità di impostare la frequenza degli avvisi percorrendo lunghi tratti sulla stessa strada (minimo 5 km) allo scopo di evitare l'assillante compagnia del GPS del film di Aldo, Giovanni e Giacomo che ad ogni km ricordava la distanza mancante.
Durante la marcia sono numerose le informazioni disponibili fra le quali, a mio parere la più utile è quella del superamento del limite di velocità su tangenziali, superstrade ed autostrade nonché su qualche statale di maggiore importanza.
In basso:
Viene indicato il numero di satelliti agganciati.
Nella barra delle informazioni, se visualizzata, troviamo:
- la scala della cartina (che può avere la funzione di autozoom in funzione della velocità - più si va piano e più si riduce fino ad un minimo di 11 metri. Il sistema ritiene che andando piano si stia cercando la strada da seguire);
- la pendenza della strada - credo che si imposti automaticamente tramite la posizione iniziale del ricevitore, perché l'alternativa è la precedente memorizzazione della posizione all'interno della mappa;
- la bussola;
- l'altitudine;
- la velocità attuale - su cui si basa l'avviso del limite di velocità;

Settore destro:
- ora di arrivo presunto;
- durata del viaggio (residuo);
- distanza dalla meta;
- riferimento all'itinerario (se completo o una tappa).

Settore sinistro:
- indicazione della prossima svolta (con freccia)
- indicazione della svolta successiva;
- distanza dalla svolta (quest'ultima può trasformarsi in una serie di linee arancioni che aumentano con l'avvicinarsi della manovra da effettuare).

Nella parte superiore vi è un menù a scomparsa per scegliere le modalità di visualizzazione (2D che indica anche il nome delle strade) 3D, l'orientamento se con il nord fisso ed il livello di zoom.

Un'altra modalità di navigazione possibile è quella in linea retta nella quale il sistema indica la sola direzione da seguire e lascia al conducente quale strada scegliere.

Ho riscontrato che la velocità di correggere l'itinerario "in corsa" è veramente rapida, al sistema occorrono meno di 2 secondi per ricalcolare la rotta dal momento in cui rileva una deviazione dall'itinerario superiore ad una quindicina di metri. Unica eccezione è l'assenza della strada dalle mappe, nel caso cioè in cui la strada sia stata costruita dopo l'ultimo aggiornamento delle mappe, nel mio caso circa 1 anno.

Durante la marcia sulla cartina sono indicati i cosiddetti P.O.I. (point od interest) come ristoranti, officine meccaniche, studi medici, centri commerciali, distributori, alberghi, posti di polizia. Tali punti sono inseribili dall'utente secondo le proprie esigenze.

Tutto rose e fiori? Essenzialmente si.
Fra i punti meno positivi posso indicare una certa inerzia nell'agganciare i satelliti se si accende l'apparecchio in una zona circondata da palazzi alti, se invece vi arrivate con il sistema avviato non perde il segnale.
Una, a volte, eccessiva scrupolosità nelle impostazioni iniziali della destinazione.

L'ultima considerazione di carattere personale è dovuta ad una tendenza alla distrazione, specie nei primi giorni di utilizzo, il fatto di avere nella visione periferica un qualcosa di luminoso che si muove porta a distogliere lo sguardo dalla strada. Il mio consiglio. in questo caso è di impostare il display notturno, con lo sgondo grigio scuro e che quindi risalta meno.

Per il resto va tutto bene, la precisione della cartografia è eccellente, sempre che abbiate inserito correttamente l'indirizzo.
Nel momento in cui vi arrivate davanti l'ultimo avviso che sentirete sarà: "ORA HA RAGGIUNTO LA SUA META!"
Buona strada.
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
roserouge

roserouge

11.11.2006 01:15

un oggetto ben fatto... interessante!

giancky80

giancky80

16.07.2006 12:55

Ha chiarito molti dei miei dubbi sui sistemi GPS!!!

Ninja970

Ninja970

24.03.2006 20:07

opinione veramente eccellente, bravo

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Mio MIO 168 GPS è stata letta 5247 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (41%):
  1. giancky80
  2. Ninja970
  3. mi_ti_co
e ancora altri 6 iscritti

"molto utile" per (59%):
  1. roserouge
  2. Cambivita
  3. llpb1996
e ancora altri 10 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.
Risultati simili a Mio MIO 168 GPS