Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)

Immagini della community

Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)

Sperduto nelle Aride, Nunez viene accolto da una comunità i cui membri sono tutti ciechi. Confuso dalla vita laboriosa e dai sensi fìnissimi dei suoi ...

> Vedi le caratteristiche

80% positiva

1 opinioni degli utenti

Opinione su "Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)"

pubblicata 13/08/2017 | sole2017
Iscritto da : 17/05/2017
Opinioni : 47
Fiducie ricevute : 30
Su di me :
Grazie a tutti coloro che mi leggono: spero che le mie opinioni possano esservi sempre di aiuto :)
Buono
Vantaggi lettura molto particolare!!
Svantaggi Nessuno
Eccellente
Contenuti
Reperibilità
Layout:
Qualità Materiale

"La realtà è solo questione di punti di vista"

Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)

Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)

CIAO :)

Pochi giorni fa mi è capitato sotto mano un racconto un po' singolare,
NEL PAESE DEI CIECHI
e che vorrei condivedere con voi.

Trama
In una zona molto isolata delle Ande, vi è una valle in cui splende sempre il sole e dove vive una popolazione molto particolare. Ciascuno di essi rimane infatti vittima di un morbo che li rende ciechi sin da piccoli. Per 15 generazioni questo popolo vive in completo isolamento dal resto del mondo continuando a sviluppare questo morbo che piano piano li rende tutti ciechi. Nonostante la mancanza della vista alcuni di loro sono in grado di mandare avanti il villaggio costruendo case, pascolando e continuando così la loro sopravvivenza, anche se il resto del mondo sia convinto che il Paese dei Ciechi sia diventata ormai una leggenda.
Un giorno un escursionista, Nunez, giunge nelle valle a seguito di una caduta durante un'arrampicata. Quando arriva nel Paese dei ciechi cerca di farsi notare sbracciando e agitandosi per attirare l'attenzione di qualche uomo. Solo quando gli abitanti gli si avvicinano Nunez capisce che essi non vedono poichè, al posto degli occhi, vi sono solo due incavi. Durante la permanenza nel villaggio Nunez capisce come gli abitanti siano riusciti a sviluppare sensi così acuti da poter garantire loro la sopravvivenza e di dare un significato piuttosto bizzarro a tutto ciò che li circonda.
Nonostante questo Nunez cerca in tutti i modi di spiegar loro le cose che vede, ma senza successo: essi infatti non credono esista la parola "vedere" e ritengono che Nunez, propria a causa della vista, viva in un'eterna illusione poichè convinto di cose che in realtà non esistono. Nunez spazientito decide allora di andarsene e rimane due giorni fuori dal villaggio, senza riparo nè cibo. Stremato, si convince che forse potrebbe davvero condurre la sua esistenza come fanno gli abitanti del Paese dei ciechi e così torna tra loro. Inizia da quel momento una convivenza pacifica in cui Nunez si innamora addirittura di una ragazza del villaggio. Quando però la chiede in sposa, gli anziani gli negano il permesso: solo facendosi asportare gli occhi il suo desiderio verrebbe esaudito perchè in questo modo diventerebbe come loro e finalmente arriverebbe alla comprensione di come è fatto realmente il mondo.
Per Nunez la scelta non è semplice...

Info sul libro

Autore: Herbert G. Wells (1866-1946)
Editore: Adelphi
Collana: Biblioteca minima
Anno edizione: 2008
Pagine: 60 p., Brossura
Costo: 7 euro

Il Paese dei ciechi è un racconto di fantascienza inizialmente pubblicato nel 1904 nella rivista Strand Magazine. Nel 1911 venne incluso in una raccolta dal titolo "Il Paese dei ciechi e altre storie".

Opinione personale

Ho scelto di leggere questo libro seguendo il consiglio di un amico. La lettura è davvero veloce considerando che il tutto viene raccontato in circa 50 paginette, più un'altra decina dedicate a commenti (da parte di Sandro Modeo) utili per focalizzarsi su alcuni passaggi.
La storia di per sè è carina, potrebbe sembrare una favoletta, ma non per questo è banale. Penso che l'intento sia stato quello di far pensare a come dopo tutto la realtà non sia oggettiva, ma ognuno ne crea una sua personale versione, in base agli strumenti che ha e alle esperienze che ha vissuto.
Quindi il giusto e sbagliato diventa relativo e così anche la presunzione della ragione su un fatto o su una cosa, non diventa sinonimo di verità. Nel racconto questo concetto è molto chiaro: Nunez, che con i suoi occhi può vedere i colori e tutto ciò che lo circonda, cerca in ogni modo di convincere gli abitanti dell'esistenza del cielo e degli uccelli, ma non riesce nell'intento poichè essi sono davvero convinti che il "vedere" non esista e che il cielo e gli uccelli non sono come Nunez li descrive.
Nunez non comprende questo modo di interpretare la realtà e diventa addirittura aggressivo nella sua missione di far valere la sua (presunta) superiorità.
E' sicuramente una storia che aiuta sia a far capire i differenti punti di vista, sia come schierarsi da una parte o dall'altra non porti a nulla: dar torto a Nunez o agli abitanti in merito alle teorie dell'uno e degli altri a che cosa serve???
Semplicemente ognuno percepisce le cose in base agli elementi a sua disposizione.

Il finale non ve l'ho svelato perchè non mi piace fare da guastafeste ma anche qui ci sarebbe da ragionare... lascio quindi a voi la scoperta di questo passaggio che non manca di riflessione.
Leggetelo, ne vale la pena :)


Valutazione della community

Questa opinione è stata letta 114 volte e valutata
55% :
> Capire la valutazione di quest’Opinione
Eccellente

La tua valutazione su questa opinione

Commenti su questa Opinione

  • icaro56 pubblicata 17/09/2017
    eccellente
  • Rysonance pubblicata 14/09/2017
    Ottimo!
  • AndreaEx72 pubblicata 13/09/2017
    Gli effetti sulla società di un relativismo imperante possono essere molto pericolosi. Opinione eccellente.
  • Sei d’accordo con quest’Opinione? Hai qualche domanda? Effettua il log-in con il tuo account Ciao per poter lasciare un commento all’autore Connettersi

Offerte "Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)"

Prodotti simili più popolari

Informazioni sul prodotto : Nel paese dei ciechi (Herbert G. Wells)

Descrizione del fabbricante del prodotto

Sperduto nelle Aride, Nunez viene accolto da una comunità i cui membri sono tutti ciechi. Confuso dalla vita laboriosa e dai sensi fìnissimi dei suoi ospiti, dovrà destreggiarsi fra il proprio senso di superiorità e la loro remota saggezza: anche perché i ciechi si sono prefìssi di guarirlo a tutti i costi dalla sua inspiegabile, perversa ossessione per la vista. Con una nota di Sandro Modeo.

Caratteristiche Tecniche

EAN: 9788845923326

Tipologia del prodotto: Libro in brossura

Autore: Herbert G. Wells

Traduttore: F. Salvatorelli

Numero totale di pagine: 60

Alice Classification: Letterature Straniere: Testi

Classico della letteratura: classico

Editore: Adelphi

Data di pubblicazione: 2008

Origine del record: Il copyright dei dati bibliografici e catalografici e delle Immagini fornite è di Informazioni Editoriali I.E. Srl o di chi gliene ha concesso l’autorizzazione. Tutti i diritti sono riservati.

Ciao

Su Ciao da: 18/12/2009