Non lasciarmi

Opinione su

Non lasciarmi

Valutazione complessiva (5): Valutazione complessiva Non lasciarmi

 

Tutte le opinioni su Non lasciarmi

 Scrivi la tua opinione


 


Il senso della vita in "Non lasciarmi"

2  09.04.2011

Vantaggi:
recitazione, colonna sonora

Svantaggi:
mancanza di profondità dei personaggi

selene80

Su di me: Amo scrivere e il cinema. Tengo una rubrica cinematografica sul un giornale on line.

Iscritto da:29.01.2004

Opinioni:119

Fiducie ricevute:13

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 10 utenti Ciao

Tratto da un romanzo del giapponese Kazuo Ishiguro.
Kathy (Carey Mulligan), Tommy (Andrew Garfield) e Ruth (Keira Knightley) sono tre bambini del prestigioso collegio inglese Hailsham, un luogo all’apparenza idilliaco, sebbene le regole da rispettare siano piuttosto ferree. Ma dietro ad una facciata di rigore, si nasconde un’agghiacciante verità : i bambini di Hailsham non sono altro che esseri umani clonati con lo scopo di fornire organi per i trapianti. Il destino dei tre amici è perciò segnato e nel momento di lasciare la scuola, ogni aspetto della loro vita si complica ulteriormente perché anche loro, sebbene cloni, provano sentimenti profondi come l’ amore, la gelosia e il tradimento .

Inizierei dalla parte migliore del film, ovvero la frase finale di Kathy, la protagonista:
"Penso che non siamo poi cosi diversi dalla gente normale, tutti "completiamo" il nostro ciclo e tutti di fronte alla morte abbiamo la sensazione di non aver vissuto abbastanza”.
La pellicola non è solo l’esplicita critica alla clonazione, né l’implicita denuncia del traffico di organi, “Non lasciarmi” è soprattutto un film sul senso della vita, sulla necessità di ognuno di noi, davanti alla morte, di capire se si è davvero vissuta la propria vita oppure se ci si è “lasciati vivere” da essa.
Detto così, il film , appare come un capolavoro..purtroppo non lo è affatto.
Ottimo cast (la Mulligan su tutti), una colonna sonora perfetta (la canzone “Never let me go” dà il titolo al film) ed una scenografia più che appropriata, nonostante questo, il film, appare come monco. La narrazione degli eventi attraverso le parole di Kathy, inizia dall’infanzia, per proseguire con l’adolescenza e concludersi con la giovinezza dei tre ragazzi destinati ad una morte precoce, ma la trama non si sviluppa attraverso la concatenazione degli eventi, non procede grazie ad una serie di cause ed effetto, bensì viene semplicemente narrata attraverso sporadici episodi e soprattutto attraverso il racconto degli stati d’animo della protagonista. Tra i tre ragazzi, sin dall’infanzia, si innesca il classico triangolo amoroso, ma il grande amore tanto citato, non è mai rappresentato attraverso le immagini. Manca la parte centrale del film; ci si aspetta che da un momento all’altro decolli e invece mantiene un andamento costante. Se da un lato è da apprezzare la mancanza di vere e proprie scene madri e di momenti eccessivamente melensi, dall’altro, però, non si comprende davvero cosa accade ai personaggi, che appaiono sfocati, tratteggiati e mai approfonditi.
L’dea di partenza è buona e la scelta di uno sviluppo non dinamico (vedi “The Island”) è originale; mi ha infatti colpito la rassegnazione dei ragazzi di Hailsham nell’accettare il proprio destino attraverso la muta consapevolezza di essere stati creati per un fine ben preciso e di non poter pertanto sfuggire ad una fine già scritta. La scena finale, quando la presa di coscienza di avere un’anima coincide con la fine di ogni speranza per Kathy e Tommy, è emozionante punta dritta al cuore (confesso di aver pianto per la maggior parte del film!), ma quando il film è finito, sembra ancora di non aver capito del tutto le azioni e i pensieri dei personaggi.

Mia recensione pubblicata sul sito www.paperstreet.it

Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
doc101

doc101

13.04.2011 14:13

ottima analisi

markko1979

markko1979

11.04.2011 23:20

eccellente

epy

epy

10.04.2011 00:21

non male

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Non lasciarmi è stata letta 431 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (8%):
  1. markko1979

"molto utile" per (92%):
  1. doc101
  2. epy
  3. Udinecentro
e ancora altri 9 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.